Sergio Baratto

Caterina, Roma e la sublime catastrofe degli affetti

Su Cleopatra va in prigione di Claudia Durastanti.

pubblicato nella rubrica libri il 7 aprile 2017


"L’addio" in Puglia

Antonio Moresco presenta L’addio: dal 22 al 26 novembre, a Taranto, Mola, Altamura, Trani e Bitonto.

pubblicato nella rubrica annunci il 20 novembre 2016


La pace e la viltà

“Vietata la guerra”. E se qualcuno la fa, che cosa facciamo?

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 30 settembre 2016


Bologna

Sulla strage del 2 agosto 1980.
Con la testimonianza di Rosanna Lauro.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 agosto 2016


Cinque / quindici anni

Dieci anni fa, quando pubblicai qui sul Primo amore questo pezzo, il ricordo delle giornate di Genova era ancora fresco, le ferite ancora aperte. Lo ripropongo qui oggi senza modifiche o ritocchi e senza domandarmi se o in cosa sia invecchiato.
La memoria di quei fatti scivola inesorabile indietro, in un passato sempre più distante, e non solo temporalmente. Ma le ferite, per molti di coloro che vissero quell’epoca e quell’esperienza, non si sono mai rimarginate.

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 luglio 2016


Sergente Romano

Dialogo con Marco Cardetta su Sergente Romano. A cura di Silvana Farina.

pubblicato nella rubrica a voce il 30 giugno 2016


Quattro poesie

Quattro poesie del più grande poeta polacco del 900.

pubblicato nella rubrica poesia il 30 maggio 2016


“L’addio” a Roma

Antonio Moresco presenta L’addio a Roma: martedì 31 maggio, ore 18.30, Palazzo Santa Chiara, piazza Santa Chiara 14 (tra Largo di Torre Argentina e Pantheon).
Ne parla con l’autore Daria Bignardi.

pubblicato nella rubrica annunci il 25 maggio 2016


La Steppa a Milano

Martedì prossimo, 24 maggio, presento a Milano il mio romanzo, La Steppa, e ne parlo con Antonio Moresco.
Verso Libri, Corso di Porta Ticinese 40, ore 19.

pubblicato nella rubrica annunci il 20 maggio 2016


Cianuro

Una storia della Steppa.

pubblicato nella rubrica libri il 17 aprile 2016


L’arte della (non)fiction

Dialogo con Claudia Durastanti sulla forma del racconto. A cura di Silvana Farina.

pubblicato nella rubrica a voce il 13 marzo 2016


La Steppa

È in libreria il mio primo romanzo, La Steppa (Mondadori Strade blu).
Qui potete leggere il prologo.

pubblicato nella rubrica libri il 10 marzo 2016


Ce l’hai fatta, Valerio

È finalmente uscito il terzo volume del Sole dell’avvenire di Valerio Evangelisti.

pubblicato nella rubrica libri il 3 marzo 2016


L’ànema in préstio

Cinque poesie della vecchiaia.

pubblicato nella rubrica poesia il 27 dicembre 2015


Su “Olocausto” di Charles Reznikoff

«Una poesia in cui il poeta non si sforza di creare l’emozione, ma si limita ad andarla a cercare là dove già si trova.»

pubblicato nella rubrica poesia il 18 dicembre 2015


Dieci, cento, mille presepi

Una modesta e credo ragionevole proposta per estendere l’obbligo del presepe in ogni scuola statale e difendere le nostre tradizioni da chi vorrebbe stravolgerle.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 29 novembre 2015


Chi non ha più speranza

L’ultima pagina dell’Uomo a una dimensione.

pubblicato nella rubrica democrazia il 17 settembre 2015


Un futuro

«Dobbiamo desiderare che arrivino e anche che si fermino, perché ciò significherebbe che l’Italia è un bel paese in cui stare, in cui immaginare un futuro.»

pubblicato nella rubrica democrazia il 14 giugno 2015


Linciamo umani

Di un commento volgare e razzista, e della reazione dei “buoni”.
Ma chi sono i "buoni"?

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 aprile 2015


Gli increati

In libreria dall’11 marzo.

pubblicato nella rubrica libri il 9 marzo 2015


Viva i libertari

E viva l’Islam.

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 gennaio 2015


Sparate sul chitarrista

Giovanni Truppi live @ Cinema Teatro Lux. Pisa, 6 dicembre 2014.

pubblicato nella rubrica musica il 10 dicembre 2014


Radiografia di un sentimento

Su Morte di un uomo felice di Giorgio Fontana.

pubblicato nella rubrica libri il 8 novembre 2014


La buona morte

«Una specie di viaggio, o di reportage, nel mondo del fine vita e dell’eutanasia.»
Andrea Tarabbia, La buona morte (Manni, 2014).

pubblicato nella rubrica testamento biologico il 3 novembre 2014


Acorn of sense

Su incerti umani di Domenico Brancale (Passigli, 2013).

pubblicato nella rubrica poesia il 9 settembre 2014


C’è bisogno di Smile

Una sera estiva, un concerto jazz, un Cristo invecchiato imbottito di benzodiazepine...

pubblicato nella rubrica musica il 29 luglio 2014


No

Razzi di Hamas su Israele e bombe israeliane su Gaza: era il gennaio 2009 e l’operazione si chiamava "Piombo fuso". Di getto, sull’onda dell’emozione e della disperazione, scrivemmo a due mani questo pezzo.
Lo ripropongo qui oggi, mentre di nuovo cadono razzi di Hamas su Israele e bombe israeliane su Gaza.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 luglio 2014


Due libri

Davide Racca, Vacanza in inverno, Di Felice Edizioni 2013. Johannes Bobrowski, Poesie, a cura di Davide Racca, Di Felice Edizioni 2013.

pubblicato nella rubrica poesia il 1 luglio 2014


Ritorno alla fabbrica della cattiveria #7

Voci.

pubblicato nella rubrica democrazia il 14 marzo 2014


Sputiamo su Hegel

Manifesto di rivolta femminile (luglio 1970).

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 9 marzo 2014


Quale Europa?

Lunedì 10 marzo 2014 Antonio Moresco sarà tra i relatori del convegno “Quale Europa”, sulle prospettive economico-sociali del nostro continente.
Milano, Teatro dei Filodrammatici, via Filodrammatici 1, Milano. Dalle 14,00.

pubblicato nella rubrica annunci il 8 marzo 2014


"Fiaba d’amore" a Pavia

... Antonio Moresco sarà a Pavia per parlare del suo libro Fiaba d’amore. La Nuova Libreria il Delfino, piazza Cavagneria, 10.
presenta Anna Ruchat.

pubblicato nella rubrica annunci il 11 febbraio 2014


Ritorno alla fabbrica della cattiveria #6

Novembre 2009. Lo sgombero di via Rubattino.

pubblicato nella rubrica democrazia il 6 febbraio 2014


Ritorno alla fabbrica della cattiveria #5

«Si comincerà dai mendicanti, dai ragazzi storpi che chiedono l’elemosina a centinaia di semafori della città, da chi non ha dimora. Poi i controlli si estenderanno a macchia d’olio anche nei campi rom...»

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 gennaio 2014


Ritorno alla fabbrica della cattiveria #4

Apoteosi del piromane.
Dicembre 2006, il rogo di Opera.

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 gennaio 2014


Ritorno alla fabbrica della cattiveria #3

Atti.
Dove spiego cosa intendo per piccoli e grandi atti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 14 gennaio 2014


David Grossman e Antonio Moresco
a "Che tempo che fa"

David Grossman e Antonio Moresco saranno ospiti insieme a "Che tempo che fa": domenica 12 gennaio 2014, dalle 20:10, su Rai3.

pubblicato nella rubrica annunci il 9 gennaio 2014


Ritorno alla fabbrica della cattiveria #2

Parole.
Popolo, gente, straniero, comunista, cattiveria, buonismo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 gennaio 2014


Ritorno alla fabbrica della cattiveria #1

Zero.
«siamo morti! Siamo fottuti!»

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 gennaio 2014


In verità, io mi sdoppio nel pensiero

Ma come si fa a desiderare di lasciare una traccia?

pubblicato nella rubrica poesia il 20 dicembre 2013


Mujica II

Ci sono due Pepe Mujica.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 17 dicembre 2013


Gente che agita i forconi

"Il 9 dicembre l’inizio della fine per i parassiti"...
Ma da dove arrivano le voci, da dove vengono le mani che impugnano i forconi?

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 dicembre 2013


12 dicembre

«Mezzogiorno e mezzo, nebbia fitta. Il signor Scaglia guarda fuori dalla finestra. La stalla, per esempio: sa che è proprio lì di fronte, dov’è sempre stata. Ma ora è come se non esistesse più niente...»
Una cosa che scrissi anni fa e che ripropongo qui, oggi, con qualche piccola modifica.

pubblicato nella rubrica democrazia il 12 dicembre 2013


Dalla parte della melma putrida...

...e delle code di votanti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 dicembre 2013


Kyenge nn conosce l italiano

Ma anche i razzisti da tastiera non scherzano.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 5 dicembre 2013


"I circuiti celesti" a Milano

Mercoledì 27 novembre Antonio Moresco presenta I circuiti celesti di Emanuele Tonon. Alle ore 18:00, presso la libreria Centofiori, in piazzale Dateo 5.

pubblicato nella rubrica annunci il 25 novembre 2013


Strade bianche

Una poesia dalla raccolta Strade bianche (Interlinea, 2013).

pubblicato nella rubrica poesia il 19 novembre 2013


Lingue di fuoco

Durante la rilettura di Incerti umani di Domenico Brancale.

pubblicato nella rubrica poesia il 3 novembre 2013


Rom topi ed escrementi

Un ardito accostamento semantico e una messa alla prova lessicale.

