L’antiutilitarismo di Alfredo Salsano

Carla Benedetti



Alfredo Salsano era solito organizzare seminari e incontri di studio attorno ai temi dei libri che andava pubblicando come editor della casa editrice Bollati Boringhieri. Erano occasioni belle e fertili di riflessione e di confronto tra autori e collaboratori.

A quattro anni dalla scomparsa di Alfredo Salsano, la Bollati Boringhieri pubblica nella collana "Temi", da lui ideata, una sua raccolta di saggi, Il dono nel mondo dell’utile, che sviluppa uno degli argomenti su cui Salsano si è maggiormente impegnato come studioso e come editore: il dono come forma di scambio alternativa a quella del mercato, e come critica del riduzionismo utilitaristico della ragione economica.

Amici e collaboratori organizzano attorno a questo libro un incontro di studio come quelli che lui amava. Venerdì 25, a Torino, alle ore 15, alla Biblioteca Civica Primo Levi (Via Leoncavallo 17, Torino).

Nella stessa occasione sarà inaugurata il fondo bibliotecario di Alfredo Salsano donato dalla sua compagna alla Biblioteca Civica Primo Levi

Ecco la scheda del libro:

Alfredo Salsano
IL DONO NEL MONDO DELL’UTILE

«Temi»
pp. 128, € 12,00

Un piccolo e importante libro per capire e discutere l’utopia del dono come chiave dei rapporti antiutilitari tra le persone, fuori dalla gabbia delle leggi economiche del mondo contemporaneo.

Il movimento antiutilitarista, sorto in Francia nel 1980, rifacendosi all’opera dello storico economico Karl Polanyi e dell’antropologo Marcel Mauss, ha messo radicalmente in dubbio l’universalità dell’homo oeconomicus spinto dal calcolo dell’utile individuale. I suoi teorici (tra i quali Alain Caillé, Serge Latouche e lo stesso Salsano) propongono di pensare i rapporti sociali attraverso il modello di triplice obbligo del dono (dare, ricevere, ricambiare) e trasferire questa forma di scambio nel mondo contemporaneo, dominato da Stato e mercato.

Nato come critica all’economicismo implicito nelle scienze sociali, l’antiutilitarismo è, secondo Salsano, allo stesso tempo una critica della modernità e la ricerca di forme democratiche corrispondenti a un «vero» utilitarismo.

L’autore

Alfredo Salsano (1939-2004), studioso di storia del pensiero politico ed economico, è stato coordinatore editoriale della casa editrice Bollati Boringhieri. Ha curato l’edizione italiana di opere di Karl Polanyi (La grande trasformazione, Il Dahomey e la tratta degli schiavi, La libertà in una società complessa) e ha fatto parte del consiglio direttivo del Karl Polanyi Institute of Political Economy di Montreal (Concordia University).

Ha pubblicato, tra l’altro: Antologia del pensiero socialista (Laterza, Roma-Bari 1979-83, 5 voll.); Il sogno di Diderot (Il lavoro editoriale, Ancona 1986); Ingegneri e politici. Dalla razionalizzazione alla «rivoluzione manageriale» (Einaudi, Torino 1987); Karl Polanyi (Bruno Mondadori, Milano 2003). Caillé. Per Bollati Boringhieri ha pubblicato Il terzo paradigma. Antropologia filosofica del dono.








pubblicato da c.benedetti nella rubrica libri il 23 ottobre 2008