Gabriella Fuschini

Mappe per il mondo.
Conversazione con Chandra Livia Candiani

Intervista a Chandra Livia Candiani in occasione dell’uscita de La bambina pugile (Einaudi), da oggi in libreria.

pubblicato nella rubrica a voce il 4 marzo 2014


Dove sono. Stefania Scateni

Una lunga seduta tra la paziente e il suo psicoterapeuta che diventa occasione di racconto, di sfogo. Da qui prende le mosse Dove sono, romanzo d’esordio di Stefania Scateni, appena pubblicato da Nottetempo (pp.187, 14€).

pubblicato nella rubrica libri il 4 aprile 2012


Quando la sinistra se la prende con i bambini ebrei

Esiste, a sinistra, un’anima colma di rancore verso Israele. Così forte è questo rancore – molti potrebbero chiamarlo odio – che la profonda commozione per l’uccisione dei tre bambini ebrei a Tolosa diventa, per coloro che provano questo sentimento, un fastidio, una esagerazione, una gonfiatura mediatica.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 21 marzo 2012


2 luglio 1923 – 1 febbraio 2012

Sulla morte, senza esagerare

Il 16 maggio 1973

Il gatto in un appartamento vuoto

pubblicato nella rubrica poesia il 2 febbraio 2012


Esploratori dell’abisso. Enrique Vila-Matas

«Esploratori dell’abisso è il mio primo libro dopo il collasso fisico, dopo aver rischiato di morire. Il legame tra scrittura e sopravvivenza è totale, in questo caso.»

pubblicato nella rubrica libri il 2 febbraio 2012


Piccola riflessione a margine dello spettacolo Sul concetto di volto nel Figlio di Dio ovvero tanto rumore per nulla.

Ma se vado davanti non lo vedo;
se dietro non lo scopro;
se lo cerco a sinistra non lo scorgo;
se mi volgo a destra non lo vedo.
(Gb. 23, 8-9)

pubblicato nella rubrica teatro il 28 gennaio 2012


I dispiaceri del vero poliziotto. Roberto Bolano

Alla fine, dopo tanta attesa, ecco I dispiaceri del vero poliziotto, il nuovo romanzo postumo di Roberto Bolaño

pubblicato nella rubrica libri il 11 gennaio 2012


Un’eredità di avorio e ambra. Edmund de Waal

“Il modo in cui gli oggetti vengono tramandati è pura narrazione. Ti lascio questo perché ti voglio bene. Oppure perché qualcun altro lo ha lasciato a me. Perché l’ho comprato in un luogo speciale. Perché te ne prenderai cura. Perché ti complicherà la vita.

pubblicato nella rubrica libri il 2 dicembre 2011


Multiculturalismo e stragi

C’era una volta -e c’è ancora- un’ottima scuola statale primaria.

pubblicato nella rubrica democrazia il 1 agosto 2011


Una volta l’Argentina di Andrés Neuman

Ho avuto la fortuna di crescere in due paesi. Uno è il luogo in cui sono nato e diventato adulto, il mondo reale, insomma.

pubblicato nella rubrica libri il 19 luglio 2011


cammina cammina, appunti sparsi.

Passare dalla progettazione all’atto, dall’immagine interiore alla più concreta realizzazione a volte non è facile.

pubblicato nella rubrica cammina cammina il 17 giugno 2011


Tutta mia la città

Il vento è cambiato, baby!

pubblicato nella rubrica democrazia il 31 maggio 2011


Oltre l’avenue D. Philippe Marcadé

New York, 1975. Philippe Marcadé è un giovane francese che ha già vissuto parecchie avventure: una convivenza con una ragazza e il figlio appena nato in una Amsterdam sballata e divertente, una settimana di carcere a Phoenix in seguito a un maldestro traffico internazionale di hashish e un lungo soggiorno a Boston in compagnia dell’amico Bruce e degli Aerosmith, all’epoca niente più che una band di esordienti.

pubblicato nella rubrica libri il 25 maggio 2011


Il letto di Frida

La Kahlo raccontata da Slavenka Drakulic.

pubblicato nella rubrica libri il 19 aprile 2011


On some faraway beach

David Sheppard racconta Brian Eno.

pubblicato nella rubrica musica il 22 marzo 2011


Mainstream

La cultura dominante secondo Frédéric Martel.

pubblicato nella rubrica libri il 10 febbraio 2011


Anna Politkovskaja

Resta da aggiungere che, visto da fuori, il nostro Paese pare immerso in un regime di ineccepibile democrazia. Ha proclamato l’assoluta indipendenza della magistratura e la punibilità di qualunque ingerenza nel suo operato.

