libri

L’informatica rivelata

Come fa Google a trovare l’informazione che mi serve? Come fa il GPS a indicarmi il tragitto più breve per arrivare a destinazione? E come fa Netflix a suggerirmi il prossimo film da vedere, proprio quello che mi interessa?

pubblicato da c.benedetti il 12 novembre 2017


Il narratore di verità

«No, non passarmi nessuno».
«E perché? Sei incasinato?». Dalla griglia della cornetta filtrò una voce femminile che cinguettava di depressurizzazioni e sentieri luminosi.
«Ah, sei in partenza. Ti richiamo dopo?»
Lucio occhieggiò la coreografia di gesti coordinati delle hostess che parevano nuotatrici sincronizzate.

pubblicato da m.cerino il 7 novembre 2017


Ma che razza di libro è “Black Jack”? E chi lo ha scritto veramente?

Un giallo? Una distopia? Un romanzo a chiave? Una storia comica? Un’opera filosofica? Risponde il poeta e scienziato Guido Cupani, che ha letto il nuovo libro di Peter Water ed è rimasto senza parole.

pubblicato da t.scarpa il 31 ottobre 2017


Fiabe da Antonio Moresco

«Le fiabe sono estremiste. Le fiabe sono elettive. Le fiabe sono profetiche. Le fiabe sono emblematiche. Le fiabe sono sapienziali. Le fiabe sono elementari e violente». In anteprima la prefazione del nuovo libro di Antonio Moresco con i disegni di Nicola Samorì, edito da SEM e in uscita nei prossimi giorni.

pubblicato da j.costantino il 23 ottobre 2017


“Genova Macaia. Un viaggio da Ponente a Levante” di Simone Pieranni

Editori Laterza 2017

pubblicato da l.cristiano il 20 ottobre 2017


Metapsicologia rosa

Esce postumo Metapsicologia rosa, il libro di Alessandra Saugo.

pubblicato da a.moresco il 19 ottobre 2017


Noi mosche vere

Tre frammenti di un articolo di Charles Simic, "Elegia in una ragnatela", apparso per la prima volta nel 1993 e adesso pubblicato in italiano, e in versione estesa, nella raccolta La vita delle immagini (Adelphi, 2017). Bambino a Belgrado e adolescente a Chicago, iugoslavo naturalizzato statunitense, ferreo antinazionalista e lirico fino al midollo, a 79 anni suonati Charles Simic resta un prodigioso mangiatore di salsicce – forse il maggiore cantore di salsicce di tutti i tempi – e uno scrittore di enorme statura poetica.

pubblicato da j.costantino il 15 ottobre 2017


Pensare per rischiarare ferite profonde

Lamantica Edizioni continua a sfornare perle e pubblica per la prima volta in un unico volume due importanti testi di Aldo Giorgio Gargani, La frase infinita. Thomas Bernhard e la cultura austriaca (1990) e Il pensiero raccontato. Su Ingeborg Bachmann (1995), puntualmente e sentitamente introdotti da Marco G. Ciaurro. Il titolo del libro è L’arte di esistere contro i fatti. Thomas Bernhard, Ingeborg Bachmann e la cultura austriaca e uscirà nelle librerie del circuito Lamantica il 28 ottobre.

pubblicato da j.costantino il 10 ottobre 2017


Pacific Palisades

Da oggi è in libreria Pacific Palisades.
La mia prima impressione è di commozione e di giubilo. (A.M.)

pubblicato da a.moresco il 3 ottobre 2017


A capofitto nell’Infinite Jest di David Foster Wallace

Si tira un lungo respiro e poi, con curiosità e incoscienza, ci si tuffa nel poderoso romanzo del 1996 che ha dato la fama a David Foster Wallace.

pubblicato da s.gaudino il 28 settembre 2017


Il fronteggiatore

Esce oggi Il fronteggiatore. Balzac e l’insurrezione del romanzo di Antonio Moresco e Susi Pietri (Bompiani).
Pubblichiamo qui la prefazione.

pubblicato da a.moresco il 13 settembre 2017


Valerio Evangelisti risorge

La nuova avventura attraverso il tempo e lo spazio dell’inquisitore Eymerich.

pubblicato da a.moresco il 11 settembre 2017


Letture a perdifiato. Consigli per piccoli lettori

Leggere leggere leggere dicono le maestre a tutti i bimbi che terminano la scuola e stanno andando in vacanza. Leggere sì, ma cosa? Tutto quello che volete rispondo io quando sono la loro maestra.

pubblicato da s.gaudino il 28 giugno 2017


“Brucia la cenere” a Pavia

Dalla postfazione di Carlotta Vacchelli: [...] piedi di calciatori famosi e dimenticati che replicano goal su Youtube, fugaci tu femminili con occhi pieni di rimprovero immortalati da scatti incartapecoriti, tenzoni di cavalieri di pezza su palcoscenici in bianco e nero, arene deserte dopo lo spettacolo, mitologie fruste e sovrani detronizzati che ripetono i propri gesti fatali, senza più nulla da insegnare. Di qui, forse, il grande pregio di questa silloge, opera matura e conscia: la fulminea levità dei suoi versi, pur nella brutale verità che raccontano, la profondità dei suoi significati dietro la sintassi emotiva e colloquiale, la constatazione onesta e antiretorica più della querela.

pubblicato da l.cristiano il 27 maggio 2017


Appunti su “Bruciare tutto”

Una breve analisi sul funzionamento narrativo di Bruciare tutto, ultimo romanzo di Walter Siti

pubblicato da e.macioci il 2 maggio 2017


Il fantasma dell’elettricità

Perché Bob Dylan non è andato a ritirare il Nobel? Perché le canzoni migliori spariscono dai suoi dischi? Chi è il misterioso comandante in capo con cui Dylan ha fatto un baratto? E com’è che la gente, quando parla di lui, va fuori di testa?

La risposta è nell’ultimo libro di Marco Rossari.

pubblicato da t.lorini il 20 aprile 2017


Tracce

Tratto dalla raccolta di racconti “Qualcuno ha lasciato la luna nel bagno accesa soltanto a metà”, libro d’esordio di Fabio Morpurgo edito da Transeuropa. Fabio Morpurgo ha trent’anni, è laureato in ingegneria dei materiali ed è originario di Treviso, dove vive e lavora.

pubblicato da l.cristiano il 12 aprile 2017


Su “Acqua viva”, di Clarice Lispector

Alcune considerazioni su Acqua viva di Clarice Lispector, e sulle sue somiglianze e differenze con Una stagione all’inferno di Arthur Rimbaud

pubblicato da e.macioci il 11 aprile 2017


Brucia la cenere

È uscito per Prospero Editore "Brucia la cenere", la prima raccolta di poesie di Luca Cristiano, con una prefazione di Marie Fabre e una postfazione di Carlotta Vacchelli. Di seguito la prefazione, la poesia che apre il testo e quella che dà il titolo al libro.

pubblicato da l.cristiano il 10 aprile 2017


Caterina, Roma e la sublime catastrofe degli affetti

Su Cleopatra va in prigione di Claudia Durastanti.

pubblicato da s.baratto il 7 aprile 2017


Il tuo nome è una promessa

Cantano alla stessa ora ovunque, i galli? Esther, sua madre, racconta spesso dei galli, galli affannati che con tanta brama annunciano il giorno nascente. Tutti nel sentire il nome di questo paese pensano subito alle aquile, invece lei per tutta l’infanzia l’aveva immaginato pieno di galli tremanti nel battere le ali. Il loro canto per lei non era altro che una disperata elegia al volo mancato.

pubblicato da m.cerino il 5 aprile 2017


Dove niente è immutabile

L’editore Logos pubblica "Ghirlanda" di Lorenzo Mattotti e Jerry Kramsky e annuncia la ristampa di una perla rara da far leccare i baffi ai lettori di Mattotti e non solo.

pubblicato da j.costantino il 29 marzo 2017


Mia figlia, don Chisciotte

Un libro originale, sorprendente, profondo e dolce su Don Chisciotte.

pubblicato da a.moresco il 13 marzo 2017


La parola notturna

Stefano Agosti ha pubblicato per il Saggiatore un breve, densissimo libro dal titolo Rimbaud. Le vocali, la parola notturna. In esso Agosti analizza due enigmatiche poesie del francese, Voyelles e Est-elle almée? Giuseppe Martella qui dialoga poeticamente sia con Agosti che con Rimbaud.

pubblicato da e.macioci il 15 febbraio 2017


Il gaucho insopportabile

Torna in una nuova traduzione l’ultimo libro di Bolaño, che contiene cinque racconti e due conferenze. In una, lo scrittore cileno diceva due cose: la prima era che stava per morire. La seconda era che “scopare è l’unica cosa che vogliono quelli che stanno per morire”.

pubblicato da t.scarpa il 13 febbraio 2017


Esercizi di meraviglia

La zecca e la rosa, l’ultimo libro di Maurizio Maggiani. L’abete natalizio, l’acanto, il biancospino, il calicanto, il germano reale, l’iris, la lavanda, i topi, la simpatia creaturale: «una giustizia resa alla bellezza e al mistero, e però anche alla miseria di chi ci ha preceduto».

pubblicato da t.scarpa il 31 gennaio 2017


Gli evangelisti del bene-ssere

Un brano tratto dal romanzo Pedigree del puttaniere (Eros Cultura).

pubblicato da a.moresco il 22 gennaio 2017


Il secondo romanzo di Hanya Yanagihara

Gli occhi puntati sul presente, la cadenza distesa e ipnotica dei romanzi del passato.

pubblicato da c.benedetti il 16 gennaio 2017


John Berger è diventato immortale

Un omaggio e qualche estratto del grande scrittore inglese scomparso ieri.

pubblicato da j.costantino il 3 gennaio 2017


L’unicità di Pinocchio

Alcune considerazioni sull’immaginario potente e misterioso di Pinocchio, e sulla peculiarità dell’opera di Collodi

pubblicato da e.macioci il 13 dicembre 2016


“Petrolio” di Pasolini è stato pubblicato incompleto

In tutte le edizioni di Petrolio mancano i tre discorsi di Eugenio Cefis che Pasolini intendeva inserire al centro del romanzo. La volontà dell’autore non è stata rispettata. Perché?

pubblicato da c.benedetti il 11 dicembre 2016


Scrivere è cacciare la testa nel buio

Omaggio a Roberto Bolaño e a chiunque sta marcendo in una stanzetta rosicchiato dai propri fantasmi e col cuore che gli batte all’impazzata.

pubblicato da j.costantino il 25 novembre 2016


Il grande regno dell’emergenza

Alcune note sulla raccolta di racconti di Alessandro Raveggi.

pubblicato da r.gerace il 3 novembre 2016


Elio Vittorini e il realismo

Per raccogliere il testimone lasciato cadere da Antonio con il suo articolo sul giovane Moravia e continuare a riflettere sul senso del realismo.

pubblicato da m.fabre il 2 novembre 2016


Prima di perderti

Una storia d’amore e di umiliazione tra padre e figlio nel nuovo romanzo di Tommaso Giagni.

pubblicato da m.cerino il 24 ottobre 2016


Il tempo è uno scandalo

Quest’ultima lettura di It di Stephen King vuole essere un congedo alla compagnia virtuale di #dentroalnero e un ringraziamento per chi a Novate ha voluto incontrarci di persona.

pubblicato da l.cristiano il 20 ottobre 2016


Dopo l’alluvione

Dentro al nero #9

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 19 ottobre 2016


Nella capitale del desiderio

Una lettura di Parigi è un desiderio (Ponte alle Grazie, 2016) di Andrea Inglese.

pubblicato da s.nelli il 18 ottobre 2016


Murder Ballad

Dentro al nero #8

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 18 ottobre 2016


Le tecniche dell’intreccio in “It”

Dentro al nero #7

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 17 ottobre 2016


Niente bugie: i mostri esistono!

Dentro al nero #6

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 16 ottobre 2016


Una folle, gigantesca sovraesposizione – Diventare adulti tra “Il corpo” e “It”

Dentro al nero #5

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 15 ottobre 2016


Fede e magia in “It”

Dentro al nero #4

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 14 ottobre 2016


Be a loser: il mondo di King è degli sfigati

Dentro al nero #3

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 13 ottobre 2016


It, una fenomenologia del Male

Dentro al nero #2

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 12 ottobre 2016


Marco Candida, “Metodi da Re”

Dentro al nero #1

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 11 ottobre 2016


Caro Henry, caro Blaise

Tre brani da "Vivre est un art magiche", introduzione a "Se scopro un bel libro devo condividerlo con il mondo intero. Estratti del carteggio 1934-1959", il carteggio tra Henry Miller e Blaise Cendrars, per la prima volta in italiano, nella traduzione di Federica Cremaschi, edito da Lamantica in 120 esemplari numerati.

pubblicato da j.costantino il 10 ottobre 2016


Dentro al nero

"Sei già stato qui", sembra dirci Enrico Macioci nelle righe che seguono. Dovete sapere che lui è Bill, ma è anche Mike. E vi sta ricordando una vecchia promessa che forse avete dimenticato.

Il prossimo 21 ottobre alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale Coop di Novate Milanese, Via Repubblica 15, Luca Cristiano, Enrico Macioci, Deborah Donato, Francesca Schipa, Demetrio Paolin, Dario Rossi, Marco Candida e Nicola Manuppelli s’incontreranno per discutere e dialogare su It, a 30 anni dalla sua uscita. Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità Prospero editore. Nel frattempo Il Primoamore pubblicherà le nostre riflessioni sul romanzo di Stephen King, che usciranno una al giorno a partire dall’11 ottobre prossimo. Buona lettura e, per chi potrà e vorrà essere presente a Novate, buon ascolto.

pubblicato da l.cristiano il 7 ottobre 2016


Uno splendido ottantaseienne

Il compleanno di Mentre morivo.

pubblicato da t.lorini il 6 ottobre 2016


Il giovane Moravia e il realismo

Ciò che pensava il giovane Moravia quando era all’inizio e aveva ancora la scontentezza, la lucidità e l’intransigenza della giovinezza.

pubblicato da a.moresco il 6 ottobre 2016


Dialisi criminale

Simone Pieranni, Settantadue. #Dialisi criminale, Edizioni Alegre, 2016. «Sollevatelo, compagni, e mostratemi simpatia piena per quanto avviene, riconoscete l’indifferenza piena degli dei per questi eventi, l’indifferenza degli dei che lo hanno generato, si chiamano padri, e lo guardano patire così.» (Sofocle).

pubblicato da l.cristiano il 25 settembre 2016


La chimica della bellezza

Il nuovo romanzo di Piersandro Pallavicini.

pubblicato da t.lorini il 23 settembre 2016


Un bene al mondo

«C’era un bambino che aveva un dolore da cui non voleva mai separarsi. Se lo portava dappertutto, ci attraversava il paese per andare a scuola tutte le mattine». Le prime pagine del nuovo romanzo di Andrea Bajani.

pubblicato da t.scarpa il 16 settembre 2016


Le cento vite di Nemesio

È in libreria il nuovo romanzo di Marco Rossari.

pubblicato da t.lorini il 14 settembre 2016


Il cacciatore celeste

Questa estate, dopo il cammino da Trieste a Sarajevo, mi è capitato di leggere alcuni libri che mi hanno particolarmente colpito. Di due almeno di questi vorrei parlare diffusamente: Il cacciatore Celeste di Roberto Calasso ed Europe Central di William Vollmann (che tratterò in un scritto successivo).

pubblicato da a.moresco il 13 settembre 2016


Vittime allo stesso modo

Riflessioni dalla lettura di La tamburina, di John Le Carré.

pubblicato da a.amerio il 21 luglio 2016


Lo scrittore marziano

Il pittore e scrittore Flavio de Marco apre un caso letterario sulle pagine di Exibart: "Un libro pubblicato da qualche mese suscita un grosso dibattito sul suo autore e alcuni studiosi sostengono che rappresenti un tentativo di comunicazione tra il nostro pianeta e una civiltà a noi sconosciuta".

pubblicato da j.costantino il 19 luglio 2016


I solitari

In anteprima il prologo de I solitari, il romanzo di Alessandro Fusacchia edito da Cooper e da qualche giorno in libreria.

pubblicato da j.costantino il 10 luglio 2016


Lo sgomento e l’eternità: ritratto dello scrittore da bambino

Oggi è un giorno speciale per la letteratura e non solo. Esce in libreria Atlante con figure di Roberto Michilli. Ricordi personali, e dunque universali, di un’infanzia lontana che non ha smesso di essere presente.

pubblicato da t.scarpa il 24 giugno 2016


Da quali rovine?

In attesa della presentazione di domani, una riflessione sul fulminante esordio di Luciano Funetta.

pubblicato da r.gerace il 4 giugno 2016


“Fervore” di Emanuele Tonon

Come si può definire un libro simile? È un romanzo? No. Non è un romanzo? No. È un libro religioso? No. È un libro irreligioso? No. È un libro laico? No. Ma allora che razza di libro è?

pubblicato da a.moresco il 23 maggio 2016


Distillati di silenzio

Venti frammenti da Oscillazioni di Federico Ferrari.

pubblicato da j.costantino il 20 maggio 2016


Euforia di Lily King e la scomparsa dell’Altrove nelle narrazioni “selvagge”

1933. Papua Nuova Guinea. Lungo il fiume Sepik, nel mezzo di una foresta popolata da tribù che vivono all’età della pietra, si scontrano i destini di tre antropologi: Margaret Maed, il marito Leo Fortune e Gregory Bateson, che tempo dopo sarebbe diventato il secondo marito della donna.

pubblicato da s.gaudino il 8 maggio 2016


Crema di Vetro

Ringrazio Nuova Prosa, che mi ha concesso di pubblicare in rete questo articolo apparso sull’ultimo numero della rivista.

Luca Cristiano

pubblicato da l.cristiano il 21 aprile 2016


Cianuro

Una storia della Steppa.

pubblicato da s.baratto il 17 aprile 2016


Lucine

La lucina è uscita negli Oscar Mondadori e...

pubblicato da a.moresco il 10 aprile 2016


I racconti di Emmanuel Bove

Tradotti per la prima volta i racconti dell’autore di Mes amis.

pubblicato da t.scarpa il 8 aprile 2016


L’utopia malinconica di Daniele Del Giudice

Einaudi raccoglie in un solo volume i Racconti di Daniele Del Giudice. Con un’appendice di testi rari e inediti.

pubblicato da t.scarpa il 5 aprile 2016


Il lutto: crescere o restare piccoli; amare o odiare.

Ancora a proposito di genitori e figli, a partire da L’invenzione della madre di Marco Peano.

pubblicato da r.gerace il 31 marzo 2016


Com’è amara la gloria di Paolin

In libreria da pochi giorni Conforme alla gloria di Demetrio Paolin: sterminio nazista, senso di colpa, predominio doloroso del male sul bene, sfiducia in Dio. Tutto per Paolin si consuma nel corpo, incluso ciò che altri denominerebbero anima o spirito.

pubblicato da s.gaudino il 29 marzo 2016


L’addio

Da oggi è in libreria L’addio (Giunti).
Qui potete leggere il prologo e il primo capitolo.

pubblicato da a.moresco il 16 marzo 2016


La Steppa

È in libreria il mio primo romanzo, La Steppa (Mondadori Strade blu).
Qui potete leggere il prologo.

pubblicato da s.baratto il 10 marzo 2016


Mal di fuoco

Un estratto di Mal di fuoco, da oggi in libreria.

pubblicato da j.costantino il 3 marzo 2016


Ce l’hai fatta, Valerio

È finalmente uscito il terzo volume del Sole dell’avvenire di Valerio Evangelisti.

pubblicato da s.baratto il 3 marzo 2016


Il lampo bianco splende ancora

Ritorna in libreria il romanzo-esperienza di Silvio Bernelli. Un indimenticabile saggio autobiografico, una storia di catastrofe e rigenerazione.

pubblicato da t.scarpa il 29 febbraio 2016


L’implacabile, comico, devastante scandalo della Storia

La ricostruzione di un episodio della Shoah in Lituania intrecciata a frammenti di vita europea: Illska di Eiríkur Örn Norddhal è un grande romanzo politico. Ma anche un romanzo generazionale di oggi.

pubblicato da t.scarpa il 17 febbraio 2016


Come odiare Coniglio e il proprio gatto

Una recensione a Io odio John Updike di Giordano Tedoldi.

pubblicato da m.cerino il 15 febbraio 2016


Lo stile contro l’angoscia. A vent’anni dalla morte di Magnus

Il 5 febbraio 1996, vent’anni fa, moriva Roberto Raviola, in arte Magnus. Per ricordarlo, ecco l’introduzione che scrissi a Racconti erotici e dell’orrore, pubblicato da Rizzoli Lizard.

pubblicato da t.scarpa il 5 febbraio 2016


Mitologia della crisi

Effetto domino di Romolo Bugaro “è una pietra miliare”, e anche se è uscito un anno fa si continua a parlarne.

pubblicato da t.scarpa il 18 gennaio 2016


Gombrowicz e le ore di filosofia

Sono ben due le edizioni disponibili del Corso di filosofia in sei ore e un quarto (SE edizioni, 2011; e anche Rizzoli, 2012) che lo scrittore polacco volle scrivere forse un po’ per il sollievo che il concentrarsi sulle teorie gli procurava dalla malattia ai polmoni, distraendolo anche da una pressante voglia di suicidio.

pubblicato da s.nelli il 3 gennaio 2016


Scacciapensieri. Poesia che colora i giorni neri

L’antologia di poesie-medicina.

pubblicato da r.gerace il 31 dicembre 2015


Accetterà l’eternità di cadere nel tempo, in questo nostro tempo?

Su Tutte le voci di questo aldilà di Andrea Temporelli.

pubblicato da t.scarpa il 15 dicembre 2015


Un elenco di libri per i ragazzi e le ragazze

Da più parti mi arriva questa domanda: "Che libro regalare a un ragazzo? e a una ragazza?... Penso. E mi vengono in mente un sacco di titoli. Che con i ragazzi c’entrano poco o niente ma che secondo me i ragazzi e le ragazze dovrebbero leggere. Ne parlerò giovedì 17 dicembre alle 17 alla Libreria Bardotto via Mazzini 23, a Torino.

pubblicato da s.gaudino il 14 dicembre 2015


Nel tumulto degli anni ’70 con La banda Bellini

Conosco Marco Philopat fin da quando portavamo i pantaloni stracciati. L’anno era il 1982, il luogo il Virus di Milano ed entrambi non avevamo alcuna idea dei libri che avremmo scritto.

pubblicato da s.gaudino il 13 dicembre 2015


Il giardino delle mosche (ancora)

Altre considerazioni sul romanzo di Andrea Tarabbia.

pubblicato da t.lorini il 10 dicembre 2015


Di là dal Muro. Una conversazione con Vanni Santoni

Free party e rivoluzioni interstiziali.

pubblicato da r.gerace il 10 dicembre 2015


Il marmo e il sangue

Appunti estravaganti su "La terra bianca" di Giulio Milani.

pubblicato da r.gerace il 9 dicembre 2015


Viaggiatori nel freddo

Come sopravvivere all’inverno russo con la letteratura. Il nuovo libro del collettivo torinese.

pubblicato da t.scarpa il 7 dicembre 2015


Tutte le voci di Andrea Temporelli

Arriva in libreria un romanzo importante, una storia che sprizza inventiva, divertimento, serietà, disperazione, intelligenza. Un romanzo vero. E, dunque, bellissimo. Oggi andrò in giro con il collo dritto e gli occhi che sorridono, perché sono orgogliosissimo di averne firmato la quarta di copertina.

pubblicato da t.scarpa il 3 dicembre 2015


L’uomo in più. Omaggio a Filippo Tuena

Padri, figli, lettori e vampiri. Considerazioni a partire dai Memoriali sul caso Schumann (Il Saggiatore).

pubblicato da r.gerace il 15 novembre 2015


Mosca di luce

"Mosca di luce" sarà il titolo di un libro, prima o poi. Ogni volta che torno a mettere le mani su questo libro, però, aggiungo qualche mese al tempo che mi ci vorrà per finirlo. Vista la sorprendente omonimia fra il suo personaggio più importante e uno dei membri della redazione del Primoamore, ho deciso di pubblicare qui il primo capitolo.

