Giovanni Giovannetti

Eroina di Stato

I nomi dei morti per overdose in Italia tra il 1974 e il 1985 sono da scrivere accanto a quelli delle vittime della stagione stragista.

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 ottobre 2018


I colori della paura

Costruendo ponti e restando umano, il sindaco di Riace Mimmo Lucano ha semplicemente reso virtuoso ciò che il ministro della paura vorrebbe oneroso.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 7 ottobre 2018


Avanti pop

Ma siamo sicuri che alle ultime elezioni ha vinto il centrodestra?

pubblicato nella rubrica democrazia il 11 marzo 2018


Vi odio, cari poliziotti

Pasolini, il Sessantotto e una «brutta poesia».

pubblicato nella rubrica poesia il 4 marzo 2018


Petrolio, o Vas

L’incompiuto romanzo di Pasolini e i capitoli mancanti: Lampi sull’Eni, i discorsi di Cefis e un’iconografia un poco meno ingiallita.

pubblicato nella rubrica libri il 12 febbraio 2018


Notturno buffo

Disadattati, resistenti e fuggiaschi nel tempo del precariato. Una lettura di “Notturno buffo” di Giorgio Mascitelli

pubblicato nella rubrica libri il 12 dicembre 2017


L’Apocalisse di Pier Paolo

Pasolini, Petrolio, la strage di piazza Fontana a Milano e quei due morti ammazzati: il portinaio padovano Alberto Muraro e l’avvocato romano Vittorio Ambrosini.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 dicembre 2017


Dodici dicembre

Piazza Fontana, Banca Nazionale dell’Agricoltura. La strage è di Stato e gli americani lasciano fare.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 dicembre 2017


Tutto prende senso

Scendo all’edicola.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 30 maggio 2014


Peto camuno

Reduci dalla fiaccolata balùba di sabato 15 febbraio a Pavia contro immigrati, rifugiati e terroni, sabato 22 marzo alcuni amici di Chirichelli, Belsito e Pino Neri hanno rinnovato rutti e peti davanti a un residence alle porte di San Genesio.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 23 marzo 2014


E’ qui la festa?
pubblicato nella rubrica a voce il 9 marzo 2014


Clandestinità

Grillo, il reato di clandestinità, i soldi degli immigrati, l’interesse nazionale e i miseri tornaconti politici.

pubblicato nella rubrica democrazia il 11 ottobre 2013


Il ritorno del Grullo

Abbiamo da poco lasciato Beppe Grillo intento ad arringare i fedeli a credere obbedire e combattere i Rom, ed eccolo nuovamente librare il suo svettante nanismo contro il diritto di cittadinanza agli stranieri, in particolare contro il diritto dei minori nati da noi a sentirsi “anche” italiani. La minaccia di un referendum.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 maggio 2013


Ladroni e Cosa nostra

Al simpatizzante leghista non far sapere…

Tra le temerarie operazioni finanziarie dell’ex tesoriere lumbàrd Francesco Belsito si fa largo una cupa storia di riciclaggio del denaro sporco della ‘Ndrangheta e di Cosa nostra, in un iperbolico intreccio tra Romolo Girardelli detto “l’ammiraglio” (vicino alla ‘ndrina dei De Stefano), i siciliani Rinzivillo e il commercialista Pasquale Guaglianone, incarcerato nel 1987 per associazione sovversiva e oggi titolare della M.G.I.M., la società che – oltre a riciclare conto-mafie – ha curato il trasferimento in Svizzera, in Tanzania e a Cipro di oltre 6 milioni d’euro verdelega.

pubblicato nella rubrica democrazia il 17 novembre 2012


Il welfare è come la penicillina

L’On. Mario Adinolfi, un cortese e simpatico supporter di Matteo Renzi, giorni fa in televisione ha spiegato una parte importante del punto di vista del sindaco di Firenze e, evidentemente, dei suoi seguaci. Dunque, Adinolfi dice: «l’Europa ha l’8 per cento della popolazione mondiale, produce il 25 per cento del Pil mondiale e consuma il 50 per cento del welfare del globo». Adinolfi aggiunge che questa è una situazione insostenibile, ammonisce che bisogna finirla con la vecchia sinistra e con la difesa del vecchio welfare e conclude che ci vuole qualcosa di nuovo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 novembre 2012


Alle elezioni del tempo presente manca il futuro

Ci sono voti “pro” e voti “contro”: siamo in un’epoca in cui i voti sono “contro”, emotivi e istintivi, proprio quando servirebbe il ritorno della politica ragionata, pensosa, immaginata. L’assetto politico attuale sta per essere travolto: il nuovismo di Renzi, l’ignoto di Grillo, il giovanilismo un po’ stantio di Cattaneo sono tutti fattori di cambiamento.

pubblicato nella rubrica democrazia il 12 novembre 2012


Puttana a chi?

Di Beppe Grillo, della banda Casaleggio e del grillismo più ottusamente servile penso tutto il male possibile; dei grillini che conosco tutto o quasi tutto il bene possibile. E trovo raggelante la pubblica testimonianza di Federica Salsi, consigliera comunale di Bologna, di seguito ripresa integralmente (G. G.)

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 6 novembre 2012


L’Aquila, ore 3.32

Sconcertante. È sconcertante la reazione del mondo scientifico alla sentenza aquilana di condanna a sei anni dei componenti la Commissione grandi rischi, colpevoli non tanto di non saper «prevedere» terremoti non prevedibili quanto di aver avallato l’«operazione mediatica» della banda Bertolaso – molto politica e poco scientifica – volta a “tranquillizzare” la popolazione sul divenire dello sciame sismico (se un terremoto non è prevedibile, allora perché hanno indotto gli aquilani a restarsene serenamente a casa loro?).

