Tutta la musica del mondo #3

Serena Gaudino



Clicca sulla foto per ascoltare la musica

Ancora tu
Lucio Battisti
Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera 1976

Lingua

Sei appena uscita da scuola.
Ti nascondi dietro un’acacia e aspetti che arrivi Valerio.
Addosso hai i tuoi blue jeans preferiti e la camicia bianca con i fiorellini azzurri, i capelli sciolti sulle spalle e un po’ di cipria sulla faccia.
Silvana e Gennaro si sono messi insieme ieri.
Lei ti ha raccontato il loro primo bacio con la lingua.
Tu oggi vorresti provarci con Valerio.
Paola dice che è una cosa che non si deve fare.
Dice che poi, se si sparge la voce che tu ti fai baciare, tutti i ragazzi della scuola cominciano a provarci.
E non sarebbe bello? Rispondi.
Vedi arrivare Valerio, saluti Paola e gli vai incontro.
Gli metti la tua mano nella sua.
Vi avviate verso via Michetti.
Salite fino in cima alla strada e poi girate a destra.
Sulle scale del Petraio vi fermate a guardare il mare.
Lui ti mette un braccio sulla spalla.
Tu lo guardi negli occhi.
In quei suoi occhi neri e fondi che ti piacciono tanto.
Gli sorridi.
Con due dita Valerio ti scosta dalla fronte un piccolo ricciolo.
Con il viso tu intercetti la sua mano e ti lasci accarezzare.
Ti guarda un po’ di sbieco, prende il tuo viso tra le mani e ti bacia sulla bocca.
Come tutti i giorni, ti dà lo stesso bacio che ti dava tua madre fino a qualche mese fa.
Si allontana, un poco, si avvicina di nuovo alla tua bocca e ti bacia di nuovo, con le labbra chiuse.
Serrate.
Tu provi, con la punta della tua lingua a toccare le sue labbra.
Spingi piano.
Lui non si ritrae.
Le sue labbra morbide cedono sotto i colpetti della tua lingua.
Piano piano si schiudono.
E alla fine si aprono.
Ti accolgono.
Lo baci spingendoti dentro di lui.
E senti una specie di acquetta densa che ti bagna le mutandine.
Abbiamo fatto una cosa da grandi. Dice lui.
Dopo un lungo tempo di baci dentro i baci.








pubblicato da s.gaudino nella rubrica dal vivo il 21 giugno 2017