Torino che legge

Una settimana dedicata alla lettura



È iniziata oggi la settimana che Torino dedica alla lettura: biblioteche scuole e librerie i luoghi Interessati dalla manifestazione. Centinaia di eventi, incontri e convegni per promuovere il libro.

L’esperimento che parte da Torino è promosso dall’Associazione Forum del Libro e da tutte le associazioni, fondazioni e organizzazioni che a Torino si occupano di libri e di lettura, con l’obiettivo di provare a elaborare tutti insieme una strategia in grado di fronteggiare l’emergenza lettura.

Con la crisi economica degli ultimi anni si è acuita la crisi dell’editoria e delle librerie ma soprattutto è ulteriormente è sensibilmente sceso ancor di più il numero dei lettori. Gli ultimi dati ISTAT sono inquietanti. A nord come al sud chiudono le librerie, non si fanno investimenti seri nel comparto culturale del libro (vedi anche la legge Levi che è stata pericolosamente in bilico), non si alimentano le biblioteche scolastiche e si sottraggono sempre più fondi alle biblioteche cittadine.

A Torino si risponde così: si va in piazza e si portano i libri nei negozi e nei mercati. I ragazzi escono dalla scuola e vanno a leggere o ad ascoltare leggere nei negozi: dal panettiere, dal calzolaio, dal merciaio si espongono libri sugli scaffali, si comprano, si scambiano.

Cinque giorni di festa: dal 20 al 25 aprile Torino che legge si articola in centinaia di incontri, dibattiti e letture a scuola, in libreria, in biblioteca.

Tra gli incontri previsti:

21 aprile

dalle 8.30 alle 16.00 per A scuola senza zaino alla Primaria D’Azeglio I Piccoli maestri di Torino leggeranno: Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry (Carlo Grande), La finta nonna di Italo Calvino (Monica Regis), l’Odissea di Omero (Demetrio Paolin), Le avventure di Pinocchio di Collodi (Serena Gaudino).

dalle 17 all’IC Alberti: Incontrarsi nei libri. Formazione per genitori e insegnanti a cura dei Piccoli Maestri e del Primo Amore.

23 aprile ore 19.00 piazza Palazzo di Città, Urban center Comizio di Simone Weil attraverso la voce di Serena Gaudino: L’emancipazione delle masse popolari e il riscatto sociale. A cura della rivista di sconfinamento Il primo amore e della collana dei Fiammiferi del Primo amore.

24 aprile ore 12 scuola superiore Casale Gobetti Gli studenti incontrano Serena Gaudino per confrontarsi sul suo libro Antigone a Scampia ed. Effigie

Qui il programma completo.








pubblicato da s.gaudino nella rubrica locandina il 20 aprile 2015