Tiziano Scarpa

Seguiteci in cammino!

Qualche immagine delle prime tappe da Parigi a Berlino e i consigli pratici per unirsi al cammino.

pubblicato nella rubrica il Sogno dell’Europa il 25 maggio 2017


Le liturgie giganti del Padiglione Italia

La curatrice Cecilia Alemani ha invitato alla Biennale di quest’anno tre artisti: Roberto Cuoghi, Adelita Husny-Bey, Giorgio Andreotta Calò.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 maggio 2017


Invidio chi è morto ieri a Manchester

«Invidio chi è saltato in aria lunedì a Manchester perché non aveva paura, mentre io ho paura tutti i giorni».

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 maggio 2017


“Sarà un cammino lungo e controcorrente”

Una lettera ai camminatori di Repubblica Nomade, a pochi giorni dalla partenza da Parigi.

pubblicato nella rubrica repubblica nomade il 19 maggio 2017


Sotto prescrizione medica

Un racconto su tre mali che affliggono l’Italia: la malasanità, la malagiustizia e lo scarso funzionamento dell’ascensore sociale.

pubblicato nella rubrica racconti il 19 maggio 2017


Fatti vivo

Quattro poesie dall’ultimo libro.

pubblicato nella rubrica poesia il 17 maggio 2017


I fannulloni della Biennale

Sul Padiglione degli Artisti e dei Libri, curato da Christine Marcel alla Biennale d’Arte di Venezia.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 maggio 2017


Perché accontentarsi di essere vivi, quando si può essere anche morti?

Dall’8 al 14 maggio 2017 a Venezia resta aperto UNIVERS, il “negozio metafisico” di Flavio Favelli.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 8 maggio 2017


“Dalla biblioteca” e altri racconti

“All’uscita del palazzo incontro uno per strada e mi fa «ou, dove vai?» e io gli faccio «dove vai tu», e lui mi fa «all’oratorio dei salesiani a vedere il cinema all’aperto», e io gli faccio «no, allora no, allora non vado dove vai tu», e lui mi fa «niente, allora niente» e io gli faccio «niente».”

pubblicato nella rubrica racconti il 8 maggio 2017


I fantasmi hanno il nome sul citofono

Una serata a Vienna, in memoria di Antonio Tabucchi. Andrea Bajani non può essere presente, allora manda un testo (bellissimo). Che è la forma con cui si manifestano le assenze, i fantasmi, cioè la letteratura. «Non ho mai conosciuto uno che avesse altrettanta dimestichezza con i fantasmi. Antonio Tabucchi era il portavoce che i fantasmi avevano scelto. Prestare la voce a un fantasma può spalancare meraviglia o sconcerto. Con la meraviglia Tabucchi ha sedotto migliaia di uomini e donne. Con lo sconcerto ha fatto paura al potere».

pubblicato nella rubrica dal vivo il 4 maggio 2017


Numeri primi
pubblicato nella rubrica poesia il 13 aprile 2017


C’è la guerra in Europa per chi sa vederla

L’Europa è in guerra, singoli stati sono strangolati dai tassi d’interesse, dai debiti, dalle clausole, dai patti sottoscritti. Ma nel frattempo si chiede agli scrittori di dare forma a “narrazioni” di pace, di chiudere gli occhi e fare falsa propaganda.

pubblicato nella rubrica il Sogno dell’Europa il 27 marzo 2017


9 euro per un geco

Il romanzo di Tiziano Scarpa appena riproposto nella collana “Einaudi Tascabili – Scrittori”.

pubblicato nella rubrica annunci il 16 marzo 2017


Il piccolo poema del delfino

In dieci avvistamenti.

pubblicato nella rubrica poesia il 12 marzo 2017


Vivere e basta

«...spartirsi lo spazio con l’erba sui campi, le case, questi banchi di nebbia... Invece che, dico, lo strazio di questa dichiarazione d’intenti continua...»

pubblicato nella rubrica poesia il 6 marzo 2017


Disteso su un prato

Per l’arrivo della primavera.

pubblicato nella rubrica poesia il 2 marzo 2017


Il geco in tasca

È in libreria l’edizione tascabile di Il brevetto del geco.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 febbraio 2017


Alcune cose che ricordo di F.F.

Il ritratto di un grande artista italiano, Flavio Favelli, ma anche un bellissimo racconto su che cosa significa cercare di conoscere qualcuno e le cose che fa.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 20 febbraio 2017


Nel buio

Una poesia con un’illustrazione di Mara Cerri.

pubblicato nella rubrica poesia il 19 febbraio 2017


Il gaucho insopportabile

Torna in una nuova traduzione l’ultimo libro di Bolaño, che contiene cinque racconti e due conferenze. In una, lo scrittore cileno diceva due cose: la prima era che stava per morire. La seconda era che “scopare è l’unica cosa che vogliono quelli che stanno per morire”.

pubblicato nella rubrica libri il 13 febbraio 2017


Sesso, sesso, sesso: la scena del bar

La vita come ricerca dell’approvazione sessuale. Su un’intervista a Piera degli Esposti.

pubblicato nella rubrica a voce il 12 febbraio 2017


«Il libro che mi ha cambiato la vita»

Durante la trasmissione «La grande librairie» del 12 gennaio scorso, un libraio di Autun sceglie La lucina come “libro che gli ha cambiato la vita”. E Daniel Pennac rilancia...

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 febbraio 2017


Esercizi di meraviglia

La zecca e la rosa, l’ultimo libro di Maurizio Maggiani. L’abete natalizio, l’acanto, il biancospino, il calicanto, il germano reale, l’iris, la lavanda, i topi, la simpatia creaturale: «una giustizia resa alla bellezza e al mistero, e però anche alla miseria di chi ci ha preceduto».

pubblicato nella rubrica libri il 31 gennaio 2017


Il suicidio di Tenco
pubblicato nella rubrica dal vivo il 27 gennaio 2017


“Mattina” compie cent’anni

Cento anni fa, la mattina del 26 gennaio 1917, Giuseppe Ungaretti lo aveva spiegato bene come si fa e che cosa serve per illuminarsi d’immenso. Poi, invece…

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 gennaio 2017


Certe volte che non sono morto
pubblicato nella rubrica poesia il 19 gennaio 2017


La restaurazione...

«L’impressione che – salvo le immancabili eccezioni – in letteratura tiri un’ariaccia di normalizzazione è una fisima da snob o qualche fondamento ce l’ha?» si chiede Marco Cicala sul “Venerdì di Repubblica”.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 13 gennaio 2017


Groppi d’amore a Milano

Al Teatro della Cooperativa, da martedì 17 a domenica 22 gennaio.

pubblicato nella rubrica annunci il 11 gennaio 2017


La verità fa schifo

Io seguo l’impostura.

pubblicato nella rubrica poesia il 10 gennaio 2017


Un’edicola, un’arancia e un lutto

Tre inediti.

pubblicato nella rubrica poesia il 23 dicembre 2016


“Quanto scotta la domanda”

“Ti chiedo, invece di perché, perché no”. Sull’attentato a Berlino.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 21 dicembre 2016


Poeti in fondo al pozzo

Del senso di morte, oppressione e angoscia che procurano le notizie sulla giunta comunale di Roma.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 19 dicembre 2016


Parole condivise

Tre esclusioni in comune.

pubblicato nella rubrica poesia il 15 dicembre 2016


Lettera dal carcere

«In questo momento, un numero stimato fra i 150 e i 200 “giornalisti” – un record mondiale – sono imprigionati in Turchia e io sono una di loro.» Le parole della scrittrice turca imprigionata dal regime di Istanbul.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 15 dicembre 2016


Speriamo che scelgano me

Restare passivi, prendere l’iniziativa... A partire dal romanzo Il brevetto del geco, si parla di arte contemporanea, letteratura, curatori, pubblico. Da “Flash Art”, estate 2016.

pubblicato nella rubrica a voce il 13 dicembre 2016


Nel cimitero della mia città

Tre suggerimenti per il finesettimana.

pubblicato nella rubrica poesia il 2 dicembre 2016


Il sasso caduto nel profondo

Quando non sai chi è la madre che ti ha abbandonato alla nascita. Frammenti ricomposti, il nuovo libro di Emilia Rosati.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 27 novembre 2016


Un geco a Brera

Un brano del mio romanzo Il brevetto del geco è stato scelto dal direttore della Pinacoteca di Brera, James Bradburne, come didascalia di La cena in Emmaus di Caravaggio.

pubblicato nella rubrica arte il 8 novembre 2016


Il nostro pianeta

Una poesia per iniziare la settimana. Con un video di Lucia Veronesi.

pubblicato nella rubrica poesia il 7 novembre 2016


Sulla corriera

«Un giorno ai primi di maggio quando salii sul pullman per tornare a casa vidi che per una volta era sola, seduta accanto al finestrino come sempre». Un ricordo, un racconto: un’altra gemma da Atlante con figure.

pubblicato nella rubrica racconti il 29 ottobre 2016


Il lupo

Per cominciare la settimana.

pubblicato nella rubrica poesia il 24 ottobre 2016


Gli attentatori

I nuovi assalti giornalistici a Elena Ferrante. E una mia esperienza personale.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 23 ottobre 2016


Roma si fa scura

Groppi d’amore nella scuraglia ad Ar.Ma Teatro, in via Ruggero di Lauria a Roma, da venerdì 21 a domenica 23 ottobre.

pubblicato nella rubrica annunci il 19 ottobre 2016


La patata

Una poesia per il lunedì mattina.

pubblicato nella rubrica poesia il 17 ottobre 2016


Il Nobel a Bob Dylan

Qualche commento a caldo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 ottobre 2016


“Gli incendiati” a Parigi

Alla fine di agosto è uscito in Francia Les Incendiés, per la traduzione di Laurent Lombard. Ecco il calendario di presentazioni dei prossimi giorni a Parigi; e la lettura scenica dell’attore, drammaturgo e regista Olivier Py.

pubblicato nella rubrica annunci il 9 ottobre 2016


Elena Ferrante e i diritti civili dei nomi

L’inchiesta giornalistica, la morte civile dei nomi, maschi contro femmine, e mia nonna sarta con la quinta elementare che leggeva romanzi di nascosto.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 ottobre 2016


La Terra

Qualche rima per cominciare la settimana.

pubblicato nella rubrica poesia il 3 ottobre 2016


Tornano in scena gli straccioni

Lo spettacolo teatrale che racconta di mendicanti con il POS, netturbine, guardie giurate e preti rapinatori torna a girare; si comincia al teatro Rosmini di Borgomanero mercoledì 28 settembre. La messa in scena è dell’Accademia dei folli con la regia di Carlo Roncaglia.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 settembre 2016


Piccoli Maestri per Amatrice

A un mese dalle scosse che hanno colpito Amatrice, Accumoli e i paesi vicini, l’associazione di volontariato culturale Piccoli Maestri presenta un’iniziativa a sostegno delle zone terremotate.

pubblicato nella rubrica locandina il 27 settembre 2016


I soldi

Qualche rima per il lunedì mattina.

pubblicato nella rubrica poesia il 26 settembre 2016


La fondazione di Repubblica nomade

Due pagine tratte dal nuovo libro della collana I Fiammiferi, in cui si racconta l’esperienza nevralgica del cammino siciliano da Palermo a Gela nel 2014.

pubblicato nella rubrica I fiammiferi il 22 settembre 2016


La spuma

Un’altra pagina da «Atlante con figure». Un bambino negli anni Cinquanta, i dettagli che si incidono nei ricordi, l’esperienza di sentirsi tutt’uno con chi ti sta accanto.

pubblicato nella rubrica racconti il 21 settembre 2016


Le coppie

Tre poesie per il lunedì mattina.

pubblicato nella rubrica poesia il 19 settembre 2016


Il contrario di Roma

Grazie a Santōka e ad altri grandi poeti giapponesi, in Haiku e sakè Susanna Tartaro ci offre un salutare antidoto all’autoreferenzialità italiana.

pubblicato nella rubrica poesia il 18 settembre 2016


Un bene al mondo

«C’era un bambino che aveva un dolore da cui non voleva mai separarsi. Se lo portava dappertutto, ci attraversava il paese per andare a scuola tutte le mattine». Le prime pagine del nuovo romanzo di Andrea Bajani.

pubblicato nella rubrica libri il 16 settembre 2016


Crema e cioccolato

Da «Atlante con figure», molto più che un ricordo d’infanzia: la nascita del senso di appartenenza a una comunità in un bambino italiano negli anni Cinquanta.

pubblicato nella rubrica racconti il 15 settembre 2016


«Repubblica nomade» di Antonio Moresco

«Questi non sono solo cammini orizzontali, sono anche cammini verticali». Il nuovo Fiammifero del Primo Amore racconta le imprese a piedi di questi anni che hanno coinvolto centinaia di persone e portato alla fondazione della Repubblica Nomade.

pubblicato nella rubrica I fiammiferi il 11 settembre 2016


Volere o essere voluti?

Anche nell’edizione italiana della rivista Flash Art la conversazione a partire da Il brevetto del geco.

pubblicato nella rubrica arte il 5 settembre 2016


Il trash secondo Tommaso Labranca

È morto Tommaso Labranca. Lo ricordo con una recensione che scrissi all’uscita di Andy Warhol era un coatto. Vivere e capire il trash (Castelvecchi, 1994).

pubblicato nella rubrica dal vivo il 29 agosto 2016


Dialogo della Natura e di un Islandese

Natura: «Immaginavi tu forse che il mondo fosse fatto per causa vostra? [...] E finalmente, se anche mi avvenisse di estinguere tutta la vostra specie, io non me ne avvedrei».

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 24 agosto 2016


Considerable Inner Strength

Su “Flash Art International” di luglio-agosto 2016, una conversazione a partire da Il brevetto del geco su arte, letteratura, pubblico, mercato, solitudine degli artisti dopo la morte delle avanguardie.

pubblicato nella rubrica a voce il 17 luglio 2016


Lo Straniero chiuderà

A fine anno la rivista Lo Straniero chiuderà. Onore e gratitudine a Goffredo Fofi, che l’ha inventata e fatta vivere per vent’anni con infaticabile dedizione. Dissenso e obiezioni alla sua ossessione nel vedere narcisismo e megalomania dappertutto.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 8 luglio 2016


“Oracoli che sbagliano” alla radio

Su RadioTre a “Fahrenheit” Loredana Lipperini ha intervistato gli autori di Oracoli che sbagliano, un dialogo sugli antichi greci e romani e sui moderni pubblicato nella collana I Fiammiferi del Primo Amore. Il libro passa in rassegna modi di pensare e di agire che crediamo superati ma che hanno ancora un valore per noi oggi.

pubblicato nella rubrica I fiammiferi il 29 giugno 2016


“Petrolio” di Pasolini, lo sguardo censurato sull’Italia dei misteri

Un’intervista a Carla Benedetti in occasione dell’uscita della nuova edizione riscritta e accresciuta di Frocio e basta.

pubblicato nella rubrica appello Pasolini il 28 giugno 2016


Brexit è un’offesa personale

Un milione di passi fino al parlamento europeo. La fierezza della democrazia. La delega del potere personale. L’autarchia culturale anglofona.

pubblicato nella rubrica il Sogno dell’Europa il 26 giugno 2016


Io sono europeo

L’esito del referendum britannico. La lettera al Parlamento Europeo consegnata nel 2013 alla fine del cammino Freccia d’Europa.

pubblicato nella rubrica il Sogno dell’Europa il 24 giugno 2016


Lo sgomento e l’eternità: ritratto dello scrittore da bambino

Oggi è un giorno speciale per la letteratura e non solo. Esce in libreria Atlante con figure di Roberto Michilli. Ricordi personali, e dunque universali, di un’infanzia lontana che non ha smesso di essere presente.

pubblicato nella rubrica libri il 24 giugno 2016


Il baricentro dell’attualità

Chi ha detto che la realtà supera la fantasia? Il caso di un giovane romanziere costretto a spararle grosse: da chi? Dal mercato? Dalla propria immaturità? Dalla cronaca?

pubblicato nella rubrica in teoria il 21 giugno 2016


La punta della lingua

Dal 19 al 26 giugno 2016.

pubblicato nella rubrica locandina il 14 giugno 2016


Milonga mutante

In libreria Il fiore inverso, il nuovo libro+cd di poesia in musica di Lello Voce e Frank Nemola.

pubblicato nella rubrica poesia il 14 giugno 2016


Vent’anni di noir, pulp, sperimentazioni e editoria spiegati a chi vent’anni non li ha ancora

Capita che gli studenti dei licei contattino gli scrittori per avere informazioni su argomenti che li appassionano. E capita che gli scrittori rispondano.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 13 giugno 2016


Il soprassalto passa, il cuore resta

Da un lato l’attualità, dall’altro lato l’essere. E, in mezzo, «il trucco, il conto in banca, il gol sbagliato». Sette mesi dopo i massacri di Parigi, una poesia sull’attitudine a occuparsi di cose frivole.

pubblicato nella rubrica poesia il 12 giugno 2016


Storia di Chiara. La voce non ascoltata delle vittime di violenza di genere in Italia

«Chiara, 21 anni, due anni fa è stata ridotta in coma a forza di percosse dal suo ex partner e ora, dopo tre operazioni al cervello, si trova in stato di semi-coscienza. Io credo che parlarne sia fondamentale, e mostrare anche». Immagini che non hanno sinora trovato spazio sulle testate giornalistiche, perché considerate “troppo forti, troppo reali”.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 9 giugno 2016


L’amore è lavarsi i denti mentre tuo marito sta seduto sul water

Il dipinto di una scena domestica fa il giro della rete e irrita un critico d’arte dall’altra parte del pianeta – L’eclissi dei dettagli nell’arte contemporanea – Rembrandt al bordello – Il magico potere di riordinare i mostri.

pubblicato nella rubrica arte il 8 giugno 2016


I primi tre anni di Collirio

Al Salone del Libro di Torino interviene lo scrittore e direttore della collana digitale che ripropone testi fuori catalogo, ma anche traduzioni inedite, in italiano e dall’italiano in lingue straniere.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 15 maggio 2016


Nella notte cosmica

La nuova raccolta di Roberta Durante è un poemetto narrativo. In un’edizione che contiene un disco in cui l’autrice lo legge tutto.

pubblicato nella rubrica poesia il 7 maggio 2016


Io sono un cane che abbaia nella notte

I racconti di Daniele Del Giudice. Quello che si vede con gli occhi e con le parole. La deperibilità del realismo e la sua trascendenza.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 aprile 2016


L’agonia delle minoranze spacciate per élite

A partire da un bell’articolo di Davide Mazzocco, alcune considerazioni sui rapporti di forze, nell’editoria, nei reticoli sociali, nella lotta per la sopravvivenza culturale.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 11 aprile 2016


I racconti di Emmanuel Bove

Tradotti per la prima volta i racconti dell’autore di Mes amis.

pubblicato nella rubrica libri il 8 aprile 2016


L’utopia malinconica di Daniele Del Giudice

Einaudi raccoglie in un solo volume i Racconti di Daniele Del Giudice. Con un’appendice di testi rari e inediti.

pubblicato nella rubrica libri il 5 aprile 2016


Gli ammazzatoi

Un video girato in un macello dei Pirenei suscita reazioni in Francia e nel mondo.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 3 aprile 2016


Il geco alla meta

Si è concluso il giro di presentazioni del nuovo romanzo di Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 30 marzo 2016


Le facce dei potenti

Che volto ha il potere? Una mostra con i ritratti delle persone che comandano oggi.

pubblicato nella rubrica arte il 28 marzo 2016


Da Edipo a Amleto. Le nuove famiglie

Una profezia sulle ribellioni adolescenziali di domani.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 25 marzo 2016


Gli increati avvistati e filmati

La registrazione dell’incontro di Cosenza.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 21 marzo 2016


Per le viaggiatrici solitarie “maschi” e “morte” sono sinonimi

Si parla di ragazze che vengono uccise viaggiando da sole.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 marzo 2016


Il lampo bianco splende ancora

Ritorna in libreria il romanzo-esperienza di Silvio Bernelli. Un indimenticabile saggio autobiografico, una storia di catastrofe e rigenerazione.

pubblicato nella rubrica libri il 29 febbraio 2016


Si parte da Trieste il 5 giugno

La partenza di Il sogno dell’Europa è stata spostata in avanti di una settimana. Aggiornamenti sulle date, e sulle iniziative di marzo in preparazione del cammino di quest’anno di Repubblica Nomade.

pubblicato nella rubrica il Sogno dell’Europa il 29 febbraio 2016


Parigi, tre mesi dopo

Solidarietà, condivisione o voyeurismo? Ritorno al Bataclan, tre mesi dopo gli attentati.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 febbraio 2016


GRAZIE LORENZO!

Da tempo Jovanotti segue il nostro lavoro. Questa volta videorecensisce Il brevetto del geco.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 febbraio 2016


Ero un poeta sperimentale, poi ho pubblicato un romanzo storico

Un dialogo con l’autore di Illska.

pubblicato nella rubrica a voce il 18 febbraio 2016


L’implacabile, comico, devastante scandalo della Storia

La ricostruzione di un episodio della Shoah in Lituania intrecciata a frammenti di vita europea: Illska di Eiríkur Örn Norddhal è un grande romanzo politico. Ma anche un romanzo generazionale di oggi.

pubblicato nella rubrica libri il 17 febbraio 2016


Lo stile contro l’angoscia. A vent’anni dalla morte di Magnus

Il 5 febbraio 1996, vent’anni fa, moriva Roberto Raviola, in arte Magnus. Per ricordarlo, ecco l’introduzione che scrissi a Racconti erotici e dell’orrore, pubblicato da Rizzoli Lizard.

pubblicato nella rubrica libri il 5 febbraio 2016


Per un fondamentalismo della lealtà intellettuale

Per un #giornodellamemoriailluminista.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 1 febbraio 2016


Le falene

Desio folle che spera gioir forse nel foco.

pubblicato nella rubrica poesia il 28 gennaio 2016


Antonio Moresco e il suo traduttore in tournée

Parigi, La Rochelle, Marsiglia, Bruxelles, Bordeaux, Montauban, Tolosa. Sette incontri in Francia e Belgio per La lucina e Fiaba d’amore pubblicati in francese. Con Antonio Moresco e il suo traduttore Laurent Lombard.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 gennaio 2016


Il brevetto del geco a Fahrenheit

Tiziano Scarpa in diretta a RadioTre, nella rubrica “Il libro del giorno”.

pubblicato nella rubrica annunci il 18 gennaio 2016


Mitologia della crisi

Effetto domino di Romolo Bugaro “è una pietra miliare”, e anche se è uscito un anno fa si continua a parlarne.

pubblicato nella rubrica libri il 18 gennaio 2016


Il potere e lo snobismo

Su un ritratto che mi hanno fatto con le parole.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 17 gennaio 2016


Capodanno a Colonia: a che ci serve la cultura?

Cose che capitano alle medie.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 13 gennaio 2016


Deviazione

Su uno che è morto e sul sentimento che mi ha suscitato.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 gennaio 2016


David Bowie, 1947-2016

“David Bowie che cantava Heroes in televisione quel mercoledì sera del 1977 era la dimostrazione vivente, incarnata fin nelle ossa, che al mondo esisteva un’altra realtà, un diverso orizzonte. Qualcosa che solo più tardi avrei saputo chiamare arte o cultura o avanguardia, ma di cui da subito, proprio in quel momento, in qualunque modo quella cosa si chiamasse, a seconda del mio talento e delle mie possibilità, avrei voluto fare parte.”

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 gennaio 2016


Addio, lettere ciclomotorie

Congedo dai vecchi tabelloni ferroviari.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 6 gennaio 2016


Il brevetto del geco

Esce oggi in libreria il mio nuovo romanzo, a cui ho dedicato cinque anni di scrittura, e molti di più di ideazione.

pubblicato nella rubrica annunci il 5 gennaio 2016


Calvino non poteva saperlo

Il geco non ha ventose sulle dita, ma aderisce alle superfici con un sistema talmente sbalorditivo da far cambiare idea su com’è fatto il mondo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 4 gennaio 2016


Prodigi domestici

Apparizioni in posti inaspettati. Le immagini dell’autore della copertina di Il brevetto del geco.

pubblicato nella rubrica arte il 3 gennaio 2016


«Gli increati» e il magnete

“Mi trovo paradossalmente in un momento di esplosione creativa proprio mentre mi sembra di essere da un’altra parte e vorrei solo andarmene e scomparire.”

pubblicato nella rubrica a voce il 26 dicembre 2015


Piccoli poeti di periferia

Una lettura appassionata del Fiammifero curato da Livia Chandra Candiani e Andrea Cirolla.

pubblicato nella rubrica I fiammiferi il 25 dicembre 2015


La vita è sorprendente

Un esempio non teologico di “già e non ancora”.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 dicembre 2015


Chi è la donna misteriosa...

...che fa capolino dietro la lavatrice?

pubblicato nella rubrica annunci il 23 dicembre 2015


Sesso sfrenato a Saronno

Chi ha detto che ci si scatena solo nelle grandi città? Il reportage di un’esperienza personale.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 21 dicembre 2015


Restare vergini o vendersi

Sui poeti che scrivono romanzi. Una risposta a Davide Brullo.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 19 dicembre 2015


Accetterà l’eternità di cadere nel tempo, in questo nostro tempo?

Su Tutte le voci di questo aldilà di Andrea Temporelli.

pubblicato nella rubrica libri il 15 dicembre 2015


Viaggiatori nel freddo

Come sopravvivere all’inverno russo con la letteratura. Il nuovo libro del collettivo torinese.

pubblicato nella rubrica libri il 7 dicembre 2015


Tutte le voci di Andrea Temporelli

Arriva in libreria un romanzo importante, una storia che sprizza inventiva, divertimento, serietà, disperazione, intelligenza. Un romanzo vero. E, dunque, bellissimo. Oggi andrò in giro con il collo dritto e gli occhi che sorridono, perché sono orgogliosissimo di averne firmato la quarta di copertina.

pubblicato nella rubrica libri il 3 dicembre 2015


Il libro maschilista di Bruno Vespa presentato dall’ex rottamatore Matteo Renzi

Si ripete il rito dell’omaggio vassallatico al giornalista più potente d’Italia. Un reportage dalla presentazione di un libro che il capo del governo avrebbe fatto meglio a leggere. Una sequela di lacune e rimozioni delle donne che hanno fatto la storia d’Italia.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 dicembre 2015


Signora della guerra

“Io pianifico gli attentati e le rappresaglie. Io coordino i rastrellamenti delle truppe e le imboscate della guerriglia. So com’è arredato il bagno di casa tua, e da quale punto farvi irruzione.”

pubblicato nella rubrica racconti il 18 novembre 2015


Di ritorno da Israele: qualche considerazione sulla recente ondata terroristica

“Sono da poco rientrata da Israele, dove ho trascorso quasi tutto il mese di ottobre, che è coinciso con l’ultima sanguinosa serie di attacchi terroristici, per lo più accoltellamenti di civili inermi ma anche assalti con arma da fuoco e investimenti con l’auto, lanciata a folle velocità contro la gente che aspetta l’autobus, o sui civili lungo i marciapiedi.”

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 novembre 2015


Quattro lettere dal cuore della giovinezza

“Mi sono arrampicato fin sulla cima delle montagne coperte di neve, e non è stato facile. Mezza Georgia è visibile da lassù, come se fosse su un piatto d’argento... Non hai bisogno di niente in quegli istanti, potresti metterti seduto a guardare per tutta la vita.” La prima biografia italiana del grande autore russo, ricca di inediti, scritta da Roberto Michilli e pubblicata da Galaad.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 novembre 2015


La susina

Cinque poesie dall’ultima raccolta.

pubblicato nella rubrica poesia il 5 novembre 2015


Venezia è laguna

Milioni di chili fanno sussultare le pietre della città. E non è un romanzo di fantascienza né un film catastrofista, purtroppo.

pubblicato nella rubrica libri il 24 ottobre 2015


Bevendo il tè con i morti

Il 23 ottobre la nuova edizione in libreria, e un incontro dell’autrice con Vivian Lamarque al Castello Sforzesco. Il 25 ottobre un altro incontro, sempre a Milano.

pubblicato nella rubrica locandina il 22 ottobre 2015


La promessa

Suscitare poesie nei bambini delle scuole di periferia milanesi.

pubblicato nella rubrica poesia il 24 settembre 2015


A proposito di Erri De Luca e della libertà di espressione

In questi giorni in molti state rileggendo questo intervento di aprile scorso. Per praticità lo riproponiamo anche qui.

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 settembre 2015


Come muore un’azienda

Come immaginate gli ultimi giorni di un’azienda? Uffici in disarmo, telefoni muti, capannoni deserti? Niente di più sbagliato. Si lavora giorno e notte, si produce sottocosto. Come un naufrago che beve acqua di mare, per sopravvivere un giorno di più.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 15 settembre 2015


Gli scalzi e i nomadi

In questi giorni la Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi. L’anno scorso il cammino in Sicilia di Repubblica Nomade, fino al mare dove naufragano migliaia di persone.

pubblicato nella rubrica repubblica nomade il 13 settembre 2015


Lettere della fine

Cinque poesie dal suo ultimo libro (Vydia edizioni, 2015).

pubblicato nella rubrica poesia il 12 settembre 2015


La corsa del book jockey, dieci anni dopo

Cronisti culturali e critici letterari.

pubblicato nella rubrica in teoria il 6 settembre 2015


I capannoni fantasma

Restano invenduti alle aste. Gli incentivi della legge Tremonti li avevano fatti sorgere ovunque. Ora, abbandonati e in rovina, sono l’avvisaglia di un mercato che si è sganciato da sé stesso, ma che proprio per questo potrebbe portare a una trasformazione, la liberazione di nuove energie e nuove risorse.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 settembre 2015


Un assassinio a colpi di smartphone

Sparare a due giornalisti in diretta tv.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 27 agosto 2015


Quel che non c’è e quel che non si vede

Pier Vincenzo Mengaldo e la letteratura senza importanza. Antonio Moresco e lo strano paese che fa la guerra ai suoi scrittori.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 23 agosto 2015


“Magrebini di m...” e “Patrioti Camerati”

Così si esprime l’Assessora all’Istruzione della Regione Veneto.

pubblicato nella rubrica democrazia il 17 agosto 2015


Tutto vero! I “romanzi senza finzione” di Patrick Deville

Da qualche anno Patrick Deville ha avviato un ambizioso ciclo di romanzi basati sulla scrupolosa realtà storica. Nel recente Viva, Malcom Lowry e Trotsky si incontrano in Messico, insieme a Frida Kahlo, Diego Rivera, Tina Modotti, André Breton, Antonin Artaud.

pubblicato nella rubrica libri il 4 agosto 2015


La libertà è tutto

Riteniamo grave che la questura utilizzi lo strumento del foglio di via per impedire la normale dialettica democratica, mettendo in dubbio la Costituzione stessa, utilizzando uno strumento non sottoposto a nessun bilanciamento democratico.

pubblicato nella rubrica democrazia il 31 luglio 2015


Il rimedio è la rima

Qualche verso per festeggiare Irrimediabilmente rime, il nuovo libro di Marco Ardemagni.

pubblicato nella rubrica poesia il 27 luglio 2015


Tempi interessanti a Venezia

Qualche epigramma sulle prime imprese del nuovo sindaco.

pubblicato nella rubrica democrazia il 11 luglio 2015


Tsipras l’europeo

Il risultato del referendum greco. Una lezione di democrazia per tutti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 luglio 2015


SARDEGNA 2015: il più emozionante dei nostri cammini

Si è appena concluso il nostro cammino sardo. Tutti i nostri cammini sono stati particolari, avventurosi e indimenticabili. Ma questo è stato il più emozionante, il più intenso, il più armonioso e il più bello.

pubblicato nella rubrica Cammino a Cuncordu il 4 luglio 2015


La punta della lingua

Il programma completo, da lunedì 13 a sabato 18 luglio.

pubblicato nella rubrica locandina il 3 luglio 2015


La solitudine dell’imprenditore

Ieri Egidio Maschio si è ucciso nella sala riunioni della sua azienda di Cadoneghe, Padova, che produce macchinari agricoli (duemila dipendenti e un fatturato di 324 milioni). Le riflessioni di uno scrittore che al mondo degli imprenditori ha dedicato un romanzo delicato e inesorabile.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 giugno 2015


La terra bianca

“Marmo, chimica e altri disastri”. Qualche pagina tratta dal nuovo libro di Giulio Milani: una storia esemplare, che spiega perché nel nostro paese si è considerato normale morire di lavoro; accettabile avvelenare l’aria e l’acqua; razionale distruggere un paesaggio e un territorio dalle potenzialità straordinarie.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 25 giugno 2015


L’editore e Mr. Algo Rithmus

Un aneddoto che gira in questi giorni negli ambienti editoriali.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 25 giugno 2015


La prima settimana di cammino

Qualche immagine dei primi giorni del “Cammino a Cuncordu” in Sardegna di Repubblica Nomade.

pubblicato nella rubrica Cammino a Cuncordu il 7 giugno 2015


L’affare Vivaldi

L’incredibile storia dei manoscritti di Vivaldi, perduti e ritrovati. Un romanzo appassionante, che avrò l’onore di presentare oggi alla biblioteca Nazionale Marciana [T. S.].

pubblicato nella rubrica annunci il 4 giugno 2015


Diventare poveri in un quarto d’ora

Un bellissimo dialogo sul cuore vuoto del capitalismo, i nuovi poteri, uomini che lavorano come turbìne e donne al loro fianco in azienda: è l’abbagliante Effetto domino, il nuovo romanzo di Romolo Bugaro.

pubblicato nella rubrica a voce il 3 giugno 2015


Livia Chandra Candiani a “Uomini e profeti”

Legge le sue poesie, le commenta, racconta la sua esperienza. E legge anche le poesie dei bambini delle periferie milanesi, pubblicate nella nostra collana “I fiammiferi”.

pubblicato nella rubrica a voce il 20 maggio 2015


Groppi d’amore a Roma

Da giovedì 14 a domenica 17 maggio, al quartiere Testaccio.

pubblicato nella rubrica teatro il 14 maggio 2015


Dall’Italia dopo le stragi di Parigi

Le traduzioni in francese di Laurent Lombard di alcuni interventi scritti da autrici e autori italiani.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 13 maggio 2015


“Il mondo così com’è” vince il premio XL Repubblica dei lettori

Al festival Comicon di Napoli i lettori scelgono il romanzo a fumetti di Massimo Giacon e Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 3 maggio 2015


Il nuovo sito di Repubblica Nomade

Con tutte le informazioni sul cammino sardo del prossimo giugno.

pubblicato nella rubrica repubblica nomade il 30 aprile 2015


Un gelato al pistacchio

L’incipit del romanzo Jo va a nanna.

pubblicato nella rubrica libri il 27 aprile 2015


Cuocere il sugo al gusto di mestolo

Cos’è l’attesa. Scrivere sempre lo stesso libro. Il premio Strega di quest’anno: Mauro Covacich e Antonio Moresco. La differenza fra narrativa e poesia. Leopardi oggi.

pubblicato nella rubrica a voce il 24 aprile 2015


Il terremoto degli increati

La trascrizione del dialogo andato in onda a Fahrenheit, RadioTre Rai, 1 aprile 2015.

pubblicato nella rubrica a voce il 23 aprile 2015


Nove poesie

Un mio zio morto ha lasciato una scarpa nella bara e ora mi zoppica in giro per la casa.

pubblicato nella rubrica poesia il 23 aprile 2015


Un modo diverso di guardare Israele

Alcune considerazioni a partire dagli attentati di Parigi e Copenaghen, in occasione di Yom haAzmauth 2015 (67° anniversario dello Stato di Israele).

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 aprile 2015


Freelance story project

In seimila caratteri, raccontate “l’intimità della vita dei freelance, i momenti più privati, gli episodi grotteschi o felici, sul confine tra casa e lavoro, tra famiglia e committenti, tra recupero crediti e sms d’amore”.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 20 aprile 2015


Il regno degli amici

A Milano, libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte, venerdì 17, ore 18.30. E nel pomeriggio Raul Montanari sarà in diretta su RadioTre, a Fahrenheit.

pubblicato nella rubrica annunci il 17 aprile 2015


Ero un ritratto di Francis Bacon

Svegliarsi una mattina con un’infiammazione a un nervo facciale che provoca una paralisi temporanea, e che deforma il viso come un dipinto di Bacon. Un dialogo fra il grande artista irlandese e una scrittrice che improvvisamente scopre di essere diventata una sua opera postuma.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 10 aprile 2015


Questa libertà

Un articolo su Ma dove sono le parole?

pubblicato nella rubrica poesia il 7 aprile 2015


Immaginare l’impossibile

Queste ore di informazioni ancora lacunose sul copilota che ha guidato l’airbus Germanwings a schiantarsi, proprio perché sono lacunose, ci possono aiutare a guardare negli occhi, nella sua nudità, quello che è accaduto.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 27 marzo 2015


Piove

Una poesia da L’istante fatale.

pubblicato nella rubrica poesia il 25 marzo 2015


Una legge più giusta per chi è stato abbandonato alla nascita

Se sei stato abbandonato alla nascita, la legge italiana dice che puoi conoscere chi è tua madre: basta che tu abbia compiuto cent’anni. Non è una battuta, è la verità. Ora finalmente la Commissione Giustizia della Camera dei deputati sta per cambiare le cose. In meglio, speriamo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 marzo 2015


Le parole sono qui

Ma dove sono le parole?, a cura di Chandra Livia Candiani con Andrea Cirolla, raccoglie le poesie di bambini italiani e stranieri che vivono nelle periferie milanesi. Abissali, sbalordite, oracolari, lievissime, traboccanti di risate e di spavento, per nulla bamboleggianti, sono poesie che vi stupiranno.

pubblicato nella rubrica annunci il 22 marzo 2015


Vox populi, vox mei. Come si fanno le rassegne stampa

Vittorio Giacopini conduce Pagina 3. L’incredibile vicenda dell’invenzione di una notizia dai microfoni di RadioRai.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 11 marzo 2015


Come sta la poesia? #2

I poeti del premio Stephen Dedalus. [A cura di Tiziano Scarpa.]

pubblicato nella rubrica poesia il 5 marzo 2015


Come sta la poesia? #1

I poeti del premio Stephen Dedalus. [A cura di Tiziano Scarpa.]

pubblicato nella rubrica poesia il 5 marzo 2015


Leggere fa malissimo
pubblicato nella rubrica a voce il 2 marzo 2015


Dillo in italiano #2

Uno scambio di idee con la promotrice della petizione per rendere un po’ più italiana la lingua italiana.

pubblicato nella rubrica democrazia il 1 marzo 2015


Cose che Elena Ferrante non fa

Il personaggio “Elena Ferrante” inventato dalla persona che ha scritto L’amica geniale e altri romanzi, parlando dei suoi libri ha detto: “Non li porto al guinzaglio, e al guinzaglio non mi lascio portare”.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 25 febbraio 2015


“Dillo in italiano” anche tu!