Luca Cristiano

pubblicato da l.cristiano il 4 novembre 2015


Frocio e basta alla Rassegna della Microeditoria

Prospero Editore rilancia in ebook un testo lucido e coraggioso, uscito nel 2012 nella collana I Fiammiferi di Effigie e firmato da Carla Benedetti e Giovanni Giovannetti. Per chiarirsi le idee, prima che la slavina retorica del quarantennale ci travolga.

pubblicato da l.cristiano il 1 novembre 2015


Il più grande cannibale

Note sull’ultimo romanzo di Andrea Tarabbia, Il giardino delle mosche, Ponte alle Grazie.

pubblicato da r.gerace il 27 ottobre 2015


Venezia è laguna

Milioni di chili fanno sussultare le pietre della città. E non è un romanzo di fantascienza né un film catastrofista, purtroppo.

pubblicato da t.scarpa il 24 ottobre 2015


Arrivare a Milano

Un percorso tra Lambrate e Città Studi.

pubblicato da a.moresco il 23 ottobre 2015


Un chiaro esercizio del desiderio

James Hillman, pochi anni fa, in Figure del mito ha scritto, ha scandito piuttosto, come impossibile la presenza di Euridice qui, sulla superficie della terra, come se la sua assenza fosse necessaria affinché Orfeo sentisse il desiderio della immagine di lei, ne sentisse la mancanza.

pubblicato da s.gaudino il 23 ottobre 2015


Con un tuono di valanga

Il lavoro, l’economia, il potere nel nuovo romanzo di Romolo Bugaro.

pubblicato da t.lorini il 20 settembre 2015


Tutto vero! I “romanzi senza finzione” di Patrick Deville

Da qualche anno Patrick Deville ha avviato un ambizioso ciclo di romanzi basati sulla scrupolosa realtà storica. Nel recente Viva, Malcom Lowry e Trotsky si incontrano in Messico, insieme a Frida Kahlo, Diego Rivera, Tina Modotti, André Breton, Antonin Artaud.

pubblicato da t.scarpa il 4 agosto 2015


Un classico può fare la rivoluzione

Extraterrestre alla pari è un bellissimo libro di Bianca Pitzorno che consiglio ai bambini dai dieci anni in su ma anche alle bambine, ai ragazzini e ai giovani adulti. Lo consiglio agli adulti, alle maestre e ai maestri, agli educatori e alle educatrici. Lo consiglio a tutti i lettori che vogliono capirne un po’ di più in materia di differenza di genere e di pari opportunità.

pubblicato da s.gaudino il 2 luglio 2015


Muro di casse

Un’intervista a Vanni Santoni sul suo Muro di casse (Laterza, 2015), quarto libro della nuova collana Solaris dopo quelli di Giorgio Falco, Guido Mazzoni e Daniele Giglioli.

pubblicato da s.nelli il 27 giugno 2015


L’uomo nell’armadio e altri due racconti che non capisco

Il nuovo libro di Pietro Grossi.

pubblicato da t.lorini il 18 giugno 2015


Predatori che braccano. La scusa? Amore.

Il contrario dell’amore è il nuovo libro di Sabrina Rondinelli. Racconta una storia tra un uomo e una donna ma che con l’amore non ha nulla a che fare: Eva è vittima di un persecutore, di uno stalker, un personaggio che le distruggerà la vita.

pubblicato da s.gaudino il 5 giugno 2015


L’amore secondo De Roberto

In un libro di recente pubblicato.

pubblicato da a.amerio il 3 giugno 2015


Farsi scopino nelle latrine dell’anima

Cinque aforismi di Guido Ceronetti.

pubblicato da j.costantino il 2 giugno 2015


“Il defunto odiava i pettegolezzi”

Ogni tanto, in questo Paese di morti, escono dei libri così.

pubblicato da a.moresco il 1 giugno 2015


La grande guerra

Uno dei migliori libri sulla prima guerra mondiale che ho letto finora nell’anno del centenario è opera di un autore nato a Malta: è lungo sette metri e non c’è dentro nemmeno una parola.

pubblicato da a.amerio il 20 maggio 2015


Appunti sparsi in corso di lettura su “L’invenzione della madre” di Marco Peano #2
pubblicato da m.cerino il 20 maggio 2015


Lo Scuru

Orazio Labbate ha presentato stasera Lo Scuru al Salone del libro di Torino. Ne pubblico qui un estratto. Non è l’incipit ma le prime due pagine del capitolo IX: senza sapere cosa è successo prima e neanche quel che succederà dopo.

pubblicato da s.gaudino il 17 maggio 2015


Appunti sparsi in corso di lettura su “L’invenzione della madre” di Marco Peano #1
pubblicato da m.cerino il 6 maggio 2015


Per la serie “Fiammiferi a Livorno”

Sabato 9 maggio alle 17.30 alla Libreria Belforte di Livorno: letture racconti da Antigone a Scampia. Con Giovanni Balzaretti e Carla Benedetti.

pubblicato da s.gaudino il 6 maggio 2015


Tutto (o quasi) Bolaño in un solo racconto

Fine. Rien ne va plus. Game over. Sono queste le parole che dovrebbero trovarsi nell’ultima pagina di Puttane assassine di Roberto Bolaño, pubblicato da Adelphi nella traduzione di Ilide Carmignani.

pubblicato da s.gaudino il 5 maggio 2015


Difendersi dalle ombre

Cadaveri famosi nascosti in bella vista e nascita di un romanzo dallo spirito della tragedia. Un intervento di Luca Cristiano.

pubblicato da l.cristiano il 28 aprile 2015


Un gelato al pistacchio

L’incipit del romanzo Jo va a nanna.

pubblicato da t.scarpa il 27 aprile 2015


A Philip Roth non piacciono le tette

C’è un tacito accordo che il lettore stipula con lo scrittore quando compra la sua seconda opera, ed è quello per cui il secondo s’impegna a restare come lo vuole il primo.

pubblicato da m.cerino il 23 aprile 2015


OLTREKORINE

Estratti di una plaquette d’artista su Harmony Korine.

pubblicato da j.costantino il 21 aprile 2015


Dylan Skyline

Un’antologia e un’intervista.

pubblicato da t.lorini il 21 aprile 2015


Tamburo

da "Il tamburo di latta", il finale del capitolo Fede Speranza Carità

pubblicato da a.amerio il 13 aprile 2015


L’amicizia, lo spirito e la città

Ho appena finito di leggere L’amica geniale di Elena Ferrante. Ho appena chiuso il primo libro della quadrilogia. Ho appena spento la luce. Sono le tre di notte.

pubblicato da s.gaudino il 18 marzo 2015


Gli increati

In libreria dall’11 marzo.

pubblicato da s.baratto il 9 marzo 2015


Ruggine e ossa

I racconti di Craig Davidson, aspettando il romanzo Cataract City.

pubblicato da s.nelli il 6 marzo 2015


Gli anni al contrario di Nadia Terranova
pubblicato da t.lorini il 2 marzo 2015


Le inquisizioni di Leonardo Sciascia

Un’intervista a Paolo Squillacioti, curatore del recente Meridiano Mondadori dedicato allo scrittore siciliano.

pubblicato da t.lorini il 14 febbraio 2015


Piccola fiaba un po’ da ridere e un po’ da piangere

E’ uscita, presso l’editore Rrose Selavy, Piccola fiaba un po’ da ridere e un po’ da piangere.

pubblicato da a.moresco il 7 febbraio 2015


Lo struggente destino dei romanzi con dedica autografa

"Per i cacciatori di libri usati un romanzo con dedica firmata dall’autore è il Santo Graal. Un libro con una frase vergata proprio dal suo estensore ha più fascino, più valore, di uno che non ce l’ha. Non è più una copia come le altre ma una chicca irripetibile".

pubblicato da s.gaudino il 26 gennaio 2015


Il museo dei pesci morti

Torna in libreria la raccolta di racconti che ha fatto conoscere Charles D’Ambrosio

pubblicato da t.lorini il 11 gennaio 2015


Il Giuda di Amos Oz

Il tradimento nell’ultimo libro dello scrittore israeliano.

pubblicato da s.nelli il 9 gennaio 2015


Di che cosa è fatta la morte?

Sul primo romanzo di Francesca Matteoni, "Tutti gli altri", pubblicato a dicembre da Tunuè.

pubblicato da c.benedetti il 4 gennaio 2015


Un anno di letture

Nella foto alcuni tra i libri più belli e interessanti che ho letto nel 2014. E poi qualche proposta: per leggere, rileggere e divertirsi.

Buone letture

pubblicato da s.gaudino il 2 gennaio 2015


Il sole dell’avvenire

Sul nuovo romanzo di Valerio Evangelisti, il Sole dell’Avvenire: Chi ha del ferro ha del pane (Mondadori Strade Blu).

pubblicato da a.moresco il 18 dicembre 2014


Le Carré, il Nobel mancato al Re dell’ambiguità

La rosa dei candidati al Nobel per la Letteratura quest’anno ha registrato la scomparsa di John Le Carré, tant’è che i bookmakers inglesi pagavano la sua vittoria 51 volte la posta. Si vede che è girato il vento. Negli ultimi tempi lo scrittore era considerato tra i papabili insieme ai soliti sospetti Philip Roth, Don DeLillo, Bob Dylan, Murakami Aruki, Adonis, Ismail Kadaré, Amos Oz, Joyce Carol Oates e Milan Kundera. Il premio alla fine l’ha vinto Patrick Modiano, certamente un autore di valore.

pubblicato da s.gaudino il 15 dicembre 2014


Opera iniqua

«Abbassò lentamente il braccio destro verso terra e fermandolo con sicurezza all’altezza del pube si fece lì il segno della croce...»

pubblicato da a.moresco il 14 dicembre 2014


Cara Virginia, tua Marguerite

Il nuovo romanzo di Tiziano Colombi immagina le lettere scritte da Marguerite Yourcenar dal 1937 al 1942. Tra le corrispondenti c’è anche Virginia Woolf.

pubblicato da t.scarpa il 13 dicembre 2014


Radiografia di un sentimento

Su Morte di un uomo felice di Giorgio Fontana.

pubblicato da s.baratto il 8 novembre 2014


La ferocia

Luci e ombre del nuovo romanzo di Nicola Lagioia.

pubblicato da t.lorini il 28 ottobre 2014


La parabola di un poeta minimalista

Per Elliott Smith, a undici anni dalla scomparsa

pubblicato da t.lorini il 21 ottobre 2014


Libriamoci# 2

Promuovere la cultura siamo d’accordo, ma per favore facciamolo in modo sistematico. E’ il titolo del pezzo apparso prima su Pagina 99 e poi su Minima et Moralia. Sono interessanti anche i commenti. Danno spunti, creano dibattito.

pubblicato da s.gaudino il 17 ottobre 2014


L’orizzonte “minaccioso” di Patrick Modiano

La recensione a un romanzo del nuovo premio Nobel, uscita sul Primo amore due anni fa.

pubblicato da t.scarpa il 10 ottobre 2014


Il collare rosso di Jean-Christophe Rufin

Proposto da e/o un romanzo che ha conquistato i francesi.

pubblicato da s.nelli il 27 settembre 2014


In interiore homine

Alla scoperta dell’anatomia umana.

pubblicato da t.lorini il 8 settembre 2014


21 preghierine per una nuova vita

Con le Illustrazioni di Giuliano Della Casa. Edizione cartacea in tiratura limitata e autografata. In ebook con una videolettura dall’autore. Prossimamente, per le edizioni nottetempo.

pubblicato da a.amerio il 4 settembre 2014


Lavoro e calcetto

L’esordio nel romanzo di Lorenzo Mercatanti.

pubblicato da s.nelli il 1 settembre 2014


Nel cuore dell’uomo con Stefánsson

Con Il cuore dell’uomo Jón Kalman Stefánsson chiude la trilogia inaugurata con Paradiso e Inferno proseguita con La tristezza degli angeli (ne avevamo parlato proprio qui).

pubblicato da s.gaudino il 9 luglio 2014


Fra il silenzio e la parola

Eugenio Borgna ha scritto un piccolo libro appena pubblicato dalla Einaudi nella collana ‘Vele’ e intitolato La fragilità che è in noi.

pubblicato da s.gaudino il 11 giugno 2014


Sangue sul confine

Due romanzi ambientati tra Texas e Messico

pubblicato da t.lorini il 4 giugno 2014


Il gas di Fritz Haber

Un romanzo storico sullo scienziato inventore dei fertilizzanti chimici e dello Zyklon B, il gas usato per sterminare i deportati nei lager nazisti.

pubblicato da t.scarpa il 28 maggio 2014


I randagi

Dal 27 maggio in libreria.

pubblicato da a.moresco il 25 maggio 2014


Tre libri singolari e tre coraggiosi editori

Cristò, Dezio, Garigliano.

pubblicato da a.moresco il 13 maggio 2014


Cartoline dal carcere

Alcune settimane fa mi è capitato di presentare Fiaba d’amore nel carcere di Bergamo, di fronte a un gruppo di detenuti. Alla fine di questo intenso incontro Adriana Lorenzi mi ha regalato un piccolo ma prezioso libro (intitolato Cartoline dal carcere, edito da Edizioni Gruppo Aeper e curato da Adriana Lorenzi stessa e da Catia Ortolani) dove sono raccolte in forma poetica alcune spiazzanti autoconfessioni dei carcerati. Ne trascrivo qui alcune.
(A. M.)

pubblicato da a.moresco il 7 maggio 2014


Binomio fantastico

Un piccolo e intenso libro di Anna Ruchat.

pubblicato da a.moresco il 6 maggio 2014


Il Palla ha colpito ancora

Una commedia italiana di Piersandro Pallavicini.

pubblicato da a.moresco il 5 maggio 2014


Le favole della Maria

E’ uscita la nuova edizione delle Favole della Maria (Oscar Junior Mondadori, € 8,50), illustrata (o scarabocchiata) da me.

pubblicato da a.moresco il 24 aprile 2014


Colpo di scena
pubblicato da t.scarpa il 17 aprile 2014


Parlare con la gente è fatica

Poesie di Umberto Fiori sarà presentato domani alle 18 da Milo De Angelis e Antonio Riccardi alla Feltrinelli di via Manzoni, a Milano.

pubblicato da s.gaudino il 24 marzo 2014


Casa

Un romanzo della scrittrice americana Marilynne Robinson (1942)

pubblicato da s.nelli il 23 marzo 2014


Doctor Sleep

È tornato Danny Torrance. Ed è tornato Stephen King.

pubblicato da t.lorini il 1 marzo 2014


Il fiore della pianta carnivora

Si riapre il processo per Piazza della Loggia: la vicenda, gli omicidi, i fascisti di Ordine Nuovo nel libro di Benedetta Tobagi

pubblicato da t.lorini il 24 febbraio 2014


Guido Morselli vs. Roland Barthes

Nota a Guido Morselli "Una rivolta e altri scritti (1932-1966)", Bietti 2012.

pubblicato da a.amerio il 20 febbraio 2014


Più del tuo mancarmi

I racconti di Emiliano Gucci.

pubblicato da s.nelli il 18 febbraio 2014


Válečky

Válečky o guida sentimentale alla mitteleuropa (effequ, 2013). L’esordio letterario di Gabriele Merlini

pubblicato da s.nelli il 14 febbraio 2014


Il sole dell’avvenire

Sul nuovo romanzo di Valerio Evangelisti.

pubblicato da a.moresco il 3 febbraio 2014


Il Diario clandestino di Giovannino Guareschi

Una lezione a Prato e un uditore appassionato...

pubblicato da s.nelli il 3 febbraio 2014


Fiaba d’amore

Esce oggi un mio nuovo, piccolo e imprevisto libro, scritto irresistibilmente l’agosto scorso, che comincia così:
«C’era una volta un vecchio che si era innamorato perdutamente di una meravigliosa ragazza».

pubblicato da a.moresco il 13 gennaio 2014


Dove va la cultura europea?

1946, un reporter inusuale: Gianfranco Contini

pubblicato da t.lorini il 31 dicembre 2013


Il meraviglioso mondo degli Aristodem

Intervista a Daniela Ranieri.

pubblicato da t.lorini il 10 dicembre 2013


Zolfo

È in libreria Zolfo, di Lorenza Ronzano.

pubblicato da a.moresco il 3 dicembre 2013


I circuiti celesti

Sul libro di Emanuele Tonon.

pubblicato da a.moresco il 2 dicembre 2013


Il professorino che canta

Provocatorio e fantasioso, esilarante e amaro: il volume di Luca Scarlini dedicato a Paolo Poli è un mirabile mosaico di citazioni.

pubblicato da t.lorini il 25 novembre 2013


Patna – Letture dalla nave del dubbio

Un libro di Andrea Caterini.

pubblicato da s.nelli il 20 novembre 2013


Nuovi libri per giovani lettori

In occasione della Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia scelgo di raccontare la Beisler Editore, una piccola casa editrice romana che fa libri che sanno parlare ai bambini.

pubblicato da s.gaudino il 20 novembre 2013


Cicatrici
pubblicato da t.lorini il 12 novembre 2013


La commozione di Munforte

Sul romanzo La resurrezione di Van Gogh (Barbera, 2013) di Giuseppe Munforte

pubblicato da s.nelli il 9 novembre 2013


Letteratura della memoria: da Perec a Proust

Cosa c’è di più naturale e immediato di un ricordo? Niente. Ed è proprio partendo dall’atto del ricordare che il grande Georges Perec scrisse, giustappunto, Mi ricordo.

pubblicato da s.gaudino il 27 ottobre 2013


Luce d’estate
ed è subito notte

Sul romanzo di Jón Kalman Stefánsson (Iperborea, 2013).

pubblicato da s.baratto il 17 ottobre 2013


Il segreto di Federigo Borromeo

Lo studio di Edgardo Franzosini illumina di luce nuova il rapporto tra il Cardinale dei "Promessi sposi" e lo storico sulle cui pagine si documentò Manzoni.

pubblicato da t.lorini il 13 ottobre 2013


“La caduta”. I primi tre capitoli

Le prime pagine di un libro speciale. Traduzione di Tiziano Scarpa.

pubblicato da t.scarpa il 1 ottobre 2013


Le letture dell’estate

Spesso durante l’anno, presa da urgenze, da letture che non posso evitare, periodi di studi che mi portano ad approfondire certi temi piuttosto che altri, non riesco a leggere tutto quello che vorrei. E allora, d’estate recupero: mi concedo i libri che per mesi sono stati ad aspettare il momento giusto disciplinatamente in fila sul mio comodino, sulla scrivania, sul tavolino del salotto. Storie, saggi, riflessioni filosofiche, manuali… eccone di alcuni l’incipit.

pubblicato da s.gaudino il 9 settembre 2013


Geoff Dyer su “Natura morta con custodia di sax”

Non so bene cosa pensare oggi di “Natura morta con custodia di sax”. Non amo masturbarmi rileggendo le mie opere. Non sono uno di quegli scrittori che lo fa, ma occasionalmente capita di dover rileggere dei vecchi lavori. Di questo libro continuano a colpirmi la poesia e gli eccessi, che probabilmente vanno di pari passo.

pubblicato da s.gaudino il 6 settembre 2013


Un Masterpiece per chi scrive ma non legge

Comincerà a novembre su Rai3 un talent show per aspiranti scrittori.

pubblicato da t.scarpa il 25 agosto 2013


Ancora su Pulp

«A me non pare possibile che le cose che ci sono state finiscano del tutto, che si spengano completamente, che non conservino dentro di sé una segreta potenza metamorfica, che non resti una piccola zona irriducibile ancora accesa sotto la cenere...»

pubblicato da a.moresco il 9 agosto 2013


Gli scacchi e le visioni

“Nessun cervello genera tanta dopamina quanto quello di uno scacchista”. Un bellissimo romanzo sulla forza dell’immaginazione.

pubblicato da t.scarpa il 2 agosto 2013


Pulp chiude
pubblicato da t.lorini il 29 luglio 2013


Lo splendore e la scimmia

Come si coltiva il desiderio. Un incantevole esordio.

pubblicato da t.scarpa il 16 luglio 2013


Le vite che non sono di Carrère nei libri di Carrère

Due romanzi.

pubblicato da ilprimoamore il 25 giugno 2013


"La conta delle lentiggini" e la poetica dei corpi

Su La conta delle lentiggini di Flavia Ganzenua (Caratteri Mobili, 2013).

pubblicato da s.baratto il 18 giugno 2013


Un libro scritto in 115

In territorio nemico (minimum fax, 2013, euro15)

pubblicato da s.nelli il 4 giugno 2013


Di bestia in bestia

Dopo essere rimasto (troppo) a lungo introvabile, ritorna, in una nuova edizione, il romanzo d’esordio di Michele Mari.

pubblicato da t.lorini il 27 maggio 2013


Lettera a Roberto Denti

Caro Roberto, ho appena letto sul giornale che saresti morto e allora ti scrivo questa piccola lettera...

pubblicato da a.moresco il 23 maggio 2013


La geografia commossa

Al mio paese non si sente la crisi economica dell’Italia, si sente la crisi dell’universo.

pubblicato da s.nelli il 21 maggio 2013


La vischiosità

Sull’ultimo libro di Vincenzo Latronico, La mentalità dell’alveare. Che cosa succede quando un ex personaggio televisivo fa del suo blog la fucina di un nuovo movimento politico, apartitico e deideologizzato?

pubblicato da c.benedetti il 19 maggio 2013


Day Hospital

E’ uscito da poco Day Hospital di Valerio Evangelisti (Giunti editore), diario nudo e crudo di una malattia tumorale e delle pesanti conseguenze della chemio. Valerio è un esempio per gli scrittori: di superiorità di fronte all’umiliazione, al dolore e alla morte, di operosità, di pazienza, di stoicismo.

pubblicato da a.moresco il 16 maggio 2013


Già mi vedevo con il mio Andreotti chiuso in borsa

“Rapirlo era facilissimo”. Quando le Brigate Rosse pedinavano Giulio Andreotti, ministro della Difesa a spasso per Roma senza scorta.

pubblicato da t.scarpa il 6 maggio 2013


In questa luce

Un ritratto di Daniele Del Giudice, a partire dalla sua ultima raccolta di scritti.

pubblicato da t.scarpa il 6 maggio 2013


La mia Cristina Campo

Ho letto questa indefinibile scrittrice solo pochi mesi fa per la prima volta, ed è stato amore a prima vista.

pubblicato da a.moresco il 5 maggio 2013


“Il mondo nelle cose” di Nadia Agustoni

Le fabbriche, i supermarket, i tram, i binari. I cani, i passeri, le formiche, le api. Un libro di poesie nuove.

pubblicato da t.scarpa il 4 maggio 2013


Cristina Campo su William Carlos Williams

A novant’anni esatti dalla nascita di Cristina Campo - e per inaugurare la collaborazione con Nazione Indiana.

pubblicato da ilprimoamore il 29 aprile 2013


A nuova vita

“L’anno dopo un’amica veronese le racconta che quella sala da pranzo a Neurologia esiste ancora. La emoziona vedere quanto i nostri gesti hanno la potenza di trasformare il mondo.”

pubblicato da s.gaudino il 25 aprile 2013


Le notti tristi di Joan Didion

La perdita, il lutto e quello che resta dopo la morte di una figlia.

pubblicato da t.scarpa il 23 aprile 2013


Folli i miei passi

Brani da “La folle allure” (tr. it Maddalena Cavalleri, Edizioni Socrates / AnimaMundi Edizioni).

pubblicato da a.amerio il 18 aprile 2013


Le sfumature di Limonov

Riflessioni e riserve sul libro di Emmanuel Carrère.

pubblicato da t.lorini il 10 aprile 2013


I festival e le città

A Torino due giorni dedicati alle città del libro. Festival, incontri e fiere chiedono di essere riconosciuti come Beni Culturali.

pubblicato da s.gaudino il 6 aprile 2013


La storia del mondo in cento oggetti
pubblicato da t.lorini il 3 marzo 2013


Gli esordi

È uscita l’edizione economica (Oscar Mondadori) de Gli esordi.

pubblicato da a.moresco il 3 marzo 2013


Lettera a Moresco

Una lettera dopo aver terminato La lucina.

pubblicato da s.baratto il 25 febbraio 2013


Gli amici di Torquato

Aprendo quasi a caso un libro quasi nuovo.

pubblicato da t.scarpa il 20 febbraio 2013


La lucina

Sarà in libreria da martedì 19 febbraio un mio breve romanzo pubblicato da Mondadori nella collana Libellule e intitolato La lucina, di cui anticipo qui la pagina introduttiva.

pubblicato da a.moresco il 18 febbraio 2013


La magia della distanza: da Cornell a Bolaño.

