Vivere e basta

Andrea Bajani



Ma scusa, non sarebbe sufficiente
vivere e basta, spartirsi lo spazio
con l’erba sui campi, le case, questi
banchi di nebbia, e i due cani che oggi
mi vengono dietro? Invece che, dico,
lo strazio di questa dichiarazione
d’intenti continua, un’altra linea
tracciata sul foglio per dividere
ancora, per sempre, il tutto dal niente.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica poesia il 6 marzo 2017