La petizione di Annamaria Testa “per invitare il governo italiano, le amministrazioni pubbliche, i media, le imprese a parlare un po’ di più, per favore, in italiano.”

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 febbraio 2015


Il premio Strega e il “lavoro inutile” dei votanti

Un commento a un articolo di Roberto Saviano.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 21 febbraio 2015


La sconfinatrice

Roses of the day, il nuovo disco di Debora Petrina.

pubblicato nella rubrica musica il 16 febbraio 2015


Che cos’è l’amore?

Di Massimo Giacon e Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 febbraio 2015


La vera sigla di Sanremo. E della vita

Oppure no è una canzone dell’edizione 1994 del festival. La cantò Alessandro Bono. Fu una performance scadente, arrivò sedicesimo su venti. Nessuno si accorse che aveva poche settimane di vita, e lo sapeva. Lo ricorda Mauro Covacich nel bellissimo libro di racconti La sposa.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 12 febbraio 2015


“Foibe” italiane

Oggi è la Giornata del Ricordo. Allora cerchiamo di dimenticare il meno possibile. Per esempio le deportazioni e i massacri compiuti dagli italiani nei Balcani e in Africa.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 febbraio 2015


Da “Fiaba d’amore” a “Gli increati”

Intervista a Antonio Moresco.

pubblicato nella rubrica a voce il 4 febbraio 2015


Il mondo così com’è a Torino

Un videofumetto letto e suonato dal vivo. Con Massimo Giacon e Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 3 febbraio 2015


I Fiammiferi a Padova

Sabato 31 gennaio alle 18.30. Via Zabarella, 82, Padova.

pubblicato nella rubrica annunci il 30 gennaio 2015


Come si diventa nazisti oggi

Settant’anni dopo l’apertura dei cancelli di Auschwitz.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 27 gennaio 2015


A che punto è la violenza

Sette tipi di violenze fatte in questi anni con le parole, e anche contro le parole stesse.

pubblicato nella rubrica in teoria il 26 gennaio 2015


I Fiammiferi a Livorno

Sabato 24 gennaio. A Livorno, Libreria Belforte 1805, in via Roma, 69. Con Carla Benedetti e Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 21 gennaio 2015


Un ufficio in mezzo al deserto

Ho ritrovato una delle due sequenze del film di Mario Monicelli Le rose del deserto in cui recito, e che ho raccontato in Come ho preso lo scolo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 16 gennaio 2015


Una buona idea
pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 gennaio 2015


La parte per il tutto

Le stragi in Francia e le sineddochi schifose. Dopo una manifestazione a Venezia.

pubblicato nella rubrica democrazia il 13 gennaio 2015


Un altro cinema

I video di David Claerbout e altre cose che a malapena si trovano nei film.

pubblicato nella rubrica in teoria il 7 gennaio 2015


Mio figlio era come un padre per me

Dal 7 al 14 gennaio a Milano lo spettacolo rivelazione del 2014. Premio Scenario e Premio Hystrio-Castel dei Mondi.

pubblicato nella rubrica locandina il 5 gennaio 2015


Non avere paura del 2015!
pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 gennaio 2015


Dialogo con l’anno nuovo

“Non hai il diritto di stare al mondo. Tu e tutti gli altri. Non ve lo meritate di arrivare al 2016!”

pubblicato nella rubrica dal vivo il 30 dicembre 2014


Liberare Venezia dalla mafia

L’importantissima indagine dei ROS sul Tronchetto, la porta turistica della città, dove passano milioni di persone che possono essere intercettate da chi le può spennare illegalmente. Mai più sottovalutazioni o complicità. Già interessata la Commissione Antimafia, che a gennaio sarà a Venezia.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 28 dicembre 2014


Mariella Mehr, un grido di vita

In libreria per Einaudi le poesie di “Ognuno incatenato alla sua ora” di Mariella Mehr. Come ha scritto Anna Ruchat, la poesia della Mehr «è un visionario, a volte allucinato appello all’ascolto. Un grido lanciato spesso sul confine della follia».

pubblicato nella rubrica poesia il 22 dicembre 2014


Le bande nere di Mommy

È abbastanza raro in questi anni che un film metta in discussione i presupposti del cinema.

pubblicato nella rubrica in teoria il 16 dicembre 2014


Cara Virginia, tua Marguerite

Il nuovo romanzo di Tiziano Colombi immagina le lettere scritte da Marguerite Yourcenar dal 1937 al 1942. Tra le corrispondenti c’è anche Virginia Woolf.

pubblicato nella rubrica libri il 13 dicembre 2014


Groppi d’amore a Roma

Al teatro Kopò. Con Silvio Barbiero, vincitore del Premio come migliore attore al Fringe Festival di Roma del 2014 per questo spettacolo.

pubblicato nella rubrica annunci il 5 dicembre 2014


Stabat Mater a Loreto

Sabato 6 dicembre, alla Basilica della Santa Casa di Loreto. Con il soprano Gemma Bertagnolli e l’Accademia Barocca dei Virtuosi Italiani.

pubblicato nella rubrica annunci il 4 dicembre 2014


La sentenza sul “racket” del Tronchetto

Lo sapete cos’è il Tronchetto? E’ la porta di Venezia che accoglie milioni di turisti. Un posto molto redditizio, dove “si ipotizza prosperino presunti gruppi criminali”. Chi lo scrive riceve minacce di morte. Leggete e diffondete, vi prego, che cosa succede nella mia, nella tua città, nella città che appartiene a tutto il mondo. (T. S.)

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 30 novembre 2014


I Fiammiferi a Torino

Mercoledì 26 novembre, alle 21. Con Serena Gaudino, Giovanni Giovannetti, Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 24 novembre 2014


“L’Italia è fatta così: quando nasce uno scrittore, gli fanno la guerra”

Antonio Prudenzano su Il libraio intervista Antonio Moresco.

pubblicato nella rubrica a voce il 24 novembre 2014


Così come siamo al BilBolBul

Domenica 23 novembre, al festival del fumetto BilBolBul di Bologna, leggiamo e suoniamo dal vivo il video del nostro graphic novel Il mondo così com’è.

pubblicato nella rubrica annunci il 23 novembre 2014


Raccontare l’Italia: un compito immane, un’ambizione artistica piccina

La versione completa del Dialogo fra me e le parole uscita su Lo straniero di ottobre 2014.

pubblicato nella rubrica in teoria il 17 novembre 2014


Il “provocattore” Salvini e il Sistema leghista di ruberie e tangenti

Sono gli stessi predatori senza scrupoli che troviamo ai picchetti contro i rifugiati, irresponsabilmente lì a manipolare l’etica pubblica, al punto da elevare a cultura prevalente il nuovo fascismo dei Salvini, delle Conti e di tutti gli altri, e il suo portato di razzismo e xenofobia che ormai – senza più ostacoli o freni inibitori – ha contaminato il senso comune.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 11 novembre 2014


Una originale forma di suicidio

Un irresistibile reportage da Lucca Comics.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 6 novembre 2014


L’Italia salvata dagli immigrati

La bomba molotov lanciata ieri (5 novembre) a Pavia contro l’abitazione di una famiglia rumena è forse il delirante lascito di chi va promuovendo banchetti alimentari per “soli” italiani. Giocando con le povertà (altrui), Forza Nuova e Lega Nord fomentano la guerra tra poveri e non ai ricchi: banche, mafie, grandi evasori, ecc., di cui si dipingono nemici ma nei fatti sono sodali o, peggio, inconsapevoli servi sciocchi. Per costoro ladri sono gli “zingari” (anche gli zingari italiani?) e non i fautori della finanziarizzazione dell’economia; si dipingono Robin Hood ma se gratti solo un poco balza fuori lo sceriffo di Nottingham.

pubblicato nella rubrica democrazia il 6 novembre 2014


Scarlett Johansonn nuda

Se cliccate qui.

pubblicato nella rubrica racconti il 25 ottobre 2014


Dialogo tra me e le parole

Abbiamo raccontato l’Italia nei nostri libri? Ce l’ha chiesto la rivista Lo Straniero.

pubblicato nella rubrica in teoria il 20 ottobre 2014


Niccolò Ammaniti e Tiziano Scarpa

Saremo insieme all’Auditorium Santa Caterina, sabato 18 ottobre, alle 18.30.

pubblicato nella rubrica annunci il 17 ottobre 2014


Passi, copertine, icone

I lavori di Malica Worms, la grafica e designer che ha ridisegnato le copertine dei nuovi Fiammiferi. E che ha camminato con noi a Stella d’Italia e ideato il logo di Freccia d’Europa.

pubblicato nella rubrica arte il 16 ottobre 2014


Ho intervistato la radio

Il podcast dell’“intervista impossibile” che ho scritto e recitato in occasione del novantesimo compleanno della radio, andata in onda su Radio3.

pubblicato nella rubrica teatro il 10 ottobre 2014


L’orizzonte “minaccioso” di Patrick Modiano

La recensione a un romanzo del nuovo premio Nobel, uscita sul Primo amore due anni fa.

pubblicato nella rubrica libri il 10 ottobre 2014


Se stasera siete a Padova

All’auditorium Altinate San Gaetano, ore 20, Il mondo così com’è, un videofumetto letto e suonato dal vivo.

pubblicato nella rubrica annunci il 10 ottobre 2014


Corso di scrittura avanzato: il bene visto dal male

Anche nei romanzi italiani usciti quest’anno sembra che uno dei temi più ricorrenti sia: quali sono le ragioni del male? Perché si compiono azioni malvagie? In questo intervento analizzo i principali romanzi pubblicati in Italia nel 2014.

pubblicato nella rubrica in teoria il 5 ottobre 2014


I nuovi fiammiferi sono...
pubblicato nella rubrica annunci il 3 ottobre 2014


I nuovi fiammiferi sono...
pubblicato nella rubrica annunci il 3 ottobre 2014


I nuovi fiammiferi sono...
pubblicato nella rubrica annunci il 3 ottobre 2014


“Il mondo così com’è” premiato come miglior fumetto dell’anno

Ex aequo con unastoria di Gipi, al Premio Carlo Boscarato del Treviso Comic Book Festival.

pubblicato nella rubrica annunci il 30 settembre 2014


I have no idea
pubblicato nella rubrica portfolio il 29 settembre 2014


Un videofumetto dal vivo

Al Treviso Comic Book Festival, sala Borsa, domenica 28 settembre 2014, ore 18.00.

pubblicato nella rubrica annunci il 27 settembre 2014


«Questi bisogna eliminarli fisicamente»

L’ennesima querela intimidatoria a Giovanni Giovannetti, mentre vengono pubblicate le intercettazioni con le minacce a lui e altri attivisti, funzionari e giornalisti che si sono opposti al malaffare pavese. L’ennesima fotografia agghiacciante dei rapporti fra politica e imprenditoria corruttrice, al Nord come al Sud, che paghiamo tutti senza saperlo, o facendo finta di non saperlo, e che rende ciascuno di noi – io, tu che mi leggi, tua madre, tuo figlio – più povero e più triste.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 25 settembre 2014


Un fumetto letto e suonato a teatro

A Pordenonelegge, sabato 20 settembre, Il mondo così com’è diventa una lettura videoscenica, con una colonna sonora dal vivo.

pubblicato nella rubrica annunci il 19 settembre 2014


“Gridavano e piangevano” di Roberto Settembre

“Non posso non scrivere di questo libro. Perché sconvolge raccontando una realtà tuttora disconosciuta o minimizzata.”

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 settembre 2014


Ciao cometa

A Tina Imbriano, che oggi compierebbe 57 anni, morta in Tibet qualche giorno fa. Dava il suo sostegno a una scuola tra i monti himalayani dello Zanskar.

pubblicato nella rubrica annunci il 5 agosto 2014


Esperienze sessuali particolarmente fantasiose

Ci sono cose che impregnano la vita di allegria fisica. Allora perché continuare a tenerle segrete?

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 agosto 2014


A che punto è la tortura

Il resoconto di una recente riunione della Commissione Giustizia della Camera

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 31 luglio 2014


Contrasto dell’uomo e della donna

Ho chiesto a Fabrizio Sinisi di scegliere le ottave che preferiva e che riteneva più rappresentative di questo poema-dialogo maschile-femminile. Sono d’accordo con la sua scelta, ma ne aggiungo altre tre. [T. S.]

pubblicato nella rubrica poesia il 30 luglio 2014


Repubblica Nomade riparte!

Da mercoledì 13 a domenica 17 agosto in cammino sulla Via Priula, da Bergamo a Morbegno.

pubblicato nella rubrica repubblica nomade il 27 luglio 2014


Saldi estivi: “La vita, non il mondo” in promozione su Bookrepublic

Non solo una collezione di giorni, pensieri, allegrie e angosce, ma forse anche un metodo, una possibilità, una soluzione fra le altre per scolpire qualcosa nella materia più evanescente che c’è, il tempo che si autodistrugge.

pubblicato nella rubrica annunci il 23 luglio 2014


Cos’è “Luoghi comuni”?

Un video a sostegno di un altro modo di fare cultura.

pubblicato nella rubrica locandina il 14 luglio 2014


Club dei visionari

Sette poesie dal nuovo libro.

pubblicato nella rubrica poesia il 6 luglio 2014


Da Palermo a Gela, il racconto del cammino

Hanno camminato persone di tutte le età, giovani disoccupati o precari, operaie, antropologhe, ex ferrovieri, bidelle, qualche scrittore e scrittrice, un non vedente, persino una principessa. Hanno attraversato un’altra Sicilia che non arriva sui media, dove si parla sempre e solo dei suoi mali, non della sua signorilità, della sua ospitalità e generosità, della sua naturale eleganza e della sua grazia.

pubblicato nella rubrica repubblica nomade il 24 giugno 2014


Repubblica Nomade su La Lettura

Segnalo che oggi sul supplemento settimanale del Corriere della Sera c’è un reportage di Antonio Moresco sul cammino siciliano di quest’anno.

pubblicato nella rubrica repubblica nomade il 22 giugno 2014


Repubblica nomade: le tappe centrali

Dalle foto di Roberta Medini e Donatella Lumina ho scelto qualche immagine delle tappe centrali del cammino siciliano.

pubblicato nella rubrica repubblica nomade il 10 giugno 2014


Non è come Tangentopoli, è peggio

“Nel 1992 corruzione e concussione stringevano politici, imprenditori e affaristi in un patto di reciproche convenienze e ricatti. A Venezia, nel quadro rivelato dalla sacrosanta e benvenuta indagine intorno al Mose, il sistema vede direttamente partecipi anche importanti pezzi dello Stato.”

pubblicato nella rubrica democrazia il 5 giugno 2014


Repubblica nomade si mette in cammino

Si parte domani 1 giugno da Palermo, sotto l’albero dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

pubblicato nella rubrica repubblica nomade il 31 maggio 2014


Il gas di Fritz Haber

Un romanzo storico sullo scienziato inventore dei fertilizzanti chimici e dello Zyklon B, il gas usato per sterminare i deportati nei lager nazisti.

pubblicato nella rubrica libri il 28 maggio 2014


Cari concittadini, siamo nella merda

Il discorso del presidente.

pubblicato nella rubrica democrazia il 21 maggio 2014


In te amo il mio antico dolore

Nella traduzione di Roberto Michilli, sono state appena pubblicate dalle edizioni Galaad Quaranta poesie del grande scrittore russo.

pubblicato nella rubrica poesia il 17 maggio 2014


“Tanti auguri a te”

Poesia scritta dalle parole #18.

pubblicato nella rubrica poesia il 16 maggio 2014


Due abbracci oltre la morte

Da Freccia d’Europa a Repubblica Nomade. Il cammino dell’anno scorso è partito dalla sepoltura neolitica di un ragazzo e una ragazza, nel Museo Archeologico di Mantova. Quest’anno arriverà al Gela, di fronte al mare dove affogano abbracciati migliaia di uomini e donne che tentano di raggiungere l’Italia e l’Europa.

pubblicato nella rubrica repubblica nomade il 15 maggio 2014


“Scarpa, Tiziano (Venezia, 1963)”

Poesia scritta dalle parole #22.

pubblicato nella rubrica poesia il 13 maggio 2014


“Il contatore ai piedi delle scale”

Poesia scritta dalle parole #20.

pubblicato nella rubrica poesia il 6 maggio 2014


“Per cambiare siamo andate dal bruco”

Poesia scritta dalle parole #19.

pubblicato nella rubrica poesia il 30 aprile 2014


“Siamo invidiose di te”.

Poesia scritta dalle parole #17.

pubblicato nella rubrica poesia il 28 aprile 2014


“La disfatta non è essere infelice”

Poesia scritta dalle parole #15.

pubblicato nella rubrica poesia il 24 aprile 2014


Il mondo così com’è

Dal tavolo di lavoro di Massimo, due tavole del graphic novel che arriva oggi in libreria.

pubblicato nella rubrica annunci il 23 aprile 2014


“La padrona del cane”. Per la Giornata della Terra

Poesia scritta dalle parole #14.

pubblicato nella rubrica poesia il 22 aprile 2014


Il sepolcro vuoto

Per una meditazione senza immagini (ma qui sopra ne ho messa una, Le Vide di Yves Klein). Buona Pasqua.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 20 aprile 2014


Il crocefisso tatuato sul grembo

Poesia scritta dalle parole #12.

pubblicato nella rubrica poesia il 18 aprile 2014


Colpo di scena
pubblicato nella rubrica libri il 17 aprile 2014


“La disfatta non è morire”

Poesia scritta dalle parole #13.

pubblicato nella rubrica poesia il 16 aprile 2014


Il mondo a matita

Due disegni del Mondo così com’è, in libreria da mercoledì 23 aprile.

pubblicato nella rubrica portfolio il 15 aprile 2014


Il mondo alla rovescia!

Mentre i romanzi a fumetti vanno in finale ai premi letterari, i vincitori di premi letterari scrivono romanzi a fumetti.

pubblicato nella rubrica annunci il 14 aprile 2014


Istruzioni per procurarsi il mondo
pubblicato nella rubrica portfolio il 14 aprile 2014


“Siamo andate al fiume”

Poesia scritta dalle parole #11.

pubblicato nella rubrica poesia il 14 aprile 2014


Teatro e economia

Sarà stato il pubblicitario senzatetto. O la guardia armata della banca laureato in economia. O l’imprenditore che chiede l’elemosina con la carta di credito. Sta di fatto che i personaggi di Straccioni hanno suscitato l’interesse delle pagine di “Economia/Mercati Finanziari” del Corriere della Sera.

pubblicato nella rubrica teatro il 11 aprile 2014


“Noi sei credibile perché sei maschio”

Poesia scritta dalle parole #10.

pubblicato nella rubrica poesia il 9 aprile 2014


“È venuto da noi il vento”

Poesia scritta dalle parole #9.

pubblicato nella rubrica poesia il 8 aprile 2014


Dai non-luoghi ai posticci: la vita sta diventando una new town

Al di là della cronaca, che cosa ci insegnano simbolicamente le new town intorno a L’Aquila? Le nostre esperienze primarie, l’amore, il lavoro, la famiglia, l’amicizia, il linguaggio, sono come centri storici di città lesionate e inabitabili. Accanto sono sorte rapidamente nuove mentalità, nuove abitudini, simili a cittadine d’emergenza della vita. Continuiamo a usare vecchi concetti per nuove esperienze. Viviamo in un posto che si è trasformato in un posticcio.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 6 aprile 2014


STRACCIONI: le immagini di scena

A Milano fino al 13 aprile. A Torino il 16 e 17 aprile.

pubblicato nella rubrica portfolio il 4 aprile 2014


“Che ci sia un cuore che batte dentro il corpo”

Poesia scritta dalle parole #5.

pubblicato nella rubrica poesia il 4 aprile 2014


“Un uomo e una donna litigano per la strada”

Poesia scritta dalle parole #4.

pubblicato nella rubrica poesia il 2 aprile 2014


STRACCIONI a Milano

Al Tearo Litta dall’1 al 13 aprile.

pubblicato nella rubrica teatro il 1 aprile 2014


“Il primo giorno di ora legale”

Poesia scritta dalle parole #16.

pubblicato nella rubrica poesia il 30 marzo 2014


Don Torta e Giorgio Napolitano: l’andirivieni tra realtà e immaginazione

Fantasia e attualità a confronto in Straccioni, la mia pièce in scena a Milano dall’1 al 13 aprile al Teatro Litta, e a Torino il 16 e 17 aprile al Teatro Gobetti.

pubblicato nella rubrica in teoria il 28 marzo 2014


Il paguro postdrammatico

Preistoria degli Straccioni, in scena a Milano dall’1 al 13 aprile al Teatro Litta.

pubblicato nella rubrica teatro il 27 marzo 2014


Parliamo della Netturbina

Dietro le quinte di Straccioni, in scena a Milano dall’1 al 13 aprile al Teatro Litta.

pubblicato nella rubrica a voce il 26 marzo 2014


“Il governo delle larghe intese”

Poesia scritta dalle parole #20.

pubblicato nella rubrica poesia il 25 marzo 2014


Il mendicante in giacca e cravatta

Scrivi un testo teatrale che ha qualche intento satirico, poi scoppia la crisi economica e i tuoi personaggi acquistano un nuovo significato. Una riflessione in vista di “Straccioni”, che andrà in scena dall’1 al 13 aprile a Milano al Teatro Litta.

pubblicato nella rubrica in teoria il 25 marzo 2014


“Adesso si forma una frase”

Poesia scritta dalle parole #3.

pubblicato nella rubrica poesia il 24 marzo 2014


Cinghiale avvistate a Piacenza e Brescia

“Cosa ridete, che è una storia triste.” Sabato 22 e domenica 23 marzo. In scena Marta Dalla Via con un testo di Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 21 marzo 2014


Poesia scritta dalle parole #6

“Come ogni primavera”.

pubblicato nella rubrica poesia il 20 marzo 2014


Poesia scritta dalle parole #8

“Oggi si commemora quella specie di padre”.

pubblicato nella rubrica poesia il 19 marzo 2014


Poesia scritta dalle parole #2

“Siamo state scritte alla finestra”.

pubblicato nella rubrica poesia il 18 marzo 2014


Poesia scritta dalle parole #1

“Siamo le parole.”

pubblicato nella rubrica poesia il 17 marzo 2014


Intervista a Philipp Meyer

L’autore del monumentale romanzo Il figlio, che racconta la storia del Texas dalla nascita ai giorni nostri.

pubblicato nella rubrica a voce il 15 marzo 2014


La formazione della scrittrice

Segnalo questo intervento sul blog di Giulio Mozzi, Vibrisse, il nono di una bella serie a cui stanno partecipando autrici di romanzi, saggi e poesie.

pubblicato nella rubrica in teoria il 13 marzo 2014


Il numero completo dei giorni

Poesie in dialogo con il Pentateuco. Due testi dalla nuova raccolta, con una nota dell’autrice.

pubblicato nella rubrica poesia il 6 marzo 2014


In nome di questi morti innocenti, Renzi aggredisca il tesoro dei clan

“Dobbiamo riprenderci i 170 miliardi che fatturano le organizzazioni criminali.”

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 28 febbraio 2014


Mio figlio era come un padre per me

“La prima generazione ha lavorato. La seconda ha risparmiato. La terza ha sfondato. Poi noi. Noi, in fondo, viviamo per questo: per arrivare primi, e negare di aver vinto. Siamo nati per riscrivere le nostre ultime volontà.” A Bologna, Firenze, Udine e molte altre città, la tournée dello spettacolo vincitore del Premio Scenario.

pubblicato nella rubrica teatro il 27 febbraio 2014


Cinghiali

“Anche a me succede lo stesso / quando punto il cielo / lo rivolto, lo sgrafo, lo scavo”

pubblicato nella rubrica poesia il 27 febbraio 2014


Lo haiku ai tempi di twitter

Ogni giorno @susannatartaro propone su twitter un haiku della tradizione, scelto per risonanza, affinità o contrasto con una notizia di attualità.

pubblicato nella rubrica poesia il 7 febbraio 2014


Il mio parto: una macelleria messicana

Tu arrivi in ospedale. Ti monitorano, ti visitano. Dici “voglio l’epidurale”. Ti dicono ok. Ti portano in sala parto. E lì poi non te la fanno.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 4 febbraio 2014


I monaci zen che scrissero i notiziari di oggi

Ogni giorno @susannatartaro propone su twitter un haiku della tradizione, scelto per risonanza, affinità o contrasto con una notizia di attualità.

pubblicato nella rubrica poesia il 30 gennaio 2014


Il silenzioso “Ooops!” di Repubblica

Michela Murgia sta rompendo i coglioni, perciò è meglio che non se ne parli.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 29 gennaio 2014


424 passi di vita

Tiziano Scarpa legge la sua traduzione di La caduta (Einaudi) e ne dialoga con l’autore Diogo Mainardi, che racconta del figlio Tito, affetto da paralisi cerebrale per un errore medico. Stasera 23 gennaio, al Circolo dei Lettori di Torino.

pubblicato nella rubrica annunci il 23 gennaio 2014


“Mi sono spaventato che dentro di me si poteva vedere il bene”

Un femminicidio nella terra del complesso di innocenza. Marta Dalla Via porta in scena un adolescente buffo e terribile. Venerdì 17 a Mirano, sabato 18 a Verona.

pubblicato nella rubrica annunci il 17 gennaio 2014


Ce pensa Roma

Una recensione di La grande bellezza scritta dieci anni prima dell’uscita del film. E una nota di oggi.

pubblicato nella rubrica cinema il 13 gennaio 2014


Il fallimento del noir

La morale dell’orrenda storia di Caselle. Com’è possibile che gli stessi giornali che offrono in edicola serie di tascabili e dvd di noir, gialli, thriller e li magnificano nelle loro pagine culturali, quando devono trattare un caso reale si comportino come il peggiore dei detective dilettanti e il più bigotto dei vicini di casa?

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 10 gennaio 2014


Una monnezza chiamata fiction. “Gli anni spezzati”

“Su Rai Uno è andato in onda uno scempio, di cui la Rai dovrebbe chiedere scusa.”

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 gennaio 2014


Arresti e perquisizioni a L’Aquila

Per le tangenti sui puntellamenti degli edifici terremotati.

pubblicato nella rubrica stella d’Italia il 8 gennaio 2014


Auguri auguri

Natale buono e anno nuovo felice.

pubblicato nella rubrica annunci il 23 dicembre 2013


Lettera a Pippo Civati

Perché non votare alle primarie del Pd.

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 dicembre 2013


Lo show dei tuoi sogni a Milano

Al teatro Elfo Puccini, venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 dicembre.

pubblicato nella rubrica annunci il 5 dicembre 2013


Bagnanti

Il nuovo libro di poesie di Renata Morresi. Il senso di inadeguatezza e vergogna di chi in una giornata di mare assiste a una carneficina getta uno sprazzo di luce sul sentimento di fine che ci attanaglia.

pubblicato nella rubrica poesia il 4 dicembre 2013


Tutti i votanti sono uguali, ma alcuni sono centosessanta volte più uguali degli altri

Lettera aperta agli organizzatori del Premio Scerbanenco, nell’ambito del Festival Noir di Courmayeur. Una polemica sui criteri di votazione del premio.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 28 novembre 2013


Gli occhi della guerra

Il mio primo premio personale al miglior padiglione della Biennale 2013. Che chiude domenica prossima, 24 novembre.

pubblicato nella rubrica arte il 22 novembre 2013


L’ideologia del protagonista

In questi giorni, cose che ho vissuto e visto e letto e visitato sembravano mandarmi tutte lo stesso messaggio. L’alluvione in Sardegna, un laboratorio con dei bambini, un decalogo di scrittura creativa, la Biennale di Venezia... La trionfante ideologia della narrazione ci addestra a sottovalutare lo sfondo delle nostre vicende, a non guardare la situazione reale.

pubblicato nella rubrica in teoria il 21 novembre 2013


Maratona Zibaldone

In occasione della pubblicazione dello Zibaldone leopardiano in traduzione inglese integrale. Roma, 26 novembre 2013. Università “La Sapienza”, aula I, ore 16-19.

pubblicato nella rubrica annunci il 19 novembre 2013


La verità scassa tutto

Roma, Teatro Argentina. Subito dopo la fine di Hedda Gabler di Ibsen, in scena compaiono due sedie. Il grande regista Thomas Ostermeier e Susanna Tartaro dialogano sul palco ancora pregno dell’adrenalina dello spettacolo. Parlano di verità, democrazia della maggioranza, solitudine.

pubblicato nella rubrica teatro il 6 novembre 2013


Tentativo di esaurimento di un muro salentino

“Non tutte le scritte erano leggibili, e alcune erano sbiadite, e proprio ieri, mentre rifacevo il percorso, mi è parso di notarne una nuova: l’ho scritta io.”

pubblicato nella rubrica dal vivo il 4 novembre 2013


Bollettino dell’invidia: ultime notizie

Da oggi la marea d’invidia trabocca anche in libreria.

pubblicato nella rubrica annunci il 31 ottobre 2013


Bollettino dell’invidia #3

Verso livelli di guardia.

pubblicato nella rubrica annunci il 30 ottobre 2013


Cristo impiccato

L’ultima opera di Maurizio Cattelan di cui, se non sbaglio, nessuno ha parlato.

pubblicato nella rubrica arte il 30 ottobre 2013


Cattelan e la frivolezza dell’angoscia

Due anni prima delle riflessioni sul Cristo impiccato. Il cuore nero della realtà va verniciato di tinte scherzose?

pubblicato nella rubrica arte il 30 ottobre 2013


Bollettino dell’invidia #2

Aumenta in maniera preoccupante.

pubblicato nella rubrica annunci il 29 ottobre 2013


Piccoli maestri a Venezia

Dopo Roma e Benevento, parte anche a Venezia l’iniziativa per affezionare i ragazzi alla lettura.

pubblicato nella rubrica annunci il 29 ottobre 2013


Bollettino dell’invidia

Il livello sta salendo.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 ottobre 2013


In memoria di Lou Reed

È morto Lou Reed. Lo saluto con una poesia-cover dedicata a una delle sue canzoni più famose.

pubblicato nella rubrica musica il 27 ottobre 2013


Il viaggiatore ignoto di Luigi Socci

Ho chiesto all’autore di Il rovescio del dolore di scegliere una sua poesia dal suo ultimo libro, l’ho ricopiata lettera per lettera e ho scritto quello che mi faceva pensare.

pubblicato nella rubrica poesia il 21 ottobre 2013


Come parlare delle donne ma non solo alle donne?

Risponde, lacerando il borbottio di un estenuante chiacchiericcio parlamentare e salottiero sulla questione femminile, la visione di Via Castellana Bandiera di Emma Dante.

pubblicato nella rubrica cinema il 18 ottobre 2013


Ritorno a L’Aquila #2

Un altro resoconto delle giornate del 12 e 13 ottobre.

pubblicato nella rubrica stella d’Italia il 17 ottobre 2013


Diario Biennale Musicale

Dal quartetto per archi ed elicotteri di Stockhausen a tutto quello che risuona nel resto dell’atmosfera. Un resoconto dal Festival di musica contemporanea appena concluso a Venezia.

pubblicato nella rubrica musica il 14 ottobre 2013


Parole del sud fantasticate al nord

Un testo del sud come può immaginarlo un autore settentrionale, rimeridionalizzato da un attore nato nel nord...

pubblicato nella rubrica a voce il 10 ottobre 2013


Se non stai zitto ti faccio causa

Troppe volte chi pone domande scomode – giornalisti e attivisti soprattutto – viene fatto oggetto di querele che per anni e anni gli gravano addosso, con costi economici e morali sempre difficili da sopportare, e un oggettivo effetto di intimidazione.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 8 ottobre 2013


Tempo di dire

Cosa succede di sera ai volti per le strade.

pubblicato nella rubrica poesia il 7 ottobre 2013


“La caduta”. I primi tre capitoli

Le prime pagine di un libro speciale. Traduzione di Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica libri il 1 ottobre 2013


La preparazione del caso

Stasera, sabato 28 settembre, sarò insieme a Tricarico a Roland. Macchine e animali. Milano, Assab One.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 settembre 2013


Libellule, cinghiale, cadute e compleanni

Gli appuntamenti musicali, teatrali e performativi a cui sarò presente nei prossimi giorni. Con Debora Petrina, Marta Dalla Via, Francesco Tricarico. A Bassano, Venezia, Milano, Cesena, Padova.

pubblicato nella rubrica annunci il 22 settembre 2013


La bellezza secondo Massimiliano Gioni

Ancora sulla Biennale d’arte di Venezia.

pubblicato nella rubrica arte il 20 settembre 2013


“Tra la vita e la morte, mi aggrappai alla vita”

Un incontro con Diogo Mainardi, autore di La caduta, un libro asciutto, raffinato, toccante: la storia vera di un figlio nato con la paralisi cerebrale a causa di un errore medico.

pubblicato nella rubrica a voce il 18 settembre 2013


Idillio con cagnolino

Il nuovo libro di Alba Donati. Con la poesia Notte di San Lorenzo.

pubblicato nella rubrica poesia il 16 settembre 2013


Il sognatore che costruiva aerei da guerra

Un guerrafondaio inconsapevole è il protagonista dell’ultimo film di Hayao Miyazaki.

pubblicato nella rubrica cinema il 11 settembre 2013


La morte moglie

Il nuovo libro di Ivano Ferrari. Se non vivessimo in un paese di morti, questa voce dissonante e unica non sarebbe solo una voce marginale intesa da pochi ma voce centrale della poesia italiana di questi anni.

pubblicato nella rubrica poesia il 10 settembre 2013


Perec artista concettuale

Il “Tentativo di esaurimento di un luogo parigino”.

pubblicato nella rubrica arte il 3 settembre 2013


Freccia d’Europa: ritratti #3

In piedi, seduti, di fronte, di profilo.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 26 agosto 2013


Un Masterpiece per chi scrive ma non legge

Comincerà a novembre su Rai3 un talent show per aspiranti scrittori.

pubblicato nella rubrica libri il 25 agosto 2013


Stelle, immondizie e cinghiali
pubblicato nella rubrica annunci il 24 agosto 2013


Freccia d’Europa: ritratti #2

Altre facce, altri caratteri di camminatrici e camminatori.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 22 agosto 2013


Freccia d’Europa: strade svizzere #2

Le tappe centrali del cammino in Svizzera.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 21 agosto 2013


Freccia d’Europa: ritratti #1

I volti e le anime di chi ha camminato.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 19 agosto 2013


Freccia d’Europa: le nostre guide

Le persone che ci hanno portato in posti speciali, risolto itinerari e spiegato segreti, incanti e magagne dei paesaggi.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 19 agosto 2013


Freccia d’Europa: strade svizzere #1

Le prime tre tappe in Svizzera.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 18 agosto 2013


Freccia d’Europa: in tenuta da viaggio

Le mise più colorate, ingegnose, tipiche, stravaganti indossate lungo il cammino.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 17 agosto 2013


Freccia d’Europa: la tappa perfetta

Tanti mondi in un giorno solo. (Il rettangolo bianco non è un errore tecnico. Contiene una visione da immaginare).

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 12 agosto 2013


Freccia d’Europa: i morti #2

Villaggi distrutti, totem culinari, zingari assiderati, cimiteri di quartiere, giardinieri del lutto.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 8 agosto 2013


Freccia d’Europa: i morti #1

Camminare sulle strade asfaltate fa incontrare spesso la morte, in tante forme: animali investiti, altarini sui luoghi degli incidenti, lapidi, monumenti. Perché “la vita è dentro la morte, come la morte è dentro la vita”.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 4 agosto 2013


Gli scacchi e le visioni

“Nessun cervello genera tanta dopamina quanto quello di uno scacchista”. Un bellissimo romanzo sulla forza dell’immaginazione.

pubblicato nella rubrica libri il 2 agosto 2013


Freccia d’Europa: strade d’Italia #3

Fino al Passo Gran San Bernardo.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 31 luglio 2013


Freccia d’Europa: le ultime partenze in Francia e Germania...

...e l’arrivo!

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 29 luglio 2013


Freccia d’Europa: soste e turbosieste

Pause-calzino, ricompattamenti del gruppo, restauri di piedi, spuntini, pennichelle, digestioni, meditazioni.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 28 luglio 2013


Freccia d’Europa: strade d’Italia #2

Verso le Alpi.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 26 luglio 2013


Freccia d’Europa: gli accrocchi

Come caricare sette telefonini con una presa elettrica? Dove trovare un posto per asciugare il bucato ogni giorno, per quaranta giorni di seguito?

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 24 luglio 2013


Bambini in carcere: fino a tre, sei o dieci anni?

Una legge nata per far uscire dal carcere gli innocenti per antonomasia rischia di raddoppiare il numero dei bambini reclusi. (Leggete bene in fondo: si cercano volontari per accompagnare al mare bambini in carcere).

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 24 luglio 2013


Due o tre cose sul sesso che ho chiesto a Lesbia

L’ho incontrata al Teatro Olimpico di Vicenza, e ne ho approfittato.

pubblicato nella rubrica teatro il 23 luglio 2013


Freccia d’Europa: come ci siamo sistemati

Palestre, conventi, bunker, cinema, ostelli, cantine, tende. I posti dove abbiamo passato le notti.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 22 luglio 2013


Freccia d’Europa: strade d’Italia #1

Asfalti, sterrati, statali, sentieri, selciati, viadotti, quartieri, periferie.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 18 luglio 2013


La vergogna della povertà. Una lettura di Stig Dagerman

Le servitù imposte a una grande parte dell’umanità fanno vivere bene una minoranza i cui bisogni sono sopravvalutati. Solo per queste persone i diritti e la libertà di essere e scegliere sono considerati insopprimibili. I privilegiati possono passare la vita senza accorgersi di cosa viene negato agli altri e alle altre. Non capiranno mai che il privilegio di ignorarne la sofferenza è parte della libertà che hanno.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 17 luglio 2013


Freccia d’Europa: le partenze dalla Svizzera

Ogni mattina ho fotografato la partenza delle tappe di Freccia d’Europa. Ecco quelle svizzere.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 16 luglio 2013


Lo splendore e la scimmia

Come si coltiva il desiderio. Un incantevole esordio.

pubblicato nella rubrica libri il 16 luglio 2013


Arte sacra alla Biennale

Qual è il vero padiglione della Santa Sede?

pubblicato nella rubrica arte il 30 maggio 2013


Le vite enciclopediche di Gioni

Prima incursione alla 55. Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia. Appunti sulla bellissima, sorprendente e infida mostra curata da Massimiliano Gioni, “Il Palazzo Enciclopedico”, un equivalente iconopatico delle “Vite” di Vasari.

pubblicato nella rubrica arte il 29 maggio 2013


Qualche domanda

Quanta energia consumiamo? Quanto siamo collegati? Quanto la nostra ricchezza fa più poveri i nostri vicini?

pubblicato nella rubrica poesia il 27 maggio 2013


Come non partecipare a Freccia d’Europa
pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 15 maggio 2013


Oggetti resistenti

Il nuovo numero della rivista Atti Impuri e un incontro a Torino.

pubblicato nella rubrica locandina il 13 maggio 2013


Già mi vedevo con il mio Andreotti chiuso in borsa

“Rapirlo era facilissimo”. Quando le Brigate Rosse pedinavano Giulio Andreotti, ministro della Difesa a spasso per Roma senza scorta.

pubblicato nella rubrica libri il 6 maggio 2013


In questa luce

Un ritratto di Daniele Del Giudice, a partire dalla sua ultima raccolta di scritti.

pubblicato nella rubrica libri il 6 maggio 2013


Il mondo nelle cose

In versi e in prose, dal libro pubblicato in questi giorni.

pubblicato nella rubrica poesia il 4 maggio 2013


“Il mondo nelle cose” di Nadia Agustoni

Le fabbriche, i supermarket, i tram, i binari. I cani, i passeri, le formiche, le api. Un libro di poesie nuove.

pubblicato nella rubrica libri il 4 maggio 2013


La distruzione della democrazia

Quando equità e giustizia sociale sono governate dal mercato.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 3 maggio 2013


Stella e Freccia a Padova

Venerdì 3 maggio a Padova, al Festival della Cittadinanza, parlerò di Stella d’Italia e presenterò Freccia d’Europa.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 2 maggio 2013


Un altro passo avanti, generale Market!

