Jazz Confusion al Torrione

Domenica 15 dicembre 2019, dalle ore 19:30, Jazzclub Ferrara



"Jazz Confusion" (2006) di Badolato e Costantino

Domenica 15 dicembre, a partire dalle ore 19.30

Jazz Confusion (2006) un film di Fabio Badolato e Jonny Costantino

Aperitivo, proiezione e incontro con Jonny Costantino

Apertura biglietteria e aperitivo a buffet ore 19.30
Proiezione e incontro con il regista a partire dalle ore 21.00

Jazzclub Ferrara - Corso Porta Mare, 112, 44121 Ferrara

Info su Jazz Confusion: qui.

Precede la proiezione l’aperitivo a cura di Fructofilia Fructofilia nasce dalla passione per la cucina e la ricerca di un alimentazione naturale e rispettosa dell’ambiente. L’obiettivo è quello di avvicinare le persone ad una dieta più etica e più vicina a quella connaturata all’essere umano.

Informazioni +39 3314323840 (tutti i giorni dalle 12.00 alle 22.00) / jazzclub@jazzclubferrara.com / www.jazzclubferrara.com

Il Jazz Club Ferrara è un’associazione culturale affiliata ad Endas. Ingresso gratuito per soci Endas. Tessera Endas al costo agevolato di € 10.

"Jazz Confusion" (2006) di Badolato e Costantino

Jazz Confusion è un viaggio, per iniziati e non, entro e oltre il mondo del jazz. Un viaggio multiforme, multianima. La cornice è Roccella Jonica, l’anno il 2005, l’occasione il 25° anniversario del festival “Rumori Mediterranei”. I principali protagonisti sono i cineasti Daniele Ciprì e Franco Maresco (autori a quattro mani di capolavori quali Lo zio di Brooklin e Totò che visse due volte), il compositore Nicola Piovani (autore di musiche per il cinema di Federico Fellini e Mario Monicelli, dei fratelli Bertolucci e dei Taviani, per dirne qualcuno), il trombettista Enrico Rava (jazzista di fama mondiale cha suonato con giganti del jazz internazionale come Chet Baker e Steve Lacy), il pianista Salvatore Bonafede (jazzista e autore delle musiche de Il ritorno di Cagliostro e Come inguaiammo il cinema italiano di Ciprì e Maresco). A contrappuntare i loro racconti ci sono brani di film e immagini d’archivio, filmati in super8 e riprese di backstage. La colonna sonora è un’improvvisazione al violoncello di Paolo Damiani (anche contrabbassista, compositore, direttore d’orchestra, all’epoca direttore artistico di “Rumori Mediterranei”).

La prima delle tre parti del film, «Tra jazz e cinema», ha un “Virgilio” d’eccezione, Enrico Rava, il quale ci fa strada nella storia e nelle storie del jazz. Il trombettista guarda al jazz dal di dentro soffermandosi sui sentimenti talvolta contraddittori che hanno attraversato questa grande arte novecentesca nonché su alcuni dei più significativi incontri tra jazz e cinema.

"Jazz Confusion" (2006) di Badolato e Costantino

Dall’articolo di Adriano Piccardi BaCo Productions (“Cineforum” n° 504, maggio 2011):

«Vero punto di partenza teorico-pratico del lavorio di Fabio Badolato e Jonny Costantino (BaCo Productions) — un lavorio che si misura con gli elementi del linguaggio decodificando e ricodificando instancabilmente, nel rifiuto ribadito di accostarsi al reale secondo le leggi del realismo — è Jazz Confusion. Sul set costituito dal festival jazz di Roccella Jonica del 2005, Badolato e Costantino costruiscono un mosaico visivo, verbale, musicale, istigando musicisti (Nicola Piovani, Enrico Rava, Salvatore Bonafede) e cineasti (Daniele Ciprì, Franco Maresco) a ragionare sui rispettivi universi di riferimento che stanno alla base del loro lavoro creativo, tra cinema musica pensiero. Universi interiori che si nutrono di immagini, di suoni, di amore per il Mondo e per le trasfigurazioni che l’atto artistico può darne, tra mille difficoltà, nella sublime precarietà dell’esistenza che il lavoro d’artista sa incarnare, ma anche di disgusto (Ciprì e Maresco) per la contemporaneità, votata allo svilimento sistematico della ricchezza simbolica del reale a causa di una forma ormai patologica di terrore di fronte alle possibilità della poesia.»

"Jazz Confusion" (2006) di Badolato e Costantino

www.bacoproductions.org








pubblicato da j.costantino nella rubrica cinema il 13 dicembre 2019