Di notte, in mezzo ai Balcani

Antonio Moresco



(...)
Quando siamo dall’altra parte, riattacchiamo la macchina. Ricominciano a trainarla fuori dall’autostrada, imboccando piccole strade di campagna assolutamente buie e deserte. Non si vede nessuno. Qualche capannone buio, stradine sterrate e piene di buche. Noi trainati come un peso morto, non sappiamo da chi, stretti tra due macchine lungo quelle curve nere e fuori dal mondo, di notte, in mezzo ai Balcani. Dumitru, che ha un rapporto drammatico e conflittuale col mondo, sostiene che ormai siamo in trappola, che ci stanno portando in qualche buco dove ci rapineranno e ci faranno la festa. "Ma io li ammazzo!" dice con ferocia "Li mangio!"
(...)

Zingari di merda si può leggere qui.








pubblicato da ilprimoamore nella rubrica a voce il 20 gennaio 2008