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 24 ottobre 2012


La strage di Sant’Anna e l’Europa

Le parole del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, pronunciate ieri a San’Anna di Stazzema in occasione del 68° anniversario di quella strage nazifascista.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 13 agosto 2012


Calabria

Stella d’Italia. Statale 106 e ritorno laggiù, nel profondo nord

pubblicato nella rubrica stella d’Italia il 31 maggio 2012


Felicità nazionale lorda

Nel corso del XX secolo il PIL – Prodotto Interno Lordo – è stato visto come un indicatore del benessere economico ed è stato in genere considerato anche da noi lo strumento principale di misura dello sviluppo dell’economia del Paese. Appare però ormai chiaro che il benessere di una nazione non può essere dedotto soltanto dalla misura di quanti beni e servizi essa produce. I limiti del PIL infatti sono ben noti: ad esempio, esso non considera le attività svolte al di fuori del mercato, come il lavoro domestico svolto in famiglia o il volontariato o lo svago. Con un paradosso osservava l’economista britannico Arthur C. Pigou già negli anni trenta che quando un gentiluomo di campagna sposa la propria domestica, il PIL diminuisce perchè ella, divenuta moglie, non è più remunerata, anche se la realtà produttiva non sia cambiata per nulla.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 20 aprile 2012


«Siamo tutti in pericolo»

L’uccisione di Pasolini e le molte verità negate

«Chi tocca il Principe avrà del piombo; chi non lo tocca avrà dell’oro», scrive Giorgio Steimetz in Questo è Cefis: piombo tipografico o di un qualche calibro? Un ragazzo di 17 anni, Pino Pelosi detto “Pelosino”, si è autoaccusato dell’omicidio di Pasolini.

pubblicato nella rubrica appello Pasolini il 15 aprile 2012


L’azzardo

«Se dopo una mezzora di gioco non capisci chi è il pollo allora alzati perché il pollo sei tu».
Thomas Austin Preston, meglio conosciuto come Amarillo Slim

Tra gli interessi della criminalità organizzata, il gioco d’azzardo resiste nell’elenco dei settori di punta. Non a caso l’annuale Relazione della Commissione parlamentare antimafia 2010 lo afferma quale «nuova frontiera» per il riciclaggio del denaro sporco, ricordando che «l’Italia è tra i primi cinque Paesi al mondo per volume di gioco», con un fatturato pari al 3 per cento della ricchezza nazionale. E sono i dati del gioco legale, «destinati ad impennarsi se si guarda anche al gioco clandestino».

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 10 aprile 2012


Ladroni a casa nostra

Boni e bonifici. Lega di lotta o di latta? Padroni o ladroni a casa nostra? L’architetto pugliese Michele Ugliola è un padano “doc”. Lo arrestano nel luglio 2011 per una storia di tangenti a Cassano d’Adda e per un giro di fatture false intorno all’area Falk di Sesto San Giovanni.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 9 marzo 2012


Boni del tesoro
pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 8 marzo 2012


Truffa ad Alto Valore

In Val di Susa, dopo la grande manifestazione No TAV di sabato 25 Febbraio, la protesta pacifica di un esponente del movimento finisce in modo tragico: salito su un traliccio, minacciato ed incalzato da un inseguitore, non si sa di quale arma, il giovane è folgorato, cade ed è ora ricoverato in condizioni gravi. E il 29 febbraio numerosi militari hanno tolto di mezzo i blocchi stradali e autostradali, spazzando via resistenti non violenti.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 4 marzo 2012


Forconi

Copio e incollo la denuncia di un amico. Temo che molta gente non abbia capito con cosa ci stiamo confrontando. (Niccolò Notarbartolo)

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 24 gennaio 2012


Don Luisito

Don Luisito Bianchi da Vescovato, ormai ottantaquattrenne, si è spento il 5 gennaio. Prete operaio, scrittore, poeta e insegnante, lo ricordiamo fra l’altro come autore di un romanzo sulla Resistenza, La messa dell’uomo disarmato, pubblicato da Sironi nel 2003.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 7 gennaio 2012


La mafia esiste

La sentenza di condanna in primo grado per 110 dei 118 imputati al processo milanese alla ‘Ndrangheta può a ragione considerarsi una svolta storica per più di un motivo: con essa viene fra l’altro affermata la natura univoca dell’organizzazione criminosa.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 20 novembre 2011


Caro Presidente

Lettera aperta al nuovo Presidente del Consiglio Mario Monti su etica pubblica, carceri e spese militari.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 18 novembre 2011


Non luoghi

«Il 50 per cento delle carceri va chiuso, il nostro sistema è fuori dalla Costituzione». E chi lo denuncia? Pannella? No, l’affermazione arriva dall’ex ministro della Giustizia Angelino Alfano, ora segretario politico del Pdl.
Gli fa eco il capo dello Stato Giorgio Napolitano, che definisce «drammatica» la situazione: una questione di «prepotente urgenza» perché le carceri italiane, così sovraffollate, «sono inumane».

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 16 novembre 2011


Giustizia o crudeltà?

Appello per la concessione degli arresti domiciliari al presunto mafioso Carlo Chiriaco

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 13 settembre 2011


Restiamo umani

Carlo Chiriaco è in pericolo di vita. Incarcerato con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, ha ormai perso 27 chili, passando da 85 a 58, ed è affetto da numerose patologie.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 3 settembre 2011


Le ceneri rimosse

Cade oggi, 12 agosto, l’anniversario della strage nazifascista di Sant’Anna di Stazzema,....

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 12 agosto 2011


Partiti tangenti

La stagione di Tangentopoli, così lontana, così vicina.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 31 luglio 2011


Quanto costa la casta

Da Greganti a Penati, in anni di macelleria sociale, slalomando tra i parlamentari più ricchi d’Europa

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 luglio 2011


Un sogno più grande

Per due mesi sono stato in cammino da Milano a Napoli...

pubblicato nella rubrica cammina cammina il 21 luglio 2011


Profitti e doveri

Dopo i referendum sull’acqua pubblica: che fare ora?

pubblicato nella rubrica democrazia il 14 luglio 2011


La caccia alle seghe

Al Tg1 minzolinianizzato Milano e Napoli sono innominabili

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 6 luglio 2011


I FIAMMIFERI

Nasce – edita da Effigie – una collana di libri del “Primo amore”.

pubblicato nella rubrica annunci il 11 giugno 2011


Luchino e la Resistenza

La storia del comandante Maino, oggi quasi centenario, nel 66° anniversario della Liberazione.

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 aprile 2011


Magistrati o funzionari?

