Vittorio

ilprimoamore



Era un barbone, trascorreva le notti al "riparo" della pensilina alla fermata dell’autobus di via Trento, periferia della citt√†. Non voleva il dormitorio, non chiedeva assistenza. Quando lo incontravi ti fissava silenzioso. Ieri si era fatto la barba; oggi lo hanno trovato riverso a terra senza vita. Questa notte ha fatto molto freddo, e questo √® solo un ricordo. Ciao Vittorio.








pubblicato da g.giovannetti nella rubrica il dolore animale il 7 dicembre 2009