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 ottobre 2010


Una strada come palcoscenico

Càpita in questi giorni di passare da piazza Cordusio e tra lo sferragliare dei tram, passanti frettolosi e turisti intenti a fare shopping cogliere un’anomalia. In uno spazio ristretto giovani attori improvvisano performances. Alle loro spalle uno striscione di tela bianca, parole nere risaltano sullo sfondo: chi è di strada.

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 settembre 2010


Dove gli uomini diventano eroi

Il football americano è da tempo lo sport più seguito degli Stati Uniti. Più del "passatempo nazionale" baseball, più dei seguitissimi basket e hockey su ghiaccio, più del sempre emergente ma mai esploso calcio. Un successo che è merito delle regole stesse del football USA.

pubblicato nella rubrica libri il 13 giugno 2010


Non prendiamocela con una fiaccola nel buio.

Un testo con cui in molti hanno polemizzato (Adriano Sofri, Paolo Flores d’Arcais, Pierluigi Battista; e che lo stesso Dal Lago e il suo editore, Marco Bascetta, hanno difeso sul manifesto. Perbacco, perché mai non avremmo dovuto pubblicare una «decisa analisi critica (seria, rigorosa e diffusamente argomentata) di Gomorra?», sostiene con veemenza Bascetta, il 30 maggio. E: «Mi si critica non per quello che dico ma perché lo dico» sostiene e si lamenta Dal Lago (il 3 giugno).

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 giugno 2010


Tangenziali

"Yoga" in sanscrito significa "congiungere", "unire". L’antichissima filosofia indiana si propone infatti di collegare in una sola entità corpo e mente, essere umano e universo. Una disciplina del pensare e dell’agire, e anche del non-pensare e del non-agire, che ha tra i propri convincimenti quello che l’organo più importante del corpo umano non sia il cuore, e neanche il cervello, o il fegato, e nemmeno il pancreas o i polmoni, ma la pelle.

pubblicato nella rubrica libri il 28 febbraio 2010


Nausea

questa lettera è stata pubblicata nella rubrica Lettere di Corrado Augias su Repubblica di qualche giorno fa; mi associo allo sfogo di un caro amico che parla di una stanchezza comune a chi ha ancora senso civico e prova rabbia per l’imperante assenza di responsabilità.gf

pubblicato nella rubrica democrazia il 27 febbraio 2010


I ragazzi del mucchio

Torna in libreria il romanzo d’esordio di Silvio Bernelli in una nuova edizione Sironi.
(ripropongo la recensione che ne aveva fatto Dario Voltolini su TTL g.f.)

Silvio Bernelli, I ragazzi del mucchio, Sironi, Milano 2009, pagg. 208, € 14,00.

pubblicato nella rubrica libri il 16 novembre 2009


Acasadidio

Martedì 24 marzo ore 18, libreria Feltrinelli via Manzoni 12, Milano, Giorgio Morale presenta Acasadidio (Manni 2009) con Gabriella Fuschini e Giovanni Giovannetti. Letture di Mattia Camisa Morale e Maria Cascone. Omaggio musicale di Beno Fignon.

pubblicato nella rubrica libri il 22 marzo 2009


Il Naga invita all’Assemblea pubblica cittadina

Il Naga invita all’assemblea pubblica cittadina del 17 febbraio a Milano: per il diritto alla salute, contro l’attacco ai diritti di tutti, per fermare il pacchetto sicurezza, per una società aperta ed inclusiva.