Da domenica scorsa, le classifiche dei libri più venduti pubblicate dal Corriere della Sera tengono conto anche di ipermercati e autogrill. Potenziando il falsante gioco di specchi fra marketing e presunti gusti del pubblico.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 24 aprile 2013


Discorso di insediamento

Una valanga di termini catastrofici nelle parole thomasbernhardiane di Giorgio Napolitano.

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 aprile 2013


Le notti tristi di Joan Didion

La perdita, il lutto e quello che resta dopo la morte di una figlia.

pubblicato nella rubrica libri il 23 aprile 2013


L’Europa spiritosa

In cammino verso Freccia d’Europa, alcuni pensieri sparsi, tratti da “Nuova Enciclopedia” e “Sorte dell’Europa”.

pubblicato nella rubrica freccia d’Europa il 22 aprile 2013


L’evaporazione delle parole

Le schede per eleggere il Presidente della Repubblica votate in modo riconoscibile o fotografate col telefonino. Si dà per scontato che non si sarà creduti. Un’altra tappa memorabile verso l’indebolimento della parola.

pubblicato nella rubrica democrazia il 20 aprile 2013


Ricominciare a immaginare

Hitchcock, Psycho e quello che succede quando una mente incontra una frase.

pubblicato nella rubrica cinema il 18 aprile 2013


Ti ho sognato

Sparavi a un delfino, mangiavi una rosa, mettevi un bambino a capo della chiesa.

pubblicato nella rubrica musica il 17 aprile 2013


Esercizi di cronaca

Il mostro di Marsala, gli uffici di Palermo, i delitti milanesi e siciliani: Vincenzo Consolo inviato speciale nella cronaca nera e in una scrittura di cui si è perso il nitore.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 17 aprile 2013


Catullo e i sovversivi

Un articolo sulla pericolosità dei classici. (Venerdì 12 aprile ho intervistato Lesbia nel posto più bello del mondo, grazie al festival Classici Contro che le ha pagato il viaggio dall’antichità fino a lì).

pubblicato nella rubrica annunci il 11 aprile 2013


Una strana specie di zombie

Non è un non-morto, ma un non-suicidato. Si esprime con le parole peggiori. Combatte contro i propri pensieri. E se ha un’erezione, la nega doppiamente.

pubblicato nella rubrica teatro il 11 aprile 2013


Vuoi bruciare con me?

Giovedì 11 aprile debutta a Venezia “Incendiati”, una pièce che Pierpaolo Comini ha tratto dal romanzo di Antonio Moresco. Nel pomeriggio, Moresco incontra il pubblico, insieme a Carmelo Alberti, Enrico Palandri, Tiziano Scarpa, Julian Zhara.

pubblicato nella rubrica annunci il 9 aprile 2013


Il volto della giustizia

I ragazzi e le ragazze del Liceo Cotugno dell’Aquila in un video su legalità e giustizia nel post-terremoto.

pubblicato nella rubrica cammina cammina il 7 aprile 2013


Onna e L’Aquila, quattro anni dopo

A quattro anni dal terremoto che ha colpito l’Abruzzo, una serie di immagini che ho scattato durante ‘Stella d’Italia’ nel luglio del 2012, attraversando le case crollate e la new town di Onna e il centro storico dell’Aquila.

pubblicato nella rubrica portfolio il 6 aprile 2013


Romanzi che ci difendono dal giornalismo

Il nuovo libro di Roberto Saviano sarà il pretesto per una marea di sciocchezze gratuite. Arriva la prima, targata Enrico Deaglio.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 5 aprile 2013


La Scuraglia a Roma

"Groppi d’amore nella scuraglia" a Forte Fanfulla giovedì 28 e venerdì 29 marzo.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 marzo 2013


Forza Paolo!!!

Un aggiornamento sulle condizioni di Paolo Nori dopo l’incidente stradale che l’ha coinvolto qualche giorno fa.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 marzo 2013


Svegliati svegliati

Una canzone con la mia voce.

pubblicato nella rubrica a voce il 25 marzo 2013


La scuraglia e la cinghiala a Siena

Venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 marzo al Festival Teatropia di Siena tre appuntamenti con la parola scenica di Tiziano Scarpa. ‘Groppi d’amore nella scuraglia’ dei Carichi Sospesi e il debutto di ‘La cinghiala di Jesolo’ con Marta Dalla Via.

pubblicato nella rubrica annunci il 22 marzo 2013


Il testo e le musiche dello Show dei tuoi sogni

Esce il 20 marzo in versione digitale "Lo show dei tuoi sogni". Contiene un racconto e, per i tablet, anche la possibilità di scaricare le musiche dello spettacolo di Luca Bergia e Davide Arneodo dei Marlene Kuntz. E ci sono perfino due canzoni con le mie parole e la mia voce.

pubblicato nella rubrica annunci il 19 marzo 2013


Gli amici di Torquato

Aprendo quasi a caso un libro quasi nuovo.

pubblicato nella rubrica libri il 20 febbraio 2013


The Pop Will Eat Himself

Deturpati da malattie, mutilati, umiliati, corrotti. I giocattoli di Massimo Giacon in mostra alla Triennale di Milano.

pubblicato nella rubrica locandina il 17 febbraio 2013


‘La musica nascosta’ a Radio3

Per la giornata mondiale della radio. Mercoledì 13 febbraio alle 20. Con Claudio Bisio. Musica di Michele Tadini. Testo di Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 13 febbraio 2013


Intervista a Enrico Macioci

David Foster Wallace, Stephen King, Rimbaud, Siti, Moresco. Un dialogo via skype con l’autore di "La dissoluzione familiare".

pubblicato nella rubrica a voce il 11 febbraio 2013


Stieg Larsson. La voce e la furia

Skinhead, bikers, musicisti della supremazia ariana bianca e fascisti in doppio petto. L’autore della trilogia "Millennium" contro le nuove destre.

pubblicato nella rubrica libri il 6 febbraio 2013


Peace & Love di Simone Cattaneo
pubblicato nella rubrica poesia il 4 febbraio 2013


Democrazia 2.0

Per una campagna elettorale trasparente e per una legislatura aperta alla Rete. Dal blog di Alessandro Gilioli.

pubblicato nella rubrica democrazia il 2 febbraio 2013


La scuraglia a Vicenza

Al teatro Bixio di Vicenza, venerdì 1 febbraio alle 21, la saga di Scatorchio messa in scena dalla compagnia Carichi Sospesi.

pubblicato nella rubrica annunci il 1 febbraio 2013


Ultime risorse

L’ultimo dei "Classici di Limes" è dedicato allo sfruttamento del pianeta.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 31 gennaio 2013


Patologia in gennaio

Qualche giorno di malattia invernale.

pubblicato nella rubrica poesia il 29 gennaio 2013


Quel giorno, la mia memoria

Una visita alla Risiera di San Sabba.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 28 gennaio 2013


Django unchained

Il film di Quentin Tarantino. Greek mandingo e classici euroamericani. Il link al sito Europa. Fregatura interculturale. La Venere più autentica. Schiavismo europeo.

pubblicato nella rubrica cinema il 21 gennaio 2013


Corsia degli incurabili a Milano
pubblicato nella rubrica teatro il 17 gennaio 2013


I partigiani di ieri e i poveri di oggi. Su alcune pagine di Luigi Meneghello

Il ricordo come forma di riconoscenza, la guerra partigiana, il nostro presente: lo scandalo della povertà e gli esseri umani perdenti.

pubblicato nella rubrica libri il 14 gennaio 2013


Perché "una città" non chiuda

Ho ricevuto questa richiesta che, se potessi, oltre a mettere qui farei conoscere nei tg delle 20 e sulle prime pagine dei giornali. La ricchezza del lavoro svolto dalla rivista una città, che in 22 anni ha pubblicato 198 numeri, potete valutarla visitando il loro sito. Per Natale regalatevi e regalate un abbonamento. E, se potete, fate una donazione.

pubblicato nella rubrica locandina il 20 dicembre 2012


Un dialogo mancato

Una recensione a "L’infinito" e due miei commenti cassati dal blog di un critico teatrale.

pubblicato nella rubrica teatro il 11 dicembre 2012


L’infinito a Torino

GIACOMO: Ho tirato come mi avevate detto voi, è successo un cataclisma…

pubblicato nella rubrica teatro il 30 novembre 2012


Il fantasma di Giacomo Leopardi parte da Trieste…

…e arriva a Recanati. Un viaggio in undici tappe e ventisei apparizioni.

pubblicato nella rubrica teatro il 14 novembre 2012


La meritocrazia a scuola

Laureato in ingegneria chimica, Roger Abravanel ha avuto esperienze nel management industriale e finanziario. Noto tuttologo del Corriere, ha un blog intitolato Meritocrazia.it. Pur non avendo alcun merito didattico o pedagogico, da anni tenta ostinatamente di applicare criteri meritocratici al sistema formativo italiano. Ma ignora la storia e il funzionamento della scuola italiana.

pubblicato nella rubrica scuola il 18 ottobre 2012


Ricordo di Marco Bellotto

Per un certo periodo, a Padova, un gruppo di scrittori ha dato vita a una sorta di collettivo. C’erano Giulio Mozzi, Marco Mancassola, Marco Franzoso, Umberto Casadei, Alberto Fassina, Massimiliano Nuzzolo, il sottoscritto. E c’era Marco Bellotto.

pubblicato nella rubrica libri il 16 ottobre 2012


Le incredibili aberrazioni di Roger Abravanel

Ha fatto un concorso dieci anni fa. Non lo ha vinto. Non è stato assunto a tempo indeterminato, ma gli è stato chiesto di lavorare nella scuola entrando in una graduatoria come precario. In attesa di assunzione. Lo Stato, come un buon padrone, ha detto al precario-apprendista: “Lavora qui, mancano docenti, poi ti assumiamo, questione di tempo”. Detto a 250.000 precari. Poi cambia idea: “Senti, faccio un nuovo concorso, tutti partite da zero. Se vinci, ti assumo. Se non vinci…”. “Ehi, ma tu…”. Lo Stato: “Comando io. Ho cambiato idea. Fine del discorso”.

pubblicato nella rubrica scuola il 10 ottobre 2012


La nuova cosa di Livio Borriello

Non mi viene da chiamarlo “blog”, né “sito”, sarebbe riduttivo. Livio Borriello ha avviato una nuova cosa, un verb-imago, una logovisione che sono felice di segnalare.

pubblicato nella rubrica locandina il 9 ottobre 2012


Le “Conversazioni” con Nicla Vassallo

Quelli che seguono sono due testi tratti da Conversazioni (Mimesis, 2012, pag. 82, 10 euro), in cui la filosofa Nicla Vassallo risponde alle sollecitazioni di Anna Longo. Le varie conversazioni in cui si snodano i capitoli del libro si intitolano: “Filosofare”, “Conoscere”, “Testimoniare”, “Donne, uomini, stereotipi”, “Sessualità”. Riproduciamo l’introduzione di Anna Longo e un breve estratto dal capitolo “Testimoniare”. [T. S.]

pubblicato nella rubrica libri il 9 ottobre 2012


La scuola in svendita

Sono stato assunto dalla Conad. A mia insaputa. Vi spiego. La scuola è in svendita. E’ iniziata l’invasione. Preparata dallo Stato in modo semplice: affamando le scuole. Adesso arrivano. I privati. All’interno delle scuole. L’arrivo è salutato come se arrivassero i mitici “nostri”. I salvatori della Patria. Con le scuole in bolletta, è superfluo chiedersi se i grandi marchi entrano nelle aule di diritto o no. Siamo in guerra, no?

pubblicato nella rubrica scuola il 3 ottobre 2012


Se la scuola è tutta un quiz

Sono utili i quiz per valutare la formazione di una persona? Ventisette professori, – da Guido Baldassarri, presidente dell’Associazione degli Italianisti, a Rita Librandi, presidente dell’Associazione per la Storia della Lingua Italiana, – questa estate lo hanno detto chiaro e tondo: no. Secondo loro, i quiz che sono stati proposti questa estate ai futuri insegnati, sono un insulto alla cultura e occorre prevedere modalità di valutazione consone alla professione di insegnante, perché non si possono degradare in questo modo scuola e università. E, aggiungo io: non si possono degradare neppure alunni e studenti.

pubblicato nella rubrica scuola il 24 settembre 2012


“Le sette biciclette di César”

Ci sono persone che credono di vivere pattinando sulla superficie, fino a quando non si rendono conto che l’irrimediabile è già successo. È ciò che accade al protagonista di questa storia, quarantenne appassionato di libri e musica, sospeso in una permanente transitorietà, come se le cose non fossero mai cominciate davvero. La verità è che era lui a non essersene mai accorto. Durissimo il giorno in cui scopre di avere una fibra talmente intima da risultare teneramente oscena. Leggere la sua confessione equivale a passeggiare insieme a lui, nei viali delle sue frasi accurate, nella sua meticolosa sensibilità sentimentale che gli costerà molto cara.

pubblicato nella rubrica libri il 3 settembre 2012


Parola di Chandler

Si può cominciare a recensire un libro partendo dalla qualità della carta della sua copertina? Si può imparare a conoscere Raymond Chandler, e quindi Philip Marlowe, per merito di Sandro Veronesi? Si può fantasticare ed immaginare – quasi all’infinito – grazie alle illustrazioni di Igort (uno dei più apprezzati fumettisti italiani)? Sì, se il libro che si sta leggendo si intitola Parola di Chandler.

pubblicato nella rubrica libri il 1 settembre 2012


Pavese e la traduzione di Spoon River

Pavese fu in qualche modo il coautore della gloriosa traduzione di Fernanda Pivano in lingua italiana dell’ “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Masters. Sono le conclusioni alle quali è giunto il giovane studioso camuno Iuri Moscardi, che con il suo studio “Cesare Pavese e la traduzione di ‘Spoon River’ di Fernanda Pivano” si è aggiudicato a Santo Stefano Belbo la 29esima edizione del Premio Pavese per la miglior tesi di laurea.

pubblicato nella rubrica libri il 31 agosto 2012


Come ho scritto “Tutti i colori del mondo”

Un giorno ho chiesto al fotografo Paolo Della Corte qual è il posto più straordinario che abbia mai visto. “Gheel”, mi ha risposto, e tutto nasce da lì. Dalla scoperta di questo piccolo straordinario villaggio nel Belgio, che non è un villaggio come tutti gli altri.

pubblicato nella rubrica in teoria il 30 agosto 2012


Oggetti preziosi: la bicicletta

Arrivò in una sera d’estate. Quella bicicletta era il regalo di mamma e papà per essere stato promosso all’esame d’ammissione alle medie. Era costata ventiquattromila lire, una enormità. Non ero stato io a chiederla, non l’avrei mai fatto: sapevo quanto fossero duri da guadagnare i soldi per i miei.

pubblicato nella rubrica racconti il 24 agosto 2012


Il prossimo romanzo di Aldo Busi

Aldo Busi lascia la Mondadori per Giunti editore.

pubblicato nella rubrica libri il 24 agosto 2012


Suicide parade

Suicide Parade convoca scrittori e poeti italiani attorno al delicato e scabroso tema del suicidio: Michele De Vita Conti, Eleonora Giovanardi, Rosaria Lo Russo, Aldo Nove, Daniele Roccato, Tiziano Scarpa e Vitaliano Trevisan leggono, raccontano e performano Heiner Müller, Anne Sexton, Sylvia Plath, Amelia Rosselli, Giacomo Leopardi, Vladimir Majakovskij, Georg Trakl e Jimi Hendrix nel suggestivo Lanificio Conte di Schio (VI) tutte le sere alle 21 da martedì 24 a domenica 29 luglio.

pubblicato nella rubrica a voce il 24 luglio 2012


Una città

Mi sembra particolarmente succulento questo nuovo numero della rivista Una città: basta dare un’occhiata al sommario che riporto qui sotto.

Alcune delle interviste dell’ultimo numero si possono già leggere in rete. Nel sito è consultabile gratuitamente anche l’intero archivio, di circa 2.300 interviste, che “Una Città” ha raccolto dal 1991 a oggi.

pubblicato nella rubrica locandina il 1 luglio 2012


Oggetti preziosi: due ruote

Sulla Vespa azzurra dello zio Umberto salivo per andare al mare. Dietro, seduta all’amazzone e col foulard in testa, c’era la zia. Io viaggiavo in piedi, tra le gambe del guidatore, reggendomi al manubrio. Il vento mi colpiva in viso e mi costringeva a tenere gli occhi chiusi per quasi tutto il tempo.

pubblicato nella rubrica racconti il 1 luglio 2012


Il mio grazie ai salentini…

…si può leggere qui.

pubblicato nella rubrica stella d’Italia il 11 giugno 2012


Meditazione

1° giugno 2012

Oggi è il mio compleanno. Lo festeggio anche così: provo a scrivere per me, ma anche per voi, amici lontani che in mille modi avete voluto sapere e capire che cosa sta accadendo qui. Il simbolo di questi giorni, per me è un’immagine che porto impressa nel cuore: una casa spaccata a metà, una libreria piena esposta a sole ed acqua: una vita, con tutti i suoi piccoli oggetti inutili, che si interrompe così, senza una ragione e senza una risposta.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 4 giugno 2012


“Le cose fondamentali” in edizione tascabile

Sono uscito a fare due passi in riva al mare, da solo. Cercavo le creature di spuma, ma oggi non ce n’erano. Sulla spiaggia non si accumulava nulla. Intorno non c’erano esseri inanimati che fingessero di essere vivi, nessun oggetto immortale che invidiasse la mia mortalità. Al contrario, ho visto qualcosa che faceva di tutto per mostrare che cos’era. Un albero colossale si era incagliato a una ventina di metri dalla riva. Era disteso in tutta la sua lunghezza, appoggiato al fondale molto basso. L’acqua era così poco profonda che non solo le radici e i rami, anche il tronco emergeva.

pubblicato nella rubrica annunci il 1 giugno 2012


Oggetti preziosi: palloni

Per avere in regalo il pallone di plastica ci voleva un album pieno di figurine. Per quello di cuoio, addirittura cinque. Mai nessuno riuscì ad averlo: era già così difficile riuscire a completarne uno.

pubblicato nella rubrica racconti il 1 giugno 2012


Se il narratore è un geco

Il venditore di passati ha una trama originale: Félix Ventura è un albino nero che, per lavoro, reinventa il passato di chi (contrabbandieri, trafficanti, politici, imprenditori ed ex torturatori) ha più di qualcosa da farsi perdonare. In una parola: Ventura è, dietro laute commissioni, un genealogista. Il suo biglietto da visita recita più o meno così: “Assicuri ai suoi figli un passato migliore”.

pubblicato nella rubrica libri il 1 giugno 2012


Il meglio e il peggio

Sciagurata la decisione del ministero dei beni culturali di annullare la Notte dei Musei. Se c’era qualcosa che poteva darci forza in questo momento tetro erano proprio le opere dei morti, la potenza che hanno avuto di trapassare i secoli, con la loro delicatezza, la loro fragilità indistruttibile. Ci saremmo stretti intorno al nostro meglio, per ricordare che è quello ciò che siamo, ciò che vogliamo continuare a essere, noi che oggi abbiamo patito il peggio che l’Italia sa esprimere. T. S.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 19 maggio 2012


Oggetti preziosi: musica classica

Ebbi il primo contatto con la musica classica quando avevo una decina d’anni. Ogni tanto andavo, di pomeriggio, a casa di un mio compagno. Suo padre era il medico condotto del paese, e s’adattava anche a fare da cavadenti. La casa era piena di oggetti misteriosi e interessanti. Il mio amico, però, vigilava a che non ne toccassi nessuno. Mi mostrava le cose, ma non mi permetteva di maneggiarle. Un giorno, in sala da pranzo, aprì un grosso mobile di legno chiaro. Rimasi senza fiato.

pubblicato nella rubrica racconti il 18 maggio 2012


Andare a Venezia a piedi? Non si può (ma oggi venite a Mestre)

Oggi 17 maggio, alle 17.30, alla Biblioteca Civica di Mestre, presenteremo “Stella d’Italia“. Ci saranno anche Antonio Moresco, Beatrice Bertolo, Maurizio Netto, gli assessori del comune Tiziana Agostini e Gianfranco Bettin. Per l’occasione ho scritto un articolo uscito sul “Corriere della Sera – Corriere del Veneto”.

pubblicato nella rubrica stella d’Italia il 17 maggio 2012


Vinylmania

Il fruscio della puntina sul disco. L’effetto optical del vinile che ruota sul piatto. Il sentore di petrolio e cartone che scaturisce dalla copertina di un 33 giri. E poi la musica, i bassi che pompano, la pienezza di un rullante registrato in analogico, la turbolenza elettrica di una chitarra distorta. Ecco il documentario Vinylmania, quando la vita corre a 33 giri scritto, diretto e narrato in prima persona dal dj e filmaker torinese Paolo Campana.

pubblicato nella rubrica cinema il 16 maggio 2012


“Sinapsi” di Matteo Galiazzo

È nato il libro postumo di un autore vivo. Lo stupendo Sinapsi raccoglie i racconti che Matteo Galiazzo scrisse negli anni Novanta e nei primi anni Duemila, prima di smettere di pubblicare. Sto vivendo la pazza felicità e l’onore di far parte anch’io di questo libro, per il quale ho scritto una prefazione. Ve ne riporto qui sotto un pezzettino.

pubblicato nella rubrica libri il 14 maggio 2012


Oggetti preziosi: le valvole

La luce andava via spesso, anche quando non c’era il temporale. Accesa una candela, la prima cosa da fare era assicurarsi che non se ne fosse andata solo da noi. Se affacciandosi sul terrazzo intorno era tutto buio, si rientrava, si accendevano altre candele e si aspettava. A me piaceva la luce delle candele. Diventava tutto più bello e più misterioso.

pubblicato nella rubrica racconti il 14 maggio 2012


Massimo Giacon e i cosplayer a Milano

Alla galleria Antonio Colombo di Milano la nuova mostra di Massimo Giacon, At Work, At Home, At Play, una serie di disegni sui frequentatori in costume delle fiere del fumetto.

pubblicato nella rubrica arte il 12 maggio 2012


“Stabat Mater” nella chiesa della Pietà

Stasera vivrò un’esperienza speciale. Leggerò alcuni brani di Stabat Mater nei luoghi in cui è ambientato il romanzo, dentro la chiesa di Santa Maria della Pietà a Venezia. Oltre alle parole della protagonista Cecilia, risuoneranno le musiche di Vivaldi e Gabrieli, suonate dai Virtuosi Italiani, guidati da Alberto Martini, Maestro di concerto al violino.

Qui di seguito, ecco alcune note che ho scritto per il programma di sala, con i brani che verranno eseguiti e un sunto delle pagine che ho scelto.

pubblicato nella rubrica annunci il 11 maggio 2012


Le “Amorizzazioni” di Suse Vetterlein

[Suse presenterà il suo libro al Salone di Torino, domenica 13 maggio alle ore 19 presso la Sala Avorio. Con lei ci sarà Andrea Tarabbia].

Il linguaggio di Suse è caustico, è perfido.
Dalla prima occhiata inizia a prenderti in giro.
Le sue parole ti guardano, ti sfottono.
Ti dicono: “Cosa ci fai lì, lettore?”

pubblicato nella rubrica libri il 11 maggio 2012


“Ecco come pestavamo i detenuti in carcere”

Segnalo questo filmato-inchiesta dal sito del Corriere della sera.

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 maggio 2012


Oggetti preziosi: anni Cinquanta

Il televisore era ospitato nella stanza più bella. Aveva una cassa di legno scuro, grande e profonda. Per ripararlo dalla polvere, quando non era in uso veniva ricoperto con un panno ricamato.

pubblicato nella rubrica racconti il 27 aprile 2012


Dopo il lampo bianco

Nel primo pomeriggio dell’8 agosto 2005 mi sorpresi a guardare il mio sangue arterioso che allagava l’asfalto, in una strada che non avrei saputo ritrovare neanche su una cartina.

Il cervello era saturo dell’incidente a cui ero appena scampato in perfetta lucidità, ma ogni dettaglio che lo componeva sembrava troppo spaventoso per essere vero.

L’unica certezza era la gravità delle mie condizioni.

pubblicato nella rubrica libri il 24 aprile 2012


Oggetti preziosi: l’occhio magico

La radio di zia Antonina mi piaceva perché aveva “l’occhio magico”, una luce verde sul davanti che diventava stretta stretta quando la stazione era stata “presa” bene. Grande, con una bellissima cassa di radica lucida, la radio era posata sopra un mobile che in una specie di cassetto scorrevole ospitava il giradischi e i dischi.

pubblicato nella rubrica racconti il 20 aprile 2012


I libri belli sono i più nascosti?

“Il libro costringe ad una rilettura, pregio dei romanzi che lasciano un segno”. È uno dei tanti commenti che si trovano online nei forum dedicati e che sintetizza forse come meglio non si poteva il nuovo testo di Tommaso Pincio, Hotel a zero stelle . Un libro di difficile – nel senso di sfuggente – catalogazione, sicuramente a metà strada tra il romanzo classico e il saggio d’autore. Tanto è vero che queste pagine sono state classificate come saggistica letteraria. Detto in altre parole: contaminazione di generi.

pubblicato nella rubrica libri il 14 aprile 2012


Oggetti preziosi: la Singer

Ogni tre mesi, il tecnico veniva a fare la manutenzione alla Singer nera della mamma. Era un uomo sulla cinquantina, alto e magro, con i capelli brizzolati tagliati alla Umberto. Era serio, silenzioso. Indossava sempre una giacca grigia, la camicia bianca e una cravatta scura. Aveva con sé una borsa nera che conteneva i suoi piccoli attrezzi. Smontava la macchina, toglieva la polvere dai vari pezzi servendosi di un pennellino, poi li ungeva con l’olio che usciva da una scatoletta tonda d’ottone munita di un lungo becco.

pubblicato nella rubrica racconti il 12 aprile 2012


Oggetti preziosi: la stufa

[In questi giorni sta avendo molta fortuna un dizionario di cose e situazioni che facevano parte della vita di tutti i giorni decine di anni fa. Roberto Michilli aveva già scritto da tempo una sua rassegna di cose perdute, un libro incantevole ancora inedito. Ci era piaciuto molto, e avevamo pubblicato alcuni dei suoi "oggetti preziosi" nel numero 3 del "Primo amore" su carta. T. S.].

La stufa si chiamava anche cucina economica. Stava al centro della parete di sinistra, entrando. Era tutta di ferro, smaltata di bianco. Il piano di ghisa era fatto di tanti cerchi via via più larghi.

pubblicato nella rubrica racconti il 6 aprile 2012


I titoli son desideri…

Ci sono redazioni di giornali che proiettano nei titoli degli articoli i loro sogni: non danno notizie; esprimono pii – o, più spesso, empi – desideri.

Ecco titolo e occhiello di questo articolo del “Giornale” di oggi:

“Il fallimento (culturale) dei salotti letterari on line” “Da ‘Nazione indiana’ a ‘Carmilla’, le riviste sul web sembravano destinate a soppiantare quelle accademiche. Invece sono state lasciate per i social network. Dove si dialoga con autori ed editori”

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 29 marzo 2012


Chi si ricorda di György Lukács?

Praticamente ignorate nel quarantennale della morte, la figura e le opere del pensatore ungherese sono sempre più sepolte nelle biblioteche che, fra l’altro, dalle nostre parti sembrano autorizzate a disfarsi di volumi che non vengono consultati da più di dieci anni.

pubblicato nella rubrica in teoria il 18 marzo 2012


Quando Van Gogh diventò pittore

C’è un anno poco conosciuto nella vita di Van Gogh, che corrisponde al momento decisivo della sua vita. Quello in cui diventò pittore.

pubblicato nella rubrica libri il 14 marzo 2012


Santi clandestini ed extracomunitari

Al Museo Diocesano di Milano (Corso di Porta Ticinese, 95), mercoledì 14 marzo, alle ore 18.00 si terrà la presentazione del libro SANTI PATRONI PADANI di Tiziano Colombi (Edizioni effigie).

pubblicato nella rubrica annunci il 13 marzo 2012


La voce di Basir, dall’Afghanistan a Padova

Il 12 marzo del 2001 i Buddha di Bamyan venivano distrutti dai Talebani. Ecco un articolo (pubblicato qualche giorno fa sul Mattino di Padova) che ricorda l’episodio attraverso la storia di un giornalista arrivato in Italia come rifugiato politico.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 12 marzo 2012


C’è un paese dei balocchi…

…dove quando realizzi i tuoi sogni ti pagano sessanta centesimi a cartella, dove imperversa la criminale Bandella della Magliana, dove vige lo strozzinaggio della Cassa della Letteratura. E’ qui.

pubblicato nella rubrica locandina il 8 marzo 2012


Lucio, Glenda e una nota sul cuore

Non sono d’accordo con Ernesto Assante, che su Repubblica.tv considera la morte di Lucio Dalla “una perdita colossale per la musica italiana”.

pubblicato nella rubrica musica il 1 marzo 2012


Il nuovo romanzo di Aldo Busi

Aldo Busi ha terminato il suo ultimo romanzo, di cui si sa poco più del titolo, da lui stesso lapidariamente annunciato sul sito letterario www.altriabusi.it, El especialista de Barcelona.

pubblicato nella rubrica libri il 1 marzo 2012


Botte e risposte da “L’infinito”: un trailer

GIACOMO: Ho pigiato come mi avevate detto voi, è successo un cataclisma.
ANDREA: È lo scarico dell’acqua. È normale.
GIACOMO: A qual scopo?
ANDREA: Fa sparire tutto.
GIACOMO: Che ne è dell’uomo, se non ha più l’animo di meditare sulle proprie miserie?

pubblicato nella rubrica libri il 1 marzo 2012


“L’infinito” nella Collezione di teatro Einaudi

GIACOMO: “Gli è che mirando il vostro mondo da presso, ho veduto che l’uomo è le mille volte più malvagio della natura.”

In libreria da martedì 28 febbraio.

pubblicato nella rubrica annunci il 27 febbraio 2012


La lingua, la trama e il resto

Non sono d’accordo con l’impostazione che Paolo Nori, nella sua recensione al romanzo Il bambino indaco di Marco Franzoso, dà a questa domanda: “e mi viene da chiedermi, e mi verrebbe da chiederlo a Franzoso, e a chiunque sappia la risposta, se l’attenzione rigorosa, maniacale, alla trama debba necessariamente andare a scapito della ricchezza della lingua e della varietà dei suoi colori, e viceversa”.

pubblicato nella rubrica in teoria il 25 febbraio 2012


Doppiozero lancia la libreria

Ricevo da Marco Belpoliti questo annuncio e lo pubblico volentieri [T. S.]

pubblicato nella rubrica locandina il 20 febbraio 2012


La Scuraglia contro la discarica a Monte di Malo

Venerdì 17 febbraio alle 20.30, nella sala civica di San Vito di Leguzzano, farò una lettura scenica di Groppi d’amore nella scuraglia. Qui trovate tutte le informazioni sulla lotta contro l’installazione di una discarica a Monte di Malo in provincia di Vicenza [T. S.].

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 16 febbraio 2012


Tutto e solo quello che so di te

Hai scelto un nickname bellissimo

In famiglia vi chiamavamo i De Vito, perché tuo papà assomigliava un po’ a Danny De Vito, basso e calvo. Mio padre ogni tanto diceva “oggi all’edicola ho visto dannydevito” e tutti ridevamo, anche se mia sorella ogni tanto diceva “va a finire che una volta o l’altra ci scappa di chiamarli De Vito in loro presenza”

pubblicato nella rubrica racconti il 15 febbraio 2012


Non è colpa soltanto del maltempo. Una lettera dalla bufera

Ho ricevuto questa breve lettera da Jesolo, dove da giorni imperversa una bufera di sabbia. [T. S.]

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 12 febbraio 2012


Parola e capriola anche nei prossimi giorni a Milano: grazie a tutti!

Emanuele Pasqualini è uno degli artisti fondatori della compagnia Pantakin, che ha girato il mondo con impegnative produzioni di circo teatro. La compagnia ha utilizzato interi gruppi di acrobati e giocolieri di varie scuole internazionali, cubani, cinesi, keniani. Ha allestito spettacoli incantevoli, quasi dei kolossal, e piccole produzioni molto poetiche.

pubblicato nella rubrica teatro il 10 febbraio 2012


Che fine fa la bella giocoliera?

C’era una giocoliera di Tolmezzo
che perse per la strada ogni suo attrezzo.

A Palau le palline si scordò,
a Cles le clave, a Iesi lo yoyo,

il monociclo a Monza, a Trani i trampoli,
le catene a Catania, i cerchi – ad Empoli.

pubblicato nella rubrica teatro il 9 febbraio 2012


Il bambino indaco

Esce in libreria il nuovo romanzo di Marco Franzoso, Il bambino indaco, pubblicato da Einaudi (pagg. 144, 16 euro).

Per questo romanzo, che mi ha impressionato moltissimo e che ho molto amato, ho scritto volentieri il risvolto di copertina, che riporto qui sotto.

Si tratta di una breve riflessione che volutamente non svela i punti principali della trama.

pubblicato nella rubrica libri il 6 febbraio 2012


Circoparola a Milano

CIRCOPAROLA
per voce, attrezzi e tendini
testo di Tiziano Scarpa / produzione Pantakin Circo Teatro
Teatro Leonardo - MILANO
da martedì 31 gennaio a domenica 12 febbraio 2012

pubblicato nella rubrica teatro il 29 gennaio 2012


Il “Volto” di Romeo Castellucci tre mesi dopo

Stasera va in scena a Milano Sul concetto di volto nel Figlio di Dio di Romeo Castellucci. L’ho visto lo scorso ottobre, a Venezia, durante la Biennale Teatro. Descrivo lo spettacolo così come me lo ricordo, a tre mesi di distanza.

pubblicato nella rubrica teatro il 24 gennaio 2012


Duemiladodici

Gli auguri mangiascalogna

pubblicato nella rubrica annunci il 31 dicembre 2011


Continuare a esordire. Richter alla Tate Modern

Togliendo gli occhiali, le immagini dipinte da Gerhard Richter fanno comunella con la mia miopia. Quell’effetto sfumato lo otteneva passando un pennello secco sulla pittura ancora fresca. Se rimetto gli occhiali, riesco a focalizzare le particelle della foschia, i filamenti primari che la sostanziano: distinguo l’indistinzione, ne divento consapevole.

pubblicato nella rubrica arte il 15 dicembre 2011


Sorpresa e suspense

Ha vinto Hitchcock. Alle opere non chiediamo più sorprese ma suspense. Non per una scelta estetica, ma per un tacito patto fra marketing e pubblico

pubblicato nella rubrica cinema il 5 dicembre 2011


Nudo davanti alla legge

Andare a puttane è la soluzione a un millennio di infelicità. L’amore è sopravvalutato. Dai trovatori provenzali a oggi, la truffa della passione romantica non fa che procurare delusioni e sensi di colpa. Ok, il mio dovere l’ho fatto, ho iniziato l’articolo con qualche frase accattivante. Adesso posso proseguire descrivendo gli ingredienti sorprendentemente politici di questo romanzo a fumetti.

pubblicato nella rubrica libri il 19 novembre 2011


Un amico spaventoso

Se hai un amico impressionabile
con lui sii affettuoso e affabile.

pubblicato nella rubrica annunci il 15 novembre 2011


Conversazione con Ivano Ferrari

Mi pare che il tuo rapporto con il tema del naufragio sia fortemente mediato da I canti di Maldoror di Lautréamont per l’intensa attrazione verso il disumano e per la visione molto concreta, materica direi quasi, della deriva, senza facili concessioni a una retorica tutta accensioni spiritualistiche…

pubblicato nella rubrica a voce il 15 novembre 2011


Derive e naufragi nella poesia di Ivano Ferrari

“Potevamo noi essere le nostre derive”
Ivano Ferrari, Rosso Epistassi

Wrecked and cast away: necessaria tautologia per una poesia, quella di Ivano Ferrari, che rileva, sin dagli esordi, “la funzione sociale della catastrofe” (La franca sostanza del degrado).

pubblicato nella rubrica poesia il 15 novembre 2011


La volontà delle immagini

Sabato scorso, sia “D” che “Io Donna”, i settimanali femminili di “Repubblica” e del “Corriere”, contenevano più di cento pubblicità. Quasi la metà raffiguravano volti o figure umane che guardano negli occhi chi legge. È stato il saggio I quadri che ci guardano di Martina Corgnati che mi ha spinto a fare un tale conteggio.

pubblicato nella rubrica arte il 13 novembre 2011


L’infinito a teatro

Da qualche anno Giacomo Leopardi viene a farmi visita sempre più spesso. Credo sia attirato dalla portentosa demenza di quest’epoca. L’efficienza con cui la specie umana si applica alla devastazione del mondo. Lo stato di ipnosi sotto la dominazione delle immagini. La vita delegata ai dispositivi tecnologici.

pubblicato nella rubrica teatro il 5 novembre 2011


Lo show dei tuoi sogni su RaiStoria

20 ottobre 2011, ore 23 con Tiziano Scarpa, Luca Bergia e Davide Arneodo dei Marlene Kuntz

pubblicato nella rubrica annunci il 20 ottobre 2011


La vita in disuso

Il saggio di Todorov su Rembrandt e la vocazione antiesistenziale degli artisti.

pubblicato nella rubrica libri il 21 settembre 2011


L’agenda migliore? I pensieri di Simmel

In libreria il Diario postumo del filosofo berlinese.

pubblicato nella rubrica libri il 6 settembre 2011


Che cosa c’è a Chiomonte

...e a Melezet, Bardonecchia, Salbertrand, Exilles. Che cosa si trova nei paesaggi dell’Alta Val di Susa, dove la gente manifesta, alza barricate e porta in processione la statua della Madonna contro il cantiere per la linea dei Treni ad Alta Velocità.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 27 giugno 2011


Circoparola

per voce, attrezzi e tendini. Stasera l’anteprima a Venezia della nuova sfida di Pantakin Circo Teatro. Con testo di Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica teatro il 10 giugno 2011


A chi appartiene l’arte contemporanea

Il Padiglione Italia alla Biennale di quest’anno. La mia esperienza.

pubblicato nella rubrica arte il 28 maggio 2011


La prima vera bugia

Con una nota di Tiziano Scarpa. A Milano martedì 24 maggio.

pubblicato nella rubrica libri il 23 maggio 2011


"Lo show dei tuoi sogni" stasera a Roma

Uno spettacolo per l’immaginazione. Musica di Luca Bergia e Davide Arneodo dei Marlene Kuntz. Parole di Tiziano Scarpa. Regia di Fabrizio Arcuri. Al teatro Palladium, ore 20.30.

pubblicato nella rubrica annunci il 7 maggio 2011


Una scuola da rifare

Il nuovo libro di Giuseppe Caliceti, romanziere, poeta e maestro elementare, è una "lettera ai genitori" degli scolari italiani.

pubblicato nella rubrica libri il 2 maggio 2011


150

Foto di Graziano Arici, pubblicata sul settimanale del Corriere della Sera "Sette".

pubblicato nella rubrica democrazia il 17 marzo 2011


Encomio di un italiano a monna biologia

Una poesia politica (per la festa del 17 marzo, e non solo).

