La studentessa di filosofia

Tiziano Scarpa






la studentessa di filosofia
sogna di soffrire d’insonnia

di notte i suoi capelli crescono
traboccano dal letto

sulle punte dei capelli pari
sbocciano teste di serpente
sulle punte dei capelli dispari
si aprono forbici d’acciaio

serpenti e forbici combattono
mentre la studentessa dorme

ogni coppia di lame spicca una testa
sforbicia una lingua biforcuta

ogni gola velenosa
inghiotte punte di acciaio

polpe tranciate
metallo incancrenito dal veleno

la studentessa di filosofia
conosce i punti esatti
di ogni sua sofferenza

la punta di ogni suo capello
è il capolinea di un pensiero



Nell’immagine: Red Hair on Blue Dress, di Domenico Gnoli, 1969.

Volendo ci sono anche Il giardiniere del re, Il tenore posticcio, Il colonnello delle guardie forestali, Il guidatore della metro, La venditrice di ortaggi.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica poesia il 17 giugno 2017