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 ottobre 2013


Renzo e Luciana

Quando Monicelli incontrò Alessandro Manzoni nella Milano del Boom.

pubblicato nella rubrica cinema il 21 ottobre 2013


Luce d’estate
ed è subito notte

Sul romanzo di Jón Kalman Stefánsson (Iperborea, 2013).

pubblicato nella rubrica libri il 17 ottobre 2013


Mare chiuso

Fino alle 24.00 di domenica 6 ottobre potrà essere visto liberamente su Vimeo il film documentario "Mare Chiuso" di Stefano Liberti e Andrea Segre. Di cosa si tratta?
Tra il 2009 e il 2010 oltre duemila migranti africani vennero intercettati nelle acque del Mediterraneo e respinti in Libia dalla Marina e dalla Polizia italiana.
Nel marzo 2011, con lo scoppio della guerra in Libia, migliaia di migranti sono scappati e tra questi anche alcuni rifugiati etiopi, eritrei e somali che erano stati tra le vittime dei respingimenti italiani. Il film raccoglie le loro testimonianze, che mettono in luce le violenze e le violazioni commesse dall’Italia ai danni di persone indifese, innocenti e in cerca di protezione.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 6 ottobre 2013


Woyzeck, una ferita aperta

Un bellissimo Woyzeck a Milano, dal 4 al 6 ottobre, al Teatro Verdi.

pubblicato nella rubrica teatro il 5 ottobre 2013


Ma dove sono le parole?
Parte quarta: le poesie dei bambini rom

Chandra Livia Candiani conduce da anni seminari di poesia nelle scuole elementari della periferia milanese.
Le bambine e i bambini sono italiani e stranieri, figli di immigrati da ogni parte del mondo.
Presentiamo qui in quattro parti una selezione delle loro poesie. Questa quarta e ultima parte è dedicata alle poesie dei bambini rom.

pubblicato nella rubrica poesia il 20 settembre 2013


Ma dove sono le parole?
Parte terza: quello che conta, i grandi, cos’è la poesia

Chandra Livia Candiani conduce da anni seminari di poesia nelle scuole elementari della periferia milanese.
Le bambine e i bambini sono italiani e stranieri, figli di immigrati da ogni parte del mondo.
Presenteremo qui in quattro parti una selezione delle loro poesie. Questa terza parte è dedicata a: quello che conta, i grandi, che cos’è la poesia.

pubblicato nella rubrica poesia il 3 agosto 2013


Ma dove sono le parole?
Parte seconda: il mondo, l’autoritratto, le parole, l’addio

Chandra Livia Candiani conduce da anni seminari di poesia nelle scuole elementari della periferia milanese.
Le bambine e i bambini sono italiani e stranieri, figli di immigrati da ogni parte del mondo.
Presenteremo qui in quattro parti una selezione delle loro poesie. Questa seconda parte è dedicata a: Il mondo, L’autoritratto (o «La vita di»), Le parole, L’addio.

pubblicato nella rubrica poesia il 9 luglio 2013


L’opposta riva (dieci anni dopo)

Su L’opposta riva (dieci anni dopo) di Fabiano Alborghetti (La Vita Felice, 2013).

pubblicato nella rubrica poesia il 8 luglio 2013


Ma dove sono le parole?
Parte prima: il silenzio

Chandra Livia Candiani conduce da anni seminari di poesia nelle scuole elementari della periferia milanese.
Le bambine e i bambini sono italiani e stranieri, figli di immigrati da ogni parte del mondo.
Presenteremo qui in quattro parti una selezione delle loro poesie. La prima parte è dedicata al silenzio.

pubblicato nella rubrica poesia il 7 luglio 2013


Rompersi

«Per tutta la sera avevo pensato a come tener ferme le gambe e le braccia. A non mordermi l’avambraccio, a non fare il solito malato paralitico che non sa fare niente»...

pubblicato nella rubrica racconti il 30 giugno 2013


Pezzi d’amore nel cosmo

Visioni del firmamento dalla pièce di Antonio Moresco allo short-film di Fabio Badolato e Jonny Costantino.

pubblicato nella rubrica cinema il 25 giugno 2013


"La conta delle lentiggini" e la poetica dei corpi

Su La conta delle lentiggini di Flavia Ganzenua (Caratteri Mobili, 2013).

pubblicato nella rubrica libri il 18 giugno 2013


Due bambine

Modigliani e Soutine.

pubblicato nella rubrica arte il 24 maggio 2013


La terza vita di Kaspar Hauser, patrono d’Europa

Storia del "fanciullo d’Europa": il nostro patrono, il protettore di "Freccia d’Europa", il simbolo di un’altra Europa possibile.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 18 maggio 2013


Necrofagia

Sciacalli che si affollano intorno a cadaveri.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 15 maggio 2013


«Non ho niente contro Grillo, ma…»

Alfredo Castelli, fumettista e padre di Martin Mystère, sul pantheon esoterico, lessicale e concettuale del Movimento 5 Stelle.

pubblicato nella rubrica democrazia il 2 maggio 2013


Come speri, polso sinistro, di resistere a lungo a quello destro?

Lo sfrenato tripudio della mano destra, l’inevitabile sconfitta di quella sinistra. Dai Quaderni in ottavo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 28 aprile 2013


Nessuna crisi per la fabbrica della cattiveria

I lettori del Giornale salutano Cécile Kyenge, il nuovo ministro dell’integrazione.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 28 aprile 2013


“Il firmamento” a Ravenna

Al MEFF (Mosaico d’Europa Film Fest) di Ravenna, venerdì 19 aprile alle 19.30 verrà proiettato Il firmamento, il cortometraggio di Fabio Badolato e Jonny Costantino tratto dalla pièce di Antonio Moresco. Con Ciro Carlo Fico e Carlotta Pircher. Saranno presenti il regista Jonny Costantino e lo scrittore Antonio Moresco.

pubblicato nella rubrica annunci il 17 aprile 2013


Il mio Vincenzo Jannacci

«Quella voce assurda, impensabile, mezza ubriaca e mezza raffreddata, sgangherata eppure melodiosa...»

pubblicato nella rubrica musica il 8 aprile 2013


"La lucina" a "Che tempo che fa"

Sabato 6 aprile dalle 20:10 Antonio Moresco sarà ospite della trasmissione di Rai3 "Che tempo che fa" per presentare il romanzo La lucina.

pubblicato nella rubrica annunci il 5 aprile 2013


Spiegare in poche parole quanto Jannacci fosse Milano

Per Enzo Jannacci.

pubblicato nella rubrica musica il 30 marzo 2013


Tre cose che ho imparato scrivendo in rete

Il testo che ho letto sabato 23 marzo alla festa per i dieci anni di Nazione Indiana.

pubblicato nella rubrica in teoria il 29 marzo 2013


Deo crepitvi sacrvm

Oggi è la giornata mondiale della poesia. Voglio celebrarla con i versi di una grande poetessa italiana dell’Ottocento ingiustamente dimenticata.

pubblicato nella rubrica poesia il 21 marzo 2013


Ratzinger

Contro i mostri fabbricati male e in fretta.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 5 marzo 2013


Lettera a Moresco

Una lettera dopo aver terminato La lucina.

pubblicato nella rubrica libri il 25 febbraio 2013


Il popolo versus la kasta

Un assedio che non esiste.

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 febbraio 2013


Devi restare inchiodato lì

Negare al proprio caro crocifisso il permesso di scendere.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 12 febbraio 2013


Lettera aperta a Benedetto XVI

Nel 2008 Antonio Moresco ha pubblicato sul terzo numero della rivista del Primo amore ("Il vitello d’oro") una lettera aperta a papa Ratzinger, poi ripresa anche dal quotidiano "Il riformista". La ripropongo ora, per ovvi motivi.
Che le incredibili dimissioni del papa siano legate alle misteriose parole che il signor Rosmarino gli sussurrava nel sonno?
(S. Baratto)

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 12 febbraio 2013


Cinque feste della città di A.

79, 85, 89, 96 e 04.

pubblicato nella rubrica racconti il 31 gennaio 2013


Waking up on christmas morning…
pubblicato nella rubrica musica il 25 dicembre 2012


A farewell

Ieri ha chiamato Sandra, la mia cara amica, te la ricordi? Ci hai cresciute insieme, come fossimo due sorelle. Io le voglio bene ma provo angoscia quando qualcuno si preoccupa troppo per me. Ogni sera mi telefona per chiedermi come sto e io devo risponderle che sto bene.

pubblicato nella rubrica racconti il 15 dicembre 2012


Giustiniano

«Era un mascalzone, semplice però da manovrarsi, quello che si chiama cattivo e stupido, mai veritiero con la gente, ma ambiguo sempre in tutto, nelle parole e nei fatti, eppur facile preda di chi voleva imbrogliarlo. Si era realizzata in lui una singolare combinazione costituita da follia e malvagità.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 7 dicembre 2012


La leggerezza possibile della poesia

Ho tra le mani Fratelli d’Amore di Anna Setari (Cleup, Padova 2012). Piccolo formato e una sobria copertina, realizzata con gusto: riporta un’illustrazione di Beppino Zago in verticale, allineata a sinistra, di gatti misteriosi e teste-palloncini nascoste fra gli alberi a scrutare il mondo fuori, ora con circospezione ora preda di una paura addomesticata; poi i fiori, la luna.

pubblicato nella rubrica poesia il 25 novembre 2012


Dubbi aperti a penna corrente…

…intorno al discorso pisano di Nichi Vendola del 10 novembre 2012 Foggia mi terrorizzava. Arrivarci in macchina era uno strazio. Le autorità pugliesi hanno l’abilità di nascondere i cartelli segnaletici dietro le peggiori escrescenze vegetali che spuntano ai lati della strada. Se un ramo piega la testa nel potenziale campo visivo di un guidatore e se quel guidatore non più ipotetico non conosce la via per arrivare dove deve, di sicuro dietro la testa piegata del ramo starà nascosto un cartello stradale.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 13 novembre 2012


Diario di un’insurrezione

È uscito il mio Diario di un’insurrezione. Fa parte dei Fiammiferi del Primo amore e parla di certe cose che sono accadute nel mondo, in Italia e nella mia vita diversi anni fa, all’inizio del decennio passato. Parla di cose successe prima, durante e dopo il G8 di Genova, nel corso sempre più limaccioso degli anni Zero. Quello che segue è un brano del libro.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 ottobre 2012


Com’è / Come dovrebbe essere

Questo è il lancio d’agenzia AGI che ho letto nella sera di sabato 15 settembre 2012 sul sito della “Repubblica”:

Film blasfemo: Lega Nord, chiudere subito moschea di Trento

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 16 settembre 2012


Una settimana da Ricky

Dove si racconta come possa essere amara la settimana di un vecchio bargello a riposo nella Milano anarco-bolscevica di questi anni.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 16 settembre 2012


Linee guida per gli spot pubblicitari

Quando uno spot pubblicitario che dura x secondi mostra nei primi (x-2) secondi immagini completamente prive di senso, negli ultimi due secondi comparirà un profumo.