Riforma della giustizia, Costituzione e dintorni

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 aprile 2011


Merde

Breve storia di Slavoljub Kostic e della sua famiglia, sgomberati all’alba dal campo Sinti di via Bramante a Pavia

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 1 aprile 2011


il sole che se la ride

L’avanzo di galera Carlo Antonio Chiriaco, la ’Ndrangheta e il business della Greeneconomy

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 8 febbraio 2011


Diritti e rovesci

Sei precario? Allora mettiti l’animo in pace, perché rimarrai senza pensione. I contributi che stai inutilmente versando? Servono a pagare la pensione a chi ce l’ha garantita.

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 gennaio 2011


Sintonie

Dopo la nomina di Giuseppe Tuccitto ai vertici dell’Asl pavese la Lega nord canta vittoria: l’assessore lumbàrd alla sanità Luciano Bresciani si spinge a dire che il generale della Guardia di Finanza in pensione Tuccitto saprà «intercettare immediatamente ogni tentativo di infiltrazione mafiosa». Soddisfatto anche il governatore lombardo Roberto Formigoni che, attento alla meritocrazia, ai vertici della sanità lombarda ha voluto «uomini in sintonia con la Regione».

pubblicato nella rubrica a voce il 24 dicembre 2010


Lettera aperta di una studentessa

Liceo Foscolo di Pavia. Alla notizia dell’occupazione (sottoscritta a larga maggioranza dagli studenti) lunedì 13 dicembre il preside Lorenzo Fergonzi ha chiesto l’intervento delle Forze dell’ordine. Obbligati a intervenire, Digos e carabinieri non hanno potuto fare altro che invitare i ragazzi a lasciare la scuola: «un preside così coglione non lo avevo mai incontrato», ha lamentato sottovoce uno dei poliziotti, poco dopo aver sgomberato un manipolo di quindicenni.

pubblicato nella rubrica a voce il 23 dicembre 2010


Patria

L’esercito italiano conta più comandanti che comandati: 180.000 militari di cui circa 9.000 sono schierati nelle missioni militari all’estero. Armati ed armamenti nel 2011 ci costeranno 3.453 milioni di euro (+8,4 per cento rispetto al 2010, l’1,7 per cento del Pil!).

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 dicembre 2010


’Ndrangheta padania

Desio come Pavia? Nella cittadina brianzola, il locale coordinatore Pdl Natale Marrone (cugino dei fratelli Marrone, indagati per ricettazione e detenzione abusiva di arma da fuoco) aveva chiesto al boss ’ndranghetista Pio Caldeloro di "punire" l’ex assessore nonché dirigente dell’Ufficio tecnico comunale Rosario Perri. Caldeloro rifiuterà solo perché «Perri è appoggiato da persone di evidente rispetto».

pubblicato nella rubrica democrazia il 28 novembre 2010


Riso amaro

Dal nuovo stabilimento della Riso Scotti al Bivio Vela vanno e vengono gli autoarticolati. Passano davanti alla ruota del mulino e alle bandiere dell’Europa dell’Italia e della Romania.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 22 novembre 2010


Pasolini, un delitto italiano

Lunedì 29 novembre, ore 17.30
presso la libreria Notebook all’Auditorium di Roma

PASOLINI, UN DELITTO ITALIANO

pubblicato nella rubrica appello Pasolini il 22 novembre 2010


Disoccupazione

"E’ un counseling informale. La prima volta ci si può incontrare fuori, se vuole, anche nei pressi del suo ufficio. Lo dico per lei, così perde meno tempo per farsi un’idea. Una normale chiacchierata fra amici tanto per rompere il ghiaccio. In un secondo tempo si passa in studio."
"Informale…? Non avevo mai sentito parlare di questa pratica…"
"E’ nuova infatti. Appena importata dagli States. Innovativa."

pubblicato nella rubrica racconti il 21 novembre 2010


I dolori del giovane Valdes

A Giovanni Valdes, il ciellino sodale di Abelli e Formigoni, i nostri articoli non hanno portato bene: rileggiamo quello uscito sul periodico pavese "Il Lunedì" una settimana fa: «...Borgarello, comune di 2.600 abitanti tra Pavia e la Certosa che vede il sindaco Giovanni Valdes (Pdl) indagato dall’antimafia: avrebbe truccato un’asta per favorire la Pfp, società immobiliare della costellazione Chiriaco, l’ex direttore sanitario dell’Asl pavese ora in carcere.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 24 ottobre 2010


Mafie S.p.a.

La classificazione congiunta dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) e dell’Ufficio di Statistica della Commissione europea (Eurostat) distingue le varie componenti dell’economia non direttamente osservabile...

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 15 ottobre 2010


Questo è Cefis

Venerdì 8 ottobre torna in libreria Questo è Cefis. L’altra faccia dell’onorato presidente (edizioni Effigie) di Giorgio Steimetz.

pubblicato nella rubrica appello Pasolini il 22 settembre 2010


Il tamburo di lotta - Le storie 3

Poche decine di metri separano i cantieri di Danzica dalla Poczta Polska, la posta, un bel palazzo in mattoni rossi rivolto a ovest. In questo edificio, la mattina del 1° settembre 1939, le SS attaccano e uccidono metà dei cinquanta impiegati. Sono i primi morti della seconda guerra mondiale.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 agosto 2010


Il tamburo di lotta - Le storie 2

Zenon Kwoka, classe 1954, lavorava alle officine dei trasporti urbani. Il 14 agosto 1980 organizza lo sciopero dei trasporti a Danzica, Gdynia e Sopot. Quando le autorità concedono un notevole aumento degli stipendi, Kwoka a stento riesce a convincere i colleghi a continuare lo sciopero di solidarietà con i cantieri.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 agosto 2010


Il tamburo di lotta - Le storie 1

Tra le vittime della tragedia aerea in Russia che pochi mesi fa ha decapitato la classe dirigente polacca, figura va anche il nome di Anna Walentynowicz. La pasionaria degli scioperi del Baltico aveva ormai aver fatto l’abitudine al ruolo di donna - simbolo. Dal suo licenziamento, nell’agosto 1980, prende il via la protesta operaia;

