Cinghiali

Giovanni Fierro



Sui prati del bosco di Peuma
da poche ore sono
passati i cinghiali

sull’erba ancora bagnata
di brina
hanno lasciato le impronte
delle loro zampe

a lato, invece, hanno tutto rivoltato
la terra è smossa, scavata
a ventre aperto
a pancia all’insù

lì cercano le radici
i tuberi
per soddisfare la
loro fame.

Anche a me succede lo stesso

quando punto il cielo
lo rivolto, lo sgrafo, lo scavo
per trovare anche un solo
bulbo, la radice di un qualcosa
utile a sfamarmi

e ogni volta
mi accorgo che tutto
è già stato
raccolto.


Giovanni Fierro è nato nel 1968 a Gorizia, dove vive. I suoi testi sono stati pubblicati nelle antologie Frantumi (2002) e Prepletanja – Intrecci (2003) e nel dicembre 2004 nella sua prima raccolta poetica, Lasciami così, edite da Sottomondo Gorizia. Nel febbraio 2011 è uscita la sua raccolta più recente, Il riparo che non ho, edita da Le Voci della Luna.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica poesia il 27 febbraio 2014