La forma di Dio

Tiziano Scarpa



Un po’ chiesa, un po’ torre,
Sveti Donat si stira verso l’alto
come per incapsulare più cielo
di una chiesa qualsiasi.

È un edificio strano:
un cilindro allungato
con una biscottiera sulla cima,
la pietra bianca, le tegole rosse.

Rispetto alle altre chiese
sembra il tempio di un’altra religione,
come se conoscesse
il segreto di Dio,
un Dio ancora più Dio.

Forse per questo è stato sconsacrato.

Vedendo San Donato
credo di aver capito
che non sono le immagini,
i mosaici o i dipinti,
a rappresentare il volto di Dio.

Nemmeno le sculture
ci rendono l’aspetto del suo spirito.

È l’architettura che plasma Dio.
La forma di Dio è quella della chiesa.








pubblicato da t.scarpa nella rubrica a voce il 30 settembre 2006