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 agosto 2010


Stupidiario d’agosto

Stupidario quotidiano. Prendiamo Francesco Adenti. Oggi su "Il Giorno" l’ex mastelliano ora non so, di fronte all’emergenza in corso osserva che «l’etica pubblica è ormai ridotta al lumicino» (e come non essere d’accordo) e porta l’esempio... delle evidenti infiltrazioni affaristico-mafiose nel Consiglio comunale del Mezzabarba?

pubblicato nella rubrica democrazia il 12 agosto 2010


Il tamburo di lotta - terza parte

Prospettive? Poche o nessuna. Fino a qualche anno fa sarebbe bastato andare a Danzica e cercare lavoro. Oggi è meglio non spendere i soldi del biglietto ferroviario. Nelle città baltiche (Danzica, Gdynia e Sopot confinano tra di loro e costituiscono di fatto una grande metropoli), anche le municipalità hanno dovuto tagliare le spese.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 7 agosto 2010


Il tamburo di lotta - seconda parte

Le aziende che fanno parte del Comitato interaziendale di sciopero (Mks) di Danzica sono ora 156, i membri del Comitato direttivo sono diventati 18. Il numero delle imprese aderenti a questo Comitato sale a 253 il 19 agosto; alla fine saranno più di 600.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 5 agosto 2010


Il tamburo di lotta - prima parte

Danzica, 14 agosto 1980, giovedì. È un giorno assolato, le ferie di luglio sono un ricordo, le scuole stanno per riaprire. Gli ultimi irriducibili turisti tedeschi oziano ancora sulle spiagge di Gdynia e Sopot, a nord di Danzica, favoriti dal mercato nero della valuta e da alberghi e ristoranti a buon mercato per chi arriva dall’occidente.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 agosto 2010


Sprofondo nord

«A quello gli taglio le orecchie e gliele infilo su per il culo». Non è la voce di un macellaio alle prese con un bovino recalcitrante alla macellazione, ma il linguaggio oggettivamente mafioso attribuito all’assessore pavese ai Lavori pubblici Luigi Greco, sorpreso a intimorire un noto avvocato pavese. Del resto in certi ambienti i toni minacciosi sono ormai consuetudine.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 2 agosto 2010


Il mafioso della porta accanto

Corruzione, affari, politici amici di amici eletti con l’aiuto della criminalità organizzata. Li hanno sorpresi a parlare fra loro della spartizione dei fondi europei, di amici da candidare a poltrone chiave, di appalti pilotati, di provvigioni del 20 per cento. Sono gli stessi pseudo-amministratori scesi in campo a dirci che l’illegalità era vestita dei logori panni di un Rom o aveva la faccia e le mani pulite dei ragazzi del Centro sociale Barattolo. Nelle stesse ore le stesse persone trafficavano.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 13 luglio 2010


La strana storia della signora Zappalà di Gambolò

Devastante. Nella provincia di Pavia oltre duemila famiglie sono a rischio di sfratto. Per la precisione, tra sfratti pendenti (844) e richieste di esecuzione (1.172) si sommano 2.016 casi. Aumentano del 27 per cento gli sfratti per morosità (nel 2009 se ne sono avuti 790, di cui 127 a Pavia); calano del 10 per cento quelli per finita locazione. Da una parte il legittimo diritto dei proprietari; dall’altra le ragioni di molte famiglie, soprattutto quelle monoreddito o improvvisamente senza lavoro.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 10 giugno 2010


L’abecedario delle parole concrete

«In Emilia vedo i militanti della Lega girare per le piazze dei paesi con le roulotte e i camioncini. […] Hanno militanti che […] fanno turni, lavorano in modo sistematico, casa per casa. […] Ma la Lega non ha tv, usa il modello del Pci di antica memoria. Uno stile premoderno, il camioncino e il megafono, bussano e ti compilano i moduli, ti aiutano a risolvere i problemi minimi che per le persone sono fondamentali. Noi non facciamo né l’uno né l’altro. Vogliamo cominciare a parlarne?» ("L’Unità", 4 aprile 2010).

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 6 giugno 2010


Fate schifo

«Bluffano sui dati, raccontano balle...» Ricordate? Cominciava così un mio articolo del dicembre scorso, poco dopo lo sgombero "politico" del Centro comunale di prima accoglienza a Fossarmato presso Pavia, «uno sporco gioco sulla pelle di uomini donne e bambini rumeni» messi con la forza in mezzo a una strada in pieno inverno.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 27 maggio 2010


Acqua

In un breve racconto, lo scrittore latino-americano Manuel Scorza ha narrato come un giorno i poverissimi abitanti di un villaggio peruviano, trovando una moneta per terra nella piazza la lasciassero lì per giorni, tornando a scrutarla e ad interrogarsi sul suo significato. Nessuno la raccolse e osò appropriarsene; il Sindaco ordinò comunque al popolo di non toccare la moneta.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 24 aprile 2010


Le ceneri di Franqui

Se n’è andato Carlos Franqui, dapprima rivoluzionario cubano e infine acerrimo oppositore di Fidel Castro, dopo che la rivoluzione libertaria dei barbudos contro il generale Fulgencio Batista era caduta nell’orbita dell’Unione Sovietica.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 19 aprile 2010


La pasionaria di Danzica

Tra le vittime della tragedia aerea che, in Russia, ha decapitato la classe dirigente polacca, figura anche il nome di Anna Walentynowicz, la pasionaria degli scioperi del Baltico del 1980, l’attivista sindacale il cui licenziamento fu tra i motivi che diedero origine a quella protesta operaia.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 11 aprile 2010


Avanti populo

Il 24 marzo scorso a Pavia in piazza della Vittoria Beppe Grillo ha arringato i presenti ad «alzare il culo dalla televisione e...» ...sputare lacrime e sangue sui marciapiedi e nel sociale? No: ad accomodarsi «davanti a un computer». Berlusconi e Grillo: due miliardari che guardano populisticamente a opposti spazi sociali mutuando le stesse strategie di marketing, quelle che invitano a rimanere domestici nonché passivi consumatori solitari di pubblicità (quella televisiva per Berlusconi; la rete per Grillo) limitando così i rapporti sociali al proprio ghetto.