Negli spot di marche automobilistiche non c’è mai traffico. Se sono presenti code, i SUV e le macchine di lusso vengono raffigurate mentre le altre auto si scansano al loro passaggio come il Mar Rosso al cospetto di Mosè, mentre le utilitarie vi sgusciano zigzagando come Speedy Gonzales che scappa a Gatto Silvestro

pubblicato nella rubrica arte il 15 settembre 2012


Due prose brevi e una lettera sentimentale

Relazionismo spiccio

Perde la memoria in continuazione, ma la memoria che consideriamo, della sua vita, non è la memoria dei fatti e di cose e persone, è la memoria degli affetti. Talvolta sembra che ogni suo legame stretto in vita sia ora, d’un tratto, senza storia, che tutti gli siano egualmente stranieri. Guardandolo dall’alto, possiamo vedere le distanze dagli altri crearsi e disfarsi.

pubblicato nella rubrica racconti il 13 settembre 2012


L’uso consapevole della punteggiatura

Questo è il punto. Istruzioni per l’uso della punteggiatura (Laterza 2012), di Francesca Serafini, è un libro curioso, affascinante, dal sapore zuccherino: il che non vuol dire assolutamente niente, ma l’espediente sinestetico passerà almeno qualcosa sul piano del sentimento.

pubblicato nella rubrica in teoria il 9 agosto 2012


Arrivati!

Giovedì 5 luglio, dopo un breve e rinfrescante temporale, i bracci di Stella d’Italia si sono congiunti all’Aquila, tra grandi abbracci e con l’accompagnamento musicale della mitica banda di Borbona. Poi, in Piazza del Duomo, stanchi e bagnaticci e molto felici, si è acceso il fuoco e fatto festa. Evviva i camminanti, evviva l’Italia!

pubblicato nella rubrica stella d’Italia il 8 luglio 2012


15 maggio 2012, Piazza Macao
pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 16 maggio 2012


Proteggiamo Macao!

Il tumblr di Macao.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 11 maggio 2012


«Quello che ho potuto fare ho fatto…»

Tre lettere – tra le tante – di condannati a morte della Resistenza.

pubblicato nella rubrica libri il 25 aprile 2012


Io non voglio che tu sia morto per me!

Meditazioni pasquali sul sacrificio rituale di Gesù e sulla sua replica miracolosa e serializzata.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 8 aprile 2012


Suite visiva: Rifrazioni/Brera

Presentazione della rivista
RIFRAZIONI. DAL CINEMA ALL’OLTRE
Tra la filosofia e le arti

Intervengono: Davide Assael (Centro Studi Campostrini, Verona) Jonny Costantino (saggista e filmaker, direttore di “Rifrazioni”) Maurizio Guerri (Accademia di Belle Arti di Brera) Katia Rossi (Università di Firenze)

Proiezioni: Beira Mar (14’, digital, 2010) Le Corbusier in Calabria (11’, super8, 2009) di Fabio Badolato e Jonny Costantino (Baco Productions)

Martedì 3 aprile 2012 – ore 17:00 aula 13 Accademia di Belle Arti di Brera Via Brera 28, Milano

pubblicato nella rubrica locandina il 2 aprile 2012


Cose salvate dalla sabbia

Gli animali gommosi con quell’odore irresistibile di idrocarburi aromatici, serpenti, kraken, pesci preistorici, orribili creature di altri pianeti, altre dimensioni, mostri immaginari, insetti giganti cannibali, esseri mai immaginati prima, molli, slogati, flessibili [...]

pubblicato nella rubrica racconti il 9 febbraio 2012


Sei minuti

Il racconto che apre la raccolta Antropometria (NEO Edizioni, 2010).

pubblicato nella rubrica racconti il 5 febbraio 2012


Skrjabin suona Skrjabin

Etude Op. 8 N. 12. Autore ed esecutore: Aleksandr Nikolaevič Skrjabin. Data di registrazione: 1910.

pubblicato nella rubrica musica il 5 febbraio 2012


La “sprezzatura” di Wisława Szymborska

In questi giorni la repubblica delle lettere porta il lutto al braccio per la morte di Wisława Szymborska, poetessa polacca Nobel nel ’96. La sua è stata ed è sicuramente una delle voci più limpide e profonde della poesia contemporanea.

pubblicato nella rubrica poesia il 4 febbraio 2012


Le braccia, lo stomaco, lo sfintere

Ovvero un nuovo apologo di Menenio Agrippa.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 5 gennaio 2012


Mio papà ha la villa ad Antibes…

…ma a Milano non gli lasciano usare il SUV. Ovvero: dialogo di una bambina e di un comunista (sporco ma in incognito).

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 22 dicembre 2011


Una poesia per l’anno 388

388 d.C.

pubblicato nella rubrica poesia il 7 dicembre 2011


Il mondo di Melancholia

Non può che essere così

Melancholia mi è parso il film più sincero di Lars von Trier, quello in cui ha detto ciò che voleva dire nel modo più diretto

pubblicato nella rubrica cinema il 16 novembre 2011


Terraferma

Lo sguardo che evoca e la pietà che travolge nel nuovo film di Emanuele Crialese.

pubblicato nella rubrica a voce il 25 settembre 2011


Perché non possiamo non dirci valsusini

da Genova alla Val di Susa passando per il buio degli anni Zero.

pubblicato nella rubrica democrazia il 27 luglio 2011


La città della passione

Cosa succedeva dieci anni fa nella mia, nelle nostre vite.

pubblicato nella rubrica a voce il 20 luglio 2011


A caldo

«Alla prima tappa, Milano-Pavia, io e Fabio ci siamo arrivati malintenzionati...» Un resoconto di "Cammina cammina".

pubblicato nella rubrica cammina cammina il 12 luglio 2011


La grande balla dei black bloc in Val di Susa

Inventarsi frange violente per fugare la paura.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 9 luglio 2011


Lobotomia globale

«Gli utenti vogliono che Google “dica cosa devono fare dopo”». Riprendo da Internazionale un’agghiacciante disamina della rete prossima ventura.

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 luglio 2011


E ad un tratto, mi è parso che il bosco cominciasse a camminare...

Racconto di una giornata di luglio in Val di Susa. E qualche riflessione sul presente.

pubblicato nella rubrica a voce il 7 luglio 2011


Il cammino si ferma, l’avventura continua

“Cammina cammina” si è concluso felicemente in due tempi, il 3 luglio con l’arrivo a Scampìa e il 4 luglio con il saluto del Sindaco di Napoli. Queste sono alcune delle parole che sono state scritte per i camminanti o dai camminanti.

pubblicato nella rubrica cammina cammina il 6 luglio 2011


Ora e sempre resistenza

Sassi contro blindati nei Territori Occupati della Val di Susa.

pubblicato nella rubrica democrazia il 4 luglio 2011


Il totem-Tav

Istruzioni per vetero-progressisti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 1 luglio 2011


Il proiettile della visione

Antonio Moresco e Jonny Costantino: un dialogo sul cinema e su tutto il resto.

pubblicato nella rubrica a voce il 1 luglio 2011


"Infinite Loss" in libreria

Il lamento in morte di David Foster Wallace scritto da Salvatore Toscano è diventato un libro.

pubblicato nella rubrica libri il 23 giugno 2011


Contro i clochard

Materiali per una ridefinizione del concetto di indecenza.

pubblicato nella rubrica democrazia il 26 aprile 2011


Dalla parte di chi lotta per la libertà

Un’intervista illuminante, in diretta da Benghazi. Per fare piazza pulita di tutta la paccottiglia retorica di questi giorni.

pubblicato nella rubrica a voce il 26 marzo 2011


La mia sconfitta, la nostra salvezza

Il punto di vista di un giornalista libico, dissidente e di sinistra.

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 marzo 2011


Sporcarsi la coscienza

Alcune brevi considerazioni su quanto sta accadendo in Libia (e in Italia).

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 marzo 2011


Eccessiva tolleranza nei confronti dei regimi dittatoriali

Un lucidissimo articolo sulla criminale e suicidaria gestione dei flussi migratori adottata dal nostro governo per cattiveria congenita e per necessità di vellicare i bassi istinti dell’elettorato.

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 febbraio 2011


Televisione

Quel che penso di San Remo. E dei discorsi intorno a San Remo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 febbraio 2011


13 storie inospitali

Sui racconti di Hans Henny Jahnn.

pubblicato nella rubrica libri il 2 febbraio 2011


Dolgaja schastlivaja zhizn’

Una lunga vita felice,
una vita così lunga e felice,
d’ora in poi una lunga vita felice
per ciascuno di noi...

pubblicato nella rubrica musica il 28 dicembre 2010


St. Stephen
pubblicato nella rubrica musica il 26 dicembre 2010


E’ nato si dice
pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 25 dicembre 2010


L’avventuriero dell’anima

Dal fondo del torpore, quasi dal sonno, un pensiero solitario. Dopo lo squarcio iniziale, la psicanalisi ha finito per basarsi sul presupposto di una necessità…l’idea di un uomo che sempre deve difendersi, sin dalla nascita, da un pericolo interno. Bardato. Corazzato.

pubblicato nella rubrica racconti il 24 dicembre 2010


L’indisciplina e la strada

Ho scritto i due brani che seguono nell’autunno del 2008, due anni fa, all’inizio delle proteste studentesche (che allora venivano chiamate "onda anomala").

pubblicato nella rubrica democrazia il 17 dicembre 2010


“Il cuore non riesce a vivere di pace…”

Di Aleksandr Aleksandrovič Blok (San Pietroburgo 1880 – Pietrogrado 1921) si dice di solito che è il massimo esponente della poesia simbolista russa. Per me è "semplicemente" uno dei più grandi poeti russi di ogni tempo.

pubblicato nella rubrica poesia il 28 novembre 2010


Tam Lin e altre poesie

Tam Lin e altre poesie di Francesca Matteoni (Transeuropa, 2010) è una piccola ma intensa raccolta poetica: Smilza, leggerissima eppure densa come una stella di neutroni.
Quando mi è arrivata, l’ho letta tutta di filato. Prima con l’interesse e la curiosità che ho sempre quando maneggio un libro nuovo, poi con emozione crescente. Infine l’ho messa nel mio tascapane, avvolta in una bustina di plastica perché non si rovinasse, e per un paio di settimane l’ho portata con me ovunque andassi.

pubblicato nella rubrica poesia il 26 novembre 2010


Metodi e toni mafiosi

Poiché domani Roberto Maroni sarà ospite della trasmissione di Fabio fazio e Roberto Saviano su Raitre, ripropongo qui questa intervista di Matteo Mauri all’attuale ministro degli Interni, che avevo già postato un anno fa su questo sito. Sarebbe bello che durante la trasmissione qualcuno rileggesse al ministro almeno i passaggi più salienti. Tanto per capire se la pensa ancora come undici anni fa.

pubblicato nella rubrica democrazia il 21 novembre 2010


OK Computer

È inutile resistere, già al minuto 00:33 di "Airbag", nell’istante in cui entra il basso, vengo scagliato inesorabilmente indietro nel tempo, con una botta d’accelerazione tipo quelle che si vedono nei film di fantascienza quando i nostri eroi entrano nell’iperspazio e tutte le stelle all’improvviso si allungano come stringhe di luce bianca sul parabrezza infrangibile dell’astronave

pubblicato nella rubrica musica il 19 novembre 2010


Doposbronza in America

L’altra estate chiacchieravo con un avvocato di Dallas, una persona mediamente colta che aveva preferito portare i figli a visitare l’Italia anziché a Las Vegas.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 7 novembre 2010


Le nazioni si divorano

Pare che gli uomini sieno fabbri delle proprie sciagure; ma le sciagure derivano dall’ordine universale, e il genere umano serve orgogliosamente e ciecamente a’ destini. Noi argomentiamo su gli eventi di pochi secoli: che sono eglino nell’immenso spazio del tempo?