Quanti gradi di separazione passano tra un artista pioniere dell’assemblaggio e un poeta belgradese? E quanti tra uno scrittore "torrenziale" e lo stesso scultore? Intanto, sulla copertina di Stella distante di Bolaño Adelphi pone un’opera di Cornell.

pubblicato da s.gaudino il 13 febbraio 2013


Stieg Larsson. La voce e la furia

Skinhead, bikers, musicisti della supremazia ariana bianca e fascisti in doppio petto. L’autore della trilogia "Millennium" contro le nuove destre.

pubblicato da t.scarpa il 6 febbraio 2013


Avatar

Stralci, scelti da me, di un romanzo di Lorenza Ronzano intitolato Avatar che uscirà prossimamente presso l’editore Pequod.

pubblicato da a.moresco il 18 gennaio 2013


Nel vento

Il nuovo romanzo di Emiliano Gucci (Nel vento, Feltrinelli, 12 euro) è tutto racchiuso in un’immagine, quella di un centometrista nel momento della sua gara decisiva, la corsa della vita.

pubblicato da s.nelli il 14 gennaio 2013


I partigiani di ieri e i poveri di oggi. Su alcune pagine di Luigi Meneghello

Il ricordo come forma di riconoscenza, la guerra partigiana, il nostro presente: lo scandalo della povertà e gli esseri umani perdenti.

pubblicato da t.scarpa il 14 gennaio 2013


Nell’ultimo romanzo di Marías non c’è vita senza innamoramenti

C’è la giovane editor María Dolz che osserva ogni mattina una coppia di sconosciuti in un caffè di Madrid. C’è il brutale omicidio di Miguel, l’uomo della coppia, e la solitudine straniante della moglie Luisa. C’è l’amico della coppia Javier Diaz-Varela che affascina María al punto da attirarla in un ménage basato sul tradimento e la complicità.

pubblicato da s.gaudino il 13 gennaio 2013


Nick Fury, agente dello S.H.I.E.L.D.

Dopo 40 anni, torna la serie di culto creata da Jim Steranko negli anni ’70.

pubblicato da t.lorini il 3 gennaio 2013


Antonio Moresco su Mo Yan

Riprendo dal sito della casa editrice Einaudi un mio commento al discorso tenuto da Mo Yan a Stoccolma in occasione del conferimento del Premio Nobel per la letteratura.

pubblicato da a.moresco il 12 dicembre 2012


La striscia gialla dell’ultimo ferito a morte

Sono anni che mi porto la nomea di essere l’ultimo ferito a morte. Mi sono tenuto questa diceria dentro di me, ma non ho mai fatto nulla per contraddirla, compiaciuto dalla semplice ragione che mi piace, ne sono, dopo tanti anni, tutt’ora felice.

pubblicato da a.moresco il 6 dicembre 2012


Ancora sul Nobel a Mo Yan

Nuove prese di posizione critiche sul Nobel a Mo Yan. Herta Müller definisce “sconvolgente” l’assegnazione del premio a questo scrittore, “uno schiaffo a chi lavora per la democrazia e i diritti dell’uomo”.

pubblicato da a.moresco il 1 dicembre 2012


“Il diciottesimo compleanno” di Riccardo Romagnoli

Riccardo Romagnoli presenterà con Antonio Moresco il suo romanzo Il diciottesimo compleanno (Transeuropa 2012) a Milano il 28 novembre alle ore 20.30 presso lo Spazio Mor in via Signorelli 7.

pubblicato da a.moresco il 25 novembre 2012


L’orizzonte “minaccioso” di Patrick Modiano

C’è una grossa differenza tra “inseguire” e “pedinare”. La presenza della radice “piede” nel secondo verbo allude al camminare, a una stretta vicinanza tra inseguitore e inseguito. Una circostanza che cala immediatamente in un contesto circoscritto, in un’unità di tempo e luogo, i due soggetti coinvolti nell’azione, amplificando la sensazione di minaccia incombente. In più, il verbo inseguire presuppone che il soggetto che fugge sia conscio di avere qualcuno alle calcagna.

pubblicato da s.gaudino il 24 novembre 2012


Ancora sulla signora Woolf

Ma adesso passiamo oltre, senza più l’assillo del signor Joyce, perdiamoci completamente nella voce della signora Woolf…

Questo, tanto per cominciare, il suo laconico ed esauriente programma, che dovrebbe essere fatto proprio da ogni scrittore, soprattutto in questi tempi di quasi generale resa e prostituzione ai presunti voleri del “grande pubblico” e del Dio mercato: “Io scriverò quello che mi pare; loro diranno quello che gli pare.”

pubblicato da a.moresco il 15 novembre 2012


Il signor Joyce e la signora Woolf

Ho appena finito di leggere Diario di una scrittrice di Virginia Woolf, nella traduzione di Giuliana De Carlo. Mi è sembrato, per la sua sincerità e trasparenza, per la sua ispirazione costante, per la sua altezza e per il suo tono diretto e ardente, tra i più bei diari di uno scrittore del Novecento, più bello di quello di Musil e secondo solo a quello di Kafka.

pubblicato da a.moresco il 15 novembre 2012


Sul Nobel a Mo Yan

In queste settimane si sono lette diverse posizioni critiche sull’assegnazione del Premio Nobel a Mo Yan (a opera di persone che, in molti casi, non sembrano averlo neppure letto), tutte incentrate sulla sua presunta sudditanza al regime cinese e sul suo non essere un dissidente.

pubblicato da a.moresco il 1 novembre 2012


Stefànsson: romanzi di vita, ghiaccio e mare

Com’erano gli uomini e le donne d’Islanda alla fine del XX secolo? Selvatici, dolenti e consegnati a un autismo sentimentale che trova sfogo solo in rari momenti di confidenza, nell’amore per i libri, in un cameratismo che va dritto al nocciolo dell’essere umano, alle sue insicurezze, alle sue paure più inconfessabili. È questo il ritratto degli islandesi del passato scolpito da Jón Kalman Stefánsson nelle pagine di Paradiso e inferno e La tristezza degli angeli, primi due romanzi della trilogia composta anche da Cuore umano (in uscita prossimamente) pubblicata in Italia da Iperborea nella traduzione di Silvia Cosimini.

pubblicato da s.gaudino il 24 ottobre 2012


Ricordo di Marco Bellotto

Per un certo periodo, a Padova, un gruppo di scrittori ha dato vita a una sorta di collettivo. C’erano Giulio Mozzi, Marco Mancassola, Marco Franzoso, Umberto Casadei, Alberto Fassina, Massimiliano Nuzzolo, il sottoscritto. E c’era Marco Bellotto.

pubblicato da t.scarpa il 16 ottobre 2012


Nemesi di Philip Roth

L’ultimo romanzo di Philip Roth si intitola Nemesi (2010, trad. it. di Norman Gobetti, Einaudi, Torino, 2011) e come il precedente, Indignazione, si concentra su un’annata, là il 1951, qui il 1944. L’evento intorno al quale si sviluppa la narrazione è quello di una gravissima epidemia di polio in un

pubblicato da s.nelli il 11 ottobre 2012


Le “Conversazioni” con Nicla Vassallo

Quelli che seguono sono due testi tratti da Conversazioni (Mimesis, 2012, pag. 82, 10 euro), in cui la filosofa Nicla Vassallo risponde alle sollecitazioni di Anna Longo. Le varie conversazioni in cui si snodano i capitoli del libro si intitolano: “Filosofare”, “Conoscere”, “Testimoniare”, “Donne, uomini, stereotipi”, “Sessualità”. Riproduciamo l’introduzione di Anna Longo e un breve estratto dal capitolo “Testimoniare”. [T. S.]

pubblicato da t.scarpa il 9 ottobre 2012


Il diciottesimo compleanno

E’ uscito in questi giorni da Transeuropa il romanzo d’esordio di Riccardo Romagnoli, singolarissimo e concentrato. Pubblico qui una delle sue pagine iniziali. (A.M.)

pubblicato da a.moresco il 7 ottobre 2012


MaliNati

Con una lingua sontuosa, violenta e sensuale, Angela Bubba ha scritto il Kaputt di una generazione e soprattutto della regione da cui proviene: la Calabria.

pubblicato da a.tarabbia il 1 ottobre 2012


Pane pace e simpatia

Una lettera ad Antonio Pascale sul suo ultimo pamphlet in materia di OGM, agricoltura biologica, scienza e natura.

pubblicato da t.lorini il 30 settembre 2012


Per Shabtai # 2

Concludiamo il ritratto dello scrittore israeliano Yaakov Shabtai, sintetizzando la seconda parte dell’articolo scritto dalla giornalista Aviva Lori e apparso su «Haaretz» per il trentesimo anniversario della pubblicazione di Inventario, il romanzo capolavoro di questo alchimista della lingua ebraica. La prima parte del nostro riassunto si trova qui.

pubblicato da s.nelli il 27 settembre 2012


Ancora Camus

Ho riletto il terzo volume dei Taccuini di Camus (traduzione di Ettore Capriolo) e mi sono accorto che – in questa nuova lettura che segue di diversi anni quella precedente – mi hanno colpito altri brani che prima non avevo notato. Ne ricopio alcuni. (A. Moresco.)

“Accettare l’esistente è un segno di forza? No, implica infatti la sottomissione. Lo è invece l’accettare ciò che è stato. Nel presente, la lotta.”

pubblicato da a.moresco il 26 settembre 2012


Il Master di Ballantrae, i viaggi per mare e la mamma di Stevenson

Di Robert Louis Stevenson, la collana Tusitala di Nutrimenti – ideata e diretta di Filippo Tuena – aveva già pubblicato, nel 2010, un libro strano e bellissimo: Il giardino dei versi, raccolta di poesie per ragazzi illustrate da Charles Robinson e tradotte in italiano da Raul Montanari. Tra pochi giorni, invece, arriverà in libreria un altro gioiello dello scrittore britannico: Il Master di Ballantrae, “racconto d’inverno” che da molti anni non capitava sugli scaffali delle librerie italiane in una nuova traduzione.

pubblicato da a.tarabbia il 21 settembre 2012


Per Shabtai

Stroncato da un infarto nel 1981, all’età di quarantasette anni, Yaakov Shabtai lasciò una moglie e due figlie, un’amante e una terza figlia, cumuli di fogli dattiloscritti e Inventario, un romanzo uscito qualche anno prima,

pubblicato da s.nelli il 20 settembre 2012


La fine dell’altro mondo

Leggere un esordio sorprendente come questo fa pensare a quando, durante una camminata faticosa, ci s’imbatte a sorpresa in un posto speciale: una fonte, un belvedere, una radura ombrosa.

pubblicato da t.lorini il 19 settembre 2012


Roberto Roversi (Bologna, 28 gennaio 1923 – Bologna, 14 settembre 2012)

Roberto Roversi non l’abbiamo mai incontrato.

pubblicato da il 15 settembre 2012


Appunti sparsi in corso di lettura su Gli Addii di Onetti #4

La malattia è uno stato di doppia negazione. Non nega solo la salute (divorandola nell’avanzamento e blandendola con le cure; e sembra che faccia la bambina, la vita, che vada presa in un certo modo per convincerla a fare un passo in avanti, ad assestarsi, a ritornare quieta, a lasciarci dormire di un sonno riposato), più di tutto nega la morte.

pubblicato da m.cerino il 5 settembre 2012


“Le sette biciclette di César”

Ci sono persone che credono di vivere pattinando sulla superficie, fino a quando non si rendono conto che l’irrimediabile è già successo. È ciò che accade al protagonista di questa storia, quarantenne appassionato di libri e musica, sospeso in una permanente transitorietà, come se le cose non fossero mai cominciate davvero. La verità è che era lui a non essersene mai accorto. Durissimo il giorno in cui scopre di avere una fibra talmente intima da risultare teneramente oscena. Leggere la sua confessione equivale a passeggiare insieme a lui, nei viali delle sue frasi accurate, nella sua meticolosa sensibilità sentimentale che gli costerà molto cara.

pubblicato da t.scarpa il 3 settembre 2012


Parola di Chandler

Si può cominciare a recensire un libro partendo dalla qualità della carta della sua copertina? Si può imparare a conoscere Raymond Chandler, e quindi Philip Marlowe, per merito di Sandro Veronesi? Si può fantasticare ed immaginare – quasi all’infinito – grazie alle illustrazioni di Igort (uno dei più apprezzati fumettisti italiani)? Sì, se il libro che si sta leggendo si intitola Parola di Chandler.

pubblicato da t.scarpa il 1 settembre 2012


Appunti sparsi in corso di lettura su Gli Addii di Onetti #3

Gli Addii è un romanzo sulla discrezione. La delicatezza di una lingua semplice percorre l’intera narrazione; e tu che lo leggi segui la voce narrante con quel piccolo terrore che cada l’equilibrio, che si possa rompere il filo e farsi a tratti stucchevole, a tratti retorica o peggio ancora pettegola.

pubblicato da m.cerino il 1 settembre 2012


Pavese e la traduzione di Spoon River

Pavese fu in qualche modo il coautore della gloriosa traduzione di Fernanda Pivano in lingua italiana dell’ “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Masters. Sono le conclusioni alle quali è giunto il giovane studioso camuno Iuri Moscardi, che con il suo studio “Cesare Pavese e la traduzione di ‘Spoon River’ di Fernanda Pivano” si è aggiudicato a Santo Stefano Belbo la 29esima edizione del Premio Pavese per la miglior tesi di laurea.

pubblicato da t.scarpa il 31 agosto 2012


Appunti sparsi in corso di lettura su Gli Addii di Onetti #2

Confida nel suo corpo, il personaggio de Gli Addii. Confida nel suo corpo in un modo infantile tipico di quell’età in cui se ne comprende il potenziale ma ogni minima mancanza, rottura, inadeguatezza crea non sconforto (lo sconforto è di chi invecchia, di chi si arrende e si deprime, o anche dei malati che non riescono a capire la causa della propria malattia, o, peggio ancora, la natura) ma spavento.

pubblicato da m.cerino il 28 agosto 2012


Appunti sparsi in corso di lettura su Gli Addii di Onetti

Non le capisco certe polemiche letterarie sulla ricerca di una lingua nuova nella narrativa e certi intrugli sperimentali che generano; a me è sempre sembrato che una lingua fosse tanto più nuova quanto più aderisse alla storia che raccontava.

pubblicato da m.cerino il 27 agosto 2012


Il prossimo romanzo di Aldo Busi

Aldo Busi lascia la Mondadori per Giunti editore.

pubblicato da t.scarpa il 24 agosto 2012


Il Futuro del mondo passa da qui

Un libro, un documentario, cento foto, tanti contributi diversi. Siamo a Torino, sulle rive dello Stura, nel punto in cui il torrente si unisce al fiume Po. Il centro della città dista 5 chilometri, il quartiere è Barriera di Milano. Una periferia non così remota, un territorio che potrebbe essere sotto lo sguardo di tutti. Invece, resta nascosto, abbandonato, e solo un occhio attento coglie la vita che si muove tra le sponde.

pubblicato da t.lorini il 1 luglio 2012


Tentativo su Frederik Ruysch

In una delle sue Operette morali più appartate, Leopardi vivifica per pochi minuti le mummie che Frederik Ruysch tiene nel proprio laboratorio e le fa cantare

pubblicato da a.tarabbia il 9 giugno 2012


La memoria e la morte

Su Stranieri alla terra di Filippo Tuena

pubblicato da a.tarabbia il 4 giugno 2012


Se il narratore è un geco

Il venditore di passati ha una trama originale: Félix Ventura è un albino nero che, per lavoro, reinventa il passato di chi (contrabbandieri, trafficanti, politici, imprenditori ed ex torturatori) ha più di qualcosa da farsi perdonare. In una parola: Ventura è, dietro laute commissioni, un genealogista. Il suo biglietto da visita recita più o meno così: “Assicuri ai suoi figli un passato migliore”.

pubblicato da t.scarpa il 1 giugno 2012


Charles Dickens

Duecento anni fa.
Oggi.

(Parte seconda)

pubblicato da t.lorini il 29 maggio 2012


Charles Dickens

Duecento anni fa.
Oggi.

(Parte prima)

pubblicato da t.lorini il 24 maggio 2012


“Sinapsi” di Matteo Galiazzo

È nato il libro postumo di un autore vivo. Lo stupendo Sinapsi raccoglie i racconti che Matteo Galiazzo scrisse negli anni Novanta e nei primi anni Duemila, prima di smettere di pubblicare. Sto vivendo la pazza felicità e l’onore di far parte anch’io di questo libro, per il quale ho scritto una prefazione. Ve ne riporto qui sotto un pezzettino.

pubblicato da t.scarpa il 14 maggio 2012


La storia di Genji

Poco prima di partire per il cammino a piedi della Stella d’Italia ho avuto la gioia di ricevere un regalo meraviglioso e ben augurale, una grossa busta dell’Einaudi con dentro uno dei romanzi che amo di più, scritto dalla più grande scrittrice di tutti i tempi: La storia di Genji di Murasaki Shikibu, appena uscito nella traduzione italiana di Maria Teresa Orsi, per la prima volta direttamente dal giapponese antico.

pubblicato da a.moresco il 13 maggio 2012


Le “Amorizzazioni” di Suse Vetterlein

[Suse presenterà il suo libro al Salone di Torino, domenica 13 maggio alle ore 19 presso la Sala Avorio. Con lei ci sarà Andrea Tarabbia].

Il linguaggio di Suse è caustico, è perfido.
Dalla prima occhiata inizia a prenderti in giro.
Le sue parole ti guardano, ti sfottono.
Ti dicono: “Cosa ci fai lì, lettore?”

pubblicato da t.scarpa il 11 maggio 2012


Stefano Tassinari: un ricordo

Se n’è andato questa mattina Stefano Tassinari. Scrittore, giornalista, militante politico. Per tutta la vita dalla parte di chi ha lottato per rendere questo paese un luogo migliore, accogliente, umano, senza frontiere. Le sue storie hanno scavato con passione inesauribile nelle verità rimosse del passato e in quelle del presente. Ferrarese, aveva scelto Bologna come sua città, radunando attorno a sé scrittori e artisti, compagni e studenti, di tante generazioni e tante provenienze.

pubblicato da t.lorini il 8 maggio 2012


12:47 Strage in Fabbrica, di Saverio Fattori

Nei romanzi di Saverio Fattori esiste una deriva pulp che tende a mettere in discussione il bottino di lucidità e la forza di visione della società e dei comportamenti umani che si accumulano nel corso della narrazione.

pubblicato da s.nelli il 5 maggio 2012


«Quello che ho potuto fare ho fatto…»

Tre lettere – tra le tante – di condannati a morte della Resistenza.

pubblicato da s.baratto il 25 aprile 2012


Migrazioni

Sto leggendo un romanzo meraviglioso: Migrazioni di Miloš Crnjanski.

pubblicato da a.moresco il 24 aprile 2012


Dopo il lampo bianco

Nel primo pomeriggio dell’8 agosto 2005 mi sorpresi a guardare il mio sangue arterioso che allagava l’asfalto, in una strada che non avrei saputo ritrovare neanche su una cartina.

Il cervello era saturo dell’incidente a cui ero appena scampato in perfetta lucidità, ma ogni dettaglio che lo componeva sembrava troppo spaventoso per essere vero.

L’unica certezza era la gravità delle mie condizioni.

pubblicato da t.scarpa il 24 aprile 2012


Il combattimento

È in libreria Il combattimento (Oscar Mondadori).

Questo libro contiene due brevi romanzi (Clandestinità, La cipolla) e tre lunghi racconti (La camera blu, La buca, Il re). Nella mia vita di scrittore abbraccia un arco di ventisei anni. Clandestinità è il mio libro d’esordio. L’ho scritto nel gennaio del 1979, nella sala d’aspetto di una piccola stazione e nel gabinetto di un monolocale dove allora abitavo, per non tenere di notte la luce accesa nell’unica stanza e svegliare chi ci dormiva. La scena del combattimento, che avviene nel breve romanzo che dava il titolo al volume, si svolge nello stesso identico luogo che vedevo intorno a me alzando gli occhi dal quaderno su cui scrivevo.

pubblicato da a.moresco il 18 aprile 2012


I libri belli sono i più nascosti?

