Sante ragioni

Sergio Nelli



E’ da poco in libreria un libro intitolato Sante ragioni (del nuovo editore Chiarelettere, che è anche un blog da tenere d’occhio) , scritto dalla biologa Carla Castellacci e dal filosofo della scienza Telmo Pievani. Parla di cose vitali, del non lasciarsi ingannare dalla Chiesa e dalle sue posizioni irrazionali e violente. Parla di un’Italia in cui non è possibile confrontarsi sui valori e in cui alcune ragioni sono tradotte in leggi di stato perché fondate su un "retto ragionare" rispetto al quale non esistono alternative possibili. Ci ritornerò con attenzione. Per ora, mi limito a una segnalazione.

Questo è il Sommario:

Nascere
Vite indifese
Difendiamo la vita. Ma la vita di chi?
Educazione e scuola
La laicità in croce
La religione nella scuola italiana? Facoltativamente obbligatoria
Vita di relazione
Affari di famiglia
Unioni sacre e unioni profane. Come non si coniuga la diversità
Figli
La legge del concepito
Quando il Parlamento volle fare miracoli
Bioetica
La bioetica all’italiana e la scomparsa della logica
Valori non negoziabili, per tutti, per legge
Vita civile
Il senso civico della casta ecclesiastica
Le religioni sono uguali, ma una è molto più uguale delle altre
Morire
Introvabili vie di uscita
Quando l’accanimento non conosce fine.

E questa è la presentazione che figura in ibs.it, come recensione:

"Venire al mondo, il battesimo, l’ora di religione, i simboli religiosi nelle scuole, l’educazione sessuale, il caso Darwin e la marginalizzazione delle materie su cui la chiesa non può far valere la sua posizione, il matrimonio e la vita di relazione, la "politica" riproduttiva (contraccezione, aborto, fecondazione assistita…), il parto e il dolore, la ricerca biomedica (staminali e trapianto di organi), l’8 per mille, il trattamento fiscale della chiesa, i reati sui minori, il testamento biologico, la terapia del dolore, l’eutanasia, i funerali civili… In pratica: la vita, dalla nascita alla morte. Su ognuno di questi temi gli uomini di fede, ma soprattutto le alte gerarchie del Vaticano, ormai da anni esercitano pressione per consolidare una visione del mondo arretrata, irrazionale e violenta.
Questo libro non vuole essere una riflessione teorica sulla laicità. Questo libro segue passo passo la vita di uomini e donne, e mostra (non senza ironia) attraverso la cronaca di questi ultimi anni, gli argomenti dei politici à la Buttiglione, le tante disposizioni di legge che limitano fortemente la libertà individuale, come la Chiesa da anni e con violenza decida il nostro destino.
Un libro che denuncia uno stato di cose inaccettabile. Un libro che va in profondità sulle notizie che ormai da mesi troviamo sparate sulle prime pagine di tutti i giornali. Un libro scritto con ironia, perché gli argomenti di questa Chiesa politica spesso sfiorano il ridicolo, sebbene questo ridicolo sia ben nascosto dai media e dai grandi mezzi d’informazione."

Carla Castellacci , biologa, lavora come freelance nell’ambito della comunicazione e divulgazione scientifica. E’ tra gli ispiratori e organizzatori del Darwin Day.
Telmo Pievani, filosofo della scienza, insegna all’Università di Milano Bicocca. E’ segretario del Consiglio scientifico del Festival della Scienza di Genova e segue l’ideazione e il coordinamento del Festival delle Scienze di Roma.








pubblicato da s.nelli nella rubrica il miracolo, il mistero e l’autorità il 27 novembre 2007