Teo Lorini

Il fantasma dell’elettricità

Perché Bob Dylan non è andato a ritirare il Nobel? Perché le canzoni migliori spariscono dai suoi dischi? Chi è il misterioso comandante in capo con cui Dylan ha fatto un baratto? E com’è che la gente, quando parla di lui, va fuori di testa?

La risposta è nell’ultimo libro di Marco Rossari.

pubblicato nella rubrica libri il 20 aprile 2017


Uno splendido ottantaseienne

Il compleanno di Mentre morivo.

pubblicato nella rubrica libri il 6 ottobre 2016


La chimica della bellezza

Il nuovo romanzo di Piersandro Pallavicini.

pubblicato nella rubrica libri il 23 settembre 2016


Le cento vite di Nemesio

È in libreria il nuovo romanzo di Marco Rossari.

pubblicato nella rubrica libri il 14 settembre 2016


La notte di Roger Corman

Locarno 2016 omaggia il grande artigiano del cinema USA con la riproposta del suo primo (e unico)... flop!

pubblicato nella rubrica cinema il 8 agosto 2016


Il giardino delle mosche (ancora)

Altre considerazioni sul romanzo di Andrea Tarabbia.

pubblicato nella rubrica libri il 10 dicembre 2015


Con un tuono di valanga

Il lavoro, l’economia, il potere nel nuovo romanzo di Romolo Bugaro.

pubblicato nella rubrica libri il 20 settembre 2015


La Vanité

Tra commedia ed apologo, il nuovo film di Lionel Baier racconta questa cosa che chiamiamo vita.

pubblicato nella rubrica cinema il 18 agosto 2015


Retrospettiva Sam Peckinpah
pubblicato nella rubrica cinema il 8 agosto 2015


Lo Stato contro Fritz Bauer

In Piazza Grande la storia del procuratore che rintracciò Adolf Eichmann

pubblicato nella rubrica cinema il 8 agosto 2015


È cominciato il Festival di Locarno
pubblicato nella rubrica cinema il 7 agosto 2015


L’uomo nell’armadio e altri due racconti che non capisco

Il nuovo libro di Pietro Grossi.

pubblicato nella rubrica libri il 18 giugno 2015


Cos’hanno in comune Rodolfo Sonego e Orson Welles?

Un’accoppiata formidabile nell’adelphiana "Collana dei casi".

pubblicato nella rubrica cinema il 16 giugno 2015


Dylan Skyline

Un’antologia e un’intervista.

pubblicato nella rubrica libri il 21 aprile 2015


È nato Graphic News!

Notizie e reportages illustrati.

pubblicato nella rubrica annunci il 19 aprile 2015


Gli anni al contrario di Nadia Terranova
pubblicato nella rubrica libri il 2 marzo 2015


Le inquisizioni di Leonardo Sciascia

Un’intervista a Paolo Squillacioti, curatore del recente Meridiano Mondadori dedicato allo scrittore siciliano.

pubblicato nella rubrica libri il 14 febbraio 2015


Il museo dei pesci morti

Torna in libreria la raccolta di racconti che ha fatto conoscere Charles D’Ambrosio

pubblicato nella rubrica libri il 11 gennaio 2015


La ferocia

Luci e ombre del nuovo romanzo di Nicola Lagioia.

pubblicato nella rubrica libri il 28 ottobre 2014


La parabola di un poeta minimalista

Per Elliott Smith, a undici anni dalla scomparsa

pubblicato nella rubrica libri il 21 ottobre 2014


In interiore homine

Alla scoperta dell’anatomia umana.

pubblicato nella rubrica libri il 8 settembre 2014


Sangue sul confine

Due romanzi ambientati tra Texas e Messico

pubblicato nella rubrica libri il 4 giugno 2014


Il tempo non passa sempre allo stesso modo

Perché ho amato Llewyn Davis

pubblicato nella rubrica cinema il 2 marzo 2014


Doctor Sleep

È tornato Danny Torrance. Ed è tornato Stephen King.

pubblicato nella rubrica libri il 1 marzo 2014


Il fiore della pianta carnivora

Si riapre il processo per Piazza della Loggia: la vicenda, gli omicidi, i fascisti di Ordine Nuovo nel libro di Benedetta Tobagi

pubblicato nella rubrica libri il 24 febbraio 2014


Dove va la cultura europea?

1946, un reporter inusuale: Gianfranco Contini

pubblicato nella rubrica libri il 31 dicembre 2013


Il meraviglioso mondo degli Aristodem

Intervista a Daniela Ranieri.

pubblicato nella rubrica libri il 10 dicembre 2013


Il professorino che canta

Provocatorio e fantasioso, esilarante e amaro: il volume di Luca Scarlini dedicato a Paolo Poli è un mirabile mosaico di citazioni.

pubblicato nella rubrica libri il 25 novembre 2013


Cicatrici
pubblicato nella rubrica libri il 12 novembre 2013


Bob Dylan agli Arcimboldi
pubblicato nella rubrica dal vivo il 4 novembre 2013


Bob Dylan, o quel che ne rimane

In Italia, in questi giorni.

pubblicato nella rubrica musica il 4 novembre 2013


Novene isteriche

A Roma un ragazzo di 21 anni si è tolto la vita.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 29 ottobre 2013


Il segreto di Federigo Borromeo

Lo studio di Edgardo Franzosini illumina di luce nuova il rapporto tra il Cardinale dei "Promessi sposi" e lo storico sulle cui pagine si documentò Manzoni.

pubblicato nella rubrica libri il 13 ottobre 2013


Alla cieca, Houston

Su «Gravity» di Alfonso Cuarón

pubblicato nella rubrica cinema il 8 ottobre 2013


Si è chiuso il 66° Festival del cinema di Locarno

Un bilancio e uno strascico (paradossale ma non troppo)

pubblicato nella rubrica cinema il 21 agosto 2013


Death Row II

Werner Herzog presenta a Locarno altri quattro documentari/intervista dal braccio della morte.

pubblicato nella rubrica cinema il 16 agosto 2013


Sangue

In concorso a Locarno il lungometraggio di Pippo Delbono.

pubblicato nella rubrica cinema il 16 agosto 2013


Short Term 12

Applausi a Locarno per il film di Destin Cretton.

pubblicato nella rubrica cinema il 12 agosto 2013


La variabile umana

Delude il film di Bruno Oliviero.

pubblicato nella rubrica cinema il 11 agosto 2013


2 Guns

Debutta con un ottimo action-movie il Festival targato Chatrian.

pubblicato nella rubrica cinema il 9 agosto 2013


Io non voglio vivere senza sogni

Werner Herzog al Festival di Locarno.

pubblicato nella rubrica cinema il 3 agosto 2013


Pulp chiude
pubblicato nella rubrica libri il 29 luglio 2013


La gran bellezza dell’amnesia
pubblicato nella rubrica cinema il 29 maggio 2013


Di bestia in bestia

Dopo essere rimasto (troppo) a lungo introvabile, ritorna, in una nuova edizione, il romanzo d’esordio di Michele Mari.

pubblicato nella rubrica libri il 27 maggio 2013


Da costa a costa

Il libro di Dario Voltolini e Lorenzo Bracco al Premio Strega

pubblicato nella rubrica annunci il 12 aprile 2013


Le sfumature di Limonov

Riflessioni e riserve sul libro di Emmanuel Carrère.

pubblicato nella rubrica libri il 10 aprile 2013


In morte di un populista

Una lettera a una settimana dalla scomparsa di Giuliano Bignasca.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 14 marzo 2013


La storia del mondo in cento oggetti
pubblicato nella rubrica libri il 3 marzo 2013


Salvare la parola

Spazio della meditazione e spazio della poesia. Un’intervista a Chandra Livia Candiani

pubblicato nella rubrica poesia il 27 gennaio 2013


In tram

Oggi, in tram un ubriaco, alto, con la tuta e il marsupio, mi si è messo di fianco.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 9 gennaio 2013


Nick Fury, agente dello S.H.I.E.L.D.

Dopo 40 anni, torna la serie di culto creata da Jim Steranko negli anni ’70.

pubblicato nella rubrica libri il 3 gennaio 2013


Fortunatamente le lettere erano brevi

Questa storia non so bene dov’è iniziata, a un certo punto mi sono trovato al bar tabacchi qua a Milano lo conoscono tutti,chi lo chiama bar tabacchi, chi lo chiama dal baffo, chi lo chiama da Peppuccio, lì, prima dell’angolo, poi dietro l’angolo ci sono quei due locali con la gente.

pubblicato nella rubrica racconti il 20 dicembre 2012


Stanley Kubrick e me

Il numero di biografie e saggi critici dedicati all’autore di Full Metal Jacket e Barry Lindon è astronomico ma, pur portando Kubrick sin nel titolo, questo splendido libro non rientra in nessuna delle due categorie.

pubblicato nella rubrica cinema il 5 dicembre 2012


Il buco nero

Su Reality di Matteo Garrone. Presentato a Cannes, dove ha bissato il Gran Prix della giuria già conquistato con Gomorra (2008), il nuovo film di Matteo Garrone si apre con una inquadratura aerea. La cinepresa scivola sulla proliferazione selvaggia dell’immenso agglomerato urbano di una città del sud – verosimilmente Napoli – per poi scendere a inquadrare una carrozza trainata da cavalli bianchi.

pubblicato nella rubrica cinema il 1 ottobre 2012


Pane pace e simpatia

Una lettera ad Antonio Pascale sul suo ultimo pamphlet in materia di OGM, agricoltura biologica, scienza e natura.

pubblicato nella rubrica libri il 30 settembre 2012


La fine dell’altro mondo

Leggere un esordio sorprendente come questo fa pensare a quando, durante una camminata faticosa, ci s’imbatte a sorpresa in un posto speciale: una fonte, un belvedere, una radura ombrosa.

pubblicato nella rubrica libri il 19 settembre 2012


Stronzi

La Svizzera italiana è troppo spesso liquidata, anche nel campo della narrativa, con una serie di stereotipi superficiali (i prati verdi, le banche, gli orologi, le mucche, l’ordine ecc…). Questa terra di frontiera, così vicina eppure così ineluttabilmente altra rispetto all’Italia non pare aver trovato ancora una voce capace di raccontarne le peculiarità.

pubblicato nella rubrica racconti il 6 settembre 2012


Virgin Tales

Dal Festival di Locarno, il viaggio di Mirjam von Arx tra le falangi del nuovo integralismo cristiano.

pubblicato nella rubrica cinema il 23 agosto 2012


Starlet

13 buone ragioni per vedere il film di Sean Baker

pubblicato nella rubrica cinema il 7 agosto 2012


Image Problem

Il bizzarro semi-documentario svizzero di Baumann e Pfiffner manca il proprio bersaglio

pubblicato nella rubrica cinema il 6 agosto 2012


Berberian Sound Studio

Peter Strickland rivisita l’epoca d’oro del Cinema Bis italiano

pubblicato nella rubrica cinema il 6 agosto 2012


Padroni di casa

L’unico film italiano selezionato per il concorso internazionale alla 65a edizione del Festival di Locarno porta la firma di Edoardo Gabbriellini alla regia e quella di Luca Guadagnino come produttore.

pubblicato nella rubrica cinema il 5 agosto 2012


Americana

Con buona pace del rubizzo deputato legaiolo che qualche anno fa fece ridere il mondo appiccando il fuoco a una catasta di scatoloni, colmi – a suo dire – di leggi inutili, sarebbe auspicabile una norma che vieti l’uso del sintagma vecchio leone nonché del verbo ruggire in tutti le possibili coniugazioni e impieghi fraseologici (“ruggisce ancora”, “non riesce più a ruggire”, “torna a ruggire” ecc…) in riferimento a musicisti che abbiano superato il sessantesimo compleanno.

pubblicato nella rubrica musica il 23 luglio 2012


Addio Anni 70

Installazioni, dipinti, manifesti, riviste d’epoca, fotografie, assemblaggi, videoregistrazioni: la mostra Addio anni 70 – Arte a Milano 1969-1980 (Palazzo Reale, fino al 2 settembre) ambisce a documentare il ruolo centrale che Milano ricoprì nel panorama artistico europeo nello stesso decennio in cui la città veniva travolta dalla violenza di Stato della strategia della tensione prima e della lotta armata poi.

pubblicato nella rubrica in teoria il 6 luglio 2012


Il Futuro del mondo passa da qui

Un libro, un documentario, cento foto, tanti contributi diversi. Siamo a Torino, sulle rive dello Stura, nel punto in cui il torrente si unisce al fiume Po. Il centro della città dista 5 chilometri, il quartiere è Barriera di Milano. Una periferia non così remota, un territorio che potrebbe essere sotto lo sguardo di tutti. Invece, resta nascosto, abbandonato, e solo un occhio attento coglie la vita che si muove tra le sponde.

pubblicato nella rubrica libri il 1 luglio 2012


Tutte le cose malvagie

«Santa famiglia, sacrario di buoni cittadini, dove i bambini sono torturati finché non dicono la prima bugia, dove la volontà è spezzata dalla repressione, la libertà è assassinata dall’egoismo»

pubblicato nella rubrica cinema il 17 giugno 2012


Charles Dickens

Duecento anni fa.
Oggi.

