La lucina, Canto di D’Arco, Antonio Moresco: uno scrittore visionario

giovedì 5 dicembre 2019, Sala Truffaut Modena, 17:30-20:30



17:30-18:30

Presentazione del libro Canto di D’Arco (SEM, 2019) e di Antonio Moresco: uno scrittore visionario a cura di Davide Luglio e Laurent Lombard (Effigie, 2019).

18:30-20:30

proiezione del film La lucina (2018), regia di Jonny Costantino e Fabio Badolato dal romanzo omonimo di Antonio Moresco.

Pierpaolo Ascari e Andrea Borsari dialogano con lo scrittore Antonio Moresco e con il regista Jonny Costantino.

Sala Truffaut Modena

Palazzo Santa Chiara
Via degli Adelardi 4
41121 Modena

L’ingresso è libero

Scrive Emiliano Brancaccio sulla Lucina di Badolato e Costantino:

«Come in una nube di Magellano, distante da tutto, dalla vita come dalla morte. Eppure è fatto di sensi, questo film. È un composto di foglie, di peli di cane, di pugni chiusi e sofferenti, di bellissime e sagge ciglia di bimbo. È una cornucopia di dialettica, questo piccolo, immenso esercizio d’arte. La lucina di Moresco, che a tratti si fa imponente, e avvolge e racchiude la grande luce del Gatsby di Fitzgerald. La cinematica di corpo e faccia, che in alcuni incredibili istanti rovescia i termini di un pietroso tragico e precipita in un odoroso, morbido solco di opposti significati, richiamando alla memoria lo specchio dissacrante della Commedia di Dio di Monteiro. A dispetto di ogni equivoca apparenza, questo è uno splendido film d’azione: di sommovimento di corpi, di pensieri, di galassie. Valentina Nappi - nostro agente di cambiamento dello spirito del tempo, la Dulcinea del nascente Don Chisciotte di Badolato, Costantino e Moresco - sarà in mani piene di grazia, di rivoluzionaria creatività.»








pubblicato da j.costantino nella rubrica dal vivo il 3 dicembre 2019