“L’Italia è fatta così: quando nasce uno scrittore, gli fanno la guerra”

intervista a Antonio Moresco



“Con Gli increati mi è successa una cosa strana. Mentre ho avuto bisogno di quattordici-quindici anni ciascuno per Gli esordi e per Canti del caos, Gli increati è venuto fuori in tre soli anni. E neppure in tre anni pieni, ma in tre mezzi anni, perché per il resto di questi anni ho fatto altro, ho camminato per migliaia di chilometri, ho contribuito a inventare e realizzare cammini, ho scritto alcune piccole, incontrollabili cose che nel frattempo sono state anche pubblicate, mi sono abbandonato ad altre e diverse imprese, ho sognato, ho sofferto, ho vissuto sulla mia pelle la miseria e la desolazione del mondo in cui siamo o crediamo di essere immersi”.

L’intervista completa si trova qui.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica a voce il 24 novembre 2014