“Il libro costringe ad una rilettura, pregio dei romanzi che lasciano un segno”. È uno dei tanti commenti che si trovano online nei forum dedicati e che sintetizza forse come meglio non si poteva il nuovo testo di Tommaso Pincio, Hotel a zero stelle . Un libro di difficile – nel senso di sfuggente – catalogazione, sicuramente a metà strada tra il romanzo classico e il saggio d’autore. Tanto è vero che queste pagine sono state classificate come saggistica letteraria. Detto in altre parole: contaminazione di generi.

pubblicato da t.scarpa il 14 aprile 2012


Dove sono. Stefania Scateni

Una lunga seduta tra la paziente e il suo psicoterapeuta che diventa occasione di racconto, di sfogo. Da qui prende le mosse Dove sono, romanzo d’esordio di Stefania Scateni, appena pubblicato da Nottetempo (pp.187, 14€).

pubblicato da g.fuschini il 4 aprile 2012


Cantico della galera di Giuseppe Munforte

Giuseppe Munforte , classe 62, milanese, ha esordito con Meridiano (Castelvecchi, 1998) . Ha pubblicato con Mondadori La prima regola di Clay (2008). Il suo terzo romanzo, Cantico della galera , bello e commovente, è uscito per Italic alla fine del 2011. Ne propongo a seguire l’inizio e altri due brani. (s. n.)

pubblicato da s.nelli il 24 marzo 2012


L’assassino

Ho riletto in questi giorni L’assassino, un romanzo che parla di migrazione, meticciato, apartheid e storia coloniale. L’ha scritto oltre 10 anni fa Henk van Woerden (1047-2005), un olandese cresciuto in Sudafrica proprio come Hendrik Verwoerd, il primo ministro che inventò il sistema dell’apartheid.

pubblicato da t.lorini il 19 marzo 2012


Quando Van Gogh diventò pittore

C’è un anno poco conosciuto nella vita di Van Gogh, che corrisponde al momento decisivo della sua vita. Quello in cui diventò pittore.

pubblicato da t.scarpa il 14 marzo 2012


“Cose che furono altre si disfano nell’argento della notte”

Editori nuovi per la poesia di Jorge Boccanera “Chi desidera sapere le trasformazioni della pioggia in atto sulla terra, venga a vivere sul mio tetto, tra i segni e i presagi”. Saint-John Perse

pubblicato da a.amerio il 12 marzo 2012


Il Palla

Chi la fa l’aspetti.

pubblicato da a.moresco il 8 marzo 2012


Lezione di gola

Siediti. Mangia. Sono polpette. Lo scrivere, dopo. Sono troppe? Sono solo abbondanti. Sì, polpette fritte. Cosa dici? che ti restano poi sullo stomaco per tutto il giorno? Beh, certo, ci vuole il tempo necessario anche per digerire. Siamo esseri umani. Intanto assaggiale.

pubblicato da a.amerio il 6 marzo 2012


Il nuovo romanzo di Aldo Busi

Aldo Busi ha terminato il suo ultimo romanzo, di cui si sa poco più del titolo, da lui stesso lapidariamente annunciato sul sito letterario www.altriabusi.it, El especialista de Barcelona.

pubblicato da t.scarpa il 1 marzo 2012


Botte e risposte da “L’infinito”: un trailer

GIACOMO: Ho pigiato come mi avevate detto voi, è successo un cataclisma.
ANDREA: È lo scarico dell’acqua. È normale.
GIACOMO: A qual scopo?
ANDREA: Fa sparire tutto.
GIACOMO: Che ne è dell’uomo, se non ha più l’animo di meditare sulle proprie miserie?

pubblicato da t.scarpa il 1 marzo 2012


Romanzo per signora

È da oggi nelle librerie Romanzo per signora di Piersandro Pallavicini.
Per presentarlo, l’autore ha regalato al Primo Amore un testo particolare, il racconto (inedito) di una passione letteraria, che diventa anche uno scorcio sulla propria fucina inventiva e sulle suggestioni, sugli spunti e su un particolare genius loci che lo ha accompagnato durante la stesura di questo libro. [T.L.]

pubblicato da t.lorini il 21 febbraio 2012


Il bambino indaco

Esce in libreria il nuovo romanzo di Marco Franzoso, Il bambino indaco, pubblicato da Einaudi (pagg. 144, 16 euro).

Per questo romanzo, che mi ha impressionato moltissimo e che ho molto amato, ho scritto volentieri il risvolto di copertina, che riporto qui sotto.

Si tratta di una breve riflessione che volutamente non svela i punti principali della trama.

pubblicato da t.scarpa il 6 febbraio 2012


Libri contro

Medhi Balhaij Kacem, trentottenne franco tunisino pressoché sconosciuto e inedito in Italia benché vanti una già lunga carriera alle spalle (giovanissimo, nel 1994 pubblicò il romanzo Cancro), ha scritto un genere di libro che, pur molto frequentato, non gode di uno status autonomo e riconosciuto neppure nella tollerante Repubblica dello Stato Libero di Saggistica: il “libro contro”.

pubblicato da a.amerio il 3 febbraio 2012


Il romanzo e l’indicibile

Sul bisogno di narrare e di ascoltare narrazioni. Cosa accade nell’incontro con il romanzo.

pubblicato da c.benedetti il 2 febbraio 2012


Esploratori dell’abisso. Enrique Vila-Matas

«Esploratori dell’abisso è il mio primo libro dopo il collasso fisico, dopo aver rischiato di morire. Il legame tra scrittura e sopravvivenza è totale, in questo caso.»

pubblicato da g.fuschini il 2 febbraio 2012


Oblio di D. F. Wallace

Oblio (Einaudi, 2004) di David Wallace è costituito da otto fra racconti e romanzi brevi, alcuni dei quali già pubblicati prima in rivista. Esso, uno degli ultimi libri pubblicati in vita da David Wallace, ci appare paradigmatico per ciò che mette in moto la sua narrazione

pubblicato da s.nelli il 29 gennaio 2012


L’unico scrittore buono è quello morto

Esce domani, per le Edizioni e/o, L’unico scrittore buono è quello morto, l’ultimo libro di Marco Rossari. Da qualche tempo, Marco si è preso una pausa dal Primo amore, per cui do io l’annuncio dell’uscita di questa raccolta, che arriva dopo qualche anno di silenzio editoriale

pubblicato da a.tarabbia il 17 gennaio 2012


I dispiaceri del vero poliziotto. Roberto Bolano

Alla fine, dopo tanta attesa, ecco I dispiaceri del vero poliziotto, il nuovo romanzo postumo di Roberto Bolaño

pubblicato da g.fuschini il 11 gennaio 2012


Christopher Hitchens, un ricordo

Una vignetta, due personaggi, alla Altan.

“Hai visto? Hitchens ha provato il waterboarding e ha cambiato idea. È tortura”.

“Perché non hanno usato il gin!”

pubblicato da a.amerio il 16 dicembre 2011


Un’eredità di avorio e ambra. Edmund de Waal

“Il modo in cui gli oggetti vengono tramandati è pura narrazione. Ti lascio questo perché ti voglio bene. Oppure perché qualcun altro lo ha lasciato a me. Perché l’ho comprato in un luogo speciale. Perché te ne prenderai cura. Perché ti complicherà la vita.

pubblicato da g.fuschini il 2 dicembre 2011


Per legge superiore

A proposito dell’ultimo romanzo di Giorgio Fontana
(con una postilla sul malcostume recensorio)

pubblicato da t.lorini il 25 novembre 2011


Philip Roth e il necessario

Recensione a La mia vita da uomo prima della lettura

Per una volta vorrei provare a rovesciare il rituale: recensisco un libro prima di averlo letto; che poi è la più sincera delle recensioni possibili, considerato che alla fine – pur avendolo studiato con devozione certosina – l’opinione che si ha di un romanzo non è altro che la prima impressione mortificata.

pubblicato da m.cerino il 22 novembre 2011


Nudo davanti alla legge

Andare a puttane è la soluzione a un millennio di infelicità. L’amore è sopravvalutato. Dai trovatori provenzali a oggi, la truffa della passione romantica non fa che procurare delusioni e sensi di colpa. Ok, il mio dovere l’ho fatto, ho iniziato l’articolo con qualche frase accattivante. Adesso posso proseguire descrivendo gli ingredienti sorprendentemente politici di questo romanzo a fumetti.

pubblicato da t.scarpa il 19 novembre 2011


Il miope futuro di un nerd

Su Player One di Ernest Cline.

Avessi trovato una recensione di Player One in cui si dice quello che è: un romanzetto divertente che però sbaglia tutte (ma proprio tutte) le idee non solo sul futuro immaginato, ma anche sul presente da cui Cline scrive.

pubblicato da a.tarabbia il 17 novembre 2011


Il sopravvento

Un tentativo su letterarietà, documentazione e (auto)fiction

HHhH di Laurent Binet comincia così:

«Gabčik – così si chiama – è un personaggio che è realmente esistito. Ha forse sentito, fuori, dietro alle imposte di un appartamento immerso nell’oscurità, solo, sdraiato su un lettuccio di ferro, ha forse ascoltato lo stridio così inconfondibile dei tram di Praga? Mi piace pensarlo. Conoscendo bene Praga, posso immaginare il numero del tram (ma forse è cambiato) […].»

pubblicato da a.tarabbia il 17 novembre 2011


Malaparte del torto (e messicano)

Come forse saprà il lettore più informato, il prossimo numero cartaceo di “Il primo amore” in uscita a dicembre avrà per titolo L’adorazione e costituirà l’ideale continuazione di Opere di Genio. Avevo deciso di parlare dell’opera di un autore italiano e a lungo ho tentennato. Alla fine ho scelto Ad ora incerta, di Levi.

pubblicato da a.amerio il 14 novembre 2011


Dieci anni di solitudine

Ho comprato Cent’anni di solitudine più di dieci anni fa: un vecchio tascabile Mondadori grigio fumo di Londra che faceva parte di quelle Collezioni d’autore in cui la casa di Segrate aveva raccolto, fra le altre, le opere complete di Hemingway, di Pirandello e, appunto, di Marquez. L’avevo pagato 14.000 lire. Leggere un libro che si è comprato con una moneta che non c’è più fa un effetto strano, sembra quasi di compiere un’operazione filologica di recupero.

pubblicato da a.tarabbia il 9 novembre 2011


Nove vite

Il nuovo libro di William Dalrymple fotografa l’India al confine fra tradizione millenaria e progresso esasperato.

pubblicato da t.lorini il 8 novembre 2011


Gli esordi

Torna in libreria la nuova edizione degli Esordi (Mondadori 2011).

pubblicato da a.moresco il 4 ottobre 2011


Antartide

Il nuovo romanzo di Laura Pugno

pubblicato da m.cerino il 21 settembre 2011


La vita in disuso

Il saggio di Todorov su Rembrandt e la vocazione antiesistenziale degli artisti.

pubblicato da t.scarpa il 21 settembre 2011


Camminare

Un piccolo, magnetico libro di Thoreau sulle ragioni per vivere e per morire.

pubblicato da a.moresco il 12 settembre 2011


L’agenda migliore? I pensieri di Simmel

In libreria il Diario postumo del filosofo berlinese.

pubblicato da t.scarpa il 6 settembre 2011


Sentimenti sovversivi

Messaggio ed emozione nel nuovo romanzo di Roberto Ferrucci.

pubblicato da t.lorini il 1 settembre 2011


Taccuino

Accusés Flaubert, Baudelaire, levez-vous!, di Emmanuel Pierrat (e altre letture estive)

pubblicato da a.amerio il 31 agosto 2011


Il demone a Beslan

Da domani in libreria.

pubblicato da a.tarabbia il 22 agosto 2011


Milano, Corea

Torna in libreria l’imprescindibile lavoro di Alasia e Montaldi sui tuguri ai margini di Milano in cui si stipa(va)no migliaia di migranti e di miserabili. Di nazionalità italiana.

pubblicato da t.lorini il 29 luglio 2011


Una volta l’Argentina di Andrés Neuman

Ho avuto la fortuna di crescere in due paesi. Uno è il luogo in cui sono nato e diventato adulto, il mondo reale, insomma.

pubblicato da g.fuschini il 19 luglio 2011


Inventio

Singolari invenzioni narrative di Giuseppe Bonaviri, Marosia Castaldi e Antonio Rezza

pubblicato da a.tarabbia il 13 luglio 2011


America amore

Scoperte, giudizi, arguzie riflessioni e autentici stupori nel volume che raccoglie i reportages americani di Arbasino.

pubblicato da t.lorini il 3 luglio 2011


Il fantasma delle opere

"Il nome giusto" di Sergio Garufi.

pubblicato da m.rossari il 30 giugno 2011


Il padrone

Torna in libreria un romanzo pieno d’azzardo, visione e libertà di Goffredo Parise.

pubblicato da t.lorini il 27 giugno 2011


"Infinite Loss" in libreria

Il lamento in morte di David Foster Wallace scritto da Salvatore Toscano è diventato un libro.

pubblicato da s.baratto il 23 giugno 2011


Tetano

Il nuovo libro di Alessio Torino

pubblicato da m.cerino il 15 giugno 2011


La meravigliosa utilità del filo a piombo

Pubblici discorsi - Volume 2.

pubblicato da t.lorini il 14 giugno 2011


L’ultima spiaggia

Un paccolavoro di Thomas Pynchon.

pubblicato da m.rossari il 11 giugno 2011


La velocità del buio

Una riflessione sul libro di Giorgio Fontana.

pubblicato da t.lorini il 8 giugno 2011


Amori al singolare

Arriva in questi giorni in libreria.

pubblicato da t.lorini il 5 giugno 2011


Il paese di Dio

Il nuovo romanzo di Percival Everett.

pubblicato da t.lorini il 2 giugno 2011


La trama della realtà

Malick, von Uexküll, una stanza, un cane e una foresta.

pubblicato da a.tarabbia il 1 giugno 2011


Ingratitudine

Due passaggi cruciali da un nuovo libro.

pubblicato da m.rossari il 26 maggio 2011


Oltre l’avenue D. Philippe Marcadé

New York, 1975. Philippe Marcadé è un giovane francese che ha già vissuto parecchie avventure: una convivenza con una ragazza e il figlio appena nato in una Amsterdam sballata e divertente, una settimana di carcere a Phoenix in seguito a un maldestro traffico internazionale di hashish e un lungo soggiorno a Boston in compagnia dell’amico Bruce e degli Aerosmith, all’epoca niente più che una band di esordienti.

pubblicato da g.fuschini il 25 maggio 2011


La prima vera bugia

Con una nota di Tiziano Scarpa. A Milano martedì 24 maggio.

pubblicato da t.scarpa il 23 maggio 2011


Bugiardi e innamorati

Sette racconti ancora inediti in Italia di Richard Yates, uno scrittore ritrovato.

pubblicato da t.lorini il 21 maggio 2011


La forza del riso

Ridere prima di camminare: con Teo Lorini e Chiara Moscardelli.

pubblicato da a.moresco il 17 maggio 2011


Il passo lungo

A tre giorni dall’inizio della nostra camminata segnalo due libri dal passo lungo, quello che ci vuole per andare lontano.

pubblicato da a.moresco il 17 maggio 2011


Sotto anestesia

In anteprima al Salone di Torino, il racconto-parabola di Matteo B. Bianchi.

pubblicato da t.lorini il 15 maggio 2011


La patria non esiste

L’idea d’Italia a destra e sinistra

pubblicato da a.tarabbia il 11 maggio 2011


Marialuce

Da martedì 10 maggio in libreria

pubblicato da a.tarabbia il 8 maggio 2011


Una specie d’amore per vincere la solitudine

Una videointervista a Sergio Nelli sul suo nuovo romanzo Orbita clandestina (Einaudi).

pubblicato da ilprimoamore il 8 maggio 2011


Spot

per un buon libro

pubblicato da a.amerio il 4 maggio 2011


I sonnambuli

È di nuovo in libreria, dopo molti anni, il capolavoro di Hermann Broch.

pubblicato da a.tarabbia il 2 maggio 2011


Una scuola da rifare

Il nuovo libro di Giuseppe Caliceti, romanziere, poeta e maestro elementare, è una "lettera ai genitori" degli scolari italiani.

pubblicato da t.scarpa il 2 maggio 2011


Il letto di Frida

La Kahlo raccontata da Slavenka Drakulic.

pubblicato da g.fuschini il 19 aprile 2011


"Disumane lettere "

Presento il mio libro a Roma il 19 aprile.

pubblicato da c.benedetti il 18 aprile 2011


La catastròfa

Un altro brano tratto dal libro di Paolo Di Stefano, La catastròfa. marcinelle, 8 agosto 1956(Sellerio 2011).

pubblicato da a.moresco il 12 aprile 2011


La mia storia di barbiere è stata magnifica

Un brano tratto dal nuovo libro di Paolo Di Stefano, La catastròfa. Marcinelle, 8 agosto 1956 (Sellerio).

pubblicato da a.moresco il 7 aprile 2011


It gets better

Martedì sera, ore sette, sono in una libreria di Tribeca, a New York per la presentazione di un libro uscito oggi negli Stati Uniti intitolato "It gets better". Ci sono per caso: mi trovo a New York per una conferenza, ho letto stamattina su un giornale dell’evento e ho deciso di venire a fare un salto.

pubblicato da t.lorini il 1 aprile 2011


Chi di voi conosce uno scrittore di nome Giuseppe Occhiato?

Piccola informazione su un importante scrittore italiano quasi del tutto sconosciuto.

pubblicato da a.moresco il 30 marzo 2011


Les Nouveaux Anarchistes

Una recensione/riflessione sul romanzo di Piero Pieri.

pubblicato da a.tarabbia il 26 marzo 2011


La lobby di Dio

L’inchiesta di Ferruccio Pinotti su Comunione & Liberazione

pubblicato da t.lorini il 12 marzo 2011


8 per mille d’autunno

Un’anticipazione e alcuni estratti da "Paesaggio lacustre con Pocahontas" di Arno Schmidt.

pubblicato da t.lorini il 6 marzo 2011


Il contrabbasso e la rosa

Un nuovo inizio.

pubblicato da m.rossari il 6 marzo 2011


Corpo

Esce il tascabile di uno dei miei libri prediletti. Ne propongo un estratto.

pubblicato da t.scarpa il 3 marzo 2011


La bellezza nonostante

Il nuovo libro di Fabio Geda.

pubblicato da t.scarpa il 1 marzo 2011


Chiamami nemesi

L’ennesima fatica di Philip "Rotativa" Roth.

pubblicato da m.rossari il 26 febbraio 2011


Oratorio bizantino

Un nuovo libro di Franco Arminio

pubblicato da s.nelli il 21 febbraio 2011


Note su Dante Arfelli (1921-1995)

Lo scrittore che dopo il successo dei Superflui smise di scrivere per quarant’anni a causa di una grave nevrosi

pubblicato da s.nelli il 19 febbraio 2011


Ragazzo di città

L’autobiografia di Edmund White.

pubblicato da t.lorini il 12 febbraio 2011


Mainstream

La cultura dominante secondo Frédéric Martel.

pubblicato da g.fuschini il 10 febbraio 2011


W.F.

Un’antologia delle prose non narrative di William Faulkner.

pubblicato da t.lorini il 6 febbraio 2011


13 storie inospitali

Sui racconti di Hans Henny Jahnn.

pubblicato da s.baratto il 2 febbraio 2011


Il male naturale

Torna in libreria la raccolta di Giulio Mozzi, censurata nel 1998.

pubblicato da a.tarabbia il 24 gennaio 2011


Sentimenti sovversivi

Italia è una parola che fa male. Quando la pronuncia Dante, ci mette vicino la parola «ahi», come se gli avessero toccato una ferita. L’Italia è una zona sensibile della pelle, una piaga aperta, e il sentimento più ricorrente che provoca nei nostri scrittori è la disperazione: Leopardi, Gadda, Pasolini…

pubblicato da t.scarpa il 29 dicembre 2010


Per voce altra

Parlerò di tre autori, anzi ne riporterò per maggior chiarezza le pagine, i quali compiono il mirabile sforzo di entrare in contatto con gli altri o con l’altro, con realtà inconsuete, infrequentabili o strane. Prodigarsi in questo senso è a mio avviso uno dei significati della letteratura.

pubblicato da a.tarabbia il 17 dicembre 2010


Honolulu (e altri racconti)

Ogni libro di Somerset Maugham stupisce per il talento con cui il romanziere inglese è in grado, in poche righe, di evocare dinnanzi al lettore atmosfere e panorami sui quali poi intesse, con altrettanta maestria, la trama delle sue narrazioni.

pubblicato da t.lorini il 6 dicembre 2010


Volo in ombra

È uscito Volo in ombra di Anna Ruchat. Lo ha pubblicato Quarup, un piccolo editore di Pescara. Non lo troverete nei posti più in vista delle librerie, ma cercatelo, trovatelo. È un piccolo libro di 68 pagine, ma di quelli che bisogna meritarsi.

pubblicato da a.moresco il 30 novembre 2010


Il virile amore dei camerati

Pianterò folta la fratellanza, come alberi lungo tutti i fiumi dell’America, lungo le rive dei grandi laghi, per tutte le praterie,
Renderò le città inseparabili, con le braccia l’una al collo dell’altra,
Con l’amore dei camerati,
Con il virile amore dei camerati.