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 5 novembre 2010


Quando la feccia comincia a schiumare

Comincia così:
hanno facce strane, sono fatti diversi (più scuri).
Hanno un altro odore.
Hanno un fare losco.
Non hanno rispetto per le nostre tradizioni.

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 novembre 2010


L’intervista invisibile

Questa breve intervista ad Antonio Moresco avrebbe dovuto figurare domenica 24 ottobre sul "Corriere della Sera", all’interno dell’articolo "Riviste: c’eravamo tanto odiati". Per motivi a noi ignoti il pezzo di Paolo Di Stefano non ne reca traccia.

pubblicato nella rubrica a voce il 26 ottobre 2010


Il sogno di un proiettile

All’ultimo piano di un palazzo, in una piccola capitale di un disastrato e disperato paese, un uomo con i baffi e una stampella si alza dal letto. Il salotto è aperto con cinque finestre sui tetti neri della città appena sveglia.

pubblicato nella rubrica racconti il 4 ottobre 2010


Questo funerale vi è offerto da

Sulla home page di Repubblica, stamattina, la notizia del ritrovamento del corpo di una giovane donna annegata il mese scorso durante un’alluvione era arricchita da un riquadro pubblicitario multicolore che recitava: “Figli delle stelle. Dal 22 ottobre al cinema”.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 3 ottobre 2010


Un’altra Italia è (stata) possibile

La legge del 1903 prevedeva dei referendum comunali nei quali i cittadini potevano esprimere il proprio favore, o la propria contrarietà, ai provvedimenti di municipalizzazione. L’istituto del referendum locale venne abolito dal fascismo e non è stato più ripreso nell’Italia repubblicana, ma questa è stata una perdita secca, perché era veramente l’espressione di una sana democrazia dal basso.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 agosto 2010


Non dite: “Sono solo parole”

«Hitler è uscito dalle frange dell’estrema destra, in principio una banda di "sognatori" che alla fine divenne il cuore dell’incubo mondiale. All’interno di quei confini si sguazzava nel fango, ci si riscaldava e si infiammavano i compagni. Insieme si teneva vivo un calore artificiale composto di superbia e insolenza. Ci si poteva permettere di dire ogni sorta di cose che non si possono pronunciare in altri luoghi. Estremismo puro e assoluto.

pubblicato nella rubrica democrazia il 21 giugno 2010


Il sindacato dell’odio

Non si placano le polemiche per il rifiuto, da parte di un piccolo ma agguerrito gruppo di lavoratori della Pheeat di Agrigento sul Naviglio, di sottoscrivere l’accordo che scongiurerebbe la chiusura dello stabilimento.

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 giugno 2010


Gli incendiati a Città del Messico

Lettura de Gli incendiati (Mondadori) di Antonio Moresco nel carcere di Città del Messico (Reclusorio Norte), nell’ambito del IV festival de las Literaturas Europeas – Literatura y Libertad. Mercoledì 19 maggio 2010, ore 12.00.

pubblicato nella rubrica annunci il 18 maggio 2010


Passione e durata del corpo

I ritratti delle vecchie fotografie ci guardano da mappe fantastiche, percorse d’improvviso, i margini della carta impressa logorati nelle pieghe della pelle. Poi c’è questa luce – sottratta alle immagini in dissolvenza, come i fili, il secco delle foglie nei nidi – il residuo resistente di calore.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 13 maggio 2010


Animali molto malleabili #2

Segue la seconda e ultima parte della lunga intervista di Maria Nadotti a Kurt Vonnegut uscita originariamente sulla rivista "Linea d’ombra" nel marzo del 1989.

pubblicato nella rubrica a voce il 10 maggio 2010


Animali molto malleabili #1

Questa lunga intervista di Maria Nadotti a Kurt Vonnegut uscì originariamente sulla rivista "Linea d’ombra" nel marzo del 1989. La ripubblichiamo qui divisa in due e in versione integrale. Un ringraziamento particolare a Vincenzo Latronico che l’ha recuperata e trascritta.

pubblicato nella rubrica a voce il 10 maggio 2010


Sette idee per una prossima escalation dell’assurdo

1. Togliere d’ufficio la potestà genitoriale ai genitori mendicanti, nomadi e/o di etnia rom.

pubblicato nella rubrica democrazia il 2 marzo 2010


Solo il mimo...

Il film aveva una colonna sonora, in cui una profonda, autoritaria voce virile diceva: "Siate liberi e vivi e lasciate che il vostro spirito si libri in alto con la Strada Aperta!". E lui se ne andava appunto per la strada vuota, a oltre cento chilometri all’ora, isolato dall’aria esterna, isolato il più possibile persino dai suoni del proprio veicolo che avanzava per quella strada vuota.

pubblicato nella rubrica libri il 12 febbraio 2010


Caccia al nero

La sezione è ancora quella del Pci. Uno stanzone con del materiale vario accatastato in fondo, vicino alla porta, dall’altro lato un vecchio tavolo, alla sua sinistra una bandiera del Pci, aperta, dispiegata, e a destra una televisione.

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 gennaio 2010


Kind of Foe
pubblicato nella rubrica musica il 7 gennaio 2010


Cose degli anni Zero
pubblicato nella rubrica a voce il 3 gennaio 2010


Da dove viene tanto odio? #4

Questa intervista di Matteo Mauri all’attuale ministro degli Interni è apparsa sulla Padania del 3 ottobre 1999 con il titolo "Se gli si tolgono gli strumenti della politica-fiction, si sgonfia subito". Il testo completo è reperibile qui, visto che, come l’intervista precedente, è misteriosamente scomparsa dagli archivi del quotidiano leghista.

pubblicato nella rubrica democrazia il 16 dicembre 2009


Da dove viene tanto odio? #3

Il seguente articolo a firma di Max Parisi è apparso sulla Padania del 30 agosto 1998.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 dicembre 2009


Da dove viene tanto odio? #2

Questa intervista di Stefania Piazzo all’attuale ministro degli Interni è apparsa sulla Padania dell’11 marzo 1999. Il testo completo è reperibile qui, visto che dagli archivi del quotidiano leghista è misteriosamente scomparso, in puro stile Džugašvili.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 dicembre 2009


Da dove viene tanto odio? #1

La guerra è aperta da tempo. Ma ora entra in campo l’artiglieria pesante. E se alle accuse di mafia che da tempo Bossi lancia contro Berlusconi, il Cavaliere risponde col silenzio, adesso il Senatur ha deciso di alzare il tiro. «Tanto per essere chiari, per far capire alla gente», replica ad un congressista che aveva criticato la «politica dell’insulto» del segretario leghista. L’attacco di Umberto Bossi a Silvio Berlusconi, è durissimo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 dicembre 2009


Bartleby è tornato a casa!

Oggi 25 Novembre 2009, Bartleby ha riaperto le porte di via Capo di Lucca 30! Un centinaio di studenti e studentesse, precari e precarie, artisti e musicisti, hanno questo pomeriggio invaso la strada di via Capo di Lucca e sono entrati con forza e determinazione in quella palazzina che tutte e tutti abbiamo fatto vivere e dalla quale abbiamo lanciato delle sfide alla città.

pubblicato nella rubrica democrazia il 27 novembre 2009


Taklamakan #5

Come sempre sarò l’ultimo a vedere
che il mio succo è poca cosa
se l’ho sempre saputo l’ho sempre nascosto
ai miei occhi senza misura
sono sempre sembrato un gigante nano

pubblicato nella rubrica poesia il 26 novembre 2009


Se si perde l’istinto di conservazione

L’ennesima legge salva-premier è una porcata talmente infame, talmente schifosa e inaccettabile (anche per gli effetti che avrebbe su molti altri processi), talmente incompatibile con qualsiasi concetto di democrazia, giustizia ed equità, che se finirà per passare, come le precedenti, nella rassegnazione o con il consenso idiota dell’opinione pubblica senza provocare una doverosa, energica e risolutiva reazione di rigetto – che la spazzi via e che possibilmente spazzi via anche i suoi artefici, cui per troppo tempo è stato concesso di trascinare la collettività e le nostre singole vite nel marciume e nella rovina – vorrà dire che il nostro Paese ha perso l’intelligenza istintiva che presiede ai meccanismi di autodifesa e sopravvivenza. Cioè, in altre parole, che è un paese condannato a morte sicura.

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 novembre 2009


Grazie. Ragazzi.

Nel giorno della festa delle forze armate (la dicitura corretta sarebbe "Giornata delle Forze Armate e dell’Unità d’Italia") ho ritrovato due ritagli di giornale risalenti a sei mesi fa esatti. Sono le prime pagine del Corriere e della Repubblica del 4 maggio 2009.
Il Corriere della sera titolava: "Afghanistan, gli italiani sparano contro un’auto: muore una bambina" e la Repubblica: "Afghanistan, gli italiani sparano: muore una dodicenne".

