Binomio fantastico

Antonio Moresco



Dopo Volo in ombra, sulla figura e sulla morte aerea del padre, è uscito presso Di Felice Edizioni un nuovo, piccolo e intenso libro di Anna Ruchat (Binomio fantastico), composto di prose poetiche e di poesie dolorose e lievi, che hanno al centro la figura della madre, anzi di se stessa e della propria madre trattate come un’unica figura dal nome di “Leielei”. Trascrivo qui una di queste poesie. Nel libro ce ne sono altre di più significative ma a me -non so perché- forse per il titolo, forse perché credo a torto o a ragione di riconoscere la casa di cui si parla, è arrivata immediatamente questa.

La chiave è la luce

Forse per via della montagna
che entra nella stanza
lo spazio nella vecchia casa
non offre rifugi.

La doppia altezza è un crampo
di nostalgia
quando l’autunno
anticipa l’imbrunire
e la lampadina si accende fioca
nell’angolo della scala.








pubblicato da a.moresco nella rubrica libri il 6 maggio 2014