Canti del caos

Antonio Moresco



"Non ti vedo più, non ti sento più!"
"Dove siamo finiti?"
"Chi siamo?"
"La massa d’ombra, l’energia oscura di cui è fatta la quasi totalità del mondo, dell’universo."
"Eppure ci abbracciamo, ci fondiamo l’uno nell’altra…"
"Sì, certo, anche noi. E, se è per quello, ci riproduciamo, ci espandiamo (…)."
"E proviamo anche piacere, amore, dolore…"
"Come tutti gli altri, né più né meno."
"E piangiamo."
"Oh, sì, certo! Anche le ombre piangono!"
"Ma i corpi da cui siamo separati riusciranno mai più a vederci?"
"E noi, riusciamo forse a vedere loro?"
"Ma che ombre siamo, se non siamo ombre di corpi, se la luce non ci proietta fuori dai corpi e non ci evidenzia?"
"Se non fossimo stati separati violentemente dai corpi, allora sì che la luce, cadendo da una certa angolazione, ci evidenzierebbe, e così ci si potrebbe riconoscere una a una come se facessimo ancora parte dei corpi." "Questa è l’ombra del tale, questa del talaltro…"
"Sì, saremmo ancora quello che siamo sempre state: oscurità generata da un corpo opaco che intercetta i raggi emessi da una sorgente di luce."
"Saremmo ancora il tramite del corpo attraverso la luce."
"Ma se il corpo non c’è più, è separato, come possiamo ancora chiamarci ombre? Le ombre senza la luce non possono esistere. E allora cosa siamo noi, se non siamo più il tramite della luce?"
"E se la luce può rivelarsi all’esterno soltanto tramite noi, tramite l’ombra, come facciamo noi a essere ancora questo tramite? Come facciamo, se siamo state separate violentemente dai corpi, dalla luce?"
"E, se si è spezzato questo tramite, come facciamo noi a dire che cosa siamo?"
"Se anche il vincolo col corpo e la luce è stato spezzato, qual è ormai la differenza tra l’ombra e la luce?"
"Come fa la luce a essere un’altra cosa rispetto all’ombra? E l’ombra rispetto alla luce?"
"Che cosa è diventata l’ombra?"
"Che cos’è diventata la luce?"
"Cosa sono adesso l’ombra e la luce?"
"La luce è ormai la stessa cosa dell’ombra?"
"Dov’è finita l’ombra?"
"Dov’è finita la luce?"
"Che abbia raggiunto il punto in cui era ancora una stessa cosa con l’ombra?"
"Come si sta riforgiando la materia immobilizzata del mondo?"








pubblicato da a.moresco nella rubrica libri il 15 marzo 2009