La vera sigla di Sanremo. E della vita

Tiziano Scarpa



Oppure no è una canzone dell’edizione 1994 del festival. La cantò Alessandro Bono. Fu una performance scadente, arrivò sedicesimo su venti. Nessuno si accorse che aveva poche settimane di vita, e lo sapeva. Lo ricorda Mauro Covacich nel bellissimo libro di racconti La sposa.


Che cosa c’è di più finto del festival di Sanremo? E che cosa c’è di più sorprendente dell’autenticità che si nasconde dove tutto ciò che è autentico è vietato dal regolamento? Scovare un lapsus, il taglio di Fontana, Don Chisciotte di Orson Welles che squarcia il telo di proiezione, la cruna che lascia intravedere l’abisso oltre il fondale del teatro Ariston.

Continua qui.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica emergenza di specie il 12 febbraio 2015