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 6 novembre 2009


Taklamakan #4

I prossimi eroi non avranno mani oneste
fronti lisce come dorsi di balena
i prossimi eroi si risparmieranno

pubblicato nella rubrica poesia il 10 settembre 2009


Taklamakan #3

Senofonte attraversò l’impero in fretta e furia
i persiani di dietro i peshmerga davanti
non mancò di somatizzare con qualche diarrea
e quel cazzo di mare non arrivava mai

pubblicato nella rubrica poesia il 28 luglio 2009


Taklamakan #2

Un episodio trascurabile delle Guerre persiane

Al porto quella notte
prima dell’assalto
avevo freddo e tanto sonno
mi strinsi a Cleomene
ci inventammo una canzone
tutto il tempo sottovoce
la cantammo
nessun altro l’ha sentita
fu come se non fosse
mai stata cantata.

pubblicato nella rubrica poesia il 6 luglio 2009


Canti del caos e Zingari di merda ad Armunia Festival

I due appuntamenti sono iseriti nel contesto della rassegna INEQUI_libri a cura di Armunia Festival.

pubblicato nella rubrica annunci il 30 giugno 2009


Reticoli

L’immagine è: un condominio affollato, prigioni blindate come celle di clausura e un buco sottile sul muro di ogni stanza. Per ogni stanza un uomo. Per ogni buco una cannuccia disinfettata ad ogni respiro da cui bere e sputare la saliva dell’altro. Di centottanta perlopiù sconosciuti. Succhiarne la bava e gli umori, cercare anche, a volte, di spiargli dal buco la gola e i denti marci, magari anche la traccia sporca lasciata dal succhiatore precedente. E poi sedersi, al centro della stanza a sfregarsi le mani fino a farle schizzare sangue.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 29 giugno 2009


Proposte politiche per il prossimo biennio

1) GPS per gli immigrati.
Gli immigrati in possesso di regolare permesso di soggiorno vengono dotati di braccialetto o cavigliera (a scelta) infrangibile con rilevatore satellitare di posizione GPS, onde permettere alle forze dell’ordine di monitorarne gli spostamenti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 giugno 2009


Taklamakan #1

Notre-Dame de Bon Port
priez pour nous pêcheurs

Avevano scrutato a lungo il cielo
i meteorologi gli allibratori
puntarono su una buona pesca.
Uscimmo in mare aperto e là ci colse
la tempesta

pubblicato nella rubrica poesia il 2 giugno 2009


Moresco all’Era Glaciale

Venerdì 29 maggio Antonio Moresco sarà ospite di Daria Bignardi: "L’Era Glaciale", Rai Due, ore 23.35.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 maggio 2009


Attacco alla nazione

Con il «respingimento» in Libia dei 227 immigrati si è consumato l’ennesimo sprezzante attacco ai principi, ai doveri, ai diritti, ai rapporti etico-sociali, economici e politici fissati dalla nostra Costituzione, la Costituzione della Repubblica Italiana.

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 maggio 2009


Sciacallaggio

Qui il video.

"Leader dell’informazione con uno share del 33,9%"!
"Picchi di quasi dieci milioni di telespettatori!"

Una sola parola: VERGOGNA.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 8 aprile 2009


Il mio paese è

Ditemi che è un pesce d’aprile, vi prego.

pubblicato nella rubrica democrazia il 1 aprile 2009


Come lupi in mezzo alle pecore

Don Giulio Tam fotografato mentre svolge la sua opera pastorale nel nome di Gesù Cristo. «Io vi mando come lupi in mezzo alle pecore».

pubblicato nella rubrica democrazia il 4 marzo 2009


Per un rinascita democratica dell’Italia

Claudio Scajola, ministro dello sviluppo economico: «[Bisogna] coniugare il diritto allo sciopero con la necessità di garantire ai cittadini diritti fondamentali».

pubblicato nella rubrica democrazia il 28 febbraio 2009


No al pizzo #5

No al pizzo. Imprenditori siciliani in trincea, edito dalla Thor Editrice e curato da Gabriella De Fina, raccoglie le testimonianze in prima persona di tredici imprenditori siciliani che hanno scelto di dire no al ricatto delle logiche mafiose. Nel libro compaiono con il loro nome e cognome e con la loro faccia: un gesto che è nello stesso tempo un’assunzione di responsabilità, un rischio e un atto di coraggio.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 26 febbraio 2009


E.E. Appunti a margine

La morte di Eluana Englaro ha messo una volta per tutte di fronte ai nostri occhi il significato, palese e occulto, della macchina di potere che ci sovrasta. Il grido: ’non ci avrete vivi’, l’ultimo slancio disperato del combattente che rifiuta la resa ad un nemico di forze sproporzionate, con questa politica non è più possibile. Perché ci avranno vivi.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 23 febbraio 2009


L’Italia non weimariana

La buona notizia è che Veltroni si è dimesso. La cattiva è che il problema non è questo o quel segretario, ma il PD in sé. Un partito nato morto, senza un’ombra di coraggio laico, senza sinistra, senza idee, autoreferenziale, lacerato da meschine lotte intestine, dominato da logiche interne di pura gestione del piccolo potere burocratico.

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 febbraio 2009


No al pizzo #4

No al pizzo. Imprenditori siciliani in trincea, edito dalla Thor Editrice e curato da Gabriella De Fina, raccoglie le testimonianze in prima persona di tredici imprenditori siciliani che hanno scelto di dire no al ricatto delle logiche mafiose. Nel libro compaiono con il loro nome e cognome e con la loro faccia: un gesto che è nello stesso tempo un’assunzione di responsabilità, un rischio e un atto di coraggio.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 17 febbraio 2009


Birkat haMinim

O uomini, quando parlate la giustizia è muta,
non sono parziali i vostri giudizi.
Di proposito commettete delitti sulla terra,
le vostre mani diffondono violenza.

pubblicato nella rubrica democrazia il 11 febbraio 2009


Italianità

Cosa s’intende per "popolo" quando si dice «Mi rivolgerò al popolo e cambierò la Costituzione"?

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 febbraio 2009


La foto che manca

Guardate bene quelle foto. I giornali domani ne saranno pieni. Le televisioni inonderanno le case degli italiani con l’immagine di Eluana. E taceranno il fatto che quella ragazza, la ragazza sorridente delle foto, non esiste più da diciassette anni.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 febbraio 2009


La memoria deve essere un monito

Io non amo molto le commemorazioni stabilite per decreto, quale che sia l’oggetto del ricordo, se celebrare la memoria di un evento è solo un modo peloso di recidere ogni legame tra il passato e il presente.
La permanenza del passato nel presente costituisce sempre un problema.

pubblicato nella rubrica democrazia il 27 gennaio 2009


No

Queste riflessioni a due, condivise reciprocamente e in ogni loro parte da entrambi, che si susseguono senza soluzione di continuità e in cui le due voci non sono diluite ma mantengono entrambe la propria diversa prima persona, intercalate in modo irregolare e libero, sono state scritte nei giorni scorsi sull’onda delle emozioni provocate dai tragici avvenimenti della striscia di Gaza e dal groviglio di ragioni e di torti che vi sono inestricabilmente connessi.

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 gennaio 2009


No al pizzo #3

Lo stralcio che segue è tratto dal racconto dell’imprenditore palermitano Vincenzo Conticello.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 15 gennaio 2009


Una feritoia nella nera abitazione della morte

"Rubo" le parole del subcomandante Marcos da Nazione Indiana. Grazie a Macondo, che da commentatore si è trasformato in traduttore.

pubblicato nella rubrica democrazia il 12 gennaio 2009


L’eterno ritorno dell’orrore

L’attacco aereo israeliano (...) è arrivato nella notte. Una pioggia di bombe ad alta precisione: obiettivo un edificio di tre piani che è venuto giù come un castello di carte. Dentro si erano rifugiate da giorni molte famiglie spaventate dal conflitto. Sotto le macerie, una sessantina di cadaveri, 37 sono bambini (quindici di loro erano disabili).

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 gennaio 2009


No al pizzo #2

Proseguiamo la pubblicazione degli stralci tratti dal libro No al pizzo. Imprenditori siciliani in trincea. Il volume, edito dalla Thor Editrice e curato da Gabriella De Fina, raccoglie le testimonianze in prima persona di tredici imprenditori siciliani che hanno scelto di dire no al ricatto delle logiche mafiose. Nel libro compaiono con il loro nome e cognome e con la loro faccia: un gesto che è nello stesso tempo un’assunzione di responsabilità, un rischio e un atto di coraggio.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 5 gennaio 2009


Magnificat + Fuoco nero

Triplo appuntamento sabato 3 gennaio 2009 a Lecce, presso i Cantieri Teatrali Koreja, in via Guido Dorso 70:
alle ore 19:00 incontro con Antonio Moresco e Maurizio Lupinelli;
alle ore 20.45 il Nerval Teatro di Ravenna mette in scena MAGNIFICAT e FUOCO NERO. Testi di Antonio Moresco, regia di Maurizio Lupinelli. Con Maurizio Lupinelli ed Elisa Pol.

pubblicato nella rubrica annunci il 1 gennaio 2009


No al pizzo #1

Cominciamo oggi a pubblicare una serie di estratti dal libro No al pizzo. Imprenditori siciliani in trincea. Il volume, edito dalla Thor Editrice e curato da Gabriella De Fina, raccoglie le testimonianze in prima persona di tredici imprenditori siciliani che hanno scelto di dire no al ricatto delle logiche mafiose.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 20 dicembre 2008


Ivano Ferrari legge "Rosso epistassi"

Ivano Ferrari legge la sua nuova raccolta Rosso epistassi.
Alla libreria Modo Infoshop Interno 4 di Bologna, via Mascarella 24/b, giovedì 18 dicembre 2008 alle ore 21.00.
Presentano Domenico Brancale e Antonio Moresco.

pubblicato nella rubrica annunci il 17 dicembre 2008


Facebook Storm Troops

Il pezzo che segue è una specie di premessa al più lungo e ragionato post di Andrea Tarabbia pubblicato qui ieri.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 14 dicembre 2008


Infinite Loss

Mi turbinano in testa decine di idee, di ricordi, di potenziali scalette per scrivere un pezzo sulla morte di David Foster Wallace, e già questo mi sembra offensivo, inautentico.

pubblicato nella rubrica libri il 24 novembre 2008


Bestioline mediatiche

Non voglio giudicare né offendere nessuno, in particolare non voglio dire niente di male su Roberta Pinotti ministro ombra della difesa e su Giorgia Meloni ministro della gioventù. Il problema è che non ho potuto fare a meno di notare una cosa piccola piccola che però dice tantissimo sul mondo e sui tempi di merda in cui ci tocca vivere.

pubblicato nella rubrica a voce il 17 ottobre 2008


La morte civile

"La scuola iniziava alle 19, cosa ci faceva nel parco alle 17? Si aggirava, telefonava, faceva gesti. Ci sarà un’inchiesta, vedremo a chi ha telefonato."
(Costantino Monteverdi, Udc, assessore alla sicurezza del Comune di Parma, commentando l’arresto di Emmanuel Bonsu Foster, 22 anni, negro)

pubblicato nella rubrica democrazia il 2 ottobre 2008


Una circostanza/Un incidente

Un errore imperdonabile, pensavo entrando in macchina dopo aver lasciato il pacco dei fogli, sui quali avevo fotocopiato il libro di Aldo Giorgio Gargani, Sguardo e destino, davanti al portone della casa dove viveva, e vive, il mio amico Andrea Benati, in assoluto la persona più geniale che abbia mai conosciuto, anzi, l’amico più geniale che abbia mai avuto e che non vedevo ormai da tre anni.

pubblicato nella rubrica racconti il 26 settembre 2008


I vili aggressori

«I militari dapprima sopraffatti, essendo stati colti di sorpresa, lasciavano l’uomo e cercavano di fermare i vili aggressori.»

