Nasce Isbf.it

Andrea Tarabbia



Il prossimo 17 febbraio vedrà la luce Isbf (www.isbf.it), la prima libreria italiana on line di qualità. Il progetto, che nasce in concomitanza con le nuove classifiche di Pordenonelegge/Dedalus, è ideato per cercare di dare peso, anche economico, a quegli editori, quegli autori e quel pubblico non allineato che investe sulla ricerca letteraria ed editoriale. In larga parte, questo significa dare un certo rilievo alla piccola e media editoria, scavalcando, sul modello del «Farm market», la grande distribuzione. Le particolarità di Isbf – le cui parole d’ordine sono No bestseller, no istant book, no print on demand – sono la costituzione di una community di recensori secondo il modello dei centoquaranta Grandi Lettori proposto da Alberto Casadei, Andrea Cortellessa e Guido Mazzoni e dalle classifiche, appunto, di Pordenonelegge/Dedalus, senza però che queste costituiscano il modello unico di intervento sul sito – che sarà aperto agli interventi di chiunque.
Nella sezione «Farm market», che è il cuore e la novità maggiore del progetto, Isbf seleziona quegli editori medi e piccoli che non accettano di pubblicare libri di narrativa a pagamento, sottraendosi così al rischio di pubblicare per denaro anziché per scelte di merito. A questi editori, i cui libri sono a volte di difficile reperibilità sui canali di vendita on line più sviluppati, Isbf ha chiesto di proporre il fiore dei rispettivi cataloghi, da cui estrarre periodicamente il meglio delle novità per ogni categoria libraria (dalla narrativa al giardinaggio alla cucina). Ogni settimana i gestori del sito sceglieranno un tema sulla base del quale presentare le novità nel «Farm market».
Insomma, l’idea è quella di fornire un servizio di vendita mediata dove i criteri di mediazione siano il merito letterario e non le normali logiche di mercato. Il sito, che ho visto in anteprima, è chiaro e navigabile, e fornisce in una colonna sulla destra delle biografie random di autori i cui libri sono presenti nel catalogo. L’idea di fondo è che Isbf non sia un semplice store on line, ma una piattaforma di orientamento e informazione tematica: sono previste infatti anticipazioni in .pdf di libri in uscita, interviste agli autori, resoconti dal vivo di presentazioni nelle librerie e nelle biblioteche e così via. Tutto quello che ruota intorno al libro – purché ne valga la pena… - entrerà a far parte di Isbf.
Gli editori interessati alla selezione e alle informazioni di dettaglio sul funzionamento del «Farm market» e degli aspetti contrattuali possono scrivere a info@isbf.it oppure telefonare allo 0585 091592.








pubblicato da a.tarabbia nella rubrica libri il 12 febbraio 2010