Milano, Corea

Teo Lorini



Quando questo straordinario volume viene pubblicato per la prima volta da Feltrinelli è il 1960. Il boom economico è iniziato da un paio d’anni eppure nelle periferie di Milano, ai margini della città del design e delle ardite realizzazioni architettoniche del Dopoguerra (si pensi al Pirellone o alla Torre Velasca) già proliferano le "coree": agglomerati di case precarie, insediamenti senza acqua o elettricità, sorti al di fuori di qualsiasi licenza a ridosso di cascine o masserie. In questi sobborghi abusivi, privi di collegamenti con la città eppure fittamente popolati di quei lavoratori immigrati che saranno la manodopera indispensabile al compimento del miracolo industriale, s’aggira un giovane operaio della Breda, Franco Alasia. Sul suo magnetofono Alasia incide i racconti degli abitanti delle "coree" (disoccupati e sfruttati, barboni, stracciaroli, prostitute, cottimisti…) e li sbobina senza filtri o censure.
Integrato dalla ricchissima inchiesta di Danilo Montaldi sugli immigrati dalle regioni più povere d’Italia, il materiale raccolto in Milano, Corea rievoca un passato prossimo in cui i miserabili e i migranti eravamo noi e, così facendo, parla all’oggi con una forza eccezionale. Ad accomunare l’emarginazione degli anni Sessanta con quella odierna non sono solo i tuguri, l’analfabetismo, lo scivolamento verso la piccola criminalità o lo scontro culturale e antropologico di un modello socio-familiare più dinamico e prospero con un altro, povero e basato sulla tradizione, ma è in primo luogo l’eterna violenza dello sfruttamento lavorativo. A tale sopraffazione concorrono due fattori contrapposti: il bisogno e la bassa qualifica professionale degli immigrati (con la loro pressoché nulla reattività sindacale) e la spregiudicatezza di appaltatori che offrono lavori a condizioni infami, al di fuori da qualunque tutela, esposti a qualsiasi arbitrio. È un altro, forse il più lacerante, dei richiami che legano l’odio per i poveri di allora alla cattiveria che prolifera nel nostro presente e che rendono prezioso Milano, Corea. Un libro scritto cinquant’anni fa. Un libro di oggi.

Franco Alasia – Danilo Montaldi, Milano, Corea, Donzelli, pp. 335, euro 28 pubblicato su «Pulp Libri», n. 92 (luglio-agosto 2011)








pubblicato da t.lorini nella rubrica libri il 29 luglio 2011