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 marzo 2011


Scioperi al plurale e protesta unificata

"Non è forse il momento di mettere insieme le voci per un unico grande e potente coro di indignazione?"

pubblicato nella rubrica democrazia il 14 marzo 2011


Libri inclassificabili

Né romanzi né saggi, eppure indispensabili.

pubblicato nella rubrica in teoria il 8 marzo 2011


Corpo

Esce il tascabile di uno dei miei libri prediletti. Ne propongo un estratto.

pubblicato nella rubrica libri il 3 marzo 2011


La bellezza nonostante

Il nuovo libro di Fabio Geda.

pubblicato nella rubrica libri il 1 marzo 2011


Piccolo mondo alpino

Lo spettacolo di Marta Dalla Via, vincitore del Premio Kantor, debutta a Milano, dal 25 febbraio al 13 marzo al Salone Crt, in via Dini, 7.

pubblicato nella rubrica teatro il 23 febbraio 2011


I giornisti e la dappertuttologia

A partire da una piccola esperienza personale, una riflessione sul conflitto per la gestione dell’opinione pubblica.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 7 febbraio 2011


Come ho preso lo scolo

Vi voglio raccontare una cosa che mi è successa (però tu mamma non leggerla).

pubblicato nella rubrica racconti il 2 febbraio 2011


Che cosa può fare una trama

L’esperienza nei romanzi. Il mio contributo sul nuovo numero della rivista "Il primo amore".

pubblicato nella rubrica annunci il 29 gennaio 2011


Analfabeti di civiltà

Sull’iniziativa dell’assessore alla Cultura della Provincia di Venezia di togliere dalle biblioteche i libri di chi firmò l’appello contro l’estradizione di Battisti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 gennaio 2011


Sentimenti sovversivi

Italia è una parola che fa male. Quando la pronuncia Dante, ci mette vicino la parola «ahi», come se gli avessero toccato una ferita. L’Italia è una zona sensibile della pelle, una piaga aperta, e il sentimento più ricorrente che provoca nei nostri scrittori è la disperazione: Leopardi, Gadda, Pasolini…

pubblicato nella rubrica libri il 29 dicembre 2010


2011

pubblicato nella rubrica annunci il 29 dicembre 2010


La meglio scuola

Mentre al grido di battaglia "Merito! Merito!" viene fatta a pezzi anche l’Università italiana, in alcune scuole partono le sperimentazioni meritocratiche. Il 19 Novembre del 2010 il ministro all’Istruzione dichiara: "È un giorno storico. Finalmente si iniziano a valutare i professori e le scuole su base meritocratica. Premi dunque ai migliori".

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 dicembre 2010


Il niente che non è neanche quel niente

Lo sguardo del bambino a cui si tenta di spiegare cos’è la morte, sta fra l’assorto e l’incredulo, come se il grande stesse raccontando una cosa strana e inventata, come se non ci fosse niente da capire.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 7 dicembre 2010


Il migliore degli inferni possibili

Si può attraversare da un capo all’altro un paese soggiogato da uno dei regimi più spaventosi della storia, in cui a milioni muoiono di stenti e tortura, e non accorgersi dell’orrore? Sì.

pubblicato nella rubrica a voce il 7 dicembre 2010


La riforma Gelmini e il Pd

E’ passato alla Camera il ddl Gelmini.
Ancora una volta, quello che più dispiace, è vedere la pochezza del Pd. Un partito ridicolo. Un partito che non riesce in alcun modo a rappresentare le migliaia di studenti e ricercatori e professori che protestano.

pubblicato nella rubrica scuola il 1 dicembre 2010


Ciak d’addio

Arrivo a Tunisi a mezzogiorno. In aeroporto mi aspetta Abdul, l’autista. Partiamo verso sud. Passiamo Hammamet, Kairouan, Gafsa. Ci fermiamo a mangiare budelle di pecora alla brace, vicino alla pozzanghera di sangue dove è stato sgozzato l’animale.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 30 novembre 2010


La musica serve, è un diritto e una medicina

Siamo musicisti e siamo italiani. Il nostro lavoro nasce dalla nostra Storia, dalle nostre biblioteche. Continua nei teatri di tutto il mondo, e nelle tante registrazioni che ridanno corpo a suoni e pensieri antichi di secoli. Siamo la generazione dei cosiddetti musicisti filologi o "storicamente informati", ossia la corrente che sgorga e rimuove i detriti rivelando tesori dimenticati. Se fossimo olandesi, o francesi, o tedeschi, il nostro Stato ci sosterrebbe, sia pure a fatica nelle presenti difficili circostanze, quali ambasciatori della cultura nazionale.

pubblicato nella rubrica musica il 28 novembre 2010


Attimpuri, Alfabeta2 e Il primo amore a Torino

a locandina di presentazione dell’incontro

pubblicato nella rubrica annunci il 16 novembre 2010


Anatomia di un istante

Madrid, 23 febbraio 1981, ore 18 e 23 minuti. Il tenente colonnello Antonio Tejero fa irruzione nel parlamento spagnolo esplodendo alcuni colpi di pistola. A queste prime pallottole seguono le raffiche di mitra della Guardia Civil che staccano chilogrammi d’intonaco dal soffitto.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 novembre 2010


La pioggia e il cemento

«Quando la natura si ribella, accade questo... è un indice di grande cambiamento climatico»: a parlare non è un militante ambientalista ma il governatore del Veneto, Luca Zaia, a commento dell’emergenza meteorologica e idraulica di queste drammatiche ore, da lui definita «peggiore che nel 1966».

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 9 novembre 2010


Giacomo L. e Silvio B.

In attesa di leggere La vita quotidiana in Italia ai tempi del Silvio di Enrico Brizzi, ho riaperto lo Zibaldone alla pagina del 2 marzo 1821:

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 2 novembre 2010


Leggere con le orecchie

Qui l’intervista a Cristiana Giacometti, della casa editrice Il narratore.

pubblicato nella rubrica a voce il 21 ottobre 2010


L’autore, l’untore, l’attore

Il rapporto che si stabilisce fra autore a lettore, attraverso il curioso medium di un parallelepipedo di carta trafilata di tratti neri, è uno dei più sconcertanti che si possano osservare tra organismi viventi, e sembra prescindere dalla logica, dall’estetica e dall’etica.

pubblicato nella rubrica in teoria il 21 ottobre 2010


Stabat Mater a Luino

Lunedì 11 ottobre
ore 21
Luino
Teatro Sociale
Via XXV Aprile, 13
Ingresso libero

pubblicato nella rubrica teatro il 10 ottobre 2010


Strade bianche

Il violoncellista Vittorio, la sua ragazza Francesca e la cubista Manu. Tutti alla soglia dei trent’anni, nel cuore dell’inverno si ritrovano a bordo di una sgangherata automobile da autoscuola, dotata di doppi comandi. Con loro, una tela di Keith Haring rubata.

pubblicato nella rubrica libri il 10 ottobre 2010


Tutte le storie sono storie d’amore

François Truffaut raccontava di sognare spesso storie bellissime, film che avrebbe voluto fare, ma al mattino dopo, immancabilmente, non era in grado di ricordarne la trama. Allora una sera, prima di addormentarsi, mise sul comodino un foglio di carta e una penna: quella notte in qualche modo si sarebbe svegliato nel mezzo del sonno e avrebbe avuto finalmente la possibilità di scrivere la storia che stava sognando.

pubblicato nella rubrica locandina il 10 ottobre 2010


Lo show dei tuoi sogni

Mercoledì 6 ottobre, ore 20.30
Teatro della Tosse, Genova

Lo show dei tuoi sogni
parole di Tiziano Scarpa
musica di Luca Bergia e Davide Arneodo dei Marlene Kuntz
a cura di Fabrizio Arcuri (Accademia degli Artefatti)

INGRESSO LIBERO

pubblicato nella rubrica teatro il 4 ottobre 2010


Stabat Mater a teatro

Teatro Filodrammatici
dal 5 al 10 ottobre 2010

Stabat Mater
di Tiziano Scarpa

Con Stefania Pepe
Regia di Andrea Chiodi
costumi Ilaria Ariemme - musiche Ferdinando Baroffio - disegno luci Marco Grisa

pubblicato nella rubrica teatro il 4 ottobre 2010


I demoni e la pasta sfoglia

Céline, Gadda, Gombrowicz, Kafka, Borges, Conrad, Canetti, Manganelli, Perutz, Melville, Landolfi, Maupassant: molti dei nostri scrittori prediletti sono degli ossessi. Ossessione è da assedio, ma il suo nome scientifico, anancasma, è da destino, ananke.

pubblicato nella rubrica libri il 27 settembre 2010


Sul davanzale

La salvia cresciuta a dismisura sul davanzale,
foglie granulose, papilliformi, le immagino stese sulla
mia lingua, all’improvviso in questa frase piomba
Berlusconi, si vive così, in questi anni.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 23 settembre 2010


Absolute [Young] Poetry 2010

Quando l’avventura di Absolute Poetry è cominciata, nel 2005, ormai un lustro fa, decidere di dedicare un festival di poesia ai rapporti che la più antica tra le arti aveva e avrebbe potuto avere con le altre discipline artistiche, e soprattutto con la musica, sembrava una scommessa azzardata.

pubblicato nella rubrica poesia il 23 settembre 2010


Giulia

In una fredda mattina di gennaio un uomo non più giovane e non ancora vecchio camminava verso il Monastero di Santa Giulia. Si fermò a leggere la notizia del giorno: Un’altra giovane tunisina scomparsa a Brescia.

pubblicato nella rubrica racconti il 23 settembre 2010


Sms da una ex

Se ricevi un sms da una ex:
“Come va? Io adesso faccio la sessuologa”,
cosa pensare? Che lo è diventata un
po’ anche grazie a te? O nonostante?

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 settembre 2010


Tre zampe contro il mare

Una cagnetta senza una zampa, sulla spiaggia,
saltella verso la padrona che fa il
bagno, entra in acqua, nuota, non ce
la fa, fa dietrofront, riprova, rinuncia, riprova...

pubblicato nella rubrica dal vivo il 21 settembre 2010


Di chi è la rappresentazione

Uno strato di nuvole sottile come una
tettoia, alto sul mare, lo rispecchia, lo
imita con striature allineate alle onde. Dunque
non sono il solo, qui, a descrivere.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 20 settembre 2010


Giovanni Comisso talent scout

Indro Montanelli, in un suo libro su Leo Longanesi, ebbe a definire "L’Italiano" la rivista più bella del panorama culturale tra le due guerre. Diretta appunto da Longanesi e attiva dal 1926 al 1942, già s’impone in effetti a una prima occhiata: caratteri rigorosamente Bodoni, fotografie frequenti di Henri Cartier-Bresson, immancabili schizzi di Giorgio Morandi, oltre ovviamente ai folli découpages del direttore stesso. E i testi?

pubblicato nella rubrica libri il 17 settembre 2010


Giusto per non montarsi la testa

Crei un nuovo file di word, scrivi
facendo splendere un rettangolo di luce nella
stanza buia. Occhio: non sono le tue
parole, è il computer che emana un’aureola.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 17 settembre 2010


Sarkozy e B. contro i Rom

"Partiamo per la Romania con una vecchia Bmw dalla fiancata sfondata, di uno degli zingari sgomberati dalla Snia, di nome Dumitru, che ci farà da guida e da interprete. Vogliamo andare a vedere coi nostri occhi da dove si mette in movimento tutta questa disperazione, l’origine di questa ferita."

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 16 settembre 2010


Cambio della guardia

A una certa età ai maschi spuntano
peli sulle orecchie. L’animo si è dimostrato
troppo indulgente verso le fesserie, allora ci
prova il corpo a sbarrare la soglia.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 16 settembre 2010


L’infinito a Padova

Invitato da Andrea Porcheddu, curatore del festival teatrale "Sguardi", leggerò per mezz’ora alcuni brani del mio nuovo testo teatrale inedito, L’infinito. Ecco una sintesi della prima parte della storia:

pubblicato nella rubrica teatro il 15 settembre 2010


La gente dice cose che lasciano il segno

L’ho incontrata per la strada, con degli
scatoloni in mano. Mi ha detto che
questo mese è morta sua madre. Poi
ha aggiunto: “E così sto traslocando anch’io”.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 15 settembre 2010


Scatorchio vs. Gesù

Gesù,
ogge dumenica lu prete abbie sfuriato
pe lu crucefisso sculastico,
picché li arabacci sfedeli ce lu voglino schiodà
da la scola de lu paese.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 14 settembre 2010


Siccome temo che la mia volontà venga distorta

Siccome temo che la mia volontà venga distorta, fosse pure involontariamente, desidero rendere pubblico il mio pensiero sul trattamento funerario del mio cadavere.

pubblicato nella rubrica testamento biologico il 14 settembre 2010


Che cos’è il sublime

Non è forse questo il sublime, la
dismisura fra pensiero e abisso, mentre una
nebulosa agglomera una stella, Obama arranca, l’Italia
marcisce, appassionarsi alle sorti di X Factor?

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 settembre 2010


Sotto il firmamento

Sotto il firmamento, messaggiando sul telefonino nuovo,
imparo l’ennesima combinazione di tasti per scrivere
correttamente gli accenti: perché è così quaggiù,
ogni cosa ha la sua inflessione dialettale.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 10 settembre 2010


Da un lato all’altro

Peli bianchi sulla punta del baffo destro,
segno che l’emisfero cerebrale sinistro, quello raziocinante,
è logoro, benché sottoutilizzato. Invecchio asimmetricamente. Procedo
da sinistra a destra, come la scrittura.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 9 settembre 2010


Con cielo e mare a disposizione

Date a qualcuno un cielo e un
mare così vasti e profondi, ne farà
stabilimenti balneari, aqualandie e chioschi. Dateli a
me, ne farò questa granatina di parole.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 8 settembre 2010


Di cosa è fatta la scrittura

Tutto il giorno a scrivere sullo schermo
sensibile al tocco. Quando si spegne si
vedono i segni delle dita. Eccolo il
mio lavoro, un impalpabile monsone di ditate.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 7 settembre 2010


La rava e la fava

Sono contento che qui sul Primo Amore ci siano interventi come quello di Giuseppe, critici verso cose scritte da membri del Primo Amore stesso. Però, Giuseppe, tu prendi soltanto due cose del discorso di Antonio, come se avesse detto solo quelle; perciò la tua obiezione è debole.

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 settembre 2010


Scultura visiva

Nuovi occhiali, il mondo è talmente scolpito
da stordirmi. Se me li tolgo, le
nuvole là in alto ridiventano sfumate. Viste
da vicino, in aereo, erano proprio così.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 6 settembre 2010


Concerto dal vivo

Dalla finestra arrivano i suoni del concerto
dal vivo: un gruppo di cover, allora
guardo gli originali su youtube. Il presente
è uno spettro che dirige la vita.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 settembre 2010


La ragione-torto delle madri

Se esisto è grazie a lei, è
colpa sua. Perciò mia madre avrà sempre
ragione-torto contemporaneamente. E’ la mia insofferenza. Io
sono il suo creditore insolvente, l’esoso debitore.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 settembre 2010


Ricominciare

Agosto, le cose succedono di meno. Per
decreto degli uomini, anche i fatti vanno
in ferie. Serve a sentire la mancanza
del mondo, e mette voglia di ricominciare.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 settembre 2010


American Indie

Gli anni ’80? Di plastica. Questo è di solito il giudizio sul decennio più maltrattato del secolo scorso. Un giudizio tanto più crudele se applicato alla musica anni ’80 di Tears For Fears, Pet Shop Boys & compagnia. Suono sintetico, senz’anima, pop patinato nel migliore dei casi, che in effetti merita una valutazione artistica niente meno che severa.

pubblicato nella rubrica musica il 1 settembre 2010


Il potere sul godimento

Pochi sanno che a Ca’ Farsetti, la sede del Municipio di Venezia, c’è una lapide che dice: «Qui nacque l’anno 1646 Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, prima donna laureata nel mondo, il 25 giugno 1678». La lapide si trova vicino a un approdo delle gondole.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 agosto 2010


Perché la poesia è ridotta così?

Segnalo questo notevolissimo intervento nel blog falsoidillio che prende spunto dai saggi e le poesie di Guido Mazzoni.

pubblicato nella rubrica poesia il 4 agosto 2010


Razzismo e povertà

"Tra me e te non ci sono molte differenze tranne la povertà, infatti se io e la mia famiglia non venivamo in Italia se eravamo ricchi" (Omar, 9 anni, Marocco).

pubblicato nella rubrica democrazia il 4 agosto 2010


Il singhiozzo riflessivo

Certe opere di Tino Sehgal sono fulminee. Durano pochi istanti. Il tempo di pronunciare una frase, accennare un balletto, canticchiare qualche parola.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 luglio 2010


Novità in edicola

Fa sempre piacere segnalare l’uscita di una nuova rivista. In questi giorni ne sono arrivate in edicola ben quattro, segno di indubitabile vitalità e rinnovamento del nostro panorama culturale. Su "Alfabeta2" Umberto Eco interviene sul ruolo degli intellettuali oggi.

pubblicato nella rubrica annunci il 9 luglio 2010


Le parole ci chiedono aiuto #2

Cari lettori,
Gli scrittori Einaudi firmatari di questa lettera si associano alla protesta di gran parte dei cittadini italiani contro il disegno di legge "bavaglio" che intende limitare l’azione della magistratura e delle forze dell’ordine, il diritto di informazione e la libertà di stampa nel nostro paese.

pubblicato nella rubrica democrazia il 30 giugno 2010


Le parole ci chiedono aiuto

Siamo le parole, ti chiediamo aiuto. Siamo parole italiane, viviamo da secoli sulla tua terra, viviamo dentro di te. Nella nostra storia abbiamo subìto molte persecuzioni, c’è chi ha pagato caro il coraggio di pronunciare alcune di noi, parole che per essere state dette sono costate maltrattamenti e morte.

pubblicato nella rubrica democrazia il 30 giugno 2010


Lo show dei tuoi sogni

Martedì 22 giugno 2010
Festival delle letterature
Basilica di Massenzio
Roma

pubblicato nella rubrica annunci il 21 giugno 2010


Ça change quoi

Cosa cambia (letteralmente "Qu’est-ce qui change", senza punto interrogativo, ciò che fa di una domanda una constatazione) ha il valore stesso dell’evidenza negata, e giustamente per questo messa ancora più in evidenza, un interrogativo che contiene già una risposta: nulla cambia.

pubblicato nella rubrica democrazia il 12 giugno 2010


Le Murene si acquattano negli anfratti...

Sono qui.

pubblicato nella rubrica locandina il 28 maggio 2010


Absolutamente più nuova...

Absolute Poetry 2.0 è qui.

pubblicato nella rubrica poesia il 27 maggio 2010


La città delle idee

Non ho mai incontrato un’idea da sola, un’idea pura. E d’altronde, esistono le idee pure? Che cos’è un’idea, se non qualcosa di molto confuso? Come potrei rappresentare un’idea, se non come un’acqua torbida, in cui passa un pesce, galleggia la cartina di una caramella e ci piove dentro? L’idea non è una sfera, perfetta, liscia, non è un cubo, perfetto, liscio.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 maggio 2010


Le cose fondamentali

Un’intervista e l’incipit.

pubblicato nella rubrica annunci il 25 maggio 2010


Un cristiano molto speciale

Ho avuto un’educazione cattolica. Il mio cristianesimo personale si è rotto durante l’adolescenza, per due motivi. Da una parte, obiezioni teologiche alle quali non ho avuto risposte soddisfacenti. Dall’altra, un desiderio di radicalità, di mettere in atto davvero ciò che chiedeva Gesù: mollare tutto, a costo di porsi in conflitto con i propri famigliari; scelte di vita che contrastavano con la versione borghese, decorosa, insomma veneta del cristianesimo che mi circondava.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 21 maggio 2010


n. 8. (agosto 1996)

da che cosa (mi chiedo) mi cerco che mi scappo, così scappando, galoppando sempre?

pubblicato nella rubrica poesia il 18 maggio 2010


Sull’onda del padre

Certi libri sanno raccontare tutto di sé fin dalla copertina. O dal retro, come è il caso di Pazzo per la tempesta, di Norman Ollestad, appena pubblicato da Einaudi nella traduzione di Luigi Civalleri (18€). L’immagine sulla quarta di copertina è un bianco e nero sgranato che ci proietta nella California di fine anni ’60.

pubblicato nella rubrica libri il 18 maggio 2010


Atti impuri n.1 è arrivato

Forse perché siamo pigri, il miglior segno della meraviglia è l’esagerazione.
Un’esagerazione coltivata a lungo, e che oggi, finalmente, prende corpo.

pubblicato nella rubrica annunci il 9 aprile 2010


Il Medioevo

Il 1954 fu per Giovanni Comisso un anno mirabile, e mirabilissimo l’autunno di quell’anno, ché giusto nell’ultimo trimestre uscirono in sequenza: Approdo in Grecia, esilarante resoconto di un viaggio appena fatto col fido factotum Figallo; Un gatto attraversa la strada, silloge di racconti che avrebbe vinto lo Strega; Mio sodalizio con De Pisis, dall’editor Parise magnificato come il libro migliore del nostro Novecento. Dulcis in fundo, anche il racconto che qui presento in prima integrale risale a quei mesi

pubblicato nella rubrica racconti il 9 aprile 2010


Elezioni regionali o generazionali?

Non ho letto tutti i commenti ai risultati delle recenti elezioni regionali. Perciò non so dire se qualcuno ha già notato un dato che a me pare significativo. Il centrodestra ha quasi ovunque candidato alla presidenza esponenti della nuova generazione politica, il centrosinistra della vecchia.

pubblicato nella rubrica democrazia il 4 aprile 2010


Fai così...

Qui (e qui).

pubblicato nella rubrica libri il 20 febbraio 2010


La spesa

Prendi un solo limone
abbastanza grosso, mezzo filone
di grano duro che si conserva bene,
una vaschetta di petti di pollo

pubblicato nella rubrica poesia il 16 febbraio 2010


A mani basse

Ammettiamolo: sulla scuola questo governo ha vinto a mani basse. Nel giro di due anni, ha fatto tutto quello che voleva fare. Lo scorso anno ha ridotto ai minimi termini la scuola primaria italiana. Quest’anno ha ridotto ai minimi termini la scuola superiore. Non ha fatto nessuna Riforma vera, beninteso. Solo "tagli" travestiti malamente da Riforma. Tagli d’avvero epocali. Di fondi. Di docenti. Di offerta formativa. Di tempo-scuola per alunni e studenti.

pubblicato nella rubrica scuola il 16 febbraio 2010


Chi è l’artista oggi?

Al di là dell’occasione che le hanno suscitate, mi piace riproporre queste riflessioni uscite sul Manifesto di giovedì 28 gennaio.

pubblicato nella rubrica democrazia il 31 gennaio 2010


La rivolta degli uomini

Quale Calabria vogliamo? Quella dei ragazzi del Liceo a cui è stato impedito di esporre lo striscione "Speriamo di poter dire C’era una volta la mafia" oppure quella de "Lo sport più praticato dai giovani di Rosarno è la caccia al nero" raccontata da Marco Rovelli?

pubblicato nella rubrica democrazia il 31 gennaio 2010


La città dove tutto è possibile, anzi, fortissimamente probabile

Grattacieli modernisti e baracche di cartone, concessionarie Ferrari alte quattro piani e canali putrescenti, riveriti monaci buddhisti ed eserciti di prostitute: ecco Bangkok, capitale della Thailandia.

pubblicato nella rubrica a voce il 28 gennaio 2010


La scomparsa dell’alterità

Venerdì 22 gennaio è uscito un mio articolo sulla Stampa, che trovate in fondo a questo post. In risposta ho ricevuto questa bella lettera dell’artista Luca Bertolo.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 23 gennaio 2010


La metropoli più piccola del mondo

Domenica prossima, 24 gennaio, si terranno le primarie per scegliere il candidato di centrosinistra alla carica di sindaco del comune di Venezia.

pubblicato nella rubrica annunci il 20 gennaio 2010


La vita, non il mondo

Qui di seguito riporto i testi del risvolto di copertina e della breve premessa a La vita, non il mondo (157 pagine, 10 euro), edito da Laterza nella collana Contromano, il libreria da oggi.

pubblicato nella rubrica a voce il 14 gennaio 2010


Immigrati, minori e cittadinanza

Per lo Stato italiano non tutti i bambini che nascono in Italia sono italiani. Eppure io sono sempre più convinto che il tema della cittadinanza degli immigrati, in particolare dei minori che nascono in Italia, debba rientrare in quel pacchetto immigrazione di cui da tempo parla lo Stato italiano.

pubblicato nella rubrica democrazia il 14 gennaio 2010


Per sopprimere la scuola pubblica

Per sopprimere la scuola pubblica, dopo aver ottenuto entro fine gennaio il lasciapassare dai palazzi della politica, nel 2010 si passi ad attuare una riforma delle superiori facendo slittare di sessanta giorni il termine per decidere il corso superiore a cui iscriversi.

pubblicato nella rubrica scuola il 4 gennaio 2010


Ci sono nuovi Atti Impuri

Atti impuri, rivista di scritture a cura di Sparajurij, si scrive www.attimpuri.it.

pubblicato nella rubrica locandina il 27 dicembre 2009


Insomma...

Clicca sull’immagine per ingrandirla.

pubblicato nella rubrica annunci il 24 dicembre 2009


Ballammo un’estate soltanto

Ogni sera, prima di dormire,
prego il cielo di svegliarmi già vecchio,
con una vita e dei figli alle spalle,
a cui poter dire con orgoglio
che non sono niente.

pubblicato nella rubrica poesia il 17 dicembre 2009


Il crocifisso e il risorto
pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 6 dicembre 2009


Giuliana Lojodice legge Stabat Mater

Domenica 15 novembre, ore 21
Teatro Giacosa
Ivrea

pubblicato nella rubrica annunci il 13 novembre 2009


Intervista alle parole

Sono un po’ in apprensione. Ho un appuntamento importante, e temo di non essere all’altezza. Non è una diva del cinema, né un uomo politico. Devo fare un’intervista sulla fatica di scrivere. Ci ho pensato molto, e ho capito che non c’è nessun altro che mi può rispondere. Non è una persona, per la verità . Ho chiesto alle parole di farsi intervistare. Sì, farò un’intervista alle parole.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 8 novembre 2009


Appena gira il sole vado via

La mostra dedicata a Edward Hopper, a Palazzo Reale di Milano, ha il merito di liberare il pittore dall’immagine stereotipata. Non è colpa di Hopper se alcuni dei suoi quadri sono diventati materia di merchandising. L’esposizione evidenzia proprio gli aspetti meno conosciuti dell’opera del pittore: l’acquerello, l’incisione, e il legame tra i disegni preparatori ai dipinti.

pubblicato nella rubrica arte il 8 novembre 2009


Vitaliano Trevisan e Tiziano Scarpa al Teatro i

Teatro i inaugura la stagione 09_10 IDOLI con un doppio evento che vede protagonisti Vitaliano Trevisan e Tiziano Scarpa. Da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli, Teatro i vi aspetta per offrirvi un aperitivo e brindare all’inaugurazione della nuova stagione.

pubblicato nella rubrica teatro il 23 ottobre 2009


Il testo della Musica Nascosta

Qui.

pubblicato nella rubrica annunci il 26 settembre 2009


La musica nascosta

Radio Tre Rai
sabato 26 settembre 2009
ore 23

La musica nascosta
testo di Tiziano Scarpa
musica di Michele Tadini
voce di Claudio Bisio
Prix Italia 2008

pubblicato nella rubrica annunci il 26 settembre 2009


Due prime assolute

QdA festival "Quartieri dell’Arte"

Caprarola (VT), Scuderie del Palazzo Farnese
29 e 30 settembre 2009
ore 21.00

pubblicato nella rubrica teatro il 25 settembre 2009


Fare shopping a New York

Era un evento previsto e atteso, e si è verificato lo scorso anno: il numero delle persone che vivono nei centri urbani ha superato quello delle persone che vivono nelle aree rurali (parola che ha un brutto suono, ma che in realtà è sinonimo di campagna, montagna, collina, costa...).

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 25 settembre 2009


Dio, patria, famiglia, realtà

Dopo il ritratto di Gelmini come un San Sebastiano trafitto dalle polemiche firmato da Galli Della Loggia, ieri dal Corriere della Sera arrivano le parole di stima al ministro attraverso la penna di Aldo Cazzullo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 settembre 2009


Quando la madre non c’è

All’inizio di maggio mi ha contattato su Facebook una bella signora bionda. Mi ha detto di far parte di un’associazione che si chiama Astro Nascente, e mi ha invitato a Napoli a presentare il mio romanzo Stabat Mater. Per me era un periodo fitto, ma lei mi ha convinto raccontandomi una storia.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 20 luglio 2009


Bocciare, bocciare, bocciare

Lo dico subito: per me bocciare un ragazzino – che è ancora all’interno di un processo di apprendimento – è come sparare sulla Croce Rossa. È un autogol. È come dichiarare che si è fallito. Figurarsi cosa posso pensare di chi è felice se i bocciati aumentano perché così ci sarebbe più rigore! C’è niente di più misero? Eppure da un po’ di tempo, anche a scuola, il vento è cambiato.

pubblicato nella rubrica scuola il 16 luglio 2009


Smetto di scrivere

La direttrice della rivista ANIMAls, Laura Scarpa (non siamo parenti) mi ha fatto una sorpresa. Non mi ha detto da chi avrebbe fatto illustrare il mio racconto inedito "Punto-stella".

pubblicato nella rubrica annunci il 16 luglio 2009


Bucato, pioggia, cantiere

C’erano cose poco importanti
il bucato ad esempio
dimenticato a lungo sul balcone

pubblicato nella rubrica poesia il 26 giugno 2009


Dentro il sogno del padrone

Vi voglio raccontare una cosa che mi è successa. E un’altra che è successa a Silvio Berlusconi. In tutti e due i casi, si tratta della stessa cosa.

pubblicato nella rubrica teatro il 23 giugno 2009


Il Gatto con gli stivali di Fabio Visintin e Angela Carter

Questa è la mia postfazione al graphic novel di Fabio Visintin, Vita, amori, avventure veneziane di messer Gatto con gli stivali, tratto da una commedia radiofonica di Angela Carter. Nella sezione Biblioteca è possibile leggerne un estratto. Alle ore 18 di martedì 9 giugno, nella libreria Feltrinelli di Mestre, presenterò il libro insieme all’autore.

pubblicato nella rubrica racconti il 9 giugno 2009


Non si può più fare a meno di nominare il bene

Incontro con Mariangela Gualtieri
Letture poetiche a partire da "Paesaggio con fratello rotto"
VENEZIA, mercoledì 27 maggio h. 17.30

Teatro Universitario Giovanni Poli
Dorsoduro 2137 (Santa Marta, interno Facoltà Scienze M.F.N.)

Ingresso libero

pubblicato nella rubrica annunci il 26 maggio 2009


L’inseguitore a Venezia e a Padova

Venezia, Teatro Goldoni
venerdì 22 e sabato 23 maggio

Padova, Teatro Verdi
martedì 26 e mercoledì 27 maggio

ore 20.30

pubblicato nella rubrica teatro il 19 maggio 2009


Unità di risveglio

Il 28 maggio 2005, a seguito di un banale cateterismo tubarico all’orecchio sinistro, sarebbe a dire un’insufflazione, sono finita in coma. […] Quel sabato mattina (era una tiepida giornata primaverile) partii in auto da Milano insieme a mia figlia, che aveva allora nove anni; saremmo dovute rientrare l’indomani, dopo una serata in riviera coi nonni... Certo non potevo immaginare che avrei rivisto casa mia solo l’autunno seguente, e Paolo e Matteo dopo mesi...

pubblicato nella rubrica poesia il 29 aprile 2009


Viaggiare lentamente

Londra, dicembre, 1933. Armato di uno zaino, un patrimonio di conoscenze letterarie e parecchia incoscienza, lo studente appena diciottenne Patrick Leigh Fermor parte per un viaggio indimenticabile: la traversata dell’Europa a piedi. Destinazione: Instanbul. La meta esotica per eccellenza in quegli anni, cantata, tra le altre, anche dall’opera di Robert Byron.

pubblicato nella rubrica libri il 28 aprile 2009


Resistenza

Se a fine ’56 in Ungheria si mossero i carri sovietici, a fine ’57 in Italia li imitarono i carristi ideologici; solo che lì il bersaglio era lato e vago, qui puntiforme e rispondente al nome di Giulio Preti. Ovviamente era un nemico interno, e perciò benissimo localizzato: iscritto al Pci verso la fine della guerra, ne era uscito infatti nel ’46 per due bocconi che non riuscì a ingoiare: l’amnistia ai fascisti e il concordato ai preti (nomen ≠ omen)…

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 aprile 2009


L’asilo infantile delle creature di mare

Oggi, domenica 19 aprile, si svolge la "Giornata Oasi Wwf 2009", con l’apertura gratuita delle aree naturali gestite dall’Associazione in tutta Italia. Qualche giorno fa ho visitato l’oasi lagunare di Valle Averto e ho scritto questo breve reportage per il "Corriere della sera" Per sostenere le oasi Wwf, si possono donare 2 euro mandando un sms al 48544.

pubblicato nella rubrica a voce il 19 aprile 2009


Certi giorni sono peggiori di altri giorni

Ho una memoria guasta, sbagliata. Chi a suo tempo si è occupato di confezionare la scatola nera del mio cervello deve aver dimenticato – per noia, per distrazione, o addirittura (ma è solo un malizioso sospetto) per scherzo, qualche passaggio essenziale, qualche rotella indispensabile perché il meccanismo funzionasse a dovere.

pubblicato nella rubrica libri il 16 aprile 2009


Le classifiche di qualità: una risposta

Ci fa piacere che il progetto delle classifiche di pordenonegge-Dedalus abbia suscitato un dibattito così ampio. Ringraziamo tutti coloro che sono intervenuti, sia quelli che hanno espresso giudizi favorevoli, sia quelli che hanno formulato critiche severe. Vorremmo cominciare rispondendo alle obiezioni radicali per poi arrivare alle obiezioni costruttive.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 15 aprile 2009


Classifiche all’italiana #2

La televisione, la radio, la carta stampata si reggono sulla pubblicità. Ciò che si guadagna ospitando i messaggi pubblicitari basta a tenere in piedi grandi strutture di produzione come gli studi televisivi, le redazioni, la distribuzione.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 9 aprile 2009


Il rondone

Andando su Alleo e cliccando su "Village voice – Audio", si sente Eugenio Montale che legge Il rondone sulla musica della Banda Osiris (dall’album Banda.25). Così, giusto per inaugurare la primavera.

pubblicato nella rubrica poesia il 1 aprile 2009


Pinocchio da Collodi a Rodari

La Bottega dell’Elefante
in collaborazione con il dipartimento di italianistica dell’Università di Bologna, l’associazione ADI-SD, la rivista Griselda on line, il patrocinio del Comune di Bologna e il contributo di Fondazione Carisbo
invita al ciclo di quattro incontri:

pubblicato nella rubrica annunci il 1 aprile 2009


Il fotografo #4

(4 - fine)

pubblicato nella rubrica racconti il 31 marzo 2009


Il fotografo #3

(3 - continua)

pubblicato nella rubrica racconti il 30 marzo 2009


Wu Ming / Tiziano Scarpa: Face Off (3a e ultima parte)

Ocio, ché arriva un capoverso tosto.

