Patroni a casa nostra

Andrea Amerio



In tempi di liste, elettorali e mediatiche, perché non una bella litania?

Santa Giulia prega per noi
Sant’Alessandro prega per noi
San Zeno prega per noi
Sant’Agostino prega per noi
San Teonisto prega per noi
Santa Giustina prega per noi

Ma visto che le litanie non sono un mantra, e tantomeno un format, segnalo che per la nuova collana Fiammiferi di Effigie è appena uscito il nuovo libro di Tiziano Colombi: Santi patroni padani. Libro "inattuale" perché parla dei santi nordafricani di cui sopra: santi vissuti in tempi remoti che prima del Concilio Vaticano II erano l’asse portante del patrimonio culturale comune alla classe media degli italiani e oggi sono lettera morta. Libro attualissimo, perché svela una realtà inquietante per chi ancora avesse a cuore i destini della purezza patria: ci hanno già invaso! Anzi di più, ci hanno già colonizzato e fagocitato, sono risaliti alle nostre più antiche origini e ci hanno fatto diventare loro. Noi siamo loro. La lega (res metalica) di quei vecchissimi santi africani ed extracomunitari intride anche questa nostra epoca di silicio tutta volta all’Heimat di marzapane del trota. La si celebra, quella lega, ogni anno nelle feste patronali di Brescia, Bergamo, Verona, Treviso, Padova, persino a Saint Moritz! Tutte queste rilevanti città padane hanno come patrono un nordafricano che non parla neanche bene l’italiano. E Colombi racconta, sovrappone, confonde presente e passato, agiografia e cronaca nera. Una prostituta tunisina, un clandestino egiziano, un parcheggiatore abusivo, una giovane clandestina coinvolta in un naufragio: dieci vite di patroni di città padane s’intrecciano con le storie di dieci immigrati di oggi, in una narrazione straniata che potrebbe ricordare il Wilcock della Sinagoga degli iconoclasti o le Vite immaginarie di Schwob. Una trama di colori rarefatti di singolare sapore, tra fine Ottocento e inizio del secolo nuovo, prima che la modernità la facesse da padrone...








pubblicato da a.amerio nella rubrica annunci il 17 maggio 2011