In memoria di Lou Reed

Tiziano Scarpa



Oggi è stato un giorno perfetto,
l’amore l’abbiamo proprio fatto,
l’abbiamo fatto come il panettiere fa il pane.

Oggi è stato un giorno perfetto,
quando mi sono staccato da te
il mio sesso aveva la forma del tuo sesso,
come una statua appena modellata.
Quando ti sei staccata da me
il tuo sesso aveva la forma del mio sesso,
come le impronte delle star di Hollywood
sul cemento fresco, sulla carne viva.

Oggi è stato un giorno perfetto,
lo specchio si è scordato di rifletterci,
è rimasto a bocca aperta nella stanza.

Oggi è stato un giorno perfetto,
tutte le parole hanno avuto corso,
tu hai detto “gloria” e hai detto “fiammifero”,
io ho detto “meraviglia” e ho detto “parapetto”,
tu hai detto “felicità” e hai detto “caffettiera”,
io ho detto “festa” e ho detto “uragano”.

Oggi è stato un giorno perfetto,
avevamo tutti e due lo stesso nome,
ci siamo chiamati Amore Mio.
Il poliziotto al posto di blocco
non riusciva a distinguere
le nostre carte d’identità.


Da Nelle galassie oggi come oggi, Einaudi 2001.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica musica il 27 ottobre 2013