cinema

Io, Jacques Tati

Luca Ferri, il regista di "Caro nonno", dà voce ai pensieri di Jacques Tati, il regista di "Mio zio". Un’anteprima da "10 registi 10 talismani", l’imminente plaquette di "Rifrazioni. Dal cinema all’oltre" (Cineprint 5), con testi di Jonny Costantino e Luca Ferri, immagini di Silvia Argiolas.

pubblicato da j.costantino il 20 settembre 2017


Atomic Blonde

Non delude il film d’azione scelto per la serata blockbuster di Piazza Grande.

pubblicato da t.lorini il 12 agosto 2017


Charleston

Presentata al Concorso Internazionale l’opera prima di Andrei Cretulescu.

pubblicato da t.lorini il 12 agosto 2017


Did You Wonder Who Fired The Gun?

Il film di Travis Wilkerson in lizza per il Pardo al Concorso internazionale.

pubblicato da t.lorini il 11 agosto 2017


Locarno al via

Il più grande dei piccoli festival compie 70 anni.

pubblicato da t.lorini il 31 luglio 2017


Una lucina nel vuoto e nel silenzio

La poetessa Maria Grazia Calandrone parla de "La lucina", il romanzo di Antonio Moresco e l’adattamento cinematografico di Fabio Badolato e Jonny Costantino, in seguito alla visione privata del lungometraggio in corso di ultimazione.

pubblicato da j.costantino il 23 febbraio 2017


Horror?

Mi disturba sentire definire Shining di Kubrick un horror.

pubblicato da c.benedetti il 8 febbraio 2017


Il know-how di Quentin

«Si potrebbe quasi dire che nel suo cinema Tarantino sovverta una delle regole fondamentali della tecnica di “focalizzazione esterna” o del cosiddetto “realismo”: “Non dirlo, fallo accadere”. Tarantino, per la messa a punto della tecnica del suo personale modo di far cinema, la riformula al contrario: “Dillo, non farlo necessariamente accadere”»

pubblicato da l.cristiano il 22 dicembre 2016


Aprirsi una strada verso l’ignoto

L’intervista video di Kate Lerigoleur ad Antonio Moresco sul film di Fabio Badolato e Jonny Costantino che lo vede autore e attore, apparsa ieri su “Le Monde”.

pubblicato da j.costantino il 3 dicembre 2016


La lucina, il trailer

Il primo trailer di "La lucina", il film di Fabio Badolato e Jonny Costantino (BaCo Productions), tratto dal romanzo omonimo di Antonio Moresco (Mondadori) e interpretato dallo scrittore.

pubblicato da j.costantino il 17 novembre 2016


If you swim, your dick will be hard

Per la prima volta online la folgorazione di Rocco Siffredi per "Fuga di mezzanotte" di Alan Parker.

pubblicato da j.costantino il 1 novembre 2016


Elizabeth Taylor e i coglioni

Nel suo ultimo libro, pieno di malinconia e di estro, Jean-Paul Manganaro entra nell’avatar di Liz Taylor.

pubblicato da a.moresco il 31 ottobre 2016


La notte di Roger Corman

Locarno 2016 omaggia il grande artigiano del cinema USA con la riproposta del suo primo (e unico)... flop!

pubblicato da t.lorini il 8 agosto 2016


Sbundo

Note su Sbundo, il film di Badolato e Costantino in lavorazione.

pubblicato da j.costantino il 9 giugno 2016


John & Gena. Su Cassavetes

Due estratti in anteprima dalla plaquette su John Cassavetes in uscita a maggio con Rifrazioni/Prova d’Artista. Testi di Maria Grazia Calandrone e Jonny Costantino. Immagini di Sofia Rondelli.

pubblicato da j.costantino il 25 aprile 2016


Il firmamento

Il firmamento, il film di Fabio Badolato e Jonny Costantino tratto dall’omonimo testo teatrale di Antonio Moresco, è finalmente in streaming su "Cineforum Screen".

pubblicato da j.costantino il 13 aprile 2016


Pasolini, Cefis e la macchinazione

Quale storia ci racconta l’interessantissimo film di David Grieco sull’omicidio di Pasolini? Un film assolutamente da vedere.

