La restaurazione...

...dodici anni dopo



Dodici anni dopo ci si pone qualche domanda anche nelle redazioni dei giornali:

Se oggi un manoscritto del genere atterrasse sulla scrivania di un editor ne provocherebbe l’immediato ricovero in codice rosso. Ma perché? Che diamine è successo nei quasi ottant’anni che ci separano dalla morte di Joyce? L’impressione che – salvo le immancabili eccezioni – in letteratura tiri un’ariaccia di normalizzazione è una fisima da snob o qualche fondamento ce l’ha? E che fine ha fatto la cosiddetta scrittura “di sperimentazione”? È stata asfaltata una volta per tutte dal mainstream, dalla standardizzazione editoriale, insomma dal cattivissimo mercato?

Marco Cicala sul Venerdì di Repubblica di oggi.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica qualità quantità il 13 gennaio 2017