Il primo amore #8 - Un estratto

Roberto Scarpa



Nacque l’undici aprile del 1901 a Ivrea. Il padre, Camillo, era di famiglia ebrea. La madre, Luisa Revel, valdese. Camillo e Luisa erano sognatori e idealisti, dunque si sposarono per amore e si amarono tutta la vita. Camillo era davvero particolare. Aveva visto Luisa passeggiare e se n’era innamorato, come capitava allora, da lontano. Non avevano mai scambiato una parola. Solo sguardi. Un giorno, vedendola sola per strada, prese una decisione improvvisa: fermò la bicicletta, scese dal sellino, e le chiese di sposarlo, senza tanti fronzoli. Era fatto così. A Galileo Ferraris, con cui si era laureato in Ingegneria industriale, quel ragazzino focoso piacque così tanto che gli chiese di accompagnarlo all’esposizione universale colombiana di Chicago del 1893.

Il 1893! Cerchiamo di immaginarcelo. È l’anno in cui in Inghilterra viene fondato il Partito laburista; un signore che si chiama Berardi collauda un veicolo con motore a benzina e lo chiama motocicletta; un americano inventa la chiusura lampo. Camillo è affascinato dall’America, la percorre in lungo e in largo, soprattutto in bicicletta, visita fabbriche e laboratori, ci resta molto più del previsto. Ma non è un turista. Il motivo per cui si trattiene è un altro. Non torno, scrive in una lettera, perché sto cercando di capire. Siccome da capire c’è molto il viaggio dura quasi un anno. Tornato a Ivrea tira su una fabbrica di mattoni rossi e si mette a fabbricare strumenti di misurazione elettrica: galvanometri, amperometri, wattometri. Ma l’uomo non è tutto qui. Camillo infatti è un socialista, uno dei primi di questa strana razza a Ivrea. La polizia lo scheda come «un sovversivo che non tralascia alcun mezzo per insinuare le sue idee alla classe operaia».

(...)

[Sogni d’oro è una narrazione teatrale che viene interpretata dall’autore, con l’accompagnamento musicale e le musiche originali di Luca Morelli (pianoforte e chitarra). Le canzoni sono interpretate da Marika Benatti].

Continua su Il primo amore #8 – Le opere di genio vol. I, Effigie, Milano, euro 15








pubblicato da ilprimoamore nella rubrica annunci il 8 aprile 2011