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 aprile 2010


Non moriremo padani

Prendiamo il Partito democratico: alle recenti elezioni regionali ha perso il 52 per cento dei consensi in Calabria; il 36 in Campania; il 35 in Basilicata; il 30 in Piemonte; il 19 in Veneto; il 18 in Lombardia; il 14 nel Lazio. Voti in meno che, sommati ad altri persi a sinistra fanno 3 milioni e rotti, voti passati alla Lega o caduti nell’astensionismo (il 90 per cento di chi l’altro ieri non si è recato a votare sarebbero elettori di sinistra).

pubblicato nella rubrica democrazia il 1 aprile 2010


Il gioco delle due tavole

«Un affare da 100 milioni». In una intervista del 18 gennaio 2005 a "la Provincia Pavese" il ’padre’ del Piano regolatore generale di Pavia Lorenzo Rampa commenta la delibera che, il 29 novembre 2004, aveva illecitamente esteso la perequazione (acquisizione di aree strategiche in cambio del diritto ad edificarne un 10 per cento) al Parco della Vernavola

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 28 marzo 2010


Busi e l’isola che non c’è

L’Isola che non c’è è quella della sincerità e probabilmente anche della libertà d’opinione, visto che ci troviamo davanti, nel giro di poche settimane, all’ennesimo caso di censura.

pubblicato nella rubrica libri il 23 marzo 2010


Nasi rossopalla e parrucche multicolore

«L’ho letto, è inquietante, parla di temi e problemi dell’Eni, parla di Cefis, di Mattei e si lega alla storia del nostro Paese». Così parlò Marcello Dell’Utri il 2 marzo scorso, annunciando che di Lampi sull’Eni - il capitolo mancante di Petrolio, il mutilato romanzo di Pier Paolo Pasolini - proprio di quelle pagine proprio lui, beffardamente era entrato in possesso.

pubblicato nella rubrica appello Pasolini il 10 marzo 2010


Come corsari sulla filibusta

A proposito di regole e di notizie di reato: i nostri sobri amministratori sanno che in Italia è in vigore una legge, la 431/85 meglio conosciuta come "legge Galasso", istituita nell’agosto 1985 per tutelare le bellezze naturalistiche? Quelli pavesi evidentemente no.

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 marzo 2010


La Battaglia di Pavia

Il 24 febbraio cade il 485° anniversario della Battaglia di Pavia, che vide fronteggiarsi nel Parco Visconteo presso Mirabello il re di Francia Francesco I e quello spagnolo Carlo V d’Asburgo, imperatore dei romani.

pubblicato nella rubrica annunci il 23 febbraio 2010


Una dolce carezza, piccolo angelomio

Denis Istraila, 9 anni, se l’è portato via un tumore al fegato. Lo ricordiamo bimbetto nel 2007 alla Snia di Pavia e, dopo lo sgombero, di nuovo a Slatina, quartiere Progresu, nella sua baracchina di legno, fango e senz’acqua, con il padre Tanase Fanel, la mamma Narcisa e i numerosi fratelli. Il padre Tanase aveva guidato lo sciopero della fame in piazzetta Maggi nei giorni successivi allo sgombero dalla storica fabbrica pavese;

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 17 febbraio 2010


Gli spettatori indifferenti

Il talento, se c’era, si è perso docilmente nei meandri dei centri benessere, sui maniglioni antipanico bianchi rossi e verdi. Cosa si può ancora dire a fronte dei colloqui telefonici dei procacciatori pubblici di godimento e affari? Cosa si può dire e cosa non si farà? Tra preservativi, scorte, pacchetti regalo, vabbé e vabbuò, figli che attendono la raccomandazione, risate e siti off limits, Srl in odore di Camorra, si affacciano le Spa pubbliche e le Ministre dell’istruzione nazionale a insegnarci che dobbiamo rispetto ai «migliori».

pubblicato nella rubrica democrazia il 16 febbraio 2010


Uomini e no

Generalmente sono di piccola statura e di pelle scura. Non amano l’acqua, molti di loro puzzano anche perché tengono lo stesso vestito per molte settimane. Si costruiscono baracche di legno e alluminio nelle periferie delle città dove vivono, vicini gli uni agli altri. Quando riescono ad avvicinarsi al centro affittano a caro prezzo appartamenti fatiscenti [...]

pubblicato nella rubrica democrazia il 31 gennaio 2010


Facciamoci del male

Con un anticipo di oltre quaranta giorni che contrasta con la drammatica condizione dei lavoratori italiani che precipita di giorno in giorno per una crisi dell’occupazione e dei salari causata in gran parte da scelte di convenienza e di lucro del padronato, la Cgil annunzia uno sciopero generale per il 12 marzo prossimo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 30 gennaio 2010


La bellezza incoronata

I sogni dei morti
ad Auschwitz-Birkenau
Buchenwald e Treblinka
sono bianchi come il latte che scorre
dal grembo della Terra Promessa;

pubblicato nella rubrica poesia il 27 gennaio 2010


Genia

Era stata tra i fondatori della Lega di Cultura di Piadena insieme, fra gli altri, a Mario Lodi, a Giuseppe Morandi e al figlio Gianfranco "Micio" Azzali.

pubblicato nella rubrica democrazia il 26 gennaio 2010


Inserzioni xenofobe a pagamento

Fanno a gara, i candidati, a sparare le bordate più intransigenti e intollerabili, al di là di ogni evidenza, di ogni pudore umano.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 24 gennaio 2010


Lo sterminio dimenticato degli zingari Sinti e Rom

«Fosse stato per il sindaco di Pavia i Rom li avrebbe messi sopra un treno e mandati via». Sono parole dell’ex sindaco Piera Capitelli, membro della Commissione etica del Partito democratico, che nel 2008 parlava di sé in terza persona.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 22 gennaio 2010


Buuuurini

Ruud Gullit diceva che se sei miliardario e giochi nel Milan sei anche meno negro. Ma Balotelli non è Desally o Weah o Seedorf o Vieira o Thuram o i compagni di squadra Eto’o o Muntari;

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 10 gennaio 2010


Buoni

Caro Gesù bambino, come regalo di Natale vorrei tornare a scuola con i miei compagni Giorgio e Camilla e con il maestro Gabriele. A Pavia stavo in una casa molto piccola ma il mio papà si è fatto male e ha perso il lavoro e siamo andati a dormire in una fabbrica, ma due mesi fa sono arrivate le guardie e ci hanno mandati via. Adesso sono qui a Slatina.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 19 dicembre 2009


Cattivi

Viviamo nel Paese della cattiveria? Pare di sì e lo ammettono ormai in molti. Ma quale cattiveria? Quella di un singolo psicolabile mosso dal personale risentimento contro Berlusconi o la cattiveria nell’economia, nella politica e nel sociale che – ha scritto Antonio Moresco – sta «facendo venire fuori il peggio dalle persone e dal Paese»?