Walt Whitman

pubblicato da m.rossari il 28 novembre 2010


Apocalisse a domicilio

Trentasei anni, primogenito, nato nell’eterna Provincia italiana e trapiantato a Milano, autore televisivo di discreta ma non folgorante carriera: l’unica indisposizione di cui pare soffrire il protagonista del nuovo romanzo di Matteo B. Bianchi è una cronica incapacità di innamorarsi.

pubblicato da t.lorini il 25 novembre 2010


Operaie

In anni in cui la vischiosità della political correctness era di là da venire, la geografia suddivideva le nazioni della Terra in gruppi basati sul benessere di cui godono i loro abitanti.

pubblicato da t.lorini il 20 novembre 2010


L’ammiratore della morte

Il rimosso dell’idea della (propria) morte è inaccettabile, ecco cosa sembra dirci tra le righe Morti favolose degli antichi di Dino Baldi, Quodlibet edizioni. Anticipato da una citazione di Montaigne – che, dice Baldi nella prefazione autografa, «fu il primo o forse l’ultimo grande ammiratore dell’arte di morire degli antichi»

pubblicato da a.tarabbia il 19 novembre 2010


Laico alfabeto in salsa gay piccante

Arriva Natale e le case editrici sparano i grossi calibri, l’artiglieria pesante tenuta da parte per le feste quando regalare un libro (anche per chi ne apre uno ad anni alterni) è l’idea che ci risolve un mucchio di grattacapi. Tra le pile di cimiteri praghesi & traditori, persecuzioni & parole manomesse, leielui & io e te, è uscito anche un libro piccolo, poco visibile e scomodo.

pubblicato da t.lorini il 17 novembre 2010


Bella pugnalata

E così oscar se ne va in belize con la sua consorte per capodanno, non prima di essermi passato a salutare per natale. Sono la sua dissorte. Vengo estinta dal maremoto del loro innamoramento volante in jet set.

pubblicato da a.tarabbia il 16 novembre 2010


Gli orologi a cucù di Orson Welles

Gli orologi a cucù, si sa, sono un falso mito svizzero già sfatato da tempo, ma a cui i turisti americani credono ancora.

pubblicato da t.lorini il 12 novembre 2010


Mammuthgrafia

"La bibita più piccola che avete, grazie." "Con soli 5 euro in più le do i nachos e la sour cream." "No, grazie." "Con soli 3 euro in più le do i popcorn multimaxi." "No, grazie." "Con un solo euro in più le regalo il bambolotto cineplex che fa ciao con la mano." "No, grazie." "Se mi risponde di sì anche solo una volta tutto il cinema è suo." "No, grazie."

pubblicato da m.rossari il 6 novembre 2010


Morire senza ordine personale

E improvvisamente, il cinque marzo, Stalin morì. Quella morte venne a intrufolarsi nel gigantesco sistema di entusiasmo meccanizzato, d’ira e d’amore popolare, stabiliti su ordine del comitato di rione.

pubblicato da m.rossari il 22 ottobre 2010


Morti favolose degli antichi

Tornato da un viaggio in Brasile, Argentina e Paraguay, ho trovato ad aspettarmi un libro intitolato Morti favolose degli antichi, scritto da Dino Baldi e pubblicato da Quodlibet. Lo sto leggendo. Mi piace.

pubblicato da a.moresco il 20 ottobre 2010


Strade bianche

Il violoncellista Vittorio, la sua ragazza Francesca e la cubista Manu. Tutti alla soglia dei trent’anni, nel cuore dell’inverno si ritrovano a bordo di una sgangherata automobile da autoscuola, dotata di doppi comandi. Con loro, una tela di Keith Haring rubata.

pubblicato da t.scarpa il 10 ottobre 2010


"Sono solo un romanziere"

Incontro Percival Everett in un bar di Milano ai primi di gennaio. Un problema d’ernia gli fa dolere la gamba e lo costringe ad appoggiarsi a una stampella.

pubblicato da t.lorini il 8 ottobre 2010


Il quarto ragazzo

La merda stava immobile nel secchio, è così che mi sono svegliato. Il quarto ragazzo era fermo davanti alla scrivania, il collo della camicia slacciato e i jeans slavati, e ci guardava tutti con qualcosa di simile a un sorriso. Non ha mai guardato la merda sullo schermo, sono sicuro che non si è voltato nemmeno una volta.

pubblicato da a.tarabbia il 5 ottobre 2010


Libro sui libri

Leggere, leggevo già parecchio prima di quel 14 febbraio dei miei 21 anni in cui la Patria si è ricordata di me, ma è stato quel San Valentino un po’ particolare a innescare il processo che mi ha trasformato nel lettore che sono oggi. La Patria in verità era abbastanza dispiaciuta.

pubblicato da t.lorini il 29 settembre 2010


I demoni e la pasta sfoglia

Céline, Gadda, Gombrowicz, Kafka, Borges, Conrad, Canetti, Manganelli, Perutz, Melville, Landolfi, Maupassant: molti dei nostri scrittori prediletti sono degli ossessi. Ossessione è da assedio, ma il suo nome scientifico, anancasma, è da destino, ananke.

pubblicato da t.scarpa il 27 settembre 2010


«Ma so di essere il suo specchio»

Circa quarantacinque anni separano le stesure di due opere mastodontiche, epiche e straordinarie che presentano, a ben vedere, numerosi tratti in comune: so che può essere un azzardo tentare di tracciare un percorso parallelo tra le pagine di uno dei più grandi romanzi mai stati scritti, Vita e destino di Vasilij Grossman, e il capolavoro di un classico del futuro, quel William Vollmann che ha dato vita a Europe Central.

pubblicato da a.tarabbia il 26 settembre 2010


Bella pugnalata

Un giorno, portato dal vento, mi è arrivato tra le mani un manoscritto. L’ho letto con stupore, perché era pieno fino a scoppiare di disperazione, di rabbia, ma anche di fragilità e di delicatezza ferita.

pubblicato da ilprimoamore il 21 settembre 2010


Giovanni Comisso talent scout

Indro Montanelli, in un suo libro su Leo Longanesi, ebbe a definire "L’Italiano" la rivista più bella del panorama culturale tra le due guerre. Diretta appunto da Longanesi e attiva dal 1926 al 1942, già s’impone in effetti a una prima occhiata: caratteri rigorosamente Bodoni, fotografie frequenti di Henri Cartier-Bresson, immancabili schizzi di Giorgio Morandi, oltre ovviamente ai folli découpages del direttore stesso. E i testi?

pubblicato da t.scarpa il 17 settembre 2010


Divorare un cucciolo vivo

(Qualche tempo fa ho letto un romanzo molto bello, "Le mie cose", di Marco Lazzarotto, Instar. Ne propongo una pagina con l’autorizzazione dell’autore, che ringrazio. mr.)

pubblicato da m.rossari il 15 settembre 2010


Il mondo sommerso

Sul principiare degli anni Sessanta un giovanissimo James G. Ballard si cimentò in una serie di romanzi d’umore catastrofico. Libri che immaginavano scenari di un futuro più o meno venturo nel quale il nostro pianeta veniva sottoposto a supplizi di origine naturale.

pubblicato da m.rossari il 9 settembre 2010


Il fuoco nel mare

La ripubblicazione di un manipolo di racconti extravaganti di Sciascia, non reperibili nemmeno nelle Opere curate da Claude Ambroise, è notizia che ingolosisce i lettori del maestro di Racalmuto. Dei venticinque testi raccolti da Paolo Squillacioti in Il fuoco nel mare, due sono gli inediti; apparsi in riviste e antologie gli altri.

pubblicato da t.lorini il 20 agosto 2010


L’ossessione rumena

Di tutte le impressioni che hanno in qualche modo acceso la mia infanzia, la più viva e la più forte è stata la condanna e l’esecuzione di Elena e Nicolae Ceauşescu. Non so spiegare il perché: nel 1989 avevo undici anni e del mondo non sapevo niente. Considero quell’anno – di cui ho ricordi per così dire in bianco e nero – un anno decisivo per me: all’improvviso, il mondo mi stava entrando nella testa con un impeto e una violenza insopprimibili.

pubblicato da a.tarabbia il 22 luglio 2010


La battuta perfetta

Il repellente liquame che filtra dalla tv nell’ottima copertina di Alessandro Gottardo visualizza alla perfezione il malessere che colpisce il lettore alle prime 50 pagine di questo romanzo. La battuta perfetta si apre nella Matera miserabile fra i cui Sassi Pasolini ha ambientato il suo Vangelo e nei cui bar compaiono i primi apparecchi televisivi.

pubblicato da t.lorini il 22 luglio 2010


“… e fu ridotta a un deserto” # 3

Il più recente contributo a questa tendenza si intitola L’uomo verticale ed è il romanzo che segna il passaggio di Davide Longo da Marcos y Marcos, l’editore che lo ha lanciato, a Fandango Libri. Il protagonista, come nei due libri di Avoledo, è uno scrittore di successo che ha mandato a rotoli carriera, ispirazione e – soprattutto - famiglia buttandosi a capofitto nella relazione con una studentessa molto più giovane.

pubblicato da t.lorini il 10 luglio 2010


“… e fu ridotta a un deserto” # 2

Più di recente è stato Cormac McCarthy a immaginare il tramonto del genere umano; al centro de La strada (2006) c’è infatti il viaggio di un padre e un figlio verso il sud di ciò che rimane degli Stati Uniti, dopo che un olocausto -volutamente non descritto né specificato- ha reso sterili campi e frutteti e trasformato l’intero pianeta in una landa gelida e cinerea, ostile a qualsiasi forma di vita.

pubblicato da t.lorini il 9 luglio 2010


“… e fu ridotta a un deserto” # 1

All’indomani della distruzione del World Trade Center fu organizzato, su iniziativa di Antonio Moresco e Dario Voltolini, un convegno che si svolse a Milano il 24 novembre 2001. Una delle riflessioni poste a premessa di quell’incontro sottolineava come, di fronte alla violenza e alla repentinità dell’11 settembre, tutte le consuetudini che avevano dominato la vita culturale e mentale degli ultimi decenni rivelassero la loro grottesca insostenibilità

pubblicato da t.lorini il 8 luglio 2010


Martini

L’intervista inusuale fra un reporter al debutto e l’autore di un folgorante romanzo d’esordio è il germe di un’amicizia che sembra predestinata. Da una parte c’è T.J. Martini, "il grande Martini", "tutto ciò che chiunque avrebbe voluto essere", dall’altra Frank, l’io narrante dell’ultimo libro del 32enne Pietro Grossi.

pubblicato da t.lorini il 6 luglio 2010


Arkan, la Tigre dei Balcani

Spericolato rapinatore di banche in Olanda, Italia, Belgio e Svezia, sicario sotto copertura per Tito, temerario giocatore d’azzardo, pezzo grosso degli innumerevoli racket di Belgrado

pubblicato da t.lorini il 5 luglio 2010


L’orrore attende il nostro risveglio

«In quest’ansia di ritoccare l’immagine che si intendeva tramandare di sé risiede, a mio avviso, uno dei principali motivi per cui un’intera generazione di autori tedeschi si rivelò incapace di descrivere e di consegnare alla nostra memoria ciò di cui era stata testimone».

pubblicato da t.lorini il 22 giugno 2010


Fútbol Bailado

In apertura dell’ultimo numero di «Tuttolibri» Massimo Raffaeli lamenta che il calcio, "primo collettore dell’immaginario nazionale" e "decima industria del Paese" non abbia ancora - con l’eccezione forse di Azzurro tenebra di Arpino - il proprio Romanzo, e "nemmeno un’opera che sappia raccontarlo come fondamento identitario" alla maniera del Futebol di Alex Bellos.

pubblicato da t.lorini il 14 giugno 2010


Dove gli uomini diventano eroi

Il football americano è da tempo lo sport più seguito degli Stati Uniti. Più del "passatempo nazionale" baseball, più dei seguitissimi basket e hockey su ghiaccio, più del sempre emergente ma mai esploso calcio. Un successo che è merito delle regole stesse del football USA.

pubblicato da g.fuschini il 13 giugno 2010


Un pugno di uomini sfocati

Ci sono libri che si affacciano senza clamore, se ne stanno lì acquattati in un angolo della libreria ed escono di scena senza avere sollevato polemiche, senza pretese generazionali e senza visioni del mondo (anche se, in fondo in fondo, un libro – per quanto modesto – una visione del mondo ce l’ha in ogni caso).

pubblicato da m.rossari il 9 giugno 2010


Copertine

Storicamente le sovraccoperte sono una preoccupazione recente per gli scrittori; non ne esistevano molte prima del 1920. Venivano definite «antipolvere», ma la sovraccoperta ripara tutto tranne l’unica porzione esposta alla polvere, ovvero il bordo superiore delle pagine. In realtà si tratta di un involucro pubblicitario, come la carta colorata sulla cioccolata.

pubblicato da t.lorini il 5 giugno 2010


Polvere di luna

Fra i libri che mi sono passati per le mani in qusto periodo, c’è un reportage giornalistico sugli astronauti americani viventi. S’intitola Polvere di luna ed è di Andrew Smith. Credevo di trovare qualcosa di più che invece non c’era. Che cosa videro gli astronauti nel viaggio più lungo compiuto dagli uomini?

pubblicato da s.nelli il 5 giugno 2010


Per una critica materialistica del gioco del calcio

Di tutte le cose che, sportivamente parlando, mi sono incomprensibili, la più misteriosa è il baseball. È uno sport che ho anche provato a vedere e a sforzarmi di comprendere: nella stanzetta che avevo a New York, alla fine di una giornata, ho intercettato alla televisione una partita e mi sono messo a seguirla, cercando anche di captare, nel magma incomprensibile del gergo tecnico, qualche parola del commento che potesse darmi un indizio per comprendere quello che stava succedendo sul «diamante». Niente

pubblicato da a.tarabbia il 3 giugno 2010


Storia dell’informazione letteraria in Italia dalla terza pagina a Internet 1925-2009

Mi soffermo soprattutto sull’ultimo capitolo dedicato agli anni 1992-2009 della corposa Storia dell’informazione letteraria in Italia dalla terza pagina a Internet 1925-2009 di Gian Carlo Ferretti e Stefano Guerriero appena uscita per Feltrinelli.

pubblicato da b.centovalli il 1 giugno 2010


Energia di digestione

Ci sono libri che corrono sul filo che divide la vita dalla morte, che illuminano la vita a partire da una sfida alla morte, iniettando così anche nell’evento e nell’oggetto più banali un’energia assoluta. Libri che si giocano sul piano dell’azzardo, dello scandalo, che se ne fregano delle buone regole della scrittura e dei gusti del lettore, riuscendo in questo modo a fare un grande regalo al lettore. Libri, insomma, che sono letteratura.

pubblicato da s.nelli il 24 maggio 2010


Ricordo di Stevenson

"Non c’è niente di più bello che dimenticare, se non forse essere dimenticati". Oscar Wilde, il grande eretico dell’età vittoriana, esprimeva così l’abbandono, il desiderio di fuga, l’ansia di oblio tipici della sua epoca. Ma a viverli fino in fondo fu un suo contemporaneo, un altro grande irregolare assetato di avventura e ispirazione.

pubblicato da a.tarabbia il 20 maggio 2010


Sull’onda del padre

Certi libri sanno raccontare tutto di sé fin dalla copertina. O dal retro, come è il caso di Pazzo per la tempesta, di Norman Ollestad, appena pubblicato da Einaudi nella traduzione di Luigi Civalleri (18€). L’immagine sulla quarta di copertina è un bianco e nero sgranato che ci proietta nella California di fine anni ’60.

pubblicato da t.scarpa il 18 maggio 2010


EditoriaEdintorni

Solo cinque anni fa chi avrebbe mai detto che la migliore frase di lancio per un thriller avrebbe potuto essere: "Roslund & Hellström sono tra i migliori scrittori di crime in circolazione." Parola di Maj Sjöwall, autrice con Per Wahlöö delle storie di Martin Beck.

pubblicato da m.rossari il 12 maggio 2010


A braccia aperte

Samuel Badjang non è più africano e non sarà mai italiano. E nonostante questo il dottor Bad è oggi un bravo e rispettato chirurgo ospedaliero, laureato in medicina a Milano.

pubblicato da t.lorini il 27 aprile 2010


La lucidità di un suicidio

Si potrebbe pensare che ci sia qualcosa di morboso nel leggere testi che parlano di suicidio, soprattutto se sono stati scritti da autori che poi si sono uccisi davvero e non si sono limitati a teorizzare sull’argomento.

pubblicato da a.tarabbia il 21 aprile 2010


E così tutto vacilla #3

Come apparirebbe, ad esempio, l’Italia a questo tipo di sguardo ravvicinato? Un paese pieno di potenzialità umane, cose inaspettate, risorse. Ma anche un paese gracile, immaturo, irresponsabile, superficiale, conformista, a volte cialtrone, uscito da una tirannide e poi pilotato a colpi di assassinii, di trame occulte, di stragi all’interno di un gioco più grande.

pubblicato da a.amerio il 21 aprile 2010


E così tutto vacilla #2

Di che "genere" è questo libro? Di che genere è un diario? Sembrerebbe una domanda inutile e oziosa ma purtroppo non lo è in questi anni, in cui domina una grande paura e un altrettanto grande bisogno di difendersi dalla forza della vita e anche da quella della parola, e in cui l’unica preoccupazione sembra essere quella di separare gli uomini dalla propria vita e dalla propria esperienza, vista ormai come inattingibile e aliena.

pubblicato da a.amerio il 20 aprile 2010


La calligrafia come arte della guerra

Dopodomani, mercoledì 21 aprile, sarà in libreria il mio romanzo d’esordio, La calligrafia come arte della guerra, edito da Transeuropa edizioni. Riporto qui sotto i testi della bandella, della quarta di copertina a firma di Antonio Moresco e il primo capitolo.

pubblicato da a.tarabbia il 19 aprile 2010


E così tutto vacilla #1

Il libro che avete tra le mani è il diario scritto dall’ebreo tedesco Victor Klemperer durante un anno cruciale – il 1945 – per la storia della Germania e del mondo. Fa parte di uno sterminato diario (circa cinquemila pagine, uno dei più grandi diari mai scritti) che l’autore ha tenuto per cinquant’anni e che, nascosto presso un’amica nel periodo della più dura persecuzione antiebraica e della guerra, è miracolosamente scampato al disastro.

pubblicato da a.amerio il 19 aprile 2010


Gli incendiati

Fra tre giorni (martedì 20 aprile) sarà in libreria -edito da Mondadori- il mio ultimo libro, un breve romanzo scritto pochi mesi fa, di getto, in un mese. E’ una cosa che non avevo previsto e che è nata per un’improvvisa e incontenibile urgenza, mentre mi stavo preparando a gettarmi per molti anni (se mai li avrò) nell’impegnativa impresa che mi aspetta: il terzo, vasto romanzo che chiuderà l’orbita cominciata con Gli esordi e proseguita con Canti del caos.

pubblicato da a.moresco il 17 aprile 2010


Alla ricerca dello sballo supremo

"15 gennaio 1953. Hotel Colón, Panama. Caro Allen, sono solo di passaggio per farmi togliere le emorroidi. Non mi sembrava il caso di tornare fra gli indios con le emorroidi." Così, a dir poco in medias res, William S. Burroughs apriva il leggendario epistolario dello yage con Allen Ginsberg, oggi ripubblicato da Adelphi (pp. 215, € 12,00, a cura e con un’introduzione di Oliver Harris, nella splendida traduzione di Andrew Tanzi).
Ma che ci faceva da quelle parti, il mefitico tossico metropolitano?

pubblicato da m.rossari il 12 aprile 2010


Io sono l’amore

6 gennaio 2009. La neve cade sulla maestosa facciata della Stazione centrale, sulle linee squadrate degli edifici di via Vittor Pisani con il loro gioco di pieni e vuoti e la loro prospettiva metafisica. La fotografia è millimetricamente raffreddata, vira quasi al grigio e gli eleganti caratteri dei titoli di testa rimandano a un cinema italiano che sembrava non esistere più.

pubblicato da t.lorini il 4 aprile 2010


Il signore del cane nero

«Mattei, Matteotti, matti tutti». Forse avrebbe dovuto intitolarsi così il testo di Gabriele Vacis e Laura Curino in cui si parla (tra l’altro) del fondatore dell’Eni. La rievocazione della densa vita e della misteriosa morte di Enrico Mattei è messa infatti in bocca a Celestina, un’ex degente che la legge Basaglia ha rimesso in libertà dopo 25 anni di manicomio e che accumula in uno sconnesso monologo personaggi lontani nel tempo e nello spazio, giustificando di continuo il suo divagare con la constatazione che chi gravita attorno a Mattei, prima o poi è destinato a passare per matto.

pubblicato da t.lorini il 1 aprile 2010


Busi e l’isola che non c’è

L’Isola che non c’è è quella della sincerità e probabilmente anche della libertà d’opinione, visto che ci troviamo davanti, nel giro di poche settimane, all’ennesimo caso di censura.

pubblicato da g.giovannetti il 23 marzo 2010


Un sogno probabile

È noto che, alle nozze celebratesi in Vicenza il 29 agosto 1957, Giovanni Comisso fece da compare a Goffredo Parise, donandogli per l’occasione un anello composto di: giada da lui medesimo acquistata decenni prima in Cina raffigurante un libro + montatura d’oro ottenuta per fusione dai pennini delle varie stilografiche con cui aveva scritto le sue opere.

pubblicato da t.lorini il 8 marzo 2010


Tangenziali

"Yoga" in sanscrito significa "congiungere", "unire". L’antichissima filosofia indiana si propone infatti di collegare in una sola entità corpo e mente, essere umano e universo. Una disciplina del pensare e dell’agire, e anche del non-pensare e del non-agire, che ha tra i propri convincimenti quello che l’organo più importante del corpo umano non sia il cuore, e neanche il cervello, o il fegato, e nemmeno il pancreas o i polmoni, ma la pelle.

pubblicato da g.fuschini il 28 febbraio 2010


Strane cose, domani

Come nella copertina di questo decimo romanzo di Montanari, Danio, il protagonista di Strane cose, domani (Baldini Castoldi Dalai), è un uomo che gira con la proprio ombra a mo’ di guardia del corpo, e l’ombra è anche il suo incubo ricorrente, quello che di notte gli fa sognare il Ragno, personaggio equivoco finito in un pozzo quando Danio era bambino, e simbolo di un rimorso che è al contempo incolpevole e inespiato.

pubblicato da t.lorini il 24 febbraio 2010


Fai così...

Qui (e qui).

pubblicato da t.scarpa il 20 febbraio 2010


Nasce Isbf.it

Il prossimo 17 febbraio vedrà la luce Isbf (www.isbf.it), la prima libreria italiana on line di qualità. Il progetto, che nasce in concomitanza con le nuove classifiche di Pordenonelegge/Dedalus, è ideato per cercare di dare peso, anche economico, a quegli editori, quegli autori e quel pubblico non allineato che investe sulla ricerca letteraria ed editoriale.

pubblicato da a.tarabbia il 12 febbraio 2010


Solo il mimo...

Il film aveva una colonna sonora, in cui una profonda, autoritaria voce virile diceva: "Siate liberi e vivi e lasciate che il vostro spirito si libri in alto con la Strada Aperta!". E lui se ne andava appunto per la strada vuota, a oltre cento chilometri all’ora, isolato dall’aria esterna, isolato il più possibile persino dai suoni del proprio veicolo che avanzava per quella strada vuota.

pubblicato da s.baratto il 12 febbraio 2010


Con un piede impigliato nella storia

Con un piede impigliato nella storia (Feltrinelli, pp. 267, euro 17) è il racconto di una bambina perseguitata dal peso di un cognome ingombrante. Dalla maestra che le chiede se "quel Toni Negri di cui parlano i giornali" è proprio suo padre, al compagno di scuola che viene da una famiglia di sinistra ma "in disaccordo" con le posizioni di Toni e per questo le copre il banco di sputi.

pubblicato da t.lorini il 23 dicembre 2009


Professori di disperazione

È possibile che dei libri belli passino inosservati? Assolutamente sì.

Nell’ultimo anno trovo per esempio questo: Contro i maestri dello sconforto (Excelsior 1881, pp. 413, E 16,50) di Nancy Huston, scrittrice canadese che vive in Francia, moglie del da noi più noto Tvetan Todorov. Uscito in Francia nel 2004 con il titolo Professeurs de désespoir, il libro è un irriverente e caparbio corpo a corpo con il pensiero e le vite dei grandi nichilisti europei: Thomas Bernhard, Samuel Beckett, Emil Cioran, Milan Kundera, Elfriede Jelinek, Michel Houellebecq. Senza dimenticare Schopenhauer, loro padre spirituale.

pubblicato da c.benedetti il 22 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #6

Malore (attivo) o defenestrazione? La vicenda di Giuseppe Pinelli, entrato in Questura innocente e uscitone cadavere dopo 3 giorni di detenzione illegale, è un altro capitolo di questa storia cui sono stati dedicati diversi libri a cominciare da quel Pinelli, (Feltrinelli, 1971) che valse a Camilla Cederna i sarcasmi beceri di Indro Montanelli

pubblicato da t.lorini il 13 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #5

Questo imponente volume (700 pagine) passa in rassegna una mole enorme di dati, recuperando anche elementi trascurati dalle indagini o dimenticati nel corso degli anni. Le tesi di Cucchiarelli hanno suscitato diverse polemiche, sia per quanto riguarda il ruolo di Valpreda e, più in generale, dei circoli anarchici indagati, sia per quanto attiene alle responsabilità di forze dell’ordine e apparati dello Stato.

pubblicato da t.lorini il 11 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #4

A tutt’oggi resta il più completo dei saggi su Piazza Fontana, lettura imprescindibile tanto per l’esperto quanto per il profano.

pubblicato da t.lorini il 10 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #3

Come Camilla Cederna e Mario Scialoja, Corrado Stajano è uno dei primissimi giornalisti giunti alla Banca Nazionale dell’Agricoltura dopo l’esplosione; ancora recentemente ha ricordato quel pomeriggio come "una cesura, una riscoperta del mondo e di sé stessi. Anche per i giornalisti".

pubblicato da t.lorini il 10 dicembre 2009


Elogio della vecchiaia

Ricordiamo tutti l’acceso dibattito, nei primi mesi del 2009, intorno alle questioni di fine vita e al testamento biologico. Lo sfondo era, ed è, quello di un progresso scientifico che delinea sempre più nettamente la prospettiva di una vecchiaia straordinariamente prolungata con metodi artificiali anche contro la volontà personale..

pubblicato da a.tarabbia il 10 dicembre 2009


Il saggio d’urgenza politica di Pier Paolo Pasolini

Debbo confessare che quando ho letto per la prima volta i titoli dei due interventi che anticipano e seguono la presente esposizione sul saggio politico di Pier Paolo Pasolini ho sorriso in modo allegro, ma nostalgico.

pubblicato da a.tarabbia il 8 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #2

Uscito appena sei mesi dopo le bombe, La strage di Stato è l’imprescindibile accessus agli studi su Piazza Fontana, nonché il primo importante esempio di controinchiesta e di coordinamento delle fonti e delle indagini svolte al di fuori dei canali ufficiali e delle piste precostituite.

pubblicato da t.lorini il 7 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #1

"Un rompicapo avvolto in un mistero rinchiuso in un enigma" la celebre frase di Churchill sembra perfetta per l’esplosione della Banca Nazionale dell’Agricoltura per cui quaranta anni di indagini non sono bastati a rintracciare un colpevole, una responsabilità precisa.

pubblicato da t.lorini il 7 dicembre 2009


Žižek blues

Odia il prossimo tuo è certamente un titolo che attira l’attenzione: si tratta dell’ultimo libro apparso in Italia firmato da Slavoj Žižek (Transeuropa, Massa settembre 2009), che con Eric L. Santner s’interroga e interroga grandi pensatori del passato sul tema dell’altro. Il pensiero di Žižek è una festa dell’intelligenza e per l’intelligenza: le sue molte associazioni mentali e le citazioni di filosofi, psicanalisti, registi, scrittori, fenomeni vari di cultura di massa, rendono il ragionamento molto coinvolgente.

pubblicato da a.tarabbia il 16 novembre 2009


I ragazzi del mucchio

Torna in libreria il romanzo d’esordio di Silvio Bernelli in una nuova edizione Sironi.
(ripropongo la recensione che ne aveva fatto Dario Voltolini su TTL g.f.)

