Persone importanti

Andrea Amerio



Di tanto in tanto, depresso per le sorti del Paese mi dedico alla rassegna stampa internazionale.
Come molte altre del suo genere anche la popolare rivista brasiliana "Epoca" redige ogni anno una classifica dei 100 personaggi più importanti ("influentes") dell’anno.
Nel 2012, tra loro, il trentanovenne Caetano Galindo; autore di una strabiliante traduzione dell’Ulisse di Joyce nella lingua di Guimarães Rosa.
Il Brasile ha una storia tragica, è grande più di venticinque volte l’Italia, ha un tasso di analfabetismo che fa paura; eppure il pensiero di trovare il nome di Gianni Celati in un’ipotetica analoga classifica di "influentes" nostrani pubblicata, che so, da "Oggi", "Gente", "Chi", "Class", "Panorama", mi sembra fantascienza.
Non so come mai.
Forse perché come antidepressivo la rassegna stampa internazionale non serve.








pubblicato da a.amerio nella rubrica giornalismo e verità il 23 febbraio 2014