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 17 dicembre 2009


Vittorio

Era un barbone, trascorreva le notti al "riparo" della pensilina alla fermata dell’autobus di via Trento, periferia della città. Non voleva il dormitorio, non chiedeva assistenza. Quando lo incontravi ti fissava silenzioso. Ieri si era fatto la barba; oggi lo hanno trovato riverso a terra senza vita. Questa notte ha fatto molto freddo, e questo è solo un ricordo. Ciao Vittorio.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 7 dicembre 2009


Il dovere della solidarietà

Caro Sandro Assanelli,
Sapremo anche noi arricchire l’eredità morale e spirituale da trasmettere a quanti verranno dopo di noi? È sulla solidarietà che dobbiamo misurare ancora oggi l’autenticità della grandezza della nostra Città. La solidarietà è inseparabile dalla giustizia e per questo ha una destinazione propriamente sociale.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 6 dicembre 2009


Uomini difficilmente difendibili

Bluffano sui dati, raccontano balle… Ma a che razza di gioco stanno giocando il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo (Pdl) e l’ultracattolico assessore ai Servizi sociali Sandro Assanelli? Uno sporco gioco sulla pelle di uomini donne e bambini rumeni.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 3 dicembre 2009


Barbari che ignorano i berberi

Venerdì 27 novembre la polizia municipale di Pavia ha sgomberato i Rom ospiti del Centro comunale di prima accoglienza di Fossarmato: un atto più stupido che inumano. Una cosa del genere, in pieno inverno, Pavia non l’aveva ancora vista, nemmeno ai tempi di Piera Capitelli, il sindaco "di sinistra" (nonché dirigente scolastico e membro della commissione etica del partito democratico) che aveva negato ai bambini Rom l’iscrizione alla scuola dell’obbligo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 28 novembre 2009


Donne (ma niente du du du)

Cominciamo col dire che non è e non può essere tutta colpa della televisione. Se un nuovo immaginario, becero e maschilizzato fino al disgusto, induce il sospetto che le donne, dopo tutto, possano essere considerate merce, e anzi a questo si accompagna una sorta di sommessa esultanza, una rivalsa alle lezioni di civiltà scambiate per buonismo d’accatto, non è solo un problema di qualità dello spettacolo, e nemmeno di libertà d’informazione.

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 novembre 2009


Bidoni

A Valle Lomellina e dintorni lo stabilimento della S.i.f. Furfurolo era popolarmente chiamato "Vietnam". Quando si alzava il vento, le ceneri della lolla avvolgevano il paese in una nuvola di silice nera, non bella da vedere, e ancora meno bella da respirare.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 31 ottobre 2009


Assassini dal sangue freddo

Il 4 giugno 1982 il ministro della difesa israeliano Ariel Sharon invade il Libano per liquidare l’OLP (l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina) e catturare Yasser Arafat, portandolo in gabbia in Israele.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 17 settembre 2009


Sami Ben Garci

«Ciao amore, speriamo che tu stai bene, tanti auguri per il Ramadan. Speriamo ti porta fortuna e tanti auguri alla tua famiglia per il Ramadan e tanti auguri alla tua famiglia e tanti auguri a tutto il mondo musulmano per il Ramadan. Io sto muorendo. Sono dimagrito troppo, credimi, non riesco neanche ad alzarmi dal letto. Spero Dio che fai presto amore mio, però stai attenta a non dirlo a mia madre. Bisogna accettare il destino. Io ho ricevuto la tua lettera. Ti dico che mi dispiace io lo sciopero non lo tolgo, di questa vita non me ne frega niente, sto muorendo!!!».

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 15 settembre 2009


Bonifici e bonifiche

Dicono che l’onorevole Giancarlo Abelli (Pdl) abbia casa a Beaulieu sur Mer, Costa azzurra, poco distante dalla locale Gendarmerie. Il conto bancario cifrato della moglie Rosanna Gariboldi non abita né in Italia né in Francia, ma al Banque J. Safra di Montecarlo. Lo ha scoperto la Magistratura milanese nel corso delle indagini sulla discussa bonifica dell’area di Santa Giulia di Luigi Zunino a Milano Rogoredo.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 8 agosto 2009


Appello

A tre mesi dal sequestro preventivo del 20 marzo 2009 di quasi tutti gli spazi legittimamente assegnati dal Comune di Roma all’Associazione Rialtoccupato, arriva l’ampliamento del sequestro anche alla sala teatro e al cortile interno. Con questa ennesima azione di Polizia si tenta di chiudere definitivamente il progetto culturale del Rialto.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 4 agosto 2009


I ragazzi venuti dalla rete

Il 20 luglio ho ricevuto un invito ad un Meeting scientifico dedicato al modo in cui gli umani pensano lo spazio e il tempo e come lo potrebbe invece fare un computer. Vent’anni fa partecipai al primo incontro su quel tema, allora pionieristico, in Spagna nei pressi di Avila. C’era George Lakoff, linguista di Berkeley, diventato nel frattempo figura centrale del pensiero liberal statunitense. Ho declinato l’invito perché da allora ho preso un’altra strada e non sono più uno scienziato.

