Scrittori giovani e giovanissimi #2

Antonio Moresco



Il secondo libro che voglio segnalare si intitola Argomenti per l’inferno ed è uscito nel 2009 dall’editore No Reply. E’ il primo romanzo di uno scrittore di trent’anni che vive a Torino e si firma Ade Zeno. Racconta la claustrofobica e dolorosa convivenza di un ragazzo malato con la figura di carceriere-infermiere di suo padre. Il punto di forza di questo libro sono i dialoghi. Per esempio:

Capitone in umido. Un serpente. Io non mangio serpenti.
"E non dire che è un serpente" interviene un istante prima che io lo possa dire davvero. "E’ un pesce, non un serpente."
"E’ un serpente."
"E’ un piatto da re."
"Io sono una bestia, non un re."

E’ un libro che ha a che fare con gli stati di dolore, diversità, mostrificazione e automostrificazione dell’adolescenza. E’ scritto in modo molto stringato. Sarò stringato anch’io: leggetelo.
Questo piccolo libro comincia così:

Ho tentato di figurarmi un’immagine del mio nemico.

E finisce così:

Poi ti alzi, scrolli la patina di polvere che nel frattempo ti si è ancorata nei pantaloni, ti alzi e te ne vai. So solo che non devo fare lo stesso, provare a seguirti sarebbe inutile, ti dissolveresti comunque dopo qualche secondo, meglio starmene dove sono, godermi la tua partenza, sto qui e aspetto che tu te ne vada per sempre. Mi concederò una pausa lunga quanto basta per dimenticarti del tutto, resterò fermo e immobile a spartire con la polvere i miei cuccioli e la nostra madre gigante, mi fermeerò ancora un millennio o due cercando di raccogliere le forze. Poi chiuderò gli occhi, mi conquisterò un respiro lunghissimo e passerò la lingua sulle labbra per sentire meglio il gusto della mia carne. E quando mi sveglierò, prima o poi, sarò un’altra volta con te, nella nostra casa fatta di ombre e sedie e bottiglie rovesciate sul pavimento. Sarò lì, fermo e sorridente, ad aspettare una voce seria e dolcissima che dice:
"Franz. Franz, dormi? Come ti senti? Davvero stai dormendo?"

Questo il sogno. La mia vita non so.








pubblicato da a.moresco nella rubrica libri il 8 maggio 2009