Scòzzari e la bimba a Milano

ilprimoamore



Giovedì 3 Aprile 2008
ore 18

Filippo Scòzzari
Memorie dell’arte bimba

la Feltrinelli Libri e Musica
Corso Buenos Aires, 33 - Milano

Con uno stile inconfondibile, sempre in bilico fra una sagace autoironia e la più geniale irriverenza, Filippo Scòzzari ripercorre le proprie Memorie dell’arte bimba (Coniglio Editore). Intervengono Antonio Caronia, Gian Domenico Iachini e Tiziano Scarpa.

Dieci anni dopo l’uscita del suo diario di battaglie Prima pagare, poi ricordare, Filippo Scòzzari, autore di fumetti e uno dei fondatori di «Cannibale» e «Frigidaire», torna con questa seconda multiforme, impietosa, commovente e ironicissima sarabanda, che assume di volta in volta le sembianze del memoriale, del manuale tecnico, del diario di famiglia e del baedeker esistenziale. In Memorie dell’arte bimba (quale miglior definizione per un’arte giovane come il fumetto?) Scòzzari ripercorre gli anni della sua infanzia, tenero e stupefatto esploratore della Bologna e dell’Italia negli anni ’50 e ’60. In un’ideale "prima puntata", che termina esattamente dove iniziava il fortunato Prima pagare, poi ricordare (oggi alla sua quinta ristampa), Scòzzari indaga, sbrana e resuscita i punti nodali della propria educazione: la scuola, la famiglia, la passione per il disegno, l’amore lancinante per i fumetti, ma anche gli interrogativi feroci di un Bimbo che, in eterno duello col Babbo Mannaro, avverte in sé i primi pungoli di quella follia creativa che, zappata a sconfitte e concimata a scoperte, lo trasformerà in uno degli autori simbolo dell’ultimo scorcio del Novecento.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica libri il 1 aprile 2008