pubblicato nella rubrica democrazia il 17 febbraio 2009


Su La distrazione

È possibile rendere con estro e distanza sufficienti la pura ripetizione degli oggetti e degli eventi, in una sorta di moltiplicazione del campo visivo che riduce e sottrae le facoltà vitali dell’io? E ancora, lo si può fare ponendosi di sbieco su quel periglioso crinale che divide (se ancora lo divide) un nucleo tematico ossessivo e vessatorio da una sua possibile reinvenzione letteraria, una modulazione catartica, insomma, una narrazione?

pubblicato nella rubrica poesia il 11 febbraio 2009


La distrazione

Quello che si vede, poco,
è sempre di nuovo sotto gli occhi,
come ripetendosi, ma non è
lo stesso, non tornerà mai

pubblicato nella rubrica poesia il 11 febbraio 2009


Il diritto alla salute non è più un diritto di tutti

Il profondo sconcerto del Naga per l’odiosa abolizione da parte del Senato del divieto di segnalazione dei cittadini stranieri che si rivolgono alle strutture sanitarie.

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 febbraio 2009


Israele parli anche con Hamas

Come le volpi del racconto biblico di Sansone, legate per la coda a un’unica torcia in fiamme, così noi e i palestinesi ci trasciniamo l’un l’altro, malgrado la disparità delle nostre forze. E anche quando tentiamo di staccarci non facciamo che attizzare il fuoco di chi è legato a noi - il nostro doppio, la nostra tragedia - e il fuoco che brucia noi stessi.

pubblicato nella rubrica democrazia il 20 gennaio 2009


Pippi Calzelunghe è tornata dall’inferno. Lasciami entrare, il film.

Forse è il film meno patinato mai prodotto. Anche gli italiani sanno essere crudelmente non patinati (oppure non lo sanno fare?), e girano storie tremende, come Un giorno perfetto, o Il papà di Giovanna. Invece i maestri della patina sono, da sempre gli americani.

pubblicato nella rubrica cinema il 20 gennaio 2009


una lettera

Caro Nicola, ti scrivo sebbene alla tua lettera abbia già risposto Moresco stesso, perché quel che vorrei tentare a proposito di Lettere a Nessuno è una riflessione rivolta a qualcuno.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 13 dicembre 2008


La prima radice

Il bisogno di verità è il più sacro di tutti. Eppure non se ne parla mai. La lettura fa spavento, quando ci si sia resi conto della quantità e dell’enormità di menzogne materiali, diffuse senza vergogna anche nei libri degli autori più stimati. E così leggiamo come se si bevesse acqua di un pozzo sospetto.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 18 maggio 2008


Il vangelo della carne

Torino Poesia a Mohole (via Desiderio 3/9)
Festival Ludwig

pubblicato nella rubrica poesia il 20 aprile 2008


Bevendo il tè con i morti di Livia Candiani

Bevendo il tè con i morti di Livia Candiani, edito da Viennepierre, sarà presentato
mercoledì 12 marzo alle ore 18 presso la libreria Equilibri di via Rodolfo Farneti 11 (MM Lima), a Milano. Presentano Sebastiano Aglieco e Francesco Marotta, legge Livia Candiani.

pubblicato nella rubrica locandina il 10 marzo 2008


Livia Candiani, “Come risolvere l’enigma/della presenza della poesia?”

Conversazione su “Bevendo il tè con i morti”

Dai cinquant’anni il pensiero della morte mi visita ogni giorno. Ma finora ho avuto solo arrivi e partenze – giusto per tenere in sospensione il cuore. E qualche morte – ma a distanza, perché non faccia male. Tu invece hai avuto ripetute e frequenti visite della Signora.

pubblicato nella rubrica poesia il 10 marzo 2008


Letteratura autobiografica/2

Tutti gli scrittori, o quasi tutti, a un certo punto della propria vita scrivono un’autobiografia. In qualche caso, e particolarmente se si tratta di autori famosi, lo fanno più per incassare il congruo assegno dell’editore che per il reale interesse di raccontare qualcosa di sé, di guardare nella persone che sono state e trarre un bilancio di ciò che sono diventate.

