Si apre Mito: Torino e Milano si contendono il primato sulla musica colta

Serena Gaudino



E’ il buon vecchio SettembreMusica tutto ricostituito e rinforzato a presentarsi da un po’ di anni col nuovo nome: MITO. Un grande festival musicale – con 4100 artisti e 28 nazioni ospiti, tavole rotonde, proiezioni di film e spettacoli anche per ragazzi – che mette insieme proposte di musica colta, jazz, pop e contemporanea con equilibrio e una sorprendente freschezza. E il tutto si deve al suo storico direttore artistico Enzo Restagno che apre domani, al Regio di Torino, con il concerto dell’Orchestre National de France diretta da Daniele Gatti, la sesta edizione di questa versione del festival che dal suo cambio di nome e formula tocca e coinvolge attivamente anche Milano.

I biglietti però sono tutti esauriti da parecchi giorni (sia a Torino che a Milano il 6 alla Scala) per cui bisogna accontentarsi – naturalmente chi non è riuscito ad accaparrarsene uno a giugno – della diretta su radio3 o per gli irriducibili dello schermo aspettare il giorno dopo e goderselo in live streaming – dal sito www.mitosettembremusica.it.
Tra gli eventi a cui è ancora possibile assistere (anche lo spettacolo di Peppe Servillo “Memorie di Adriano” è sold aout come del resto i concerti di Paolo Conte, Daniele di Bonaventura, Paolo Fresu, Uto Ughi…) e che io raccomando ci sono invece i concerti di Rinaldo Alessandrini e Jordi Savall.








pubblicato da s.gaudino nella rubrica musica il 4 settembre 2012