Lettera a Repubblica Nomade

Vincenzo Nugara per conto di “Letti di Notte”





Gentili Camminatori di Repubblica Nomade,

Sono uno studente liceale e scrivo da San Giovanni Gemini, nel centro della Sicilia, in rappresentanza di un gruppo di giovani. Da tempo seguiamo con interesse tutte le vostre iniziative e anche noi, sebbene non ufficialmente, ci sentiamo parte di Repubblica Nomade. Siamo venuti a conoscenza del progetto grazie a ilprimoamore.com e ad Antonio Moresco.

Vi scriviamo perché, tra meno di una settimana, si terrà in tutta Italia la Notte Bianca del Libro, “Letti di Notte”, a cui abbiamo deciso di partecipare. Poiché il tema dell’evento sono “il Sogno e i Sognatori”, non vediamo chi meglio di Repubblica Nomade possa essere emblema del Sogno, inteso in ogni suo aspetto, soprattutto mentre state portando avanti il Cammino da Parigi a Berlino per il Sogno dell’Europa.

Sarebbe possibile, dunque, una vostra (ovviamente) virtuale presenza al nostro evento, una presenza che possa spiegare cos’è per voi il Sogno dell’Europa e perché Repubblica Nomade è necessariamente un Sogno?

Sappiamo di parlare da una piccolissima realtà, ma anche noi crediamo fino in fondo ai nostri progetti: poter contare su di voi per “Letti di Notte” sarebbe la realizzazione di uno sogno che coltiviamo da tanto tempo.

Vi ringraziamo in anticipo per l’attenzione
Vincenzo Nugara








pubblicato da t.scarpa nella rubrica il Sogno dell’Europa il 19 giugno 2017