C’è un limite oltre il quale non si spingono nemmeno i più convinti decostruzionisti, neo-pragmatisti e fautori dell’interpretazione libera. O meglio, c’è una direzione che nemmeno secondo loro andrebbe mai presa.

pubblicato nella rubrica in teoria il 29 marzo 2009


Il fotografo #2

(2 - continua)

pubblicato nella rubrica racconti il 29 marzo 2009


La politica al tempo dell’autismo corale

È difficile per uno che fa o prova a fare letteratura vivere in un piccolo paese del sud. È ancora più difficile proporsi come amministratore nel proprio paese. Lo scrittore appare inaffidabile, lontano dalla concretezza delle cose. E la politica ormai è confusa con la semplice amministrazione. Per fare il sindaco più che le idee serve la cravatta. Poi gli incravattati si lamentano che la gente non partecipa ai consigli comunali. Delle cento persone in lista, alla fine nei paesi rimangono sempre i soliti cinque o sei a fare quel che sanno fare.

pubblicato nella rubrica democrazia il 29 marzo 2009


Il fotografo

Questa è la prima tavola.
(1-continua)

pubblicato nella rubrica racconti il 29 marzo 2009


Nudità a Venezia

Venezia, Caffè Ateneo di Ca’ Foscari, 26 marzo 2009

Giovedì 26 marzo alle ore 18 presso il Caffè Ateneo di Ca’ Foscari, lo scrittore Tiziano Scarpa presenterà Nudità , l’ultimo libro di Giorgio Agamben, docente all’Università Ca’ Foscari di Venezia e uno dei più importanti filosofi italiani contemporanei. L’incontro è promosso dalla Libreria Editrice Cafoscarina e da Ca’ Foscari Formazione e Ricerca.

pubblicato nella rubrica annunci il 25 marzo 2009


Mattinata a Candela

È una bellissima giornata di sole, la prima. Il freddo livido di ieri è venuto via come carta da parati, adesso c’è il muro della primavera, le montagne russe dell’umore. Devo andare a Candela, invitato a parlare ai ragazzi di un istituto tecnico-commerciale.

pubblicato nella rubrica a voce il 25 marzo 2009


Il poeta e il coro del silenzio

La poesia è assoluta e inospitale. Non c’è posto per la voce, né per il poeta, che viene sfrattato dalla sua stessa poesia. Il lettore di poesia, con l’atto stesso della sua lettura, è come se dicesse: "Tu, poeta, non c’entri. No, non c’entri nemmeno con le tue poesie. Sta’ zitto: faccio da solo. Leggo da solo. Va’ via. Lasciami solo con la poesia. Non mi importa se l’hai scritta tu. Me la leggo da me." È un atteggiamento legittimo, un’estetica della lettura, una concezione della poesia che anch’io pratico, come lettore silenzioso e solitario delle poesie altrui.

pubblicato nella rubrica poesia il 24 marzo 2009


3 Words

La parola come soggetto artistico: è questo il tema della mostra a tre voci 3 Words, ospitata presso la galleria Emme Otto di Roma fino al 6 aprile. Tre gli artisti protagonisti: Nicola Di Caprio, Bartolomeo Migliore e Spider, che all’anagrafe fa Daniele Melani.

pubblicato nella rubrica arte il 24 marzo 2009


Wu Ming / Tiziano Scarpa: Face Off (2a parte)

La via scelta da Tiziano Scarpa è quella della presenza-esibizione (il contrario dell’inibizione). L’autore è l’uomo nudo sotto l’impermeabile, figura "gloriosa e tragica", quello che all’uscita della scuola si mette di fronte a mia figlia e, zap!, le mostra il corpo sessuato. L’esibizionista deve esporsi, esporsi anche al rischio (molto concreto) di mazzate da parte mia.

pubblicato nella rubrica in teoria il 23 marzo 2009


Dubbi nell’alba

È la famosa stella del mattino
rimasta accesa lassù, a confidarmi
che sì, c’è stata, la notte, che ha portato
a termine il lavoro, e con coscienza?

pubblicato nella rubrica poesia il 18 marzo 2009


Wu Ming / Tiziano Scarpa: Face Off (1a parte)

Ringrazio Tiziano Scarpa per il suo intervento su New Italian Epic, anni Novanta e parresìa. È un testo ponderato, argomentato, non banale, pungolante. Una mosca bianca, tra le prese di posizione critiche sull’argomento. Mosca bianca che sfugge alle tele di ragno.

pubblicato nella rubrica in teoria il 16 marzo 2009


L’ultima casa: il testo integrale

Nella sezione Biblioteca, il testo integrale de L’ultima casa, la mia commedia in due atti e un intermezzo in scena dal 17 al 22 marzo al Teatro Gobetti di Torino.

pubblicato nella rubrica teatro il 15 marzo 2009


L’ultima casa a Torino

Da martedì 17 marzo a domenica 22 marzo 2009 al Teatro Gobetti di Torino. inizio spettacolo ore 20.45 - domenica ore 15.30

La compagnia Pantakin presenta L’ultima casa di Tiziano Scarpa Regia Michele Modesto Casarin

pubblicato nella rubrica annunci il 15 marzo 2009


Lu pepestrello in video

A Parla con me, il programma condotto da Serena Dandini, un estratto dalla puntata del 4 marzo con un dialogo su Stabat Mater e la lettura di una pagina da Groppi d’amore nella scuraglia, poi ripresa anche su Blob

pubblicato nella rubrica annunci il 12 marzo 2009


Ritratto di un malato che ci vuole curare

Attendevo con ansia l’uscita del libro di Marco Belpoliti sul corpo di Berlusconi e l’attesa non è stata delusa. Ma se all’inizio ho letto con voracità e piacere, man mano che andavo avanti il piacere mi è stato guastato dal pensiero che i politici capiranno ben poco di questo libro.

pubblicato nella rubrica democrazia il 12 marzo 2009


Superwoobinda a Napoli

dal 12 al 22 marzo 2009
Napoli - Ridotto del Teatro Mercadante

"Quando scrissi Superwoobinda, alcuni anni fa, volevo delineare una generazione priva di futuro. Il futuro, purtroppo, è arrivato". Aldo Nove

pubblicato nella rubrica annunci il 12 marzo 2009


Parresia, cura del sé, moltitudine. Un punto di vista sul New Italian Epic

Nell’articolo L’epica popular, gli anni Novanta, la parresìa, Tiziano Scarpa esprime le sue perplessità sul New Italian Epic, articolandole in vari punti. Mi interessa riprendere la sua osservazione sulla parresìa di Gomorra, caratteristica che lo separerebbe dalle opere della nebulosa NIE - e da qui provare a fare un altro tipo di discorso.

pubblicato nella rubrica in teoria il 9 marzo 2009


Scrittori per un anno

La trasmissione è visibile qui.

pubblicato nella rubrica annunci il 3 marzo 2009


L’epica-popular, gli anni Novanta, la parresìa

Nei suoi tre saggi contenuti in New Italian Epic, Wu Ming 1 dice alcune cose che trovo condivisibili. Prima di lui, parecchie delle stesse cose le hanno dette Carla Benedetti in Pasolini contro Calvino e L’ombra lunga dell’autore e Il tradimento dei critici e in vari interventi, Alberto Casadei in Romanzi di Finisterre, Valerio Evangelisti in Alla periferia di Alphaville e Distruggere Alphaville e in vari interventi, Tommaso Labranca in Andy Warhol era un coatto, Antonio Moresco in Lettere a Nessuno e Il vulcano e L’invasione e in vari interventi, per non parlare di altre scrittrici e scrittori stranieri nelle loro riflessioni sulla letteratura.

pubblicato nella rubrica in teoria il 2 marzo 2009


Manuale d’Algeria

Afid rompe le regole col gomito
alzandolo oltre il limite
scolandosi l’ennesimo bicchiere
penultimo a suo dire
come se non bastasse la sua bocca
inspira e espira un certo non so quid.

pubblicato nella rubrica poesia il 1 marzo 2009


Il presente inattuale

La scena è un gigantesco giradischi, di quelli degli anni Settanta, con i puntolini metallici sul bordo che servivano a controllare che la velocità di giri al minuto fosse quella giusta, passando accanto a una lucina rossa dovevano sembrare fermi.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 1 marzo 2009


Argomenti per l’inferno

L’esordio narrativo di Ade Zeno non promette un mondo di buoni. E non promette che non sia il nulla a dannare il mondo da un momento all’altro. Del resto, e preventivamente, un altro mondo lo consegna al lettore. Lo coltiva in ogni pagina con la stessa rabbia e la stessa grazia di un cane randagio che si offre alla luna.

pubblicato nella rubrica libri il 25 febbraio 2009


Lagopesole

Oggi ancora Lucania. Vado a rivedere il castello di Lagopesole. Ci arrivo da una strada con poche curve, una strada tracciata dopo il terremoto nella valle di Vitalba con l’idea che qui ci sarebbe stato un grande sviluppo industriale. Oggi c’è un po’ di sole, ma non c’è la bella luce di febbraio.

pubblicato nella rubrica a voce il 15 febbraio 2009


L’Onda primaria ha perso?

Quello che ben pochi media sono riusciti a far capire all’opinione pubblica riguardo la Riformaccia della Scuola Gelmini-Tremonti è la grandezza epocale dei tagli al personale. Il piano programmatico di attuazione dell’art. 64 della legge 133/08, prevede tagli di organico per oltre 130.000 posti. Solo nel prossimo anno scolastico (2009/10) i tagli saranno oltre 67.000 (tra docenti e ATA), in ogni ordine di scuola.

pubblicato nella rubrica scuola il 2 febbraio 2009


Stabat Mater a Padova

Padova
Teatro delle Maddalene
Venerdì 23 gennaio, ore 21

pubblicato nella rubrica annunci il 23 gennaio 2009


San Fele

Gennaio sul confine tra Irpinia e Lucania. Sulla strada poche macchine, nel cielo molte nuvole, ma sono senza piogge, nuvole vuote, striature di grigio in un cielo sbiadito. La meta di oggi è San Fele. Ho voglia di conoscere Assunta Finiguerra, una poetessa che scrive nel dialetto del paese. Intanto guardo il paesaggio rotto dell’inverno. Montagne d’argilla che fra poco inizieranno a franare, alberi avviliti.

pubblicato nella rubrica a voce il 23 gennaio 2009


La strategia dell’Onda

All’inizio il governo si poneva contro l’Onda anomala frontalmente, tacciando come minoranza estremista ogni forma di protesta, poi la strategia è cambiata. Gelmini si dichiara pronta al dialogo, solo per finta, in realtà continua tranquillamente per la propria strada segnata l’estate scorsa da Tremonti: quella dell’impoverimento della scuola pubblica e dell’università italiana.

pubblicato nella rubrica scuola il 14 gennaio 2009


Giavazzi, Gelmini e il Corriere

Chi è Francesco Gavazzi? Un attimo di pazienza e adesso ve lo spiego. Andiamo con ordine. Dunque, il 15 dicembre 2008 si è svolta nell’Aula della Camera la discussione sulle linee generali del disegno di legge S. 1197 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180, recante disposizioni urgenti per il diritto allo studio, la valorizzazione del merito e la qualità.

pubblicato nella rubrica scuola il 7 gennaio 2009


Interno.

Cuciniamo alla griglia pezzetti di mucca scottona. Sono poliedri irregolari, cubi storti. All’interno di ognuno c’è una polpa ancora cruda, rosso cupa. "Meno teneri del solito", dice lei, masticandoli. "Forse per via di…"

pubblicato nella rubrica dal vivo il 7 gennaio 2009


Aridaje su Facebook

Segnalo questo importante intervento di Piero Vereni. Prendendo spunto da Facebook, parla di Pierre Bourdieu e distinzione sociale, controllo della propria immagine, uso politico dei mezzi di comunicazione (citando i casi egiziani e birmani di mobilitazione del dissenso tramite fb), antropologia dei media e tante altre cose. [T.S.]

pubblicato nella rubrica dal vivo il 7 gennaio 2009


Basta con la storia pulp della fuga dei cervelli

L’articolo sulla "Fuga dei cervelli" fa ormai parte di un genere letterario delle terze pagine dei giornali nazionali. E’ un articolo che va bene per tutte le stagioni. Io, ormai, quando leggo ’sti articoli mi immagino proprio questa massa cerebrale spappolata che corre via su millepiedi. Diciamo la verità: gli articoli sulla "Fuga dei cervelli" hanno rotto.

pubblicato nella rubrica scuola il 5 gennaio 2009


Ricordo.

L’anno nuovo è arrivato dal cielo. Verso mezzanotte hanno cominciato a cadere ali d’insetto, cialde bianche. L’anno vecchio è stato sbianchettato. Come un nuovo anello d’albero intorno alla curvatura della terra, o un livello superiore nella stratigrafia geologica.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 gennaio 2009


Il regalo più bello

Non mi viene in mente cosa più bella che io possa regalare qui (grazie a Anna che me l’ha fatta conoscere).

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 24 dicembre 2008


Osservatorio.

Salgo sul Bastione di Saint Remy, guardo Cagliari dall’alto. La forma urbis si dispiega sotto i miei occhi. Vedo il porto, a destra, e a sinistra il monte Urpinu, lo stagno di Molentargius. È la prima volta che passo di qui, non sapevo che Cagliari avesse un osservatorio dentro di sé, da cui si capisce com’è fatta.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 dicembre 2008


Ho Ho Ho!

Ho Ho Ho, di Massimo Giacon.

pubblicato nella rubrica arte il 23 dicembre 2008


La vita erotica dei superuomini

Era quasi destino che un libro come La vita erotica dei superuomini di Marco Mancassola (Rizzoli editore, pagg. 574, € 21.50) uscisse, nel nostro paese, negli stessi giorni un cui in America si consumava la spettacolare vittoria di Barak Obama.

pubblicato nella rubrica libri il 18 dicembre 2008


Diventare.

Alla mostra Italics a Palazzo Grassi, mi soffermo per molto tempo davanti a Essere fiume, 4, di Giuseppe Penone. Sono due pietre grigie: due massi oblunghi, apparentemente identici, tranne le venature bianche disposte diversamente in ciascuno.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 dicembre 2008


Vanità.

Ricevo un messaggino, ci sono molti refusi, forse il mio amico usa quei sistemi di digitazione che riconoscono le prime lettere di una parola e la completano automaticamente. Mi scrive che il convegno è andato benissimo, c’era anche S. che "ha letto i puoi testi" ed è stato interrotto dagli applausi. Puoi? Evidentemente intendeva tuoi.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 10 dicembre 2008


Scrittori.

In uno dei tondi della cappella Barbadori-Capponi, nella chiesa di Santa Felicita a Firenze, Bronzino ha raffigurato Matteo, giovane scrittore seminudo, le labbra sensualmente dischiuse. Mette in mostra il suo corpo erogatore di alfabeto: scrittura e nudità, il massimo dell’impasto erotico.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 9 dicembre 2008


Non moriremo veline e tronisti

Alla Gelmini interessa la maggioranza dell’Opinione Pubblica. Come incantarla? Parlando in continuazione di eccellenza e di meritocrazia. Come fossero parole magiche. È il suo modo per giustificare e organizzare quel processo di dequalificazione dei saperi programmati dalla sua Riforma.

pubblicato nella rubrica scuola il 9 dicembre 2008


La lingua presa alla lettera

C’era una volta…
– Uno scrittore di fiabe! – diranno subito i miei piccoli lettori.
No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta la lingua italiana, con tutti i suoi modi di dire. Non erano modi di dire altisonanti, ma espressioni semplici, proverbi modesti, di quelli che si mettono nelle frasi di tutti i giorni per ravvivare il discorso e colorire la conversazione.

pubblicato nella rubrica libri il 8 dicembre 2008


Intervista a Richard Price

58 anni, autore di duri romanzi urbani, sulla cresta dell’onda grazie al successo mondiale di La vita facile (Giano Editore, 19€), Richard Price è uno dei pezzi da novanta del noir americano contemporaneo.

pubblicato nella rubrica a voce il 8 dicembre 2008


Teologia.

Nella Deposizione di Pontormo, a Santa Felicita, ogni ambientazione è abolita. Quasi tutti gli altri pittori calano il corpo di Cristo dalla croce. Così facendo mostrano lo sfondo teologico della scena: l’incursione terrestre di Dio sembra fallita, ma gli stessi protagonisti non sanno ancora che l’attrezzo di quella sconfitta, la croce, diventerà il segno della riuscita.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 7 dicembre 2008


Apostrofo.

Concerto di Helmut Lachenmann. Gli archi emettono, anzi, immettono in sé stessi dei risucchi, come se il suono non uscisse dagli strumenti ma vi ripiovesse dentro. Ostinazione a usare strumenti che furono escogitati secoli fa per tutt’altri scopi, per tutt’altri suoni. Sistematico pervertimento esecutivo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 5 dicembre 2008


Io, bannato 3 volte da facebook

Nello sterminato paese delle faccine del libro universale non si può sgarrare, ma il peggio è che le regole per comportarsi bene non le sa nessuno. E dunque è tutto un brulichio tumorale di identità vere o fittizie che dal nostro computer si riversano davanti ai nostri occhi, talvolta nei cuori, senza alcun criterio, senza nessuna regola chiara.

pubblicato nella rubrica a voce il 4 dicembre 2008


Lettere a nessuno e Stabat Mater a Fahrenheit

Questa settimana sul sito di Fahrenheit si può scaricare e ascoltare la rubrica Il libro del giorno, con l’intervento di Antonio Moresco su Lettere a nessuno e di Tiziano Scarpa su Stabat Mater, intervistati da Marino Sinibaldi.

pubblicato nella rubrica annunci il 4 dicembre 2008


Abusi.

Gita a Lucca. Bisognerebbe citarla sempre come controesempio quando si teme che il procedere della Storia snaturi i valori culturali, e la perdita significhi per forza scadimento, degrado, barbarie. Lucca ha alcuni splendidi abusi edilizi, o usi distorti dell’architettura e dell’urbanistica.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 4 dicembre 2008


Presente.

A Santa Maria Novella non ricordavo la fascia alla base che fa parte della Trinità di Masaccio: vi è affrescato un sarcofago, sul coperchio è adagiato uno scheletro, cosicché l’immagine che lo sovrasta – con i devoti, la Madonna e san Giovanni, Cristo in croce, Dio Padre e la colomba dello Spirito – risulta essere il sogno di un morto.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 dicembre 2008


Numeri e parole

L’unica cosa sicura della Riformaccia Gelmini è che al termine del primo quadrimestre i genitori si vedranno consegnare la scheda di valutazione dei loro figli con i voti numerici invece dei giudizi discorsivi. Sono contrario ai voti, ma mi adeguerò.

pubblicato nella rubrica scuola il 30 novembre 2008


Se la destra cita Gramsci

"E ora che abbiamo perso, ci vuole Gramsci".
No, non sono le parole del compagno Paolo Ferrero dal palco del congresso nazionale di Rifondazione comunista, né si tratta di un intervento di Fausto Bertinotti dalle pagine di "Liberazione" a seguito della disfatta elettorale del 13 e 14 aprile 2008.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 30 novembre 2008


Teatro.

Sono al buio, su una gradinata di fronte alla scena. L’attrice sussurra, si contorce impercettibilmente. Il teatro è così gracile, basta niente a sciuparlo. Crivellato da colpi di tosse. La cartina di una caramella, minuscola, fragorosa. Scricchiolii della gradinata ogni volta che i deretani si assestano, spostando il peso da un gluteo all’altro.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 30 novembre 2008


Il G8 della polizia “cilena”

Quasi trent’anni dopo Treno di panna di Andrea De Carlo con Cosa cambia Roberto Ferrucci (Marsilio), appena più giovane, riafferma una modalità ipervisiva di approccio alla realtà: dilatazione dei dettagli e insieme effetto distanziante di un cineocchio incollato alle cose.

pubblicato nella rubrica libri il 29 novembre 2008


La scoperta del tempo

Questa storia dura tre minuti, anche se ci mette qualche giorno a succedere tutta. Comincia nella stanza di una bambina. La luce è già spenta quando Michela si accorge che le dà fastidio deglutire. A sei anni ha già una certa esperienza di malattie.

pubblicato nella rubrica racconti il 28 novembre 2008


Lezione.

Saliamo sui ponteggi di metallo allestiti nelle due chiese di Parma per vedere le cupole affrescate da Correggio. La più grande lezione la ricevo dai vegetali dipinti nelle commessure delle pietre. Il sepolcro della Vergine assunta in cielo è una fascia che circonda la base della cupola.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 27 novembre 2008


Punk anni Ottanta

Gli anni ’80 in Italia sono stati la prima decade vissuta dalla società mediatizzata e quindi l’unica ad essere stata raccontata – nel suo farsi – da una classe politica e giornalistica ferma alle contrapposizioni del decennio precedente, completamente diverso.

pubblicato nella rubrica libri il 27 novembre 2008


Bilancio e emergenza: se pensate chel’istruzione sia costosa...

Crolla una scuola. Muore uno studente di diciassette anni. Gelmini ne prende atto e dice: "Da una parte ci sono diecimila edifici scolastici non sicuri, dall’altra un bilancio dell’istruzione di 43 miliardi assorbito al 97% dalla spesa corrente, in buona parte stipendi". Dunque?

pubblicato nella rubrica scuola il 27 novembre 2008


Scopa.

L’ultima stanza della mostra dedicata a Correggio mette insieme tre incontri fra divino e umano: Giove e Danae, Io, Ganimede. Due accoppiamenti e un rapimento. Il dio si trasforma in oro che piove, nuvola, aquila. La prima constatazione è che gli dèi non hanno coraggio di essere sé stessi, soprattutto quando seducono, stuprano, rapiscono.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 25 novembre 2008


Il vocabolario di Piero Vereni

Questa settimana, da lunedì 24 a venerdì 28 novembre, Piero Vereni terrà la rubrica "Vocabolario" del programma radiofonico di Radio3 Fahrenheit.

pubblicato nella rubrica annunci il 24 novembre 2008


Nero.

Notti fa mi sono disteso sulla schiena. Una donna nuda si è messa a cavalcioni su di me. Le stavano intorno due o tre ostetriche. Ha partorito una bambina sulla mia pancia. Come primo gesto, la neonata ha afferrato i miei testicoli.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 novembre 2008


Credere obbedire combattere

Se il Governo e il suo ministro all’Istruzione Gelmini dicessero che in periodo di crisi economica è necessario tagliare bilancio e personale alla scuola e all’università, certamente tanti italiani avrebbero protestato. Ma non così tanti. E non in modo così determinato.

pubblicato nella rubrica scuola il 23 novembre 2008


Pettegolezzi

"Toglimi le mani di dosso."
"Tu mi vuoi rovinare!"
"Io? Che ho fatto?!"
"Vai a dire in giro che se a gennaio espongo al museo di Summalonga è perché sono andato a letto con Frenzonetti…"
"Ah ah! E mi vorresti menare per questo?"

pubblicato nella rubrica racconti il 23 novembre 2008


Il crollo

Il governo, in questi mesi, ha cercato di spiegarci in ogni modo che è necessario risparmiare partendo proprio da scuola e università. Ha continuato a andare avanti con la sua linea nonostante la protesta di tanti. Ma ci sono fatti, spesso drammatici come quello accaduto ieri, che parlano una lingua diversa e spiegano la verità più di tanti giri di parole. Dopo la morte di Vito ogni italiano ha capito come tagliare sulla scuola non significa, infatti, tagliare solo il futuro dei nostri figli, ma mettere in pericolo anche il loro presente.

pubblicato nella rubrica scuola il 23 novembre 2008


Bravo.

In metropolitana il vecchio fisarmonicista vestito da montanaro suona una musica tutta disciolta, la cadenza è sfuocata, non riesce a tenere il ritmo, in piedi, nel vagone che accelera e frena. Alla fine passa a prendere le offerte. Ha un modo sorprendente di ricevere il denaro: non dice “grazie” ma “bravo”.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 19 novembre 2008


Inferno.

Al mercato dei libri antichi e usati di Istanbul ho comprato a poco prezzo una miniatura. Il venditore non ha insistito più di tanto nell’assicurarmi che è autentica. A me interessava l’immagine; che sia vecchia o dipinta ieri, non ha importanza. C’è un molare, con le radici estirpate.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 novembre 2008


Serafini.

Dentro Hagia Sophia ho conosciuto una nuova specie di esseri: i serafini. Ce ne sono quattro, in giganteschi mosaici sui triangoli concavi alla base della cupola, in alto. Non ne so molto di teologia, ma mi pare di ricordare che esistono vari livelli di perfezione anche negli angeli.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 10 novembre 2008


Meritocrazia e formazione

Le parole sono cavalli. Si cavalcano. Prendiamo la parola meritocrazia: a destra e a sinistra, quando si parla di pubblico impiego, oggi, in Italia, non c’è parola più alla moda. Non c’è politico italiano che non si riempia la bocca di questa parola. Non ne possiamo più. Anche quando si parla di scuola.

pubblicato nella rubrica scuola il 10 novembre 2008


Due volte la mia morte

Penso sempre alla morte, ci penso ogni giorno, ci scrivo ogni giorno intorno alla morte. Confesso che non ho mai pensato con molta attenzione alla questione del dare disposizioni su come vorrei essere trattato in caso di malattia che mi sottrae la coscienza che sto per morire.

pubblicato nella rubrica testamento biologico il 10 novembre 2008


“Il falso e il vero” a Napoli

In occasione delle rappresentazioni
de L’inseguitore
lo spettacolo in scena fino al 9 novembre

pubblicato nella rubrica annunci il 5 novembre 2008


Stabat Mater a Milano

Mercoledì 5 novembre, 18.30
Libreria Feltrinelli
piazza Piemonte
Milano

pubblicato nella rubrica annunci il 4 novembre 2008


Intimidazioni e dignità

Le spranghe tricolori portate da un camioncino bianco fino a piazza Navona. Come è arrivato lì quel camioncino? Perché la polizia l’ha fatto passare? Perché è intervenuta in ritardo per "bloccare" gli squadristi? Perché mettere in scena in parlamento la teoria dei due camioncini di destra e di sinistra (dei Cobas scuola) senza sottolineare che il primo aveva il permesso della prefettura di Roma e il secondo no? Esistono due pesi e due misure?

pubblicato nella rubrica scuola il 4 novembre 2008


Lettera a W

Caro Walter, non ci conosciamo ma ti ho visto – non in video, dal vivo – sei mesi fa alle "Invasioni barbariche". Tu eri in piena campagna elettorale. Io parlavo di burn out. Hai raccontato di tutti gli italiani che incontravi in quel periodo. Poi Daria ti ha chiesto quale dei piatti tipici delle varie regioni d’Italia preferivi. Io avrei risposto cappelletti o tortelli di zucca. Tu non hai risposto.

pubblicato nella rubrica scuola il 1 novembre 2008


Religione.

Hagia Sophia è l’incubo avverato dei fondamentalisti occidentali. Una cattedrale cristiana islamizzata. E non una qualunque, ma l’orgoglio del cristianesimo. Sfarzosissima, dai loggiati maestosi, per mille anni fu la chiesa più grande al mondo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 31 ottobre 2008


Testamento biologico / Scaricabarile

Ieri pensavo una cosa. Mi pare che sia molto enfatizzato, nelle discussioni che leggo e sento attorno alla questione, un solo aspetto: il rispetto della volontà espressa dalla persona (sia a voce, sia con un testamento, sia con dichiarazioni informali testimoniate da parenti e amici). Certo: a questa enfatizzazione, invitando a scrivere e pubblicare testamenti biologici, ho contribuito anch’io.

pubblicato nella rubrica testamento biologico il 31 ottobre 2008


Allappa.

In questi giorni di ottobre Istanbul trabocca di melagrane, sui banchi per le strade ne sono esposti quintali. I baristi tagliano via una calotta dalla scorza cartonata, schiacciano il frutto dentro un aggeggio di metallo, afferrano una leva e la tirano a sé premendo poi con forza verso il basso.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 30 ottobre 2008


Sciopero, scuola e doposcuola

Il successo dello sciopero del mondo della scuola italiana non sorprende. Questo è solo l’inizio! è uno degli slogan più gridati. In effetti, nonostante il nuovo anno scolastico sia incominciato da appena qualche mese, la sensazione è che sarà lungo. La vera partita inizia ora. Mai come oggi studenti e docenti e semplici cittadini possono rendersi conto di come i diritti conquistati per sé e per i propri figli in tempi ormai remoti, se non sono strenuamente difesi, semplicemente ti vengono tolti.

pubblicato nella rubrica scuola il 30 ottobre 2008


Le orfane di Vivaldi a Venezia

martedì 28 ottobre, ore 17.30
Caffé Ateneo - Ca’ Foscari
Dorsoduro, 3246 - 30123 Venezia

La Libreria Cafoscarina, Ca’ Foscari Formazione e Ricerca Srl e Caffè Ateneo di Autogrill presentano Stabat Mater, il nuovo libro di Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 28 ottobre 2008


Stabat Mater

Senz’altro, il Vivaldi che tutti conoscono è come un mattino che si spalanca. Ma in lui c’è anche tanto buio. Il lutto per un dolore immedicabile, un’amarezza sconsolata. Mi fa pensare a qualcuno che canta di fronte al cadavere della persona amata, per non impazzire.

pubblicato nella rubrica a voce il 27 ottobre 2008


Leonetti a sette code

Giovedì 30 ottobre, dalle ore 19.00
Fondazione Pomodoro, via Solari 35

Aldo Nove, Arnaldo Pomodoro, Nanni Balestrini,
Marina Spada, collettivo Sparajurij

in una grande serata con video e reading
festeggiano

FRANCESCO LEONETTI

pubblicato nella rubrica annunci il 27 ottobre 2008


L’inseguitore per due settimane in scena a Napoli

Il protagonista di questo dramma, il signor Aloisio, si rivela soltanto alla fine. Come il giovane Nic, anche gli spettatori non sanno che cosa va cercando questo strano vecchio. Scena dopo scena, L’inseguitore si sviluppa per accumulo su questo dubbio: che cosa vuole davvero Aloisio da Nic?

pubblicato nella rubrica annunci il 24 ottobre 2008


Santi, poeti, navigatori e pedagogisti

Grazie alle strane idee sulla Scuola che ha il Ministro Gelmini, in Italia si è ripreso a parlare di scuola dopo anni e anni di letargo. Di colpo tutti si improvvisano docenti e pedagogisti. Bruno Vespa compreso. Non è detto che ciò sia male. Anzi, è questo il bello della democrazia. Ma qualche volta gioverebbe lasciare che di pedagogia parlino soprattutto pedagogisti e docenti.

pubblicato nella rubrica scuola il 17 ottobre 2008


I paesi della bandiera bianca

Va di moda assegnare le bandiere ai luoghi. C’è chi assegna la bandiera blu alle migliori località di mare e chi quella arancione ai paesi più belli. La scuola di paesologia potrebbe assegnare la bandiera bianca ai paesi più sperduti e affranti, i paesi della resa, quelli sulla soglia dell’estinzione. Ce ne sono tanti e sono i meno visitati.

pubblicato nella rubrica a voce il 15 ottobre 2008


La difesa della razza

Sono giorni strani. Non passa ora che da Roma arrivino brutte notizie per la scuola pubblica italiana. Ora arriva la notizia di classi-ponte, ovvero "d’inserimento" per bambini extracomunitari.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 ottobre 2008


Le nuove minacce a Roberto Saviano
pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 14 ottobre 2008


Un sogno napoletano

Forti del successo dello scorso anno l’Associazione A Voce Alta, oggi anche coinvolta nel progetto dell’Associazione Presidi del Libro Campania coordinata da Serena Gaudino, presenta con la collaborazione dell’Università Federico II la secondo edizione del Festival della Lettura e dedica l’evento al Sogno, tema conduttore della due giorni letteraria che vede la partecipazione, il 30 ottobre a Villa Pignatelli, anche dell’Associazione Soup con incontri con autori, attori e performance per i più piccini.

pubblicato nella rubrica annunci il 13 ottobre 2008


Lettera al ministro Gelmini

Gentile Mariastella Gelmini, io non credo che gli italiani siano razzisti. Tanto più non credo che lo siano i bambini italiani. Lo vedo ogni giorno nella mia scuola. Ma credo che ci siano ottime possibilità per costringerli ad aumentare il loro grado di intolleranza. Uno di questi modi è senza dubbio il suo decreto.

pubblicato nella rubrica scuola il 9 ottobre 2008


Intervista a Jean-Luc Nancy

Filosofo tra i più importanti degli ultimi anni, il francese Jean-Luc Nancy si è interessato, nel corso della sua lunga e sfaccettata opera, a temi di grande interesse anche per coloro che di filosofia non sanno nulla:

pubblicato nella rubrica a voce il 8 ottobre 2008


Le assemblee di Bisaccia

Al mio paese facciamo tante assemblee. Ogni tanto capita qualcuno che tenta di rovinarle, queste assemblee, perché al sud le cose belle hanno più nemici che altrove. Ci si abitua al male e quando il bene si presenta arriva sempre qualcuno a incornarlo.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 8 ottobre 2008


Piccola cucina cannibale

ho bisogno di una scorciatoia lenta e di una vita che mi menta
dove si senta il suono spento d’ogni sentimento io ho bisogno
di un sogno lasciato indietro di trovare un metro alla menzogna
di sfuggire alla gogna bisogno di silenzio di assenzio e mugugno

pubblicato nella rubrica poesia il 7 ottobre 2008


“La musica nascosta” a Radio3

Domenica 5 ottobre, alle 22.30, su Radio3 Rai, va in onda La musica nascosta, radiodramma musicale con Claudio Bisio e Valentina Montanari. Musiche di Michele Tadini, testo di Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 1 ottobre 2008


Quarantacinque giri: diario aprile-giugno 2008

1. I quarantacinque giri sono un oggetto desueto, come desuete potranno sembrare diverse affermazioni del presente scritto. Quei dischi, inoltre, sancivano il successo di due materiali il cui abuso sta rovinando l’ecologia del pianeta: plastica e musica.

pubblicato nella rubrica a voce il 30 settembre 2008


Stili.

La Camera dei Giganti a Palazzo Te è una battaglia estetica. I giganti hanno i lineamenti dilatati dall’ipertrofia delle capocce gonfie, i loro musi sono mascheroni resi ancora più sguaiati dalle smorfie di dolore, sotto il crollo degli architravi e la pioggia di pietre.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 30 settembre 2008


Da “Il sistema limbico”

L’aria ha ripreso a muovere
i rami resuscitati in foglie tenere
il mare ha ritrovato un battito

pubblicato nella rubrica poesia il 29 settembre 2008


Corresponsabile.

Aperitivo seduti sulle assi del piccolo approdo, sull’ansa del canale. Nei bicchieri una miscela arancione blandamente alcolica. Sono le sette, la luce è ancora chiara. I miei amici vengono da Roma, il loro cane è eccitato da tutta quest’acqua, non riesce a trattenersi: si tuffa...

pubblicato nella rubrica dal vivo il 29 settembre 2008


Incontro.

In pochi giorni ho avuto quattro incidenti. Primo: saltando una pozzanghera sotto la pioggia sono finito lungo disteso, sbattendo forte il bacino e un gomito.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 settembre 2008


Cavi.

I cavi del computer, il cavo del rasoio elettrico. Il cavo dell’auricolare, il cavo delle cuffiette, il cavo del caricabatteria del cellulare. Il cavo dell’aspirapolvere, il cavo dello spremiagrumi, il cavo del ventilatore.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 23 settembre 2008


Riconoscitore.

Squilla il telefono, un invito all’ultimo momento, arrivo di corsa, entro senza sapere che cos’è che sto per vedere. La scena si illumina, sul palco uomini e donne si contorcono in viluppi di tubi e bretelle, le ragazze sono propaggini dei loro tacchi.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 settembre 2008


Gesti nel vento contro l’arroganza dell’impero britannico

nella provincia la vita scorre senza troppi pensieri
basta andare avanti non troppo soli
come accade ai rifugiati in città

pubblicato nella rubrica poesia il 22 settembre 2008


Lettera a Gomorra

I responsabili hanno dei nomi. Hanno dei volti. Hanno persino un’anima. O forse no. Giuseppe Setola, Alessandro Cirillo, Oreste Spagnuolo, Giovanni Letizia, Emilio di Caterino, Pietro Vargas stanno portando avanti una strategia militare violentissima.

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 settembre 2008


“La musica nascosta” vince il Prix Italia 2008

La 60a edizione del Prix Italia, premio mondiale per la radiofonia e la televisione, è stata vinta nella sezione "Radio Music – Composed Work" da La musica nascosta, interpretata da Claudio Bisio, musica di Michele Tadini, testo di Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica musica il 20 settembre 2008


Sveglia.

Ieri notte sono andato a letto alle tre, ho puntato la sveglia del cellulare alle sette e mezza, alle otto doveva passare l’idraulico. Stamattina è scattata la suoneria, ma il mio sonno si è fatto furbo...

pubblicato nella rubrica dal vivo il 18 settembre 2008


Parrucca.

Le immagini digitali che mostrano i ciuffi nervosi del cervello sembrano una parrucca arruffata. Siamo portatori di una doppia capigliatura, una esterna e una interna.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 17 settembre 2008


Anemone.

Sono state diffuse immagini inedite del cervello umano, ottenute grazie a nuove tecniche digitali.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 17 settembre 2008


Il mare di un altro colore

Corre, e quando cerca di accelerare il passo, le borse – quante?

pubblicato nella rubrica racconti il 16 settembre 2008


Scena.

Il Teatro Olimpico di Vicenza ha più di quattro secoli ed è ancora intatto. La scena è la facciata di un palazzo, incrostata di statue di condottieri; il portale si apre su una strada, le due file di edifici in prospettiva sono costruzioni di legno colorato, non fondali dipinti.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 16 settembre 2008


Vento forte tra Lacedonia e Candela

Almeno un quarto dei paesi italiani è gravemente malato. Soffre di desolazione.

pubblicato nella rubrica libri il 15 settembre 2008


Epoca.

Trent’anni fa avrei scritto queste righe mettendo un cuscino sotto la macchina da scrivere, perché il tavolo faceva da cassa di risonanza al rumore dei tasti: a quest’ora di notte, con le finestre aperte, avrei svegliato i vicini.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 15 settembre 2008


È morto David Foster Wallace

Qui la notizia.

pubblicato nella rubrica libri il 14 settembre 2008


Seggiovia.

Sono seduto su una seggiovia. La barra di protezione del seggiolino è abbassata, l’unico timore è che mi cadano la penna e il quaderno mentre scrivo queste cose. Esiste dunque anche una vertigine degli utensili.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 settembre 2008


Apocalisse.

Il nipotino di un mio amico non dorme più. È assillato dall’idea che l’esperimento avviato nell’acceleratore di particelle di Ginevra possa creare un buco nero che inghiottirà il nostro pianeta nel giro di quattro anni, con sadica lentezza.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 settembre 2008


Vibratore.

Da un cassetto salta fuori un anello vibratore da pene. Io e lei l’abbiamo comprato due mesi fa in una farmacia di Londra.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 settembre 2008


Piazzetta.

La piazzetta davanti a casa nostra sta cambiando. Ha aperto un negozio di abbigliamento per bambini, piccolo sintomo di ripresa demografica nel quartiere.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 settembre 2008


Animali.

Miei rapporti con gli animali in questi giorni.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 9 settembre 2008


La morte frivola

La batteria della tua videocamera
era scarica. "È morta", ho detto io.
"È morta," hai detto tu.
"Non c’è niente da fare, è proprio morta".

pubblicato nella rubrica poesia il 8 settembre 2008


Cina.

Nell’edicola-emporio di Otranto compriamo un ombrellone. Arrivati in spiaggia, mi accorgo della strana etichetta adesiva sulla fodera di cellophane.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 4 settembre 2008


Calpesta.

Il mosaico della cattedrale di Otranto suggerisce un uso alternativo delle immagini. "Non contemplare, calpesta" è il motto di questa estetica teologica da praticare con il proprio peso ambulante.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 settembre 2008


Anticonformista.

