Tutta la musica del mondo #6

Serena Gaudino



Clicca sulla foto per ascoltare la canzone

Forever Young
Alphaville
First Harvest 1984

Applauso

Suoni il campanello.
Teo ti apre la porta e ti fa strada fino alla stanza di Ugo.
Senti della musica arrivare da lì dentro.
Bussi due volte.
Entri.
Ugo è seduto sul letto con la sua chitarra acustica tra le braccia.
Suona un pezzo suo e canta, a voce bassa.
Gli vai incontro, dice "salve" e continua a suonare e a cantare.
Ti siedi a fianco a lui, aspetti che finisca.
Sull’ultima nota sorridi e fai un piccolo applauso.
Ugo ti abbraccia.
Mentre ti sfili il cappotto rosso, posi su una sedia lì vicino a te il piccolo basco che avevi sulla testa.
Gli racconti la tua giornata, trascorsa quasi per intero facendo la fila al Teatro Comunale per accaparrarti due biglietti di loggione per L’anello del Nibelungo.
Vieni con me? Chiedi.
Vengo con te. Risponde lui.
Ti alzi, prendi la sacca col tabacco dalla borsa e ti risiedi sul letto sfatto.
Ugo ti guarda.
Hai una cartina? Gli chiedi.
Lui non risponde.
Cartine? Chiedi di nuovo.
Ah, là. Dice sovrappensiero e indica una scatola di latta colorata sul comodino tra fogli, penne, libri.
Ti allunghi per prenderla.
Fai attenzione a non spargere il tabacco sul parquet.
Infili la cartina in una macchinetta speciale che fa le sigarette perfette.
Cominci a rollare.
Se ci facessimo una canna? Dice lui.
Fumo o Marija?
Marija. Un po’ di avanzo di ieri sera. Risponde.
Quella che coltiva Pippo? Chiedi.
Sì. Dice.
Posa la chitarra sulla poltrona, apre il cassettino della scrivania e tira fuori una busta con un po’ d’erba sul fondo.
E’ buona. Dice.
Lo so ma... Ma mi fa venire la tachicardia. Dici tu.
Lasciati andare. Risponde lui.
É una parola… perdo il controllo.
Perdilo.
Posso perdere il controllo? Dici tu.
Se ti togli le mutandine è meglio. Dice lui.








pubblicato da s.gaudino nella rubrica dal vivo il 24 giugno 2017