“Sarà un cammino lungo e controcorrente”

Antonio Moresco



Cari amici,

fra pochi giorni (il 21 maggio) partiremo a piedi da Parigi, diretti a Berlino.

Sarà un cammino lungo e controcorrente, durante il quale non saremo forse circondati dalla solidarietà che abbiamo incontrato in precedenti cammini, come quello in Sardegna o nella ex Jugoslavia. Perciò, come già sapete, nonostante il generoso impegno profuso da chi ha organizzato in prima persona i percorsi, in diversi casi dovremo ovviare alla mancanza di ospitalità in palestre o altri luoghi comunali da parte delle amministrazioni locali con altre soluzioni come il pernottamento in ostelli e altri luoghi che richiederanno il pagamento di piccole somme concordate. Perché si vede che a volte più i Paesi sono ricchi e potenti e più si mostrano indifferenti a ciò che sembra esorbitare dal loro piccolo cerchio di interessi e dalla loro stretta contingenza. Lo abbiamo sperimentato anche altre volte in Italia, dove le regioni, le città e i paesi più poveri sono stati quelli che si sono dimostrati con noi i più sensibili, i più fraterni e i più ospitali, cosa non priva di insegnamenti anche a livello più vasto in questa fase cruciale per la vita e il futuro del nostro continente.

Ragione di più per correre questa avventura, anche se a volte ci capiterà di camminare nel silenzio e di sentire la nostra solitudine. Questo sarà perciò, oltre che un cammino per tutte le ragioni elencate nel documento di presentazione anche un cammino di testimonianza, al termine del quale bisognerà, a mio parere, aprire una nuova fase di vita della nostra piccola Repubblica affiancando ai cammini un lavoro specifico di proselitismo nei territori attraverso le associazioni e le scuole, per gettare nuove radici tra le persone più giovani e con un orizzonte d’attesa ancora aperto.

Arrivederci a Parigi,

Antonio



Il cammino da Parigi a Berlino parte domenica 21 maggio alle 8 del mattino da Place de la République. Qui e qui il calendario delle tappe.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica repubblica nomade il 19 maggio 2017