Freccia d’Europa: in tenuta da viaggio

Tiziano Scarpa



Ecco una piccola rassegna di mise che ho colto al volo lungo il cammino.

2 giugno. Gli ombrelli colorati di Marina e Bea, la bandana di Rita:

3 giugno. Maurizio oggi non può camminare con il gruppo, ma ci segue in auto dandoci consigli sulla tappa che ha ideato per noi. Per l’occasione sfoggia una tenuta da gagà, in mezzo a Edoardo (di scorcio a sinistra) e Giuseppe (con gli occhiali neri) decisamente più “tecnici”:

8 e 9 giugno. Tobia è senz’altro il più estroso. Da notare i suoi strepitosi occhiali, e le ciabatte con cui è riuscito a fare intere tappe da 40 km, prima di trovare le scarpe adatte:

9 giugno. Antonio arriva a Vercelli sotto la pioggia:

10 giugno. Il sindaco di Santhià, Angelo Cappuccio, ci riceve in giacca e fascia tricolore. Di fronte a lui Donatella, Giovanni e Tobia (notevole il contrasto fra tenuta ufficiale e outfit da Indiana Jones):

12 giugno. Gli incontri lungo il cammino mettono a confronto anche divise personali e zavorre diverse. Luciano (a sinistra) scambia quattro chiacchiere con un camminatore inglese che va nella direzione opposta:

16 giugno. Quelle che indossa Bea in una pausa non sono cavigliere da danza africana...

...ma ginocchiere che ora sono ritornate al loro posto:

19 giugno. Andrea in giacca a vento sul punto più alto del nostro cammino:

19 giugno. Accanto a me, Antonio valica il Gran San Bernardo ben protetto da un berretto:

20 giugno. Qui Andrea mostra il suo kit da viaggio. Alcune tappe le ha percorse con una borsa della spesa, a metà fra semplicità e sprezzatura (dicono che anche Andy Warhol si presentasse ai vernissage newyorkesi con la borsa della spesa in mano):

23 giugno. Un gruppo di musicisti che partecipavano a un festival sul lago di Ginevra. Il più folk è quello che manda messaggini:

27 giugno. In molte piazze svizzere la Giustizia bendata presidia le fontane, in costume accollato:

Lo stesso giorno, a Neuchâtel, un’altra versione della Giustizia, più spregiudicata, con le gonne corte e le gambe scoperte:

3 luglio. Carla infagottata per la pioggia:

3 luglio. Andrea protetto da quello che chiamavamo “il preservativo”:

3 luglio. Elisabeth abbracciata dalla sua giacca impermeabile:

4 luglio. Antonio al fianco della sindaca di Grißheim, Rita Schmidt, che ha ricevuto in dono la nostra maglietta:

4 luglio. L’estate dovrebbe essere ormai avviata, ma a Kembs fa ancora freddo. Rita in versione autunnale abbraccia Francesca. Anche Maria Pace, dietro di loro, si è ben coperta:

7 luglio. Marc Dressler, vicesindaco di Erstein, fra Maria Pace e Giovanni, riceve la nostra maglietta:








pubblicato da t.scarpa nella rubrica freccia d’Europa il 17 agosto 2013