pubblicato nella rubrica democrazia il 26 luglio 2009


La palude

Fino a un mese fa, il blog di Beppe Grillo era al primo posto nelle classifiche italiane, poi è finito al terzo; da qualche giorno è al secondo. La tornata elettorale del 6-7 giugno era l’ultima chance di Grillo per entrare nell’agone sottoponendosi alla verifica del consenso con il coinvolgimento di persone esterne ai Gruppi, e agendo sul terreno invece che in rete. Quel che sta accadendo non mi stupisce; anzi, mi offre strumenti per rileggere un’esperienza personale e le sue asperità.

pubblicato nella rubrica democrazia il 16 luglio 2009


Trivi e pagliuzze

A Pavia il caldo opprimente dà alla testa: assessori comunali come Pietro Trivi (Popolo delle Libertà) che combattono l’arsura con Facebook, goliardeggiando insieme a chi si propone di «bruciare i campi nomadi»;

pubblicato nella rubrica democrazia il 11 luglio 2009


il colore della morte

Le chiamano "morti bianche". Nel 2007 in Italia se ne sono avute 1.170 di cui 170 sono immigrati. Una cifra analoga a quella del 2008: 1.120, un morto ogni otto ore, quasi il doppio della media europea. Le "morti bianche" sono una vera e propria emergenza nazionale, al contrario degli omicidi, che sono in costante calo.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 30 giugno 2009


Nel setaccio dell’intelligenza

All’indomani di queste Europee, che in Italia sono in realtà elezioni di conferma del primo anno di mandato, il quadro è chiaro: l’Italiano premia il voto populista e demagogo. Vota a destra, certo, senza entusiasmo ma in massa. E anche per mancanza di alternative, a meno di non considerare alternative credibili il vuoto preconfezionato del PD o la superofferta 3x1 della sinistra detta radicale.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 giugno 2009


Siamo tutti coinvolti

Thang Le Chen è un tranquillo vietnamita; da vent’anni vive a Pavia e gestisce una pizzeria in viale Campari. La notte fra domenica e lunedì hanno tagliato le quattro gomme alla sua auto e imbrattato la carrozzeria con svastiche e scritte come «cinesi raus». In vent’anni Thang Le non aveva mai ricevuto minacce, ma ora ha paura.

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 marzo 2009


Le bugie automatiche

Per un momento ho pensato di titolare questo intervento «alla faccia vostra», ma sarebbe apparso irriguardoso nei confronti dei tanti scrittori - studiosi, narratori, poeti - che guadagnano in diritti molto meno di quanto percepisco io vendendo ai giornali le loro impronte ottiche. Ma c’è un modo per tornare poveri: mettersi a fare l’editore, e pubblicare libri di poesia.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 16 marzo 2009


Effetto notte

Non sempre si riflette sul fatto che, accanto agli stupri per le vie delle città o nei giardini pubblici, appena dietro l’angolo del nostro vivere civile si svolgono quotidianamente atti di violenza di matrice analoga. Moltissime donne, ragazzine e ragazzini immigrati si prostituiscono per necessità di sopravvivenza o nella speranza di qualche chance che possa cambiare la loro vita.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 2 marzo 2009


Cittadini

Cari concittadini, mi rivolgo a Voi con questa espressione, con una delle parole più importanti della nostra Costituzione; con la parola «cittadini», nella gran parte dei casi, la nostra Costituzione non si rivolge soltanto a coloro che sono in grado di esibire la carta d’identità del Comune di Pavia o di altri comuni italiani, ma fa riferimento a tutte le persone che si trovano non occasionalmente nel territorio italiano perché lavorano, cercano lavoro o semplicemente un’opportunità di vita, in quanto provengono da realtà dove la vita non c’è: dove la vita è impossibile o disperata.

pubblicato nella rubrica democrazia il 20 febbraio 2009


Ladra di bambini

Quando sono ancora a letto, dallo sgocciolio dell’acquaio percepisco ch’è domenica perché non è stata la sveglia a svegliarmi. Cerco di restare sotto le coperte il più possibile.

pubblicato nella rubrica racconti il 15 febbraio 2009


Ricostituente

Costituzione della Repubblica italiana

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 febbraio 2009


Dal diritto alla salute al rovescio della ragione

Esimi Dottori, purtroppo, nonostante gli appelli e le manifestazioni di protesta di una parte importante della comunità medica e associativa del Paese, l’emendamento della Lega che cancella il divieto di segnalazione degli irregolari in cura è passato al Senato

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 febbraio 2009


I cattivi maldestri

L’Onorevole Maroni, Ministro degli Interni, ha detto: «Per contrastare l’immigrazione clandestina e tutto il male che porta - ha aggiunto - non bisogna essere buonisti ma cattivi, bisogna essere determinati ad affermare il rigore della legge».

pubblicato nella rubrica democrazia il 4 febbraio 2009


Congedi

Il sindaco di Pavia Piera Capitelli se ne torna a Stradella, sua città d’elezione, con in mano il foglio di via firmato da Ettore Filippi. Dalle colonne della "Provincia Pavese" di mercoledì 28 gennaio, Filippi autodenuncia che la coalizione di cui è stato vicesindaco è «appoggiata da consiglieri che sono stati tutti ricompensati», che il settimanale "Mondo del Lunedì" è il portavoce della sua «famiglia» e che tutto questo è immorale.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 29 gennaio 2009


Non siamo spie

«Giuro di osservare il segreto su tutto ciò che mi è confidato, che vedo o che ho veduto, inteso o intuito nell’esercizio della mia professione o in ragione del mio stato» (dal "Giuramento d’Ippocrate")

pubblicato nella rubrica democrazia il 27 gennaio 2009


Squarci
pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 25 gennaio 2009


La strage degli innocenti
pubblicato nella rubrica democrazia il 7 gennaio 2009


L’Italia dei Valori bollati

Flavia Fulvio è una cara amica molto onesta leale e combattiva. A Pavia, come consigliere provinciale, ha condotto significative battaglie sulla moralizzazione della vita pubblica, brandendo la bandiera dell’Italia dei Valori, e pagando personalmente notevoli prezzi umani e politici.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 gennaio 2009


I bambinelli

I piccoli accattoni che incontri a Pavia sono gli stessi da mesi: vengono da fuori, ’lavorano’ soli o accompagnati da qualche adulto seminascosto che li guida. Se più tardi andrete in piazza della Vittoria li incontrerete fuori dai bar mentre chiedono «una moneta». Quanti sono i piccoli dediti all’accattonaggio? Dove vivono?

pubblicato nella rubrica democrazia il 26 dicembre 2008


Ma cos’è questa crisi...