Basta uno sguardo a inquadrare per intero un lago piccolo. È come un monaco solitudinario, anticonformista rispetto a ciò che lo circonda, perfettamente realizzato in sé stesso.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 settembre 2008


Il caso Biondillo

Gianni Biondillo rischia seriamente di diventare il Simenon italiano. Come il celebre inventore del commissario Maigret, lo scrittore milanese sta infatti costruendo, anno dopo anno, libro dopo libro, un corpo di testi spaccato di netto a metà.

pubblicato nella rubrica libri il 1 settembre 2008


Baffi.

"Ti faccio una foto!" dice lei a Cambridge Circus. È mezzogiorno, il sole è a picco.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 settembre 2008


Metamorfosi.

Entra nel negozio una biondina sui diciotto anni. Indossa jeans e scarpe da ginnastica. Si dirige verso la mensola delle scarpe più clamorose, da transessuali, ne sceglie un paio rosso fiammante, con il tacco da quattordici centimetri, la zeppa da cinque.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 agosto 2008


Frasi #3

il fatto è che dio non esiste ma come è possibile che dio non esiste se c’è questa scritta Banco di Napoli?

pubblicato nella rubrica libri il 28 agosto 2008


Trattative riservate

Nella sezione Biblioteca, il racconto di un agente immobiliare che non riesce a vendere una casa bellissima.

pubblicato nella rubrica racconti il 26 agosto 2008


Aggiornamento.

Cose notevoli viste a Londra.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 luglio 2008


Due date per “L’ultima casa”

L’ultima casa
di Tiziano Scarpa
regia di Michele M. Casarin
Compagnia Pantakin

pubblicato nella rubrica annunci il 25 luglio 2008


Pensiero.

Messaggio su cellulare da un amico in viaggio nel nord Europa: "Ti penso amico a 70 chilometri dal polo nello splendore dell’indifferenza dei ghiacciai e del silenzio, nella terra delle balene nel lontano assoluto."

pubblicato nella rubrica dal vivo il 18 luglio 2008


Cartoline dai morti #12

Una mosca che non conoscevo si è posata sulla mia faccia sudata. Io stavo morendo e lei si godeva il mio cattivo odore.

pubblicato nella rubrica racconti il 16 luglio 2008


Frasi #2

noi siamo un corpo estraneo al mondo, un oggetto fatto di un altro materiale

pubblicato nella rubrica libri il 16 luglio 2008


Pene d’amore

Arriva in libreria in questi giorni Pene d’amore, una raccolta di racconti erotici a cura di Gianni Biondillo, pubblicata da Guanda. Gli autori, oltre al curatore, sono Andrea Bajani, Valerio Evangelisti, Marcello Fois, Raul Montanari, Gianluca Morozzi e io.

pubblicato nella rubrica libri il 1 luglio 2008


Intervista a Don DeLillo

Uno degli scrittori americani più importanti dell’ultimo mezzo secolo ha l’aspetto dimesso di un professore di botanica in pensione. Camicia di velluto colore verde petrolio da cui spunta una maglietta bianca. Pantaloni sportivi grigi. Scarpe nere in pelle con la suola spessa. Altezza media, neanche settanta chili.

pubblicato nella rubrica a voce il 1 luglio 2008


Il dolore e la verità

Maria Grazia Torri sta malissimo. Mi informa da tempo della sua malattia, sono molto addolorato.
Avevo rivisto Maria Grazia qualche anno fa, mi diede da leggere una sua inchiesta inedita che cercava di spiegare da un punto di vista alternativo le cause della morte del piccolo Samuele Lorenzi. Mi dispiace molto leggere in questi giorni ricostruzioni completamente falsate della vicenda editoriale del suo libro.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 29 giugno 2008


Mostrare.

Per la strada una ragazza offre a un vecchio carcerato la tetta gonfia da ciucciare, si guarda intorno imbarazzata. Qualcuno tiene per le caviglie un morto raccattato per la via.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 giugno 2008


Cartoline dai morti #11

Io ero un autista in pensione. Non potevo più guidare il pullman e allora guidavo la mia macchina. Volevo che la gente mi ammirasse, che mi dicesse che ero ancora un bravo autista.

pubblicato nella rubrica racconti il 26 giugno 2008


Riflesso.

Al Pio Monte di Misericordia di Napoli, nella quadreria del palazzo, scopro un autoritratto di Luca Giordano. Gli artisti che nella vita hanno ricoperto ettari di immagini su commissione, quando dipingono per sé ti danno l’illusione di toccare la loro verità più intima. Giordano si è ritratto con gli occhiali.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 giugno 2008


Frasi

bisognerebbe essere cose uniche, cose definitive, cose irrimediabili. non più meschini calcoli di superflua sopravvivenza, ma una vita che emani luce, forza, bellezza come una fiamma

pubblicato nella rubrica libri il 24 giugno 2008


Morto.

Oggi ho trovato un uccello morto nel cortile dietro casa, sotto la finestra del bagno. Per alcuni è un cattivo presagio. Per altri è un simbolo di disperazione, la caduta dell’angelo, il collasso delle illusioni: l’albatros di Baudelaire, i volatili morti nei libri di Thomas Bernhard... È osceno trasformare la morte di un essere vivente in un messaggio per me.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 23 giugno 2008


Il processo ai padroni di Gomorra

Spartacus è il nome del processo che domani o dopodomani giungerà all’inizio della fine. Si chiuderà la prima parte, verranno lette le prime sentenze di secondo grado. 31 imputati, per sedici dei quali è stato chiesto l’ergastolo, il processo di mafia più importante degli ultimi vent’anni.

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 giugno 2008


Shopping.

Continuo a pensare alla passeggiata fascista che ho incrociato la settimana scorsa. Non era una manifestazione, nel senso che non aveva un contenuto preciso, non rivendicava nulla, se non la soddisfazione di certificare la propria esistenza.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 18 giugno 2008


Duce.

Sabato mattina, il corso principale di una grande città italiana. La gente entra nei negozi di abbigliamento, infila gli ombrelli bagnati nelle buste oblunghe di plastica in distribuzione sulla soglia, per non sgocciolare.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 18 giugno 2008


Cartoline dai morti #10

Mio marito si era suicidato quando io ero giovane. Ho vissuto senza di lui ancora trent’anni. Poi ho fatto la stessa cosa. Mi sono sentita come un serpente che scivola indifferente davanti alla sua vecchia pelle.

pubblicato nella rubrica racconti il 17 giugno 2008


Nella scia del Presidente

È quasi mezzogiorno quando, mosso da un vago mix di noia e curiosità, esco di casa deciso a dare un’occhiata, sempre che non sia conclusa, alla parata del Due Giugno. Porto con me l’ombrello ma, quando lo apro alle prime scaramucce di pioggia, un’impennata di vento quasi me lo strappa di mano e me lo rivolta come un guanto. Andato.

pubblicato nella rubrica a voce il 17 giugno 2008


Reset

Tre pagine di word sono bastate
a contenere un anno di tue assenze

pubblicato nella rubrica poesia il 12 giugno 2008


Intervista a William Langewiesche

Una volta all’anno la Scuola Holden di Torino organizza un Seminario sul narrare. Si tratta di quattro giorni di studi aperti a tutti gli studenti della scuola inventata da Alessandro Baricco per conoscere l’esperienza di un grande autore. Quest’anno è il turno dell’americano William Langewiesche, scrittore e giornalista d’inchiesta, una delle firme più importanti dell’edizione americana di Vanity Fair.

pubblicato nella rubrica a voce il 12 giugno 2008


Agganciare sconosciuti che escono di prigione

Questo è un estratto dalla seconda scena di L’inseguitore, che debutta il 7 e 8 giugno al teatro San Ferdinando, con la regia di Arturo Cirillo, per il Napoli Teatro Festival Italia.

pubblicato nella rubrica teatro il 6 giugno 2008


Napoli nera e la bolla di luce del teatro

Con tutto il mio cuore e tutta la mia testa vorrei fare un augurio a Napoli: che non sia condannata a parlare sempre e soltanto di se stessa. La salute di una comunità, la vitalità di una cultura si misurano anche da questo: esprimere qualcosa di diverso da sé.

pubblicato nella rubrica teatro il 6 giugno 2008


Gli imprenditori della paura

Un piccolo caleidoscopio, che fa vedere tutta l’infamia, tutta la vera, schifosa natura degli "imprenditori politici" della paura e del razzismo, dai quali, si spera, perfino Berlusconi, sui clandestini, forse comincia a prendere le distanze: tale si rivela il blitz di ieri a Mestre di un gruppo di leghisti contro un villaggio per i sinti (che vivono da trent’anni poco lontano, in un insediamento ormai inadeguato) progettato dal Comune di Venezia.

pubblicato nella rubrica democrazia il 4 giugno 2008


Cartoline dai morti #9

Stavo togliendo di mezzo le maglie dell’inverno. Piegarle una ad una e trovare un posto dove nasconderle mi ha stancato. Nella mia casa c’erano troppe cose. Troppe maglie, troppe scarpe, troppi cappotti, troppe sciarpe.

pubblicato nella rubrica racconti il 4 giugno 2008


La lumaca

Oggi stavo tagliando l’insalata
e ho trovato una piccola lumaca
nel cuore delle foglie.

Dormiva ripiegata su sé stessa.

pubblicato nella rubrica poesia il 27 maggio 2008


Discorso di una guida turistica di fronte al tramonto

Ecco il risvolto di copertina di Discorso di una guida turistica di fronte al tramonto, il mio nuovo libro di versi appena pubblicato da Amos edizioni.

pubblicato nella rubrica poesia il 27 maggio 2008


“L’ultima casa” a Treviso

Sabato 24 maggio
Ore 20.45
Teatro Delle Voci
Via Tre Venezie, 17
(Villaggio S. Liberale) - Treviso

pubblicato nella rubrica annunci il 23 maggio 2008


Un biglietto per Valerio Evangelisti

Caro Valerio,
ho letto con interesse il tuo intervento intorno alla "nuova epica italiana" degli anni Duemila. Francamente mi sfugge in che senso essa costituirebbe una novità o una discontinuità rispetto alla letteratura italiana del recente passato.

pubblicato nella rubrica in teoria il 18 maggio 2008


Micame

Da qualche giorno ho in casa un libro che aspettavo da tempo. Lo ha scritto il mio amico Livio Borriello. Si chiama Micame e lo ha stampato una giovane ma agguerrita casa editrice di Napoli che si chiama Orientexpress. Detto questo adesso sono libero di scrivere quello che voglio e mi pare il miglior modo di aderire alla lezione del libro.

pubblicato nella rubrica libri il 13 maggio 2008


Scrivere di sé per tutti

Una storia d’amore improvvisa che strappa uno scrittore dalle braccia della moglie per gettarlo in quelle di una nuova donna. Lo stordimento colposo che colpisce un uomo nel pieno delle forze quando si trova a scegliere tra una persona e un’altra. La necessità di scendere a patti con le proprie pulsioni.

pubblicato nella rubrica libri il 13 maggio 2008


Padre.

È primavera, io attraverso piazze colme di luce fino a scoppiare, porto dentro di me una cripta sigillata, tremolante di tubi al neon, vedo lemuri spauriti, sangue pallido che pulsa nelle carnagioni spugnose, sottoterra.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 maggio 2008


Il «pianeta» Baudelaire

Se è vero, come sostiene George Steiner, che "la critica letteraria dovrebbe scaturire da un debito d’amore", con Il Ribelle in guanti rosa Giuseppe Montesano paga l’ennesima cambiale affettiva a Baudelaire e alla sua opera.

pubblicato nella rubrica libri il 1 maggio 2008


Pòri operai

Varda chii operai, varda
come che i se perde via
fra i só pensieri intant che
i se fuma ’na cica sentàdhi
contro ’l muro dea fabrica

pubblicato nella rubrica poesia il 1 maggio 2008


Compagni Fratelli Remix

GIUSEPPE: Allora, allora, io e Mara volevamo dire che Giovedì 24 Aprile 2008, nel corso della manifestazione "La notte della Liberazione" per i festeggiamenti del XXV Aprile, a Reggio Emilia, in Piazza della Vittoria, abbiamo presentata la prima esecuzione dell’opera-poesia Compagni Fratelli RE.mix, prodotta per ARCI-Reggio Emilia con la collaborazione di comune, provincia, Istoreco, Anpi Reggio Emilia.

pubblicato nella rubrica locandina il 30 aprile 2008


La questione settentrionale

La questione settentrionale ritorna a segnare, radicalmente, il quadro politico nazionale. Le elezioni del 13 e 14 aprile la consegnano al parlamento e al governo prossimi venturi e ne certificano l’insopprimibile centralità.

pubblicato nella rubrica democrazia il 29 aprile 2008


Disciplina.

Crollano a terra di schianto. Fanno schioccare la lingua. Saltellano. Si parlano strofinandosi addosso il muso l’un l’altro. Gettano un urlo all’improvviso. Sono attraversati da tempeste di spasmi.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 aprile 2008


Joy Division, dalla caverna alla stanzetta

Una sera dell’autunno 1979 la radio sparò nella mia stanzetta di adolescente una ritmica compressa e aggressiva. Pochi secondi e un giro di basso si aggiunse alla batteria: una pulsazione profonda e melodica come mai si era sentita prima. Poi fu il turno della chitarra, dopo ancora di una voce satura di sonorità abissali, come se il cantante avesse eseguito la registrazione da dentro una caverna. "Aspettavo una guida che venisse a prendermi per mano" gridava.

pubblicato nella rubrica musica il 28 aprile 2008


Sottrazione.

Ci svegliamo presto, vogliamo sfruttare la mattina per una tappa a Ferrara, alla mostra di Mona Hatoum. Il treno si ferma a Mestre e non si muove più. Ci avvertono che c’è un problema sulla linea e che perderemo un’ora.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 25 aprile 2008


Politica.

Stamattina gli operai del Comune smantellano le vele di metallo davanti a casa. I bambini non tireranno più il pallone contro quei sottili fogli di acciaio, facendoli vibrare come le macchine del tuono che si usano a teatro.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 aprile 2008


Il dagherrotipo

Mi sarebbe piaciuto tanto
vedere che le radiografie dei tuoi polmoni
sono la lastra impressionata, in bianco e nero
dove possiamo guardare un piccolo bosco

pubblicato nella rubrica poesia il 21 aprile 2008


Cartoline dai morti #8

Mangiavo molta carne e camminavo poco. Già due volte mi era venuto un giramento di testa. Sono caduto a terra, in cucina. Mi hanno portato all’ospedale. Mi hanno operato.

pubblicato nella rubrica racconti il 21 aprile 2008


La poesia a teatro

È in rete la seconda parte della vasta inchiesta a tutto campo dedicata dalla rivista L’Ulisse a "Poesia e teatro, teatro di poesia"

pubblicato nella rubrica poesia il 19 aprile 2008


Il pittore e il pesce

Domenica 20 aprile, alle 18.30, presso l’esposizione de Il pittore e il pesce a Venezia (Fondazione Bevilacqua La Masa, galleria di Piazza San Marco), presentazione del libro pubblicato da minimum fax Il pittore e il pesce.

pubblicato nella rubrica locandina il 19 aprile 2008


Il pensiero a riposo

Perché le mostre di design attirano così tanto pubblico? Perché sono esperienze estetiche poco impegnative, e a differenza delle mostre di arte contemporanea non richiedono una tensione intellettuale esasperante.

pubblicato nella rubrica arte il 16 aprile 2008


La soluzione

Dopo la rivolta del 17 giugno il segretario dell’Unione degli scrittori fece distribuire nella Stalinallee dei volantini

pubblicato nella rubrica democrazia il 14 aprile 2008


Dispaccio.

Suonano alla porta. È l’ora in cui passa il postino. Invece sono due donne di un’età indefinibile, fra i quaranta e i sessanta. La prima signora, bassa, con i capelli neri corti e gli occhiali, entra nell’atrio. È senza trucco, porta una gonna chiara, calze color carne, scarpe ortopediche. L’altra fa capolino nel rettangolo del portone.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 10 aprile 2008


Comizio a Cairano

Venerdì sera a Cairano chiuderò la mia campagna elettorale. Questa è la traccia del discorso. Poi quello che dirò dipenderà dall’umore del momento, dalle facce che avrò davanti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 aprile 2008


Dove siete?

Forse l’avete fatto già tutti, ma a me il passaparola è arrivato solo pochi giorni fa. Per chi non lo conoscesse ancora, eccolo qui.

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 aprile 2008


Parola del Sottoscritto

Qui.

pubblicato nella rubrica locandina il 9 aprile 2008


Legale.

Ogni anno, le prime sere dell’ora legale ci prendono alla gola. Non è soltanto uno spostamento in avanti del tempo e della luce. La stupefacente sera si lascia rimirare nell’ora in cui non siamo più indaffarati, mentre il mondo rincasa e tutti ciondolano per le strade alla fine del lavoro, con il naso per aria.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 aprile 2008


Da un lembo di notte gialla

Già alle prime contrazioni
della luce, il pensiero gli si grippa,
sfaldandosi nel biancore spanto
giù dai cornicioni, dall’altra parte
della strada.

pubblicato nella rubrica poesia il 3 aprile 2008


Sesso.

Ha quasi cinquant’anni, lavora in Comune, si occupa del mio rimborso spese. "Sono ingrassata dopo il primo figlio", ride ordinando due porzioni di dolci diversi alla fine della cena insieme agli organizzatori della rassegna di poesia.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 aprile 2008


Cartoline dai morti #7

Quando si è morti non succede più a niente al nostro essere, ma solo al nostro avere. E allora avevo le scarpe e sono marcite, avevo gli occhi e li ho perduti.

pubblicato nella rubrica racconti il 3 aprile 2008


Scòzzari e la bimba a Milano

Con uno stile inconfondibile, sempre in bilico fra una sagace autoironia e la più geniale irriverenza, Filippo Scòzzari ripercorre le proprie Memorie dell’arte bimba (Coniglio Editore). Intervengono Antonio Caronia, Gian Domenico Iachini e Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica libri il 1 aprile 2008


Immersione.

“Andiamo a raccogliere i luertìss, ti va?” Infiliamo gli stivali di gomma, cominciamo a battere il perimetro dell’appezzamento, fra i rovi, lungo i canali di irrigazione, ai piedi degli alberi. “Eccoli, devi prendere questi”.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 31 marzo 2008


Funebre.

La mattina di Pasqua capito in una chiesetta gremita, nel cuore della Padania. Il prete risale le file di banchi per leggere il Vangelo sul pulpito. Nella predica descrive come doveva sentirsi Maria di Magdala andando al sepolcro per la prima volta dopo avere assistito a quell’immonda agonia.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 marzo 2008


Ciecamente.

Letto il primo atto del Sindaco del rione Sanità, poi visto in video lo stesso atto, con Eduardo protagonista. Poi di nuovo su carta, secondo e terzo atto: a quel punto i personaggi avevano un volto, me li vedevo con le fattezze degli attori, nella scenografia ripresa dalle telecamere.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 27 marzo 2008


Elezioni.

Da un mese davanti a casa nostra c’è un’installazione di arte contemporanea. Diciotto pannelli, fissati con del filo di ferro a una struttura di tubi metallici. Non conosco l’artista.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 25 marzo 2008


Barack Obama a Cortina

concordi con
pienamente nelle
divergenze appianate
per giungere al nuovo millennio

pubblicato nella rubrica poesia il 25 marzo 2008


Danzante.

Lette sul corrimano di accesso al sottopassaggio e sulle pareti della piccola sala d’aspetto sotto la pensilina fra secondo e terzo binario della stazione di Peschiera del Garda. "Vivete senza paura di rischiare".

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 marzo 2008


Aborto.

Il cartellino dello Städel-Museum di Francoforte dice che sono due santi quelli a fianco della Madonna col Bambino, ma nel dipinto di Giovanni Bellini si vedono un uomo e una vecchia che ammirano – e quindi invidiano ­– una donna e suo figlio.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 17 marzo 2008


Il poeta più radicale

Emilio Villa è forse il poeta più radicale che abbia avuto l’Italia del secondo Novecento. Sperimentò in ogni direzione in un mix di lingue morte, per lui vive, con lingue vive, per lui morte.

pubblicato nella rubrica a voce il 17 marzo 2008


Cartoline dai morti #6

Io camminavo per strada. Sono stato investito da una macchina. Mi sono trovato con la faccia a terra. Ho fatto solo in tempo a capire che il sangue per terra era mio.

pubblicato nella rubrica racconti il 17 marzo 2008


Quella mattina di trent’anni fa

Il rapimento di Aldo Moro e l’uccisione della sua scorta sono stati la prima breaking news che ho vissuto: letteralmente, una notizia che rompe una parete e fa irruzione nella vita.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 16 marzo 2008


La scelta giusta

A metà febbraio Giuliano Ferrara aveva scansato un dibattito in RAI con Marco Pannella, adducendo il pretesto che la televisione sarebbe "antiveritativa". In queste settimane invece, depositati marchio e candidati della sua lista "Aborto? No, grazie", il direttore del "Foglio" s’è dato a un intenso tour de force di apparizioni catodiche.

pubblicato nella rubrica democrazia il 15 marzo 2008


Diventeremo tutti guide turistiche

Mettete a confronto queste due immagini. Apparentemente le differenze sono molte.

pubblicato nella rubrica arte il 14 marzo 2008


‘L’ultima casa’ a Mestre e Morbegno

Mestre
venerdì 14 Marzo 2008
ore 21
Teatro ex GIL, _

pubblicato nella rubrica annunci il 13 marzo 2008


Un brindisi per Robbe-Grillet

Aereo, scale mobili e tapis roulant, métro, altre scale non – ahimè – mobili, treno e quando le porte della stazione di Saint-Nazaire si spalancano davanti a me e al mio bagaglio di una trentina di chili, lo riconosco subito, isolato lì, nella luce che riverbera chiara dall’interno e sullo sfondo giallo di una parete posticcia da lavori in corso.

pubblicato nella rubrica a voce il 13 marzo 2008


Sei epigrammi

La vita è una ferita,
la ferita è vita. Evita
la verità, segui la
ferita. È vita.

pubblicato nella rubrica poesia il 12 marzo 2008


Cervelli.

"Come va?". "Non male, e tu?". "Io ho avuto un’ischemia cerebrale,". "Urka! Però ti vedo pimpante." Mi racconta che le cose sono tornate a posto rapidamente, ha fatto tutti gli esami, sta bene.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 marzo 2008


Ferire.

Di ritorno dalla cena con i librai, uno di loro mi dà un passaggio in macchina. Scopriamo che abbiamo frequentato la stessa scuola. Non eravamo nella stessa classe, è più giovane di me, ma il gioco del l’hai più visto? parte lo stesso, scattano elenchi di nomi, che cosa fa adesso, che fine ha fatto ecc.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 marzo 2008


Soldi.

In piazza Willy Brandt a Francoforte, un monumento all’euro. C’è una grande € in plastica blu, illuminata dall’interno. È circondata da dodici stelle gialle, endoilluminate anch’esse.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 10 marzo 2008


Cartoline dai morti #5

Mangiavo molta carne arrostita e adesso mia moglie è convinta che per questo è venuta la malattia nell’intestino. Io ero stato malato molte volte, ma un po’ per finta. Poi quando la malattia arriva veramente non va più via.

pubblicato nella rubrica racconti il 3 marzo 2008


Io.

Dormito poco, svegliato presto, camminato per tutto il giorno. Poco prima di cena passo in albergo, mi stendo a letto e mi addormento per un po’. Quando riapro gli occhi, non ricordo dove sono, chi è questa donna che mi sta di fronte, chi sono io.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 marzo 2008


Metri.

Percorriamo la lunga avenue di questa città turistica italiana. È sabato sera, vorremmo prendere un bicchiere ma i bar sono affollati, non abbiamo voglia di sgomitare nella ressa. In una viuzza laterale, un altro mondo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 febbraio 2008


La Scuraglia a Roma

domenica 2 marzo / ore 21:00
Ygramul
via N.M. Nicolai, 14 - 00156 Roma

pubblicato nella rubrica annunci il 27 febbraio 2008


Appunti.

Appunti per video, foto, composizioni, opere d’arte varie ecc. presi a Napoli. Al mercato di Poggioreale i venditori divaricano scalette di metallo, ci salgono sopra ed emettono sinuose grida per richiamare i clienti.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 27 febbraio 2008


Milano legge Amelia Rosselli

Mercoledì 27 febbraio 2008

LA FURIA DEI VENTI CONTRARI

MILANO
legge
AMELIA ROSSELLI

a cura di Aldo Nove

pubblicato nella rubrica locandina il 26 febbraio 2008


Leopardi.

Appena arrivato a Napoli, Giacomo Leopardi parla di "indole amabile e benevola degli abitanti". Un anno dopo: "non posso più sopportare questo paese semibarbaro e semiaffricano, nel quale io vivo in un perfettissimo isolamento da tutti".

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 febbraio 2008


Quali libri bruciare?

Nel suo ultimo articolo apparso su "L’Espresso", Roberto Saviano fa i conti col boom editoriale esploso intorno alla questione "camorra". Quale medico più indicato dell’autore di Gomorra, e cioè del libro-evento che il boom l’ha innescato, ad analizzare i pro e i contro di questo sintomo culturale?

pubblicato nella rubrica libri il 26 febbraio 2008


Sotterranea.

Visita alla Napoli sotterranea. Sotto le case si sono grandi cavità che sono state utilizzate come acquedotti, cisterne, celle funerarie, scolatoi per imbalsamazione di cadaveri, catacombe, tunnel militari, rifugi antiaerei, depositi di detriti. Nessuno mi aveva mai detto che Napoli è la cava di se stessa.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 25 febbraio 2008


Spazio.

La Flagellazione a Capodimonte: se dovessi trovare un analogo di Caravaggio in letteratura, non saprei indicare nessuno oltre a Dostoevskij. Il pittore lombardo e lo scrittore russo vedono il mondo come pura relazione fra persone. Il resto è buio.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 23 febbraio 2008


Cartoline dai morti #4

Compravo caramelle, giornali. Parlavo di quello che si parla in giro. A un certo punto ho pensato che potevo diventare un uomo importante. Sentivo che la morte mi dava tempo.

pubblicato nella rubrica racconti il 23 febbraio 2008


Puerpera.

Ogni volta che torno al convento di San Martino, oltre a visitare i presepi napoletani, mi fermo davanti a una delle più sbalorditive statue che siano mai state scolpite.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 febbraio 2008


Garbage time

Tra pochi giorni New Orleans ospiterà l’All Star Game, la partita tra i migliori cestisti che militano nell’Nba, il più importante campionato americano di basket. I giocatori, selezionati da centinaia di migliaia di voti, si sfideranno nella tradizionale partita Est contro Ovest.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 21 febbraio 2008


Aureola.

A Capodimonte un dipinto di El Greco intitolato El soplón. Un ragazzo soffia su un piccolo tizzone accostando una candela per accenderla. Il suo fiato ravviva le braci che, diventando più chiare, gli illuminano il volto.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 21 febbraio 2008


Scritte.

Scritte su muri, negozi e parapetti di Napoli. "Tore 6 la mia vita by tua moglie Ale." "X il mio ex amore vaffanculo by Amy". "Marina si na strunz si brutt ti odio". "Parla con Gesù". "Non sostare di giorno, di notte e festivi, mai".

pubblicato nella rubrica dal vivo il 20 febbraio 2008


Cartoline dai morti #3

Avevo cinquantasette anni e mi è venuto il cancro ai polmoni. La malattia è durata pochi mesi. Ho sofferto molto, ma non è stato un periodo peggiore degli altri.

pubblicato nella rubrica racconti il 20 febbraio 2008


Cosa ho imparato in piazza

A Treviso, il 25 gennaio scorso, in sedici autori veneti abbiamo letto in piazza brani da classici della letteratura e da testi sacri, per protestare contro il "razzismo istituzionale" di alcuni sindaci e amministratori pubblici della nostra regione. In quella occasione io ho imparato alcune cose che ci tengo a dirvi.

pubblicato nella rubrica democrazia il 20 febbraio 2008


La Scuraglia a Roma

Sabato 9 Febbraio ore 21
Domenica 10 Febbraio ore 20

Duncan3.0
Via Anassimandro, 15
zona Pigneto
ROMA

GROPPI D’AMORE NELLA SCURAGLIA
di Tiziano Scarpa

pubblicato nella rubrica annunci il 10 febbraio 2008


Meteorite.

Ci si sta addormentando placidamente, quando nella mente già offuscata piomba un meteorite. Le dà uno scrollone, tanto più penoso perché si è del tutto inermi.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 8 febbraio 2008


Cartoline dai morti #2

Stavo bene anche se avevo ottantadue anni. Poi sono caduto, mi sono rotto il femore. Ho smesso di uscire, non sono più andato al centro anziani a giocare a carte. Quando la gamba è guarita hanno scoperto che avevo un brutto male nella pancia.

pubblicato nella rubrica racconti il 7 febbraio 2008


Nuda.

Accostando la punta della mia eccitazione fra le sue cosce aperte, questa volta stranamente divento loquace come mi capita molto di rado.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 7 febbraio 2008


Atterrato.

Il mercato del pesce sta chiudendo, uomini in stivali di gomma spazzano acqua viscosa nelle quadrettature dei tombini. Attorno a una catasta di cassette di polistirolo, grandi gabbiani appiedati si contendono pezzi organici lividi, beccano violentemente gli ultimi arrivati.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 6 febbraio 2008


Fuoco nero, merda e luce

Mercoledì 6 febbraio 2008, ore 17.30

Libreria Mondadori
San Marco 1345
30124 Venezia

Antonio Moresco
Merda e luce (Effigie)

pubblicato nella rubrica annunci il 6 febbraio 2008


Nel nome della letteratura

Con questa firma esprimiamo una solidarietà senza riserve nei confronti degli organizzatori della Fiera del libro di Torino, nel momento in cui questo evento di prima grandezza della vita letteraria nazionale viene attaccato per aver scelto Israele come paese ospite dell’edizione 2008.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 6 febbraio 2008


Domicilio.

Il governo è caduto, si va a votare, la destra pregusta la vittoria, io e lei ci siamo ritrovati in camera Silvio Berlusconi. Dormiva nella nostra stanza, in un letto dentro una nicchia nel muro.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 5 febbraio 2008


Film.

C’è il festival del cinema da andare a vedere, mi hanno dato una camera d’albergo per una notte, gentilmente offerta dall’organizzazione. Guardo il programma, poi appoggio il naso sul vetro della finestra: sono le quattro di un pomeriggio di gennaio, piazza Unità è sotto un azzurro purissimo e denso.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 4 febbraio 2008


Cartoline dai morti

Io avevo cinquantasei anni. Vivevo da solo, ero tornato al paese dopo vent’anni di Svizzera. La mattina uscivo in piazza, passeggiavo o stavo seduto sulle panchine. Il pomeriggio non uscivo e la sera nemmeno. Mi mettevo nel letto e aspettavo il sonno senza pensare a niente.

pubblicato nella rubrica racconti il 4 febbraio 2008


Commercio.

Il negozio ha cambiato gestione, è stato sgomberato completamente, hanno portato via anche i banchi e gli scaffali, hanno ridipinto i muri. Ora è tutto vuoto, bianco. È l’equivalente architettonico di un manichino nudo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 febbraio 2008


Sembra facile

Il titolo di questo incontro è Sembra Facile. Sembrare del resto è una peculiarità della fotografia. Facile perché l’accessibilità del mezzo fotografico pare ormai riconosciuta ma dovremmo chiederci se questa democratizzazione sia reale.

pubblicato nella rubrica arte il 30 gennaio 2008


Gli scapoli

Dopo A mille miglia da Kensington, Gli anni fulgenti di Miss Brodie, Memento mori e altri sette titoli, prosegue la pubblicazione presso Adelphi delle opere di Muriel Spark, scrittrice inglese recentemente scomparsa.

pubblicato nella rubrica libri il 29 gennaio 2008


Treviso, la letteratura zittisce gli sceriffi

I giovani scrittori, convenuti dalle Tre Venezie, cominciano a declamare ma non si sente nulla: non hanno un palco, non hanno un microfono, la folla rumoreggia, non s’ode una sillaba. Proteste, schiamazzi, sarcasmi.

pubblicato nella rubrica democrazia il 27 gennaio 2008


Oggi a Treviso contro il razzismo istituzionale

Certo che lo sappiamo, noi scrittori. Non siamo mica così ingenui da guardare il dito, se uno ci indica la luna. Non faremmo il mestiere che facciamo, altrimenti. Sappiamo bene che ciò che sta accadendo in Veneto ha radici lontane e complesse.

pubblicato nella rubrica democrazia il 26 gennaio 2008


Contro il razzismo istituzionale

Sabato 26 gennaio, in Piazza dei Signori, a Treviso, alle 17 ci sarà una lettura pubblica di alcuni tra i firmatari di questa dichiarazione.

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 gennaio 2008


La vigliaccheria di negare i diritti

Trucchetti. Mezzucci. Piccinerie burocratiche. A queste miserie si è ridotto il sogno identitario degli amministratori fascisti in Veneto. Per difendere l’Occidente, i Valori, l’Italianità, la Cristianità (ho orrore, io cristiano, quando sento questi signori parlare della Cristianità), a che cosa si sono ridotti questi signori? A fare i dispetti.

pubblicato nella rubrica democrazia il 25 gennaio 2008


Venetian blind

Beauty can be lethal.
On Guardian Unlimited, today.

pubblicato nella rubrica annunci il 25 gennaio 2008


Bilanci e oroscopi

Nel 2006 sono usciti due libri su cui si è addensata una giustamente enorme attenzione convergente. Gomorra di Roberto Saviano e Troppi paradisi di Walter Siti riuscivano a fare splendidamente quello che molti altri scrittori di talento stavano/stanno tentando in Italia

pubblicato nella rubrica libri il 23 gennaio 2008


Il Veneto e il razzismo istituzionale

Ancora una volta il Veneto in prima pagina, ancora una volta la nostra regione al centro dell’attenzione nazionale e internazionale a causa di iniziative dei suoi rappresentanti politici contro gli immigrati stranieri.

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 gennaio 2008


Infognata.

Nel momento in cui entro in tabaccheria la conversazione è già molto avanti, riesco a capire solo che si sta parlando della figlia di questo cliente con i capelli grigi. L’uomo è sui cinquant’anni, si confida con la tabaccaia che ha qualche anno meno di me.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 20 gennaio 2008


Quiz, ma sono serio

tiziano, come va?
ti volevo dire una cosa, ho composto questo piccolo elenco di libri che per me vale come una specie di installazione-quiz e che riassume molte delle cose che penso sul mondo dell’editoria, della cultura etc..

pubblicato nella rubrica libri il 19 gennaio 2008


N374915.

Una signora anziana ha comprato un biglietto della lotteria ma non riesce a procurarsi una lista completa dei numeri vincenti. "Non ci spero, ma ho letto che ogni anno non vengono ritirati un sacco di soldi, sa com’è…".

pubblicato nella rubrica dal vivo il 16 gennaio 2008


Gemelle.

Dopo averci fatto sfogliare il suo ultimo libro fresco di stampa, lo scrittore si siede a tavola intrattenendoci sulla storia del suo amore. È un uomo sulla sessantina, capelli bianchi, paffuto e calmo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 15 gennaio 2008


Chiodo.

Di colpo arriva una telefonata, ci vestiamo e usciamo di corsa, attraversiamo la città a perdifiato.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 gennaio 2008


L’amore in bocca

Apro gli occhi di scatto. Non so più chi sono.
Troppo lisce le lenzuola.
Una ragazza dorme come dorme
una ragazza sola. Un ansimare sordo,

pubblicato nella rubrica poesia il 13 gennaio 2008


Attenzione.

Enormi manifesti, vetrinette con cartelloni che scorrono su rulli, video proiettati nei tunnel. Alla stazione di Loreto entra nel vagone un quintetto: chitarra, fisarmoniche e violini suonano il Canone di Pachelbel e l’Aria sulla quarta corda.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 10 gennaio 2008


La scuraglia in audiolibro

Groppi d’amore nella scuraglia (Einaudi, 2005) è diventato un audiolibro. Lo pubblica oggi la casa editrice Il Narratore in formato mp3, scaricabile dal sito dell’editore.

pubblicato nella rubrica annunci il 9 gennaio 2008


Vecchia.

La sera dell’Epifania bruciamo la Vecchia in campagna. È un cumulo di ramaglie alto quattro metri, in cima ha una testa di strega dipinta su stoffa. Gigi distribuisce gli accendini, diamo fuoco agli inneschi di carta.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 8 gennaio 2008


Prontamente.

In corridoio, davanti al ricevimento dei medici del reparto, si fa avanti un uomo sui venticinque anni, giacca a vento arancione fluorescente e strisce catarifrangenti. (Sarà l’autista di un’ambulanza, penso.)

pubblicato nella rubrica dal vivo il 7 gennaio 2008


Mistero pop

Visitando l’intelligente e contraddittoria (intelligente perché contraddittoria) mostra sulla Pop Art alle Scuderie del Quirinale, si prova un sentimento di euforia e rammarico storico.

pubblicato nella rubrica a voce il 6 gennaio 2008


Persistenza.

Devo mandare un messaggio ai parenti di una persona cara che è morta. Non voglio inviare un telegramma, non mi piace la sceneggiata della tempestività: accorrere in prima fila, ostentare di essersi scapicollati a compiangere in una situazione di emergenza (quale emergenza? Ormai il peggio è accaduto).

pubblicato nella rubrica dal vivo il 6 gennaio 2008


Nuovo.

Prendere la rincorsa, respirare profondo, come caricando un’arma, questa frase comincia nell’anno duemilasette...

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 gennaio 2008


Pace e destino

Da Michele Cuchettu, Amanda Knox: minchia che figa, non può essere stata lei, per me è colpa del negro!, inedito, 2007.

pubblicato nella rubrica poesia il 31 dicembre 2007


Mestruazioni.

Affondare nelle sue mestruazioni, configgere la mia sporgenza gonfia di sangue nella sua apertura travestita per qualche giorno da piaga, sentire il suo sangue che scotta

pubblicato nella rubrica dal vivo il 31 dicembre 2007


Sem

Non abbiamo programmi definiti per questi giorni incerti, sospesi tra una festa e l’altra. L’aria è limpida, la scalda un sole molto più splendente di quanto ci si aspetterebbe alla fine dell’anno.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 30 dicembre 2007


La scatola nera del comando

La telefonata fra Silvio Berlusconi e Agostino Saccà, (ex) direttore di RaiFiction, è uno di quei regali che bisogna tenersi stretti. Non era mai successo, in Italia, di poter ascoltare pubblicamente un’intercettazione telefonica a un così alto livello di potere, e probabilmente non accadrà mai più.

pubblicato nella rubrica democrazia il 29 dicembre 2007


Autodifesa.