pubblicato da c.benedetti il 29 marzo 2016


La lucina: un roman, un film. Antonio Moresco: un auteur, un acteur

Lampi dal set dell’adattamento cinematografico della Lucina di Antonio Moresco

pubblicato da j.costantino il 24 gennaio 2016


La lucina, il film

La lucina di Antonio Moresco diventa un film BaCo Productions

pubblicato da j.costantino il 7 novembre 2015


La Vanité

Tra commedia ed apologo, il nuovo film di Lionel Baier racconta questa cosa che chiamiamo vita.

pubblicato da t.lorini il 18 agosto 2015


Retrospettiva Sam Peckinpah
pubblicato da t.lorini il 8 agosto 2015


Lo Stato contro Fritz Bauer

In Piazza Grande la storia del procuratore che rintracciò Adolf Eichmann

pubblicato da t.lorini il 8 agosto 2015


È cominciato il Festival di Locarno
pubblicato da t.lorini il 7 agosto 2015


Tre anni dentro un Ser.T

La malattia del desiderio è l’opera prima di Claudia Brignone: giovane regista napoletana che ha realizzato una bel documentario su un tema complesso: "cura" del desiderio o desiderio di curarsi?

pubblicato da s.gaudino il 17 giugno 2015


Cos’hanno in comune Rodolfo Sonego e Orson Welles?

Un’accoppiata formidabile nell’adelphiana "Collana dei casi".

pubblicato da t.lorini il 16 giugno 2015


Numero Zero: la prima scena rap italiana è un film

Presentato come evento speciale al Biografilm Festival di Bologna, che proprio ieri ha chiuso la sua 11°edizione, Numero zero: alle radici del rap italiano raccoglie una lunga carrellata di interviste ai protagonisti della prima scena hip-hop. Silvio Bernelli l’ha visto in anteprima.

pubblicato da s.gaudino il 15 giugno 2015


Come dovrebbe finire Mad Men a una puntata dalla conclusione

Il signor Draper, invece, è la nemesi del personaggio a cui tanto ha lavorato. Troppo goffo, cicciotto in quel modo in cui potevano essere gli uomini di una certa importanza ai tempi di Roosevelt. Se avesse scritto un romanzo ambientato negli anni quaranta nessuno avrebbe avuto da ridire sulla pancia strabordante e le guanciotte rosse da uomo buono. Però, il suo cognome.

pubblicato da m.cerino il 18 maggio 2015


ULTRACINEMA

Cos’è l’ultracinema?

pubblicato da j.costantino il 13 marzo 2015


La vita nuova

A proposito del film “IDA” di Paweł Pawlikowski

pubblicato da s.nelli il 17 maggio 2014


Il segreto in tour

Comincia un breve tour di proiezioni nel nord Italia per “Il segreto”, il film di cyop&kaf sui Quartieri Spagnoli di Napoli. Stasera alle 22 si parte da Milano: Cinema Mexico, via Savona.

pubblicato da s.gaudino il 28 aprile 2014


Il tempo non passa sempre allo stesso modo

Perché ho amato Llewyn Davis

pubblicato da t.lorini il 2 marzo 2014


Ce pensa Roma

Una recensione di La grande bellezza scritta dieci anni prima dell’uscita del film. E una nota di oggi.

pubblicato da t.scarpa il 13 gennaio 2014


Mai così languida

Napoli così, prima non s’era mai vista. Dipinta a tinte fosche, languida, bagnata, sfinita. Sul punto di sparire. Disciolta in mille rivoli. Nel film di Alessandro Rak L’arte della felicità.

pubblicato da s.gaudino il 26 novembre 2013


Renzo e Luciana

Quando Monicelli incontrò Alessandro Manzoni nella Milano del Boom.

pubblicato da s.baratto il 21 ottobre 2013


Come parlare delle donne ma non solo alle donne?

