Sesso.

Tiziano Scarpa



Ha quasi cinquant’anni, lavora in Comune, si occupa del mio rimborso spese. "Sono ingrassata dopo il primo figlio", ride ordinando due porzioni di dolci diversi alla fine della cena insieme agli organizzatori della rassegna di poesia. Ha un volto largo, le mani segnate, l’inizio di quella sguaiataggine fisica che l’età sta facendo affiorare nei nostri corpi. Meridionale, è venuta al nord per amore. È divorziata. Da come si avventa sul cibo dà l’idea di una che non assapora un uomo da molto tempo. Oppure ne ha tanti, con il disincanto di chi si sente in diritto a essere risarcita, dopo lo smascheramento dell’impostura matrimoniale. In entrambi in casi brigherei volentieri per andarci a letto, stanotte, se non fossi innamorato di un’altra. Entrare in punta di piedi a casa sua, mentre i due figli dormono nell’altra stanza o devono ancora rientrare. Vedere la sua camera, entrare nella sua nudità come in un paese straniero. Sesso: più che nel corpo, incursione nella vita altrui.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica dal vivo il 3 aprile 2008