Nella cripta del vento

Tiziano Scarpa



Saliamo i 201 gradini
del campanile della cattedrale
di Sveta Stošija, forza!

Questa scala a chiocciola di cemento
fra il primo e il terzo piano
è bruttina, lo ammetto,
ma fa pensare alla punta di un trapano,
una trivellazione verso l’alto.

Il campanile è un pozzo sottosopra:
è scavato nel vento,
con la sua punta a chiodo si conficca
negli strati più densi di correnti.

Sentite come preme
il vento contro il corpo
man mano che si sale.

Siamo sbucati sulla balaustra.
Si vede tutta Zara.
Bellissimo, d’accordo.

Ma ora chiudete gli occhi.
Perché noi siamo qui per visitare
la cripta della bora.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica a voce il 1 ottobre 2006