Violenze fatte in casa

Massimo Giacon e Tiziano Scarpa



Le violenze sulle donne sono fatte in casa. Sono i famigliari – il marito, il compagno, l’amore della propria vita – i nemici più pericolosi di una donna.

Spesso le vittime subiscono in silenzio, perché si vergognano. È un disonore ammettere di essersi sbagliate nella scelta cruciale, non aver capito chi era veramente la persona con cui ci si è chiuse sotto lo stesso tetto.

Barbara Fossa fa l’assistente sociale, di questi casi ne ha visti tanti. Lei sta per sposarsi con un uomo affettuoso e gentile. Si rende conto della fortuna che ha avuto, ce la mette tutta per dare una mano alle altre, usa la sua perspicacia professionale per scovare le situazioni scabrose dietro l’apparenza della normalità.

Recentemente cercava di far confessare una sua assistita, aveva intuito che il marito la picchiava. Offeso dalle insinuazioni dell’assistente sociale, in un’accesso d’ira l’uomo l’ha gonfiata di botte.

Al suo futuro sposo, Barbara ha detto di essere scivolata per le scale. Cerca una consulente matrimoniale che la aiuti a dirgli la verità.

Da Amami, Mondadori, 2007.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica condividere il rischio il 15 novembre 2007