(Parte seconda)

pubblicato nella rubrica libri il 29 maggio 2012


Charles Dickens

Duecento anni fa.
Oggi.

(Parte prima)

pubblicato nella rubrica libri il 24 maggio 2012


Stefano Tassinari: un ricordo

Se n’è andato questa mattina Stefano Tassinari. Scrittore, giornalista, militante politico. Per tutta la vita dalla parte di chi ha lottato per rendere questo paese un luogo migliore, accogliente, umano, senza frontiere. Le sue storie hanno scavato con passione inesauribile nelle verità rimosse del passato e in quelle del presente. Ferrarese, aveva scelto Bologna come sua città, radunando attorno a sé scrittori e artisti, compagni e studenti, di tante generazioni e tante provenienze.

pubblicato nella rubrica libri il 8 maggio 2012


Cerchio chiuso

Sciascia ricorda la formula con cui D’Annunzio lapidariamente definì Filippo Tommaso Marinetti: un cretino con qualche lampo di imbecillità.
Quei lampi tornano in mente in questi giorni, leggendo che, fra le molte ignominie perpetrate dal cosiddetto “cerchio magico” di Umberto Bossi, della sua famiglia e dal variopinto entourage che attorno a quella famiglia si addipanava, viene ora alla luce una laurea fasulla, a Renzo Bossi attribuita dall’università privata ‘Kristal’ di Tirana.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 4 maggio 2012


L’assassino

Ho riletto in questi giorni L’assassino, un romanzo che parla di migrazione, meticciato, apartheid e storia coloniale. L’ha scritto oltre 10 anni fa Henk van Woerden (1047-2005), un olandese cresciuto in Sudafrica proprio come Hendrik Verwoerd, il primo ministro che inventò il sistema dell’apartheid.

pubblicato nella rubrica libri il 19 marzo 2012


Pensieri e parole...
pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 14 marzo 2012


Le rovine di Milano

Sono possibili diversi approcci a questo libro, importante e nel contempo agile, definito dall’autore “feuilleton critico” e composto all’indomani della vittoria con cui Giuliano Pisapia ha espugnato quella Milano divenuta, quasi vent’anni fa, roccaforte del berlusconismo.

pubblicato nella rubrica arte il 12 marzo 2012


Romanzo per signora

È da oggi nelle librerie Romanzo per signora di Piersandro Pallavicini.
Per presentarlo, l’autore ha regalato al Primo Amore un testo particolare, il racconto (inedito) di una passione letteraria, che diventa anche uno scorcio sulla propria fucina inventiva e sulle suggestioni, sugli spunti e su un particolare genius loci che lo ha accompagnato durante la stesura di questo libro. [T.L.]

pubblicato nella rubrica libri il 21 febbraio 2012


Il razzismo quotidiano

Il pogrom delle Vallette a Torino e il massacro razzista messo in atto a Firenze dal frequentatore di Casa Pound portano in superficie un groviglio di ferocia ctonia in cui si fondono pregiudizi antichi

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 14 dicembre 2011


Midnight in Paris

Raramente Woody Allen era partito così in svantaggio.
Non stiamo parlando della sfiducia standard dei fan delusi da troppo tempo e da troppi film malriusciti, di quelli ormai fatalisti che scandiscono il mantra: «Perché deve dirigerne così tanti? Uno ogni due-tre anni sarebbe perfetto. A questo ritmo è inevitabile che gli vengano male»

pubblicato nella rubrica cinema il 4 dicembre 2011


Per legge superiore

A proposito dell’ultimo romanzo di Giorgio Fontana
(con una postilla sul malcostume recensorio)

pubblicato nella rubrica libri il 25 novembre 2011


Due Morti

Il moderno culto della morte collettiva

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 16 novembre 2011


Nove vite

Il nuovo libro di William Dalrymple fotografa l’India al confine fra tradizione millenaria e progresso esasperato.

pubblicato nella rubrica libri il 8 novembre 2011


Sentimenti sovversivi

Messaggio ed emozione nel nuovo romanzo di Roberto Ferrucci.

pubblicato nella rubrica libri il 1 settembre 2011


Impudenze

Una riflessione di Franco Buffoni.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 21 agosto 2011


Et si on vivait tous ensemble?

Il film che ha chiuso il 64° Festival di Locarno.

pubblicato nella rubrica cinema il 15 agosto 2011


Red State

Il nuovo, sorprendente film di Kevin Smith.

pubblicato nella rubrica cinema il 13 agosto 2011


The Substance

In un documentario la storia di una scoperta casuale che ha generato un’intera (contro)cultura.

pubblicato nella rubrica cinema il 11 agosto 2011


Messies – Ein schönes Chaos

I beni che divorano gli uomini

pubblicato nella rubrica a voce il 10 agosto 2011


Milano 55,1 – Cronaca di una settimana di passioni

In anteprima a Locarno un documentario collettivo sull’elezione che ha portato a Palazzo Marino Giuliano Pisapia, dopo 18 anni di governo della destra

pubblicato nella rubrica a voce il 7 agosto 2011


Milano, Corea

Torna in libreria l’imprescindibile lavoro di Alasia e Montaldi sui tuguri ai margini di Milano in cui si stipa(va)no migliaia di migranti e di miserabili. Di nazionalità italiana.

pubblicato nella rubrica libri il 29 luglio 2011


America amore

Scoperte, giudizi, arguzie riflessioni e autentici stupori nel volume che raccoglie i reportages americani di Arbasino.

pubblicato nella rubrica libri il 3 luglio 2011


Il padrone

Torna in libreria un romanzo pieno d’azzardo, visione e libertà di Goffredo Parise.

pubblicato nella rubrica libri il 27 giugno 2011


Amori al singolare a Pavia

Alla libreria "Il Delfino".

pubblicato nella rubrica annunci il 25 giugno 2011


Perché "Cammina cammina"

Un’intervista ad Antonio Moresco.

pubblicato nella rubrica cammina cammina il 19 giugno 2011


La meravigliosa utilità del filo a piombo

Pubblici discorsi - Volume 2.

pubblicato nella rubrica libri il 14 giugno 2011


La velocità del buio

Una riflessione sul libro di Giorgio Fontana.

pubblicato nella rubrica libri il 8 giugno 2011


Amori al singolare

Arriva in questi giorni in libreria.

pubblicato nella rubrica libri il 5 giugno 2011


Il paese di Dio

Il nuovo romanzo di Percival Everett.

pubblicato nella rubrica libri il 2 giugno 2011


Continua continua

Un paio di aggiornamenti tra una tappa e l’altra.

pubblicato nella rubrica cammina cammina il 31 maggio 2011


Fastidio

ABITI QUI?
NON TI SEMBRA CHE DAI FASTIDIO

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 24 maggio 2011


Los Indignados

Cosa succede in Spagna ora. Due testimonianze da Barcellona e Granada.

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 maggio 2011


Bugiardi e innamorati

Sette racconti ancora inediti in Italia di Richard Yates, uno scrittore ritrovato.

pubblicato nella rubrica libri il 21 maggio 2011


BIRRA a Bologna

Seconda edizione felsinea per la Bagarre Internazionale delle Riviste Alternative - 21 e 22 maggio.

pubblicato nella rubrica locandina il 16 maggio 2011


Sotto anestesia

In anteprima al Salone di Torino, il racconto-parabola di Matteo B. Bianchi.

pubblicato nella rubrica libri il 15 maggio 2011


La gara dei "macho"

In margine alla Royal wedding mania Anna Ruchat ci regala un articolo della leader del femminismo tedesco recentemente ripubblicato dalla "Zeit".

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 5 maggio 2011


"Cammina cammina": promemoria

Novità, aggiornamenti e cose importanti da tenere a mente.

pubblicato nella rubrica cammina cammina il 1 maggio 2011


Arrigoni, vilipendio alla memoria

Come a ’Libero’ scrivono senza verificare le fonti. Lettera al direttore Maurizio Belpietro.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 18 aprile 2011


It gets better

Martedì sera, ore sette, sono in una libreria di Tribeca, a New York per la presentazione di un libro uscito oggi negli Stati Uniti intitolato "It gets better". Ci sono per caso: mi trovo a New York per una conferenza, ho letto stamattina su un giornale dell’evento e ho deciso di venire a fare un salto.

pubblicato nella rubrica libri il 1 aprile 2011


Book of the Dead.

Da due mesi c’è un morto che insiste per parlare con M.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 22 marzo 2011


La coerenza del giornalismo Libero

Chi ricorda gli elogi di "Libero" per il Trattato di amicizia fra Italia e Libia?

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 20 marzo 2011


Martha my dear

Sui racconti e le fonti: impazza l’ennesima polemica contro Saviano enfatizzata dagli house-organ del Cavaliere.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 13 marzo 2011


La lobby di Dio

L’inchiesta di Ferruccio Pinotti su Comunione & Liberazione

pubblicato nella rubrica libri il 12 marzo 2011


8 per mille d’autunno

Un’anticipazione e alcuni estratti da "Paesaggio lacustre con Pocahontas" di Arno Schmidt.

pubblicato nella rubrica libri il 6 marzo 2011


Donna che apre riviere

Sei donna di marine,
donna che apre riviere.

pubblicato nella rubrica poesia il 18 febbraio 2011


Ragazzo di città

L’autobiografia di Edmund White.

pubblicato nella rubrica libri il 12 febbraio 2011


W.F.

Un’antologia delle prose non narrative di William Faulkner.

pubblicato nella rubrica libri il 6 febbraio 2011


Scrittori al rogo

Una lettera sui libri condannati, sull’impermeabilità dell’Italia, su ciò che ancora si muove sotto la cappa plumbea di questi giorni spaventosi.

pubblicato nella rubrica democrazia il 26 gennaio 2011


Microfelicità

Il suono della sveglia sembra assurdo. Sei così disabituato a dormire una notte di fila che per un istante fai fatica a capire dove ti trovi. Qualche goccia tra le foglie dei gerani sul davanzale e l’asfalto lucido del marciapiede sono le uniche tracce del temporale che ha raffreddato abbastanza da regalarti un sonno così profondo.

pubblicato nella rubrica racconti il 31 dicembre 2010


Oppressi e oppressori

In mezzo a questo serra serra, non possiam lasciar di fermarci un momento a fare una riflessione.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 19 dicembre 2010


Lettera a Roberto Saviano

Caro Roberto, a scriverti è un ragazzo di ventisei anni, uscito da pochi mesi dall’università. Non ho scritto Gomorra, non scrivo su Repubblica, non ho fatto trasmissioni. Ma non è solo al passato che posso parlare: non scriverò un libro di successo, non scriverò su un grande giornale, non dominerò l’auditel in una trasmissione Rai.

pubblicato nella rubrica annunci il 16 dicembre 2010


Tutti a Roma il 14 dicembre

L’approvazione della riforma Gelmini al Senato è stata rimandata a dopo il 14 dicembre, giornata nella quale migliaia di italiani e italiane faranno sentire sotto Montecitorio la propria sfiducia a questo governo e alle sue politiche.

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 dicembre 2010


Honolulu (e altri racconti)

Ogni libro di Somerset Maugham stupisce per il talento con cui il romanziere inglese è in grado, in poche righe, di evocare dinnanzi al lettore atmosfere e panorami sui quali poi intesse, con altrettanta maestria, la trama delle sue narrazioni.

pubblicato nella rubrica libri il 6 dicembre 2010


Apocalisse a domicilio

Trentasei anni, primogenito, nato nell’eterna Provincia italiana e trapiantato a Milano, autore televisivo di discreta ma non folgorante carriera: l’unica indisposizione di cui pare soffrire il protagonista del nuovo romanzo di Matteo B. Bianchi è una cronica incapacità di innamorarsi.

pubblicato nella rubrica libri il 25 novembre 2010


Operaie

In anni in cui la vischiosità della political correctness era di là da venire, la geografia suddivideva le nazioni della Terra in gruppi basati sul benessere di cui godono i loro abitanti.

pubblicato nella rubrica libri il 20 novembre 2010


Laico alfabeto in salsa gay piccante

Arriva Natale e le case editrici sparano i grossi calibri, l’artiglieria pesante tenuta da parte per le feste quando regalare un libro (anche per chi ne apre uno ad anni alterni) è l’idea che ci risolve un mucchio di grattacapi. Tra le pile di cimiteri praghesi & traditori, persecuzioni & parole manomesse, leielui & io e te, è uscito anche un libro piccolo, poco visibile e scomodo.

pubblicato nella rubrica libri il 17 novembre 2010


Gli orologi a cucù di Orson Welles

Gli orologi a cucù, si sa, sono un falso mito svizzero già sfatato da tempo, ma a cui i turisti americani credono ancora.

pubblicato nella rubrica libri il 12 novembre 2010


Gorbaciof

«Con quella bocca può dire ciò che vuole». Il vecchio slogan di Carosello dev’essere tornato alla mente di Stefano Incerti mentre ritagliava a misura del talento di Toni Servillo, il soggetto di Gorbaciof, presentato fuori concorso a Venezia 2010.

pubblicato nella rubrica cinema il 25 ottobre 2010


"Sono solo un romanziere"

Incontro Percival Everett in un bar di Milano ai primi di gennaio. Un problema d’ernia gli fa dolere la gamba e lo costringe ad appoggiarsi a una stampella.

pubblicato nella rubrica libri il 8 ottobre 2010


Il nazista della porta accanto

Lo scorso 12 settembre "Il mattino della domenica", settimanale della xenofoba Lega dei ticinesi, titolava in prima pagina «Rom raus!».