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 settembre 2008


La servitù volontaria

Diciamo dunque che, se ogni cosa diventa naturale all’uomo allorché vi si abitua, solo resta nella propria natura colui che desidera soltanto le cose semplici e non adulterate. Perciò la prima causa della servitù volontaria è l’abitudine.

pubblicato nella rubrica democrazia il 20 luglio 2008


Don Chisciotte nel cosmo

Si comincia con una frase di Antonio Moresco che da qualche parte nei suoi saggi letterari definisce il Don Chisciotte "un libro per extraterrestri".

pubblicato nella rubrica teatro il 13 luglio 2008


Il congegno

Ogni amore ha impiantato al proprio interno un congegno che lo regola e ne misura le frequenze e gli umori. È un congegno dal funzionamento elementare, biologico, si direbbe.

pubblicato nella rubrica in teoria il 9 luglio 2008


Due poesie
pubblicato nella rubrica poesia il 8 luglio 2008


Pratiche poliziesche in regime di democrazia

Un rumeno di etnia rom, Stelian Covaciu, è stato picchiato a sangue da quattro agenti della polizia. È accaduto nella tarda serata di giovedì, accanto alla baracca dove vivono Stelian e la sua famiglia, a pochi passi da piazza Tirana, Milano.

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 giugno 2008


Chi se ne fotte

Alla maggioranza dei cittadini non interessano che due (*) cose: che caccino gli stranieri dal sacro suolo e che taglino le tasse.

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 giugno 2008


Pulizia etnica e sporcizia semantica

Pogrom, sondaggi, sputi. Un malessere fatto di nausea, paura, impotenza e rabbia compressa accompagna in questi giorni la sensazione che l’escalation sia iniziata, che abbia subito una mutazione irreparabile nella velocità di progressione. Che l’accelerazione abbia superato il punto di non ritorno.

pubblicato nella rubrica democrazia il 16 maggio 2008


L’eccezione o la norma?

In questa storia, si usano le parole per nascondere quel che è accaduto e ancora può accadere. Si dice: Raffaele era un bullo. Non lo era. Si dice: è un delinquente. Non lo era. Si dice: è solo una mela marcia, è un caso isolato.

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 maggio 2008


Clericofascismo

«Io applico il fascismo e il cattolicesimo». Giancarlo Gentilini, il vicesindaco leghista di Treviso, ha svelato al quotidiano spagnolo El Pais a chi s´è ispirato per realizzare la sua politica di «tolleranza zero» verso immigrati, nomadi, prostitute, gay, lavavetri, ambulanti e graffitari che gli ha meritato una certa fama a livello nazionale.

pubblicato nella rubrica democrazia il 28 aprile 2008


Appunti del mese di aprile

Eppure c’ero anche nel 2001, ero presente e vigile, ma non mi sembra di ricordare che i fascisti avessero rialzato la cresta come ora. Si sente dappertutto e sempre più forte il puzzo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 aprile 2008


Votare fa schifo, votare è necessario

Bene, tutti quanti sicuramente avranno letto o sentito delle ultime esternazioni di **rlusconi e dei suoi.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 aprile 2008


Non è un paese per poveri

A Milano sgomberano l’ennesima baraccopoli di disperati, tra i soliti commenti nazisti della gentaglia di merda che – non so spiegarmi come – ha sostituito negli anni i milanesi originali con dei cloni antropologicamente degenerati.

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 aprile 2008


Contro la stupidità per l’umanità

I. Seconda dichiarazione della Realidad per l’umanità e contro il neoliberismo

II. Tra l’albero e il bosco

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 marzo 2008


Into the Wild

Questi sono gli appunti che ho preso mentalmente durante e per iscritto subito dopo la visione del film di Sean Penn Into the Wild.
SPOILER WARNING! A chi sta leggendo queste righe: fai attenzione, qui di seguito vengono rivelati diversi elementi della trama nonché il finale.

pubblicato nella rubrica a voce il 13 febbraio 2008


Forza Smirne

Com’è noto, Milano è candidata a ospitare l’Esposizione Mondiale del 2015 . Il responso finale del Bureau International des Expositions è previsto per il 31 marzo 2008. L’altra "finalista" è la città turca di Smirne.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 7 febbraio 2008


Gl’italiani ridono

(…) Gl’italiani di mondo, privi come sono di società, sentono più o meno ciascuno, ma tutti generalmente parlando, più degli stranieri, la vanità reale delle cose umane e della vita, e ne sono pienamente, più efficacemente e più praticamente persuasi, benché per ragione la conoscano, in generale, molto meno.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 febbraio 2008


L’Antropocene agli sgoccioli

Fino a poco tempo fa, il disastro climatico era praticamente bandito dal discorso collettivo; sui media cosiddetti mainstream non ce n’era quasi traccia, e quel poco che c’era veniva abilmente infrattato negli angoli meno visibili.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 2 febbraio 2008


Cretaceo.

Una specie di barrito mi coglie alla sprovvista mentre corro verso il metrò. Mi giro. La corsia dei tram è transennata. Da dietro le paratie, muggendo con una nota di dolore, una grossa escavatrice si abbatte col suo muso appuntito sulla schiena di un tir.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 31 gennaio 2008


Dalle catacombe

La radiosveglia mi strappa a forza da un sogno orribile. Ero braccato in un sotterraneo post-atomico da alcune misteriose presenze, uomini neri dai contorni incerti, mucillaginosi, che non riuscivo a mettere a fuoco nemmeno quando guizzavano a pochi metri da me.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 20 gennaio 2008


Verba manent

"Chi ha particolari tendenze sessuali, come gli omosessuali, non va discriminato, ma aiutato con interventi di tipo psicologico e con terapie adeguate."

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 dicembre 2007


Duramadre live al Leoncavallo

Mesdames et messieurs, compagni e compagne, brat’ja i sestry:
se vi va, oggi sabato 24 novembre 2007 noialtri Duramadre suoneremo al baretto del Leoncavallo, nell’ambito di "LA TERRA TREMA".
Ore 22, Leoncavallo s.p.a., via Watteau 7, Milano. Ottimo cibo, ottimo vino, bagordi, sovversioni e - speriamo - buoni suoni.

pubblicato nella rubrica locandina il 24 novembre 2007


Patrioti

T. V., della provincia di Brindisi, anni 22, carrettiere, analfabeta, celibe, già condannato, soldato nel 65° fanteria di marcia; condannato complessivamente a 5 anni di reclusione ordinaria e lire 100 di multa

pubblicato nella rubrica democrazia il 4 novembre 2007


Voyager

Ecco, in un punto qualsiasi del Nulla, senza preavviso, la Materia ha fatto irruzione e vi si è scaraventata dentro, quasi risucchiata o attratta, o addirittura invitata dal Nulla stesso, accarezzato dall’idea. La Materia si riversa nel Nulla come un’orda e guadagna spazio e respiro e si allunga torcendosi e scoppiando silenziosa. Il Nulla è preso, cavo e indeterminato, come una preda al laccio. Fugge.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 31 ottobre 2007


Il balzo feroce del nulla umano

A volte tornano, e sono tornati. I criminali perbene - nazi tosti, duri e impuri pronti a tutto - hanno nuovamente cinto d’assedio cascina Gandina di Pieve Porto Morone, lanciato insulti, petardi e bombe carta.

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 ottobre 2007


Fuori il marcio dai nostri confini

Finalmente Beppe Grillo parla di Rom.
E lo fa, coerentemente con la sua ultima evoluzione politica, usando le parole più comprensibili e i ragionamenti più beceri.

pubblicato nella rubrica democrazia il 6 ottobre 2007


Un inno agli uomini che muoiono in piedi #3
pubblicato nella rubrica poesia il 5 ottobre 2007


Bisogno di utopia

Facendo le pulizie, ho ritrovato per caso questo vecchio articolo di Ignacio Ramonet, uscito su Le Monde Diplomatique/il manifesto nel maggio del 1998.

pubblicato nella rubrica democrazia il 4 ottobre 2007


Un inno agli uomini che muoiono in piedi #2

Il poeta Tadeusz Różewicz, ha scritto – facendo collidere Valery e Adorno – che "la danza della poesia ha terminato la sua esistenza durante la Seconda guerra mondiale nei campi di concentramento costruiti dai sistemi totalitari".

pubblicato nella rubrica poesia il 4 ottobre 2007


L’epoca delle sostituzioni tristi

Le vicissitudini della comunità Rom pavese sono state paradigmatiche e rivelatrici di indirizzi politici, di assetti ideologici dei partiti, dei rapporti con l’economia e il governo del territorio, della ruolo degli intellettuali, della mentalità, della comunicazione e della qualità e del rispetto del dissenso.

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 ottobre 2007


Un inno agli uomini che muoiono in piedi #1

Zbigniew Herbert è un illustre poeta pressoché sconosciuto, almeno in Italia. Peccato, perché mi sembra che possa essere tranquillamente annoverato tra i più importanti del Novecento – e non mi riferisco alla sola Polonia.

pubblicato nella rubrica poesia il 30 settembre 2007


Un ateneo per il fashion

Inaugurata a Milano la prima Università della Moda. Ospiterà anche un museo dedicato alle opere dei grandi maestri stilisti del secolo scorso. Polemiche, contestazioni e una certezza: per una volta, l’Italia torna all’avanguardia nel mondo.

pubblicato nella rubrica racconti il 27 settembre 2007


...I rom e l’Infedele

Mercoledì sera 26 settembre alle 21,30 su La7, Giovanni Giovannetti, Irene Campari e alcuni dei rom coinvolti nelle vicende dell’ex Snia di Pavia saranno ospiti della trasmissione L’infedele condotta da Gad Lerner.

