La storia del mondo in cento oggetti

Teo Lorini



Dal cibo al sesso, dalla sopravvivenza al viaggio, dal commercio alla religione, dalla città alla politica, all’arte, all’ideologia: gli oggetti conservati in un museo attraversano ogni aspetto dell’attività dell’uomo. Neil MacGregor ha selezionato fra le ricchissime collezioni del British Museum (di cui è il direttore) cento manufatti, scegliendo in un arco cronologico di circa due milioni di anni. Ciascuno di questi oggetti è come un prisma in cui si riuniscono, e da cui tornano ad allargarsi in ampio ventaglio, informazioni su questo strano, fragile, inadeguato primate che a un certo punto s’è rizzato sulle gambe posteriori e ha cominciato il suo cammino di evoluzione, di conquista e di distruzione (non a caso i più antichi oggetti della collezione sono un “chopper” per tagliare carni e spezzare ossa e un’ascia da tenere nel pugno).
Un coltello, un piatto, una moneta, il frammento di un affresco raccontano un contesto tribale, sociale, culturale, artistico; parlano del lavoro che è stato necessario per realizzarli, degli ambienti in cui hanno circolato, dei beni con cui sono stati scambiati e così permettono a MacGregor e ai suoi collaboratori di ricostruire vaste tranches del multiforme arazzo della vita umana sulla terra. L’estrema espressività dei volti intagliati sui sublimi scacchi di Lewis, ad esempio, descrive meglio di un trattato chi fossero gli attori delle lotte di potere che hanno attanagliato le terre del Nord nel Medioevo. Oppure i “pezzi da otto”, le monete d’argento spagnolo di cui, nei romanzi, traboccano i bauli dei corsari: sono state la prima valuta scambiabile in tutto il globo, lungo le rotte dei commerci mondiali dall’America Latina all’Indonesia all’Australia, ma hanno anche provocato la prima ondata inflattiva della storia, dando un formidabile impulso allo studio di quei meccanismi di regolazione dei flussi economici che ancora oggi costituiscono un frustrante rompicapo.
Non abbiamo ancora parlato di un bonus che è stato negato ai primi fruitori della collezione: La storia del mondo in 100 oggetti nasce infatti per un programma radiofonico ai cui ascoltatori era preclusa la visione delle fotografie che invece corredano e arricchiscono questo volume, tanto lussuoso quanto imperdibile.

Neil MacGregor, La storia del mondo in cento oggetti, Adelphi, pp. 706, euro 49








pubblicato da t.lorini nella rubrica libri il 3 marzo 2013