Freccia d’Europa: note sul percorso

Serena Gaudino



Decise le date per il prossimo cammino a piedi: 37 giorni di marcia (dall’1 giugno all’8 luglio) attraverso il nord dell’Italia passando per la Lombardia, il Piemonte, la Val d’Aosta e poi la Svizzera, la Francia e la Germania.
Come ormai è nella consuetudine dei nostri cammini, anche questo prevederà giorni di riposo e di riflessione, incontri con le forze politiche e culturali del territorio, la scoperta e lo scambio di esperienze.
Faticoso e allo stesso tempo inebriante, il percorso prevede il passaggio attraverso alcune delle più belle zone di confine tra l’Italia e la Svizzera: da Aosta fin su al Passo del Gran San Bernardo e giù per Orsières, Martigny, Aigle, Vevey e Losanna ma anche il passaggio sul Po da Mantova a Pavia a Vercelli e una prima sosta sul bellissimo lago di Viverone in Piemonte per contarsi e cominciare a raccontarsi il primo pezzo d’avventura.
La sera del 31 maggio, prima della partenza prevista per il mattino dopo, a Mantova ci sarà un incontro con le autorità locali e speriamo realizzato con la collaborazione del Festival letteratura di Mantova, del gruppo degli Scarponauti, grandi alleati organizzativi di Freccia d’Europa, e la Soprintendenza mantovana che permetterà la partenza dei camminatori dalla famosa coppia di ragazzi preistorici abbracciati attualmente conservati nel Museo Archeologico della città.

Altre informazioni sono pubblicate qui.








pubblicato da s.gaudino nella rubrica freccia d’Europa il 27 febbraio 2013