La Stella d’Italia

Antonio Moresco



Quest’anno abbiamo proposto un incontro nord-sud, simboleggiato da due importanti città italiane (Milano-Napoli), ma solo perché non avevamo le forze per poter fare di più. Non certo perché non abbiamo vicinanza e amore per le regioni del nostro sud e per tutte le altre regioni che il nostro percorso non potrà attraversare. Anzi, lo scopo di questa piccola impresa è proprio questa: ricucire l’Italia, tutta l’Italia, coi nostri passi, unirla in un unico abbraccio.
Ma se ci sono persone che si sentono di organizzare gruppi di camminatori che salgono dal sud e dalle isole per venirci incontro mentre noi andremo incontro a loro e per abbracciarci a Napoli, sarebbe ancora più bello. Noi da soli, purtroppo, non potremmo farcela. Ci vorrebbero persone che organizzano le cose sul posto e che poi ci vengono incontro, anche per non allargare di troppo i tempi di questa camminata attraverso l’Italia, che anche solo per lo spezzone Milano-Napoli durerà quasi un mese e mezzo. Perciò lanciamo un’altra proposta: perché l’anno prossimo (se non ce la facciamo quest’anno), dopo esserci fatti le ossa con questa prima camminata, non organizziamo una nuova camminata ancora più impegnativa, che potremmo chiamare LA STELLA D’ITALIA, con gruppi di camminatori che si mettono contemporaneamente in cammino da ogni parte d’Italia e che si incontrano a Napoli, in cinque bracci, come a formare una stella (dal Veneto a Milano, dal Piemonte a Milano, da Milano a Napoli, dalla Sicilia, Sardegna e Calabria a Napoli, dalla Puglia e dalla Basilicata a Napoli)?
Se c’è qualcuno che se la sente, si faccia avanti. Mettetevi in contatto con noi e cominciamo a pensare a questa nuova impresa.








pubblicato da ilprimoamore nella rubrica cammina cammina il 27 aprile 2011