Qualche settimana fa è entrata in casa questa pianticella in vaso che non saprei nominare, fa crescere le foglie come se dovesse mostrare la lingua al medico e si ricopre di una quantità di fiorellini rosa. Ora che è quasi spoglia mi sono reso conto che è una specie di cactus.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 dicembre 2007


Bontà.

Li vedo entrare nell’atrio dell’ospedale mentre studio la segnaletica dei reparti: una decina di giovani, gli uomini indossano redingote, mantelli e tube, le donne cuffie, scialli e gonne alla caviglia. "Che cosa fanno?" domando a un’infermiera.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 dicembre 2007


Vagabondi.

È Natale, ecco perché il giornalaio all’edicola della stazione è così bendisposto, fra un cliente e l’altro dà retta al barbone piazzato davanti al banco delle riviste che lo tartassa con argomenti di nessun interesse (di che metallo erano gli spiccioli di quando lui era piccolo).

pubblicato nella rubrica dal vivo il 25 dicembre 2007


Questo Natale...
pubblicato nella rubrica annunci il 23 dicembre 2007


Scorticare.

Passo accanto a un muro ricoperto di manifesti, incollati uno sopra l’altro. La carta si è ispessita appesantendosi, finché la colla del primo strato, quello a contatto con il muro, non ha più retto, e un angolo si è staccato.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 dicembre 2007


Anticipo

Ci svegliamo tardi alla prima mattina di ferie natalizie. È solo quando apriamo gli occhi che ci rendiamo conto di avere già concluso il tour de force dei regali, infilando sortite nei weekend, acquisti veloci nelle pause di lavoro.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 dicembre 2007


Zombie.

Mettendo in ordine trovo un fascio di vecchi ritagli stampa che non so più perché avevo conservato. Articoli e pubblicità che un tempo mi dicevano sicuramente qualcosa, forse li avevo messi da parte per scriverci qualche commento.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 21 dicembre 2007


dogma

Questo è l’inizio di dogma, tre poesie tratte da canti ostili, edito da Lietocolle nel 2007:

hanno ragione loro,
hanno ragione
dovresti arrenderti e stare al gioco
fottere e farti fottere,
piegarti alla voce del padrone:

pubblicato nella rubrica poesia il 20 dicembre 2007


Pilota.

All’improvviso mi accorgo che fra poco i negozi chiuderanno, infilo il cappotto ed esco. Dopo cinque minuti mi rendo conto che in questi cinque minuti non ho fatto altro che pensare alla lista delle cose da comprare, camminando senza badare al fatto che stavo camminando.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 20 dicembre 2007


Guerriero.

Ho cominciato a perdere i capelli a diciotto anni. L’età adulta mi si è presentata sotto forma di invecchiamento precoce. Una volta mi illudevo di averla già pagata in anticipo, la mia quota di vecchiaia, essendo stato un giovane difettato, la cui testa non faceva onore alla sua generazione.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 17 dicembre 2007


Volto.

Ammicco come un cretino a tutti i bambini piccoli che incontro per la strada, abbozzo qualche boccaccia comica di nascosto dai loro genitori.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 15 dicembre 2007


Due tempi

Cinque anni fa ho smesso di usare il motorino. Ero appena uscito dal lavoro alle sei del pomeriggio, circondato dalla festosa e malinconica euforia natalizia. Arrivato all’ultimo incrocio in fondo a via Lorenteggio, Milano, quasi al confine di Corsico, ho visto arrivare un furgone alla mia destra.

pubblicato nella rubrica a voce il 15 dicembre 2007


Offesa.

Chiacchiero con un amico a Porta Nuova, negli ampi corridoi in ristrutturazione, fra l’atrio e i binari. Mi arrivano due o tre colpi sulla spalla sinistra, con una forza a metà fra una pacca e un pugno: "Questa vita di merda!"

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 dicembre 2007


Noi, condannati per danni morali a un bombarolo “idealista”

Sono passati trentotto anni dalla strage di piazza Fontana e nessun colpevole di quell’orrendo crimine, vero cuore di tenebra della nostra recente storia, è stato individuato dalla giustizia italiana.

pubblicato nella rubrica democrazia il 11 dicembre 2007


Cfghwer.

Due uomini con cani al guinzaglio si incontrano all’esterno di un bar. Non so niente di razze canine, ma il primo è molto grande, ha il pelo lungo, bianco e nero, mentre l’altro è il più piccolo che io abbia mai visto, il manto è cortissimo e lucido, brunito.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 dicembre 2007


L’altoforno e gli innocenti

Pensando al tragico incidente sul lavoro di questi giorni a Torino ci è venuto in mente l’incipit del romanzo Gli Innocenti (1961) di Guido Seborga, che racconta le lotte operaie all’Ilva di Savona all’inizio degli anni cinquanta.

pubblicato nella rubrica libri il 11 dicembre 2007


Noi.

Sempre più spesso mi fermo a guardare gli animali per la strada. Anche quando vado di fretta, rallento il passo e rimango come ipnotizzato. Fra ieri e oggi, tre incontri con i cani.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 dicembre 2007


Una lettera alla Rai

Allegate a questa lettera ci sono le firme degli intellettuali e degli ascoltatori che hanno voluto esprimere il proprio disagio per la cancellazione dal palinsesto di Radiouno Rai della trasmissione Il baco del millennio, raccolta che è ancora in corso e che si accresce ogni giorno.

pubblicato nella rubrica democrazia il 9 dicembre 2007


Promemoria.

Vado verso il deposito bagagli, un taxi inchioda per non uccidermi, mi viene in mente quella volta che sono capitato per caso a sant’Ignazio, a Roma, mi aveva suscitato un pensiero, non so più quale, l’avevo trascritto su un taccuino ripromettendomi di ritornarci per approfondire.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 9 dicembre 2007


Oggi

Oggi c’era un vento che portava
via ogni cosa dal suo posto.

pubblicato nella rubrica poesia il 8 dicembre 2007


Comunella.

Ascolto il Bwv 1079, i musicologi spiegano che nel Ricercar a 6 ci sono sei linee melodiche parallele: è come se le dita che premono sulla tastiera suonassero ciascuna un brano per conto proprio.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 8 dicembre 2007


Alieno.

Leggo la lettera dedicatoria di una raccolta di concerti del mio musicista preferito. Il biografo avverte che è piena di espressioni che erano assai convenzionali all’epoca in lettere di quel tipo. Eppure leggerla mi commuove.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 7 dicembre 2007


Uscita di emergenza

Buenaventura saluta la vecchia sede

Paolini, Capossela, Brunello e Marton a Castelfranco:

si chiama "Uscita di emergenza": è il megaevento di Buenaventura

Circolo Buenaventura, Castelfranco Veneto, 7 dicembre 2007 ore 18.00

pubblicato nella rubrica locandina il 6 dicembre 2007


Manutenzione.

Dopo avere cucinato, mangiato e lavato i piatti, dopo avere fatto il bucato e steso la roba ad asciugare, dopo avere lavato i sanitari e pulito i vetri e spolverato gli scaffali e passato l’aspirapolvere e lavato per terra, dopo essere usciti a fare la spesa, un incontenibile impulso a ricominciare tutto da capo

pubblicato nella rubrica dal vivo il 6 dicembre 2007


Estranei.

"Ti piace la pasta coi broccoli? Va bene con le acciughe?", chiediamo alla nostra ospite. "Penso di sì." "Pensi?" "Non le ho mai mangiate."

pubblicato nella rubrica dal vivo il 5 dicembre 2007


“ ”.

Nella posta elettronica un mio amico poeta scrive sempre "oggi" nella dicitura in oggetto di tutte le sue mail, qualunque sia il messaggio che ha scritto...

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 dicembre 2007


Adesso

Adesso non trovo grande compagnia nella lettura e neppure negli umani (agli animali davo retta da bambino, adesso ho ripreso a guardarli con attenzione, ma non posso dire che mi prendano e mi scollino dalla melma dei miei umori).

pubblicato nella rubrica racconti il 2 dicembre 2007


Anima.

Scopro che alcuni miei amici e amiche vanno dallo psicoanalista. Sono persone in gamba. A me non è mai passato per la testa. Lo sento come un lusso fuori luogo, un’esagerazione.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 2 dicembre 2007


Assoluto.

Gironzolo in attesa dell’assoluto (o dovrei dire in cerca?). Nel frattempo mi accontento dell’universale. L’assoluto è l’evento che irrompe e mi sbarra la strada, l’universale posso produrlo io stesso.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 29 novembre 2007


L’ultima parola

Avevo covato quel libro per anni. Per tutto quel tempo l’avevo sentito crescere, senza riuscire a scrivere una sola parola.

pubblicato nella rubrica racconti il 29 novembre 2007


Scemo.

Nel momento culminante mi scappa una battuta e lei ride a bocca aperta, mescola le convulsioni dell’orgasmo a quelle della risata. Poi, affettuosamente, mi dà dello scemo. Perché scemo?

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 novembre 2007


Romanzi d’eccellenza

Siamo sempre di più. Scriviamo romanzi, oppure romanzi o, qualche volta, romanzi. Parecchi di noi riescono a pubblicare.

pubblicato nella rubrica in teoria il 27 novembre 2007


Aspirazione.

"Vieni a vedere che cosa hanno fatto le libraie," dice l’organizzatore della presentazione, accompagnandomi davanti alla vetrina: "ti piace?"

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 novembre 2007


Dire amore

Avevo una amico
quando alla sera non riusciva ad addormentarsi
andava in cucina, apriva lo sportello del frigorifero
tutto d’un fiato beveva dal collo della bottiglia
il vino rosso
faceva durare il sorso il più a lungo possibile

pubblicato nella rubrica poesia il 26 novembre 2007


Ricordare.

Ricordare nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza; ricordare numero di cellulare, numero del telefono di casa; ricordare pin del telefonino; ricordare indirizzo di posta elettronica;

pubblicato nella rubrica dal vivo il 25 novembre 2007


Oggi è il compleanno di Carlo Collodi

Oggi è il compleanno di Carlo Collodi. Mi ha reso felice la mossa di Sergio Nelli che lo ha ricordato con semplicità, elencando le tappe fondamentali della sua vita.

pubblicato nella rubrica libri il 24 novembre 2007


Mei restà ’gnurant

Una stringatissima antologia di richieste di libri che, armato di bloc-notes dietro il bancone, mi sono divertito ad annotare durante le mie ore di lavoro in libreria. Il risultato è qualcosa a metà strada tra un piccolo laboratorio di sociologia culturale e le barzellette di Totti.

pubblicato nella rubrica a voce il 23 novembre 2007


Tempo.

Mi chino ad allacciarmi una scarpa, arriva una bambina piuttosto piccola: "Che cosa stai facendo?" Glielo spiego. "E tu?", le domando. "Io…", la bambina si volta e corre via, proseguendo la frase con il movimento.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 23 novembre 2007


Simbolo.

Passo dal panettiere, mi lascio tentare, ormai i carboidrati sono diventati uno sfizio in quest’epoca di gallette al riso soffiato e cialde ipocaloriche, ci nutriamo di ostie, un panino è una festa e io stamattina sono in vena di stravizi, entro nel negozio e guardo che cosa offre la vetrina del bancone.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 novembre 2007


La strage delle donne

Questa è una parte del quarto capitolo del pamphlet Contro le donne nei secoli dei secoli, edito da Il Saggiatore nell’ottobre del 2006. Ringrazio Silvia Ballestra per avermi concesso di riprodurre il testo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 novembre 2007


Autodigestione.

Nel cortile dietro casa si è spogliato l’albero che sporge dal giardino dei vicini. Un mese fa, dai rami pendevano decine di vesciche colme di liquame putrefatto (autunno: autodigestione della natura).

pubblicato nella rubrica dal vivo il 21 novembre 2007


Letto.

Leggo con una biro in mano, segno gli aforismi che mi colpiscono di più. A metà libro, non so perché, do un’occhiata alla quarta di copertina, che non avevo ancora letto. Sconsiderato! Perché l’ho fatto? Mi sta bene.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 20 novembre 2007


Ripensamenti?

Pochi giorni fa un agente di polizia ha ammazzato un ragazzo di 28 anni sparando ad altezza d’uomo attraverso le corsie di un’autostrada percorsa da migliaia di automobili, torpedoni, famiglie.

pubblicato nella rubrica democrazia il 20 novembre 2007


Quanto è costata Genova

E così, sei anni fa Genova ha trasformato i no global in metamovimento: il movimento che era nato per rendere questo pianeta più giusto, da allora si ritrova costretto a chiedere giustizia innanzitutto per sé.

pubblicato nella rubrica democrazia il 19 novembre 2007


Processate il mio personaggio di carta
pubblicato nella rubrica democrazia il 19 novembre 2007


Concerto.

Il concerto dei Marlene Kuntz l’ho visto dal palco, di lato. Cristiano Godano è Gesù che suona la chitarra, due gambe come chiodi nei pantaloni a tubino, fusi in un unico blocco con gli stivali.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 19 novembre 2007


Violenze fatte in casa

Barbara Fossa fa l’assistente sociale, di questi casi ne ha visti tanti. Lei sta per sposarsi con un uomo affettuoso e gentile.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 15 novembre 2007


L’esperienza del corpo

La maggioranza delle violenze contro le donne avviene in famiglia, nel luogo che sarebbe deputato all’amore. Una donna da sempre e tuttora considerata un corpo, il corpo di madre, che accudisce altri corpi.

pubblicato nella rubrica condividere il rischio il 15 novembre 2007


Vitaliano Trevisan al Teatro i

da giovedì 15 a domenica 18 novembre 07
alle ore 21

VITALIANO TREVISAN

Solo Rh
[per la prima volta a Milano]

pubblicato nella rubrica locandina il 14 novembre 2007


Foglie.

Il vento ha lavorato tutto il giorno, si è dato da fare per spostare via ogni cosa. Ha strappato dai rami fino all’ultima foglia.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 novembre 2007


siamo due malati nella vettura

siamo due malati nella vettura
che va nella pioggia di una triste
irpinia autunnale. io parlo

pubblicato nella rubrica poesia il 13 novembre 2007


Sognambulo.

Mi telefona un’amica che avevo perso di vista da anni. "Stanotte ti ho sognato. Eravamo tutti e due in una stanza piena di scatole bianche, le aprivamo, ma c’erano altre scatole, una dentro l’altra, ci accanivamo a scoperchiare tutte quelle scatole cinesi da sposa, candide, intatte."

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 novembre 2007


Milano 1848 / Genova 2001

Si dice ora che fu sparato per caso, o per sbaglio, o per intemperanza dei singoli, o per legittima difesa, sia pure in eccesso. Si dà la colpa allo Slivovitz, si cerca di dividere le responsabilità fra le due parti, al cinquanta per cento.

pubblicato nella rubrica democrazia il 8 novembre 2007


Umanità.

Ho buttato via una borsa piena di appendini (o grucce, come li chiama qualcuno). Sembravano un mucchietto di clavicole. Poi sono uscito a comprare due forme da scarpe, per metterle dentro un paio che mi sta un po’ stretto.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 8 novembre 2007


Così è l’amore adesso

È come un gioco d’azzardo.
Quando clicco sul pulsante
posta in arrivo
voglio vedere se esce il tuo nome
quello su cui ho puntato tutto.

pubblicato nella rubrica poesia il 7 novembre 2007


Visione.

Ho passato e ripassato le finestre di casa, prima con il detergente a spruzzo e uno straccio, poi con dei fogli asciutti di tessuto cartaceo fatto apposta per la pulizia dei vetri.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 6 novembre 2007


Non è Dracula il nostro nemico

In questi giorni si parla tanto della percezione di insicurezza. Sì, siamo insicuri, ma forse il nostro timore principale non sono gli stranieri. Forse per molti il timore viene dallo straniero che abbiamo sempre a portata di mano: il nostro corpo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 4 novembre 2007


Emilia #2

Il testo di Helena ci ha lasciati sgomenti. Lo diciamo con tristezza e stupore. Abbiamo ormai un’intensa esperienza di convivenza con la comunità Rom pavese;

pubblicato nella rubrica democrazia il 3 novembre 2007


Ditalino.

Il bancomat che uso di solito è cambiato ancora, assomiglia sempre di più a una slot machine: sullo schermo scorrono immagini colorate, la fessura per introdurre la tessera è contornata da due labbra gonfie e sporgenti, quasi carnee, endoilluminate da papillomi verdi.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 3 novembre 2007


Emilia

(...) Perché ciò che ha fatto Emilia è una cosa abnorme e, in un certo senso, forse è davvero un atto di follia.

pubblicato nella rubrica democrazia il 2 novembre 2007


Questo.

Mentre scrivo, avverto una presenza vicino a me. Mi volto, nella stanza non c’è nessuno. Guardo meglio e vedo una macchia nella coda dell’occhio. Prendo paura per un istante.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 1 novembre 2007


Idolo.

Visto Nosferatu, in dvd, al computer. Per tutto il tempo, una zanzara ha volato intorno allo schermo luminoso, nella stanza buia, emettendo ronzii entusiastici alle gesta del suo idolo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 31 ottobre 2007


Ciao.

Due uomini, uno di fronte all’altro, stanno chiacchierando per la strada. Vicino a loro c’è una bimbetta, alta poco più di mezzo metro. La conversazione finisce, i due si salutano, la bambina resta lì un istante di più e dice anche lei: “Ciao,” poi si volta e trotterella accanto a suo padre.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 30 ottobre 2007


Turisti.

È una domenica di sole, ci aggiriamo a migliaia nella reggia di Versailles. Siamo i cortigiani che si ammassano per ricevere uno sguardo da Louis XIV, come pulcini nel nido con il becco spalancato, un’occhiata di favore decisiva per la nostra carriera a corte;

pubblicato nella rubrica dal vivo il 29 ottobre 2007


BIRRA

Bagarre Internazionale Riviste Alternative. Oltre all’attività costante dello stand, BIRRA organizza due incontri di enorme interesse, animati da nomi di primo piano nel panorama delle riviste italiane e internazionali.

pubblicato nella rubrica locandina il 29 ottobre 2007


Vagina.

Di fronte all’Origine du monde, la mia impressione è che tutto sia dipinto minuziosamente, il lenzuolo, la pancia, le cosce, i batuffoli di peli neri, mentre non altrettanto dettagliata è la cosa in questione.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 28 ottobre 2007


Laid.

Al Grand Palais, nella libreria della mostra, in uno schermo scorre il documentario sulla vita e le opere di Gustave Courbet. Passano le immagini della Baigneuse, e la voce fuori campo legge una recensione d’epoca di Théophile Gautier

pubblicato nella rubrica dal vivo il 27 ottobre 2007


Poesia e teatro, teatro di poesia

È in rete il nuovo numero de L’Ulisse, rivista monografica di poesia, arti e scritture diretta da Alessandro Broggi, Stefano Salvi e Italo Testa.

pubblicato nella rubrica poesia il 27 ottobre 2007


Futuro.

A Parigi tre giovani poliziotti in divisa pattinano sui rollerblade lungo i marciapiedi. In una brasserie domando alla cameriera come mai in giro si vedono così tante bici dello stesso modello e colore.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 26 ottobre 2007


L’alloro dei poeti

Dell’alloro mi piace tutto: il nome, la forma, l’odore… è davvero un albero amico, sempreverde e dalle molteplici virtù balsamiche, generoso di bacche e foglie con le quali si cucina e si fanno infusi e decotti preziosi per la salute, se ne ricava anche un ottimo olio essenziale.

pubblicato nella rubrica poesia il 26 ottobre 2007


Appuntamento.

"Uh che bella immagine, grazie!", dico al mio amico libraio che mi ha appena descritto una scena di un romanzo che ha letto. Per ricambiarlo, gliene descrivo una anch’io

pubblicato nella rubrica dal vivo il 25 ottobre 2007


Sponsor.

Le Gallerie dell’Accademia sono in restauro, sulle impalcature c’è una facciata posticcia che sorregge due teloni grandi come schermi cinematografici.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 24 ottobre 2007


Orologio.

Alla Galleria Nazionale di Urbino vedo per la prima volta dal vivo la Flagellazione di Piero della Francesca.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 23 ottobre 2007


Nome.

Le ho strofinato addosso il suo nome con la punta della lingua ripetendolo fino a che lei ha raggiunto il culmine. Se glielo rifacessi altre volte, chissà, si potrebbe istituire una specie di legame pavloviano fra il suo nome e il suo piacere;

pubblicato nella rubrica dal vivo il 22 ottobre 2007


Papa.

Sento una mia amica attrice al telefono, le chiedo come va. "Bene, benissimo. Siamo in scena con un testo di Karol Wojtyla. Un testo teatrale, non un’enciclica," ridacchia.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 17 ottobre 2007


Peso.

Ho comprato un metronomo. È di legno, la forma è quella classica, a piramide. La negoziante mi mostra la chiave per caricarlo e il peso metallico che scorre sulle tacche della lancetta per modificare la frequenza dal presto al largo.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 17 ottobre 2007


4’33".

Ho assistito a un’esecuzione di 4’33", il celeberrimo brano silenzioso di John Cage. Come è noto, si tratta in realtà di una performance: il pianista avvicina le dita alla tastiera, esita, rinuncia, apre e chiude il coperchio del pianoforte, siede immobile, ecc. I movimenti della sonata sono i suoi gesti.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 16 ottobre 2007


La vita incomprensibile

C’è un paese in questi anni in cui sono stato centinaia di volte. È un paese senza automobili e senza televisori. C’è una chiesa senza altare e senza tetto, ci sono case chiuse e altre squarciate, non ci sono carte, penne, bracciali, tovaglie, macchine per cucire, non ci sono occhiali, mutande, calzini.

pubblicato nella rubrica a voce il 16 ottobre 2007


Fi-ri-fi-fìii.

In platea, nell’intervallo del quartetto d’archi, due attempati compositori italiani commentano il concerto di ieri sera della loro giovane collega austriaca. "Roba da provare invidia. Praticamente un kolossal.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 16 ottobre 2007


Oro.

Quest’anno va di moda l’oro. Le scarpe da donna non ce l’hanno soltanto all’esterno, sulla tomaia, ma anche dentro, nella suoletta sotto la pianta del piede, e ai lati: una superficie dorata fodera l’interno, anche in quei modelli che fuori sono di pelle scura.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 15 ottobre 2007


La verità, vi prego, sulla pubblicità

La dovete sapere la verità sulla pubblicità. Dovete sapere chi vi manda in giro con le braccia alzate a urlare "riconoscersi a pelle". Chi opera alle vostre spalle mentre vi rifila la nutella.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 15 ottobre 2007


14.33.

Per difendersi dalle interpretazioni allegoriche, per tenere a bada assoluto e metafisica, mettere sempre nomi e cognomi, indirizzi, date di nascita, numeri di telefono e codice fiscale delle persone di cui si parla in una poesia, esibire le coordinate identitarie del tu che si invoca.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 ottobre 2007


Tu.

Comprata una raccolta di poesie di una persona che è stata mollata da un’altra. Conosco sia lui che lei, abitano nella mia città. Voluttà da pettegolezzo nello sfogliare il libro alla ricerca dei versi che parlano della loro relazione.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 14 ottobre 2007


Trasfusione.

Per la strada incrocio un giovane uomo con la barba lunga fino al petto e due bande di capelli lunghi che gli scendono dalle tempie. Cammina tenendo per mano un bambino di quattro o cinque anni.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 13 ottobre 2007


Ricevimento.

Entro in una casa, la persona che se l’è costruita sta facendo i fatti suoi, mi lascia gironzolare, in camera il letto è verticale, in bagno c’è un acquario in cui gli escrementi fluttuano per un po’ prima di essere eliminati, la cucina è un davanzale, le intemperie condiscono i cibi.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 12 ottobre 2007


Familiare.

Pochi minuti dopo l’inizio del concerto di musica contemporanea, la violoncellista è stata la prima a fare una faccia strana. Nel teatro era scattato l’allarme antincendio. Sulle pareti pulsavano le luci a intermittenza.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 ottobre 2007


Pennellate.

Da qualche giorno teniamo in casa una dozzina di girasoli dentro un grande vaso. Non li avevo mai guardati così bene da vicino. Capisco perché Van Gogh li ha dipinti con tanta convinzione.

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 ottobre 2007


Orgoglio.

Stamattina esco di casa, la locandina del giornale mi coglie di sorpresa, parla di qualcosa che è successo a due passi da qui, non ne sapevo nulla. C’è stata una rapina in pizzeria...

pubblicato nella rubrica dal vivo il 11 ottobre 2007


Metrica Ostetrica

Con l’accompagnamento del suo fedele cronòfono (il più antico robot musicista della storia), Tiziano Scarpa esegue il meglio dei suoi versi in metro e in rima, editi e inediti, scritti negli ultimi dieci anni.

pubblicato nella rubrica poesia il 9 ottobre 2007


Festival della Lettura

Letture, storie, racconti e grandi autori sono gli elementi del primo Festival della Lettura che l’Università Federico II organizza insieme all’Associazione "A Voce Alta".

pubblicato nella rubrica annunci il 7 ottobre 2007


Lo scultore dei sensi di colpa

È uscito Uno, il nuovo disco dei Marlene Kuntz. Prima di pubblicarlo, i Marlene hanno proposto a vari autori il testo di una canzone del disco, chiedendo a ciascuno un miniracconto ispirato a quei versi.

pubblicato nella rubrica racconti il 7 ottobre 2007


Ghingheri

Sulla rivista in rete ’tina, Matteo B. Bianchi presenta la versione 1.0 del Dizionario affettivo della lingua italiana: "L’idea alla base è molto semplice: ho chiesto a ogni scrittore di indicare la sua parola preferita del vocabolario italiano e di spiegarne il perché".

pubblicato nella rubrica in teoria il 19 settembre 2007


Appello per il Baco del Millennio

Ricevo e pubblico con grande convinzione questo appello, promosso fra gli altri da Lucio Villari e Dacia Maraini, in favore della trasmissione di Radio Uno Rai Il Baco del Millennio.

pubblicato nella rubrica annunci il 11 settembre 2007


Gli scrìttici

Segnalo, su Nazione indiana, un dialogo con Piero Sorrentino sullo scrìttico, etichetta escogitata da Sorrentino stesso per designare…

pubblicato nella rubrica democrazia il 11 settembre 2007


Come aiutare a morire

Il mio Leone d’Oro personale di questa Mostra del Cinema va al cortometraggio spagnolo Alumbramiento, di Eduardo Chapero-Jackson. Dura 15 minuti, ed è superbamente recitato da Mariví Bilbao, Cristina Plazas, Manolo Soto, Marta Belenguer e Sara Párbole.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 9 settembre 2007


Il replicante sono io

È il quarto giorno della Mostra del Cinema, siamo un migliaio di persone ad aspettare l’arrivo degli attori di Blade Runner: The Final Cut. Questa sera si proietta la versione definitiva, con qualche scena inedita e un finale diverso dal film uscito nelle sale nel 1982.

pubblicato nella rubrica a voce il 5 settembre 2007


La vita semplice

Ormai vivo murato in casa. Esco solo per depositare il sacchetto con l’immondizia e già mi pare un viaggio. Sono una trentina di metri. Tanto basta per tornare a casa disgustato.

pubblicato nella rubrica racconti il 5 settembre 2007


L’infezione del non-essere

Dal 5 settembre, il Festival dei Saperi di Pavia dedicherà una mostra ai "non-luoghi", a cura di Omar calabrese. Passati quindici anni dall’uscita del libro dell’antropologo francese Marc Augé, che ha battezzato questa ormai celebre categoria della vita contemporanea, che ne è dei non-luoghi?

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 4 settembre 2007


Il coraggio di amare

Dalla raccolta I nuovi sentimenti, curata da Romolo Bugaro e Marco Franzoso, ecco un brano del mio intervento intitolato Coraggio.

pubblicato nella rubrica racconti il 27 agosto 2007


Roberto Saviano nel mirino

Riporto i primi paragrafi dell’articolo che L’espresso dedica alla situazione di Roberto Saviano (sotto un titolo che non me la sono sentita di ricopiare per l’emozione).

pubblicato nella rubrica democrazia il 18 agosto 2007


Le illusioni sull’ambiente

La Terra è ammalata, il clima è impazzito, le risorse si assottigliano. Pian piano (troppo piano) se ne stanno accorgendo un po’ tutti. Ma la gente non vuole sapere; vuole sperare.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 15 agosto 2007


Casalesi operazione Gomorra

Un estratto da L’espresso in edicola dal 10 agosto:

(...) Oggi il problema principale per i boss del nuovo impero sono un magistrato e uno scrittore.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 agosto 2007


Una voce antichissima

I bambini si rincorrevano nel grande giardino recintato, salivano e scendevano dagli scivoli, dalle altalene, formavano gruppetti mobili e chiassosi nella luce accecante della mattina di luglio, ma lei non vedeva niente, assorbita dai pensieri.

pubblicato nella rubrica racconti il 3 agosto 2007


A lezione da Goldoni

Mi sono chiesto: che cosa scriverebbe, oggi, Goldoni? E soprattutto: quali sono le caratteristiche che ce lo rendono ancora oggi così vivo sulla scena?

pubblicato nella rubrica teatro il 25 luglio 2007


Là dove una volta era tutta zona rossa

Una decina di minuti prima ho incominciato a chiedermi che cosa sarebbe successo alle 17.27 precise, qui, in Piazza Alimonda, sei anni dopo.

pubblicato nella rubrica democrazia il 24 luglio 2007


Cosa cambia

Come tutti sanno, pochi giorni fa Giovanni De Gennaro è stato dimissionato dall’incarico di capo della Polizia. Come tutti sanno, il motivo del dimissionamento risiede in una (presunta) storia di false testimonianze e false informazioni al pubblico ministero, con riferimento al blitz della polizia all’interno della scuola Diaz durante il G8 del 2001.

pubblicato nella rubrica libri il 19 luglio 2007


Apocalypse Show

La crisi climatica, percepibile ormai nell’esperienza quotidiana, misurabile da chiunque nel mutato mutare delle stagioni, mette a nudo i veri punti chiave della questione davvero epocale che abbiamo di fronte.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 22 giugno 2007


Merda Non Olet

Ancor oggi, a quarant’anni dalla sua creazione, la Merda d’artista di Piero Manzoni è per molti poco più che una boutade, una provocazione o addirittura una barzelletta.

pubblicato nella rubrica arte il 9 giugno 2007


La delicatezza della devastazione

C’è sempre un punto di catastrofe, una vertigine riflessiva nelle opere di Bertozzi & Casoni: succede quando le loro opere raffigurano i piatti da tavola, le tazze e le tazzine, i piattini da caffè, le teiere.

pubblicato nella rubrica arte il 6 giugno 2007


Lu poeto

Ce vene lu poeto ne lu paese,
ce leggie lu poemo d’ammure.

Ne la piazza diserta
nu ce stà nissuno.

pubblicato nella rubrica poesia il 4 giugno 2007


La Scuraglia ha fatto 100

Paese (Treviso)
TeatroFilò
martedì 5 giugno
ore 21.00

pubblicato nella rubrica annunci il 4 giugno 2007


Amami a Verona

Venerdì 1 giugno
ore 22
Circolo Malacarne
Via San Vitale, 14/a
Verona

pubblicato nella rubrica annunci il 1 giugno 2007


Sirene

Questa non è una recensione. Sono annotazioni che ho scritto dopo la lettura di Sirene, il romanzo bellissimo di Laura Pugno che vi consiglio di non farvi sfuggire.

pubblicato nella rubrica libri il 23 maggio 2007


Gli straccioni

Gli straccioni è ambientato su un marciapiede.

In scena c’è un grande mucchio di abiti. Per tutta la durata della pièce, sullo sfondo, passanti silenziosi camminano fino al mucchio, si cambiano d’abito e di personalità, se ne vanno con un’altra andatura.

pubblicato nella rubrica teatro il 21 maggio 2007


Sei letture sceniche per la nuova drammaturgia

Sei teatri italiani cooperano al rilancio del Premio Candoni Arta Terme per la nuova drammaturgia. Nel 2005 nasce Extracandoni, teatri in rete per la promozione, produzione e diffusione della nuova drammaturgia.

pubblicato nella rubrica annunci il 21 maggio 2007


Il trionfo della religione

A causa della nostra morte priva di senso è comparsa la religione. È plausibile immaginare il primo homo erectus che abbia assistito al mistero del trapasso: si sarà interrogato sull’avvenimento, avrà avvertito un capogiro di sgomento e infine è possibile che abbia ululato senza una direzione precisa.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 21 maggio 2007


Il tramonto è bello

Nella sezione BIBLIOTECA, il mio racconto presente nel libro a cura di Giuseppe Montesano e Vincenzo Trione Napoli assediata (edito da Tullio Pironti), che raccoglie fotogrammi e documentazione del video degli Underworld, e testi di Maurizio Braucci, Peppe Lanzetta, Giuseppe Montesano, Antonio Scurati, Roberto Saviano, Tiziano Scarpa, Piero Sorrentino, Vincenzo Trione. Eccone alcuni brani.

pubblicato nella rubrica racconti il 16 maggio 2007


L’inseguimento

Non perdete, nella sezione BIBLIOTECA, lo splendido racconto di Roberto Michilli, scaricabile in formato pdf. Ecco l’inizio.

pubblicato nella rubrica racconti il 11 maggio 2007


Amami a Torino

Mercoledì 9 maggio
ore 21.30

Cafè Liber
Corso Vercelli, 2
Torino

pubblicato nella rubrica annunci il 9 maggio 2007


Aggiornamento veloce

Francesco Giusti è nato a Venezia nel 1952.
I suoi testi sono apparsi su "Nuovi Argomenti", "Smerilliana", "Anterem", "Doc(k)s", "mini", "Mgur", "Zeta".

pubblicato nella rubrica poesia il 2 maggio 2007


La morte di Tonino

Nella sezione Altre letture il racconto di Franco Arminio, scaricabile in formato pdf. Eccone un brano.

pubblicato nella rubrica racconti il 30 aprile 2007


Incendio Veneto

Una densa, grossa colonna di fumo, portata dal vento in alto nel cielo e che poi, nera e grigia, si sviluppa in un enorme serpentone alato.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 20 aprile 2007


Questo dovevo fare

C’erano cento miliardi di strade
per non andare a sbattere
contro questa giornata.
Miliardi di occasioni.
E sì che le avevate.
Le avete avute tutte.

pubblicato nella rubrica poesia il 19 aprile 2007


L’egocalisse

È scoppiata un’epidemia dentro e fuori dei libri. I focolai sono sempre più numerosi. Il morbo si chiama autobiografia. La scrittura si è ammalata di io.

pubblicato nella rubrica libri il 18 aprile 2007


Napoli assediata

Il 4 Aprile scorso, all’Istituto Cervantes di Napoli si è inaugurata la mostra del video d’arte Napoli assediata degli Underworld (Francesco Capasso, Teresa Dell’Aversana, Salvatore Di Vilio, Domenico Napolitano, Rosanna Pezzella). La mostra rimarrà aperta fino al 25 aprile.

pubblicato nella rubrica a voce il 16 aprile 2007


L’angelo dell’esperimento

Il topolino nel labirinto
non sarà il Minotauro
ma neppure un fesso.

pubblicato nella rubrica poesia il 11 aprile 2007


London Calling

Hanno cantato invano, i Clash, per Tony Blair e i suoi ministri, che pure si piccano di essere moderni e perfino amanti del rock.

pubblicato nella rubrica democrazia il 11 aprile 2007


Figlioli miei, artisti immaginari

Che bella cosa, l’arte contemporanea. Sarà anche sciatta, cialtrona, schiava delle lobby, ma alla fine i suoi anticorpi riesce sempre a generarli da sé.

pubblicato nella rubrica arte il 4 aprile 2007


Arte prometeica e finanziamenti titanici

Giorgio Napolitano è il terzo capo di stato che vedo da vicino.

pubblicato nella rubrica a voce il 4 aprile 2007


Il primo amore su carta

Abbiamo scelto il titolo di uno dei canti leopardiani. La grafia stessa della testata è presa dai manoscritti autografi di Leopardi, sono parole scritte di suo pugno.

pubblicato nella rubrica a voce il 3 aprile 2007


The reality show must go on

L’invito del presidente della Rai, Claudio Petruccioli, a eliminare dalla programmazione già dal prossimo anno i reality potrebbe rappresentare un primo passo verso un generale miglioramento della qualità del servizio pubblico radiotelevisivo. Potrebbe.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 3 aprile 2007


Archivio Luigi Nono

Lunedì 26 marzo 2007 alle 18 inaugura la nuova sede dell’Archivio Luigi Nono nella bellissima Sala delle Colonne dell’ex Convento dei SS. Cosma e Damiano, alla Giudecca

pubblicato nella rubrica locandina il 26 marzo 2007


L’amore guardato in faccia

Nel 2004, a Milano, in una fiera di arte contemporanea, Massimo Giacon ha esposto un’installazione con 100 disegni: persone di ogni tipo che facevano cose ordinarie o piuttosto atroci.

pubblicato nella rubrica libri il 25 marzo 2007


I due padreterni

Recordo poi che era propia il ciorno di Natale, e propia quella notata si aveva presentato alle nostre posezione un soldato austrieco che parlava italiano, e forse era di Trieste

pubblicato nella rubrica a voce il 23 marzo 2007


Uno spettacolo bloccato dalla polizia a Milano

Milano, 14.03.07 Cari amici, sta accadendo un fatto molto grave e molto preoccupante. Il sintomo di un momento di grande crisi culturale del nostro paese. Un fatto che ci riguarda, ma che indirettamente colpisce tutti coloro che lavorano per fare cultura.

pubblicato nella rubrica teatro il 15 marzo 2007


Un romanzo di formazione familiare

Caro Livio, iniziamo dal titolo. Il tuo Niente da ridere è un’infilata di incidenti, gaffes, capovolgimenti di ruoli, involontarie candidature politiche, improbabili scappatelle e pupazzi di Babbo Natale rubati agli studi televisivi.

pubblicato nella rubrica libri il 13 marzo 2007


L’amore non è più quello di una volta

Le motivazioni sono diverse.
Innanzitutto ci piaceva coinvolgere in un progetto comune un gruppo di amici che da anni si incontrano con una certa frequenza, si confrontano e si interrogano sui temi della scrittura.

pubblicato nella rubrica libri il 12 marzo 2007


Pluriverse

Nella sezione BIBLIOTECA, in formato pdf il racconto Pluriverse di Tiziano Scarpa, ispirato alle opere di Mauro Ceolin, e pubblicato nella monografia edita da Johan & Levi nel 2006.

pubblicato nella rubrica racconti il 7 marzo 2007


Tre poesie d’amore a Ladyhawke

Come un serial killer
faccio pagare alle altre donne
la colpa
di non essere te

pubblicato nella rubrica poesia il 4 marzo 2007


Ascensore

Da Uomo e cammello, traduzione di Damiano Abeni, Mondadori, 2007.

pubblicato nella rubrica poesia il 2 marzo 2007


In cerca della Sibilla

Se ancora in Italia esiste un luogo intensamente singolare, questo luogo si chiama Campi Flegrei.

pubblicato nella rubrica a voce il 21 febbraio 2007


Ordine del giorno n° 83

"Io conosco la vostra storia; che cosa meravigliosa l’umanità! Senza dubbio sapere tutto fa parte dei miei doveri...

