Il miracolo, il mistero e l’autorità - Stralci dalla rivista

Valerio Evangelisti



Esistono, in Italia come un po’ in tutta Europa, "musei della tortura" che mostrano sempre gli stessi strumenti: il letto di chiodi, la Vergine di Norimberga, la ruota dentata, gli aculei per lacerare i genitali dei suppliziati, ecc. Si tratti di Milano, di Praga o di Carcassonne, negli opuscoli illustrativi delle esposizioni, stabili o itineranti, si dice ogni volta che un simile armamentario era comunemente usato dall’Inquisizione cattolica, in Spagna, in Italia o in altri paesi. Questo anche quando tali macabri strumenti, tipo la famosa Vergine di Norimberga, erano palesemente destinati non a estorcere confessioni, bensì a provocare la morte della vittima.
In realtà, mai l’Inquisizione – si trattasse di quella medioevale, di quella spagnola, di quella italiana del Rinascimento, di quella francese o boema – fece ricorso ad arnesi così truci di supplizio. Vi si opponevano due veti ferrei e mai violati.

(...)

Continua su Il miracolo, il mistero e l’autorità, Milano, Effigie 2009, pp. 154, euro 15








pubblicato da ilprimoamore nella rubrica annunci il 18 novembre 2009