Mal di scrittura

Francesco Cattaneo



Jonny Costantino dialoga con il filosofo Francesco Cattaneo sull’esperienza della scrittura a partire dal romanzo Mal di fuoco (Effigie, 2016).

Opera di Nicola Samorì per "Mal di fuoco" di Jonny Costantino

È una mano bruciata quella che in Mal di fuoco scrive della natura del fuoco: tutto il resto, tutto ciò che non risponde alla mannaia implacabile del principio secondo cui il simile conosce il simile, viene fatto cadere, alla stregua di un inutile orpello, di una posa, al limite di una falsificazione. Veniamo investiti da una scrittura che può dire solo ciò che patisce e che lo patisce scrivendosi: una scrittura necessaria, che procede come un equilibrista sulla sua sottile fune, senza reti di protezione – ad ogni passo è in gioco la vita o la morte. Di questo in fondo si tratta: riuscire a dire, riuscire a dare una forma, proprio laddove il dire e la forma avanzano sull’orlo di un precipizio, venendone paradossalmente rigenerati.

Mal di fuoco è profondamente e-mozionante: ci muove, soprattutto ci smuove fuori dalle nostre rappresentazioni abituali – il sole che si spegne, lasciando la terra al buio – ci sprofonda nell’oscurità perché lì possa infiammarsi la tremolante e precaria luce dell’oscurità. La moneta corrente delle parole fruste non può reggere a quest’eccesso di negativo, di sottrazione; ne viene travolta. Di qui l’esigenza di una diversa esperienza della lingua e al contempo di una lingua diversa, capace di soffiare benzina sul fuoco primordiale che ci abita. Per scaldarci, soprattutto in faccia all’inevitabile.

Inclassificabile in qualsiasi genere, Mal di fuoco è innanzitutto un’opera sul senso (e il nonsenso) della scrittura stessa. Un’opera strategica per interrogarsi sull’enigmatico bisogno umano di portare alla parola.

Mercoledì 18 aprile, dalle ore 13 alle ore 15
Bologna, Dipartimento di Filosofia e Comunicazione
Via Zamboni 38,
aula IV, II piano
Corso di "Poetica e Retorica"

Opera di Nicola Samorì per "Mal di fuoco" di Jonny Costantino

Le opere qui riprodotte sono state realizzate da Nicola Samorì per Mal di fuoco.








pubblicato da j.costantino nella rubrica libri il 16 aprile 2018