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 20 febbraio 2007


Amami dal vivo

Martedì 13 febbraio – ore 18.30

Libreria Feltrinelli
Piazza Piemonte
Milano

Massimo Giacon e Tiziano Scarpa

pubblicato nella rubrica annunci il 13 febbraio 2007


Unioni civili e talebani da party

È meglio che, in materia di unioni civili, l’Italia assomigli a paesi come Turchia o Bielorussia o a paesi come Gran Bretagna, Francia, Germania, Svizzera?

pubblicato nella rubrica democrazia il 12 febbraio 2007


Everyman

A un primo, superficiale approccio Everyman, l’ultimo romanzo di Philip Roth – un’amara e insieme serena riflessione sulla morte –, può sembrare una storia intimistica e confessionale

pubblicato nella rubrica libri il 8 febbraio 2007


La verità di Matarrese

"Lo spettacolo deve continuare, perché non è un giochino questo qui. Per cui quelli che dicono ’blocchiamo, chiudiamo gli stadi, non giochiamo più, saltiamo, stiamo un anno fermi’, mah, io ho l’impressione che siano un po’ esaltati, eh, anche un po’ irresponsabili, quelli che parlano in questo modo."

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 7 febbraio 2007


Luogo e Impulso

Metà idea e metà frutto
metà rischio metà fame
metà intero metà tutto
metà morte metà pane

pubblicato nella rubrica poesia il 1 febbraio 2007


Amami

Tutto quello che facciamo, lo facciamo per essere amati. A ogni parola che pronunciamo ne fa da sottofondo un’altra: "Amami". È una richiesta da accattoni sentimentali, ma è anche un comando a cui è impossibile ubbidire: perché non si può obbligare nessuno ad amare.

pubblicato nella rubrica libri il 30 gennaio 2007


Telespettatori a tutti i costi

Qualche settimana fa anch’io, come moltissimi italiani, ho ricevuto una lettera dalla Rai. L’ho aperta, e dalla busta è saltato fuori un uomo in tunica scura con uno spadone in mano. Era la Legge. "Ti nomino telespettatore", mi ha detto toccandomi il cocuzzolo e le spalle con la lama pesante. "Ma come? Io non ho il televisore!", ho risposto.

pubblicato nella rubrica democrazia il 29 gennaio 2007


La custode del disastro

Dal 25 gennaio al 4 febbraio 2007
Stefania Pepe in

La custode del disastro

di Tiziano Scarpa
messa in scena di Bruno Fornasari

Repliche dal martedì a sabato alle ore 22.00
domenica alle ore 17.30 – lunedì riposo

Teatro Litta
Sala La Cavallerizza
Corso Magenta, 24 – Milano

pubblicato nella rubrica annunci il 24 gennaio 2007


Gli americani a Vicenza

I soldati americani che arriveranno a Vicenza, per aggiungersi ai molti che già ci sono, se il raddoppio della base militare esistente sarà realizzato, non saranno come quelli descritti (e immaginati) da Goffredo Parise nel racconto che si intitola, appunto, Gli americani a Vicenza, del 1956. Erano, quelli, gli Alleati della guerra contro il nazifascismo finita da poco. Si insediavano e cominciavano a familiarizzarsi con la popolazione, prima di acquartierarsi definitivamente nei loro (già) enormi spazi riservati e inviolabili, diventando infine i soldati della Guerra Fredda.

pubblicato nella rubrica democrazia il 23 gennaio 2007


La strada di Levi

Il 27 gennaio 1945, Primo Levi, autore dell’universalmente noto Se questo è un uomo, venne liberato dal campo di concentramento di Auschwitz. Gli furono necessari dieci mesi, dozzine di giri tortuosi, molti ritardi e migliaia di chilometri per tornare a casa, a Torino.

pubblicato nella rubrica locandina il 18 gennaio 2007


Autismo corale

Certe volte penso che non c’è niente da fare. Poi, brevemente, mi rianimo, quasi arrivo alla calma comune. Eccomi, ci sono anche io, sto per dire, sono quasi sorpreso che lo sgomento è attutito e invece all’improvviso la morte torna come una pulce e basta un lievissimo prurito dalle parti del cuore, basta un lievissimo smottamento ed ecco che non credo più alla mia pace, non mi convince più la piccola danza degli impicci quotidiani, sento che abbiamo messo su un mondo che può solo deluderci.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 17 gennaio 2007


Strange Fruit

Uno strano frutto cresce spesso quassù, a nord, in province che sono tra le più ricche del mondo ma anche fra le più spaesate e a volte spaventate dai cambiamenti che pure contribuiscono potentemente a provocare. Non pende dai pioppi, come lo Strange Fruit di Billie Holiday, ma ugualmente semina "sangue su foglie e radici".

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 13 gennaio 2007


Leopardi a Roma

Sono tornate da poche settimane in libreria le Lettere di Giacomo Leopardi, in un’edizione di grande valore scientifico curata da Rolando Damiani, già autore di una bella biografia del poeta e di una preziosa edizione commentata dello Zibaldone.

pubblicato nella rubrica libri il 10 gennaio 2007


La morte di Saddam

Chissà quante esecuzioni avrà ordinato Saddam, finché è stato al potere. Per non dire delle stragi e delle guerre. Eppure, di fronte alle immagini della sua esecuzione, è come se tutto questo fosse finito in un angolo separato della comune consapevolezza.

pubblicato nella rubrica democrazia il 10 gennaio 2007


un orgasmo all’incontrario [pienezza pienezza]
pubblicato nella rubrica poesia il 31 dicembre 2006


Il vuoto al centro del mondo

Che cos’è il Natale? Provo a dare una risposta astratta e una concreta. Quella astratta: il Natale rivela un difetto del mondo che forse verrà corretto; indica una mancanza, un vuoto che potrebbe riempirsi con qualcosa di sorprendente. La risposta concreta: il Natale è la culla del presepe.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 28 dicembre 2006


Il cuore perverso di Zizek

È uscito Il cuore perverso del cristianesimo, di Slavoj Zizek (Meltemi editore). Questo articolo riprende alcuni temi presenti nella postfazione di Marco Senaldi stesso al libro di Zizek.

pubblicato nella rubrica libri il 21 dicembre 2006


Outlook

venti, venticinque al giorno.
non parlo di sigarette
ma delle volte in cui apro la posta.

pubblicato nella rubrica poesia il 20 dicembre 2006


La forza del sole

Questa è l’introduzione a Sole liquido, il romanzo di Edward Moor appena pubblicato dalle edizioni Ellin Selae.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 18 dicembre 2006


Lamentazione per i libri belli

C’è un verbo curioso che si continua a usare quando viene stampato un libro. Si dice che il libro è "uscito". In realtà, a parte le solite schifezze e qualche miracolosa eccezione che porta a "uscire" anche qualche bel libro, si deve dire che i libri non escono. Semplicemente traslocano dall’officina tipografica alla casa dello scrittore.

pubblicato nella rubrica libri il 12 dicembre 2006


Vivere con un leone

Bisogna avere nervi saldi per convivere con un leone. Anche se è vecchio e ha bisogno di cure, è pur sempre una belva. Così, quando ho saputo che a Venezia c’è qualcuno che tiene con sé un leone al lavoro, mi sono fatto coraggio e sono andato a trovarlo.

pubblicato nella rubrica a voce il 11 dicembre 2006


Le forme del fiato

Jazz Groove
Dicembre 2006

Lunedì 4 dicembre

Le Forme del Fiato
Improbabile Quartet

pubblicato nella rubrica annunci il 3 dicembre 2006


Maratona sentimentale

Venerdì 1 dicembre, nello storico Caffé Pedrocchi di Padova, lettura integrale (o quasi) di I nuovi sentimenti, l’antologia di riflessioni autobiografiche sui sentimenti del terzo millennio. Dalle 21 in poi. Saranno presenti tutti gli autori (o quasi).

pubblicato nella rubrica annunci il 29 novembre 2006


Aura condizionata

È noto che tra sociologia e arte contemporanea non corre buon sangue. Il motivo è presto detto: per i sociologi ha sempre avuto poco senso occuparsi d’arte contemporanea perché a livello sociale rappresenta una nicchia elitaria;

pubblicato nella rubrica libri il 29 novembre 2006


La Scuraglia a Padova

Tiziano Scarpa
Groppi d’amore nella scuraglia

venerdì 1 dicembre, ore 21

pubblicato nella rubrica annunci il 28 novembre 2006


Il mestiere del videocampione

1976. Viggiù (Va). Mio padre ha meno anni di quanti ne ho io adesso. Si presenta in casa con una scatola voluminosa e densa di misteri. Tutti fanno silenzio. Dalla scatola di cartone estrae una scatola di plastica nera. In quella scatola di plastica nera c’è una rivoluzione e io non lo so, nessuno lo sa ancora

pubblicato nella rubrica a voce il 28 novembre 2006


Il lavoro sporco della satira

Ieri due vignette su un giornale "di destra" e uno "di sinistra" facevano la stessa insinuazione: l’inchiesta di Cremagnani e Deaglio è solo una questione di marketing.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 26 novembre 2006


Romanzieri coatti

Il caso è esploso. Ieri tutte le prime pagine dei giornali ne parlavano. Due milioni di schede bianche truffaldinamente assegnate a Forza Italia nelle ultime elezioni.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 26 novembre 2006


Il commercio dell’invisibile
pubblicato nella rubrica a voce il 24 novembre 2006


Che cos’è un dispositivo?

Vi propongo nulla di meno che una generale e massiccia partizione dell’esistente in due grandi gruppi o classi: da una parte gli esseri viventi (o le sostanze) e dall’altra i dispositivi in cui essi vengono incessantemente catturati.

pubblicato nella rubrica in teoria il 24 novembre 2006


L’uomo che parla con i download

A Milano c’è un uomo che parla con i download. Anzi, con uno in particolare. Parla con quello. Perché guardare la barra del download mentre stai scaricando qualcosa da internet è la nuova emozione più comoda e caratteristica di questi ultimi anni. È un’emozione che conosce chiunque pratichi lo sharing.

pubblicato nella rubrica racconti il 24 novembre 2006


Nell’attesa del già avvenuto

Uno stupendo Finale di partita, diretto e interpretato da un straordinario Franco Branciaroli, quello a cui si può assistere al Teatro Piccolo di Milano. Proprio nei giorni in cui alcuni scienziati diagnosticano che la Terra è un malato terminale...

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 16 novembre 2006


Un nuovo editore in rete per i lettori (e per gli editori su carta)

"Vibrisselibri è una casa editrice che pubblica in rete, con la formula del copyleft, opere letterarie e saggistiche liberamente e gratuitamente scaricabili. Vibrisselibri è anche un’agenzia letteraria, che propone alle case editrici tradizionali le opere già pubblicate in rete."

pubblicato nella rubrica libri il 16 novembre 2006


I nuovi sentimenti

Ci sono sentimenti che hanno resistito caparbiamente all’avvento del nuovo. Ce ne sono altri che sono scomparsi: un po’ alla volta, quasi insensibilmente, o un po’ di colpo di fronte a inaspettati cataclismi culturali.

pubblicato nella rubrica libri il 13 novembre 2006


Nel cuore silenzioso del capitalismo
pubblicato nella rubrica libri il 9 novembre 2006


Un piccolo raggio di sole

Castelvecchi ha recentemente pubblicato Fai ciò che vuoi, versione italiana della biografia di Aleister Crowley (1875-1947) scritta da Lawrence Sutin (già autore di Divine invasioni sulla vita di Dick). Riportandoci così al tempo delle sue uscite migliori, quelle fondanti per la generazione dei ’90 (Bifo, Negri, Blissett, la coppia D-G, l’arancione Woobinda…).

pubblicato nella rubrica libri il 9 novembre 2006


La rissa cieca

Quando penso alla situazione attuale del genere umano sul pianeta Terra, mi viene in mente la pagina che potete leggere qui in fondo.

Apparentemente è la descrizione di una rissa che si risolve con un colpo di scena.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 8 novembre 2006


Le pastiglie per l’alito e la fine del mondo

È pomeriggio, Attilio si sveglia da un sonnellino. Fra due ore ha un appuntamento con Eloisa. È da un po’ che si frequentano. Probabilmente oggi faranno l’amore per la prima volta. Attilio ci mette un intero paragrafo, diciotto righe, a farsi la barba, soppesando ciò che comporta radersi con una lametta nuova. Si fa la doccia, si lava i denti. Si veste con biancheria pulita e abiti stirati. Esce, sale in macchina. Fa una sosta in farmacia a comprare pastiglie per profumare l’alito. Le preoccupazioni per l’alito cattivo occupano ventidue righe.

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 7 novembre 2006


Come mi hanno soffiato mia moglie

Vi voglio raccontare come mi hanno soffiato mia moglie. Ma prima vi devo descrivere la mia situazione.
Dunque, io mi chiamo Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica a voce il 4 novembre 2006


La favola della buonanotte dei famosi

Madonna, Kylie Minogue, Gloria Estefan, Jamie Lee Curtis, Paul McCartney, John Travolta: attori, cantanti e comici si riciclano come autori di libri per bambini. Molti di loro vendono milioni di copie. Ed Pilkington sul Guardian di oggi sostiene che l’ossessione pubblica per le persone famose va oltre ogni limite.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 3 novembre 2006


Preghiera Laika

La fetta laterale concessa dal finestrino prossimo o vicino al posto vuoto a destra, la porzione di cielo riempie il tettuccio quotidiano circoscritto dalle guarnizioni metalmeccaniche di stelle e turni serali offerti alla lucentezza funebre del parabrezza scheggiato dalla pioggerella di lampioni gialli, ah, il cielo, approfitto delle luci comunali periferiche e sospiro ansioso, ruoto le pupille stanche verso le ciglia secche e cerco una traccia di me stesso sull’etichetta della maturità, qui ora o tra trent’anni dentro la vecchiaia

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 3 novembre 2006


Babel

Luce scabra, azoto impolverato. La macchina da presa è abbagliata controluce, la luce stana gli spigoli interni della camera ottica, i suoi punti sensibili sono raggiunti diagonalmente dai raggi del sole.

pubblicato nella rubrica cinema il 30 ottobre 2006


Il sequestro del David

In una saletta della Casa Bianca, due uomini stavano seduti davanti a un televisore.
In primo piano sullo schermo c’era la testa del David di Michelangelo. Ma non aveva il suo solito sguardo scontroso: sembrava stranamente supplichevole. E poi le labbra si muovevano

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 26 ottobre 2006


Dialogo di un folletto e di uno gnomo
pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 20 ottobre 2006


Quotidiano vernissage

Apriamo la prima porta, il nostro bovino entra nel nostro box zincato, muggisce, non vuole proseguire, il nostro operatore lo spinge verso ciò che noi chiamiamo stordimento, la parola morte non esiste

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 18 ottobre 2006


Il Circo dei Cani in concerto

Le serate della caduta

Il Circo dei Cani in Concerto
canzoni impopolari, fedifraghe, aspiranti godot

pubblicato nella rubrica locandina il 16 ottobre 2006


Al mercato

Al mercato di Pjaca
ci sono venditrici
che hanno una merce sola.

pubblicato nella rubrica a voce il 12 ottobre 2006


Contrappunti 06/07

Teatro Maddalene
Via S.G. da Verdara, 40
Padova

info spettacoli e workshop
melissa@tamteatromusica.it
www.tamteatromusica.it

prenotazioni 049 654669 (h 9-13)

pubblicato nella rubrica locandina il 11 ottobre 2006


Manuale di filosofia panoramica

Facile studiare filosofia
lungo l’Obala kralija Petra Krešimira,
a tre metri dal mare!
La Filozofski fakultet è orientata
fra il sud e l’ovest. L’apice e la fine.

pubblicato nella rubrica a voce il 11 ottobre 2006


L’organo marino

Davanti alla bellezza dei paesaggi
c’è chi fuma guardando l’orizzonte,
chi estrae la macchina e scatta una foto,
chi abbraccia l’amorosa,
chi strimpella una nenia,
chi scrive una poesia.

pubblicato nella rubrica a voce il 10 ottobre 2006


Dizionario di sopravvivenza

Di tutte le parole
ne uso soltanto una
(anche perché non ne conosco altre).

pubblicato nella rubrica a voce il 9 ottobre 2006


Il nuovo numero di "Una città"

E’ uscito il numero 141 di "Una città" di cui riportiamo, di seguito, il sommario. E’ possibile farsi un’idea della rivista (mensile di interviste e foto, di 24 pagine in grande formato, senza pubblicità) andando al sito http://www.unacitta.it o richiedendo copia saggio a
mailing@unacitta.org.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 8 ottobre 2006


La danza a pugni e calci degli artisti

È domenica, il giorno del Signore!

Andiamo a rendergli i dovuti omaggi
al tempio cittadino,
il palazzetto dello sport di Jazine,
scassato ma glorioso.

pubblicato nella rubrica a voce il 8 ottobre 2006


Come si vive da morti

Sul lungomare c’è un uomo di bronzo
seduto su una bitta.
Ha una conchiglia molto grande in mano.
La mira e la rimira.

pubblicato nella rubrica a voce il 7 ottobre 2006


La santità portatile

Testa di san Gregorio.
Busto di san Silvestro.
Scapola di san Marco.
Piede di san Crisogono.

pubblicato nella rubrica a voce il 6 ottobre 2006


Il campo di bocce

Lo stradone Ante Starčevića
l’asse che porta verso Zagreb e Rijeka
ha grandi caseggiati
e qualche cartello pubblicitario.

pubblicato nella rubrica a voce il 5 ottobre 2006


Se l’America parlasse italiano

Immaginate che l’Oceano Atlantico
sia a est invece che a ovest.
L’America sta a Oriente.

pubblicato nella rubrica a voce il 4 ottobre 2006


L’orrore spiegato ai bambini

La matinée a teatro
è una smentita del mattino: è notte
qui dentro, buio pesto.

pubblicato nella rubrica a voce il 3 ottobre 2006


L’acquisto della bici

Questa bici era in svendita
nel centro commerciale
sulla Zagrebačka. Seicento kune.
Ottanta euro. Niente male, no?

pubblicato nella rubrica a voce il 2 ottobre 2006


Nella cripta del vento

Saliamo i 201 gradini
del campanile della cattedrale
di Sveta Stošija, forza!

pubblicato nella rubrica a voce il 1 ottobre 2006


La forma di Dio

Un po’ chiesa, un po’ torre,
Sveti Donat si stira verso l’alto
come per incapsulare più cielo
di una chiesa qualsiasi.

pubblicato nella rubrica a voce il 30 settembre 2006


Le vie del centro

La pavimentazione
di Kalelarga e delle vie del centro
è in marmo bianco lucido.

pubblicato nella rubrica a voce il 29 settembre 2006


Tramonto a Zara

Questo che vedete, cari signori,
è il tramonto. Lo so,
sono appena le sei del pomeriggio,
il sole è ancora alto.

pubblicato nella rubrica a voce il 28 settembre 2006


Estate in campagna. I. I care

A Barbiana si arriva per una strada tutta curve che sale veloce incontro ai cipressi abbandonando l’asfalto, là sulla vetta c’è la chiesa con la canonica e il suo minuscolo cimitero, da lassù si domina la valle della Sieve e l’orizzonte si chiude sulla corona appenninica, rilanciando lo sguardo lungo la verticale delle montagne.

pubblicato nella rubrica a voce il 25 settembre 2006


Nuovo Turismo Italiano

Cammino nelle retrovie di un esercito di ombrelloni, sul lungomare Katia Ricciarelli. Il cartello stradale dice proprio così: "lungomare Katia Ricciarelli – artista". No, non sono finito dentro una vignetta satirica o in un racconto di Aldo Nove. Sono a Jesolo.

pubblicato nella rubrica a voce il 13 settembre 2006


Gianni Coscia e Gianluigi Trovesi girano intorno a Kurt Weill

Venerdì 8 settembre 2006
Centro Culturale Cascina Grande
viale Togliatti
Rozzano (Mi)
Ore 21

pubblicato nella rubrica locandina il 5 settembre 2006


La punta della lingua 2006

La punta della lingua 2006 - Poesia Festival nasce da un ciclo di laboratori di poesia, organizzati negli ultimi due anni ad Ancona dall’Associazione Culturale NIE WIEM in collaborazione con il poeta Luigi Socci.

pubblicato nella rubrica locandina il 23 agosto 2006


Il broglio

Ho finalmente letto anch’io Il broglio, il "romanzo simultaneo" su lunedì 10 aprile 2006, giornata di spoglio delle schede delle ultime elezioni politiche. Per chi ancora non lo sapesse, l’anonimo autore, Agente Italiano, insinua dubbi gravissimi sul "quasi pareggio" del centrodestra.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 18 luglio 2006


ateatro ha fatto 100

Lo potete leggere qui.

pubblicato nella rubrica locandina il 13 luglio 2006


Le falsificazioni di Wu Ming 1

Nella sua recensione a Gomorra, Wu Ming 1 mi mette in bocca cose da lui inventate. Mi fa dire a Roberto Saviano: "e chissà dove saresti a quest’ora se io non, e va riconosciuto che c’è un gruppo di persone che". Wu Ming 1 definisce il mio articolo "solita fiera delle vanità, solita condotta parassitaria, solito esibizionismo sconcio".

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 24 giugno 2006


Poeta, marito e padre

Il primo [fatto] era il prendere il tema dell’amore coniugale e la tematica famigliare come momento assolutamente centrale, che nel tempo si è venuto sempre più arricchendo, approfondendo e organizzando.

pubblicato nella rubrica poesia il 21 giugno 2006


A Milano con la sindrome di Stoccolma

Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello,
tuffarci nell’abisso, inferno o cielo non importa.
Giù nell’ignoto per trovarvi del nuovo.

Charles Baudelaire

pubblicato nella rubrica emergenza di specie il 17 giugno 2006


Intervista a Giorgio Messori

Giorgio Messori è morto il 12 giugno, stroncato, come si dice in questi casi, ’da una lunga e dolorosa malattia’. Il sottoscritto, incuriosito da due preziose recensioni di Trevi e Belpoliti per il suo Nella città del pane e dei postini, l’aveva intervistato, ricavandone la sensazione di una persona dolcissima, incline alla riservatezza e alla malinconia. Questa è l’intervista che è apparsa su "Stilos" del 30 agosto-12 settembre 2005.

pubblicato nella rubrica a voce il 16 giugno 2006


Per Giorgio Messori

Giorgio Messori è morto il 12 giugno, stroncato, come si dice in questi casi, ’da una lunga e dolorosa malattia’. Il sottoscritto, incuriosito da due preziose recensioni di Trevi e Belpoliti per il suo Nella città del pane e dei postini, l’aveva intervistato, ricavandone la sensazione di una persona dolcissima, incline alla riservatezza e alla malinconia. Questa è la recensione che è apparsa su "Stilos" del 30 agosto-12 settembre 2005.

pubblicato nella rubrica libri il 16 giugno 2006


I diritti umani degli scrittori

SECONDA "CATTEDRA DEI DIRITTI UMANI DELLO SCRITTORE"

"Libertà di Espressione, Potere e Terrorismo"

SABATO 17 GIUGNO 2006
CENTRO CONGRESSI "PALAZZO DELLE STELLINE"
CORSO MAGENTA 61
MILANO

pubblicato nella rubrica locandina il 15 giugno 2006


Viaggio nell’inferno camorrista

Gomorra, esordio letterario di Roberto Saviano, è un’ambiziosa narrazione-reportage sul fenomeno camorrista in cui, in controtendenza coi principi generali del genere giornalistico, l’autore decide di mettersi in gioco in prima persona.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 14 giugno 2006


Anticipazione #6

Al termine di un decennio prodigioso, in cui ha scritto sei romanzi e centinaia di racconti, oltre a svariati testi teatrali, poesie, articoli, ecco che questo formidabile scrittore sfocia in un libro inclassificabile, inaudito.

pubblicato nella rubrica libri il 13 giugno 2006


Ciak nel deserto

Martedì 25 aprile.

Arrivo a Tunisi a mezzogiorno. In aeroporto mi aspetta Abdul, l’autista. Partiamo verso sud. Passiamo Hammamet, Kairouan, Gafsa. Ci fermiamo a mangiare budelle di pecora alla brace, vicino alla pozzanghera di sangue dove è stato sgozzato l’animale.

pubblicato nella rubrica a voce il 8 giugno 2006


Distruggere Alphaville

Segnalo questo importante intervento di Valerio Evangelisti su Carmilla, tratto dall’introduzione alla sua nuova raccolta di saggi Distruggere Alphaville (edita da L’Ancora del Mediterraneo). Ne riporto il primo paragrafo:

pubblicato nella rubrica in teoria il 8 giugno 2006


Soluzione

Le frasi del quiz erano tratte da...

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 7 giugno 2006


Ancora Gomorra

Caro Roberto, hai scritto un libro eccezionale. Altri hanno già colto l’acutezza del tuo sguardo e la potenza del tuo racconto meglio di quanto possa fare io. Permettimi di cominciare a scriverti facendo due piccole riflessioni.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 6 giugno 2006


Quiz

"C’è tutta l’irreale magia che da oltre un secolo ci lega come bambini a un sogno."

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 5 giugno 2006


Gomorra a Milano

Lunedì 5 giugno, ore 18
alla Libreria Feltrinelli di Piazza Duomo
Milano

Daria Bignardi presenta Gomorra di Roberto Saviano.

pubblicato nella rubrica locandina il 4 giugno 2006


La Biblioteca in Giardino

Dal 30 maggio al 20 luglio 2006 torna

La Biblioteca in Giardino
letteratura, reading e set acustici: incontri d’autore nei giardini delle biblioteche milanesi

pubblicato nella rubrica locandina il 29 maggio 2006


I Monologhi della Varechina

I Monologhi della Varechina è una nuova rivista di letteratura e immagini, distribuita gratuitamente in rete. Si propone di offrire una stanza tutta per sé a donne che raccontano storie. Vi collaborano e vi collaboreranno scrittrici, giornaliste, blogger, illustratrici, artiste, fotografe, autrici di teatro e di cinema.

pubblicato nella rubrica locandina il 29 maggio 2006


Il corpo a Vienna

Martedì, 30 maggio
ore 19.00
Tiziano Scarpa legge brani tratti da Corpo, Einaudi, 2004 (in italiano e tedesco).

pubblicato nella rubrica annunci il 26 maggio 2006


Una città: è uscito il numero 138

E’ uscito il numero 138 di "Una città" di cui riportiamo, di seguito, il sommario.

pubblicato nella rubrica locandina il 26 maggio 2006


Polli d’appartamento

Nel cielo un tempo semiperiferico e adesso comodo, 150.000 euro sono 30 metri quadrati, forse meno, il pavimento è da cambiare, il bagno, le tubature...

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 24 maggio 2006


Fausto Bertinotti e Concita De Gregorio presentano Aldo Nove

25 MAGGIO 2006

pubblicato nella rubrica locandina il 22 maggio 2006


Come si diventa immortali

È il mio primo concerto di Elio e le Storie Tese. L’ingresso è gratuito, offerto da Telecom. Il teatro Verdi di Pisa è stipato da ottocento giovani, sui venti-trent’anni, seduti sulle poltroncine di velluto della platea e i cinque ordini di palchi e loggione. Il sipario è chiuso.

pubblicato nella rubrica a voce il 22 maggio 2006


Nella grogna
pubblicato nella rubrica annunci il 18 maggio 2006


Le fiamme dell’inferno

Il fuoco di Dante in una performance verbo-musicale con Mario Congiu, Giorgio Li Calzi e Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 17 maggio 2006


The Cryonic Chants
pubblicato nella rubrica teatro il 17 maggio 2006


L’isola delle parole

Mercoledì 17 e giovedì 18 maggio, 20.30 e 22.30 (due spettacoli ogni sera) Palazzo della Ragione, Milano.

pubblicato nella rubrica annunci il 17 maggio 2006


In difesa di Luciano Moggi

Che cos’è il calcio.

pubblicato nella rubrica giornalismo e verità il 15 maggio 2006


Fantasia combattente

Dopo tanti anni da Cos’è questo fracasso, uscito per Einaudi nel 2000, un’altra raccolta di testi eterogenei per natura, forma, occasione. Quale rapporto fra questa miscellanea ed il libro di 6 anni fa?

pubblicato nella rubrica a voce il 13 maggio 2006


Sesso in tivù
pubblicato nella rubrica in teoria il 9 maggio 2006


Prima della pensione

Quanti romanzi e racconti e poesie di Thomas Bernhard avrò letto? A quante sue pièce ho assistito? Quaranta, cinquanta in tutto, fra libri e spettacoli teatrali? Quante centinaia di migliaia di parole di Bernhard mi hanno attraversato, come i raggi cosmici attraversano i corpi e le rocce e arrivano puri all’osservatorio di astrofisica sotto il Gran Sasso?

pubblicato nella rubrica a voce il 8 maggio 2006


Cara Barbara Berlusconi

Stimata Barbara,
è la grave crisi del paese che ci ispira nello scriverti e nel disturbarti. Confidiamo nel tuo ascolto e nella tua comprensione, abbiamo arguito – dalla tua discreta presenza mediatica – che sei una persona sana, equilibrata, acuta.

pubblicato nella rubrica democrazia il 7 maggio 2006


Amico Giuda

Chi è il vero nemico di Gesù? Il diavolo, Erode, i Farisei, Pilato, Giuda? I candidati sono molti, nei Vangeli. E bisogna riconoscere che Satana ha il pregio di essere il più leale di tutti. Si fa vivo molto presto, e affronta Gesù a viso aperto, da solo, tentandolo nel deserto.

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 1 maggio 2006


C’era due volte un quadro

Mi pare sia passato ingiustamente inosservato lo strano episodio che ha coinvolto Damien Hirst e il pittore berlinese Michael Luther, ognuno all’insaputa dell’altro.

pubblicato nella rubrica arte il 25 aprile 2006


Diagnosi

Con alle spalle un impeccabile sbadiglio,
alla spicciolata e di buon’ora, sono arrivati.
Nelle valigette, non martelli, scalpelli, oggi,
bensì bisturi, con cui aprire, troncare,
sezionare.

pubblicato nella rubrica poesia il 22 aprile 2006


CineraGramsci

Il dato più evidente ed inquietante delle ultime elezioni politiche è quello dei nove milioni di persone che hanno ancora votato Forza Italia, rinnovandolo primo partito del Paese.

pubblicato nella rubrica democrazia il 22 aprile 2006


Il grande silenzio

L’abito fa il monaco, ma fa soprattutto il silenzio. Bisogna vestire in un certo modo per passare il tempo silenziosamente. Il monaco porta il suo abito, come a un’arma si mette il silenziatore.

pubblicato nella rubrica a voce il 18 aprile 2006


Io confidenziale

Oggi resto a casa, sicuro, mi proteggo, io non esco, consegno solo un pezzo di me stesso, sono più confidenziale, lavoro in mutande, accendo il computer aziendale, la stampante aziendale, il fax aziendale, digito il codice segreto aziendale, l’identificativo aziendale sono un io in mutande...

pubblicato nella rubrica racconti il 13 aprile 2006


Il capitalismo straniero

Solo l’essere amati, solo l’essere
voluti conta: non l’amare, non
il volere.

pubblicato nella rubrica poesia il 9 aprile 2006


Nella battaglia del grano

Nella battaglia del grano Quando jurij sente la parola “cultura” imbraccia il mitra, sempre e solo per difesa, a volte preventiva.

pubblicato nella rubrica libri il 7 aprile 2006


Batticuore fuorilegge

Se la società nascesse oggi, non sono sicuro che ai singoli verrebbe concesso questo varco di espressione pubblica che è stato chiamato letteratura. Inventata e difesa dai nostri antenati, la letteratura è un’eredità inestimabile: e non sto parlando soltanto delle opere del passato, ma proprio della sua pratica attuale, viva.

pubblicato nella rubrica in teoria il 23 marzo 2006


Groppi d’amore a teatro

Martedì 21, mercoledì 22, giovedì 23 marzo
ore 21.00
Teatro alle Colonne
Corso di Porta Ticinese, 45
Milano

pubblicato nella rubrica annunci il 21 marzo 2006


Oggi alla Fondazione Corriere della Sera

21 marzo: Sperimentare bisbidis e scuraglie
Edoardo Sanguineti, Tiziano Scarpa. Modera: Paolo Di Stefano

pubblicato nella rubrica annunci il 21 marzo 2006


Pinocchio sul ring

Questa sera, alle ore 21.00, presso la sala "Carlo Porta" della biblioteca di Vimodrone, Raul Montanari e Tiziano Scarpa si sfidano in un match di Pugilato Letterario su Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi.

pubblicato nella rubrica annunci il 20 marzo 2006


From Venice to the Belly Button

A physical reading by Tiziano Scarpa.

pubblicato nella rubrica annunci il 14 marzo 2006


Kamikaze della voce

Che cos’è un autore che legge ad alta voce ciò che ha scritto? È una persona perseguitata dalle sue stesse parole, che ritornano dentro di lui e gli attraversano il corpo, lo fanno vibrare producendo voce.

pubblicato nella rubrica annunci il 8 marzo 2006


Worst off

La protesta di Alessandro Baricco, che si ritiene maltrattato dai critici, avrà alcune conseguenze salutari. Una è questa: non si potrà più dire che gli scrittori prendono la parola perché sono mossi da invidia. Baricco non ha niente da invidiare a nessuno; semmai è lui, dicono, a essere invidiato. Ecco uno scrittore a cui non dovrebbe mancare nulla, che potrebbe stare tranquillo a godersela, e che invece ha qualcosa da ridire.

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 7 marzo 2006


Carne d’aranciata

Luca, ringraziamo la distanza, la parvenza umana definita dai giorni allineati, l’abitudine che salva, la costanza appollaiata sopra i davanzali dei piccioni, consuetudine è impalare la spina nella presa, sapere se si accende il mezzo per aprire questa pagina e riempire, consumare, digitare la tastiera.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 6 marzo 2006


Sport batte Arte Contemporanea 4 a zero

Poco fa ho visto il telegiornale regionale del Veneto. C’era un servizio sulla mostra a Venezia di una collezione d’arte che Pontus Hulten ha donato a un museo di Stoccolma. Scorrevano le immagini delle opere, ma alcuni degli artisti che le avevano fatte non erano nemmeno nominati.

pubblicato nella rubrica arte il 4 marzo 2006


Quando mio nonno si fidanzò con una gallina

Una rivista di gastronomia mi ha chiesto un articolo. È distribuita negli alberghi, suggerisce ai turisti come gustare il buon cibo della mia regione. È fatta bene. Il compenso è ragionevole. Accetto.

pubblicato nella rubrica il dolore animale il 2 marzo 2006


Un attimo, tre settimane, sei anni

È bastato mostrare per un attimo la copertina durante una serie televisiva statunitense fra le più seguìte di queste stagioni

pubblicato nella rubrica qualità quantità il 28 febbraio 2006


Cateteri e pupe

Oggi si muore soprattutto in ospedale.

pubblicato nella rubrica racconti il 27 febbraio 2006


Una rassegna (e una casa) per Alberto Grifi

Segnaliamo gli articoli del manifesto di ieri su una rassegna all’Apollo 11 e alla Casa del Cinema di Roma dedicata ai film di Alberto Grifi

pubblicato nella rubrica annunci il 24 febbraio 2006


Una nota dall’Olimpo

Poiché ci capita di vivere nella città che ospita i giochi Olimpici invernali e ci viene detto di essere sotto i video-occhi di tutto il mondo, sentiamo di dover dare un contributo (di parte poetica) di riflessione dalla "tornata capitale d’Italia".

pubblicato nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 24 febbraio 2006


I testi di "Altre letture"

La sezione Altre letture (BIBLIOTECA) contiene documenti in formato pdf.

pubblicato nella rubrica racconti il 19 febbraio 2006


La donna di luce e la ragazza di carne

La prima volta che ho fatto l’amore con Marilyn avevo diciotto anni. Era domenica pomeriggio, io e la mia ragazza avevamo deciso di entrare in un cinema d’essai.

pubblicato nella rubrica cinema il 17 febbraio 2006


La destra che nemmeno si può dire

La parola mima se stessa, aggrappata a se stessa si allontana da se stessa, fugge altrove, impaurita si estende, si accuccia, ritorna distorta a se stessa nel noi fittizio, un io vasto, totalizzante, inglobante, dentro noi, un io di qualche dio agreste sparso nella periferia dello zuccherificio che chiude per aprire altrove e diventa case o capannoni smistamento dello zucchero più nuovo impacchettato, dolcificante che tiene magra e giovane la figa fatta chissà dove.

pubblicato nella rubrica teatro il 14 febbraio 2006


In scena “La custode del disastro”

Vapori Zerosei
Scenari contemporanei
Teatro Musica Incontri
Fabbrica del Vapore
Via Procaccini, 4 (nei pressi del Cimitero Monumentale)
Milano

Dal 14 al 16 febbraio
Ore 21.30

pubblicato nella rubrica locandina il 13 febbraio 2006


"La visita" su RadioTre

Sabato 11 febbraio 2006, alle 23.10 (con diretta sala A a partire dalle 22.00), va in onda su Radio3 Rai La visita, di Tiziano Scarpa, con Franco Branciaroli, regia di Anna Antonelli e Lorenzo Pavolini.

pubblicato nella rubrica locandina il 9 febbraio 2006


Il Messia dandy

All’inizio della sua prima avventura, Una ballata del mare salato, Corto Maltese entra in scena crocefisso sul mare. I suoi marinai si sono ammutinati e lo hanno legato a una croce galleggiante. Il primo atto del suo creatore Hugo Pratt è tirarlo via dalla croce.

pubblicato nella rubrica libri il 9 febbraio 2006


Aboliamo i giovani scrittori

Contro un’etichetta che indebolisce la letteratura.

pubblicato nella rubrica in teoria il 6 febbraio 2006


Gli alchimisti del brutto

La bruttezza ha successo. Difetti fisici e debolezze caratteriali sono ostentate con orgoglio per accrescere il potere dell’immagine. I metodi dei media per trasformare il negativo in valore culturale: i casi di Maurizio Ferrini, Marco Baldini, Maria Giovanna Elmi, Karol Wojtyla, Gialappa’s Band.

pubblicato nella rubrica in teoria il 31 gennaio 2006


I nuovi stragisti

Tre milioni di spettatori per Natale a Miami, l’ultimo film di Massimo Boldi e Christian De Sica che ha comportato il sacrificio di sette vite umane.

pubblicato nella rubrica cinema il 28 gennaio 2006