Silvio Bernelli, I ragazzi del mucchio, Sironi, Milano 2009, pagg. 208, € 14,00.

pubblicato da g.fuschini il 16 novembre 2009


Venti sigarette a Nassirya

Ho letto questo libro per caso, perché io e uno degli autori abbiamo un amico in comune. Non ho fatto in tempo a localizzarlo che me l’aveva già regalato. Ma non bastava. Per prima cosa ho letto il post scriptum, che ho trovato fastidiosamente ideologico. Niente di eccepibile, ma nemmeno di nuovo. Parole che si possono trovare in calce a qualsiasi tirata no global. L’avevo messo da parte.

pubblicato da t.lorini il 12 novembre 2009


Dove va il romanzo americano

Riflettere sulla letteratura americana, sul suo stato di salute e sulle direzioni verso le quali si sta orientando equivale prima di tutto a cercare di capire e assimilare un decennio difficile e contraddittorio, che si è aperto con una data tanto fatidica quanto extraletteraria. L’11 settembre 2001 e i suoi significati culturali vanno ben al di là del quadro sociopolitico che l’attentato al World Trade Center ha sancito e inaugurato al tempo stesso: il crollo delle Torri ha scavato un vero e proprio abisso nella psiche collettiva, traducendosi prima di tutto in una profonda crisi della rappresentazione, della parola, dei modi di racconto.

pubblicato da c.benedetti il 11 novembre 2009


Kaputt

Ha destato una certa risonanza la mossa con cui Adelphi ha riscattato da Mondadori i diritti sull’opera di Curzio Malaparte, facendo coincidere la prima uscita con la pubblicazione di Un incontro, volume di riflessioni in cui a rivalutare l’autore di Prato si spende -a sorpresa- Milan Kundera.

pubblicato da t.lorini il 8 novembre 2009


Sciascia, la mafia, l’uomo

Il moderno, diceva Wilde, è pericoloso: corre sempre il rischio di passare di moda. Il classico, al contrario, è sempre attuale. Ha una parola per il suo tempo e una parola per l’eternità.

pubblicato da a.tarabbia il 5 novembre 2009


Cose gay (due o tre)

Ho incontrato, per così dire, Tommaso Giartosio alla fine del 2004.
Avevo iniziato da pochi mesi a pubblicare qualche recensione su «Pulp libri», quando Piersandro Pallavicini mi ha segnalato l’uscita per Feltrinelli di un saggio il cui sottotitolo annunciava "Letteratura, omosessualità, mondo".

pubblicato da t.lorini il 18 ottobre 2009


Cose gay (due o tre)

Partendo dal pretesto narrativo (per la verità abbastanza esile) di un ’omocidio’, l’assassinio di un omosessuale di mezz’età da parte del suo giovane partner tunisino, Franco Buffoni dà vita a un interessantissimo romanzo-conversazione in cui si intrecciano un dotto riepilogo di temi e questioni sull’omosessualità nella storia della cultura e un dibattito tra due diversi modi di vivere il proprio orientamento sessuale.

pubblicato da t.lorini il 18 ottobre 2009


Il primo dio, l’ultimo, forse nessuno

Scrive Robert McAlmon, in una testimonianza resa nel 1968, che quello che più lo attirava di Emanuel Carnevali era il fatto che «era puramente italiano, e come tale privo di qualsiasi scrupolo ipocrita per la "morale", l’ "anima" e la "coscienza". Se era senza un soldo e rubava a un amico libri di valore per venderli e comrparsi da mangiare e da bere, lo faceva senza rimorsi».

pubblicato da a.tarabbia il 6 ottobre 2009


Ritratto di Saverio Sivizia

Questo è il ritratto di un uomo che si è realizzato sulle nostre rovine. Dovessimo attenerci alla pratica dell’eccesso, verrebbe voglia di denigrarlo fino alla sconvenienza, fino a elevare questo testo al rango e alla dignità dello scandalo. Non è nostra intenzione ricondurre la sgomentevole e pestifera politica di Saverio Sivizia a un malcostume cinico e premeditato.

pubblicato da ilprimoamore il 25 settembre 2009


Luigi Di Ruscio sprigionatore di parole

Massimo Rizzante, nel saggio Non siamo gli ultimi (Effigie, Milano 2009), commenta un racconto di Asar Eppel’ (della raccolta Via d’erba, Einaudi, Torino 2002), in cui dei ragazzi, durante l’avanzata tedesca verso Mosca, in uno dei momenti più drammatici della storia, si divertono a lanciare vasetti di senape contro una fontana. "E’ la bellezza del presente ordinario," commenta Rizzante, "incastonato come un diamante nelle nefandezze del passato e della guerra."

pubblicato da a.tarabbia il 14 settembre 2009


Brothers

Caro Sergio,
rispondo volentieri all’invito del tuo articolo su ilprimoamore a condividere le impressioni su Brothers di Yu Hua, ne ho appena finito la lettura e ti scrivo subito. Capisco il movente del tuo articolo, dopo aver letto un libro così devi parlarne, esso reclama spazio per l’assimilazione e il confronto. Avrai già capito che ti sono immensamente grato per la segnalazione di Yu Hua.

pubblicato da s.nelli il 3 settembre 2009


Il fondo del sacco

Da qualche anno Il fondo del sacco era nella mia libreria, sempre più impolverato, prossimo ormai ad essere relegato nel dimenticatoio dell’ultima fila. Quando mi capitava di intravederlo, mentre collocavo sul ripiano un altro volume, mi tornava in mente Il barilotto di Ammontillado e il personaggio di Fortunato, costretto ad assistere inerme mentre, uno dopo l’altro, si chiudono gli strati di mattoni che lo sigillano nel suo sepolcro. A differenza di Montresor, però, io non ero contento e anzi mi sentivo tremendamente in colpa perché quel libro è stato un dono, il pensiero di un caro amico per il mio primo Natale da emigrato.

pubblicato da t.lorini il 17 luglio 2009


Walter Siti negli Emirati

Un libro di viaggio su commissione, gli Emirati Arabi, uno scrittore del calibro di Walter Siti. Ne è uscito fuori II canto del diavolo (Rizzoli), duecentodue pagine incantevoli e intense come di rado succede in questo genere di libri.

pubblicato da c.benedetti il 7 luglio 2009


Mentre morivo

Dopo anni che ci giravo intorno e un paio di tentativi non troppo convinti attorno ai venticinque anni, finalmente, seduto nel diretto affollatissimo che mi riportava da Torino a Milano, sono entrato nell’universo narrativo di William Faulkner e l’ho fatto iniziando con un libro che avevo appena acquistato.

pubblicato da t.lorini il 13 giugno 2009


La visione

A distanza di dieci anni dalla sua prima pubblicazione presso King Kamehameha Press esce in questi giorni, presso l’editore Scheiwiller, La visione, conversazione con Carla Benedetti registrata nell’agosto del 1998.

pubblicato da a.moresco il 26 maggio 2009


Arricchirsi è glorioso

Il libro dello scrittore Yu Hua, Brothers, uscito in Cina nel 2005 e 2006 in due parti e tradotto in italiano da Feltrinelli (Brothers e Arricchirsi è glorioso) difficilmente sarà dimenticato.

pubblicato da s.nelli il 17 maggio 2009


Scrittori giovani e giovanissimi #4

E per finire segnalo il romanzo di Rosella Postorino, L’estate che perdemmo Dio, pubblicato recentemente da Einaudi Stile Libero.

pubblicato da a.moresco il 12 maggio 2009


Scrittori giovani e giovanissimi #2

Il secondo libro che voglio segnalare si intitola Argomenti per l’inferno ed è uscito nel 2009 dall’editore No Reply. E’ il primo romanzo di uno scrittore di trent’anni che vive a Torino e si firma Ade Zeno. Racconta la claustrofobica e dolorosa convivenza di un ragazzo malato con la figura di carceriere-infermiere di suo padre. Il punto di forza di questo libro sono i dialoghi.

pubblicato da a.moresco il 8 maggio 2009


Intervista ad Antonio Moresco

Qui

pubblicato da ilprimoamore il 30 aprile 2009


Viaggiare lentamente

Londra, dicembre, 1933. Armato di uno zaino, un patrimonio di conoscenze letterarie e parecchia incoscienza, lo studente appena diciottenne Patrick Leigh Fermor parte per un viaggio indimenticabile: la traversata dell’Europa a piedi. Destinazione: Instanbul. La meta esotica per eccellenza in quegli anni, cantata, tra le altre, anche dall’opera di Robert Byron.

pubblicato da t.scarpa il 28 aprile 2009


Lontani dal romanzo

Tecniche di basso livello di Gherardo Bortolotti (Lavieri, 2009) è l’ultimo arrivato di una serie di libri che viaggiano felicemente assai lontani dal romanzo. L’ho letto dopo i testi di Franco Arminio (da Circo dell’ipocondria a Vento forte tra Lacedonia e Candela), dopo Micame di Livio Boriello e Personaggi precari di Vanni Santoni.

pubblicato da s.nelli il 17 aprile 2009


Certi giorni sono peggiori di altri giorni

Ho una memoria guasta, sbagliata. Chi a suo tempo si è occupato di confezionare la scatola nera del mio cervello deve aver dimenticato – per noia, per distrazione, o addirittura (ma è solo un malizioso sospetto) per scherzo, qualche passaggio essenziale, qualche rotella indispensabile perché il meccanismo funzionasse a dovere.

pubblicato da t.scarpa il 16 aprile 2009


Acasadidio

Martedì 24 marzo ore 18, libreria Feltrinelli via Manzoni 12, Milano, Giorgio Morale presenta Acasadidio (Manni 2009) con Gabriella Fuschini e Giovanni Giovannetti. Letture di Mattia Camisa Morale e Maria Cascone. Omaggio musicale di Beno Fignon.

pubblicato da g.fuschini il 22 marzo 2009


Canti del caos

"… Ci pensavo oggi, mentre mi spostavo lungo le ferite di queste strade che sono state aperte nella crosta terrestre, e che hanno gettato in alto tutte queste barriere infettive di grattacieli sorti in una notte dal nulla e di colonne e di torri, e guardavo quei microbi a ruote che correvano sugli enormi nastri delle strade a quattordici corsie. ’Ce la farò?’ mi dicevo. ’Ce la faremo?’

pubblicato da a.moresco il 17 marzo 2009


Canti del caos

"Non ti vedo più, non ti sento più!"
"Dove siamo finiti?"
"Chi siamo?"
"La massa d’ombra, l’energia oscura di cui è fatta la quasi totalità del mondo, dell’universo."
"Eppure ci abbracciamo, ci fondiamo l’uno nell’altra…"
"Sì, certo, anche noi. E, se è per quello, ci riproduciamo, ci espandiamo (…)."

pubblicato da a.moresco il 15 marzo 2009


Canti del caos

Ho iniziato a scrivere Canti del caos nel febbraio del 1994, quindici anni fa. Passato attraverso tre diversi editori, interamente rivisto nelle prime due parti e completo della inedita terza e ultima parte, ora questo romanzo sta finalmente per uscire in un unico volume da Mondadori.
Nell’attesa -oggi e nei prossimi giorni- riporterò alcuni brevi brani tratti dalla terza parte.

pubblicato da a.moresco il 13 marzo 2009


Argomenti per l’inferno

L’esordio narrativo di Ade Zeno non promette un mondo di buoni. E non promette che non sia il nulla a dannare il mondo da un momento all’altro. Del resto, e preventivamente, un altro mondo lo consegna al lettore. Lo coltiva in ogni pagina con la stessa rabbia e la stessa grazia di un cane randagio che si offre alla luna.

pubblicato da t.scarpa il 25 febbraio 2009


MalacarneT

Il circolo culturale Malacarne è una delle realtà più vivaci e dinamiche di Verona, da anni resiste alle tempeste e rende più leggero il clima di una città che troppo spesso finisce sulle pagine di cronaca per notizie dolorose e pesanti come piombo.

pubblicato da t.lorini il 21 gennaio 2009


Omaggio a D’Arrigo

Segnalo l’uscita, presso l’editore Edisud Salerno, di Femmine folli e malinconici viaggiatori, il nuovo saggio che Emilio Giordano (dopo i due precedenti: "Horcynus Orca": il viaggio e la morte del 1984 e "Cima delle nobildonne" o della metamorfosi infinita del 1989) ha dedicato all’opera di Stefano D’Arrigo.

pubblicato da a.moresco il 28 dicembre 2008


Raccontino di Natale

Si rinnova, come un bel regalo di Natale, l’appuntamento decembrino col nuovo numero di ’tina, la rivista creata e diretta da Matteo B. Bianchi. Gli autori di questo numero sono Gianni Miraglia, Thomas Pololi, Chiara Reali, Paolo Nori, Andrea Demarchi e io.

Ecco un brano del mio racconto.

pubblicato da t.lorini il 23 dicembre 2008


La vita erotica dei superuomini

Era quasi destino che un libro come La vita erotica dei superuomini di Marco Mancassola (Rizzoli editore, pagg. 574, € 21.50) uscisse, nel nostro paese, negli stessi giorni un cui in America si consumava la spettacolare vittoria di Barak Obama.

pubblicato da t.scarpa il 18 dicembre 2008


Anabasi, sempre

Ho appena riletto, dopo molto tempo, uno dei libri che avevo incontrato e amato intorno ai trent’anni, di ritorno a Milano dopo un decennio passato tra continui spostamenti e disastri, mentre cominciavo a scrivere Clandestinità. Lo avevo letto con entusiasmo e come qualcosa che mi riguardava e che mi insegnava una possibilità e un sogno più grandi.

pubblicato da a.moresco il 9 dicembre 2008


La lingua presa alla lettera

C’era una volta…
– Uno scrittore di fiabe! – diranno subito i miei piccoli lettori.
No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta la lingua italiana, con tutti i suoi modi di dire. Non erano modi di dire altisonanti, ma espressioni semplici, proverbi modesti, di quelli che si mettono nelle frasi di tutti i giorni per ravvivare il discorso e colorire la conversazione.

pubblicato da t.scarpa il 8 dicembre 2008


Un’altra scuola è possibile

Mentre il governo di centrodestra procede indefesso nella manovra di tagli che genera lo sfascio (anche letterale come purtroppo testimonia la tragedia di Rivoli) della scuola italiana, esce per gli eleganti tipi di Casagrande un volumetto che raccoglie gli articoli pubblicati nel corso di due anni dal poeta e insegnante Fabio Pusterla sul settimanale ticinese «Azione».

pubblicato da t.lorini il 3 dicembre 2008


Il mare vegetale

Scomparso all’età di 63 anni pochi mesi dopo l’uscita di questo suo libro, Roger Deakin è stato uno scrittore molto particolare. Poche le pagine scritte, grande l’esperienza in esse trasfusa. In un libro non ancora tradotto in Italia, Waterlog (1999), Deakin narrava le proprie nuotate attraverso le acque delle sue amate isole britanniche: stagni, fiumi, acquitrini, laghi.

pubblicato da d.voltolini il 1 dicembre 2008


Il G8 della polizia “cilena”

Quasi trent’anni dopo Treno di panna di Andrea De Carlo con Cosa cambia Roberto Ferrucci (Marsilio), appena più giovane, riafferma una modalità ipervisiva di approccio alla realtà: dilatazione dei dettagli e insieme effetto distanziante di un cineocchio incollato alle cose.

pubblicato da t.scarpa il 29 novembre 2008


Punk anni Ottanta

Gli anni ’80 in Italia sono stati la prima decade vissuta dalla società mediatizzata e quindi l’unica ad essere stata raccontata – nel suo farsi – da una classe politica e giornalistica ferma alle contrapposizioni del decennio precedente, completamente diverso.

pubblicato da t.scarpa il 27 novembre 2008


I partiti visti da Simone Weil

"I partiti sono organismi costituiti pubblicamente in modo da uccidere nelle anime il senso della verità e della giustizia".

pubblicato da ilprimoamore il 26 novembre 2008


Infinite Loss

Mi turbinano in testa decine di idee, di ricordi, di potenziali scalette per scrivere un pezzo sulla morte di David Foster Wallace, e già questo mi sembra offensivo, inautentico.

pubblicato da s.baratto il 24 novembre 2008


Scberto da Gierbino

Sta per uscire (il 30 Novembre), presso l’editore Coniglio, a cura di Barbara Alberti e Massimiliano Parente, il primo libro di poesie di un oscuro poeta umbro di nome Scberto da Gierbino.

pubblicato da ilprimoamore il 17 novembre 2008


Dentro e fuori

Può apparire un po’ surreale, ascoltando le notizie che arrivano nel corso di questo scoppiettante inizio di anno scolastico, immergersi nella lettura del libro intitolato Dentro e fuori la scuola di Roberto Moscati, Elisabetta Nigris e Sergio Tramma, ma ve lo consiglio perchè ne vale senza dubbio la pena.

pubblicato da t.lorini il 16 novembre 2008


I taccuini di Camus

Alcuni giorni fa un giovane scrittore (Vincenzo Latronico) mi ha fatto notare che da molto tempo non scrivo più le mie "Anticipazioni" e mi ha detto che la cosa gli rincresceva. Rimedio subito.

pubblicato da a.moresco il 9 novembre 2008


2666

Finalmente i lettori italiani stregati dal primo volume di 2666 possono tuffarsi nell’inesauribile materia narrativa di quest’opera di cui Adelphi completa la pubblicazione dando alle stampe il meraviglioso secondo volume, che comprende, delle cinque storie di cui si compone il tutto, le ultime due, intitolate "La parte dei delitti" e "La parte di Arcimboldi".

pubblicato da d.voltolini il 29 ottobre 2008


L’antiutilitarismo di Alfredo Salsano

Alfredo Salsano era solito organizzare seminari e incontri di studio attorno ai temi dei libri che andava pubblicando come editor della casa editrice Bollati Boringhieri. Erano occasioni belle e fertili di riflessione e di confronto tra autori e collaboratori.

pubblicato da c.benedetti il 23 ottobre 2008


Lettere a nessuno 1997

Dopo undici anni torna in libreria, ma raddoppiato, Lettere a nessuno di Antonio Moresco (Einaudi Stile libero). La parte nuova integra la disperante ricognizione del nostro habitat culturale raccontando il segmento di tempo che va da allora a oggi.

pubblicato da c.benedetti il 1 ottobre 2008


Novalis

Forse la storia comincia con questa terra. Alzi la testa a nord della città e vedi: una striscia di trenta chilometri punteggiata di fabbriche e agglomerati di media dimensione, centri commerciali, palazzi color mirtillo, la diaspora del neon.

pubblicato da ilprimoamore il 25 settembre 2008


L’aria che tira

Sia detto con estremo rispetto per i diretti interessati: gli scrittori, categoria cui beninteso appartengo. Ma questi ultimi, salvo rari casi, dalle nostre parti, occorre immaginarli, come si sarebbe detto al tempo del fascio, "amanti della vita comoda". Scafati professionisti, insomma.

pubblicato da a.moresco il 21 settembre 2008


Vento forte tra Lacedonia e Candela

Almeno un quarto dei paesi italiani è gravemente malato. Soffre di desolazione.

pubblicato da t.scarpa il 15 settembre 2008


È morto David Foster Wallace

Qui la notizia.

pubblicato da t.scarpa il 14 settembre 2008


Sade o dell’effervescenza del sangue

Andrea Tarabbia, Sade o dell’effervescenza del sangue

pubblicato da a.tarabbia il 12 settembre 2008


Zanna Bianca

"L’uomo, l’essere dalla vita più movimentata, sempre in rivolta contro l’irrevocabile sentenza che ogni movimento debba, alla fine, concludersi con l’immobilità."

pubblicato da s.nelli il 4 settembre 2008


Il libro postumo di Oriana Fallaci

Mandato in libreria l’ultimo giorno di luglio, quando le case editrici chiudono e di libri non ne escono, aiutato dall’assenza di concorrenti e da un battage fortissimo, il romanzo postumo di Oriana Fallaci, Un cappello pieno di ciliegie (Rizzoli, pp. 859, E. 25) va subito in cima alle classifiche dei più venduti.

pubblicato da c.benedetti il 1 settembre 2008


Il caso Biondillo

Gianni Biondillo rischia seriamente di diventare il Simenon italiano. Come il celebre inventore del commissario Maigret, lo scrittore milanese sta infatti costruendo, anno dopo anno, libro dopo libro, un corpo di testi spaccato di netto a metà.

pubblicato da t.scarpa il 1 settembre 2008


Frasi #3

il fatto è che dio non esiste ma come è possibile che dio non esiste se c’è questa scritta Banco di Napoli?

pubblicato da t.scarpa il 28 agosto 2008


Una divina indifferenza

La mia città è Perugia, ed ha avuto la ventura di dare i natali a un famoso poeta del ’900, Sandro Penna, il quale l’abbandonò poco più che ventenne per la ben più amata Roma, dove vivrà il resto della sua vita.

pubblicato da s.nelli il 21 agosto 2008


Quello che c’è tra di noi

In libreria in questi giorni Quello che c’è tra di noi, una raccolta di storie d’amore omosessuale curata da Sergio Rotino.

pubblicato da t.lorini il 29 luglio 2008


La Commedia albanese

La prima si chiama Beatrice Hysa, la seconda Beatrice Kodheli; ce n’è una terza, Beatrice Marku, e anche una quarta: Beatrice Brahimi. Ce ne sono anche una quinta, una sesta, una decima, ce ne sono venti, trenta, cento: e tutte queste non sono che Beatrici X, perché non è stato possibile, dopo gli opportuni rilievi e la cerca dei documenti, stabilirne i cognomi.

pubblicato da a.tarabbia il 26 luglio 2008


Dopo la pika

Il dottor Michihiko Hachiya, direttore dell’Ospedale delle Comunicazioni di Hiroshima, comincia a scrivere il suo diario l’8 agosto 1945, cioè circa 48 ore dopo lo scoppio della bomba. Egli comincia così: «Erano le prime ore di una bella giornata tranquilla e calda».