pubblicato nella rubrica libri il 27 novembre 2007


“Frau” – Confessioni-carillon nella poesia di Francesca Tini Brunozzi

Dopo una lunga militanza come operatrice culturale e performer sui palchi dello slam poetry, la vercellese Francesca Tini Brunozzi esordisce con un raccolta intitolata “Frau”, edizioni Torino Poesia.

pubblicato nella rubrica poesia il 8 ottobre 2007


Letteratura autobiografica/1

Esiste un’intera branca della letteratura che trae la sua forza dall’esperienza diretta. Letteratura autobiografica, quindi, che è tale solo quando produce libri che non sono semplicemente costruiti dai ricordi, ma libri costruiti con i ricordi.

pubblicato nella rubrica libri il 26 settembre 2007


Marotta, Sannelli, Monreale

Venerdì 21 - ore 21,00
Centro Culturale San Carlo - Corso Matteotti 14, MI (MM1 San Babila)
a cura di Fabrizio Bianchi e Adele Desideri
presentazione dei primi 3 volumi di poesia della nuova collana Le invetriate Edizioni Il crocicchio/inEdition

pubblicato nella rubrica poesia il 17 settembre 2007


Memoria

Solo la consapevolezza del passato permette di andare incontro al futuro. Ecco perché è necessario analizzare se stessi attraverso il tempo. Per farlo, gli esseri umani hanno a disposizione uno strumento fondamentale: la memoria.

pubblicato nella rubrica libri il 16 settembre 2007


IL MOLOSSO

del resto non siamo tenuti a conservare nei cuori o comunque in
qualche anfratto del costato le ferite d’una esplosione nucleare

pubblicato nella rubrica poesia il 20 giugno 2007


MURENE Scrittura, elettricità, fragori.

Tre modalità differenti di lavorare tra musicisti e poeti, a partire dalla voce come evento generatore dell’esperienza poetica. Ma anche la voce del romanziere su sfondi sonori come evento generatore degli universi narrativi.

pubblicato nella rubrica annunci il 19 giugno 2007


La nostra Calcutta: emergenza umanitaria a Pavia

Nessuno a Pavia ha più censito gli abitanti del campo abusivo dell’ex fabbrica di lavorazioni chimiche SNIA Viscosa dall’autunno 2006. Perché?

pubblicato nella rubrica democrazia il 30 maggio 2007


La porta

Mercoledì 16 maggio alle ore 18.00, alla libreria Feltrinelli di via Manzoni 12 a Milano.
Presentano Mia Wuehl e Giorgio Morale, letture di Livia Candiani.

Livia Candiani, La porta

Introduzione dell’autore

pubblicato nella rubrica poesia il 15 maggio 2007


Appunti su "Per soglie d’increato" di Francesco Marotta

Uno sguardo spalancato su un universo che ha in sé le sue origini perenni, un magma incandescente, fluido, dove le forme trapassano le une nelle altre, dissolvendo troppo rigide distinzioni.

pubblicato nella rubrica poesia il 11 maggio 2007


La poesia di ricerca oggi in Italia (2)

Questo incontro si pone come ideale proseguimento dell’esplorazione intorno alle scritture di ricerca in Italia avviata il 23 novembre 2006 sempre alla Casa della Poesia.

pubblicato nella rubrica locandina il 8 maggio 2007


"Un alfabeto./Gelido./Si scioglie."