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 ottobre 2010


Libro sui libri

Leggere, leggevo già parecchio prima di quel 14 febbraio dei miei 21 anni in cui la Patria si è ricordata di me, ma è stato quel San Valentino un po’ particolare a innescare il processo che mi ha trasformato nel lettore che sono oggi. La Patria in verità era abbastanza dispiaciuta.

pubblicato nella rubrica libri il 29 settembre 2010


Disabili e militari

I militari entrano a scuola. Ed escono i disabili. Questo racconta la cronaca di questo inizio anno scolastico. La scuola italiana era studiata in tutto il mondo per una eccellenza: l’integrazione degli studenti disabili nelle classe di "normali". Ma non è, questa, una eccellenza che importa alla ministra Gelmini.

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 settembre 2010


Addio a Berlino?

Quest’estate, quando siamo passati a visitarli, la piazza in cui si trovano era spoglia e semiabbandonata, cinta da reti e ferrami da cantiere. Ora leggo sul giornale che verranno spostati per consentire la costruzione di una nuova stazione della metropolitana. Ritroveranno un angolino nel grande slargo che (ancora) porta il loro nome?

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 settembre 2010


Postilla 2

Antonio, caro Tiziano, non voglio trasformare "Il primo amore" in una chat privata in pubblico, ma ci tengo ad aggiungere ancora una piccola postilla per dire che nemmeno io, figurarsi, ho le idee chiare su questa faccenda. Ho letto quello che ha scritto Antonio, attentamente. E anche quello che hanno scritto altri.

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 settembre 2010


Che fare?

Devo dire che faccio fatica a condividere fino in fondo l’intervento dell’amico Moresco. Come quelli di altri autori che si interrogano in questi giorni sulla questione sollevata da Mancuso. Una questione di coscienza, come diceva Mancuso. E ognuno ha la sua. Pace.

pubblicato nella rubrica democrazia il 6 settembre 2010


Scuola: l’anno della verità

Si prevede un autunno caldissimo per la scuola. Perché se poco dopo l’insediamento del governo, quando Gelmini aveva solo annunciato il taglio epocale alla scuola pubblica italiana – 150mila lavoratori in tre anni, - suscitando la protesta di quell’Onda anomala che col tempo è andata sempre più affievolendosi e perdendosi in mille rivoli, dal prossimo anno scolastico chiunque potrà si toccare con mano gli effetti rovinosi di una finta Riforma venduta agli italiani con una falsità: quella di chi affermava che, diminuendo l’investimento sulla scuola, la sua qualità sarebbe migliorata.

pubblicato nella rubrica scuola il 26 agosto 2010


Il fuoco nel mare

La ripubblicazione di un manipolo di racconti extravaganti di Sciascia, non reperibili nemmeno nelle Opere curate da Claude Ambroise, è notizia che ingolosisce i lettori del maestro di Racalmuto. Dei venticinque testi raccolti da Paolo Squillacioti in Il fuoco nel mare, due sono gli inediti; apparsi in riviste e antologie gli altri.

pubblicato nella rubrica libri il 20 agosto 2010


Pietro

Con meticolosa attenzione, Pietro infila volantini fra i tergicristalli delle auto in sosta. A tracolla ha la borsa troppo grande di chi è cresciuto nel terrore di dimenticare a casa qualcosa che potrà essergli utile nel mondo esterno; addosso uno spolverino beige che lo invecchia ma che la mamma gli avrà comprato dicendo: "è serio", "ti dà un tono", "sul posto di lavoro l’aspetto è la prima cosa".

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 agosto 2010


Io sono Tony Scott, ovvero Come l’Italia fece fuori il più grande clarinettista del jazz

Una delle più belle sorprese di questo entusiasmante Locarno 2010, Io sono Tony Scott ha avuto un’affluenza di pubblico tanto imponente da spingere il Festival ad organizzare una proiezione supplementare per sabato pomeriggio (Kursaal, ore 14). Per inciso, chi scrive è riuscito entrare in sala solo perché si è presentato con 40 minuti d’anticipo.

pubblicato nella rubrica musica il 12 agosto 2010


Periferic

Matilda è in prigione da due anni, pagando per un delitto commesso al servizio di Paul, fidanzato-magnaccia, nonché padre di suo figlio, Toma. Il permesso di mezza giornata che le viene accordato per il funerale della madre è l’occasione per fuggire e rimettere assieme ciò che resta della sua vita.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 agosto 2010


Aria nuova a Locarno

Concluso il quadriennio da direttore del debuttante svizzero Frédéric Maire, un’amministrazione senz’altro diligente ma certo non entusiasmante, il festival del Cineama di Locarno affida il suo rilancio al 39enne Olivier Père, già delegato generale della prestigiosa Quinzaine des Réalisateurs di Cannes.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 8 agosto 2010


Dopo l’istruzione, la ricerca

Cosa è una riforma – tra l’altro sbagliata - senza i soldi per attuarla? Un bluff? Una falsa riforma? Una controriforma? Uno spot? Una presa in giro? Ognuno la può vedere come vuole, il risultato non cambia. Il disegno del governo sulla scuola è sempre lo stesso: si taglia sulla formazione e si promuove il caos.

pubblicato nella rubrica scuola il 31 luglio 2010


Sono italiano perchè sì

Lo scorso 16 luglio è stato lanciato al Meeting Internazionale Antirazzista, organizzato dall’Arci, una campagna per il diritto di cittadinanza delle persone di origine straniera in Italia.

pubblicato nella rubrica tribù d’italia il 23 luglio 2010


La battuta perfetta

Il repellente liquame che filtra dalla tv nell’ottima copertina di Alessandro Gottardo visualizza alla perfezione il malessere che colpisce il lettore alle prime 50 pagine di questo romanzo. La battuta perfetta si apre nella Matera miserabile fra i cui Sassi Pasolini ha ambientato il suo Vangelo e nei cui bar compaiono i primi apparecchi televisivi.

pubblicato nella rubrica libri il 22 luglio 2010


“… e fu ridotta a un deserto” # 3

Il più recente contributo a questa tendenza si intitola L’uomo verticale ed è il romanzo che segna il passaggio di Davide Longo da Marcos y Marcos, l’editore che lo ha lanciato, a Fandango Libri. Il protagonista, come nei due libri di Avoledo, è uno scrittore di successo che ha mandato a rotoli carriera, ispirazione e – soprattutto - famiglia buttandosi a capofitto nella relazione con una studentessa molto più giovane.

pubblicato nella rubrica libri il 10 luglio 2010


“… e fu ridotta a un deserto” # 2

Più di recente è stato Cormac McCarthy a immaginare il tramonto del genere umano; al centro de La strada (2006) c’è infatti il viaggio di un padre e un figlio verso il sud di ciò che rimane degli Stati Uniti, dopo che un olocausto -volutamente non descritto né specificato- ha reso sterili campi e frutteti e trasformato l’intero pianeta in una landa gelida e cinerea, ostile a qualsiasi forma di vita.

pubblicato nella rubrica libri il 9 luglio 2010


“… e fu ridotta a un deserto” # 1

All’indomani della distruzione del World Trade Center fu organizzato, su iniziativa di Antonio Moresco e Dario Voltolini, un convegno che si svolse a Milano il 24 novembre 2001. Una delle riflessioni poste a premessa di quell’incontro sottolineava come, di fronte alla violenza e alla repentinità dell’11 settembre, tutte le consuetudini che avevano dominato la vita culturale e mentale degli ultimi decenni rivelassero la loro grottesca insostenibilità

pubblicato nella rubrica libri il 8 luglio 2010


Martini

L’intervista inusuale fra un reporter al debutto e l’autore di un folgorante romanzo d’esordio è il germe di un’amicizia che sembra predestinata. Da una parte c’è T.J. Martini, "il grande Martini", "tutto ciò che chiunque avrebbe voluto essere", dall’altra Frank, l’io narrante dell’ultimo libro del 32enne Pietro Grossi.

pubblicato nella rubrica libri il 6 luglio 2010


Arkan, la Tigre dei Balcani

Spericolato rapinatore di banche in Olanda, Italia, Belgio e Svezia, sicario sotto copertura per Tito, temerario giocatore d’azzardo, pezzo grosso degli innumerevoli racket di Belgrado

pubblicato nella rubrica libri il 5 luglio 2010


Perché (non) il jazz

Da jazzofilo di vecchia data, ho vissuto un periodo in cui il jazz era di gran lunga più popolare di oggi: gli anni Settanta - del decennio precedente avevo catturato solo l’ultimo scorcio. Eppure anche allora, ricordando che cosa si amava e che cosa no, e ricostruendone i perché, non direi che il jazz godesse di un’immagine adeguata. Credo oltretutto che non ne abbia goduto mai.

pubblicato nella rubrica musica il 1 luglio 2010


Tutto va via da sé

Paul Celan ha dato su taccuino una definizione privata del suo disagio psichico: «delirio di relazione». Il giorno è l’8 maggio 1965, lo stesso del ricovero in una clinica privata di Le Vésinet, fuori Parigi. Nelle lettere alla moglie Gisèle ricorre da allora la metafora del «filo perso», mentre la cosa si consegna pubblicamente il 15 ottobre, nella poesia Carte traverse: «Il bene comune, dieci / quintali di / folie à deux».

pubblicato nella rubrica poesia il 27 giugno 2010


Wicked Messenger

Il prossimo marzo cadrà il 50° anniversario del debutto discografico di Bob Dylan. Dopo mezzo secolo, colui che è stato osannato come poeta, insultato come traditore (celebre il "Giuda!" che gli gridò un fan a Manchester nel ’66), che è stato idolatrato come "voce di una generazione" e dato innumerevoli volte per finito, che si è definito semplicemente a song and dance man e che nelle parole di Tom Petty, uno dei molti suoi compagni di strada, ha "influenzato assolutamente tutto" resta un enigma.

pubblicato nella rubrica musica il 23 giugno 2010


L’orrore attende il nostro risveglio

«In quest’ansia di ritoccare l’immagine che si intendeva tramandare di sé risiede, a mio avviso, uno dei principali motivi per cui un’intera generazione di autori tedeschi si rivelò incapace di descrivere e di consegnare alla nostra memoria ciò di cui era stata testimone».

pubblicato nella rubrica libri il 22 giugno 2010


Fútbol Bailado

In apertura dell’ultimo numero di «Tuttolibri» Massimo Raffaeli lamenta che il calcio, "primo collettore dell’immaginario nazionale" e "decima industria del Paese" non abbia ancora - con l’eccezione forse di Azzurro tenebra di Arpino - il proprio Romanzo, e "nemmeno un’opera che sappia raccontarlo come fondamento identitario" alla maniera del Futebol di Alex Bellos.

pubblicato nella rubrica libri il 14 giugno 2010


Copertine

Storicamente le sovraccoperte sono una preoccupazione recente per gli scrittori; non ne esistevano molte prima del 1920. Venivano definite «antipolvere», ma la sovraccoperta ripara tutto tranne l’unica porzione esposta alla polvere, ovvero il bordo superiore delle pagine. In realtà si tratta di un involucro pubblicitario, come la carta colorata sulla cioccolata.

pubblicato nella rubrica libri il 5 giugno 2010


La verità

Sono giorni cupi per la scuola pubblica italiana. Anche se siamo a fine anno scolastico. Per esempio lo scorso 28 aprile Marcello Limina, dirigente dell’ufficio scolastico regionale, invia ai presidi una circolare. Intima a chi lavora a scuola di non fare dichiarazioni che ne ledano l’immagine, pena sanzioni.

pubblicato nella rubrica scuola il 31 maggio 2010


Registro dei fragili

Lo spunto di questa terza raccolta di Fabiano Alborghetti è un fatto di cronaca, un bambino ucciso dalla sua giovane madre alla quale la maternità aveva troncato la speranza di una carriera da starlette televisiva. Al delitto segue l’abituale canea dei mass media, sguinzagliati nel paesello, di articoli e trattatelli sociologici à la carte, di dichiarazioni di parenti, amici e vicini.