pubblicato da a.tarabbia il 16 luglio 2008


Frasi #2

noi siamo un corpo estraneo al mondo, un oggetto fatto di un altro materiale

pubblicato da t.scarpa il 16 luglio 2008


Gli animali di Coetzee

Il libro di Coetzee, La vita degli animali (Trad. it. di Franca Cavagnoli e Giacomo Arduini, Adelphi, 2003, pp.155, euro 6), che risale al 1999, presenta un racconto sulla insensibilità umana rispetto al dolore inflitto dalla nostra specie agli animali.

pubblicato da s.nelli il 14 luglio 2008


Pene d’amore

Arriva in libreria in questi giorni Pene d’amore, una raccolta di racconti erotici a cura di Gianni Biondillo, pubblicata da Guanda. Gli autori, oltre al curatore, sono Andrea Bajani, Valerio Evangelisti, Marcello Fois, Raul Montanari, Gianluca Morozzi e io.

pubblicato da t.scarpa il 1 luglio 2008


Regole d’ingaggio

In quest’ulteriore prova del suo talento di reporter, William Langewiesche (American Ground, 2003; Il bazar atomico, 2007) analizza la sanguinosa rappresaglia messa in atto da una pattuglia di marines il 19 novembre 2005, quando l’ultimo blindato di un convoglio USA salta su una mina nascosta nelle strade di un quartiere residenziale di al-Hadita.

pubblicato da t.lorini il 28 giugno 2008


Il contagio

Quando Walter Siti si libera del suo personaggio, ammiccante alla propria mediocrità, e esibito in Troppi paradisi come figura esemplare del degrado dell’Occidente (un’esemplarità tutta negativa, ma non per questo meno compiaciuta), allora dalla sua penna escono narrazioni di grande potenza.

pubblicato da c.benedetti il 28 giugno 2008


Frasi

bisognerebbe essere cose uniche, cose definitive, cose irrimediabili. non più meschini calcoli di superflua sopravvivenza, ma una vita che emani luce, forza, bellezza come una fiamma

pubblicato da t.scarpa il 24 giugno 2008


Terrore e ipnosi culturale

La tendenza a "condire" i titoli in traduzione non rende un buon servigio all’ultimo libro di Susan Faludi. Da The Terror Dream. Fear and Fantasy in post 9/11 America si è infatti passati a Il sesso del terrore. Il nuovo maschilismo americano (ISBN, pag 407, E 23,00).

pubblicato da c.benedetti il 13 giugno 2008


Beduina

"A papà il mio corpo fa schifo" Jasira ne è sicura da subito. Come spiegare altrimenti il ceffone che ha ricevuto per essersi presentata a colazione in maglietta e slip? Jasira ha 13 anni e da pochi mesi la sua vita è piena di cambiamenti non voluti né piacevoli.

pubblicato da t.lorini il 13 giugno 2008


Eleganza

Una sera d’estate in un palazzo romano due amici che non si vedevano da molto tempo si ritrovarono e come animali guardarono i loro movimenti dentro le grandi stanze principesche. Entrambi sapevano che non occorreva parlare: uno era un pittore e l’altro un uomo volante per l’Italia.

pubblicato da s.nelli il 8 giugno 2008


Micame

Da qualche giorno ho in casa un libro che aspettavo da tempo. Lo ha scritto il mio amico Livio Borriello. Si chiama Micame e lo ha stampato una giovane ma agguerrita casa editrice di Napoli che si chiama Orientexpress. Detto questo adesso sono libero di scrivere quello che voglio e mi pare il miglior modo di aderire alla lezione del libro.

pubblicato da t.scarpa il 13 maggio 2008


Scrivere di sé per tutti

Una storia d’amore improvvisa che strappa uno scrittore dalle braccia della moglie per gettarlo in quelle di una nuova donna. Lo stordimento colposo che colpisce un uomo nel pieno delle forze quando si trova a scegliere tra una persona e un’altra. La necessità di scendere a patti con le proprie pulsioni.

pubblicato da t.scarpa il 13 maggio 2008


Letterina

Cari amici, è un po’ di tempo che non mi faccio vivo sul nostro sito, un po’ perché sto lavorando a due libri di prossima pubblicazione, un po’ perché mi sono dedicato ad alcuni scritti che sono apparsi o che appariranno sulla nostra rivista cartacea

pubblicato da a.moresco il 11 maggio 2008


Il «pianeta» Baudelaire

Se è vero, come sostiene George Steiner, che "la critica letteraria dovrebbe scaturire da un debito d’amore", con Il Ribelle in guanti rosa Giuseppe Montesano paga l’ennesima cambiale affettiva a Baudelaire e alla sua opera.

pubblicato da t.scarpa il 1 maggio 2008


I mangiacani di Svinia – Un’epopea rom

Come era prevedibile in questi giorni difficili, la festa per ricordare la sconfitta di fascismo e nazismo, è rimasta (o è stata lasciata) in ombra. Nei tg il discorso con cui presidente della Repubblica ha aperto le cerimonie per l’anniversario della Liberazione è passato solo dopo l’inquietante ostensione della salma di padre Pio e gli ultimi appelli dei candidati al Campidoglio e dei loro supporters.

pubblicato da t.lorini il 25 aprile 2008


Un inchino

Non avrei mai pensato di arrivare a far tanto. Commentare la Dickinson, si intende. Leggo da sempre le sue poesie e lo faccio con quella certa riverenza che solitamente si tributa al sacro.

pubblicato da a.tarabbia il 2 aprile 2008


Scòzzari e la bimba a Milano

Con uno stile inconfondibile, sempre in bilico fra una sagace autoironia e la più geniale irriverenza, Filippo Scòzzari ripercorre le proprie Memorie dell’arte bimba (Coniglio Editore). Intervengono Antonio Caronia, Gian Domenico Iachini e Tiziano Scarpa.

pubblicato da t.scarpa il 1 aprile 2008


Un uomo solo

Un uomo solo si sveglia e mangia uova affogate con pancetta, caffè e pane. Si chiama George, è inglese e lavora come professore di letteratura in un college della California, ha cinquantotto anni, è alto un metro e settanta, è omosessuale e ha appena perso il suo compagno di vita deceduto in un incidente d’auto.

pubblicato da s.nelli il 31 marzo 2008


Segnavento Pontormo

E’ uscito in questi giorni in libreria una mia scrittura teatrale dal titolo Segnavento Pontormo, edita dalla casa editrice Titivillus, che fa cose di teatro. Il libro si può trovare anche in IBS e in altri distributori internet.

pubblicato da s.nelli il 31 marzo 2008


Sante ragioni

Un esempio recentissimo testimonia quanto sia necessario questo bel saggio: Ian Wilmut annuncia di voler privilegiare altri filoni di studi perché le staminali embrionali (di cui è un’autorità) non danno i risultati sperati. Sul Corriere, Galli della Loggia commenta la notizia. Con valutazioni scientifiche? Non sia mai!

pubblicato da t.lorini il 14 marzo 2008


L’incanto delle Voci antiche

Mi sono avvicinato a Voci – Antropologia sonora del mondo antico di Maurizio Bettini senza saperne granché. In un certo senso, si tratta di un libro che mi sono ritrovato tra le mani, e ho cominciato a leggerlo con la curiosità e la leggerezza tipiche di chi si avvicina a qualcosa che non conosce e non lo vincola.

pubblicato da a.tarabbia il 5 marzo 2008


Anni Settanta

Il clima di contrapposizione, che ancora oggi intorbida storia e politica italiana, impone purtroppo che le impressioni di lettura su Anni Settanta siano precedute da una premessa, per liberare il campo da una questione che ha rischiato di catalizzare ogni discussione sul libro.

pubblicato da t.lorini il 4 marzo 2008


Non è un paese per vecchi

Che si possa trarre un film da uno qualsiasi dei libri di Cormac McCarthy è una cosa che si è portati a pensare alla prima descrizione di paesaggio in cui si incappa durante la lettura.

pubblicato da a.tarabbia il 29 febbraio 2008


Finalmente le novelle di Pirandello

Ci sono scrittori che attirano i filologi come le mosche - uno di questi è Carlo Emilio Gadda. Altri li tengono invece stranamente lontani. A quest’ultima schiera appartiene Luigi Pirandello.

pubblicato da c.benedetti il 29 febbraio 2008


Quali libri bruciare?

Nel suo ultimo articolo apparso su "L’Espresso", Roberto Saviano fa i conti col boom editoriale esploso intorno alla questione "camorra". Quale medico più indicato dell’autore di Gomorra, e cioè del libro-evento che il boom l’ha innescato, ad analizzare i pro e i contro di questo sintomo culturale?

pubblicato da t.scarpa il 26 febbraio 2008


Marte - Il cavaliere, la morte e il diavolo

Edito da Mondadori nel 1976, in coincidenza con l’uscita in lingua originale, questo romanzo fervido, amaro e sconvolgente è a tutt’oggi notissimo nell’area germanica, dove è giunto alla 22a edizione. In Italia viceversa, era pressoché scomparso dalle librerie.

pubblicato da t.lorini il 20 febbraio 2008


Tutte le strade portano al Fucino

Sono in libreria, - con i limiti dovuti alla distribuzione fagocitante che al solito richiede soprattutto il libro dell’anno, del mese, del giorno, il capolavoro più bello dell’ultima mezzora – due opere di Tommaso Ottonieri.

pubblicato da a.tarabbia il 14 febbraio 2008


Evangelisti & Moresco

Il libro comprende un racconto di Valerio Evangelisti intitolato La controinsurrezione e un mio racconto cinematografico intitolato L’insurrezione. Prima di ogni racconto c’è una prefazione.

pubblicato da a.moresco il 11 febbraio 2008


Gli scapoli

Dopo A mille miglia da Kensington, Gli anni fulgenti di Miss Brodie, Memento mori e altri sette titoli, prosegue la pubblicazione presso Adelphi delle opere di Muriel Spark, scrittrice inglese recentemente scomparsa.

pubblicato da t.scarpa il 29 gennaio 2008


Bilanci e oroscopi

Nel 2006 sono usciti due libri su cui si è addensata una giustamente enorme attenzione convergente. Gomorra di Roberto Saviano e Troppi paradisi di Walter Siti riuscivano a fare splendidamente quello che molti altri scrittori di talento stavano/stanno tentando in Italia

pubblicato da t.scarpa il 23 gennaio 2008


Peter Handke e i verbi in cammino

Alla finestra sulla rupe, di mattina (Milano, Garzanti, 2003) felice traduzione di Am Felsfenster morgens presenta cinque anni di appunti diaristici dello scrittore austriaco nel periodo 1982-1987 trascorso in patria a Salisburgo.

pubblicato da s.nelli il 20 gennaio 2008


Quiz, ma sono serio

tiziano, come va?
ti volevo dire una cosa, ho composto questo piccolo elenco di libri che per me vale come una specie di installazione-quiz e che riassume molte delle cose che penso sul mondo dell’editoria, della cultura etc..

pubblicato da t.scarpa il 19 gennaio 2008


Pornopotere

Quello su liceità e limiti della pornografia è un dibattito annoso e mai completamente esausto, a cui la diffusione massiva del porno online ha aggiunto nuovi elementi e scenari prima nemmeno ipotizzabili.

pubblicato da t.lorini il 14 gennaio 2008


L’altoforno e gli innocenti

Pensando al tragico incidente sul lavoro di questi giorni a Torino ci è venuto in mente l’incipit del romanzo Gli Innocenti (1961) di Guido Seborga, che racconta le lotte operaie all’Ilva di Savona all’inizio degli anni cinquanta.

pubblicato da t.scarpa il 11 dicembre 2007


Il prato di Littell

Comincio così: alcuni anni fa – non importa quanti esattamente –, durante un viaggio in Polonia ho visitato i campi di Auschwitz I e Auschwitz II – Birkenau. Non mi voglio dilungare sull’argomento.

pubblicato da a.tarabbia il 9 dicembre 2007


La camicia di ghiaccio

E’ uscito da poco, presso il piccolo e coraggioso editore Alet (che si è assunto l’onere e l’onore di pubblicarlo) un libro formidabile. Che è poi solo il primo di sette libri (Sette sogni, è il titolo generale dell’opera) dove questo scrittore-sognatore incontenibile e donchisciottesco racconta da par suo la genesi del suo grande, infantile e feroce paese.

pubblicato da a.moresco il 5 dicembre 2007


"Libertemos os animais"

Succulente, romanzo di Luisa e Fulvio Ervas (Marcos Y Marcos, pp. 235, E. 14,50). Un giallo ambientato in un orto botanico di Lisbona (un’"arca per vegetali") e nel santuario di Fatima (altra arca, per le attese di miracolo degli uomini)?

pubblicato da c.benedetti il 4 dicembre 2007


Letteratura autobiografica/2

Tutti gli scrittori, o quasi tutti, a un certo punto della propria vita scrivono un’autobiografia. In qualche caso, e particolarmente se si tratta di autori famosi, lo fanno più per incassare il congruo assegno dell’editore che per il reale interesse di raccontare qualcosa di sé, di guardare nella persone che sono state e trarre un bilancio di ciò che sono diventate.

pubblicato da g.fuschini il 27 novembre 2007


la concubina imperiale

I tempi sono quelli che sono. Tutto sembra andare al ribasso e all’ammasso. La maggioranza delle persone sembra in questi anni tirare fuori il peggio da sé. Sono pochi quelli che non si arrendono a questo annichilimento.

pubblicato da a.moresco il 25 novembre 2007


Oggi è il compleanno di Carlo Collodi

Oggi è il compleanno di Carlo Collodi. Mi ha reso felice la mossa di Sergio Nelli che lo ha ricordato con semplicità, elencando le tappe fondamentali della sua vita.

pubblicato da t.scarpa il 24 novembre 2007


Vita di Collodi

Carlo Collodi nasce a Firenze nel 1826 come Carlo Lorenzini: Collodi è il nome di una frazione di Pescia, di cui era originaria la madre (all’epoca il paese era in provincia di Lucca, mentre dal 1927 è in provincia di Pistoia).

pubblicato da s.nelli il 22 novembre 2007


Se consideri le colpe

“Ci sono dei posti in cui i miracoli li si fanno succedere e altri che si passa solo il tempo ad aspettarli. Perché pensi che tua madre sia venuta fin qui?”

pubblicato da c.benedetti il 19 novembre 2007


Verderame

Verderame di Michele Mari è un breve romanzo minerale, allo stato fluido. Lo si legge d’un fiato ma poi rimane a "respirare" dentro all’animo per giorni, come una cosa viva - proprio come il veleno turchese nominato nel titolo, una volta sciolto in acqua.

pubblicato da c.benedetti il 13 novembre 2007


Lettera di Pierino a Manolo

È uscito in questi giorni il libro di Manolo Morlacchi La fuga in avanti, ricostruzione e testimonanza di una vicenda familiare (quella del padre Pierino che nel 1970 partecipò con Curcio alla fondazione delle Brigate Rosse, della madre Heidi Peusch originaria della DDR, dei dieci fratelli e di tutta la famiglia Morlacchi)

pubblicato da ilprimoamore il 7 novembre 2007


"Rigodon" di Céline

Finalmente si ristampa Rigodon in edizione singola (Einaudi, pag. 272, E 17,00, traduzione di Giuseppe Guglielmi, introduzione di Massimo Raffaelli). E’ l’ultimo libro del grande Louis-Ferdinand Céline, il più insubordinato e il meno ristampato dei classici

pubblicato da c.benedetti il 4 novembre 2007


Cosa cambia

20 luglio 2001. "Giornata di scontri a Genova. C’è stato anche un morto…". Chi non ricorda dove si trovava, cosa stava facendo nell’istante in cui ha sentito per la prima volta la notizia?

pubblicato da t.lorini il 24 ottobre 2007


Maestro

È in libreria un prezioso e secondo me bellissimo libro di filosofia. L’autore è Diego Marconi, il titolo è Per la verità. Relativismo e filosofia, l’editore è Einaudi, costa 10 euro.

pubblicato da d.voltolini il 20 ottobre 2007


Il dio nero

Mariella Mehr è una di quelle scrittrici che hanno una biografia “forte”. Ma la sua opera non è un documento di queste esperienza personale terribile e non si esaurisce in questa.

pubblicato da a.moresco il 18 ottobre 2007


Letteratura autobiografica/1

Esiste un’intera branca della letteratura che trae la sua forza dall’esperienza diretta. Letteratura autobiografica, quindi, che è tale solo quando produce libri che non sono semplicemente costruiti dai ricordi, ma libri costruiti con i ricordi.

pubblicato da g.fuschini il 26 settembre 2007


Memoria

Solo la consapevolezza del passato permette di andare incontro al futuro. Ecco perché è necessario analizzare se stessi attraverso il tempo. Per farlo, gli esseri umani hanno a disposizione uno strumento fondamentale: la memoria.

pubblicato da g.fuschini il 16 settembre 2007


L’eternità attraverso gli astri

Ho trovato nelle settimane scorse, in pieno agosto, in un negozio di libri a metà prezzo, nelle edizioni SE, un libro leggendario e del tutto eccezionale e di cui avevo solo sentito parlare: L’eternità attraverso gli astri di Louis-Auguste Blanqui.

pubblicato da a.moresco il 2 settembre 2007


Palacult

Che piaccia o meno, Chuck Palahniuk è davvero uno degli autori di culto degli ultimi quindici anni. Ho usato l’aggettivo credo più esatto, dato che il suo sito internet ha come sottotitolo The Cult. Palahniuk non si ama: lo si venera.

pubblicato da a.tarabbia il 31 agosto 2007


Entusiasmo ed esecuzione artistica secondo Leopardi

Sulla creazione artistica Leopardi è intervenuto tante volte in modi diversi. Il passo dello Zibaldone, qui di seguito, presenta numerosi fili e connessioni e una centralità che la filologia filosofica di Luporini chiarisce e spiega al meglio.

pubblicato da s.nelli il 27 agosto 2007


Valicatori di confini

Un bambino si dirige confusamente verso la piazza in cui avrà luogo l’esecuzione del padre. Sospinto di qua e di là dalla folla inquieta, assiste impaurito all’impiccagione.

pubblicato da c.benedetti il 13 agosto 2007


Cimitero occidentale

Intervista a Tiziano Scarpa su L’ultima casa.

pubblicato da ilprimoamore il 20 luglio 2007


Cosa cambia

Come tutti sanno, pochi giorni fa Giovanni De Gennaro è stato dimissionato dall’incarico di capo della Polizia. Come tutti sanno, il motivo del dimissionamento risiede in una (presunta) storia di false testimonianze e false informazioni al pubblico ministero, con riferimento al blitz della polizia all’interno della scuola Diaz durante il G8 del 2001.

pubblicato da t.scarpa il 19 luglio 2007


Sirene d’allevamento

Tutta la forza di Sirene, breve romanzo di Laura Pugno (Einaudi, pp. 147) sta in un’invenzione bruciante e terribile, che non si può riassumere senza rovinarne la lettura.

pubblicato da c.benedetti il 4 luglio 2007


Buone letture per l’estate

Novità editoriali dalla Premiata Casa Editrice Fegatello & figli!!! IMPERDIBILI!!! ACQUISTI SUBITO TUTTI I VOLUMI IN CATALOGO automaticamente aprendo la presente pagina web!!!

pubblicato da s.baratto il 26 giugno 2007


Che cosa spetta ai morti?

Chi fa a meno dell’idea religiosa per comprendere il mondo, si trova di fronte continuamente situazioni ed esperienze le quali pur non rimandando a finalità intelligibili si incontrano interpretate diversamente, magari senza connotati esplicitamente religiosi, in atteggiamenti e discorsi che hanno un fondo misticheggiante, chimerico, di rozza affabulazione.

pubblicato da s.nelli il 21 giugno 2007


Steven Blush: American Punk Hardcore

Stati Uniti, primissimi anni ’80. Esplode il fenomeno hard core punk: musica ad alto impatto emozionale, coscienza politica e attitudine a sfornare dischi autoprodotti, fanzine fatte in casa, idee e guai.

pubblicato da d.voltolini il 19 giugno 2007


Se tutti i pipistrelli fossero pipistrelli

"Ah, se tutti i pipistrelli fossero pipistrelli!" esclamò un giorno Gelsomino, mentre accompagnava a scuola la piccola Maria.

pubblicato da a.moresco il 13 giugno 2007


I persecutori AA. VV.