Un mondo d’infanzia creato con figure da Chagall (il bambino di neve, la neve che urla, la bambina che "parla con l’aria", la bicicletta, sacchi – "di parole" –, le finestre, gli uomini di pane e zucchero, angeli, piume), ma dipinto con colori da incubo (il bianco, il blu, l’oro, il nero;

pubblicato nella rubrica poesia il 22 aprile 2007


Riconoscere una strada

Nota su Ludwig Hohl

pubblicato nella rubrica libri il 21 marzo 2007


Mariella Mehr dialoga con Irene Campari e Anna Ruchat

Teatro Fraschini
lunedì 19 marzo 2007, ore 20.30
Pavia, Strada Nuova 138

pubblicato nella rubrica locandina il 18 marzo 2007


La cometa di Welby

Più forte del Natale
e di tutti i suoi auguri,
salì il rombo del mare
contro gli scogli scuri…

pubblicato nella rubrica poesia il 7 gennaio 2007


Scorcio di secolo

Doveva essere migliore degli altri il nostro XX secolo.
Non farà più in tempo a dimostrarlo,
ha gli anni contati,
il passo malfermo,
il fiato corto.

pubblicato nella rubrica poesia il 1 gennaio 2007


BACIO LE TUE CICATRICI poesie cucite a mano

amore eterno, nessuno sa di noi due, salamandra, trasformazione, in acqua.

pubblicato nella rubrica poesia il 27 dicembre 2006


La poesia di ricerca oggi in Italia

Interrogarsi sulla poesia di ricerca in Italia, significa innanzitutto prestare attenzione alle scritture di quegli autori che si trovano tra i trenta e i quarant’anni.

pubblicato nella rubrica poesia il 20 novembre 2006


STEFANO MASSINI/TEATRO DELLE DONNE

La gabbia e’ il frutto in divenire di uno studio teatrale. Il lavoro e’ stato inizialmente presentato al pubblico come una fase di progettazione aperta e si e’ poi sviluppato verso una forma ulteriore, mantenendo comunque tutti i cromosomi di una ricerca in fieri e di uno stimolo alla riflessione.

pubblicato nella rubrica teatro il 16 novembre 2006


Prosa prose

Durata mostra: 10 novembre – 16 dicembre 2006

Sede: ISR – Centro Culturale Svizzero di Milano Via del Vecchio Politecnico 3, Milano

pubblicato nella rubrica annunci il 10 novembre 2006


Anna Politkovskaja

(da un’intervista a The Guardian 9.09.2004
traduzione di Anna Marchi - Megachip)

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 8 ottobre 2006


Notizie dall’esilio

Ancora ti prospera il fogliame intorno al cuore
e una fresca presa di sale
impregna il tuo sguardo.

pubblicato nella rubrica poesia il 24 settembre 2006


Guerra

Sei cencioso e nero sullo sterno
Dove si posano le dita a trattenerti,
Gonfio dirigibile atterrato
Su una montagna di carcasse.

pubblicato nella rubrica poesia il 5 agosto 2006


“Per devozione al nulla/della poesia”. Conversazione con Livia Candiani

"Perché i poeti nel tempo della povertà?" domandavano Holderlin e Heidegger. Eppure Vivian Lamarque nella introduzione al tuo "Io con vestito leggero" dice che non fai a tempo ad aprire bocca, che è nata una poesia. Il senso di leggerezza di tante tue poesie sembra confermarlo. E’ davvero così facile per te fare poesia?

pubblicato nella rubrica a voce il 8 maggio 2006


Io con vestito leggero

il nero
plana dal cancello
sul prato e sulle
margherite sui vetri
del lucernario
nera
non è la notte
nero è tutto il resto-

pubblicato nella rubrica poesia il 3 maggio 2006


Attenuanti per uno stupro

Un tempo furono i jeans.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 2 aprile 2006


FRISBEES (POESIE DA LANCIARE)

"Gioco, ma anche esercizio (fisico) e sport. Uno dei meno costosi, praticabile ovunque e pieno di grazia a vedersi"

pubblicato nella rubrica poesia il 30 marzo 2006


Sei capace di fare una rana?

Più di un’ora che la stanno massacrando e ancora si muove, come se la vita, nel frastuono dei calci e delle grida, non trovasse il punto giusto da dove uscire.

pubblicato nella rubrica racconti il 7 marzo 2006


Merce scaduta

Mi chiamo Vanessa, ho sedici anni, studio al liceo, faccio sesso col mio ragazzo e sono scaduta. Cioè, il mio corpo è scaduto.

pubblicato nella rubrica racconti il 25 febbraio 2006