Risponde, lacerando il borbottio di un estenuante chiacchiericcio parlamentare e salottiero sulla questione femminile, la visione di Via Castellana Bandiera di Emma Dante.

pubblicato da t.scarpa il 18 ottobre 2013


Alla cieca, Houston

Su «Gravity» di Alfonso Cuarón

pubblicato da t.lorini il 8 ottobre 2013


Il sognatore che costruiva aerei da guerra

Un guerrafondaio inconsapevole è il protagonista dell’ultimo film di Hayao Miyazaki.

pubblicato da t.scarpa il 11 settembre 2013


Si è chiuso il 66° Festival del cinema di Locarno

Un bilancio e uno strascico (paradossale ma non troppo)

pubblicato da t.lorini il 21 agosto 2013


Death Row II

Werner Herzog presenta a Locarno altri quattro documentari/intervista dal braccio della morte.

pubblicato da t.lorini il 16 agosto 2013


Sangue

In concorso a Locarno il lungometraggio di Pippo Delbono.

pubblicato da t.lorini il 16 agosto 2013


Short Term 12

Applausi a Locarno per il film di Destin Cretton.

pubblicato da t.lorini il 12 agosto 2013


La variabile umana

Delude il film di Bruno Oliviero.

pubblicato da t.lorini il 11 agosto 2013


2 Guns

Debutta con un ottimo action-movie il Festival targato Chatrian.

pubblicato da t.lorini il 9 agosto 2013


Io non voglio vivere senza sogni

Werner Herzog al Festival di Locarno.

pubblicato da t.lorini il 3 agosto 2013


Pezzi d’amore nel cosmo

Visioni del firmamento dalla pièce di Antonio Moresco allo short-film di Fabio Badolato e Jonny Costantino.

pubblicato da s.baratto il 25 giugno 2013


La gran bellezza dell’amnesia
pubblicato da t.lorini il 29 maggio 2013


Ricominciare a immaginare

Hitchcock, Psycho e quello che succede quando una mente incontra una frase.

pubblicato da t.scarpa il 18 aprile 2013


“Ho visto che era un cerchio e l’ho spezzato”

Cosa fanno gli uomini quando si trovano in una situazione bloccata, senza poter cambiare niente in un futuro che è già scritto? Looper, il thriller fantascientifico di Rian Johnson, immagina un futuro uguale al nostro presente e un tempo che gira dentro a un loop... fino a che qualcuno non lo spezza.

pubblicato da c.benedetti il 27 marzo 2013


Il corpo tragico della storia. Pasolini e Debord #2

“La rabbia” di Pasolini ricrea la forma della tragedia con i mezzi specifici del cinema. Seconda parte: il coro e il mythos

pubblicato da c.benedetti il 30 gennaio 2013


Notarella troppo a caldo

Ancora su Django…

pubblicato da c.benedetti il 28 gennaio 2013


Il corpo tragico della storia. Pasolini e Debord #1

Come nelle antiche tragedie, le immagini di repertorio che Pasolini ha montato nel film La rabbia (1962), tratte dai cinegiornali del tempo, portano in scena i conflitti, le vittorie gioiose e i lutti della storia recente dell’umanità, colte in una prospettiva ampia, planetaria e universale.

pubblicato da c.benedetti il 28 gennaio 2013


Django unchained

Il film di Quentin Tarantino. Greek mandingo e classici euroamericani. Il link al sito Europa. Fregatura interculturale. La Venere più autentica. Schiavismo europeo.

pubblicato da t.scarpa il 21 gennaio 2013


Stanley Kubrick e me

Il numero di biografie e saggi critici dedicati all’autore di Full Metal Jacket e Barry Lindon è astronomico ma, pur portando Kubrick sin nel titolo, questo splendido libro non rientra in nessuna delle due categorie.

pubblicato da t.lorini il 5 dicembre 2012


Il firmamento

30°Torino Film Festival: IL FIRMAMENTO, primo film da una pièce di ANTONIO MORESCO

IL FIRMAMENTO Fabio Badolato Jonny Costantino dalla pièce omonima di ANTONIO MORESCO

pubblicato da a.moresco il 27 novembre 2012


Il buco nero

Su Reality di Matteo Garrone. Presentato a Cannes, dove ha bissato il Gran Prix della giuria già conquistato con Gomorra (2008), il nuovo film di Matteo Garrone si apre con una inquadratura aerea. La cinepresa scivola sulla proliferazione selvaggia dell’immenso agglomerato urbano di una città del sud – verosimilmente Napoli – per poi scendere a inquadrare una carrozza trainata da cavalli bianchi.