"I persecutori": questo il titolo scelto da Transeuropa per la sua antologia di scrittori italiani. Tutti suppergiù tra i 35 e i 45 anni, molti legati al blog "Nazione Indiana", alcuni famosi e altri no, sono tra il meglio della nuova generazione di autori.

pubblicato da d.voltolini il 4 giugno 2007


La ragazza che affronta il drago

E’ uscito presso Einaudi Dio non ama i bambini, di Laura Pariani. Leggo questa scrittrice fin dall’inizio. Abbiamo esordito tutti e due nello stesso anno, il 1993, e ci siamo conosciuti subito.

pubblicato da a.moresco il 28 maggio 2007


La conquista dell’inutile

Nella foresta vergine del Perù, durante la lavorazione di Fitzcarraldo, uno dei suoi film più noti e apprezzati, Werner Herzog tenne un diario. L’impresa durò tre anni, dal 1979 al 1981. E costò fatiche incredibili.

pubblicato da c.benedetti il 27 maggio 2007


Sirene

Questa non è una recensione. Sono annotazioni che ho scritto dopo la lettura di Sirene, il romanzo bellissimo di Laura Pugno che vi consiglio di non farvi sfuggire.

pubblicato da t.scarpa il 23 maggio 2007


L’occhio infuocato di Cartarescu

Lunedì 14 maggio, ore 18.00, alla Libreria Libri & Caffè, via Pietro Maestri, 1, Milano - presentazione del romanzo di Mircea Cartarescu, Abbacinante. L’ala sinistra
intervengono Carla Benedetti, Bianca Valota Cavallotti, Bruno Mazzoni e l’autore.

pubblicato da c.benedetti il 12 maggio 2007


Genuflessi alle classifiche

Chissà perché in letteratura, proprio in letteratura, ci si genuflette alle classifiche di vendita, e sembra una cosa buona e giusta, una legge scientifica benché non falsificabile.

pubblicato da c.benedetti il 8 maggio 2007


Il picaro, l’Italia e la grande guerra
pubblicato da c.benedetti il 3 maggio 2007


La libreria ideale

Ho ritrovato un appunto in fondo all’agenda dell’anno scorso. Avevo deciso di prendere nota delle letture di un anno. Come spesso accade mi sono fermata quasi subito.

pubblicato da b.centovalli il 1 maggio 2007


L’egocalisse

È scoppiata un’epidemia dentro e fuori dei libri. I focolai sono sempre più numerosi. Il morbo si chiama autobiografia. La scrittura si è ammalata di io.

pubblicato da t.scarpa il 18 aprile 2007


Come si diventa ladri

"Chissà in quale organo dell’uomo si nasconde il sogno".

pubblicato da c.benedetti il 17 aprile 2007


Gli incolpevoli

Gli incolpevoli di Hermann Broch (ediz. originale 1950; trad. it., Torino, Einaudi, 1963, rist. nel 1981, introvabile oggi in libreria), autore del più noto e ambizioso La morte di Virgilio (ediz. originale 1945; trad. it., Milano, Feltrinelli, 1962, disponibile in ediz. economica Feltrinelli, 2003), è un «Romanzo in undici racconti», come recita il sottotitolo, di intatta e sconvolgente attualità.

pubblicato da b.centovalli il 10 aprile 2007


L’amore guardato in faccia

Nel 2004, a Milano, in una fiera di arte contemporanea, Massimo Giacon ha esposto un’installazione con 100 disegni: persone di ogni tipo che facevano cose ordinarie o piuttosto atroci.

pubblicato da t.scarpa il 25 marzo 2007


Richard Powers e la potenza della finzione

Vincitore nel 2006 del prestigioso National Book Award, Richard Powers è uno degli scrittori americani più affascinanti e più inventivi. I suoi romanzi incantano e non somigliano a quelli di nessun altro. Nemmeno ai suoi precedenti. Da un libro all’altro è sempre alla ricerca di qualcosa.

pubblicato da c.benedetti il 21 marzo 2007


Riconoscere una strada

Nota su Ludwig Hohl

pubblicato da g.fuschini il 21 marzo 2007


Post punk

La cosa più interessante è stata rovistare tra i vecchi giornali musicali e leggere l’eccitazione della cronaca di quel momento, che non poteva avere cognizione di ciò che quella musica sarebbe diventata.

pubblicato da d.voltolini il 20 marzo 2007


Un romanzo di formazione familiare

Caro Livio, iniziamo dal titolo. Il tuo Niente da ridere è un’infilata di incidenti, gaffes, capovolgimenti di ruoli, involontarie candidature politiche, improbabili scappatelle e pupazzi di Babbo Natale rubati agli studi televisivi.

pubblicato da t.scarpa il 13 marzo 2007


L’amore non è più quello di una volta

Le motivazioni sono diverse.
Innanzitutto ci piaceva coinvolgere in un progetto comune un gruppo di amici che da anni si incontrano con una certa frequenza, si confrontano e si interrogano sui temi della scrittura.

pubblicato da t.scarpa il 12 marzo 2007


Yvette

Leggendo Maupassant, colpiscono la concisione, la scarsezza di concessioni al sentimentalismo, la precisione dei particolari, la descrizione del paesaggio urbano e l’aria di modernità tra cui si muovono i protagonisti, le motivazioni sordide, la crudezza, il contrasto tra personaggi maschili e femminili.

pubblicato da ilprimoamore il 14 febbraio 2007


Il turista nudo

La vita vera? Bisogna cercarla nell’Altrove. Un luogo dell’anima, prima ancora che geografico e culturale. Un luogo che è l’opposto dell’Ovunque in cui viviamo.

pubblicato da d.voltolini il 12 febbraio 2007


Everyman

A un primo, superficiale approccio Everyman, l’ultimo romanzo di Philip Roth – un’amara e insieme serena riflessione sulla morte –, può sembrare una storia intimistica e confessionale

pubblicato da t.scarpa il 8 febbraio 2007


Amami

Tutto quello che facciamo, lo facciamo per essere amati. A ogni parola che pronunciamo ne fa da sottofondo un’altra: "Amami". È una richiesta da accattoni sentimentali, ma è anche un comando a cui è impossibile ubbidire: perché non si può obbligare nessuno ad amare.

pubblicato da t.scarpa il 30 gennaio 2007


La verità di Annamaria Franzoni

Memorie, vissuti e "storie vere" sono ormai un settore di punta del mercato del libro. "Memoir" è il nome che il mondo anglofono dà a questa sorta di super-genere, contrapposto alla "fiction", che si sta sempre più imponendo anche sulla scia dei reality show. In questo quadro un libro come La verità di Annamaria Franzoni (scritto con Gennaro De Stefano, Piemme) si presta a una doppia lettura. Memoria difensiva? O un ulteriore pezzo di quel grande ingranaggio narrativo avido di "casi veri"?

pubblicato da c.benedetti il 23 gennaio 2007


Leopardi a Roma

Sono tornate da poche settimane in libreria le Lettere di Giacomo Leopardi, in un’edizione di grande valore scientifico curata da Rolando Damiani, già autore di una bella biografia del poeta e di una preziosa edizione commentata dello Zibaldone.

pubblicato da t.scarpa il 10 gennaio 2007


A chi si genuflette Lindo

Confesso di aver creduto per qualche tempo che il titolo del libro di Giovanni Lindo Ferretti, Reduce, fosse in inglese. L’ho visto in libreria e non ho pensato nemmeno per un secondo all’italiano, chissà perché.

pubblicato da s.baratto il 6 gennaio 2007


Voci d’autore

È da poco in libreria per i tipi della Utet (a cura di Renzo Martinelli, postfazione di Giovanni Falaschi) un volume singolare che riproduce il Vocabolarietto dell’Italiano, curato da Valentino Bompiani e Cesare Zavattini e parte centrale di una pubblicazione molto speciale: l’Almanacco Letterario Bompiani 1959. Con il titolo Voci d’autore… Cento e più parole genialmente interpretate da… scrittori tra i maggiori del secolo passato (da Moravia a Calvino, da Cassola a Bilenchi, da Gadda a Pasolini, da Vittorini a Silone, da Luzi a Caproni, da Bobbio a Fusco…) insieme a un gruppo di fotografi, il Dizionario vede la luce dopo quasi cinquant’anni in forma autonoma e ci restituisce un ritratto vivo di vizi e virtù del nostro Bel Paese.

pubblicato da ilprimoamore il 5 gennaio 2007


Bisogna essere spietati

NEW YORK - Hemingway, addio. E addio anche a Aristotele, William Faulkner, Tennessee Williams: per far posto ai best seller di John Grisham, Stephen King, David Baldacci, Nelson DeMille, dagli scaffali delle biblioteche pubbliche americane stanno scomparendo i grandi classici.

pubblicato da s.baratto il 3 gennaio 2007


Le formiche di Novalis

Questa volta niente scherzi né paradossi. I due libri che segnalo per questa fine e inizio d’anno si trovano veramente in libreria. Il primo sicuramente. Il secondo non so se è ancora disponibile. Io l’avevo comperato nel 1993, appena uscito, in due volumi della Nue Einaudi. L’autore è Novalis, il titolo Opera filosofica.

pubblicato da a.moresco il 22 dicembre 2006


Il cuore perverso di Zizek

È uscito Il cuore perverso del cristianesimo, di Slavoj Zizek (Meltemi editore). Questo articolo riprende alcuni temi presenti nella postfazione di Marco Senaldi stesso al libro di Zizek.

pubblicato da t.scarpa il 21 dicembre 2006


L’"abisso calmo" di Philippe Forest

Non esiste una parola per indicare la condizione del genitore a cui sia morto un figlio. Mentre il figlio che perde il genitore è "orfano", l’ inverso resta per la lingua una casella vuota.

pubblicato da c.benedetti il 19 dicembre 2006


Una scrittrice nigeriana

Nel mondo anglofono ha suscitato grande interesse il romanzo di esordio di una giovane nigeriana, finalista del prestigioso Orange Prize: L’ibisco viola di Chimamanda Ngozi Adichie.

pubblicato da c.benedetti il 19 dicembre 2006


Lamentazione per i libri belli

C’è un verbo curioso che si continua a usare quando viene stampato un libro. Si dice che il libro è "uscito". In realtà, a parte le solite schifezze e qualche miracolosa eccezione che porta a "uscire" anche qualche bel libro, si deve dire che i libri non escono. Semplicemente traslocano dall’officina tipografica alla casa dello scrittore.

pubblicato da t.scarpa il 12 dicembre 2006


Aura condizionata

È noto che tra sociologia e arte contemporanea non corre buon sangue. Il motivo è presto detto: per i sociologi ha sempre avuto poco senso occuparsi d’arte contemporanea perché a livello sociale rappresenta una nicchia elitaria;

pubblicato da t.scarpa il 29 novembre 2006


Un nuovo editore in rete per i lettori (e per gli editori su carta)

"Vibrisselibri è una casa editrice che pubblica in rete, con la formula del copyleft, opere letterarie e saggistiche liberamente e gratuitamente scaricabili. Vibrisselibri è anche un’agenzia letteraria, che propone alle case editrici tradizionali le opere già pubblicate in rete."

pubblicato da t.scarpa il 16 novembre 2006


Ellis Island

Se, come diceva il grande Angelo Maria Ripellino, Velimir Chlebnikov è un continente, Bret Easton Ellis deve essere per forza almeno un’isola.

pubblicato da s.baratto il 14 novembre 2006


I nuovi sentimenti

Ci sono sentimenti che hanno resistito caparbiamente all’avvento del nuovo. Ce ne sono altri che sono scomparsi: un po’ alla volta, quasi insensibilmente, o un po’ di colpo di fronte a inaspettati cataclismi culturali.

pubblicato da t.scarpa il 13 novembre 2006


"Il paese dove non si muore mai"

Beckett scelse di scrivere in francese. Agota Kristof vi fu costretta dopo la fuga dall’Ungheria. La storia dell’espatrio linguistico si ripete con Ornela Vorpsi, che è nata a Tirana nel 1968, ha studiato arte a Milano, e ora vive a Parigi. Questa volta però la lingua d’adozione non è il francese.

pubblicato da c.benedetti il 12 novembre 2006


Nel cuore silenzioso del capitalismo
pubblicato da t.scarpa il 9 novembre 2006


Un piccolo raggio di sole

Castelvecchi ha recentemente pubblicato Fai ciò che vuoi, versione italiana della biografia di Aleister Crowley (1875-1947) scritta da Lawrence Sutin (già autore di Divine invasioni sulla vita di Dick). Riportandoci così al tempo delle sue uscite migliori, quelle fondanti per la generazione dei ’90 (Bifo, Negri, Blissett, la coppia D-G, l’arancione Woobinda…).

pubblicato da t.scarpa il 9 novembre 2006


Romanzo e storia: una recensione a una recensione

"Chiamiamola pure cronaca di una mia avvincente sconfitta. Tutto avrei immaginato, tranne che un giorno mi sarei trovato a celebrare un "Generation Pride". Poniamo pure me lo fossi figurato, non mi sarei mai aspettato che la generazione in questione fosse proprio la più inutile, la più amorfa, la più indefinibile, la più smidollata, la più rivoltante, la meno glamour di tutte: la mia.

pubblicato da s.nelli il 6 novembre 2006


Il bruciacadaveri

Il signor Theodor Mundstock che il doppio passo degli editori ha tirato fuori dal cilindro nel 1997, riproponendo un autore, Ladislav Fucks, che aveva avuto un passaggio in Italia negli anni Settanta (con Il bruciacadeveri e Una buffa triste vecchina, ormai introvabili) è stata una bella sorpresa.

pubblicato da s.nelli il 28 ottobre 2006


Silvana Mauri, scrittrice involontaria

Silvana Mauri è scomparsa da poco, a 86 anni, subito dopo l’uscita del suo primo libro, Ritratto di una scrittrice involontaria (a cura di Rodolfo Montuoro, Nottetempo). Ed è un libro struggente, luminoso, che ci rivela una voce straordinariamente intensa, capace di toccare corde profonde in chi legge. Eppure lei i lettori non li aveva previsti.

pubblicato da c.benedetti il 5 ottobre 2006


Un romanzo di Richard Powers

Davanti a un oceano umano di 75.000 individui che ondeggia e schiuma sotto il cielo di Washington davanti al Lincoln Memorial il giorno di Pasqua del 1939, si esibisce la straordinaria cantante di colore Marion Anderson, la più grande contralto americana, che si era vista rifiutare per motivi di discriminazione razziale la sede della Constitutional Hall.

pubblicato da d.voltolini il 5 ottobre 2006


L’altrove a Villa Literno

Nordafricani a Villa Literno, prostitute ganesi, un intero pullman di ambulanti polacchi appena giunti in Italia e spersi nella notte vicino a Caserta.

pubblicato da c.benedetti il 30 settembre 2006


Anticipazione #8

Che emozione ritrovare dopo molto tempo -e in edizione economica- un libro comperato molti anni fa ai Remainders! Si tratta di "Melville" di Lewis Mumford.

pubblicato da a.moresco il 27 settembre 2006


Fois, la storia e l’intreccio

Formidabile cosa è l’intreccio, che i grandi romanzieri del passato non hanno mai disdegnato. L’ultimo romanzo di Marcello Fois, Memoria del vuoto (Einaudi), mi ha stimolato questa breve riflessione sul senso riduttivo con cui spesso viene inteso l’intreccio.

pubblicato da c.benedetti il 17 settembre 2006


Anticipazione #7

Il dono di Humbolt di Saul Bellow da un bel po’ non si trova più in libreria né nelle bancarelle dell’usato. Perciò accorti editori si sono dati battaglia e tra pochissimo riavremo disponibile questo libro straordinario.

pubblicato da s.nelli il 11 settembre 2006


Ancora su Alphaville

Aggiungo alcune considerazioni sull’intervento introduttivo di Distruggere Alphaville di Evangelisti, qui discusso da Antonio Moresco, prima delle vacanze, in relazione a una recensione di Andrea Cortellessa (vedi Sopramonte).

pubblicato da s.nelli il 30 agosto 2006


L’apicultore di Gustafsson

Ah, queste muffe – muffe e funghi che crescono su oggetti di corno, sotto le stoppie, nei boschetti – che cosa non avrebbero potuto insegnarvi sulla vita intelligente extraumana!

pubblicato da s.nelli il 28 luglio 2006


Sopramonte

La settimana scorsa, in un articolo su Tuttolibri che è un misto di colpi sparati a vanvera e di cose condivisibili, Andrea Cortellessa sferra un violento attacco a Valerio Evangelisti, reo a suo parere di spacciare "spaghetti gothic"

pubblicato da a.moresco il 30 giugno 2006


Un magnate cinese del pesce

La Cina ha il più alto numero di miliardari sotto i quarantanni. Maria Pace Ottieri, che da anni esplora il mondo dei poveri e degli immigrati che sbarcano sulle nostre coste, ha raccolto in un libro una serie di interviste ai nuovi ricchi dei cosiddetti paesi poveri: India, Cina, Indonesia, Thailandia. Albania, Sudafrica, Egitto. Come si accumulano grandi fortune in quello che fino a poco tempo fa si chiamava Terzo Mondo? (c.b.)

pubblicato da c.benedetti il 29 giugno 2006


Sant Jordi

Una delle prime cose che si imparano a Barcellona è che Jordi è il nome maschile più diffuso. Lo si sente pronunciare per strada da ragazzini che si sfottono, da madri talvolta inviperite che richiamano all’ordine il piccolo catalano occupato a trasgredire, è il nome dello scrittore del libro che sto leggendo e quello di giornalisti, politici, artisti e costosi elettricisti.

pubblicato da c.benedetti il 29 giugno 2006


Il romanzo della vita di Silvana

«Mio caro Ottiero, / non oso ancora chiamarti amore. Ma ti amo. / Non ho più nessuna paura, nessun pudore a dirlo e so bene quel che significa, ed è questo che mi meraviglia più di tutto, come se in me fosse nata un’altra persona che non ricordavo, tutta semplificata in queste parole e centuplicata, più profonda che mai.»

pubblicato da b.centovalli il 24 giugno 2006


Addio a Silvana

E’ morta oggi Silvana Mauri appena un mese dopo l’uscita del suo libro di lettere e memorie Ritratto di una scrittrice involontaria, Nottetempo

pubblicato da c.benedetti il 23 giugno 2006


Tre libri

Stanno uscendo dei libri che non lasciano indifferenti, negli ultimi tempi. Ho già parlato di Gomorra di Roberto Saviano. Di altri che leggerò durante le vacanze magari parlerò più avanti. Adesso voglio fare un rapido accenno a tre libri che ho letto in questi mesi: La furia del mondo, Tuttalpiù muoio e Memoria del vuoto

pubblicato da a.moresco il 20 giugno 2006


Per Giorgio Messori

Giorgio Messori è morto il 12 giugno, stroncato, come si dice in questi casi, ’da una lunga e dolorosa malattia’. Il sottoscritto, incuriosito da due preziose recensioni di Trevi e Belpoliti per il suo Nella città del pane e dei postini, l’aveva intervistato, ricavandone la sensazione di una persona dolcissima, incline alla riservatezza e alla malinconia. Questa è la recensione che è apparsa su "Stilos" del 30 agosto-12 settembre 2005.

pubblicato da t.scarpa il 16 giugno 2006


Anticipazione #6

Al termine di un decennio prodigioso, in cui ha scritto sei romanzi e centinaia di racconti, oltre a svariati testi teatrali, poesie, articoli, ecco che questo formidabile scrittore sfocia in un libro inclassificabile, inaudito.

pubblicato da t.scarpa il 13 giugno 2006


Sete. Trilogia del deserto

Nel 1998 è uscito in Italia "Sete. Trilogia del deserto" di Shulamith Haraven (Neri Pozza).

pubblicato da s.nelli il 9 giugno 2006


Gomorra

Caro Roberto,
ho finito il libro e ne sono entusiasta. Anche solo per riuscire a documentare una situazione simile bisognerebbe essere dei grandi reporter. Ma per far emergere un mondo bisogna essere degli scrittori di razza, e tu lo sei.

pubblicato da a.moresco il 1 giugno 2006


Anticipazione #5 _ Una puttana leopardiana

Un’altra buona notizia. Le crude, commuoventi, profonde memorie di una puttana americana dell’Ottocento (già pubblicate nel 1970 da Adelphi) sono state finalmente adottate come libro di testo nelle scuole italiane.

pubblicato da a.moresco il 4 maggio 2006


Montagne cancellate dalle mappe

Perché su Il nome della rosa e Se una notte d’inverno un viaggiatore si sono versati fiumi di inchiostro, mentre lo strepitoso e sorprendente Cima delle nobildonne di Stefano D’Arrigo, uscito nel 1985, è rimasto come un clandestino a bordo della nostra letteratura?

pubblicato da c.benedetti il 18 aprile 2006


Nella battaglia del grano

Nella battaglia del grano Quando jurij sente la parola “cultura” imbraccia il mitra, sempre e solo per difesa, a volte preventiva.

pubblicato da t.scarpa il 7 aprile 2006


Anticipazione #4

Quella di oggi non è una vera e propria anticipazione come le altre, perché il libro di cui parlerò (Edwin Mullhouse, di Steven Millhauser) è stato pubblicato in Italia quasi un anno fa, nel maggio del 2005, ed è uscito negli Stati Uniti addirittura nel 1972

pubblicato da a.moresco il 4 aprile 2006


Prova di nudo

Finalmente un bel romanzo sull’Italia delle scalate al potere con il suo carico d’ombra e di tragedia.

pubblicato da b.centovalli il 1 aprile 2006


Le donne e le femmine d’elefante
pubblicato da c.benedetti il 27 marzo 2006


Anticipazione #3

Un amico, Sergio Nelli, mi ha regalato un’edizione, parziale ma comunque appassionante e da tempo attesa, del carteggio Goethe-Schiller.
"Ma che bello!" gli ho detto "Era tanto che desideravo leggerlo! L’hai trovato in una libreria antiquaria? Su una bancarella di libri usati?"
"No, cosa dici! E’ appena uscito."

pubblicato da a.moresco il 24 marzo 2006


L’uomo nell’olocene

"In questi giorni i romanzi non funzionano, vi si tratta di persone nel loro rapporto con sé stesse e con gli altri, di padri e madri e figlie rispettivamente figli e amanti ecc., di anime, principalmente infelici, e di società ecc. , come se il terreno per tutto ciò fosse garantito, la terra una volta per sempre terra, l’altezza del livello del mare regolata una volta per sempre…"

pubblicato da s.nelli il 23 marzo 2006


Anticipazione #2

Pubblicato una prima volta nel 1985, Cima delle nobildonne è un libro perentorio e anticipatore, uno dei più eccentrici di tutta la letteratura moderna. Vi si parla di un antico faraone femmina, di placenta, di creazione chirurgica della donna, di immagine trasmessa e di tante altre cose. E’ come se questo scrittore, ancora profondamente incompreso nel nostro stupido, corrotto e infelice paese, con due soli romanzi avesse percorso tutto l’arco della letteratura.

pubblicato da a.moresco il 16 marzo 2006


Tenere acceso il cervello

Come mio fratello di Uwe Timm (Mondadori, 2005) è un libro da leggere. Non è un testo liberatorio né di riconciliazione con il passato, non potrebbe esserlo. È un libro duro che lavora sulla memoria familiare, la scarnifica fino all’osso.

pubblicato da b.centovalli il 9 marzo 2006


Vietato leggere

Sono passati ormai tredici anni da quando la scrittrice Dubravka Ugresic ha lasciato la sua terra natale, l’attuale Croazia. Nella sua condizione di esilio ha scritto questi saggi, tutti appartenenti al decennio scorso. Di lei il lettore italiano ha potuto leggere Il museo della resa incondizionata, pubblicato da Bompiani nel 2002, opera molto notevole sia sul piano della forma sia su quello emozionale, toccante e profondo dei contenuti.

pubblicato da d.voltolini il 9 marzo 2006


Il bambino e la morte

"D’improvviso mi è sembrato così falso starmene lì" scrive Baricco "come una bella statuina, a prendere sberle dal primo che passa."

pubblicato da a.moresco il 8 marzo 2006


Il genitore incomprensibile

Richard Ford (1944) è uno scrittore tipicamente americano. Due dei suoi libri rappresentano per me dei momenti importanti che ci ha fatto vivere quella letteratura, così prontamente sempre da noi tradotta…

pubblicato da s.nelli il 27 febbraio 2006


Anticipazione

"La vita letteraria ha i suoi retroscena. Il successo usurpato o meritato, ecco quello che vuole la platea; i mezzi sempre ignobili, le comparse imbellettate, la claque, i servi di scena, ecco quello che si cela tra le quinte. Voi siete ancora in platea. Siete ancora in tempo, rinunciate prima di mettere il piede sul primo gradino del trono disputato da tante ambizioni e non disonoratevi come faccio io per vivere."

pubblicato da a.moresco il 26 febbraio 2006


Novecento al futuro

Si può cominciare da quando Antonio bambino giocava con la ghiaia nel giardino di Croce a Sorrento, o si accomodava sulle ginocchia di Saba, o di quando tra il ’46 e il ’47 Caproni lo preparò agli esami di ammissione alla scuola media: Antonio in pantaloni corti, di un’intelligenza già allora caustica che bruciava sulle pagine aperte del sussidiario.

pubblicato da b.centovalli il 24 febbraio 2006


In Dieci si obbedisce meglio

Di sicuro Proust non avrebbe mai scritto un romanzo a più mani con altri narratori del tempo. Ma se lo avesse fatto (immaginiamolo alle prese con Gide, Rolland, Dujardin...) che ne sarebbe stato di quel suo lento, stupefacente, periodare asmatico? Come minimo gli avrebbero chiesto di scorciare le frasi.

pubblicato da c.benedetti il 10 febbraio 2006


Il Messia dandy

All’inizio della sua prima avventura, Una ballata del mare salato, Corto Maltese entra in scena crocefisso sul mare. I suoi marinai si sono ammutinati e lo hanno legato a una croce galleggiante. Il primo atto del suo creatore Hugo Pratt è tirarlo via dalla croce.

pubblicato da t.scarpa il 9 febbraio 2006


Per Gina Lagorio

Omaggio a una scrittrice controcorrente, libera e piena di vita e al suo ultimo sorprendente libro Càpita.

pubblicato da b.centovalli il 31 gennaio 2006