del pensare libero

“dissensi, disobbedienze e democrazie”



Sarà Gustavo Zagrebelsky il 7 ottobre ad aprire a Napoli Del pensare libero, quattro giornate dedicate a “dissensi, disobbedienze e democrazie”: 50 ospiti, incontri, performance nei palazzi del centro storico e nei licei della città.
Il presidente emerito della Corte Costituzionale terrà una lectio magistralis dal titolo Liberi servi (Ore 12.00 - Complesso dei Santi Marcellino e Festo - Università Federico II).
Tra gli ospiti: Biagio de Giovanni, Giancarlo Bosetti, Domenico Quirico, Gabriele Frasca, Massimo Capaccioli, Piero Ignazi, Maurizio De Giovanni, Luigi de Magistris, Ottavio Ragone.
Gennaro Carillo parlerà di Socrate ai detenuti del penitenziario di Secondigliano.
In vari luoghi monumentali della città, dal Convento di San Domenico maggiore a Palazzo Du Mesnil sede dell’Università degli Studi di Napoli l’Orientale, (ingresso libero) filosofi, giuristi, scrittori e giornalisti si confronteranno con temi come la “geopolitica del dissenso”, “religione e satira”, “la disobbedienza elettronica”, “il futuro dei partiti”.
L’8 ottobre sarà in scena, a San Domenico Maggiore, Inquisizioni con Maddalena Crippa, testi di Sofocle e Dostoevskij, il 9 ottobre con La rivolta impossibile toccherà a Marco Baliani leggere pagine di Cankar, London e Camus.
Per la sezione artistica ancora al centro la libertà d’espressione con un viaggio nella Napoli dei writers e della street art e performance di Cyop&Kaf.
Del pensare libero è un’iniziativa dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Fondazione Premio Napoli, Associazione culturale Astrea-sentimenti di giustizia, Associazione culturale A Voce Alta.

Qui il programma completo








pubblicato da s.gaudino nella rubrica locandina il 5 ottobre 2015