L’economia mondiale è imbrigliata in una recessione che si va sempre più acutizzando. A occidente falliscono le banche d’investimento, perdono di valore beni come l’oro, le case e i titoli di credito, aumentano i prezzi dei generi primari e cala il potere d’acquisto dei salari.

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 dicembre 2008


Incompatibilità ambientali

Il presidente del Tribunale PierGiovanni Palminota cammina per Pavia tenendo gli occhi bassi. Una città di nebbie che forse lo riportano indietro nel tempo, alle cronache degli anni Settanta e a quel «porto delle nebbie» romane dove i processi più delicati inesorabilmente andavano a incagliarsi. La stessa nebbia? Chi lo sa.

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 dicembre 2008


L’utopia del necessario

Serge Latouche è professore emerito di economia all’Université d’Orsay e uno degli avversari più autorevoli dell’occidentalizzazione del pianeta. Sostenitore della decrescita conviviale e del localismo, Latouche predica la città lenta, un modello che si propone di reinserire l’economia nella realtà locale.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 dicembre 2008


Evasori

«Mal comune», così s’intitola il primo capitolo del libro Evasori di Roberto Ippolito, recentemente pubblicato da Bompiani, ed eloquentemente sottotitolato: Chi come quanto. L’inchiesta sull’evasione fiscale.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 novembre 2008


Il male curabile

Il partito della destra radicale Forza Nuova va sciolto nel più breve tempo possibile. Sono ben noti gli episodi di aggressioni e minacce perpetrati da loro esponenti, ormai non più soltanto su siti o fanzine indipendenti, ma anche sui più grandi quotidiani nazionali.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 novembre 2008


Visioni americane

Ben Pastor è una scrittrice italoamericana nostra amica. Nata a Roma, dopo la laurea in Lettere si trasferisce negli Stati Uniti e ne acquisisce la cittadinanza, senza tuttavia rinunciare a quella italiana. Sposa un ufficiale dell’aviazione militare, da cui mutua legalmente il cognome Pastor.

pubblicato nella rubrica a voce il 27 ottobre 2008


Piccoli vuoti

Adolfo Parmaliana si è suicidato un mese fa. Si è buttato da un ponte. Insegnava all’Università di Messina. Da tempo chiedeva che venissero prese in considerazione le sue denunce sulla collusione tra mafia e politica nel suo paese. Per vendetta, dopo una lacunosa indagine della Magistratura, i clan lo hanno denunciato per diffamazione.

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 ottobre 2008


Condividere il "rischio"

Che fare, in solidarietà a Roberto Saviano, in forma concreta e utile? Fare come lui. Dieci cento mille scrittori, giornalisti e intellettuali che raccontino le pratiche e le culture mafiose nei luoghi in cui vivono, ognuno con gli strumenti a sua disposizione.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 18 ottobre 2008


Sant’Ilaria dei raccomandati

Siamo stati querelati dall’attuale Capo della Polizia Locale pavese Ilaria Balduzzi per aver denunciato sulle pagine del blog del Circolo Pasolini di Pavia l’assoluta incompetenza dell’ex promotrice di prodotti di bellezza Balduzzi, messa a comando dei vigili per ben altre affidabilità.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 16 ottobre 2008


Lettera da una professoressa

Caro Ministro Gelmini, di stronzate in tutti questi anni di insegnamento ne ho sentite tante, ma quella sua dei giorni scorsi è insuperabile. Tanto da allentare i miei freni inibitori, anche quelli del linguaggio.

pubblicato nella rubrica scuola il 12 ottobre 2008


direfarebaciare

Direfarebaciare è un luogo di sconfinamenti e di sogno, di incontro e di scambio tra persone che ostinatamente non intendono rinunciare all’utopia, né tantomeno separare il pensiero dall’azione.

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 ottobre 2008


Pontevecchio connection

Francesco Pelle detto Ciccio "Pakistan" è paraplegico: un proiettile gli ha leso la spina dorsale. Pelle è un boss di primo piano della ’ndrangheta, accusato di omicidio e latitante dal 30 giugno 2007. Lo hanno arrestato giovedì 18 settembre alla clinica Maugeri di Pavia, tradito dalle frequenti telefonate in Colombia intercettate dalla Fbi, che ha subito informato la Questura di Reggio Calabria.

pubblicato nella rubrica democrazia il 27 settembre 2008


Il razzismo degli altri

Mi telefona la funzionaria di un Comune dell’Italia centrale governato dal centrosinistra: «Buongiorno, abbiamo visto Zingari di merda, libro bellissimo, vorremmo invitarla al nostro convegno sul razzismo; Moresco non può, perché non viene lei a raccontare il viaggio in Romania?»

pubblicato nella rubrica democrazia il 20 settembre 2008


L’Italia che verrà

Marin ha 10 anni ed è il fratello maggiore di Andrea. Otto mesi fa era analfabeta; dopo cinque mesi in seconda elementare, ieri è stato inserito nella quinta, tra i suoi coetanei.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 settembre 2008


Menzogna e verità

Siamo in pericolo. Non per via dei salari, prosciugati dall’aumento dei prezzi: è a rischio la nostra sicurezza, al punto che si deve schierare l’esercito.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 settembre 2008


Il piatto piange

Pagano sempre le categorie sociali più deboli. Nelle scorse settimane l’Antitrust ha sanzionato 23 banche, per aver orientato la loro clientela a riconversioni molto onerose per i mutui in corso. Ma le sanzioni inflitte sono solo un sasso nello stagno della recessione che si va acutizzando.

pubblicato nella rubrica democrazia il 14 settembre 2008


Pavia, nuova immigrazione

Sai nonno, a volte mi manca la tua voce e le storie di quando eri sui monti a combattere i tedeschi: non eri comunista, lo saresti diventato solo dopo l’assunzione alla Snia.

pubblicato nella rubrica democrazia il 30 maggio 2007