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 settembre 2007


Cose che non si commentano

Il numero in edicola di "Donna moderna" (anno XX, n.38) propone un servizio dedicato alle donne Sindaco e Amministratrici. Le hanno vestite con abiti griffati e fotografate. Tra di loro c’è anche il Sindaco di Pavia, Piera Capitelli.

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 settembre 2007


Tagliagole

Dietro Cascina Gandina arrivano un’auto e un motorino. È una strada di campagna tra pioppi e pannocchie. Dall’auto scendono quattro persone. Richiamano l’attenzione dei Rom e fanno roteare il pollice da destra a sinistra all’altezza della gola.

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 settembre 2007


Criminali perbene

Questa notte hanno quasi ammazzato un bambino. Samu dormiva quando un mattone ha infranto i vetri della finestra. Gli aggressori agiscono al calare delle tenebre, tra le due e le cinque della notte quando i carabinieri tolgono il presidio.

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 settembre 2007


I rom sotto assedio

Il sito del Circolo Pasolini di Pavia, sta seguendo l’odissea dei rom assediati in una cascina di Pieve Porto Morone (PV) da centinaia di fascisti e "semplici cittadini" vogliosi di linciaggio. La situazione viene monitorata con continui aggiornamenti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 settembre 2007


Pogrom

Dal sito del Circolo Pasolini Pavia questo nuovo aggiornamento sulla persecuzione dei Rom nella provincia pavese

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 settembre 2007


Come in "Mississippi Burning"

Alla fine il sindaco di Pavia Piera Capitelli ce l’ha fatta: oggi Pavia è sulle pagine di tutti i giornali. «Il Manifesto» dedica alla città addirittura un editoriale di Luca Fazio in ’Prima’ e non sono complimenti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 6 settembre 2007


Odissea Rom

Il Settimanale Pavese" ha dedicato un rendiconto di due pagine - che qui riproponiamo - all’Odissea dei Rom pavesi, dallo sgombero alla lunga notte nomade tra Pavia e Torre d’Isola e infine al Palatreves.

pubblicato nella rubrica democrazia il 6 settembre 2007


The poors suck

Mi ricordo che quando ero piccolo e leggevo cose come queste venivo colto – prima ancora che dall’indignazione – da un senso di sbigottimento. Mi chiedevo se fosse davvero esistita un’epoca in cui la società era così crudele, così priva di pietà per i poveri.

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 luglio 2007


Trane

Oggi cade il quarantesimo anniversario della morte di John Coltrane. Ieri sera alla radio hanno mandato tutta "My Favorite Things".

pubblicato nella rubrica musica il 17 luglio 2007


Nec reges nec potestates #6

"Si avvicina un processo di purificazione…"
Monsignor Adolfo Tortolo, presidente della Conferenza Episcopale Argentina, 29 dicembre 1975

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 16 luglio 2007


Uno a zero per noi

Per i più pigri o i meno scafati: talvolta non c’è bisogno di andare a scavare negli strati profondi della Rete, là dove si nascondono i cosiddetti siti di controinformazione

pubblicato nella rubrica democrazia il 6 luglio 2007


Nec reges nec potestates #5

Durante il mio soggiorno nel convento dei frati Minori di Parma, quando ero già sacerdote e predicatore, si presentò un giovane del luogo, di famiglia di basso rango, illetterato e laico, idiota e stolto, di nome Ghirardino Segalello e chiese di essere accolto nell’ordine.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 28 giugno 2007


Buone letture per l’estate

Novità editoriali dalla Premiata Casa Editrice Fegatello & figli!!! IMPERDIBILI!!! ACQUISTI SUBITO TUTTI I VOLUMI IN CATALOGO automaticamente aprendo la presente pagina web!!!

pubblicato nella rubrica libri il 26 giugno 2007


Il regime clericale

Il regime clericale è dunque la costituzione di una chiesa, in quanto in essa domina un culto feticista, ciò che è da riscontrarsi tutte le volte che non principii della moralità, ma comandamenti statutarii, regole di fede ed osservanze costituiscono la base e l’essenza della chiesa.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 18 giugno 2007


Nec reges nec potestates #4

Il 28 aprile 1941 l’arcivescovo di Zagabria Alojzije Stepinac emanò una lettera pastorale con cui sanciva ufficialmente l’appoggio della Chiesa cattolica croata al regime fascista ustaša.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 7 giugno 2007


Lamento per Gomorra

Caro Roberto, noi non ci conosciamo. In realtà io ti ho visto in alcune occasioni, e ti ho sentito parlare la prima volta qualche tempo prima dell’uscita del tuo libro e di tutto quello che ne è venuto.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 1 giugno 2007


Nec reges nec potestates #3

È appena trascorso il Natale del 1269. Per le strade di Ferrara una voce comincia a circolare, dapprima tra la gente del borgo, tra i commercianti, gli artigiani e i servi di bottega. Armanno Pungilupo è morto.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 6 maggio 2007


Nec reges nec potestates #2

"Noi siamo Cattolici-Romani integrali. Come l’indica questa parola, il Cattolico-Romano integrale accetta integralmente la dottrina, la disciplina, le direzioni della Santa Sede e tutte le loro legittime conseguenze per l’individuo e per la società.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 26 aprile 2007


Nec reges nec potestates #1

Poiché Dio in questo secolo preferì i ricchi e i potenti ai poveri (…), onorando i potenti concordiamo con l’ordine da Lui stabilito.
Determinatio francescana, XIII secolo

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 19 aprile 2007


Milano e la psicosi delle bandiere rosse

Ieri 12 aprile 2007 minacciosi i vessilli maoisti sventolavano a Chinatown. Prendo di peso questo pezzo parecchio interessante dal blog Nero.

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 aprile 2007


Billy Pilgrim rapito dagli alieni

La cosa più importante che ho imparato a Tralfamadore è che quando una persona muore, muore solo in apparenza.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 12 aprile 2007


Autostrada per l’estinzione #2

Oggi a Bruxelles l’Ipcc ha presentato la seconda parte del suo IV rapporto sul cambiamento climatico globale

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 6 aprile 2007


Autostrada per l’estinzione

Il 6 aprile prossimo a Bruxelles l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) presenterà ufficialmente la seconda parte del quarto Assessment Report (AR4) sul riscaldamento globale. Come molti sapranno, la prima parte è stata presentata a Parigi il 2 febbraio scorso.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 1 aprile 2007


Chiesa e pedofilia

Al di là delle polemiche, è doveroso ricordare che la Chiesa ha già affrontato diverse volte il problema della pedofilia. Qui di seguito alcuni link.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 1 aprile 2007


Il jihad è qui
pubblicato nella rubrica democrazia il 20 marzo 2007


La sofferenza della Polonia #7

Ci infiliamo sopra un treno moderno, di quelli che sembrano fatti apposta per segnalare alla popolazione l’ingresso nell’Unione Europea, nell’Europa che conta, di quelli che dicono: “Ehi! Avete visto? Ci siamo anche noi!"

pubblicato nella rubrica a voce il 18 marzo 2007


La sofferenza della Polonia #6
pubblicato nella rubrica a voce il 13 marzo 2007


Io se fossi Dio

Io se fossi Dio
e io potrei anche esserlo
sennò non vedo chi.

pubblicato nella rubrica musica il 13 marzo 2007


La sofferenza della Polonia #5

Perché Białystok? Perché questo luogo di confine, questa città abbandonata, scrostata, dove sappiamo che non troveremo niente perché niente ci può dare?

pubblicato nella rubrica a voce il 10 marzo 2007


La sofferenza della Polonia #4

La seconda città, per grandezza, della Polonia. La “Manchester polacca”. L’esatto centro, l’ombelico produttivo della nazione. L’emblema della crisi. La città dal nome più sorprendente, più innominabile, più illeggibile. Łodz.

pubblicato nella rubrica a voce il 6 marzo 2007


La sofferenza della Polonia #3

Il ghetto di Varsavia. È un posto piuttosto difficile da raggiungere e da riconoscere, benché si trovi alle spalle del Nowe Miasto: bisogna sapere che in quella via lì, ai tempi, c’era la sinagoga, e che superando quella piazzetta là ci si trova dove una volta c’era la via del commercio.

pubblicato nella rubrica a voce il 4 marzo 2007


La sofferenza della Polonia #2

Arriviamo a Varsavia la sera tardi; ci hanno messo in un terminal piccolissimo, una dependance dell’aeroporto Chopin: si tratta di un gabbiotto di vetro e ferro, figlio di chissà quale speculazione edilizia, dove tutto è praticamente a vista...

pubblicato nella rubrica a voce il 2 marzo 2007


La sofferenza della Polonia #1

Prologo veneziano

Ho i soldi chiusi dentro la cintura.

pubblicato nella rubrica a voce il 27 febbraio 2007


Ancora sull’Opus Dei segreta

Del libro di Ferruccio Pinotti, Opus Dei segreta (Bur 2006), ha già scritto su questo sito Teo Lorini. Ciò che segue non è una recensione, ma uno spoglio degli appunti che ho preso durante la lettura e una trascrizione di alcuni dei passi che mi hanno più colpito.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 13 febbraio 2007


Climate Change 2007

Traduco qui di seguito, a mo’ di sommario, alcuni brevi estratti dal rapporto riassuntivo per i politici della prima parte del quarto Assessment Report (AR4) dell’Ipcc, presentato a Parigi il 2 febbraio 2007.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 3 febbraio 2007


L’ottimismo dei climatologi

Clima, scienziato tedesco rifà i conti. "Il rapporto Onu rischia di essere ottimista"

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 2 febbraio 2007


The Wild Side Of The Moon

Effettivamente in questi giorni a Milano si gira con il giaccone aperto, almeno nelle ore più soleggiate. Il termometro della prima farmacia segnava 14 gradi sopra lo zero, ma poteva benissimo essere un guasto dei sensori. Il fatto è che anche la seconda e la terza segnavano temperature simili (per la precisione tredici e quindici). In Corso di Porta Romana, verso il crepuscolo, ho incrociato un giapponese di mezza età, con i capelli lunghi, un berretto da pescatore e solo una felpa attillata indosso.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 13 gennaio 2007


L’Europa tropicale

Recita così il sommarietto del Financial Times che introduce l’approfondimento sul cambiamento climatico:

"Il cambiamento climatico è uno dei problemi più seri che il pianeta si trova a dover affrontare. Le prove scientifiche mostrano che il mutamento delle temperature potrebbe avere conseguenze profondamente negative sulla società umana, l’economia globale e l’ecosistema mondiale. Tutto ciò comporta rischi e opportunità cui gli investitori e le imprese devono rispondere".