pubblicato da t.lorini il 1 ottobre 2012


Virgin Tales

Dal Festival di Locarno, il viaggio di Mirjam von Arx tra le falangi del nuovo integralismo cristiano.

pubblicato da t.lorini il 23 agosto 2012


Starlet

13 buone ragioni per vedere il film di Sean Baker

pubblicato da t.lorini il 7 agosto 2012


Image Problem

Il bizzarro semi-documentario svizzero di Baumann e Pfiffner manca il proprio bersaglio

pubblicato da t.lorini il 6 agosto 2012


Berberian Sound Studio

Peter Strickland rivisita l’epoca d’oro del Cinema Bis italiano

pubblicato da t.lorini il 6 agosto 2012


Padroni di casa

L’unico film italiano selezionato per il concorso internazionale alla 65a edizione del Festival di Locarno porta la firma di Edoardo Gabbriellini alla regia e quella di Luca Guadagnino come produttore.

pubblicato da t.lorini il 5 agosto 2012


Tutte le cose malvagie

«Santa famiglia, sacrario di buoni cittadini, dove i bambini sono torturati finché non dicono la prima bugia, dove la volontà è spezzata dalla repressione, la libertà è assassinata dall’egoismo»

pubblicato da t.lorini il 17 giugno 2012


Vinylmania

Il fruscio della puntina sul disco. L’effetto optical del vinile che ruota sul piatto. Il sentore di petrolio e cartone che scaturisce dalla copertina di un 33 giri. E poi la musica, i bassi che pompano, la pienezza di un rullante registrato in analogico, la turbolenza elettrica di una chitarra distorta. Ecco il documentario Vinylmania, quando la vita corre a 33 giri scritto, diretto e narrato in prima persona dal dj e filmaker torinese Paolo Campana.

pubblicato da t.scarpa il 16 maggio 2012


Sorpresa e suspense

Ha vinto Hitchcock. Alle opere non chiediamo più sorprese ma suspense. Non per una scelta estetica, ma per un tacito patto fra marketing e pubblico

pubblicato da t.scarpa il 5 dicembre 2011


Midnight in Paris

Raramente Woody Allen era partito così in svantaggio.
Non stiamo parlando della sfiducia standard dei fan delusi da troppo tempo e da troppi film malriusciti, di quelli ormai fatalisti che scandiscono il mantra: «Perché deve dirigerne così tanti? Uno ogni due-tre anni sarebbe perfetto. A questo ritmo è inevitabile che gli vengano male»

pubblicato da t.lorini il 4 dicembre 2011


Il mondo di Melancholia

Non può che essere così

Melancholia mi è parso il film più sincero di Lars von Trier, quello in cui ha detto ciò che voleva dire nel modo più diretto

pubblicato da s.baratto il 16 novembre 2011


Le début de la fin

Altri appunti su Melancholia

pubblicato da m.cerino il 12 novembre 2011


Poche note, e in forma di appunti, su Melancholia di Lars von Trier

L’inizio, tra Wagner e Ophelia, è il tentativo di costruire una foresta di simboli; è anche, allo stesso tempo, con quei suoi fondali finti, i movimenti rallentati e le immagini esageratamente cariche e posticce, un modo per dire allo spettatore: «Ehi, stai attento, qui siamo sul piano simbolico, per favore coglilo».

pubblicato da a.tarabbia il 10 novembre 2011


Et si on vivait tous ensemble?

Il film che ha chiuso il 64° Festival di Locarno.

pubblicato da t.lorini il 15 agosto 2011


Red State

Il nuovo, sorprendente film di Kevin Smith.

pubblicato da t.lorini il 13 agosto 2011


The Substance

In un documentario la storia di una scoperta casuale che ha generato un’intera (contro)cultura.

pubblicato da t.lorini il 11 agosto 2011


Lettera a Elizabeth Taylor

Liz Taylor è morta. Ripubblico qui la lettera che le ho scritto qualche anno fa.

pubblicato da a.moresco il 23 marzo 2011


Porco Rosso, avrai il mio scalpo!