pubblicato nella rubrica poesia il 24 maggio 2010


La coperta (corta) di Linus

Come forse qualcuno avrà notato, nel numero attualmente in edicola di "Linus" non sono presenti le mie consuete rubriche, le recensioni letterarie di "Shorts" e i racconti dei giovani scrittori selezionati nel "Laboratorio Esordienti". Purtroppo non si tratta di una casualità: non usciranno mai più.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 19 maggio 2010


Il G8, la violenza, le dimissioni

I pubblici ministeri che a Perugia indagano sul consorzio di speculatori che pare essersi arricchita con le commesse delle grandi opere per il G8 e con gli appalti per la ricostruzione post-terremoto dell’Aquila si imbattono in alcuni passaggi di denaro che rivelano inquietanti risvolti.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 30 aprile 2010


A braccia aperte

Samuel Badjang non è più africano e non sarà mai italiano. E nonostante questo il dottor Bad è oggi un bravo e rispettato chirurgo ospedaliero, laureato in medicina a Milano.

pubblicato nella rubrica libri il 27 aprile 2010


Dialogo della Natura e di un islandese

200.000 tonnellate di cenere e polveri eruttate dal vulcano islandese Eyjafjallajökull annichiliscono il traffico aereo dell’Europa (e non solo). In questa Operetta morale composta nel 1824, Leopardi affidava proprio a un abitante dell’Islanda, atterrito dalle eruzioni d’un altro vulcano, l’imponente Hekla, un disarmante confronto con una Natura che ancor oggi, a distanza di quasi due secoli, ribadisce la propria suprema indifferenza nei confronti della razza umana e delle nostre pretese di dominare il piccolo pianeta su cui abitiamo.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 18 aprile 2010


Luttwak Vs. Emergency

Ho appena ascoltato il signor Luttwak ospite di AnnoZero esporre con lucidità quale sarebbe l’effetto principale della presenza delle ONG negli scenari di guerra. La tesi è frutto di riflessione accurata e il signor Luttwak la espone non appena gli viene data la parola. Dopo aver fatto riferimento alle vicende accadute in Somalia e Ruanda ecco che il signor Luttwak parla di Emergency in Afganistan.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 15 aprile 2010


Io sono l’amore

6 gennaio 2009. La neve cade sulla maestosa facciata della Stazione centrale, sulle linee squadrate degli edifici di via Vittor Pisani con il loro gioco di pieni e vuoti e la loro prospettiva metafisica. La fotografia è millimetricamente raffreddata, vira quasi al grigio e gli eleganti caratteri dei titoli di testa rimandano a un cinema italiano che sembrava non esistere più.

pubblicato nella rubrica libri il 4 aprile 2010


Giallo Pasolini - Sul capitolo scomparso di «Petrolio»

Che le carte di un grande scrittore, conservate a lungo nel segreto di qualche cassa, attirino molta curiosità, è più che naturale. È successo anche con le 11 lettere private di J. D. Salinger. Dopo la sua morte, avvenuta in gennaio, si è deciso di esporle alla Morgan Library di New York, le prime quattro il 16 marzo, le altre il 13 aprile. La notizia ha avuto grande eco sulla stampa internazionale. E il 16 marzo le lettere erano lì.

pubblicato nella rubrica appello Pasolini il 3 aprile 2010


PPP La sua inchiesta

Questo racconto di Franco Buffoni, apparso cinque anni fa su «Nuovi Argomenti» (n. 32, ott-dic 2005), è appena stato ripubblicato su Nazione Indiana. Esso rilancia, con argomentazioni assai lucide e acute, le considerazioni sulla morte di Pasolini che si stanno sviluppando da quando, ai primi di marzo, il senatore Dell’Utri ha annunciato di essere in contatto con qualcuno che possiede il capitolo inedito di Petrolio, intitolato «Lampi sull’ENI».

pubblicato nella rubrica appello Pasolini il 3 aprile 2010


Il signore del cane nero

«Mattei, Matteotti, matti tutti». Forse avrebbe dovuto intitolarsi così il testo di Gabriele Vacis e Laura Curino in cui si parla (tra l’altro) del fondatore dell’Eni. La rievocazione della densa vita e della misteriosa morte di Enrico Mattei è messa infatti in bocca a Celestina, un’ex degente che la legge Basaglia ha rimesso in libertà dopo 25 anni di manicomio e che accumula in uno sconnesso monologo personaggi lontani nel tempo e nello spazio, giustificando di continuo il suo divagare con la constatazione che chi gravita attorno a Mattei, prima o poi è destinato a passare per matto.

pubblicato nella rubrica libri il 1 aprile 2010


La scuola, i tagli, la verità

Gentile provveditore Vincenzo Aiello,
Le vorrei dire la mia opinione sulla vicenda degli 80 docenti dell’Istituto comprensivo «Kennedy» di Reggio Emilia che giorni fa hanno inviato tramite il "Carlino" un appello ai cittadini e alle famiglie "per segnalare il momento di disagio" attribuito, a loro giudizio, agli effetti della riforma Gelmini.

pubblicato nella rubrica scuola il 1 aprile 2010


Cambio.

Forse per effetto della bancarotta greca, dopo anni di stabilità l’euro ha perso parecchi centesimi nei confronti del franco svizzero.
Come in tutte le zone di frontiera, anche in Canton Ticino è abbastanza normale che i negozi accettino il pagamento in euro da parte dei clienti italiani, guadagnando qualcosa sul cambio ed erogando resti in spiccioli confederati.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 marzo 2010


Bud Powell, Paris, 1959

Mai visto un dolore così dolce.
La roba, anche se nel 1959
non la chiamavo "roba", s’era sbranata via tutta la sua sua tecnica.

pubblicato nella rubrica musica il 26 marzo 2010


Palpebra.

Ricrescendo, la polpa si è accumulata attorno al tratto d’incisione in cui è penetrato il bisturi della potatura.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 marzo 2010


Neve

Non riesco a non pensare che questo lento assolo di Monk
sembra in qualche modo accordarsi
alla neve
che sta scendendo stamattina

pubblicato nella rubrica musica il 21 marzo 2010


Scuola italiana: prosegue lo smantellamento # 2

Uno slogan dell’Onda mesi fa recitava: "La crisi non pagheremo noi".
Be’, è successo esattamente il contrario. La crisi la hanno pagata, la stanno pagando e continueranno a pagarla soprattutto i nostri figli e i nostri studenti.

pubblicato nella rubrica scuola il 18 marzo 2010


Scuola italiana: prosegue lo smantellamento

Il corso di storia del primo biennio si chiude all’anno Mille o al Quattordicesimo secolo? O ancora, l’accorpamento di storia e geografia implica due voti e due libri separati oppure no? E le materie nuove? Le "scienze integrate", le insegna il professore di chimica o quello di fisica? E soprattutto: serve un libro unico?

pubblicato nella rubrica scuola il 16 marzo 2010


Il più sano c’ha la rogna

Frequentavo forse la quarta ginnasio quando mi capitò in mano per la prima volta un testo di Vittorio Messori. Si trattava del suo giustamente celebre best-seller, Ipotesi su Gesù, e l’amico che me l’aveva prestato me ne aveva parlato in termini entusiastici, come di un testo fascinoso, profondo, illuminante.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 14 marzo 2010


Un sogno probabile

È noto che, alle nozze celebratesi in Vicenza il 29 agosto 1957, Giovanni Comisso fece da compare a Goffredo Parise, donandogli per l’occasione un anello composto di: giada da lui medesimo acquistata decenni prima in Cina raffigurante un libro + montatura d’oro ottenuta per fusione dai pennini delle varie stilografiche con cui aveva scritto le sue opere.

pubblicato nella rubrica libri il 8 marzo 2010


Strane cose, domani

Come nella copertina di questo decimo romanzo di Montanari, Danio, il protagonista di Strane cose, domani (Baldini Castoldi Dalai), è un uomo che gira con la proprio ombra a mo’ di guardia del corpo, e l’ombra è anche il suo incubo ricorrente, quello che di notte gli fa sognare il Ragno, personaggio equivoco finito in un pozzo quando Danio era bambino, e simbolo di un rimorso che è al contempo incolpevole e inespiato.

pubblicato nella rubrica libri il 24 febbraio 2010


Il capo del Governo

Qualche giorno fa ho trovato sulla rivista Atti impuri questo brano, in una versione molto sunteggiata e rimaneggiata. Mi ha colpito per il modo in cui la riflessione della Morante sembrava delineare con chiarezza quasi preveggente molti tratti del complicato presente che stiamo attraversando.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 febbraio 2010


Fantasmi del passato -e uno spiraglio di luce- dalla Svizzera

Mercoledì scorso il Consiglio di Stato ginevrino ha ratificato una risoluzione che sta facendo molto discutere la Svizzera progressista. Le forze di polizia del Cantone hanno infatti ricevuto l’ordine di fermare tutti i mendicanti accompagnati da bambini e qualsiasi minore che chieda l’elemosina.

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 gennaio 2010


Monk Himself

Fra i molti episodi raccolti in questo libro strepitoso - e da poco ripubblicato in edizione rivista e corretta - mi strappa sempre un sorriso la descrizione di un concerto del 1975, uno degli ultimi per Thelonious Monk.

pubblicato nella rubrica musica il 13 gennaio 2010


Con un piede impigliato nella storia

Con un piede impigliato nella storia (Feltrinelli, pp. 267, euro 17) è il racconto di una bambina perseguitata dal peso di un cognome ingombrante. Dalla maestra che le chiede se "quel Toni Negri di cui parlano i giornali" è proprio suo padre, al compagno di scuola che viene da una famiglia di sinistra ma "in disaccordo" con le posizioni di Toni e per questo le copre il banco di sputi.

pubblicato nella rubrica libri il 23 dicembre 2009


I mandanti

Giovedì 17 dicembre ad "Annozero" l’editorialista del "Corriere della Sera", Pigi Battista, ha letto un elenco di libri, film e spettacoli teatrali che a suo parere hanno contribuito a creare odio omicida nei confronti di Berlusconi.
L’ultimo titolo citato, separatamente dagli altri e con particolare enfasi, è stato quello di un mio romanzo del 2005, La verità bugiarda.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 17 dicembre 2009


Una giornata italiana

Arriviamo a Milano dopo l’una. Abbiamo quasi due ore prima dell’appuntamento con Marco e Sarah e così andiamo al chiosco all’inizio di viale Monte Nero, a cui penso sempre come al "mio" giornalaio dai tempi in cui abitavo proprio qui nel 1997. Compriamo i quotidiani e anche qualche rivista che in Ticino non si trova.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #6

Malore (attivo) o defenestrazione? La vicenda di Giuseppe Pinelli, entrato in Questura innocente e uscitone cadavere dopo 3 giorni di detenzione illegale, è un altro capitolo di questa storia cui sono stati dedicati diversi libri a cominciare da quel Pinelli, (Feltrinelli, 1971) che valse a Camilla Cederna i sarcasmi beceri di Indro Montanelli

pubblicato nella rubrica libri il 13 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #5

Questo imponente volume (700 pagine) passa in rassegna una mole enorme di dati, recuperando anche elementi trascurati dalle indagini o dimenticati nel corso degli anni. Le tesi di Cucchiarelli hanno suscitato diverse polemiche, sia per quanto riguarda il ruolo di Valpreda e, più in generale, dei circoli anarchici indagati, sia per quanto attiene alle responsabilità di forze dell’ordine e apparati dello Stato.

pubblicato nella rubrica libri il 11 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #4

A tutt’oggi resta il più completo dei saggi su Piazza Fontana, lettura imprescindibile tanto per l’esperto quanto per il profano.

pubblicato nella rubrica libri il 10 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #3

Come Camilla Cederna e Mario Scialoja, Corrado Stajano è uno dei primissimi giornalisti giunti alla Banca Nazionale dell’Agricoltura dopo l’esplosione; ancora recentemente ha ricordato quel pomeriggio come "una cesura, una riscoperta del mondo e di sé stessi. Anche per i giornalisti".

pubblicato nella rubrica libri il 10 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #2

Uscito appena sei mesi dopo le bombe, La strage di Stato è l’imprescindibile accessus agli studi su Piazza Fontana, nonché il primo importante esempio di controinchiesta e di coordinamento delle fonti e delle indagini svolte al di fuori dei canali ufficiali e delle piste precostituite.

pubblicato nella rubrica libri il 7 dicembre 2009


Piazza Fontana 1969-2009 - #1

"Un rompicapo avvolto in un mistero rinchiuso in un enigma" la celebre frase di Churchill sembra perfetta per l’esplosione della Banca Nazionale dell’Agricoltura per cui quaranta anni di indagini non sono bastati a rintracciare un colpevole, una responsabilità precisa.

pubblicato nella rubrica libri il 7 dicembre 2009


Sono scoppiato a piangere...
pubblicato nella rubrica il dolore animale il 6 dicembre 2009