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 7 gennaio 2007


L’Europa del sud verso la desertificazione?

Il riscaldamento globale potrebbe costare all’Europa migliaia di vite e miliardi di euro entro i prossimi 70 anni. E’ impietoso lo studio sulla situazione climatica e ambientale elaborato dalla Commissione europea e pubblicato oggi [6 gennaio 2007] dal Financial Times. Tanto impietoso da lasciare pochi margini al dubbio, tra cifre e prospetti che delineano un quadro da film del terrore. Se non saranno presi provvedimenti sulle emissioni dannose, ammonisce infatti Bruxelles, l’effetto serra e il relativo surriscaldamento del pianeta andranno avanti a passi veloci. E le prime avvisaglie del clima bizzarro, d’altra parte, sono sotto gli occhi di tutti.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 6 gennaio 2007


A chi si genuflette Lindo

Confesso di aver creduto per qualche tempo che il titolo del libro di Giovanni Lindo Ferretti, Reduce, fosse in inglese. L’ho visto in libreria e non ho pensato nemmeno per un secondo all’italiano, chissà perché.

pubblicato nella rubrica libri il 6 gennaio 2007


Il nostro bisogno di inesperienza #2

“Ora sono nato: da circa sette mesi sono nato. Se in più di mille pagine ho prodotto un sosia, era perché io non c’ero, non ci volevo essere: adesso ci sono. (…) Le mie idiosincrasie si scontreranno con quelle degli altri in campo aperto; se avrò qualcosa da raccontare, non sarà su di me.”

pubblicato nella rubrica in teoria il 6 gennaio 2007


Bisogna essere spietati

NEW YORK - Hemingway, addio. E addio anche a Aristotele, William Faulkner, Tennessee Williams: per far posto ai best seller di John Grisham, Stephen King, David Baldacci, Nelson DeMille, dagli scaffali delle biblioteche pubbliche americane stanno scomparendo i grandi classici.

pubblicato nella rubrica libri il 3 gennaio 2007


1969-2019 (IX)

2019. Finalmente i colpevoli

Nel tardo pomeriggio del 12 dicembre 1969, mentre in Piazza Fontana sono al lavoro decine di ambulanze, negli uffici e nelle fabbriche è quasi ora di timbrare e uscire nella palta di nebbia.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 24 dicembre 2006


1969-2019 (VIII)

L’ultimo libro di Bruno Vespa lo si trova abbondantemente pubblicizzato in ogni libreria d’Italia. È un’ottima strenna natalizia, in alternativa o in coppia con la memorabile trilogia di Oriana Fallaci. S’intitola Storia d’Italia da Mussolini a Berlusconi. L’accostamento tra i due statisti è adorabile.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 22 dicembre 2006


1969-2019 (VII)

Morto un indiziato, se ne fa un altro. L’hanno trovato a Roma nella giornata del 15. Nella notte, a Milano, il malore attivo da tabagismo di Pinelli.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 19 dicembre 2006


1969-2019 (VI)

16 dicembre
Mezzanotte appena scoccata. Aldo Palumbo, un cronista dell’Unità, sta attraversando il cortile della questura. Sente un tonfo, poi un altro, poi un altro ancora.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 16 dicembre 2006


1969-2019 (V)

15 dicembre
Pinelli è ancora in questura. Calabresi lo interroga. Nessuna imputazione gli viene contestata.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 15 dicembre 2006


1969-2019 (IV)

14 dicembre
Pinelli è ancora in questura. Calabresi lo interroga. Nessuna imputazione gli viene contestata.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 14 dicembre 2006


1969-2019 (III)

13 dicembre
Pinelli è ancora in questura. Calabresi lo interroga: il controllore e il controllato.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 13 dicembre 2006


1969-2019 (II)

12/12/69, 21:46
Milano, Piazza della Scala. Banca Commerciale Italiana. Cortile interno. Gli artificieri fanno brillare la bomba inesplosa.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 12 dicembre 2006


1969-2019 (I)

Mezzogiorno e mezzo, nebbia fitta. Il signor Scaglia guarda fuori dalla finestra. La stalla, per esempio: sa che è proprio lì di fronte, dov’è sempre stata. Ma ora è come se non esistesse più niente.

pubblicato nella rubrica democrazia il 12 dicembre 2006


I bravi tiranni vanno in paradiso

Al generale Augusto Pinochet Ugarte e alla sua distinta sposa...

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 11 dicembre 2006


La rivelazione

Pubblichiamo il testo integrale dell’intervista a Mario Placanica che il quotidiano CalabriaOra ha pubblicato oggi. Per la prima volta, il carabiniere catanzarese che era sulla jeep defender in piazza Alimonda, nel corso dei drammatici giorni del G8 genovese del 2001, afferma esplicitamente di essere "un capro espiatorio usato per coprire qualcuno" e di non avere ucciso lui Carlo Giuliani.

pubblicato nella rubrica democrazia il 30 novembre 2006


Ellis Island

Se, come diceva il grande Angelo Maria Ripellino, Velimir Chlebnikov è un continente, Bret Easton Ellis deve essere per forza almeno un’isola.

pubblicato nella rubrica libri il 14 novembre 2006


Priorità

"Caruso: ’Marijuana alla Camera’. E’ caos"

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 14 novembre 2006


Una fantasia compensativa (III)

Può darsi che Sayel Jabara – quarantasei anni ma ne dimostrava qualcuno in più – fosse uno stronzo, che avesse alle spalle una storia di soprusi e prevaricazioni inflitte a mogli e figli. Può darsi invece che fosse un fiore d’uomo.

pubblicato nella rubrica racconti il 5 novembre 2006


Una fantasia compensativa (II)

Ormai mi sarò stancato di materializzare simulacri di donne bellissime. Ecco che torno in camera, accendo la tele, c’è il notiziario, come sempre mi viene da vomitare. Mi concentro, aiutandomi con un’enciclopedia trovata in casa individuo una piccola area periferica del sistema solare, molto oltre l’orbita di Plutone. È una zona lontana, meglio essere cauti.

pubblicato nella rubrica racconti il 2 novembre 2006


Una fantasia compensativa (I)

Farò un sogno. Sognerò che mi sveglierò e sarò dotato di superpoteri. Nulla di appariscente che possa giustificare l’utilizzo di tute attillate, maschere e mantelli. Non sarò un supereroe nel senso tradizionale del termine. Ecco, sto sognando.

pubblicato nella rubrica racconti il 31 ottobre 2006


La NASA sul riscaldamento globale

Lo scienziato James Hansen, direttore del GISS e principale artefice dello studio in questione, ha recentemente rivelato di aver subito diversi tentativi di censura da parte della NASA su pressione della Casa Bianca

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 26 ottobre 2006


Il nostro bisogno di inesperienza

Questa mattina inaspettatamente vuota è stata l’occasione per leggere l’ultima cosa pubblicata da Scurati, un bompianino che prende il nome di La letteratura dell’inesperienza – scrivere romanzi al tempo della televisione. Si tratta di un micro saggio, davvero poco più di un lungo articolo, distribuito in un’ottantina di pagine tirate allo spasimo che mi ha stimolato alcune riflessioni che mi va di metter giù. (Dico subito che ho molte cose da scrivere e che per questioni di tempo in molti passaggi userò l’ascia).

pubblicato nella rubrica in teoria il 12 ottobre 2006


Anna Politkovskaja (II)

"Anna non ha mai avuto niente in comune né con gli intrighi della politica né con "interessi finanziari" di qualsiasi tipo. Costringerla a tacere o comprare il suo silenzio era assolutamente impossibile.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 12 ottobre 2006


Emergenza di specie #3 - Immaginare l’impensabile

Pubblico qui di seguito in versione pressoché integrale il testo del rapporto sui cambiamenti climatici commissionato nel 2003 dal Dipartimento della Difesa statunitense alla Global Business Network (GBN, un’agenzia di consulenza strategica): "An Abrupt Climate Change Scenario and Its Implications for United States National Security".

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 28 settembre 2006


Sinistra e antisemitismo

Io sono convinto che l’antisemitismo sia ontologicamente incompatibile con la sinistra.

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 agosto 2006


I neonati di Sodoma

“Il massacro di Cana ha suscitato emozione in tutto il mondo” (Repubblica, 30 luglio 2006). Proprio così: emozione. L’articolo aggiunge subito dopo “sdegno e condanna”. L’ordine delle parole non è mai casuale.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 1 agosto 2006


Per una commissione parlamentare d’inchiesta su Genova 2001

In Italia, nel luglio del 2001, abbiamo vissuto quella che Amnesty International ha definito "la più grave sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale".

pubblicato nella rubrica democrazia il 17 luglio 2006


Previsioni per l’autunno/inverno 2006

"La velocità di crescita della nostra specie è aumentata soltanto di cinque volte rispetto al Paleolitico...

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 13 luglio 2006


Un esempio di esaltazione della violenza in un testo religioso

Questo è un brano tratto dal Libro per i mujaheddin della Moschea, un testo religioso di carattere divulgativo diffuso nei paesi arabi musulmani:

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 18 giugno 2006


Il peccato, il giudice, il padre

(*) Asura (sanscrito): chiunque non appplichi gli insegnamenti delle Scritture e abbia come unico scopo quello di godere sempre più dei piaceri di questo mondo. Più si attacca alla materia, più tende a essere demoniaco e più nega l’esistenza di Dio.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 9 giugno 2006


Deus est causa peccati

Quaestio est de causa peccati. Et primo quaeritur utrum Deus sit causa peccati.
Et videtur quod sic.
(…) Ergo Deus est causa peccati.

Tommaso d’Aquino, De Malo

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 3 giugno 2006


Dov’era l’eroe anti-Provenzano il 21 luglio 2001?

Martedì 11 aprile. È il giorno dell’arresto di Bernardo Provenzano. Dopo 43 anni finisce la latitanza del capo di Cosa Nostra. È il più grande successo dello stato nella lotta alla mafia dall’arresto di Totò Riina nel 1993: così i mass media descrivono l’avvenimento.

pubblicato nella rubrica democrazia il 27 aprile 2006


Le brigate dei martiri di Nassiriya

E se la sofferenza dei bambini servisse a raggiungere la somma delle sofferenze necessaria all’acquisto della verità, allora io dichiaro in anticipo che la verità tutta non vale un prezzo così alto.

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 marzo 2006


La merda e il ministro

L’apparato digerente termina con gli sfinteri, i processi digestivi con l’espulsione periodica di un bolo escrementizio. Naturalmente sto parlando della merda.

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 febbraio 2006