Ode al partito d’animazione.

pubblicato da m.rossari il 20 febbraio 2011


Gorbaciof

«Con quella bocca può dire ciò che vuole». Il vecchio slogan di Carosello dev’essere tornato alla mente di Stefano Incerti mentre ritagliava a misura del talento di Toni Servillo, il soggetto di Gorbaciof, presentato fuori concorso a Venezia 2010.

pubblicato da t.lorini il 25 ottobre 2010


Marinaio.

Tutto è sogno in Inception di Christopher Nolan, anche ciò che viene chiamato realtà. Costruito secondo il modello (desueto) delle scatole cinesi, il film non dice mai troppo chiaramente di essere esso stesso una scatola più grande, un grande sogno sognato dal protagonista, in cui tutto viene imprigionato e la vita viene vissuta nella sua interezza (come accadeva al Marinaio di Pessoa).

pubblicato da a.tarabbia il 15 ottobre 2010


Videocracy

Proprio mentre nel Duomo di Milano e sul suo vasto sagrato si stipavano le circa 10.000 persone convenute per assistere alle solenni esequie di Stato di Mike Bongiorno, io mi trovavo a un paio di chilometri di distanza, in fila alla cassa di un cinema che proiettava un film proibito.

pubblicato da t.lorini il 16 settembre 2009


Gran Torino

Ho visto recentemente due film (uno decisamente antiquato, e l’altro non più una primizia, per i frequentatori di prime visioni) che narrano con grande forza vicende impregnate di eticità. Si tratta di A history of violence (2005) di David Cronenberg e di Gran Torino (2009) di Clint Eastwood.

pubblicato da s.nelli il 8 luglio 2009


Pippi Calzelunghe è tornata dall’inferno. Lasciami entrare, il film.

Forse è il film meno patinato mai prodotto. Anche gli italiani sanno essere crudelmente non patinati (oppure non lo sanno fare?), e girano storie tremende, come Un giorno perfetto, o Il papà di Giovanna. Invece i maestri della patina sono, da sempre gli americani.

pubblicato da g.fuschini il 20 gennaio 2009


Gomorra reloaded

L’assunto da cui parto è che c’è bisogno di Gomorra, non solo in Italia, non solo in libreria.

pubblicato da a.tarabbia il 19 maggio 2008


Lettera a Elizabeth Taylor

Cara Elizabeth Taylor,

mi è preso improvvisamente il desiderio di scrivere a te, adesso, a molti anni di distanza da quando ti sognavo vedendoti sullo schermo nel buio di una sala, la mia piccola testa insieme a tante altre piccole teste nel buio di fronte alla tua testa espansa evocata da un raggio di luce saturo di pulviscolo e fumo.

pubblicato da a.moresco il 8 aprile 2008


Babel

Luce scabra, azoto impolverato. La macchina da presa è abbagliata controluce, la luce stana gli spigoli interni della camera ottica, i suoi punti sensibili sono raggiunti diagonalmente dai raggi del sole.

pubblicato da t.scarpa il 30 ottobre 2006


Cinema italiano grado zero

Mi auspico, ed il gruppo Ring con me, che voi possiate aderire e sottoscrivere questo documento. Vorrei che fossero "quattrocento" quelli che sottoscriveranno e che interverrano al dibattito assieme con i 35 iniziali ideatori alla casa del Cinema il 15 marzo.

pubblicato da c.benedetti il 10 marzo 2006


La donna di luce e la ragazza di carne

La prima volta che ho fatto l’amore con Marilyn avevo diciotto anni. Era domenica pomeriggio, io e la mia ragazza avevamo deciso di entrare in un cinema d’essai.

pubblicato da t.scarpa il 17 febbraio 2006


I nuovi stragisti

Tre milioni di spettatori per Natale a Miami, l’ultimo film di Massimo Boldi e Christian De Sica che ha comportato il sacrificio di sette vite umane.

pubblicato da t.scarpa il 28 gennaio 2006