Crepuscule With Nellie

Monk al Five Spot,
notte fonda,
Ruby My Dear, Epistrophy.
Il locale quasi vuoto
Per il brutto tempo.

pubblicato nella rubrica musica il 2 dicembre 2009


Poesia in cui commetto l’errore di paragonare Billie Holiday a una lavandaia cosmica

Stavamo tornando in auto dal negozio di dischi del centro commerciale
quando Terrance mi ha detto che Billie Holiday
non era il simbolo dell’anima dei neri.

pubblicato nella rubrica musica il 28 novembre 2009


Freddo da Palco

Il tritone accasciato in Piazza Barberini
mollemente su gambe
di pesce ha torso umano.
Le proporzioni sono iperreali.
L’età della pietra portata bene.

pubblicato nella rubrica poesia il 18 novembre 2009


Venti sigarette a Nassirya

Ho letto questo libro per caso, perché io e uno degli autori abbiamo un amico in comune. Non ho fatto in tempo a localizzarlo che me l’aveva già regalato. Ma non bastava. Per prima cosa ho letto il post scriptum, che ho trovato fastidiosamente ideologico. Niente di eccepibile, ma nemmeno di nuovo. Parole che si possono trovare in calce a qualsiasi tirata no global. L’avevo messo da parte.

pubblicato nella rubrica libri il 12 novembre 2009


Kaputt

Ha destato una certa risonanza la mossa con cui Adelphi ha riscattato da Mondadori i diritti sull’opera di Curzio Malaparte, facendo coincidere la prima uscita con la pubblicazione di Un incontro, volume di riflessioni in cui a rivalutare l’autore di Prato si spende -a sorpresa- Milan Kundera.

pubblicato nella rubrica libri il 8 novembre 2009


In tutti i Paesi del mondo

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha dato ragione ad una cittadina italiana che nel 2002 aveva chiesto all’istituto frequentato dai figli di togliere il crocifisso dalle aule. I sette giudici della Corte europea hanno sentenziato che la presenza dei crocifissi nelle aule può essere interpretata dai ragazzi di ogni età come un evidente "segno religioso".

pubblicato nella rubrica scuola il 4 novembre 2009


La Bolla

Appena uscito per Feltrinelli, l’ultimo libro di Curzio Maltese parla di un tipo particolare di bolla: non di quella economica, ma della bolla mediatica legata al mai risolto conflitto di interessi di Silvio Berlusconi che caratterizza da troppi anni l’Italia.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 3 novembre 2009


Coincidenze parallele

Molte riflessioni si stanno dipanando in queste ore dal complicato garbuglio di omissioni e ricatti, video apparsi e scomparsi, smentite e ammissioni che ha per protagonista il presidente PD della regione Lazio, Pietro Marrazzo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 ottobre 2009


Cose gay (due o tre)

Ho incontrato, per così dire, Tommaso Giartosio alla fine del 2004.
Avevo iniziato da pochi mesi a pubblicare qualche recensione su «Pulp libri», quando Piersandro Pallavicini mi ha segnalato l’uscita per Feltrinelli di un saggio il cui sottotitolo annunciava "Letteratura, omosessualità, mondo".

pubblicato nella rubrica libri il 18 ottobre 2009


Cose gay (due o tre)

Partendo dal pretesto narrativo (per la verità abbastanza esile) di un ’omocidio’, l’assassinio di un omosessuale di mezz’età da parte del suo giovane partner tunisino, Franco Buffoni dà vita a un interessantissimo romanzo-conversazione in cui si intrecciano un dotto riepilogo di temi e questioni sull’omosessualità nella storia della cultura e un dibattito tra due diversi modi di vivere il proprio orientamento sessuale.

pubblicato nella rubrica libri il 18 ottobre 2009


Cose gay (due o tre)

Renato Farina, autorevole membro della lobby ciellina, è stato radiato dall’Ordine dei giornalisti quando sono emerse le sue maldestre collaborazioni con i Servizi segreti italiani (che gli avevano assegnato il nome in codice "Agente Betulla"), al fine di produrre dossier fasulli su Romano Prodi e di sviare le indagini sul sequestro di Abu Omar, cittadino egiziano con status di rifugiato e residenza in Italia.

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 ottobre 2009


In un mondo ideale

Non siamo un Paese normale. In un Paese normale a scuola ci sarebbero al massimo alcune ore di studio di Storia delle Religioni, ma l’Italia, quando si parla di religione a scuola, non è mai stato un Paese come tutti gli altri.
Per questo siamo contrari all’idea di Fini che, con la benedizione di D’Alema, propone di introdurre nelle scuole pubbliche e private un’ora di religione islamica per controbilanciare quelle di Educazione alla Religione Cattolica

pubblicato nella rubrica scuola il 18 ottobre 2009


Videocracy

Proprio mentre nel Duomo di Milano e sul suo vasto sagrato si stipavano le circa 10.000 persone convenute per assistere alle solenni esequie di Stato di Mike Bongiorno, io mi trovavo a un paio di chilometri di distanza, in fila alla cassa di un cinema che proiettava un film proibito.

pubblicato nella rubrica cinema il 16 settembre 2009


Per chi suona la campanella

In tutta Italia è suonata la campanella d’inizio di un nuovo anno scolastico. E’ stato come il fischio d’inizio di una partita che durerà almeno un anno – se il prossimo marzo ci saranno oltre alle elezioni regionali anche le politiche. Più probabilmente durerà tre anni.

pubblicato nella rubrica scuola il 15 settembre 2009


La censura e i cromosomi

Per inaugurare la sezione «Orizzonti» della Mostra del cinema di Venezia, è stato scelto il film Francesca di Bobby Paunescu, regista rumeno che da 10 anni vive in Italia. La pellicola, molto applaudita all’anteprima per il pubblico, narra le vicende di una ragazza di Bucarest intenzionata a venire in Italia

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 settembre 2009


Il grande massacro

Chiamiamo le cose col loro nome: oggi nella scuola italiana è in atto il più grande licenziamento di massa della storia della nostra Repubblica. È un fatto storico, drammatico, ma ben pochi organi di informazione ne parlano. Gelmini ha parlato di 150 mila lavoratori in meno in tre anni: se fossero lavoratori della Fiat o dell’Alitalia scoppierebbe una mezza rivoluzione, ma visto che a licenziare è lo Stato e licenzia docenti, tutto, inquietantemente, tace.

pubblicato nella rubrica scuola il 4 settembre 2009


Dopo il frocio, aspettiamo l’altro

Bene.
Boffo si è dimesso dalla direzione di "Avvenire". E’ stato centrato e affondato da Vittorio Feltri, che ha rivelato la sua omosessualità (un grosso problema, a parte altre considerazioni, per il direttore dell’organo della Conferenza Episcopale Italiana) e una condanna patteggiata anni fa per aver molestato al telefono la moglie di un uomo del quale era innamorato.

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 settembre 2009


Lagom #10

Stamattina gli amici di Jonas lo hanno arruolato in cucina, a preparare la pizza che è una sua specialità. «Sai quante volte mi sono detto: se tutto va a catafascio, apro una pizzeria qui?».

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 settembre 2009


Lagom #9

Verso il centro, Uppsala si è riempita. Due settimane fa c’era ancora la neve e oggi la temperatura è praticamente primaverile. Moira ed io ci togliamo il piumino, ma gli scandinavi usciti in massa a godersi questo primo sole, si stravaccano sulla sponda del Frysån in magliette, pantaloncini e sandali. In maggioranza si tratta di studenti. «Come sono giovani», il commento di Moira strappa un sospiro a Jonas.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 6 agosto 2009


Lagom #8

Stamattina, col sole che entra dai finestroni e l’aria speciale delle giornate di festa, l’atrio della stazione pare ancora meno temibile dell’altro giorno, gli svedesi più benestanti però devono avere un’altra percezione perché scantonano veloci guardando di sottecchi i passanti più giovani e rumorosi. Hanno l’aria spaurita di chi è costretto in un luogo dove non vorrebbe stare. Pensarli sotto le volte della Centrale di Milano è uno sforzo superiore alla mia immaginazione.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 5 agosto 2009


Lagom #7

Stasera è tutto aperto, nel corso del viaggio di ritorno decidiamo di cenare in centro. «Hai suggerimenti?», chiediamo alla nostra guida. Jonas ci spiega che a Stoccolma è molto difficile avere un locale preferito perché la mania svedese del restyling non colpisce solo le facciate dei palazzi o gli svincoli stradali ma anche ristoranti e bar (che, se non altro, sono decisamente più frequentati). I locali cambiano a velocità supersonica ed è difficile ritrovare lo stesso posto a distanza di un anno o due.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 agosto 2009


Lagom #6

Sul trenino che ci sta portando fuori da Stoccolma discutiamo di quello che abbiamo appena visto. «Fa un po’ impressione, no? La metà di quelli che scendono sono ubriachi fradici, tutti quanti trasportano litri e litri di alcool, eppure nessuno pare turbato o infastidito».

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 agosto 2009


Lagom #5

A Södermalm manchiamo il pendel per pochi minuti. Ora dobbiamo aspettare mezz’ora e così andiamo a passeggiare fuori dalla stazione.
«Prima però» dice Jonas: « ci fermiamo all’edicola, che sento il richiamo del vizio». Moira si frega le mani perché sa che Jonas è golosissimo di caramelle di ogni sorta, più sono chimiche, gommose, strapiene di coloranti e schifezze, più lui ne va matto.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 agosto 2009


Lagom #4

Il messaggio di Jonas proponeva un appuntamento per l’una davanti alla Casa della cultura. La scorsa settimana c’era neve per le strade, oggi invece sembra una giornata estiva. Metà dei passanti è in maniche di camicia e persino Moira ha tolto il maglione di lana, con gran divertimento di Jonas che non si stanca di prenderla in giro e la chiama "Cipolla", per tutti gli strati di vestiti che si mette addosso.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 31 luglio 2009


Lagom #3

Oggi andiamo a vedere il museo che ospita il relitto del Vasa, un colossale vascello da guerra che re Gustavo II Adolfo aveva fatto costruire nel 1625 per spaventare suo cugino, Sigismondo di Polonia, contro il quale guerreggiava per il controllo del Baltico.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 30 luglio 2009


Lagom #2

La mattina di sabato il sole è ancora più bello. Dopo colazione scendiamo alla reception dove una ragazza dagli occhi verdissimi ascolta le nostre perplessità con attenzione e ci assegna subito una stanza molto più grande, dominata da un assurdo letto con baldacchino drappeggiato di cortine rosse con ricami in oro. Nella parete di fronte c’è una porta che, come in qualche vecchio film americano, dà su un’altra stanza, apparentemente disabitata. Siamo un po’ perplessi, ma a me viene in mente un trucco da James Bond e così appoggio alla maniglia il filo del caricabatteria. «Così se entra qualcuno ce ne accorgiamo!» esclamo io.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 29 luglio 2009


Lagom #1

Crisi o non crisi, in questa antivigilia di Pasqua il terminal 2 di Malpensa è strapieno di viaggiatori. C’è folla anche al gate per Stoccolma, con i soliti telefonini che trillano, i bagagli a mano fuori misura, le griffes in evidenza e tutte le eterne caratteristiche degli italiani provinciali raccontati in decine di commedie dalla maschera compiaciuta di Alberto Sordi

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 luglio 2009


Il fondo del sacco

Da qualche anno Il fondo del sacco era nella mia libreria, sempre più impolverato, prossimo ormai ad essere relegato nel dimenticatoio dell’ultima fila. Quando mi capitava di intravederlo, mentre collocavo sul ripiano un altro volume, mi tornava in mente Il barilotto di Ammontillado e il personaggio di Fortunato, costretto ad assistere inerme mentre, uno dopo l’altro, si chiudono gli strati di mattoni che lo sigillano nel suo sepolcro. A differenza di Montresor, però, io non ero contento e anzi mi sentivo tremendamente in colpa perché quel libro è stato un dono, il pensiero di un caro amico per il mio primo Natale da emigrato.

pubblicato nella rubrica libri il 17 luglio 2009


Tempi bui (artificialmente illuminati)

Da Mantova a Milano, sempre aprile e sempre pioggia. Antonio Moresco mi porta nel suo sottotetto, il suo laboratorio che domina i palazzi intorno a Porta Romana. Il luogo dove prende vita la materia organica che coagula nei suoi libri. Discutiamo dei tempi (bui anche se artificialmente illuminati), di libri, di letteratura, di editori ("Lettere a nessuno" non è un vittimario, anzi la mia fortuna vera è stata l’essere rimasto sotto terra per vent’anni) e, ovviamente, dei Canti del caos, romanzo autogenerante che tenta disperatamente di raccontare cosa succede all’uomo oggi. E, forse, domani.

pubblicato nella rubrica a voce il 10 luglio 2009


Il G8 e la repressione

Sono giorni difficili questi. Il quadro politico nazionale parla di un’emergenza democratica. Si arrestano studenti protagonisti di una mobilitazione senza precedenti in Italia, studenti che per tutto l’anno si sono opposti alla riforma dell’università, parlando di libera circolazione del sapere e spazi di creazione autonoma. Studenti e precari che hanno detto a chiare lettere che non sono disposti a pagare la crisi.

