La promessa

Intervista a Livia Chandra Candiani



Intervistata da Nicoletta Moncalero per L’Huffington Post, Livia Chandra Candiani parla della sua attività di suscitatrice di poesia nelle scuole primarie milanesi.
Il libro Ma dove sono le parole?, che contiene una scelta di poesie di bambini e bambine delle periferie di Milano, a cura di Livia Chandra Candiani con Andrea Cirolla, è pubblicato nella nostra collana I Fiammiferi.


Nicoletta Moncalero: Come si riesce ad avvicinare i bambini alla poesia?

Livia Chandra Candiani: Piano piano ho creato un mio piccolo metodo che condivido solo con i bambini, delle avventure per andare in cerca e sostare un po’ nel luogo della poesia, perché anche la poesia come l’infanzia è un luogo, credo. Ma quello che conta è che, ogni volta che entro in una classe, non so cosa succederà, non vado con idee fisse e programmi rigidi, ma con il tremito dell’apprendista e con la passione di una vita intera devota alla poesia. I bambini credono ancora in una promessa, una promessa che non ha un contenuto preciso, ma chiunque arriva e fa una faccia da promessa, ha parole di promessa, sorrisi di promessa, è accolto con gioia immensa, perché hanno tanto bisogno di credere nel mondo.

L’intervista è qui.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica poesia il 24 settembre 2015