“Scarpa, Tiziano (Venezia, 1963)”

Tiziano Scarpa



“Scarpa, Tiziano (Venezia, 1963).
Figura eclettica: oltre che romanziere
e poeta, è autore di testi teatrali
per la scena e la radio, testi musicali,
sceneggiature di fumetti, ecc.”

Abbiamo scelto te,
più o meno mediamente conosciuto,
dato ormai per già noto già acquisito,
semispacciato semipotenziale.

Potevamo sfruttare un esordiente,
mettere in scena un ricominciamento,
un altro dei nostri ennesimi inizi,
è il nostro trucco più collaudato,
funziona sempre, ci serve a sembrare
completamente nuove.

Noi siamo sempre antiche e sempre nuove.

RIT.: Un dio, una porta aperta,
conformismo dei morti,
abiura dei viventi,
parole controvento
in un sito di lyrics.

Di bocca in bocca assaporiamo
la saliva di chi ci pronuncia,
la conducibilità delle sinapsi
che ci pensano, che ci vivono.

E così tu ci guardi mentre affioriamo
una dopo l’altra, adesso che ci scrivi.

Non lo sai ancora che cosa diremo.
Ci scrivi anche per leggerci,
per sapere da noi.

RIT.: Un dio, una porta aperta,
conformismo dei morti,
abiura dei viventi,
parole controvento
in un sito di lyrics.

Noi siamo i tuoi oracoli,
sappi che un giorno morirai
è il nostro responso più scontato,
anche se a scontarlo dovrai essere tu.

Noi siamo il tuo augurio.
Noi siamo il tuo comando.

Ti metti a diventare
quello che ti diciamo,
ti metti a diventare ciò che siamo,
senza sapere fino in fondo
che cosa siamo veramente.

RIT.: Un dio, una porta aperta,
conformismo dei morti,
abiura dei viventi,
parole controvento
in un sito di lyrics.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica poesia il 13 maggio 2014