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 luglio 2009


Il letto grande.

La mia amica G. mi racconta di aver letto su Repubblica le registrazioni che Patrizia D’Addario ha eseguito, con preveggente cautela, nella notte trascorsa a Palazzo Grazioli.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 21 giugno 2009


I Visitatori

Anch’io sono spaventato. Anch’io ho paura. Forse perché non sono un analista finanziario, o l’editorialista di un’importante testata giornalistica o il responsabile alla sicurezza di un piccolo o medio partito in una piccola città di provincia.

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 giugno 2009


La nutrizione è terapia

Chi di silenzio ferisce… A ridosso del clamore mediatico e dell’esibizionismo cinico che hanno accompagnato il trapasso di Eluana Englaro la classe medica italiana ha preferito un atteggiamento di cautela e discrezione. Sembra quindi una sorta di contrappasso il vasto silenzio con cui gran parte della stampa nazionale ha accolto il documento sul fine vita che il 13 giugno è stato approvato con voto quasi unanime (85 su 97) dalla Federazione degli ordini dei medici (Fnomceo) riunitasi a Terni.

pubblicato nella rubrica testamento biologico il 16 giugno 2009


Mentre morivo

Dopo anni che ci giravo intorno e un paio di tentativi non troppo convinti attorno ai venticinque anni, finalmente, seduto nel diretto affollatissimo che mi riportava da Torino a Milano, sono entrato nell’universo narrativo di William Faulkner e l’ho fatto iniziando con un libro che avevo appena acquistato.

pubblicato nella rubrica libri il 13 giugno 2009


Liceali e veline

Meno scuola per tutti: questo è la riforma dei licei della Gelmini che arriva, tatticamente, a elezioni europee e ad anno scolastico chiusi per evitare troppe critiche.

pubblicato nella rubrica scuola il 12 giugno 2009


Depressione

Proponiamo l’intervento di Carlo Piazza, psichiatra e psicoterapeuta, al convegno veronese del 6 giugno scorso sul tema dello Smarrimento.

pubblicato nella rubrica a voce il 9 giugno 2009


L’Amore a Bologna

Giovedì 21 maggio doppio appuntamento bolognese per "Il primo amore".

pubblicato nella rubrica annunci il 20 maggio 2009


Italiani, per esempio

Il numero di immigrati in Italia è più che triplicato solo nell’ultimo decennio. Sono oltre tre milioni. E i bambini? Nessuno lo sa con precisione.

pubblicato nella rubrica scuola il 19 maggio 2009


Rettorica

A un raffinatissimo testimone della nascita e della caduta del fascismo come Alberto Savinio, venne l’idea di crearsi una Nuova enciclopedia, repertorio di voci e di oggetti, di personaggi e di concetti da cui ripartire una volta conclusa, non senza tenacissimi strascichi, la follia collettiva del Ventennio.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 10 maggio 2009


Bologna, 13 Maggio. Bartleby parade

Lunedì 4 maggio Bartleby ha pacificamente invaso Palazzo d’Accursio, sede del Comune di Bologna, con una mostra fotografica sull’Onda e sull’esperienza di Bartleby.

pubblicato nella rubrica annunci il 9 maggio 2009


Meno scuola, più razzismo

l ddl sicurezza crea più problemi alla maggioranza dei veri problemi sulla sicurezza. Dopo le ronde e i centri per i clandestini, tocca alla scuola. Sappiamo cosa vuole la Lega: una scuola più razzista.
Ormai non si può fare a meno di chiamare le cose col loro nome, di pronunciare la parola “razzista”. Vogliono una società più razzista.

pubblicato nella rubrica scuola il 6 maggio 2009


Forza Miriam #2

Tra i commentatori e i politici di Sinistra è già accesa la discussione: il divorzio chiesto da Veronica a Silvio Berlusconi è questione privata o anche pubblica?

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 3 maggio 2009


Forza Miriam

Per il terzo giorno consecutivo Repubblica fornisce in prima pagina ragguagli sulle scappatelle del primo ministro, sulle corna, vere o presunte, lamentate o suggerite, di sua moglie, Miriam Bartolini (in arte Veronica Lario) e sulle rimostranze, dignitosamente offese o minuziosamente calcolate, di quest’ultima. A discuterne oggi è il tuttologo Adriano Sofri in una sorta di lettera aperta al Sultano (traggo la felice definizione dal recente libro di Giovanni Sartori).

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 1 maggio 2009


Un giorno come un altro

Il 25 Aprile si è tenuto in Vaticano, il Meeting degli insegnanti di religione promosso dalla Cei. A conclusione dell’incontro il Papa ha detto: "L’ora di religione è parte integrante della scuola italiana ed è esempio di "laicità positiva".

pubblicato nella rubrica scuola il 27 aprile 2009


Casa Cervi 2009

Alle 11 in punto del mattino la senatrice Anna Finocchiaro è davanti a Casa Cervi con una sigaretta tra le labbra. Un paio di tirate mentre qualcuno del codazzo le parla di Casa Cervi, poi getta a terra la sigaretta a metà e entra nella Casa.

pubblicato nella rubrica democrazia il 26 aprile 2009


Noi educhiamo

Dopo i medici, tocca ai docenti della scuola pubblica italiana. Per i medici il dilemma era: curare o denunciare? Per i docenti è: insegnare o denunciare?

pubblicato nella rubrica scuola il 22 aprile 2009


Manifesto futurista situazionista ZTT09 del libero passeggio

1. Noi vogliamo camminare e per le nostre città e le nostre campagne, le nostre spiagge e le nostre montagne, senza importunare e senza essere importunati da sindaci sceriffo e rondisti da battaglia.

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 aprile 2009


Il ricatto Gelmini

Di fronte allo sfascio della scuola pubblica italiana messo in atto dal Ministro Gelmini, colpisce il silenzio assordante di tanti reggenti e dirigenti scolastici provinciali e regionali.

pubblicato nella rubrica scuola il 8 aprile 2009


Preferirei di no #3

Dopo lo sgombero di lunedì mattina, operato alle 6.30 da agenti della Digos e del reparto mobile della Polizia, studenti, fondatori e animatori di Bartleby, si sono diretti verso il rettorato per chiedere un incontro durante il quale discutere del progetto e della destinazione degli spazi di via Capo di Lucca 30.

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 aprile 2009


La democrazia in un solo partito

Angelo Panebianco, nel fondo apparso nella prima pagina del Corriere della sera in edicola oggi 30 marzo 2009, scrive:

pubblicato nella rubrica democrazia il 31 marzo 2009


Un appello

"I would prefer not to.." sono le parole di Bartleby lo scrivano, il nome comune scelto dagli occupanti e dalle occupanti dello spazio sito in via Capo di Lucca 30.

Bartleby è il tentativo di chiudere definitivamente con l’era Cofferati, di far uscire l’università dal suo miope autismo, di ripensare Bologna a partire da chi la abita, la vive, la rende ricca ogni giorno.

pubblicato nella rubrica annunci il 26 marzo 2009


Preferirei di no

Oggi mercoledì 25 marzo 2009 alle ore 10.00 nel centro di Bologna precari, studenti e ricercatori universitari hanno dato vita all’occupazione di uno spazio di proprietà dell’Alma mater studiorum.
Bartleby è un nuovo spazio occupato in via Capo di Lucca 30.

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 marzo 2009


Editoria scolastica e conflitto di interessi

La tv è oggi la prima "agenzia educativa" italiana: basta parlare con bambini e ragazze per rendersene conto. E il monopolio e il conflitto di interessi del capo del Governo Silvio Berlusconi tra politica e informazione sono ben noti.

pubblicato nella rubrica scuola il 25 marzo 2009


Credo

Qualche settimana fa su Vibrisse, Giulio Mozzi proponeva una riflessione sulla chiesa odierna e sul suo rapporto con il mondo della politica attiva, soprattutto italiana, e di quelle che Mozzi chiama le "organizzazioni politiche" contemporanee.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 19 marzo 2009


Il tabù del Pontefice

Basta una parola e l’interesse si accende. Quella parola del papa: preservativo. È la prima volta. E tutto il resto passa in secondo piano.
Quella parola riassume la realtà di un intero continente in una immagine che salda rapporti sessuali e malattia.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 18 marzo 2009


E se adesso licenziano i sindacati?

Cari Sindacati Tutti della Scuola (più o meno confederati),
vi scrivo per esprimere la mia preoccupazione e quella di tanti altri miei colleghi e genitori di alunni e studenti che nei mesi scorsi hanno dato vita al cosiddetto movimento dell’Onda primaria e ancora fanno parte di tanti coordinamenti per difendere la scuola pubblica italiana, non solo per protestare civilmente contro gli effetti negativi della Riforma Gelmini, ma perchè sono stupito dal vostro comportamento.

pubblicato nella rubrica scuola il 17 marzo 2009


Che fare? - Stralci dalla rivista

(...) Quando diciassettenne arrivai a Verona con genitori nordici doc, dopo 13 anni vissuti a Lecce, la splendida "Firenze delle Puglie", mi sentivo meravigliosamente spurio. Eppure, quando mi spacciavo orgogliosamente per meridionale, sentivo rispondere: «Che strano, mi sembravi normale…». Nel 1973 a Verona era pieno di eroinomani e di alcoolisti che morivano per strada, gli spritz e gli happy hour non esistevano, ma in compenso c’erano molti bicchieri degli "sfigati" di allora.

pubblicato nella rubrica annunci il 6 marzo 2009


No al bullismo di governo

Ricordate quando, a leggere i giornali, sembrava che le famiglie italiane fossero tutte a favore del maestro unico? Beh, non è vero.

pubblicato nella rubrica scuola il 4 marzo 2009


Cara CGIL scuola ti scrivo

Alcune settimane fa un’amica, Linda, che fa parte del Coordinamento Insegnanti e Genitori di Reggio Emilia in mobilitazione contro i tagli alla scuola compiuti dalla Gelmini, mi ha chiesto di girare un mio articolo pubblicato su Il Manifesto e su reggio24ore agli iscritti al Coordinamento. Ho detto che naturalmente poteva farlo. Anzi, mi faceva piacere.

pubblicato nella rubrica scuola il 2 marzo 2009


Arroganza e codardia

Gelmini e Governo a parte, la cosa che colpisce di più il popolo della scuola che in questi drammatici mesi sta lottando perché la scuola pubblica non sia ridotta allo sfascio, è il comportamento enigmatico dell’opposizione e dei sindacati.

pubblicato nella rubrica scuola il 19 febbraio 2009


Scuola chiusa per malattia

Il docente è malato? Niente scuola. Alunni e studenti sono "spalmati" su altre classi. La scuola è chiusa per turno un giorno, due giorni, una settimana: finchè non torna l’insegnante malato. Per risparmiare. Perchè i primi a pagare i danni causati dai grandi della crisi economica in atto devono essere innanzitutto i più piccoli: bambini, ragazzi.

pubblicato nella rubrica scuola il 13 febbraio 2009


Il diverso valore di un’Eluana viva e di un’Eluana morta

Non ne ho le prove, ma immagino che al nostro governo non importi nulla della vita di Eluana Englaro. Il decreto tentato venerdì poteva essere tentato anche la settimana scorsa, o in un qualunque momento successivo all’ultima sentenza che ha dichiarato non contrario alla legge quanto ciò Beppino Englaro dichiarava di voler fare. Idem per la legge.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 8 febbraio 2009


Lettera ai genitori

L’Onda primaria riprenderà a muoversi dal giorno di San Valentino. Il 14 Febbraio. Giorno degli Innamorati, ma anche dell’apertura delle iscrizioni al nuovo anno scolastico.

pubblicato nella rubrica scuola il 8 febbraio 2009


La tempesta

Arriverà al Senato, convocato con la massima urgenza, il decreto legge che Napolitano ha respinto e che il Governo, non lesinando critiche all’operato del presidente della Repubblica, ha prontamente trasformato in disegno di legge, per bloccare la sospensione di idratazione e alimentazione. «In attesa dell’approvazione di una completa e organica disciplina legislativa sul fine vita», così il testo del decreto.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 7 febbraio 2009


Ai vescovi italiani

Cari vescovi italiani, vi prego: rappresentateci!
Oltre a difendere gli interessi della scuola privata cattolica e i lavoratori che vi operano, difendete anche gli interessi e i lavoratori della scuola pubblica italiana. Questo è il mio appello.

pubblicato nella rubrica scuola il 4 febbraio 2009


Per un corpo
pubblicato nella rubrica il dolore animale il 2 febbraio 2009


In quale Stato?

