I Monologhi della Varechina

ilprimoamore



I Monologhi della Varechina è una nuova rivista di letteratura e immagini, distribuita gratuitamente in rete. Si propone di offrire una stanza tutta per sé a donne che raccontano storie. Vi collaborano e vi collaboreranno scrittrici, giornaliste, blogger, illustratrici, artiste, fotografe, autrici di teatro e di cinema.
Il numero zero de I Monologhi della Varechina è dedicato al Lavoro in bianco e nero, interpretato dalle autrici come cinema d’autore: lavoro sommerso, immigrati clandestini, precariato, lavoro di strada, disoccupazione, sfruttamento, disparità uomo/donna, pubblico e privato, flessibilità. Le narrazioni di questo numero sono di:

Manuela ARDINGO
Alice AVALLONE
Antonella CICOGNA
Antonella CILENTO
Babsi JONES
Loredana LIPPERINI
Laura PUGNO
Chiara REALI
Silvana RIGOBON
Stafania SCATENI
Nadia ZORZIN

Il prossimo appuntamento sarà sul tema Guerra e Pace, ed è previsto per l’autunno 2006.
La rivista, in formato pdf, si potrà scaricare gratuitamente presso vibrisse, il bollettino di scritture e letture curato da Giulio Mozzi, nonché dai siti delle blogger partecipanti, a partire dal 1° Giugno 2006.

Il titolo della rivista, I Monologhi della Varechina, è un gioco di parole con la celeberrima opera teatrale di Eve Ensler, e la scelta dei termini non è casuale. Il monologo, infatti, è la forma più rappresentativa per la comunicazione al femminile, non necessariamente per scelta delle donne. La varechina rimanda a qualcosa di caustico, che arriva anche negli angoli più difficili.

Ideatrice e curatrice del progetto è Silvana Rigobon.

Per ulteriori informazioni: varechina@gmail.com

Verona, 26 Maggio 2006








pubblicato da t.scarpa nella rubrica locandina il 29 maggio 2006