In scena “La custode del disastro”

ilprimoamore



Vapori Zerosei
Scenari contemporanei
Teatro Musica Incontri
Fabbrica del Vapore
Via Procaccini, 4 (nei pressi del Cimitero Monumentale)
Milano

Dal 14 al 16 febbraio
Ore 21.30

Studio per "La custode del disastro"
di Tiziano Scarpa
con Stefania Pepe
musice di Raffaele Kohler
messa in scena di Bruno Fornasari
luci di Paolo Calafiore

Si ringraziano per la collaborazione tecnico-artistica:
Paolo Giorgio e Filippo Vaccari.

Ingresso: 8 euro

Biglietteria:
02 8693659 dalle 14 alle 19 (lunedì dalle 16 alle 19)

Informazioni:
02 89012245

La Custode del disastro nasce dall’intesa artistica tra l’autore Tiziano Scarpa e l’interprete Stefania Pepe che, insieme, hanno dato vita a questo esperimento.
Il coinvolgimento successivo del regista Bruno Fornasari, e quindi quello di Raffaele Kohler per l’ambiente sonoro, chiude il cerchio attorno ad un progetto che da un primo studio in pubblico mira a strutturarsi poi in un vero e proprio spettacolo. In questa fase di lavoro, si è cercato di esplorare il testo con curiosità, riflessioni teoriche ed impulsi pratici. La Custode racconta di un luogo che ormai non esiste più, si è quindi partiti proprio da questo, da una donna sola, in un posto vuoto, circondata di ruderi immaginari e calcinacci fin troppo reali.

Detesto che mi raccontino la trama di uno spettacolo. Perciò, cari spettatrici e spettatori, questo spazio è occupato da una mia dichiarazione, al posto del solito riassunto. Che cosa state per vedere? Una persona che parla a un gruppo di altre persone. Lo fa per mestiere, ma anche perché questo è il suo destino personale e nazionale. Altrimenti, perché mai uno dovrebbe prendere la parola in pubblico rivolgendosi a un gruppo di persone? Sono partito da questa domanda.
La custode del disastro vi accompagnerà in una visita catastrofica nell’Italia di oggi. Di più non fatemi dire, se non volete rovinare a voi la sorpresa, e a noi il piacere di farvene. T.S.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica locandina il 13 febbraio 2006