È più desolante che ministri e sottosegretari confondano la diplomazia con la partecipazione a una partita di pallone o che la redditizia macchina del business calcistico si produca lambiccati equilibrismi per giustificare la suddetta partecipazione senza contraddire il Governo di cui beatamente s’impipa?

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 30 gennaio 2009


La scure

Arriva proprio In questi giorni la notizia dei tagli di personale in ogni plesso scolastico, in ogni istituto comprensivo. E la qualità della scuola, non è una previsione pessimistica, ma una semplice constatazione, scadrà rispetto agli anni scorsi.

pubblicato nella rubrica scuola il 25 gennaio 2009


Sine pietate

Diciassette anni. È il tempo trascorso dall’incidente stradale che, il 18 gennaio 1992, ha precipitato Eluana Englaro nello stato di coma irreversibile in cui versa oggi.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 21 gennaio 2009


MalacarneT

Il circolo culturale Malacarne è una delle realtà più vivaci e dinamiche di Verona, da anni resiste alle tempeste e rende più leggero il clima di una città che troppo spesso finisce sulle pagine di cronaca per notizie dolorose e pesanti come piombo.

pubblicato nella rubrica libri il 21 gennaio 2009


Buoni propositi per l’anno nuovo

Leggo sulla Repubblica del 30 dicembre che lo Stato del Vaticano deplora la proliferazione, la mutevolezza e la contraddittorietà delle leggi promulgate dallo Stato Italiano, "per non parlare di quelle norme che di fatto contrastano con la morale cristiana.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 31 dicembre 2008


Raccontino di Natale

Si rinnova, come un bel regalo di Natale, l’appuntamento decembrino col nuovo numero di ’tina, la rivista creata e diretta da Matteo B. Bianchi. Gli autori di questo numero sono Gianni Miraglia, Thomas Pololi, Chiara Reali, Paolo Nori, Andrea Demarchi e io.

Ecco un brano del mio racconto.

pubblicato nella rubrica libri il 23 dicembre 2008


Applicativi

Chi, come Veltroni, si era illuso che Gelmini e il Governo a proposito di scuola fossero tornati almeno un poco sui suoi passi, si era sbagliato. La Gelmini, in evidente difficoltà, ci ha abituato al suo tira-molla che non promette mai nulla di buono da mesi e mesi.

pubblicato nella rubrica scuola il 20 dicembre 2008


Fo sotto il Baobab

Dario Fo farà un regalo di Natale ai bambini di Baobab: incontrerà giovedì 18 Dicembre, al Teatro Ariosto, a Reggio Emilia, alle 10.30 ,oltre 700 bambini e ragazzi delle scuole primarie di Reggio Emilia e provincia: elementari e medie. Parlerà di libri, di lettura, di scuola, di bambini e di ragazzi. Reciterà il suo "Nuovo Mistero Buffo".

pubblicato nella rubrica annunci il 16 dicembre 2008


Fermiamo il soldatino Gelmini

Strana ragazzotta, la Gelmini. Un vero e proprio soldatino di piombo. Nessuno mai la capisce. Prima dice che ci sarà il maestro unico, poi che sarà solo facoltativo: ma a sentire lei ha detto la stessa cosa. Prima vuole cambiare la scuola superiore italiana, poi dice che la cambierà il prossimo anno perché quest’anno non ci riesce: ma per lei ha detto la stessa cosa.

pubblicato nella rubrica scuola il 12 dicembre 2008


Ciao Gelmini

L’annuncio che il maestro unico alle elementari sarà attivato solo su richiesta delle famiglie e che la riforma delle scuole superiori slitterà al prossimo anno scolastico non arresterà la protesta dell’Onda primaria. D’altra parte uno dei suoi slogan più diffusi era proprio: Questo è solo l’inizio.

pubblicato nella rubrica scuola il 12 dicembre 2008


Diritti alienabili e inalienabili

Il Governo aveva parlato di tagli alle scuole cattoliche. E’ bastata la minaccia di una loro mobilitazione per fargli cambiare idea nel giro di qualche ora. Niente sit-in. Niente occupazioni. Niente lezioni all’aperto. Niente striscioni. Niente scioperi. Niente coordinamenti docenti-genitori.

pubblicato nella rubrica scuola il 6 dicembre 2008


Un’altra scuola è possibile

Mentre il governo di centrodestra procede indefesso nella manovra di tagli che genera lo sfascio (anche letterale come purtroppo testimonia la tragedia di Rivoli) della scuola italiana, esce per gli eleganti tipi di Casagrande un volumetto che raccoglie gli articoli pubblicati nel corso di due anni dal poeta e insegnante Fabio Pusterla sul settimanale ticinese «Azione».

pubblicato nella rubrica libri il 3 dicembre 2008


Crudeltà.

Sul giornale di oggi, alla pagina degli spettacoli: «La Carfagna a Daria Bignardi: "Il cinema? Io ho le idee chiare. Meglio Boldi che Nanni Moretti"».

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 novembre 2008


Dentro e fuori

Può apparire un po’ surreale, ascoltando le notizie che arrivano nel corso di questo scoppiettante inizio di anno scolastico, immergersi nella lettura del libro intitolato Dentro e fuori la scuola di Roberto Moscati, Elisabetta Nigris e Sergio Tramma, ma ve lo consiglio perchè ne vale senza dubbio la pena.

pubblicato nella rubrica libri il 16 novembre 2008


Lettera dall’Onda

C’è in Italia, e sfilerà oggi a Roma, un movimento multiforme, pacifico e determinato, radicale e dialogante, un’Onda che dalle scuole materne all’università si oppone ai tagli indiscriminati del decreto Tremonti-Gelmini.

pubblicato nella rubrica democrazia il 14 novembre 2008


Infiltrare, reprimere, disinformare

Il conflitto è una delle esperienze universali delle società e degli esseri umani. Le scienze - dalla biologia alla filosofia, dalla linguistica alla storia economica - ci insegnano che non esiste situazione, progetto politico, snodo storico, progresso ideale senza un conflitto che inneschi una dinamica il cui obiettivo è il superamento di un bisogno. È il concetto di lotta per la vita (struggle for life) teorizzato da Darwin nell’Origine delle specie.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 5 novembre 2008


Have fun!

"Fun è la parola magica. Quella che trasfonde significato in ciascuna esperienza".
Nella sezione Biblioteca, il reportage di un viaggio nel Paese dei Bambini.

pubblicato nella rubrica racconti il 4 novembre 2008


Infiltrare, reprimere, disinformare

Provocatori e infiltrati che mettono le città a ferro e fuoco; una repressione fatta di violenza indiscriminata; sirene spiegate delle ambulanze a sovrastare il rombo delle auto di polizia; studenti e maestre, professori universitari e precari della ricerca picchiati a sangue…

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 2 novembre 2008


Ma ora non dimentichiamoci

Sentir dire a Berlusconi, e cioè al capo del governo che non ha mai risolto il suo conflitto di interessi tra politica e informazione, che la riformaccia della Gelmini è stata incompresa e strumentalizzata dagli organi di informazione che non sono controllati da lui è, semplicemente, grottesco.

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 ottobre 2008


L’anomalia italiana

Mi hanno colpito e fatto piacere gli interventi di Antonio Moresco, Carla Benedetti e Giovanni Giovanetti su Il primo amore a proposito del caso Saviano per la loro solidarietà a Roberto e per la loro sincera volontà di fare qualcosa per lui. Mi hanno commosso.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 20 ottobre 2008


La difesa della razza #2

Senatore Bossi, l’altro ieri il suo partito ha incassato il placet di Montecitorio su una mozione che istituisce classi "di integrazione" per bambini stranieri. Non è chiaro quanto a lungo dovrebbe durare questo regime di separazione né se il provvedimento si applicherà tanto ai bambini appena arrivati quanto ai figli di stranieri nati e cresciuti sul suolo italiano, ma è da vent’anni ormai che il movimento da Lei guidato ha dichiarato guerra a distinzioni e sottigliezze, preferendo invece gli slogan tosti, facili da ricordare e ottimi per guadagnare prime pagine e consensi.

pubblicato nella rubrica democrazia il 17 ottobre 2008


Lingua.

Il nuovo romanzo di un amico scrittore ha per protagonista un gourmet che redige recensioni di ristoranti. Per raccontare le spedizioni gastronomiche del suo personaggio, Piersandro ha dovuto documentarsi sul campo e, da qualche anno, coglie ogni occasione per cenare in locali di gran lusso.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 ottobre 2008


Visita.

Due notti fa sono stato a Milano a trovare un vecchio amico nel suo appartamento.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 4 ottobre 2008


L’Anno Zero

Dubito che, quando Michele Santoro e la sua redazione si misero al lavoro sul programma che sanciva il rientro in RAI di uno degli epurati dell’editto berlusconiano, avessero idea delle potenzialità profetiche di un titolo come «Annozero». Ieri sera, vedendo la prima puntata della nuova serie tale antiveggenza è emersa con chiarezza perentoria.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 26 settembre 2008


La notte che mi sono spezzato

"Avendo tempo non c’è cosa che non diventi possibile, pensavo".
Nella sezione Biblioteca, il racconto di Massimo Magon su un incontro che cambia il corso di una vita.

pubblicato nella rubrica racconti il 24 settembre 2008


Dignitoso.

"Ho chiesto a molti scrittori di indicare la loro parola preferita del vocabolario italiano e di spiegarne il perché".

pubblicato nella rubrica dal vivo il 19 settembre 2008


Amy.

So molto poco di Amy Winehouse. So che ha una voce bellissima, ascoltata una sera in macchina con un amico rincasando dal festival di Locarno. So che è molto giovane e ha fatto fare parecchi soldi a case discografiche, riviste, sponsor, trasmissioni tv e giornali.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 16 settembre 2008


Modi di morire.

L’iniziativa dei testamenti biologici innesca inevitabilmente una serie di riflessioni sulla morte in cui si inerisce (con rilevante sincronicità) il bel libro di Iona Heath, Modi di morire, uscito a gennaio per Bollati Boringhieri.

pubblicato nella rubrica testamento biologico il 12 settembre 2008


Have fun! #5

Prima di ripartire e imbarcarci nella complicazione di coincidenze e scali che, trovata all’ultimo minuto, ci obbligherà a far tappa perfino a Las Vegas, Moira riceve due festicciole di addio.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 agosto 2008


Have fun! #4

Come in Italia, tuttavia, basta accendere la televisione per trovarsi immersi nella paranoia collettiva, un tunnel di angosce e terrori in cui il Sogno Americano si rovescia nell’Incubo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 agosto 2008


Have fun! #3

The City Different. È proprio così, con l’aggettivo orgogliosamente posposto, che i suoi abitanti chiamano Santa Fe, la più antica città costruita sul suolo statunitense.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 agosto 2008


Have fun! #2

Quella di un bambino è l’immagine che ci si presenta più spesso quando vediamo gli statunitensi alle prese con le faccende della vita quotidiana.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 agosto 2008


Have fun! #1

Ai lati della superstrada che va dall’aeroporto di Albuquerque a Santa Fe le colline e le dune coperte di cespugli a macchie si stendono fino a dove l’occhio si perde.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 agosto 2008


Il sol dell’avvenire

Breve ricordo personale. Un pomeriggio nebbioso di una quindicina di anni fa, stavo polemizzando sulla storia degli anni di piombo con un compagno di collegio più grande di me, un laureando in scienze politiche, di nome Luigi.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 10 agosto 2008


Quello che c’è tra di noi

In libreria in questi giorni Quello che c’è tra di noi, una raccolta di storie d’amore omosessuale curata da Sergio Rotino.

pubblicato nella rubrica libri il 29 luglio 2008


Furto.

Mi pareva proprio di averlo chiuso nel bagagliaio ma, come tutte le cose che si fanno nella trance automatica di quando si pensa ad altro, potrei anche averlo appoggiato per terra, accanto alla portiera o sul bordo del marciapiede ed essermene andato senza pensarci. Quando noto che il mio zaino non è in auto è comunque troppo tardi.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 luglio 2008


Gnocca e guai

«Il guaio è la gnocca». Con questo titolo «Libero» ha accolto la pubblicazione di nuove intercettazioni sui maneggi di Berlusconi e sodali fra le cosce di soubrettine inclini al mercimonio e gli onorevoli da ammorbidire per far cadere il governo.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 30 giugno 2008


Regole d’ingaggio

In quest’ulteriore prova del suo talento di reporter, William Langewiesche (American Ground, 2003; Il bazar atomico, 2007) analizza la sanguinosa rappresaglia messa in atto da una pattuglia di marines il 19 novembre 2005, quando l’ultimo blindato di un convoglio USA salta su una mina nascosta nelle strade di un quartiere residenziale di al-Hadita.

pubblicato nella rubrica libri il 28 giugno 2008


Ovazione.

Nel temporale che incombe sulla basilica, l’omelia sulle indicazioni per il voto delle presidenziali americane volge al termine.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 giugno 2008


Vizietto.

Santa Fe, New Mexico, domenica mattina. Fino alla metà dell’Ottocento questo era territorio messicano; ecco perché, tanto fra i nativi americani e i latinos, quanto fra i bianchi di discendenza europea, la popolazione professa il cattolicesimo in percentuali bulgare.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 giugno 2008


Dicono la verità

Massimo Magon narra la quieta indifferenza con cui la ferocia e la sopraffazione diventano norma.

pubblicato nella rubrica racconti il 22 giugno 2008


Beduina

"A papà il mio corpo fa schifo" Jasira ne è sicura da subito. Come spiegare altrimenti il ceffone che ha ricevuto per essersi presentata a colazione in maglietta e slip? Jasira ha 13 anni e da pochi mesi la sua vita è piena di cambiamenti non voluti né piacevoli.

pubblicato nella rubrica libri il 13 giugno 2008


Corpi.

«Magari», dice G. con un cenno alla pancia dove sta crescendo la sua bambina nuova nuova «è lei ad attirarle. O forse mi sta solo rendendo più sensibile». È un fatto, mi spiega, che da qualche mese inciampa in situazioni complicate. «E tutte hanno a che fare con il corpo».

pubblicato nella rubrica dal vivo il 5 giugno 2008


Gelosia.

Stiamo passando in rassegna le foto che abbiamo trovato in una scatola di qualche anno fa. Lei ne solleva una che le ho scattato durante uno dei nostri primi viaggi, forse proprio il primo in assoluto.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 15 maggio 2008


Schei + Sicurezza

È celebre il proverbio che vorrebbe i veronesi tuti mati, ma nell’ultimo quindicennio questa fama di simpatica originalità, di stravaganza tutto sommato inoffensiva, ha lasciato il posto a coloriture più allarmanti. Una piccola selezione fra i numerosi aneddoti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 maggio 2008


Non fa testo

Una sigaretta negata. È il pretesto con cui il 29enne Nicola Tommasoli è stato massacrato di pugni e calci sul cranio, con violenza tale da finire in coma. Gli aggressori sono cinque giovani italiani, verosimilmente veronesi (parlavano il dialetto che spesso in città è preferito all’italiano).

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 maggio 2008


25 aprile.

Lo vedo strillato sui titoli di (quasi) tutti i giornali: il nuovo presidente della Camera afferma nel suo discorso programmatico che il 25 aprile va onorato.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 maggio 2008


I mangiacani di Svinia – Un’epopea rom

Come era prevedibile in questi giorni difficili, la festa per ricordare la sconfitta di fascismo e nazismo, è rimasta (o è stata lasciata) in ombra. Nei tg il discorso con cui presidente della Repubblica ha aperto le cerimonie per l’anniversario della Liberazione è passato solo dopo l’inquietante ostensione della salma di padre Pio e gli ultimi appelli dei candidati al Campidoglio e dei loro supporters.

pubblicato nella rubrica libri il 25 aprile 2008


Eroi

La frase pronunciata da Marcello Dell’Utri lascia senza parole. Ma se, per rispondere, provassimo semplicemente a proseguire il filo del suo discorso? Cade a pennello un dialogo composto da Leonardo Sciascia nel Giorno della Civetta (1961)

pubblicato nella rubrica democrazia il 12 aprile 2008


Cinema.

Anni fa andavo spesso al primo spettacolo del pomeriggio; il pubblico si divideva in uguale misura fra studenti e pensionati. Sarà forse un effetto di questa primavera incerta, ma oggi il rapporto è decisamente cambiato.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 aprile 2008


Al voto, al voto

La Repubblica di mercoledì ha anticipato la lettera in cui, sul prossimo numero di Micromega, Paolo Flores d’Arcais esporrà le ragioni per cui l’elettorato che si identifica in una sinistra quale che sia, in valori come la tolleranza, i diritti civili, la tutela della libertà delle donne, del lavoro e così via, dovrebbe rifiutare la tentazione di astenersi, ma anche evitare di disperdere il voto, dandolo alla Sinistra Arcobaleno.

pubblicato nella rubrica democrazia il 28 marzo 2008


Il ritorno di BIRRA

A Bologna si materializza una nuova manifestazione di BIRRA, la Bagarre Internazionale Riviste Alternative.

pubblicato nella rubrica annunci il 27 marzo 2008


Sante ragioni

Un esempio recentissimo testimonia quanto sia necessario questo bel saggio: Ian Wilmut annuncia di voler privilegiare altri filoni di studi perché le staminali embrionali (di cui è un’autorità) non danno i risultati sperati. Sul Corriere, Galli della Loggia commenta la notizia. Con valutazioni scientifiche? Non sia mai!

pubblicato nella rubrica libri il 14 marzo 2008


Letteratura

Continuo a guardarla.
Lei, impassibile,
Non mi riguarda.

pubblicato nella rubrica poesia il 13 marzo 2008


Cambiamenti di stato

Berlusconi pare più invecchiato e meno brioso del solito, mentre tenta di giustificare l’inclusione di Giuseppe Ciarrapico, con le sue condanne penali e le sue condannabilissime esternazioni fasciste, nelle liste del PdL.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 marzo 2008


Anni Settanta

Il clima di contrapposizione, che ancora oggi intorbida storia e politica italiana, impone purtroppo che le impressioni di lettura su Anni Settanta siano precedute da una premessa, per liberare il campo da una questione che ha rischiato di catalizzare ogni discussione sul libro.

pubblicato nella rubrica libri il 4 marzo 2008


Omonimia.

Sprofondati nelle poltroncine aspettiamo l’inizio di Caos calmo. Scorro il giornale che in prima pagina annuncia: "Veltroni: Veronesi per il Senato".

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 febbraio 2008


Marte - Il cavaliere, la morte e il diavolo

Edito da Mondadori nel 1976, in coincidenza con l’uscita in lingua originale, questo romanzo fervido, amaro e sconvolgente è a tutt’oggi notissimo nell’area germanica, dove è giunto alla 22a edizione. In Italia viceversa, era pressoché scomparso dalle librerie.

pubblicato nella rubrica libri il 20 febbraio 2008


Antiveritativa

Il contorto aggettivo è stato usato da Giuliano Ferrara per sottrarsi a un dibattito televisivo con Marco Pannella sul programma della lista "Per la vita".

pubblicato nella rubrica democrazia il 16 febbraio 2008


Il sacro segno dei mostri

L’ultimo spettacolo di Danio Manfredini è la mise en scène del taccuino di schizzi che l’autore ha tratto dalle proprie esperienze come operatore manicomiale.

pubblicato nella rubrica locandina il 10 febbraio 2008


13 aprile

E così ci siamo. Marini ha rimesso al presidente Napolitano il mandato più breve della storia d’Italia e il 13 aprile si tornerà a votare.

pubblicato nella rubrica democrazia il 6 febbraio 2008


Naturalmente.

Eccoci alla serata di presentazione. La nuova edizione di questo festival d’arte e cultura è dedicata al free jazz.
Entusiasta, il direttore artistico riassume il programma.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 21 gennaio 2008


Tengo famiglia

Da Scajola, ministro dell’interno inamovibile durante e dopo i massacri di Genova, a Bassolino che non cede la carica di governatore nemmeno quando, nella regione che amministra da tre lustri, la spazzatura arriva al secondo piano dei palazzi: nel nostro Paese lasciare una poltrona è ormai considerata una stravaganza esotica.

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 gennaio 2008


I nuovi mostri

Sin dal primo sorgere dell’idea di morale laica, svincolata cioè dalla dinamica di premi e castighi post-mortem tipica di quella fase del pensiero umano che il caustico Richard Dawkins definirebbe "arcaica", non c’è filosofo o intellettuale che si sia illuso di trovarsi davanti a un soggetto di facile formulazione.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 16 gennaio 2008


Pornopotere

Quello su liceità e limiti della pornografia è un dibattito annoso e mai completamente esausto, a cui la diffusione massiva del porno online ha aggiunto nuovi elementi e scenari prima nemmeno ipotizzabili.

pubblicato nella rubrica libri il 14 gennaio 2008


Di pesi e di misure

Pochi giorni fa la squadra dell’Inter è stata citata in giudizio dall’avvocato turco Baris Kaska. Secondo il legale, l’UEFA dovrebbe revocare ai nerazzurri i punti della vittoria sul Fenerbahce di Istambul, perché la squadra di Moratti non ha giocato con i soliti colori, ma ha indossato la divisa del suo centenario, una maglia bianca con la croce rossa che -così l’avvocato Kaska- ricorderebbe il simbolo dei templari, offendendo la sensibilità islamica.

pubblicato nella rubrica democrazia il 17 dicembre 2007


When the fat lady sings

C’è un adagio americano che mi ha sempre fatto sorridere e che, come spesso accade, dice molto della cultura che lo ha prodotto. In USA si dice infatti che l’opera lirica finisce solo "quando canta la cicciona".

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 dicembre 2007


Orticaria

"Ogni volta che siamo in giro per i regali di Natale", sbotta lei in una via Torino isterica al primo mercoledì di dicembre: "ti viene l’orticaria!". Per puntiglio mi ostino a negare, ma so che ha ragione.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 8 dicembre 2007


Desolato

Novembre è già cominciato ma il sole che splende su Milano ha ancora l’odore del primo autunno. Usciti dalla Triennale camminiamo senza una meta, chiacchierando della mostra che abbiamo appena visitato.

pubblicato nella rubrica a voce il 13 novembre 2007


Nu Global.

Mentre curioso fra le scansie di cd, la proprietaria del negozio chiacchiera con un altro cliente. «Io sono una donna e sono femminista», precisa: «Ma con questa globalizzazione non si può più girare per strada».

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 novembre 2007


Cravatte.

Un mese fa la terza Corte d’assise ha dichiarato il non luogo a procedere per Mario Lozano, il marine che ha trucidato il funzionario del Sismi Nicola Calipari e ferito la giornalista Giuliana Sgrena.

pubblicato nella rubrica democrazia il 31 ottobre 2007


Tralice.

Se ne esce così, a una cena fra colleghi, una di quelle parole inerti, mummificate in un’espressione che le tiene inchiodate, come fanno gli spilli del museo con scarabei e farfalle.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 ottobre 2007


Cosa cambia

20 luglio 2001. "Giornata di scontri a Genova. C’è stato anche un morto…". Chi non ricorda dove si trovava, cosa stava facendo nell’istante in cui ha sentito per la prima volta la notizia?

pubblicato nella rubrica libri il 24 ottobre 2007


Democratico.

Da bravo italiano all’estero, stamattina ho voluto fare il mio dovere. Ho trovato sul sito del PD l’indirizzo del seggio più vicino e sono andato a votare per le primarie.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 ottobre 2007


L’amore in bocca

L’eccellente esordio di Marco Rossari, Perduto l’amore (non resta che bere) (Fernandel, 2003) colpiva per la sicurezza con cui pagine brillanti, ricche di un’ironia ora dotta, ora felicemente sboccata, s’alternavano o, meglio, si fondevano con passaggi densi di un’inquietudine profonda e dolente.

pubblicato nella rubrica poesia il 14 ottobre 2007


A ciascuno il suo

Per contribuire al clima di questa delicata stagione politica non poteva certo mancare una voce autorevole come quella del cardinale Camillo Ruini.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 13 settembre 2007


L’immaginazione al potere?

Pochi giorni fa, su queste pagine Antonio Moresco ha lanciato qualcosa che era una proposta di swiftiana modestia e insieme un grido di "Il re è nudo!". Con logica disarmante l’articolo di Moresco rivelava quanto esile sia ormai non solo la capacità di rappresentanza, ma persino la funzione stessa dei partiti politici.

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 settembre 2007


Fabrizio and me

Si sa: ci son più cose in cielo e in terra… Eppure mai, davvero mai avrei creduto di trovarmi d’accordo con Fabrizio Cicchitto, capogruppo di Forza Italia alla Camera, tessera 945 della loggia massonica P2, craxiano doc nella belle époque pre-Tangentopoli e autore di volumi come Il G8 di Genova

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 luglio 2007


Pulizie di primavera

A pochi giorni dalla tornata elettorale che sarebbe eufemistico definire sfavorevole al centrosinistra, si sono sprecate analisi, sottigliezze ermeneutiche e caute attribuzioni di responsabilità, in omaggio al principio per cui la vittoria ha mille padri e la sconfitta nessuno.

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 giugno 2007


La Parola e le parole

Paolo Ferigo, il presidente dell’Arcigay milanese, è stato malmenato da due aggressori all’uscita di una pizzeria.

pubblicato nella rubrica democrazia il 21 maggio 2007


Cilicio e alta finanza

"Che ci sia ciascun lo dice / dove sia nessun lo sa": il distico di Metastasio cade in taglio per sintetizzare l’impressione di disorientamento che si prova ogni volta che l’Opus Dei viene menzionata nelle cronache.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 29 gennaio 2007